giovedì 3 marzo 2016

"Celebrare ad Deum è una modalità prevista, per essere rivolti all'unico punto che conta: il Crocefisso"


25 commenti:

  1. Papa Benedetto XVI ha posto la prima pietra per il rinnovamento luturgico della Chiesa. Di forma analoga a come lo ha fatto San Pio X con il Motu proprio Tra le solicitudine un secolo fa oggi abbiamo il Motu Proprio Summorum Pontificum che non solo liberalizza il Messale antico ma arrichisce il Nuovo. Celebrare con il Nuovo Messale avendo davanti agli ochi le venerande Rubriche di sempre come si e' fatto per il Nuovo Cerimoniale Episcoporum, rimandando in Note al margine, al Ritus servandus in celebratione Missae.

    RispondiElimina
  2. C'ra bisogno di scomodare il 2008!? Anche il vescovo di Roma Francesco più d'una volta ha celebrato coram Domino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quoto in pieno

      Elimina
    2. Quoto al 100/100 : anche se non canta il Papa ha seguito in tutto lo stile liturgico del suo predecessore è anche assai assorto quando celebra.

      Elimina
    3. Il Papa ha il dovere di conoscere il canto liturgico e cantarlo. Sa lei che in Terra Santa non vogliono frate che non sapia cantare gregoriano ? Assorto quando celebra ? In tutto lo stile liturgico di Papa Benedetto XVI ? E' perche non s'inginochia davanti al Santissimo Sacramento ? E' perche non porta l' abito corale: rochetto, mozzeta ed stola ?

      Elimina
    4. Un serio problema ortopedico gli impedisce di genuflettere ma solo di inginocchiarsi.

      Elimina
    5. Lo dica padre Lombardi nella Sala Stampa. Si evita lo scandalo e tutti contenti.

      Elimina
    6. Lo scandalo è la cecità di qualcuno (tanti)! E' necessario che P.Lombardi confermi qualcosa che si può vedere chiaramente? C'è bisogno del ciuccio?

      Elimina
    7. Al di la' del problema ortopedico -caso minore- c'e il problema dogmatico. E' non dico piu' perche voglio restare in pace. Un giorno tutto si svegliara'. Adesso Oratio, Paenitentia, Elemosyna. Siamo vicini alla Domenica "Laetare" e ai Maxima nostrae Redemptionis Mysteria .

      Elimina
  3. Si, bisognava ricordare il Papa che la Provvidenza ci ha datto. Perche a Lui va il merito dell rinovamento liturgico. Dignum et iustum est !

    RispondiElimina
  4. De Benedicto et numquam satis...

    RispondiElimina
  5. Purtroppo nella realta' non e' cosi'!!! Nella nostra chiesa c'e' un bellissimo Altare Maggiore, al centro il crocifisso...con tanto di poltrone per il nostro sacerdote che gira le spalle al Santissimo!!! Poi c'e' la mensa...con un altro crocifisso ai lati! Ditemi voi se tutto questo e' normale? Intanto si continua parlare..e' una modalita' prevista...ma nessuno fa niente per fare un po' di ordune!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate..intendevo dire..ordine!

      Elimina
    2. Concordo pienamente. Nelle parrocchie si va avanti come se niente fosse, esattamente come descritto da istriano nel suo commento. Nei tempi forti poi, quaresima e avvento, riempiono il presbiterio di tazebao, cartelloni e striscioni con frasi e foto, quasi che la liturgia mancasse di qualcosa, con l'effetto estetico che vi lascio immaginare. Uno perde la voglia di andare in chiesa proprio quando ci dovrebbe andare di più.. Questo fa capire come l'insegnamento di Benedetto XVI sia stato volutamente ignorato e non credo che ci siano possibilità perchè le cose cambino adesso, visto chi c'è al posto di Benedetto XVI..

      Elimina
  6. E dai con il ritornello delle "spalle rivolte al popolo". Ma chi va alla Messa va per Cristo o per il sacerdote?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me..personalmente..da' tanto fastidio il sacerdote rivolto verso il popolo!

      Elimina
  7. Verissimo. Il sacerdote rivolto al popolo è brutto, confuso e fastidioso! Una volta proposi al mio parroco, almeno per le solennità, di porre una croce d'altare ... Apriti cielo! Come se avessi chiesto di celebrare messa in giacca e cravatta.
    Purtroppo la messa novus ordo ad deum non la celebra nessuno, eccetto il Papa una volta l'anno.

    RispondiElimina
  8. E si volta le spalle al Santissimo e non ci si mette più l'amitto e poi ci si lamenta che lo dimonio se li è presi quasi tutti nella sodomia.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non preoccuparti, i sodomiti ci sono sempre stati prima e dopo il Concilio

      Elimina
    2. Eh lo so erano quelli che imposero il novus ordo poichè ,incredibilmente,piacque loro la sodomia.
      Contenti loro........

      Elimina
    3. "imposero il novus ordo poichè ,incredibilmente,piacque loro la sodomia." ???
      Boh ! C'è qualcosa che non torna ...

      Elimina
  9. No.
    Mai come adesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai come adesso ? Solo perchè prima non c'era internet e tutto veniva messo a tacere grazie anche alle complicità con i poteri che poi, per sdebitarsi, chiedevano favori su favori...

      Elimina
    2. Eh dai che non è mai stato proprio così.
      Ci sono state buone generazioni di santi sacerdoti e non come lo schifio di adesso.
      Devi essere ancora giovane(beato te)perchè Aldo Moro lo hanno comodamente crivellato di colpi con buona pace dei favori che tu favoleggi.

      Elimina

  10. SSPX ask the Vatican to apologise for the excommunication of Abp.Lefebvre and for interpreting Vatican Council II with Cushingism instead of Feeneyism
    http://eucharistandmission.blogspot.it/2016/03/sspx-ask-vatican-to-apologise-for.html

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.