sabato 6 febbraio 2016

Miracolo! A Roma sono ritornati i pellegrini!

Arrivano San Pio da Pietrelcina e San Leopoldo Mandic e la Cattolicità si smuove : bisogna far vedere che i cattolici non hanno paura e che i fedeli accorrono per venerare i due santi che, occorre ricordarlo agli smemorati, sono l’opposto del nuovo “stile ecclesiale” che i media compattamente pretendono di imporre agli sprovveduti.
Ma i nemici di Cristo e della Sua Chiesa ogni qual volta vedono folle oceaniche muoversi per un evento religioso-cattolico... tremano!
Tant'è che è stato prontamente sfornato un articolo  giornalistico schifosamente razzista e discriminatorio nei confronti dei fedeli sul quale anche noi preferiamo mantenere un dignitoso riserbo ( leggere QUI la squallida vicenda).
La cronaca di questi radiosi giorni di preghiera romana dice che nella sola mattina del 5 febbraio oltre 5mila i fedeli si sono messi in fila molte ore prima per poter pregare devotamente davanti le Reliquie di San Pio da Pietrelcina,l'umile frate stigmatizzato e del suo confratello cappuccino san Leopoldo da Castelnuovo esposte nella Basilica di San Salvatore in Lauro.
L'ANSA ha riferito che nel pomeriggio di venerdì 5 febbraio "Ventimila persone al corteo dalla chiesa di San Salvatore in Lauro alla basilica di San Pietro, in Vaticano".
Secondo Repubblica  i fedeli in processione erano 25mila.
Gli esperti affermano pure che altri 70mila fedeli sono attesi nell’Urbe per venerare i due Santi i cui corpi sono esposti all’interno della Papale Basilica di San Pietro in Vaticano fino all’11 febbraio prossimo.
Un sospiro di sollievo per i romani perchè in
questo Anno Santo straordinario  “Bastava il colpo d'occhio per capire che l'ondata di piena dei fedeli non c'era stata. I dati ufficiali forniti dal Vaticano certificano, però, che l'avvio del Giubileo ha portato addirittura un reflusso”  (Repubblica)
Finalmente anche gli organi di stampa più allergici verso i fenomeni devozionali – che ricordano la vera finalità escatologica della Chiesa il cui sguardo deve essere sempre proteso “ad coelestia desideria”- hanno dovuto ammettere che la presenza a Roma dei corpi dei due Santi cappuccini è  “…un vero e proprio miracolo anche per i tanti ristoratori, albergatori e commerciati delle zone attorno al Vaticano che in questi primi due mesi dell’Anno Santo hanno sofferto non poco per la bassissima affluenza di pellegrini” (Il fatto quotidiano).
Sabato scorso 30 gennaio le strade dell'Urbe sono state percorse dai cattolici italiani  che hanno partecipato a proprie spese  all’entusiasmante autoconvocazione del Family day al Circo Massimo.
Le notizie si associano idealmente alla cosiddetta “conquista” dell’Auditel da parte del “ rosario mandato in diretta da Lourdes. ... È in quel momento che lo share della rete fa clamorosi passi in avanti… senza particolari sforzi di regia — inquadrano la famosa grotta per mezz’ora, durante il Rosario, appunto. 
Un altro segno che — sarà per l’argomento, sarà per il pubblico — la religione in tv funziona. Non solo su Tv2000” ( Corriere della Sera).
Per non parlare della straordinaria e pure inaspettata affluenza dei fedeli per l’apertura delle Porte Sante nelle varie diocesi italiane di cui ci siamo pure abbondantemente soffermati ( QUI ).
Realtà che fanno legittimamente pensare all'auto-riaffermazione del DNA cattolico dimostrando in modo incontrovertibile che i fedeli sono assetati ed affamati del sacrum: una Chiesa veramente povera , semplice e ricca di spiritualità come fu la vita dei due Santi Cappuccini che in questi giorni stanno attirando miracolosamente a Roma migliaia di pellegrini.
A.C.





Foto: Repubblica ( 1-2)
Agensir.it ( 3-4-5)