lunedì 6 marzo 2017

Dimissioni di Mons. Paglia: anche MiL le chiede a gran voce.

 Dopo le increbili e blasfeme affermazioni di Mons. Paglia, che in un vaniloquio ha avuto l'ardire di paragonare lo "spirito" di Pannella niente meno che... allo Spirito Santo, anche MiL si sente in dovere di aderire all'iniziativa di Reti Unificate e di associarsi nel chiedere con forza le dimissioni di Mons. Paglia

Il "prelato" pure a capo della Pontificia Accademia per la Vita e membro dell'Istituto per la famiglia, ha "canonizzato" il noto radicale, che - impenitente - si distinse in vita per la difesa del "diritto di aborto", per il sostegno alle leggi sulle coppie di fatto (anche omosessuali) e per la diffusione di una "sessualità" ambigua o ostentata (si ricordi al sostegno all'elezione di Ilona Staller (in "arte" Cicciolina) alla Camera dei Deputati nel partito Radicale di Marco Pannella.
Con che coraggio un Vescovo della Chiesa Cattolica, per di più nella sua posizione di vertice di due istituti come quello per la vita e per la famiglia, ha potuto arrivare a tanto!!??

Mons. Paglia, si dimetta!

la Redazione di MiL 

 

 Chiediamo le dimissioni di Mons. Vincenzo Paglia


"Chiediamo le dimissioni di Mons. Vincenzo Paglia dal suo ruolo di Presidente della Pontificia Accademia per la Vita e di Cancelliere dell'Istituto Giovanni Paolo II per la famiglia.


Abbiamo assistito con sgomento alle dichiarazioni rese da Mons. Vincenzo Paglia sulla figura di Marco Pannella (vedi video qui).
Affermare di ‘Marco’ che "ha speso la sua vita in particolare per gli ultimi", che ha lottato "per la difesa della dignità di tutti" è semplicemente falso. Auspicare lo spirito di “Marco ancora vivo e ispiratore di una vita più bella non solo per l’Italia, (ma) per questo nostro mondo” ci preoccupa profondamente.
Le battaglie di Pannella e dei radicali sono state nel segno della cultura della morte:


  • Contro la famiglia e il matrimonio indissolubile
  • Contro la vita nascente con l'aborto in tutte le sue forme
  • Contro la dignità del procreare, appoggiando la produzione dell'uomo con le tecniche di fecondazione extracorporea
  • Contro la dignità dell'uomo promuovendo varie forme di consumo di droga e liberalizzazione della stessa
  • Contro la dignità della sessualità matrimoniale promuovendo la contraccezione e le ideologie gay
  • Contro la vita nelle battaglie per l'eutanasia e il suicidio assistito.


Quanto affermato pubblicamente da mons. Paglia dimostra la sua palese indegnità a presiedere la Pontificia Accademia per la Vita e di fungere da cancelliere dell'Istituto Giovanni Paolo II per la famiglia.
Invitiamo Mons. Paglia a rassegnare le dimissioni o, in caso di rifiuto, chiediamo pubblicamente che venga rimosso da questi incarichi".
Aderiscono:

Per adesioni di enti/siti/associazioni inviare email a info@retiunificate.it

21 commenti:

  1. Vatican archbishop featured in homoerotic painting he commissioned

    https://www.lifesitenews.com/news/leading-vatican-archbishop-featured-in-homoerotic-painting-he-commissioned

    RispondiElimina
  2. Ho già firmato anch'io la petizione. Che un alto Prelato cattolico con la posizione che ricopre dichiari certe abominevoli falsità è contrario al buon senso comune prima ancora che alla Dottrina ed alla Morale cattolica. E' necessario che si dimetta o, se non lo fa, che venga rimosso.

    RispondiElimina
  3. Forse non ve ne siete accorti, ma la Diocesi di Milano ha già organizzato la benedizione pubblica del suicidio del DJ Fabo.

    Che fate adesso, chiedete le dimissioni di Scola, o di Bergoglio?

    O magari è ora di capire che questa falsa chiesa non è più cattolica?

    Questi hanno rinnegato Cristo e lo hanno sostituito con Satana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temo anch'io che sia proprio così, è quasi impossibile trovare delle giustificazioni per i loro abomini, forse ci riusciranno persone della levatura intellettuale di Andrea Tornielli, io non ci riesco propio, nonostante tutti i miei sforzi per convincermi che quello che sto vedendo, udendo, leggendo è ancora, non dico cattolico, ma semplicemente cristiano. Ai posteri l'ardua sentenza, quindi; nel frattempo io mi tengo ben lontano da loro, da questo papa, da questi cardinali, da questi alti prelati così loquaci, mi ritiro idealamnete in uno sperduto eremo sui monti e lì prego in silenzio il mio Dio. Pace e bene a tutti !

      Elimina
    2. Il problema è che il rinnegamento non è ancora del tutto esplicito, se lo fosse ci sarebbe almeno chiarezza, comunque con Bergoglio ci stiamo avvicinando a questa esplicitazione di non-cattolicità. Intanto "godiamoci" questa ex chiesa divenuta una onlus moralista che specula sulle invasioni di massa di stranieri e che beatifica personaggi come Pannella. Sostituzione etnica e degrado della singola persona: a questo porta la chiesa di Roma attuale, di questo la chiesa di Roma è concausa principale, forse anche peggio di Pannella che almeno non ha mai cambiato idee.

      Elimina
    3. Il problema vero è la chiarezza. Che esista il demonio é noto. Conoscerlo e farvi fronte, con l'aiuto di Dio, é possibile. Ma fronteggiare un lupo vestito da agnello è molto più difficile, per il semplice fatto che non lo si riconosce come lupo.

      Elimina
  4. Domanda semplice a Mons.Paglia : " La sua mamma , le sue nonne , le mamme e le nonne di Boville Ernica , si inginocchierebbero per pregare davanti a questo murale politico ?"
    Preghiamo per questo figlio redento da Dio .
    Ave, Maria, grátia plena,
    Dóminus tecum.
    Benedícta tu in muliéribus,
    et benedíctus fructus ventris tui, Iesus.
    Sancta María, Mater Dei,
    ora pro nobis peccatóribus,
    nunc et in hora mortis nostrae.
    Amen.

    RispondiElimina
  5. è una buona iniziativa. Spero che molti aderiscano, perché a tutto c'è un limite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo siamo rimasti in pochi a credere nel Vangelo e nella Sacra Scrittura...
      Ma che importa, Dio guarda nei cuori.
      Dobbiamo piacere a Dio,questo SOLO conta.

      Elimina
  6. Ridicola iniziativa, tra un paio di giorni sarà solo un ricordo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti.....Bergoglio non risponde ai Dubia figuriamoci a quattro "sgranarosari con i visi inespressivi.! (cit.)

      Elimina
    2. Antonello vede giusto. Che fine hanno fatto i Dubia? Digeriti dal grande stomaco bergogliano misericordioso.

      Elimina
    3. Di ridicolo, semmai, c'è solo l'enorme incoerenza che viene denunciata

      Elimina
  7. Mons.Paglia( si ricordi la Comunità dalla quale viene),come Scola e lo stuolo di rinnegati, si adegua squallidamente all'apostasia bergogliana, apertamente liberal-massonico-marksista e quindi nemica da sempre della Chiesa. L'elezione di Bergoglio ha portato alla luce la congiura modernista infiltratasi nella Chiesa che ha aggredito papa Benedetto, antimodernista, anti relativista e difensore della dottrina costringendolo alle dimissioni.

    RispondiElimina
  8. Paglia, il quale, come la sua Comunità, lecca per farsi nominare cardinale, non darà certo le dimissioni nè sarà rimosso poichè fa parte, come Scola e altri, ad un gruppo di rinnegati che trova protezione in Bergoglio il quale professa l'ideologia di Martini ( viva la faccia della sincerità!)che la Chiesa è rimasta indietro di 2 secoli cioé ha la colpa di non essersi ancora adeguata al pensiero illuminista-massonico che genererà il marksismo e il modernismo,tutte correnti fortemente anticattoliche e atee.

    RispondiElimina
  9. Paglia non darà le dimissioni né sarà censurato poiché professa l'ideologia bergogliana che fa eco a quella di Martini, e altri saliti al potere contro papa Benedetto, il quale rimproverava alla Chiesa di essere rimasta indietro di 2 secoli cioè di non essersi adeguata alle pressioni massonico-marksiste e moderniste nemiche acerrime della dottrina e morale cattolica.

    RispondiElimina
  10. Paglia, messo di proposito all'Istituto per la famiglia, non si dimetterà e non sarà censurato, anzi sarà promosso, poiché appartiene al movimento sovversivo bergogliano, arrivato al potere, che fa eco a Martini il quale affermava che la Chiesa era colpevole di essere rimasta indietro di 2 secoli, cioé non adeguatasi all'ideologia liberal-massonica e poi marksista e modernista contro la dottrina e la morale cattolica. ( E.F.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli scandali devono succedere, lo dice NSGC, ma guai a coloro che li provocano, aggiunge il Signore. E' quasi un bene che questa gebne rimanga al suo posto e faccia "outing" di apostasia, di sequela di Lucifero, di propria dannazione eterna, forse servirà a far aprire gli occhi alla massa amorfa di ipnotizzati che compongono la quasi totalità dei fedeli, oggigiorno. quanto a coloro che gli occhi li hanno già aperti, spostando lo aguardo da questa meschiana commedia di falsa religiosità, bè, consiglio di stare alla larga da questa generazione perversa di consacrati (di qualsiasi grado), ormai specchio dell'inferno in terra.

      Elimina
  11. Per chi ha la memoria corta, c'è anche il bell'elogio funebre fatto fa padre Lombardi che, fino a prova contraria, parla a nome della Santa Sede...prima di mons. Paglia qualcun'altro dovrebbe dimettersi.

    RispondiElimina
  12. Anche se non si otterrà nulla è giusto che sappiano che siamo indignati. Più siamo e meglio è.

    RispondiElimina
  13. Temo che non si capisce un altra realtà, molto più tremenda: questo modo di ribellarsi alla Dottrina, alla Bibbia, al buon senso, al Sacro è un modo del tutto cattolico e latino, estraneo ad altri riti ed altre chiese, come quelle orientali, pur piene di difetti, ma i cui popoli conservano un senso di pudore che gli italiani, francesi, tedeschi inglesi non hanno maaaai avuto. Questo è l'andazzo della Chiesa di Roma e lo dice un cattolico, non uno di fuori...Dunque, la debolezza di fondo dell'Istituzione cattolica romana è quella di non essere capace di tenere a bada ed il freno ai suoi popoli. è inutile che vi lamentate, sfacciati come Paglia non sono di oggi, ne fanno parte del sistema domani avremo di peggio....La gente seria finisce per essere eliminata.Anche il fatto di commentare da anonimi è tipico di queste parti. ss.Don Linus Dr. Poppian

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.