mercoledì 7 novembre 2018

Uno sciamano "pregherà" per la «Madre Terra» dopo l'alluvione sull'altopiano di Asiago

Nella seconda Lettera a Timoteo San Paolo Apostolo aveva messo in guardia i cristiani: "Verrà giorno, infatti, in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma, per il prurito di udire qualcosa, gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie, rifiutando di dare ascolto alla verità per volgersi alle favole". 
In Inghilterra  nel 1552 un pastore protestante promunciò un sermone alla presenza del giovanissimo Re Edoardo VI, che aveva come reggente lo spergiuro, eretico Arcivescovo di Canterbury Thomas Cranmer,  nel quale discorso non esitò a dichiarare: «Ecco invadere l’Inghilterra più cieca ignoranza e più superstizione ed infedeltà di quanta mai ve ne fosse sotto i Vescovi di Roma. Il vostro regno (mi dispiace dirlo) sta per divenire più barbaro della Scozia». Un altro predicatore, deplorando il moltiplicarsi delle sette che sorgevano, come conseguenza inevitabile della politica di Cranmer, lamentò: «Ecco gli Ariani, i Marcionisti, i Libertini, i Davisti e molte altre simili mostruosità; occorrono ripari contro i settari, contro gli Epicurei e contro gli pseudo-evangelici, che cominciano a scuotere le nostre chiese con una violenza mai vista» ( Cfr.Hugh Ross Williamson - (1901-1978)- " Cenni della protestantizzazione in Inghilterra" Una Voce Italia
Abbiamo letto sul Corriere del Veneto l' articolo di Andrea Alba ( link sotto) "  VICENZA Un «Rituale per la Madre Terra e gli Spiriti della Natura», per entrare in comunione con gli spiriti della natura dell’Altopiano di Asiago dopo che «la forza dell’acqua ha messo il
bosco in ginocchio».  Dopo la devastazione nei Sette Comuni, le centinaia di migliaia di alberi fatti crollare dalle raffiche di vento, c’è anche chi organizza un rito sciamanico in montagna aperto al pubblico. Con più obiettivi: entrare in contatto con gli spiriti della Terra comprendendo quello che è accaduto ma anche per una «presa di coscienza del nostro posto nel mondo». Un evento organizzato a pochi giorni dal disastro, che ha visto migliaia di piante falciate dalla furia del maltempo". (continua...) 
Dopo che i teologi e i liturgisti progressisti ( che sono la peste del cattolicesimo) hanno eliminato le Sante Rogazioni   perchè si volgevano troppo a Dio artefice di tutte le cose era inevitabile che il "vuoto" del sacro e della trascendenza sarebbe stato colmato dalle più disparate forme  paganeggianti  fai-da-te . L'atteggiamento arrogante di una parte della  Chiesa ( quelli che pensano d'aver vinto) iper-sbilanciata nel sociale e nella politica  se ne infischia se i    fedeli , affidati alle loro cure pastorali, sono abbandonati alla società  ampiamente immersa in una fase a-cristiana e privati delle guide spirituali che da 2000 anni hanno indicato le sante aspirazioni "ad coelestia desideria".  
I fedeli, senza più la corazza dottrinale,  vengono inevitabilmente invasi dalla "più cieca ignoranza e più superstizione ed infedeltà" esattamente come avvenne in Inghilterra dopo la sanguinosa imposizione al popolo della dottrina protestante. 
Sia di monito il ricordo di quel avvenne in Cile il 17 gennaio 2015 in occasione dell'ordinazione episcopale di Mons. Moisés Atisha Contreras SdM allorchè, prima della Messa, è stato chiamato il "sacerdote del villaggio", cioè un "sacerdote" Yatiri, per propiziare agli dèi inca il nuovo vescovo; tutto ciò avvenne alla presenza attiva del Cardinale Arcivescovo Ricardo Ezzati, del Nunzio Apostolico Mons.Ivo Scapolo e dei vescovi concelebranti tutti presenti al rito pagano indossando  i paramenti liturgici.
Non è mistero per nessuno constatare che una parte consistente del Clero si sta volgendo "alle favole, secondo le proprie voglie" dimenticando l'aspetto fondamentale del ministero sacerdotale!
Davanti le recenti luttuose e terribili inondazioni, che hanno messo in ginocchio gran parte della nostra amata Patria, la "risposta" spirituale autenticamente cattolica sta nella penitenza, nella adorazione eucaristica, nella venerazione delle immagini miracolose della Madonna, nell'esposizione delle Reliquie dei Santi Protettori ecc ecc 
 Noi staremo assai attenti ad osservare la reazione dei Parroci e dei parrocchiani delle località interessate  all'iniziativa degli sciamani... non si sa mai ...
Dalla stampa apprendiamo poi che "ora, però, i vescovi -italiani-sembrano davvero intenzionati a fare il grande passo, indicando la strada per la creazione di un movimento da far apparire sulla scheda elettorale: "Servirebbe - ha dichiarato mons. Perego, come riportato pure su La Verità -, un progetto politico alternativo che parta dai sei milioni di persone che in Italia operano nel mondo del volontariato, soprattutto sul tema dell' immigrazione". (Cfr. Il Giornale Adesso i vescovi scendono in campo per un partito 'antiSalvini' QUI


Præsta, quaesumus, omnípotens Deus: ut, qui in afflictióne nostra de tua pietáte confídimus; contra advérsa ómnia, tua semper protectióne muniámur. Per Dominum nostrum Iesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.
AC


Fonte: Corriere del Veneto QUI

Foto: Madonna del Carega (diritto d'autore Ondapi) QUI

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.