martedì 27 febbraio 2018

Rosario per l'Italia nei giorni 2-3-4 marzo. Da diffondere!

Penitenza , digiuno e la recita del Santo Rosario: solo così l'Europa e l'Italia saranno salvate! (Cfr.MiL QUI
L'Associazione "Rosario per l'Italia" e altri gruppi cattolici hanno invitato a recitare il Santo Rosario, comunitariamente o individualmente, soprattutto nei giorni 2-3-4 marzo prossimi. 
I nostri gruppi liturgici "Summorum Pontificum" si possono organizzare: pubblicando questo post sulle pagine dei "social" o, tramite WhatsApp, condividendolo con gli amici e i conoscenti per essere tutti uniti nella preghiera alla nostra Mamma celeste! 
Questa è l'intenzione spirituale:
"Quarant’anni fa l’Italia, con la legge sull’aborto, accelerò drammaticamente una deriva che avrebbe portato la nostra Patria sempre più lontano dalla Legge che Dio Padre ha
amorevolmente stabilito per la vita terrena e la salvezza eterna degli uomini. 
Gli anni successivi hanno visto una progressiva discesa agli inferi del nostro Paese, fino ad arrivare all’attacco finale contro la famiglia, suo nucleo fondante. 
Su queste premesse è vano sperare in qualsiasi miglioramento, anche in campo economico e sociale, perché Cristo ci ha ammonito che “senza di Lui non possiamo fare nulla” (Gv 15, 5). 
Pertanto invitiamo i cattolici a dedicare una recita del Santo Rosario nei giorni venerdì 2 marzo sabato 3 marzo domenica 4 marzo e possibilmente perfezionarla con penitenze e digiuni: affinché la Beata Vergine Maria, nostra Madre e Regina, possa toccare i cuori e illuminare le menti degli italiani in modo che le elezioni del 4 marzo segnino una svolta verso un percorso virtuoso, che faccia rifiorire la nostra Patria nel solco dell’obbedienza alla Legge di Dio".( QUI

Maria Ausiliatrice dei Cristiani prega per noi !




Immagini: 
1- Camerino (Città Ducale) Basilica Cattedrale Santa Maria Annunziata "Madonna della Misericordia", scultura lignea sec.XV.

2 - Camerino (Città Ducale) Santuario di Santa Maria della Misericordia di Capolapiaggia "Madonna della Misericordia", scultura lignea sec.XV.

3 - Camerino (Città Ducale) Pinacoteca e Musei Civici in San Domenico:Girolamo di Giovanni "Madonna della Misericordia e i Santi Venanzio e Sebastiano" 1463, tempera su tavola, proveniente dalla chiesa di San Martino a Tedico (Fiastra).
AC

7 commenti:

  1. Mi scuso per la ripetizione, ma prima, quando ho postato il mio commento relativo al voto del 4 marzo, ancora non erano stati aperti i commenti su questo. per dare maggiore visibilità al promemoria per ben votare, quindi ripropongo qui il mio post. Grazie
    Vademecum per il voto di domenica prossima (da Chiesa e Pçostcocncilio) :
    Un famoso sacerdote, servita di Maria, strappò la corona del Rosario: per la Chiesa tutto ok.
    Salvini esibisce il Rosario: non va bene.
    Se avesse distribuito canne tra il pubblico: avrebbe dato meno fastidio.
    Una famosa abortista parla in una chiesa, e sugli altari si fanno comizi elettorali dei rossi: per la Chiesa tutto ok.
    Salvini giura sul Vangelo: non va bene.
    Avesse giurato sul Corano, o sul Buddha: tutti a dire bene Salvini, bravo Salvini, com'è illuminato Salvini.
    Il governo appoggiato dai vescovi approva il gender e le unioni civili: questo va bene.
    Salvini si è opposto. Ma Salvini, nella sua vita privata, è divorziato: e allora non va più bene.
    I rossi hanno approvato tutte le leggi possibili contro la vita e la famiglia, spesso facendosi coprire dai preti: e questo non è un uso improprio (forse sacrilego) del potere sacerdotale?
    Chiudo: è più urtante un politico che giura sul Vangelo, o una vignetta dissacratoria sul giornale dei vescovi?
    Vedremo se Salvini sarà uno spergiuro: intanto ci ha mostrato quale sia, secondo lui, la cosa più importante su cui giurare.
    p.s. utile vedere anche questo articolo:
    http://milano.repubblica.it/cronaca/2015/09/17/news/lecco_sindaco_leghista_acquista_di_tasca_sua_i_crocifissi_per_le_scuole_del_paese-123088119/



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo confratello in Cristo "Catholicus" condividendo anche le virgole del Suo pregevole scritto Le suggerisco di postarlo anche su altri siti: qui pensiamo in modo cattolico ma altrove avrebbero bisogno delle Sue ispirate parole. Ave Maria.

      Elimina
  2. Preghiamo ma soprattutto votiamo e facciamo votare forze politiche favorevoli alla vita e alla famiglia. Dio ci vede, Renzi no

    RispondiElimina
  3. Pienamente d'accordo con Catholicus

    RispondiElimina
  4. Votiamo per i valori e il Vangelo.....Il popolo della famiglia! Siamo di Dio noi!

    RispondiElimina
  5. Io sono stata invitata a votare da gruppi di preghiera appoggiati e sostenuti da preghiere e guide sacerdotali, per il POPOLO DELLE FAMIGLIE, di non temere la dispersione dei voti e di agire secondo coscienza, crediate alla divina provvidenza,il Signore provvederà. Nelle analisi di TUTTI I PARTITI, INDISCRIMINATAMENTE, tutti hanno nell'armadio scheletri di aborti, divorzi, agevolazione della teoria GENDER,corruzione, speculazione, evasioni e più ne abbia più ne metta.
    Non nego di avere timore per come andranno le cose ma questa volta voglio seguire un consiglio dettato dalla fede. Vi abbraccio

    RispondiElimina
  6. Io prego il Santo Rosario, vado a Messa e non bestemmio più. A volte fumo ancora qualche canna, consapevole che il Rosario sia molto meglio. Non ho votato ne Salvini, ne Berlusconi, ne la Meloni. Non ho votato ne PD, ne Renzi. Ho votato per il secondo partito che ha vinto che come la Lega è nato come movimento ed ho pregato parecchio che vincesse e continueró a farlo. Anch'io sono cristiano, cattolico e oltretutto italiano. Io vi rispetto...

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.