mercoledì 7 giugno 2017

Piano vaticano nelle Conferenze Episcopali e nelle Diocesi per bandire i conservatori e i tradizionalisti?

Due giorni fa Marco Tosatti su Stilum Curiae (VEDI QUI) ha postato un singolare post dove si parla di riservate liste di proscrizione per conservatori e tradizionalisti e per chiunque non si pieghi alla new wave ecclesiale: 
"Altre informazioni ottenute sono riservate, ma mi sento di riportarle. Come il suggerimento a livello mondiale di evitare di inserire nelle terne delle candidature vescovili sacerdoti provenienti da alcune realtà ecclesiali, giudicate conservatrici. O addirittura nel caso di alcune grandi conferenze episcopali la creazione di una specie di lista di proscrizione, ovviamente da non pubblicizzare, per escludere da consultazioni, riunioni e così via una serie di cardinali e vescovi; e cassare rigorosamente gli eventuali candidati all’episcopato da loro proposti."
Le fonti di MIL  riferiscono di cose molto peggiori:  
ci parlano addirittura di una specie di rete organizzativa che si sta sviluppando in ogni Diocesi per "catalogare" buoni (modernisti...) e cattivi (ortodossi...), sia per le nomine episcopali sia per le nomine della curia diocesana che per quelle parrocchiali. 
Inoltre in questo modo si controllerebbero Ordini e Gruppi religiosi (sulle ultime cattive notizie di oggi VEDI QUI)
Una specie di ufficioso Sodalitium Pianum (VEDI QUI) di segno  contrario. 
L'organizzazione però fondata da mons. Umberto Benigni nel 1907 regnante S. Pio X era - soprattutto all'inizio - al servizio della verità e dell'ortodossia; questa nuova rete  sarebbe un'imitazione modernista della prima (il Diavolo è la scimmia di Dio) per colpire chi  non è d'accordo con il nuovo corso in materia liturgica, dottrinale, pastorale e\o disciplinare.

Sembra infine che questa organizzazione totalmente ufficiosa porti le sue proposte e denunce segrete  all'inner circle di S. Marta e dintorni.

Avremmo piacere veramente essere smentiti.

Mala tempora currunt.
L

22 commenti:

  1. Non c'è bisogno di particolari indagini, più o meno riservate, per constatare la politica di Bergoglio, sostenuta da quelli che lui chiama con disprezzo,' leccacalzini' alla Galantino, dei quali però si serve, consistente nella eliminazione fisica di tutti quelli che non agiscono come lui da guerrigliero sudamericano travestito da cattolico.

    RispondiElimina
  2. Come Conservatori e Tradizionalisti?
    Si dice Cattolici!
    La Chiesa oggi si divide in Cattolici ed Eretici...

    RispondiElimina
  3. Siamo alla mercé della Gestapo

    RispondiElimina
  4. La persecuzione è vicina. Si comincia dal clero più scomodo, poi si passa ai laici.
    TEOFILATTO.

    RispondiElimina
  5. Concordo con quel che ha scritto l'Anonimo delle 20:40 di ieri: La Chiesa oggi si divide in Cattolici ed Eretici...
    Per quanto riguarda le sacre bufalate, tutte prodotte da menti progressiste per avvilire i tradizionalisti, vorrei ricordare che dall'elezione di papa Francesco ne abbiamo sentite di incredibili:
    - la bufala dell'abolizione del sacro collegio cardinalizio
    - la bufala della spoliazione , in occasione della visita ad Assisi, dell'abito papale
    - la bufala della soppressione dei francescani dell'Immacolata
    - la bufala dell'abolizione del motu proprio
    - la bufala dell'introduzione di una nuova messa catto-protestante
    - la bufala di nomine varie ( le più strampalate ) ai dicasteri vaticani
    - la bufala della nomina di Mons.Piero Marini come prefetto dlla CdCD
    - la bufala del papa che critica il suo predecessore (vivente)
    Insomma : chi più ne ha più ne metta.
    E noi ogni volta ci caschiamo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vuole sono bufale sul piano formale ma sono evidentissime realtà sul piano pratico ed operativo: il collegio cardinalizio ridotto ai sostenitori o adeguati di Bergoglio,i FI ingiustamente accusati, emarginati e commissariati, il SP sotterraneamente ostacolato così come i suoi sostenitori, la Messa catto-protestante, già in funzione, si accentuerà da se dato il pappa e ciccia con i seguaci di Lutero e Calvino alla Kasper che imperversa, P. Marini riesumato avrà modo di condurre la sua faziosa guerra contro la tradizione liturgica, Il pontificato di Benedetto XVI, sempre più sotterrato sia nella dottrina che nella morale etc. etc. Ma no basta ?!?.

      Elimina
  6. Nel momento in cui scrivo i "mi piace" ammontano a dodici. Si tratta di dodici eretici che vedono molto di buon occhio il piano di epurazione nei confronti dei cattolici. Dodici ispirati dal tizio che puzza di zolfo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso si riferisca all'articolo di MiL di denuncia sui "mi piace", non al fatto delle epurazioni....

      Elimina
  7. Mala tempora currunt sed peiora parantur!

    RispondiElimina
  8. Ma con quale prove? Tutte illazioni, così ci si atteggia a martiri.

    RispondiElimina
  9. Aaaaaahhhhhaaaahhhh i tradizionalisti han scoperto che la terra è ferna e il sole gira intorno ad essa. Aaaaaahhhhhaaaahhhh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non capisco il suo sarcasmo. Vuol spiegarsi meglio?

      Elimina
    2. "...ferna...".

      Non sei tranquillo e ti tremano le mani. Rilassati.

      Elimina
  10. I tradizionalisti sono paurosi i preti poi sono de cagasotto. Le liste di proscrizione si evitano vivendo senza menzongna e dichiarando apertamente sono e e voglio morire da cristiano (oro bisogna specificare cattolico romano). Abbandonate le parrocchie e proclamate la verità. Fatevi riconoscere e non abbiate paura. I modernisti a suo tempo volevano occupare la chiesa dall'interno simulando. Ma loro vivono di menzogna. I cristiani vivono di Verità. Sia lodato Gesù Cristo. Silvio.

    RispondiElimina
  11. Mi sembra che in tutte le diocesi, o in quasi tutte le diocesi tutto ciò sia già 'felicemente' operante da alcuni anni se non decenni. e i risultati si vedono: chiese regolarmente chiuse, celebrazioni disertate, edifici sacri desacralizzati, se non profanati, da esibizioni d'ogni genere... preti irresponsabilmente mimetizzati, buoni sacerdoti regolarmente spaventati e disprezzati (altro che inseriti in 'terne' d'ogni genere)... Insomma la Chiesa mondana che tanto piace al sommo pontefice 'felicemente regnante'! e forse non soltanto a lui ma all'Ade intero!
    un sacerdote che silenziosamente va avanti come la coscienza vera e rettamente informata gli insegna... e non l'ondata di moda.

    RispondiElimina
  12. La terra non è ferma, gira su se stessa e intorno al sole, studia di più, somaro, capra, direbbe Vittorione Sgarbi.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie carissimo

      Elimina
    2. carissimo, è un onore sentirsi dare dell'ignorante. Qualcuno ha detto e dice: "Ti benedico, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai tenuto nascoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così è piaciuto a Te."

      Elimina
  13. IL fascismo trovò nella Chiesa una potente alleata, non avendo trovato sponda nella massoneria. Oggi quello che succede : liste di proscrizione, divisioni tra modernisti BUONI per eccellenza e Conservatori CATTIVI per natura è la nuova Forma di Fascismo che a livello mondiale si chiama globalizzazione: La Chiesa composta da uomini , omonuncoli, ominicchioli segue le mode. La Grande Confusione , la falsa ipocrisia, il non voler il mormorio ma alimentarlo con decisioni ove la finalità non è il riportare il gregge all'ovile ma disperderlo, creano smarrimento, incertezze, malanimo, diffidenze il contrario di quello che Nostro Signore vuole. Ad ognuno le Sue responsabilità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Globalizzazione = Fascismo? Certo che ce ne vuole di fantasia!!!

      Elimina
  14. Siamo nelle mani di Dio.

    Dio vede e provvede.
    A chi ha colpa Dio gliene renderà merito.
    Luoghi comuni, ma splendite realta'.

    RispondiElimina
  15. Stiamoci attenti: come colombe e serpenti..

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.