mercoledì 5 settembre 2018

USA: prete sospeso per avere tenuto una predica magistrale sugli scandali denunciati da Mons. Viganò: ma la parrocchia smentisce.


Abbiamo appreso da LaNuovaBussolaQuotidiana la notizia di un sacerdote della diocesi di Chicaco, che in servizio presso quella di Santa Barbara (nella parrocchia di N.S. di Sorrows), subito dopo avere tenuto il 26 agosto una predica magistrale, in linea con la dottrina e con il magistero, sullo scandalo seguito agli abusi di alcuni vertici ecclesiastici. 
La parrocchia si è affrettata a spiegare che il motivo della sospensione (con divieto di celebrare Messe pubbliche) e il brusco e severo allontamento del sacerdote non sia dovuto al contenuto della predica (il cui testo potete leggere qui in italiano sul blog di Aldo Maria Valli, in cui troverete anche il video della predica), ma sia stato causato da problemi di relazione con i parrocchiani...
Mah, ci pigliano pure per fessi, ora. 

qui il comunicato della parrocchia dal sito ufficiale our Lady of Sorrows Santa Barbara .com

Dear Our Lady Of Sorrows Parish Community:
Father Juan Carlos Gavancho, a priest originally from the Archdiocese of Chicago who had been serving at Our Lady of Sorrows parish in Santa Barbara since early July, was asked to leave that assignment on August 29 and will no longer be serving in our parish or in the Archdiocese. Contrary to rumors and reports, Father Gavancho was asked to leave not due to the content of his homily on Sunday August 26, but rather because of issues with his interpersonal relationships with parish staff and parishioners. The Archdiocese is providing financial assistance during his transition back to the Archdiocese of Chicago, his home diocese.
tradotto suona così: 

Cari parrochiani di N. S. di Sorrows:
Padre Juan Carlos Gavancho, un prete originario dell'Arcidiocesi di Chicago che aveva prestato servizio nella parrocchia di Nostra Signora dei Dolori a Santa Barbara da inizio luglio, è stato invitato a lasciare questo incarico il 29 agosto e non servirà più nella nostra parrocchia nè nell'arcidiocesi. Contrariamente alle voci e ai resoconti, a padre Gavancho è stato chiesto di andarsene non a causa del contenuto della sua omelia domenica 26 agosto, ma piuttosto a causa di problemi con i suoi rapporti interpersonali con lo staff parrocchiale e i parrocchiani. L'Arcidiocesi fornisce assistenza finanziaria durante la sua transizione all'Arcidiocesi di Chicago, la sua diocesi di origine.

Roberto 

6 commenti:

  1. Si tenta squallidamente di far passare quel sacerdote come " nemico del popolo", come tutti i martiri della rivoluzione francese e bolscevica ! E' una 'vecchia fiaba' come la definisce un capo giacobino nell'opera Andrea Chenier di Giordano che, a differenza, il popolo non la "beve più beatamente ".

    RispondiElimina
  2. Giocano con le parole, ma in pratica lo hanno cacciato!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Chi sono allora quelli che applaudono alla fine dell'omelia? Turisti di passaggio?

    RispondiElimina
  4. Costretti a menzionare l'omelia nel comunicato ufficiale. Una volta non sarebbero stati così grossolani Sono proprio alla frutta, marcia per di più direbbe mancuso.

    RispondiElimina
  5. Avrei gradito lo stesso trattamento a chi si scagliava pubblicamente un giorno si e l'altro pure contro Benedetto XVI....

    RispondiElimina
  6. Sono costretti dai fatti a togliersi la maschera, ora vediamo con chiarezza chi sono i veri intolleranti. Sono all'angolo, il bluff è stato svelato.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.