domenica 16 febbraio 2014

I Vescovi cechi al Papa : “ Sempre più giovani si avvicinano all’antica liturgia". Qual è la ragione ?

Da Rorate coeli leggiamo quanto è stato riportato da mons. Graubner  alla Radio Vaticana ( sezione Ceca ) a proposito  della visita " ad limina " dei Vescovi della Repubblica Ceca. 
Stando al  racconto del Presule il Papa, avendo ascoltato dai Vescovi che i giovani si avvicinano sempre più spontaneamente alla  Liturgia antica,  avrebbe affermato  che il fenomeno sarebbe comprensibile se a tali riti vi aderissero le vecchie generazioni mentre non e' comprensibile perchè sono graditi dalle nuove progenie.
Qual'e' allora la ragione? 
Secondo il Papa dunque frequentare la Messa in latino sarebbe una moda  chic  ( sic !) che, come tutte le mode, finira'?
Ora, sperando sempre che il Papa non abbia dato una risposta del genere,   auspichiamo fortemente che gli  ecclesiastici, soprattutto quelli che hanno responsabilità di governo nella Chiesa, incominciassero a riflettere sul fenomeno in modo meno ideologico e senza preconcetti . 
Sarebbe ecclesiasticamente assai più " produttivo " se fossero compresi e valorizzati coloro che hanno "scoperto" la Liturgia dei nostri padri nella fede e coerentemente la traducono in ogni espressione di vita !
I giovani, che in numero crescente effettivamente aderiscono alle forme liturgiche antiche  nonostante le mai sopite difficoltà e diffidenze , dimostrano in modo inequivocabile che essi non seguono  una moda chic ma che hanno scoperto un tesoro di bellezza e di profondita' spirituali che, almeno soggettivamente, non si sperimenta ne' si percepisce nella liturgia riformata !
La questione non è tra progressismo o tradizionalismo, come sovente si banalizza: "Santo Padre , ha scritto una fedele , non pensa che i giovani nella Messa tridentina trovino quell’aria fresca di cui lei sente che noi abbiamo bisogno?" 
E' evidente che al Papa non risultano delle buone motivazioni da parte di chi frequenta il rito antico :  sta a noi dimostrargli che si sbaglia perché Gli vengono fornite delle informazioni del tutto falsate !
I Vescovi, che si meravigliano tanto perchè i giovani frequentano sempre più spontaneamente la Liturgia Antica, potrebbero rileggersi la lettera di accompagnamento al Motu Proprio Summorum Pontificum di Papa Benedetto XVI soprattutto in questo passaggio : “ Subito dopo il Concilio Vaticano II si poteva supporre che la richiesta dell’uso del Messale del 1962 si limitasse alla generazione più anziana che era cresciuta con esso, ma nel frattempo è emerso chiaramente che anche giovani persone scoprono questa forma liturgica, si sentono attirate da essa e vi trovano una forma, particolarmente appropriata per loro, di incontro con il Mistero della Santissima Eucaristia. 
Così è sorto un bisogno di un regolamento giuridico più chiaro che, al tempo del Motu Proprio del 1988, non era prevedibile...” 

“Andiamo avanti”

" Ieri ( Venerdì 14 Febbraio ) , Francesco Papa ha ricevuto in udienza i Vescovi della Repubblica Ceca che sono venuti a Roma per la loro visita ad limina . 
Nella visita , come di solito accade in questi casi , diversi dal discorso ufficiale , il Papa ha ascoltato le domande e le osservazioni dei vescovi . 
Mons. Jan Graubner , Olomouc , ha rivelato alla sezione ceca della Radio Vaticana che il Papa gli avrebbe detto : [ Abp . Jan Graubner parla: ] 
Quando stavamo discutendo che coloro che amano l’antica liturgia desiderano tornare ad essa , era evidente che il Papa parlava con grande affetto , l'attenzione e la sensibilità di tutti per non fare del male a nessuno . 
Tuttavia, ha fatto una dichiarazione molto forte quando ha detto che comprende quando la vecchia generazione brama tornare a ciò che ha vissuto , ma che non riesce a capire le generazioni più giovani che desiderano volgersi da quella parte . 
" Quando cerco più a fondo - ha detto il Papa - trovo che è piuttosto una sorta di moda [ in lingua ceca: 'Mòda ' , italiana ' moda ' ] 
E se si tratta di una moda , non conviene darvi molto peso . 
E 'solo necessario mostrare un po' di pazienza e gentilezza alle persone che sono dipendenti da un certo modo di fare , ma ritengo molto importante andare in profondità nelle cose , perché se non approfondiamo queste tematiche , nessuna forma liturgica , questa o quella che sia, ci può salvare ".

A.C.

39 commenti:

  1. A costo di sembrare petulante e cosciente del fatto che gutta cavat lapidem, ripropongo all'attenzione dei lettori e della REDAZIONE che le bestemmie contro il Sacramento del matrimonio sono ancora leggibili sul topic dei divorziati risposati. A chi proponeva di inviare email alla redazione, rispondo che già in passato seguii quella strada, e mai ottenni cenno alcuno di risposta.
    È insostenibile quest'andazzo, non si possono leggere bestemmie e leggerezze contro i Sacramenti della Chiesa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si...sei petulante! Oltre che poco spiritoso......

      Elimina
  2. Sono frasi riportate che vanno sempre prese con beneficio di inventario: dandola per effettivamente pronunciata sarebbe un segno di presa d'atto al massimo livello di un fatto evidente, ovvero che la liturgia antica si diffonde fra i giovani (come ben sa chi da anni la frequenta). Che sia una "moda" non è nemmeno un'affermazione sbagliata, ma bisogna vedere se si tratta di una moda che dura una stagione (e dal Summorum Pontificum Cura di stagioni ne sono già trascorse diverse) o se è una moda che prende piede e diventa un fenomeno stabile. Ricordo ad esempio che una ventina di anni fa, quando si incominciò a parlare di internet, qualcuno disse che era la solita moda americana di cui ci si sarebbe presto stufati.

    RispondiElimina
  3. Nella mia provincia la Santa Messa di sempre è stata espropriata dai modernisti. Con il loro arrivo in meno di un anno i veri fedeli sono diventati una minoranza dopo varie polemiche, in particolare per l'abbigliamento sconveniente di alcune di loro. Purtroppo il parroco è intimorito da loro e non può far nulla per paura che il Vescovo,nemico dei veri cattolici, sospenda la santa Messa. Bisogna gridarlo dai tetti che per loro la Santa Messa di sempre è una moda e stanno avvelenando la nostra parrocchia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora prepariamo la patente di "vero fedele" per assistere al VO? E' la gente come lei che danneggia la Messa in latino.

      Elimina
    2. Partito l'arrembaggio delle frasi fatte. Perdi i colpi, però...ti sei dimenticato di dire "integralista criptosedevacantista".
      Come poi una persona possa addirittura danneggiare la Messa è un mistero ridicolo tutto tuo.

      Elimina
    3. N U O V O: Nihil ultra ordo vetus ordo.

      Elimina
  4. Et le tango, si cher à Bergoglio, au point qu'il l´a introduit dans ses "eucharisties" argentines (!), est-ce que ce n'est pas une vraie "mode", celle-là, née, comme chacun sait, dans un bordel de Buenos Aires au siècle passé ?

    Il est permis de penser qu'elle disparaîtra plus vite que celle, si c'en est une, de la Sainte Messe de toujours…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mais si l'on savait ça, parce-que les Cardinaux l'ont voté! Quel dommage!

      Elimina
  5. Non da tutte le parti c'è resistenza, o proibizione, dalle mie c'è regolarmente ogni domenica mattina e per chi vuole farsi un bel po' di km ci sarebbe anche la FSSPX, quello che non c'è e lo dico senza offesa, è l'afflusso massiccio della gente, sono andato varie volte, ma sono sempre quelli, età media un po' più bassa di quelli 'normali', ma giovani intesi 15/25 anni, pochissimi, che so forse ci vorrà tempo o forse bisogna pregare che Ratzinger viva il più a lungo possibile, perché quando lui non sarà più la vedo brutta per il SP.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SP: prova anche tu a fare qualche volta il "bel po' di km" e andare dalla FSSPX. Di solito ci sono molti giovani, famiglie con bambini, studenti...particolarmente nella nostra cappella (che non so se è la stessa tua). Il problema potrebbe essere che chi è già scappato dalla parrocchia ormai è difficile che torni per una Messa alla settimana. Chi si vuole impegnare seriamente nella Fede, che non è solo la Messa alla domenica, ma anche dottrina, catechismo, morale, sacramenti, deve giocoforza recarsi dalla FSSPX, o, al limite, da un istituto che comunque abbia l'uso esclusivo del rito e dei sacramenti di sempre. Solo in ambienti del genere si può garantire una costanza ed uniformità tra preghiera e predicazione, presenza dei sacerdoti per i vari sacramenti (non solo confessione, ma anche penso ad estreme unzioni, fino ai sacramentali come visite ai malati, benedizione di oggetti, case et similia); soprattutto chi ha bambini ha bisogno di far respirare ad essi una sana vita cattolica. Capisci che, benché lodevole, una sola Messa a settimana è un po' pochino.

      Elimina
    2. Bene per impegnarsi nella dottrina ma è preferibile quella cattolica a quella della FSSPX.

      Elimina
    3. Ah beh...detto da uno che ritiene "stupidate" i messaggi della Madonna è tutto dire!
      Continua, continua a bestemmiare ed insultare, vedrai che te ne verrà gran bene!

      Elimina
  6. Questa e' una voce riferita da uno che ha detto che uno ha sentito che uno ha ascoltato il Santo Padre dire che, blablabla.

    Per di piú: parlando in italiano, poi tradotto in ceco, poi tradotto in inglese e infine ritradotto in italiano....

    adesso voi potete pensare quello che vi pare, ma per i miei gusti ci sono un po' troppi passaggi in questa "voce" per considerarla attendibile. A parte il fatto che sembra che dica due cose in perfetta contraddizione l'una rispetto all'altra (analizzatela bene la presunta frase di Bergoglio).

    Quindi per me qui si sta solo commentando un pettegolezzo, un sentito dire di terza o quarta mano o poco di piú.

    E' una non-notizia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrebbe essere vero anche perché non capisco il motivo per cui Sua Santità di fronte al fenomeno illecito dell'omosessualità dichiara di non poter giudicare allorquando invece si tratta pronunciarsi su di un fenomeno lecito, come la Messa di sempre, appone la propria sentenza.

      Elimina
    2. Ammesso che abbia detto le cose che sono state riportate, non mi pare che abbia dato giudizi sulla gente che preferisce il VO.
      Se, ripeto, se dobbiamo dare fede a questa voce, peraltro confusa, ha detto che non gli e' chiaro perche' la messa antica attrae i giovani, che pensa che sia una moda ma che si deve andare piu' in profondita'.

      Sempre che (cosa di cui dubito) il papa abbia pronunciato le confuse parole che gli sono state attribuite e che qui stiamo commentando.

      Elimina
    3. Per la verità, apprezzando Claudius quello che ha scritto, la frase non è di uno qualsiasi ma di un Vescovo che ha partecipato all'udienza ad limina ...
      Faccio mia una parte della Sua frase : " Sempre che il papa abbia pronunciato le confuse parole che gli sono state attribuite e che qui stiamo commentando".
      Saluti

      Elimina
  7. Simon de Cirene invece pare che abbia preso per " autentiche " le presunte parole papali riportate da Radio Vaticana della repubblica Ceca.
    Interessante articolo con le indicazioni liturgiche per le sue esequie ( il più tardi possibile ! ) http://pellegrininellaverita.wordpress.com/2014/02/17/lultima-messa/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mancava anche il fantasma del borioso cireneo! Ma "pellegrini nella verità" è un blog che cura lui? E quale verità? Forse la sua personale.

      Elimina
  8. Il Papa non capisce perché i giovani partecipino alla celebrazione della Messa in Rito Antico? Strano. Forse non sa che se ci sono giovani che fanno le ole, i balletti da discoteca, che suonan batterie e batton le mani durante il NO, ci son altri che cercano il senso del sacro, il silenzio, la possibilità di pregare concentrati ed unirsi misticamente a Cristo che muore un'altra volta sull'altare sacramentalmente per liberarci dal peccato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bisogna renderci conto che i primi a cui piacciono la ola, la batteria, i battimani e le danze intorno all'altare (lo scrivo in minuscolo perché la tavola posticcia che in molti usano non può neanche lontanamente definirsi Altare) sono i nostri cari prelati! Che con la scusa di avvicinare i giovani si disimpegnano nei confronti del caposaldo della religione Cattolica: la Santa Messa!

      Elimina
    2. Vedo impostazione grafica modificata, sempre che non sia uno scherzo dei miei occhi un po' malandati. E vedo anche che, finalmente, posso utilizzare il "rispondi".
      Hierrot, lo sappiamo bene: a capite foetet piscis. Molti erano estasiati dalle ole del bastone di Giov. P. II, a me suscitavan tanta pena.

      Elimina
  9. Effettivamente la categoria "giovani" non è un monolite ma un insieme variegato con all'interno tutte le sfumature possibili. Pensare di proporre le ole e i balletti a tutti i "giovani" è velleitario. Per capire cosa pensa la Chiesa del mondo giovanile forse bisogna vedere cosa propone loro: sarebbe interessante sapere cosa pensano i "giovani" del flash mob di Rio e di chi vi ha partecipato. Forse un tentativo della Chiesa di seguire la "moda"? In questo caso non diamoci peso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo,
      sono assolutamente d'accordo con te. Pero', attenzione: si deve scrivere "ggiovani", non "giovani"! Viene meglio, facci caso, come in "cosi' attiriamo tanti "ggiovani" a venire in chiesa con i balletti, la ola e le canzoncine da discoteca!" ;)

      Elimina
  10. Chi volesse firmare online la petizione al Prdsidente RAI perché sospenda la comparsata del figuro a San Remo può farlo qui
    http://www.citizengo.org/it/4349-il-cantante-blasfemo-rufus-sanremo-coi-nostri-soldi?tc=gm&tcid=1990721
    Sono già diverse decine di migliaia le firme raccolte in difesa della nostra Fede
    Una volta tanto che non è de Mattei a chiedere firme facciamolo volentieri. 
    Giorgio Severo 

    RispondiElimina
  11. Ogni volta che qualcuno scrive "qual'è" un membro dell'Accademia della Crusca muore... Correggete questo scempio, per favore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo 3:13 : questo si chiama essere costruttivi su internet e sui blog ! Grazie per la preziosa correzione !

      Elimina
  12. Le mode passano, la Verità resta. Vedremo se sarà solo una "moda passeggera".
    Penso che molti "critici" del V.O., se saranno intellettualmente onesti, dovranno ricredersi...

    RispondiElimina
  13. Io sottolineerei maggiormente quella preoccupazione a che non sia una moda. Il Papa (ma, come si avvertiva sopra, il discorso è riferito tramite varie mediazioni mediatiche), come in altri casi, sprona all'autenticità. Oggettivamente ci sono ambienti in cui il VO è più una moda o una bandiera ideologica che un'adesione intima a quella liturgia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' diventato una bandiera oggi perché fatto fuori dal rito di Bugnini! Avessero lasciato tutto al suo posto liturgicamente parlando oggi il VO non sarebbe bandiera di nessuno!!

      Elimina
    2. Citami un gruppo liturgico o pastorale o movimento ecclesiale che non fa della loro attività una bandiera ideologica.
      Lo stesso Bergoglio si cala nel ridicolo e nel gretto quando definisce moda una pratica che resiste da più quindici secoli.
      Se lo sono gli storici che definiscono "medioevo" un lasso temporale di mille anni, figuriamoci se non èideologizzato uno che definisce moda passeggera una pratica che perdura ininterrottamente da mille e cinquecento anni, ed anzi rifiorisce.

      Elimina
  14. Di "modaioli" ce ne sono anche nel VO come dappertutto, ma non sono un fenomeno preoccupante: dopo un po' se ne vanno, all'inseguimento di una nuova moda. A anche il farne una bandiera ideologica - di solito insieme a mille altre - non si traduce, per quanto ho potuto vedere, in una frequentazione reale delle pratiche religiose. Sono fenomeni collaterali inevitabili per qualcosa che è carico di significato come il VO.

    RispondiElimina
  15. Già già, proprio una moda, una moda che dura da almeno 15 secoli.
    Evviva Carlo Conti!!!!

    RispondiElimina
  16. In verita` si vedono piu` giovani aderire intimamente alle sfrenatezze; alcool ,droghe ,sesso facile ...

    RispondiElimina
  17. Ma vogliamo capire che il Vetus Ordo è stato IL RITO della Chiesa Cattolica per oltre 1500 anni?? Ma quale bandiera rappresenterebbe?? L'unica bandiera che il VO rappresenta e tiene alta è il Vessillo di Cristo il resto sono solo chiacchiere fatte da superficiali o disinteressati!!!

    RispondiElimina
  18. Dopo tanti mesi, la Santa Messa di Sempre...è sempre più di "moda", e le vocazioni abbondano fra gli Istituti Ecclesia Dei (ICRSS, FSSP, etc.) e languono nei seminari modernisti. L'effetto Bergoglio sta dando il risultato opposto: "li riconoscerete dai frutti"!

    RispondiElimina
  19. Se almeno avessero riformato il rito del 1962 con quello (bellissimo) del 1965 in lingue nazionali! Acc a Bugnini & Company!

    RispondiElimina
  20. La scelta della qualità è alla base di ogni acquisto intelligente. Scegli anche tu battimani con bandiera italiana. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ2OTAxMjcyOCwwMTAwMDA1OSxiYXR0aW1hbmktY29uLWJhbmRpZXJhLWl0YWxpYW5hLmh0bWwsMjAxNjA4MTcsb2s=

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.