martedì 19 dicembre 2017

Pranzo in chiesa. A Sant'Agostino in Ferrara per la domenica Gaudete

Questa l'iniziativa:


Questa la chiesa: di S. Agostino in Ferrara, domenica 17 dic. 2017



Un gioioso ritrovo fuori ... 




E lo scempiaggine profana: un pranzo in chiesa!!!! 


No non sono terremotati nè senza tetto, nè alluvionati! Ma persone gaudenti che hanno forse preso troppo alla lettera l'esortazione Paolina di oggi: "gaudete". 


Potreste pensate che il parroco abbia avuto una cattiva idea ma che il povero Arcivescovo non sapesse nulla! 


Invece no! Eccolo qui a stringere mani compiaciuto dei partecipanti a questa dissacrazione! Vergogna! 


Non capiamo davvero la necessità di una iniziativa del genere. 
Un tempo aveva senso fare pranzi (riunioni, concilii) nelle chiese perché erano gli unici edifici ampi atti ad accogliere una gran quantità di gente. ora però ci sono saloni (parrocchiali) per pranzi e momenti di agape fraterna. 
Inoltre non sussisteva necessità alcuna, neppure calamita nè emergenza di salute pubblica che giustificassero.
Possiamo dire che sia stata uno sciagurato desiderio di emulare i cattivi esempi di Papa Francesco (tipo a Bologna). Vergogna!
L'arcivescovo sa bene le norme canoniche e le direttive e non avremo l'ardire di ricordargliele noi poveri laici.
L'avallo episcopale, gravissimo, fa seguito ad altre decisioni che, prese complessivamente, compravano un intento dell'ordinatio di de-negrizzazare la diocesi, tal volta con metodi anche "violenti". 
Roberto 

foto: prese da facebook, in cui sono pubbliche e liberamente accessibili.

12 commenti:

  1. E questa sarebbe una Chiesa ? Questa è una tipica sala ristorante anzi sembra la sala di un agriturismo, una cosa alla buona. Per forza che ci hanno fatto un pranzo della Comunità. Poi magari ci dicono anche Messa ma la sua vocazione funzionale è da sala per cerimonie.

    RispondiElimina
  2. Cosa vuoi commentare !?!

    Certi edifici sono più adatti alla tombolata comunitaria o al cineforum sulla "corazzata Potemkin" ed è veramente arduo chiamarli Chiesa.

    A parte questo ricordo ai chierici colpevoli di questo scempio quello che disse un neoeletto Pontefice redarguendo i fedeli che lo applaudivano al suo ingresso in chiesa:
    " Templum Dei Templum Dei! in chiesa non si applaude neanche il Papa!"

    Altri tempi, i tempi del tradizionalista Giovanni XXIII.

    RispondiElimina
  3. Unica, triste consolazione davanti a così sacrilega iniziativa: sembra dalle foto che il SS.mo Sacramento sia stato rimosso (e speriamo collocato dignitosamente altrove). Quando sacerdoti e vescovi ricorderanno la distinzione, anche solo etimologica, tra sacro e pro-fano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se Gesù Eucarestia è stato riposto altrove in modo dignitoso e la parrocchia non ha spazi più grandi, francamente non capisco i commenti negativi. Il vescovo di certo si fida di chi ha avuto l'iniziativa, in quando il rispetto del sacro di certo è stato salvato

      Elimina
    2. a parte i se, c'erano decine di altri modi per festeggiare da altre parti

      Elimina
  4. Non può non suscitare amara tristezza vedere vescovi ridotti ad affidare il loro dovere di evangelizzare, sempre più trascurato e fallito, ad allegri pranzetti e festicciole per di più con la profanazione di luoghi consacrati a Dio, davanti al Cristo Crocifisso che il mitrato dovrebbe prima di ogni altra cosa proclamare.

    RispondiElimina
  5. Un cattolico che denigra così apertamente e pubblicamente un Arcivescovo e addirittura un Papa dovrebbe farsi più di una domanda sulla sua fedeltà alla Chiesa, e quindi allo Spirito che la guida.
    Prego per la conversione delle vostre anime.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dipende dallo Spirito che oggi "la guida" caro Dario. Che sia quello Santo ne dubito. Infatti quello Santo non viene mai citato; neanche lei ha osato. Magari un po' di fifa vi è rimasta. Chi "la guida" oggi deve essere uno spiritello dispettosetto. Quello Vero non fa sorprese, quello vostro sì. Lo ha detto pure papa Francesco.

      Elimina
    2. "Allo Spirito che la guida", appunto: quale spirito la guida?

      Elimina
    3. Io mi domando chi fa certi commenti perchè viene su sto blog e soprattutto il gusto di mettere i "non mi piace" a chi lotta per la Tradizione e condanna gli errori modernisti (Fsspx).

      Elimina
    4. Il fatto è che a questi rompiscatole gli rode il fegato di brutto.

      Elimina
  6. Suvvia, Dario, mi meraviglio che lei consideri Vescovi e Papi questa gente qua : sono solo usurpatori, indegni dell'abito che portano, da cacciare come fece Gesù con i mercanti nel Tempio; se non lo faranno gli uomini, lo farà sicuramente NSGC, e tra non molto, vedrà. Intanto le auguro Buon Natale

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.