sabato 27 dicembre 2014

Grazie a coloro che lavorano incessantemente “in tempore Natalis Domini” a gloria di Dio

Dalla Sicilia al Piemonte. 
Dalla Puglia al Veneto passando ovviamente per il Centro.
Nei piccoli paesi come nelle città mentre si è soliti trascorrere in famiglia l’agognata, serena pausa natalizia , da Sud a Nord ci sono tanti ragazzi che  non conoscono  il riposo  perché sono impegnati nella preparazione di tutto quanto occorre alla celebrazione della Santa Messa nelle Chiese dove viene seguito ed onorato il Motu Proprio “Summorum Pontificum”  giustamente definito,  il tempo ne darà ragione, "tesoro prezioso di tutta la Chiesa".


Abbiamo preso tre foto che ci raccontano come è stata degnamente preparata la Solennità del Santo Natale in due Comunità . 
A Savona nell’ Oratorio S.S. Pietro e Caterina i giovani del locale “gruppo stabile” per completare l’apoteosi delle luci che fanno da degna corona al Divino Bambino esposto in un tronetto dorato del sec.XVII ( Foto 1 ) hanno ultimato due splendide lumiere dal gusto barocco e sono state realizzate le paraste delle colonne in damasco rosso. 
( Foto 2 una delle due lumiere in fase di completamento )











A Catania nella Chiesa di San Giuseppe al Transito è stato allestito un bellissimo Presepe che rende onore alla grande ed immutata spiritualità (ed al buon gusto artistico ) dell’ospitale Popolo Siciliano. ( Foto 3)
C’è poi il piccolo “esercito” dei Cantori, degli Organisti, dei Musicisti e soprattutto dei Ministranti :  un gioiello del rinato movimento liturgico tradizionale italiano impreziosito dal comune "volontariato liturgico" che in tempo di forzato revival sessantottino ( indietro tutta ... ) non viene considerato ne' apprezzato.
La Liturgia contemplando la sublime Bellezza  di Dio, senza badare in alcun modo alle mode del tempo, riesce a condurre indenne  ai "quieti pascoli nel cielo il popolo che crede nel Tuo amore"  .

Desiderando infine ringraziare anche tutti coloro che costituiscono la spina dorsale dell’informazione tradizionale segnaliamo, uno per tutti, il blog Scuola Ecclesia Mater ( Sante Messe in rito antico in Puglia) che dona ai Lettori delle rare perle di cultura ecclesiale in una "galleria" di foto artistiche ( tanto da suggerire qualcuno di passare alle stampe quelle pagine onde ricavarne una prestigiosa pubblicazione ). 

Un Sacerdote, stupito da tanto zelo dei ragazzi del gruppo, si è domandato a voce alta : “ Ma quei ragazzi non hanno una famiglia ? Come fanno a percorrere tanti chilometri anche a Natale  rischiando di interrompere il pranzo natalizio?” 
Si ! 
L’amore e la dedizione per la Liturgia dei nostri padri non è una “moda” ma un modo di vivere intensamente la Fede nella fruttuosa devozione che fu dei nostri Padri e mediante la quale essi edificarono la "Civiltà Cristiana" .
Nella Chiesa ci sono sempre più Fedeli e Consacrati che si sorprendono di fronte a questa nuova realtà “ chiaramente che anche giovani persone scoprono questa forma liturgica, si sentono attirate da essa e vi trovano una forma, particolarmente appropriata per loro, di incontro con il Mistero della Santissima Eucaristia”. 
Grazie dunque a tutti coloro, giovani e meno giovani che in questo difficile tempo di sofferenza e di gloria  elevano all' "Altissimu, onnipotente, bon Signore" l' edificante , pura testimonianza di  fede accompagnata da una ammirevole e grande abnegazione personale  nel volontariato liturgico,  poichè "tue so’ le laude, la gloria e l’honore et onne benedictione".
Grazie ! 

Επίσης, σε μας τους αμαρτωλούς ( A.C.)

5 commenti:

  1. Mi associo anche a nome dei miei familiari ai doverosi ringraziamenti indirizzati agli organizzatori delle SS Messe Tridentine a cui abbiamo la grazia di prendere parte : bellissime e toccanti liturgie.
    Siamo stati ricompensati dei tanti chilometri percorsi
    Auguri ed avanti così!

    RispondiElimina
  2. Da Savonese, ringrazio i giovani membri dell'Associazione "Beato Ottaviano Vescovo" per la cura profusa, da più di 5 anni, nella Messa domenicale e festiva in Forma Extra-Ordinaria del Rito Romano e per il coro che anima la liturgia con i canti in gregoriano.

    RispondiElimina
  3. Mi auguro che le lumiere non siano due pezzi antichi.. perchè se sono tali, si tratta di un restauro di PESSIMO gusto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono due lumiere fatte ex novo dal sottoscritto. ..nulla di antico e nulla di deturpato da restauri raffazzonati. Il fatto che sembrino antiche mi da soddisfazione. ...quanto al tono del post tralascio

      Elimina
    2. Ho il piacere di ammirare, per ora solo via internet, i meravigliosi lavori che i ragazzi dell'Associazione "Beato Ottaviano Vescovo" di Savona fanno per la sola gloria di Dio ! Dovremmo ripetere, mo' di giagulatoria : GRAZIE, BRAVI. BRAVI GRAZIE ! Ce ne fossero in ogni Città dei ragazzi così !

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.