sabato 29 settembre 2018

Sancte Michaël Archangele

Sancte Michaël Archangele,
defende nos in proelio;
contra nequitiam et insidias diaboli esto praesidium.
Imperet illi Deus,
supplices deprecamur: 
tuque, Princeps militiae caelestis,
Satanam aliosque spiritus malignos,
qui ad perditionem animarum pervagantur in mundo,
divina virtute in infernum detrude.

*

protettore di Santa Romana Chiesa
*
capo della milizia celeste e
vittorioso su Satana e sugli angeli ribelli
*

potrettore dei fedeli cattolici
e accompagnatore delle anime in purgatorio

(anche per questo nel Confiteor ci si "confessa" anche a S. Michele arcangelo).

*

San Michele arcangelo è anche l'angelo che
sta alla destra del Trono dell'Altissimo e
che amministra l'incenso davanti all'altare di Dio,
e che Gli presenta le offerte del Divino Sacrificio Eucaristico che il sacerdote
compie sul altare nelle nostre Sante Messe.

(si vedano le preghiere del Messale tridentino).

20 commenti:

  1. Sancte Michaël Archangele,
    defende nos in proelio;
    contra nequitiam et insidias diaboli esto praesidium.
    Imperet illi Deus,
    supplices deprecamur: tuque,
    Princeps militiae caelestis,
    Satanam aliosque spiritus malignos,
    qui ad perditionem animarum pervagantur in mundo,
    divina virtute in infernum detrude.

    L'ho scoperta tardi. Ma è una delle preghiere che preferisco e che maggiormente mi emoziona

    RispondiElimina
  2. Cosa aspettano a reintrodurre questa preghiera, obbligatoria, nella lingua che vogliono, basta che si reciti, alla fine della S.Messa, in entrambe le forme?

    RispondiElimina
  3. Scusate ho bisogno di un chiarimento se gentilmente potreste darmelo... leggevo dei commenti su internet, di protestanti credo ma non ne sono sicuro, in cui si parlava della messa. questi ultimi criticavano la visione della messa come sacrificio, in quanto affermavano che il sacrificio di Cristo è stato compiuto una sola volta e per sempre, sul Golgota, e quindi non c'è alcun bisogno di ripeterlo nuovamente attraverso le mani del sacerdote, in quanto altrimenti si dovrebbe dire che il sacrificio di Gesù è stato imperfetto o incompiuto, e per sostenere ciò citavano anche una lettere agli Ebrei in cui appunto si diceva che il sacrificio era stato compiuto una volta e per sempre.. inoltre affermavano anche che il fatto di compiere sacrifici era tipico dell'Antico Testamento, del Dio Biblico, mentre con la venuta di Crsito non si dovrebbero appunto più compiere sacrifici... potreste aiutarmi a capire gentilemnte? vi ringrazio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. . CONCILIO DI TRENTO
      1. Se qualcuno dirà che nella Messa non si offre a Dio un vero e proprio sacrificio, o che essere offerto significa semplicemente che Cristo ci viene dato in cibo: sia anatema.

           Can. 2. Se qualcuno dirà che con le parole: "Fate questo in memoria di me" [Lc 22,19; I Cor 11,24] Cristo non ha costituito i suoi apostoli sacerdoti o non li ha ordinati perché essi e gli altri sacerdoti offrano il suo corpo e il suo sangue: sia anatema [cf * 1740].

           Can. 3. Se qualcuno dirà che il sacrificio della Messa è solo un sacrificio di lode e di ringraziamento, o una semplice commemorazione del sacrificio offerto sulla croce, e non un sacrificio propiziatorio; o che giova solo a chi lo riceve; e che non deve essere offerto per i vivi e per i morti, per i peccati, le pene, le soddisfazioni e altre necessità: sia anatema [cf *1743].

      Elimina
    2. . 1. Se qualcuno dirà che nella Messa non si offre a Dio un vero e proprio sacrificio, o che essere offerto significa semplicemente che Cristo ci viene dato in cibo: sia anatema.

           Can. 2. Se qualcuno dirà che con le parole: "Fate questo in memoria di me" [Lc 22,19; I Cor 11,24] Cristo non ha costituito i suoi apostoli sacerdoti o non li ha ordinati perché essi e gli altri sacerdoti offrano il suo corpo e il suo sangue: sia anatema [cf * 1740].

           Can. 3. Se qualcuno dirà che il sacrificio della Messa è solo un sacrificio di lode e di ringraziamento, o una semplice commemorazione del sacrificio offerto sulla croce, e non un sacrificio propiziatorio; o che giova solo a chi lo riceve; e che non deve essere offerto per i vivi e per i morti, per i peccati, le pene, le soddisfazioni e altre necessità: sia anatema [cf *1743].

      Elimina
    3. Il sacrificio di Cristo si è compiuto una volta per sempre, come dice la Lettera agli Ebrei, ma è reso presente ad ogni celebrazione eucaristica al momento della consacrazione. Sulla croce si è compiuto in maniera cruenta, sugli altari si rinnova in maniera incruenta. Dunque non c'è differenza, a livello sostanziale, tra quanto è accaduto sulla Croce e ciò che accade sugli altari.
      Per i protestanti invece nella celebrazione della "Santa Cena" si fa soltanto memoria degli eventi pasquali, per cui l'Eucarestia non è altro che un'occasione in cui si fa memoria di ciò che Cristo ha fatto, un memoriale....I protestanti quindi credono che il pane rimanga pane, pur indicando simbolicamente un'altra realtà....

      Elimina
  4. Nel N.O. di Montini? Non si chiamano mica Tafazzi!...

    P.S.: Nella S.Messa DI SEMPRE  la si recita.

    RispondiElimina
  5. <span>Caro amico,</span>
    <span>al contrario, il sacrificio di Gesù è stato talmente <span>perfetto</span>, <span>completo</span> e <span>totale</span> che, per così dire, ha impregnato della sua forza salvifica tutta la storia e tutto l'universo: dunque esso si rinnova in modo assolutamente reale (anche se incruento) durante la Santa Messa: a questo proposito ascolta la voce dei Santi, e specialmente la voce dei Santi sacerdoti, e sentirai quali cose meravigliose ti diranno in proposito.</span>

    RispondiElimina
  6. ... e specialmente la voce dei Santi sacerdoti ...

    Inciso da intendersi come "... e specialmente, tra i Santi, la voce di quelli che furono sacerdoti ...".

    (Gentile passante, mi sono permesso di chiarire, su quest'unico punto, la sua bella risposta; non voglia il Cielo che andrea, ritenendo che l'aggettivo Santo sia da riferirsi al Sacramento dell'Ordine e non alla persona, vada ad ascoltare la voce di un qualsiasi "moderno" sacerdote ...)

    RispondiElimina
  7. Anch'io amo moltissimo questa invocazione a S. Michele, mi viene spontanea in certe messe N. O.
    e spessissimo la dico, quando incontro dei mussulmani ( alquanto numerosi, dove abito ), assieme ad una preghiera affinchè essi si convertano e affinchè l'Europa tutta ritorni cristiana.

    RispondiElimina
  8. Grazie Para-Liturgo, hai letto nel mio pensiero. Intendevo appunto ii Santi DOC, con tanto di aureola!!!
    :)

    RispondiElimina
  9. anche il santo subito?

    RispondiElimina
  10. Il pensiero era chiarissimo. Magari si sentissero esporre queste cose in Chiesa (accade solo raramente, molto raramente e per questo, purtroppo, mi sono ridotto a considerare i preti solamente come ministri, indispensabili, dei Sacramenti).

    RispondiElimina
  11. S. Michele Arcangelo liberaci dai falsi ''tradizionalisti''

    RispondiElimina
  12. continuità del concilio30 settembre 2011 08:25

    ben detto ! s. Michele, liberaci da coloro che credono in una falsa tradizione che inizia dal concilio, cancellando TUTTO IL MAGISTERO  di 19 secoli e mezzo, contraddicendolo in nome del dialogo e dell'adeguamento almondo moderno, e rinnegando i Santi e Martiri della Chiesa Trionfante con Maria SS.ma Regina degli Angeli e dei Santi !
    Prega e combatti, S. Michele Capo delle schiere celesti, contro satana e si uoi servi che vogliono distruggere la Chiesa: preghiamo che la Chiesa ridiventi MILITANTE, contro la menzogna di satana, il peccato e L'ERESIA : MARIA SS.MA VITTORIOSA su tutte le eresie libera la Santa Chiesa dal modernismo che la sta distruggendo, dal CV2 in poi !
    difendici, Madre Celeste SEDE DELLA SAPIENZA, da questa peste di errori che ammorba la Chiesa Cattolica, infestandola di falsa bontà, irenismo INDIFFERRENTISTA filocv2 che alimenta e favorisce l'eresia e la corruzione dottrinale e morale: venga il REgno di Cristo, preceduto dal Trionfo del Cuore Immacolato di Maria: soprattutto livera la Chiesa dalla menzogna del falso ecumenismo, favorito dal concilio:la Chiesa ricordi che
    l'ecumenismo è il nemico dell'Immacolata :
       e l'Immacolata vincerà !
    (S. Massimililano Kolbe)

    RispondiElimina
  13. continuità del concilio30 settembre 2011 08:27

    <span>ben detto ! S. Michele, liberaci da coloro che credono in una falsa tradizione che inizia dal concilio, cancellando TUTTO IL MAGISTERO  di 19 secoli e mezzo, contraddicendolo in nome del dialogo e dell'adeguamento almondo moderno, e rinnegando i Santi e Martiri della Chiesa Trionfante con Maria SS.ma Regina degli Angeli e dei Santi !  
    Prega e combatti, S. Michele Capo delle schiere celesti, contro satana e i suoi servi che vogliono distruggere la Chiesa: preghiamo che la Chiesa ridiventi MILITANTE, contro la menzogna di satana, il peccato e L'ERESIA : MARIA SS.MA VITTORIOSA su tutte le eresie libera la Santa Chiesa dal modernismo che la sta distruggendo, dal CV2 in poi !  
    difendici, Madre Celeste SEDE DELLA SAPIENZA, da questa peste di errori che ammorba la Chiesa Cattolica, infestandola di falsa bontà, irenismo INDIFFERENTISTA filocv2 che alimenta e favorisce l'eresia e la corruzione dottrinale e morale: venga il REgno di Cristo, preceduto dal Trionfo del Cuore Immacolato di Maria: soprattutto libera la Chiesa dalla menzogna del falso ecumenismo, favorito dal concilio V2:la Chiesa ricordi che  
    l'ecumenismo è il nemico dell'Immacolata :  
       e l'Immacolata vincerà !  
    (S. Massimiliano Kolbe)</span>

    RispondiElimina
  14. Ogni anno lo ripeto: per me è un ONORE essere nato nel giorno dedicato a questo grande campione del Regno di Dio 😇
    NAT

    RispondiElimina
  15. Comunicato stampa vaticano di oggi 29 settembre 2018 : http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2018/09/29/0707/01504.html

    RispondiElimina
  16. Finché ci sarà il lumino rosso Cristo è lì

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.