venerdì 7 novembre 2014

post Sinodo: spaccatura netta tra i cardinali

  Sinodo unitario? Tra i cardinali volano sonore bacchettate
di Matteo Matzuzzi, da La Nuova Bussola quotidiana, del 06.11.2014

Il refrain pubblico e ufficiale durante le due settimane sinodali chiuse con la solenne beatificazione di Paolo VI era semplice: si discute di tutto, si discute in modo franco, ma sempre in armonia, comunione e fratellanza. Nessun schieramento organizzato, nessuna disputa profonda. Collegialità e unità a prevalere su ogni altra cosa. Poi però arriva la Relatio Synodi, il testo messo ai voti, e si scopre che tre paragrafi sono stati bocciati. Non hanno ottenuto la necessaria maggioranza dei due terzi di placet, e se sono nel documento finale lo si deve solo al Papa che legittimamente ha deciso di derogare e di rendere pubblici anche i capitoletti che – come chiariva padre Federico Lombardi la sera della votazione – «non possono essere considerati espressione del Sinodo perché privi della maggioranza qualificata».
E non si trattava di quisquilie: erano i punti più controversi, quelli che da un anno a questa parte avevano scatenato teologi, cardinali, opinione pubblica laica più o meno informata, mass media. Divorziati risposati da riammettere alla comunione e apertura agli omosessuali. Temi che avevano trovato ampio spazio nella relazione intermedia, presentata dal cardinale Erdo, ma scritta in gran parte da monsignor Bruno Forte. Testo che successivamente è stato smontato dai circoli minori, nonostante sui social media padre Antonio Spadaro, direttore della Civiltà Cattolica, pubblicasse un video in cui si mostravano i «venti secondi di applausi» che la Relatio post disceptationem aveva ottenuto in aula, segnalando con ciò che le voci di divisioni e tensioni erano esagerazioni mediatiche. Finito il Sinodo, le divisioni sono venute alla luce. E non attraverso le dichiarazioni di qualche vescovo titolare di piccole diocesi periferiche, bensì con la presa di posizione di tre cardinali curiali di prim’ordine: il prefetto della neonata Segreteria per l’Economia, il ranger australiano George Pell, il prefetto della Segnatura apostolica, Raymond Leo Burke e, soprattutto, il prefetto della Congregazione per la Dottrina della fede, il cardinale Gerhard Ludwig Müller. 
Il porporato tedesco, tra i più determinati oppositori alle tesi novatrici fatte proprie da Walter Kasper nel Concistoro dello scorso febbraio e appoggiate dalla gran parte dell'episcopato suo connazionale, ha denunciato pubblicamente – in un'intervista a un sito polacco – tutti quei «rappresentanti della Chiesa, vescovi compresi, che si sono lasciati in qualche modo accecare dalla società secolarizzata, da cui sono stati così influenzati che li ha trascinati lontani dalla questione principale o dagli insegnamenti della Chiesa basati sulla rivelazione». Ce l'ha con quanto è avvenuto nell'Aula nuova, il prefetto dell'ex Sant'Uffizio, e non a caso punta il dito contro certe teorie su famiglia e coppie omosessuali. Riguardo alla prima questione, sostiene che «in molti Paesi le relazioni sono distrutte, e questo si applica anche al modello cristiano di matrimonio e famiglia. La verità sul matrimonio e la famiglia è relativizzata». Si tratta di tendenze, «che si sono mosse all'interno della Chiesa e fra i vescovi, sui quali si sta cercando di esercitare pressione. Noi abbiamo Cristo e il Vangelo. Questo è il nostro punto di riferimento, il fondamento per il solo e corretto insegnamento della Chiesa». 
Circa le coppie gay, da Müller arriva una chiusura totale, ben più forte di quella messa nero su bianco nella Relatio Synodi: «Il Catechismo della Chiesa cattolica insegna che le persone omosessuali sono chiamate alla castità. Papa Francesco dice che non sta cercando di creare qualche nuova dottrina della Chiesa, ma sta cercando di mostrare che nessuno è giudicato dalla Chiesa a causa della propria tendenza omosessuale. Nessuno cerca di discriminare queste persone. Ma bisogna dire con chiarezza che la Chiesa ha giudicato negativamente gli atti omosessuali». Sulla stessa lunghezza d’onda il cardinale nigeriano John Onaiyekan, arcivescovo di Abuja, che tre giorni fa ha ribadito come «la gerarchia cattolica a Roma abbia resistito contro i matrimoni gay, perché questi chiaramente negano l’idea originale di Dio nella costruzione della famiglia».
Detto dal prefetto custode dell'ortodossia cattolica, nominato da Benedetto XVI, confermato e creato cardinale da Francesco, fa un certo effetto. Anche perché dietro Müller (che non può in alcun modo essere tacciato di tradizionalismo, basti considerare le frizioni e gli scontri del passato con la Fraternità San Pio X e la sua vicinanza a settori della Teologia della liberazione) ci sono settori dell'episcopato rilevanti, anche numericamente. Basti pensare alle bordate pressoché quotidiane che giungono dagli Stati Uniti, dove non passa quasi giorno che un vescovo esprima perplessità per i risultati delle discussioni sinodali. Si va dal cappuccino Charles Chaput, arcivescovo di Philadelphia e organizzatore del prossimo Incontro mondiale delle Famiglie (antipasto del grande Sinodo ordinario dell'ottobre 2015), che s'è l'è presa con la confusione fatta dai media e «ispirata dal Diavolo», al vescovo di Providence, Thomas Tobin, che ha accusato il Papa «di aver voluto far casino». 
Nota a margine: monsignor Tobin, nello stesso scritto in cui biasimava la conduzione dell'assemblea sinodale, ha preso le parti del cardinale Raymond Leo Burke, «che continuerà a essere un franco portavoce per gli insegnamenti della Chiesa». Nonostante Burke, la scorsa settimana, abbia detto che «s'avverte la sensazione che la Chiesa sia come una nave senza timone». E poi si dice che non ci sono schieramenti, fronti opposti lontani da trovare quella sintesi che auspica il cardinale Pell, nonostante abbia avvertito nei giorni scorsi che «capriole dottrinali non sono ammesse». In questi mesi che ci separano dal prossimo autunno, aggiungeva il porporato australiano, bisognerà lavorare alacremente per ribadire l'autentica dottrina cattolica, che «si sviluppa nel senso che si comprende la verità più profondamente».

89 commenti:

  1. Si procedeva a queste oziose discussioni anche nei baretti di Sodoma fino a pochi secondi dall'impatto.
    Le palle di fuoco ridussero in cenere tutti gli abitanti.
    Forse Dio sbagliò in quell'alba radiosa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo 1000 volte bravo all'Anonimo delle 10,47

      Elimina
    2. concordo la messa in latino cvosi pure i canti in gregoriano
      molto piu sentimentale espirituale per avvicinarsi a dio cosi sia amem .pace e bene

      Elimina
  2. Il prossimo anno si ripartirà dalle conclusioni a cui si è giunti nel Sinodo appena concluso. Ricordiamo però che l'ultima parola spetta al Papa. Che piaccia o meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PROVA A CHIEDERTI SE PIACE AL SIGNORE!!! Gesu' e' venuto sulla terra e ha fondato la chiesa sui Suoi insegnamenti. NESSUN UOMO(anche il papa sara' giudicato) PUO' MODIFICARNE IL SIGNIFICATO CAMBIANDONE L'INTEPRETAZIONE!!!! PURTROPPO LE SCRITTURE SI DEVONO COMPIERE E CAMBIAMENTI CI SARANNO!!
      http://www.imitazionedicristo.it/LUZ_05NOV14.html

      Elimina
    2. E' la presunzione di sapere cosa vuole Dio CHE TI CONDANNA!

      Elimina
    3. IO SO COSA VUOLE IL SIGNORE MA NON PER MIA PRESUNZIONE LUI E' STATO CHIARO LUI E' VENUTO PER CHIARIRE QUAL'E' LA STRADA DA SEGUIRE. CHI CREDE IN ME VIVRA' IN ETERNO!!!, SI VA AL PADRE SOLO CON LUI E TRAMITE LUI!!! CHI VEDE ME VEDE IL PADRE MIO!!! HA AMATO INFINITAMENTE I PECCATORI MA HA LOTTATO CONTRO IL PECCATO (altro che ....siamo tutti peccatori, buongiorno buonasera e buonpranzo). L'inferno esiste e chi ci va se non i peccatori!!! Mai abusare della misericordia del Signore e' in gioco la salvezza eterna dell'anima e state attenti a coloro che la danno per scontata arrivando addirittura ad affermare:" se qualcuno pecca, beh abbiamo Gesu' che prega per noi e ci dEfende davanti il Padre, non si spiegherebbe perché e' salito al Cielo con un corpo bellissimo ma con le cinque piaghe, perché....... per farle vedere al Padre e dire guarda queste sono per loro aiutali...". APRITE GLI OCCHI E NON SCHERZATE QUESTO TEMPO E' STATO PREVISTO E TUTTE LE PROFEZIE SI DEVONO AVVERARE MANTENETEVI IN COSTANTE PREGHIERA AFFINCHE' IL SIGNORE CI POSSA ILLUMINARE SUI TEMPI DURI CHE CI ATTENDONO

      Elimina
    4. "Ricordiamo però che l'ultima parola spetta al Papa. Che piaccia o meno."

      No caro, l'ultima parola spetta a Cristo, non al Papa. Ma questo tuo lapsus e' significativo perché e' la tipica considerazione che puo' fare solo uno che ha perso la fede (se mai l'ha avuta).

      Elimina
  3. Si' e' vero, l'ultima parola spetta a bergoglio, ma siccome crediamo fermamente che al timone della Chiesa c'e' Gesu' e non ilvddr siamo certi nel nostro cuore che qualcosa di positivo prima o poi succedera'perche' la promessa di indefettibilita' della Chiesa ci garantisce che neppure un pessimo papa potra' mai sancire con un atto magisteriale un'eresia. Come potra' accadere dato che Bergoglio non perde occasione per sottolineare da che parte sta? Non lo sappiamo: ma di certo qualcosa succedera': la sua conversione? Le sue dimisioni o altro? Vedremo. Ma prendiamo pure in considerazione un'ipotesi fantascientifica: che questo papaarrivi a promulgare con atto magisteriale le tesi di Kasper e Forte. Ebbene, anche in quell caso noi cattolici veri continueremo a stare tranquilli. Capiremo che sul soglio di Pietro siede un papa illegittimo ma ci aspetteremo un rapido intervento di Cristo per sistemare le cose, probabilmente con mano pesante. Del resto tutte le rivelaxioni private (approvate e non ) dicono la stessa cosa. Grosso castigo in arrivo per tutta l'umanita'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se succedesse questo, il Papa decadrebbe all'istante per eresia manifesta

      Elimina
    2. Sono 2000 anni che gli uccelli del malaugurio prevedono il castigo, tante sette e combriccole ne hanno fatto la ragion d'essere. Ma la Chiesa ed il mondo proseguono fino a quella che sarà la fine comune a tutte le cose.






















































      Elimina
    3. Caro il nuovo: definire uccelli del malaugurio apparizioni approvate dalla Chiesa (con relativi messaggi, purtroppo per lei, apocalittici) come La Salette, Kibheo, Amsterdam, Akita, Civitavecchia (messaggi ricevuti dalla famiglia Gregori), e' una grossa responsabilita' che lei si assume davanti a Dio e agli uomini. Cosi' come paragonare, come lei fa in maniera fraudolenta, le apparizioni mariane approvate dalla Chiesa con le sette millenariste di tutte le epoche. Sulla religione cattolica evidentemente lei ha le idee un po' confuse. Dovrebbe infatti sapere che il testo apocalittico per eccellenza fa parte della divina rivelazione ed e' stato scritto da san Giovanni apostolo, capostipite secondo il suo pensiero, di tutti gli uccelli del malaugurio.

      Elimina
    4. Quando tutte le "cose" avran fine, avrà fine la Chiesa militante, ma resteranno la Chiesa purgante - temporanea - e, eterna la Chiesa trionfante.

      Elimina
    5. Resterà la Chiesa purgante temporanea!? Ma che dice?????

      Elimina
  4. @ N' uovo. Ci sono uova fresche di giornata. In lei vedo un papista fresco d'annata. Fino delle dimissioni di Benedetto XVI era un così fervido sostenitore del Supremo Pontificato? Oppure, tanto per rimanere nel catering, ne diceva di cotte e di crude come tanti oggi allineatissimi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sà che non ci vedi bene...

      Elimina
    2. @nuovo
      Senti,togliti di qua e va su queer!
      I tuoi lidi!

      Elimina
  5. Il Nuovo è diventato papista, come molti del resto, solo dopo le dimissioni di Benedetto XVI. Con Ratzinger era "doveroso disubbidire"! Con Bergoglio "guai a chi disubbidisce"! La solita catechesi del "ciò che mi fa più comodo"! La Chiesa è forse nella fase peggiore della sua esistenza, di sicuro ritengo che anche il prossimo anno verrà ribadita la immutabilità della dottrina cattolica tutto qua...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da 5 anni partecipo al forum, vorrei che trovassi un solo mio intervento contro BXVI. Come al solito solo chiacchiere e slogan, altri fanno i fatti. Che ad alcuni non piacciano non è rilevante. Circa un eventuale scisma è tutto da ridere, al massimo si creerà l'ennesima simil- FSSPX....

      Elimina
    2. Di sicuro se ci mettiamo a cercare non troviamo neanche le difese sperticate che fa di Francesco proviamo?

      Elimina
    3. Non mi riferivo inoltre a lei nello specifico ma a tutta la corrente "bergogliana "...

      Elimina
    4. Non faccio nessuna difesa "spericata" di Papa Francesco che riconosco essere più vicino a me ma certo rispondo ogni tanto, giusto per divertirmi, a coloro che lo appellano in un modo a dir poco vergognoso e si professano poi veri cattolici. Almeno prendendoli in giro servono a qualcosa.

      Elimina
    5. @ Il Nuovo. Visto che si parla di divertimento, posso dirle che io non mi sono affatto divertito quando ho visto il papa con il naso rosso da clown. Non so se in duemila anni di Cristianesimo si sia mai vista una scena del genere.
      NB Ma figlia per volontariato ha fatto il clown d'ospedale. Pero' c'e' luogo e luogo, c'e' modo e modo. Soprattutto:mia figlia non e' papa.

      Elimina
    6. QUINDI TUA FIGLIA PUò FARE IL CLAWN ED IL PAPA NO' CERCA DI ESERESERIO, GESù L'AVREBBE FATTO!

      Elimina
    7. @ Il Nuovo. La prego di citarmi un solo passo del Nuovo Testamento in cui sia presente un spunto comico. Lo stile del NT contempera in modo unico l'Umile e il Sublime; del comico, che si basa sulla notazione compiaciuta dei difetti e delle goffaggini, non c'è traccia. Gesù era sì umile, ma anche maestoso. Su questo le consiglio di (ri)leggere "Il Signore" di Roman Guardini.

      Dalla sua risposta lei sembra incapace di distinguere tra profano e sacro e i diversi gradi che segnano il passaggio dall'uno all'altro livello . Quello che è ammissibile nell'oratorio non lo è dentro la Chiesa. Davanti al tempio ( pro fanum in latino ) si tenevano rappresentazioni sacre e anche comiche, ma non dentro.
      Se Gesù Cristo non si atteggiava a mattacchione, non vedo perche' dovrebbe farlo il suo rappresentante.

      Il problema è che, avendo perso il Maestoso, il Sublime e l'a compunzione interiore che erano dati dalla liturgia antica, si cerca d surrogare introducendo DENTRO lo spazio sacro l'elemento folkloristico, quello ludico e in alcun casi perfino
      una esaltazione artefatta.
      Sta di fatto che l'arte cristiana e cattolica, che nei secoli passati ha prodotto opere ammirevoli, negli ultimi decenni ha avuto un'eclissi pressoché totale. Lei mi saprebbe spiegare il perché?
      In conclusione lei ha rivendicato il diritto del Sommo Pontefice di fare il clown.( il che per fortuna è avvenuto raramente ). Ne prendo atto. Il futuro della liturgia sarebbe suor Loretta-Woopy Goldberg in "Sister act". Un futuro esteticamente radioso.

      Elimina
    8. UN CRISTIANO TRISTE E' UN TRISTE CRISTIANO.
      La tristezza, l'odio, il parlare della vendetta di Dio SONO PECCATI MORTALI! Il Papa per fortuna si diverte anche e vive bene e con gioia questo periodo e camperà a lungo. Chi odia, chi è pieno di rabbia invece si becca facilmente un tumore!

      Elimina
  6. Questo sinodo passerà alla storia come il Sinodo della Vergogna dopo quello del Cadavere di papa Formoso.
    La differenza è che il papa è pilotato da certi teologi eredi del sacerdote tedesco Klein passato al luteranesimo nel 1953 che per cambiare la Chiesa teorizzava il papa hereticus. Quando uno ha poca cultura va a rimorchio degli altri, è guidato. Come successore di Pietro, dovrebbe guidare invece non riesce a pilotare una barchetta. Possiamo solo preghiamo Dio che la Chiesa rimanga a galla.

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco perché hanno rinviato le decisioni del sinodo di ben un anno.
      Sono tutti dipendenti dai farmaci retrovirali forniti dal demonio tramite le aziende farmaceutiche che li tengono in vita artificialmente.
      Nel loro orrore temono che ,dopo la grande apostasia ,divengano inutili per l'antico serpente che non fornirà più loro i farmaci portandoli alla morte più o meno repentina a causa dell'aids.
      Lo dimonio stesso li ha contagiati quasi tutti con questa bruttissima malattia tramite la loro sconcezza di costumi ed adesso li ricatta in modo ignobile perché sono suoi schiavi.


      Elimina
    2. Ti fai le domande e ti rispondi? Almeno maschera il tuo IP....

      Elimina
    3. A proposito della relazione finale del sinodo .Nonostante la ferma opposizione di alcuni coraggiosi, dalla parola forte e chiara , al nuovo corso (pare )sponsorizzato dal Papa stesso ),che ha impedito il raggiungimento della maggioranza qualificata sulle devastanti innovazioni , e la maggiore "moderazione "rispetto alla relazione intermedia (post disceptationem ), non abbiamo troppo da gioire , anzi. Vi invito a leggere su Chiesa e post concilio l'analisi di Fr. Alexis Bugnolo , che evidenzia nell'assise in teoria augusta forti infiltrazioni di pensiero non cattolico . Qui forse Paolo VI aveva visto giusto : nella Chiesa -aveva detto - si insinuerà un pensiero non cattolico , ma non sarà mai il pensiero della Chiesa .

      Elimina
    4. A parte il fatto che trovo disdicevole far pubblicità a blog di estremisti di destra e occultamente sedevacantisti, ma l'analisi in questione è il classico esempio di speculazione disonesta posta in essere da queste minoranze fanatiche integraliste al fine di screditare ogni azione del Papa. Il bello è che nella Chiesa ormai li hanno smascherati ma continuano a tirare per la giacchetta qualche vescovo o qualche cardinale pur di avere un po' di visibilità. Ma sono solo gruppi randagi con i quali nessuno vuole averci a che fare. Sono alla canna del gas.

      Elimina
    5. Nuovo la deve far finita di equiparare i cattolici tradizionali alla estrema destra! Come dire che ante-concilio i cattolici fossero tutti estremisti! Mia nonna 97enne compresa! Ora basta!!!!

      Elimina
    6. LO SONO COLORO CHE VOGLION EQUIPARARE I DIFFERENTI PERIODI STORICI

      Elimina
    7. Non capisco perché urli tanto, Nuovo.
      Coloro che voglion equiparare differenti periodi storici posson esser definiti antistorici, al limite, cioè incapaci di comprender la storia, i suoi aspetti negativi e positivi, ma non estremisti. Mi sembra che tu abbia idee confuse, almeno stando alle parole che utilizzi.
      Quanto all'antistoricismo questo gravissimo limite è proprio dei progressisti, illuministi e comunisti, che giudicano negativamente il passato alla luce del presente, esprimendo una condanna - ch'è, questa sì, vera mancanza di capacità d'intendere - per la cultura, la religione, le istituzioni, dei tempi andati, e tutto il bene concentrando nel presente e nel probabile futuro.

      Elimina
    8. Quanto a Chiesa e postconcilio, non capisco perché non si debba citare quando di blog se ne citano altri. Il tuo giudizio, NUOVO, è tremendamente ideologico e, pertanto, iniquo. Parlare di blog di estrema destra è falso. Che possano esserci commenti di persona di estrema destra è probabile ma io non saprei dire chi siano. Quanto al fanatismo ce ne sono da sponde opposte, anche qui. Per quel che concerne il sedevacantismo, reale o cripto o presunto, non s'ha da giudicar un blog soltanto dai commenti. Fosse per questo MiL dovrebbe chiudere per la tua presenza e per quella di altri, ribadisco, da opposte sponde.
      E a difender quel blog è uno che se n'è allontanato a motivo di diverse incompatibilità.

      Elimina
  8. pari pari le parole di Gesù nel Vangelo...si sente che la conoscenza dei Vangeli è grande e profonda: punzioni divine, catastrofi apocalittiche e addirittura malattie come punizioni divine. Ma non è un blog "cattolico" questo? Supponendo che cattolico voglia dire anche cristiano e quindi seguace di Cristo donde derivano tutte queste certezze punitive? Non certo dalle parole di Gesù...per caso non sarai mica parente di quel De Mattei profondo e intimo conoscitore di Dio del quale possiede anche i dati anagrafici? Una piccolo suggerimento di riflessione (che sarebbe l'uso del proprio cervello riguardo a ciò che ci viene proposto anche dall'esterno): cosè è più scandaloso un divorziato che si riaccompagna o un ragionamento su apocalittiche punizioni divine? Valerio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è gente frustrata, consapevole di non contare nulla ed allora spera che Dio odii il mondo come lo odiano loro in modo da poter essere vendicati attraverso atti apocalittici. Sono poveracci che avrebbero bisogno d'aiuto.

      Elimina
    2. Ed ecco qui subito pronto l'esempio di pensiero non cattolico insinuatosi nella Chiesa , grazie Valerio

      Elimina
    3. E grazie anche al Nuovo , che dimostra con la sua incapacità argomentativa , il suo esclusivo ricorso all'insulto personale , la pochezza del pensiero non cattolico .

      Elimina
    4. Non è colpa mia formichina se i miei argomenti a te suonano come insulti. Ma ormai capisco che avete i nervi a fior di pelle...

      Elimina
    5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    6. Anonimo delle 17.27
      stai forse insinuando che anche Francesco sia siero+?
      E' vergognoso e chiedo alla tremolante redazione che il commento insinuante sia cancellato con vigore anche se ciò spiegherebbe il mistero di Santa Marta e della famigerata borsetta nera piena di tubetti e confezioni senza bugiardino.

      Elimina
    7. MA PERCHE' UNO SI PROFESSA CATTOLICO E NON LO DIMOSTRA CON I FATTI???

      Elimina
    8. @nuovo
      La risposta a murmex da chi fratello cul.....ne te la sei fatta scrivete eh? A' ignorante!

      Elimina
    9. Valerio, e a te chi ha dato la sicurezza che Dio non punisce?
      Un apocalittico può anch'esser iperbolico, ed io non m'appiglio quasi mai alle visioni private, anzi ne riprovo l'uso poco corretto che se ne fa ad ogni piè sospinto, nonostante l'invito alla cautela sempre espresso dalla Chiesa. Ma l'Apocalisse non l'ha scritta un bischero qualsiasi.

      Elimina
  9. Eccolo la': un altro che viene a pontificare sul Vangelo senza conscerlo: perche' naturalmente : via da me maledetti nel fuoco eterno...dove sara' pianto e stridore di denti non e' scritto nel Vangelo. Il solito trucco, inventato da Lutero e che piace ai modernisti, prendere solo le parti del Vangelo che piacciono e nascondere il resto. Prendere solo la misecoordia e tacere sulla giustizia,Vede, almeno per quanto mi riguarda il discorso sui castighi era incidentale a un ragionamento piu' ampio ma non mi sorprende che lei se ne senta turbato, se ha tanto timore della giustizia di Dio. Purtroppo per lei alla nostra categoria appartiene anche la Madonna che ai bambini di Fatima mostro' l'inferno in tutto il suo orrore. Evidentemente la oedagogia del castigo non e' cosi' sbagliata se viene scelta persino dalla Vergine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ok lo stridore dei denti che è un immagine simbolica per dare forza e compimento ad un ragionamento...sul cieco nato (immagine reale e non simbolica di una eventuale punizione diretta) Gesù ha parole molto diverse capovolgendo il rapporto fra malattia e peccato come causa tipico della mentalità ebraica del tempo (e forse anche odierna). Intendere l'azione di Dio nella vita e nella storia come un'applicazione giuridica della regola "sei bravo ti premio sei cattivo ti punisco" mi sembra un modo antico e pagano di applicare ad un dio i metodi e le regole che sono tipiche degli uomini (ad esempio se dopo i crimini dei lager tedeschi un dio "giuridico" avrebbe dovuto guidare la bomba atomica sulla Germania e non sul Giappone che forse di crimini ne aveva commessi molti meno..) Non pensi che nelle parole di Gesù ci sia più l'invito forte e definitvo a cambiare vita che non la definzione giuridica di punizioni divine pronte a colpire l'uomo? Secondo te Dio gode e apprezza tutti quegli psicopatici che nei secoli si sono flagellati nella carne o che hanno portato il cilicio(spero che oggi nessuno lo faccia più) per scontare i peccati o peggio ancora "partecipare" alle sofferenze del Cristo sulla Croce? Valerio

      Elimina
    2. Ma sì valerio ,i Santi ed i Mistici quindi erano tutti stupidi anzi psicopatici come dici tu.
      Quindi ,per esempio,San Francesco d'Assisi dovrebbe rientrare nella categoria degli alienati?
      Egli,come tanti altri Santi e Beati,portava regolarmente il cilicio.
      La verità è che sei solo un povero invidioso della Santità altrui ,il classico caino luterano disprezzatore dei Santi.
      In verità non avrai mai alcun amico nei cieli che proverà ad aiutarti quando lo stridore di denti comincerà a sembrarti non proprio esattamente simbolico.

      Elimina
    3. E' un grave pericolo sottovalutare la giustizia divina ed esaltare la misericordia dalla prima disgiunta.
      Quanto alle sofferenze che tanti, anche santificati dalla Chiesa, si sono inflitti, chi sei tu che vuoi valutarne il gradimento da parte di Dio? Infliggersi penitenze, che al mondo contemporaneo edonista appaiono antiumane perché si mette sempre al centro l'uomo e non Dio, per la salvezza delle anime puoi dire tu che sia stato e sia sgradito a Dio?
      Anche Dio tu umanizzi troppo, portandolo al tuo livello di comprensione, approvazione e condanna.

      Elimina
    4. Caro Valerio, apprezzo la tua risposta garbata e basata sui contenuti e non su sterili polemiche e ti rispondo dunque con piacere perche' anche da questo " riconosceranno che siete miei discepoli". Paragonare le parole sul cieco nato (una situaxione contingente di malattia di cui, dice Gesu' , l'uomo non e' responsabile), con le chiarissime parole sul destino eterno di chi muore nell'impenitenza finale e' una forzatura che non trova riscontro in nessun padre della Chiesa e soprattutto nel magistero della Chiesa che obbliga ciascun cattolico all'accettazione obbediente perche' in essa la Chiesa ha impegnato la sua infallibilita'. Ebbene, il magistero (che si trova compendiato nel catechismo) insegna che l'inferno esiste, che e ' eterno , che e' un luogo di spaventose sofferenze e che ad esso sono destinati tutti coloro che muoiono nell'impenitenza finale, cioe' tutti coloro che fino all'ultimo rifiutano la misericordia di Dio. Dunque non un Dio castigatore, ma un Dio che sino all'ultimo cerca di salvare le anime, ma che per supremo rispetto della liberta' personale e' disposto ad acdettare il rifiuto finale e che un'anima scelga liberamente l''inferno piutosto che l'abbraccio paterno di Dio. E' anche vero, naturalmente, che piu' si e, radicati nel peccato e piu' sara' difficile il pentimento finale, con le continue tentazioni i del maligno alla disperazione e alla mancanza di fiducia nella misericordia di Dio che certamente non mancano in punto di morte. Per questo sarebbe una follia vivere in maniera "spensierata" pensando che tanto ci si puo' pentire in punto di morte. Caro Valerio, le risposte che cechii puoi trovarle nel Catechismo. Se posso permettermi un consiglio tieni una copia con te da consultare alla bisogna

      Elimina
    5. Ma Sua Santità Francesco ha affermato più volte sia in interviste ,sia nelle omelie di Santa Marta che anche l'ateo (se di retta coscienza) va in Paradiso.
      Pertanto perché i cristiani pakistani si fanno bruciare nel forno come Santa Giusta e fratelli allorquando in un sobrio ateismo si può salvare la buccia sia in questo mondo che nell'altro?
      Non vi lamentate se Papa Bergoglio non spende una parola per i martiri del terzo millennio poiché la sua posizione è coerente con quanto afferma dalla Cattedra di Pietro.
      In un ottica moderna di salvezza conciliare i tradizionalisti o semplicemente i cattolici sono visti come invasati e soprattutto come disobbedienti.
      Sono disobbedienti ed esaltati perché insistono a percorrere vie penitenziali di Salvezza che sono del tutto equivalenti ad alternative più flosce.

      Elimina
    6. Ricordiamoci della parabola dei vignaioli e del rimprovero che ricevono coloro che essendo stati chiamati al mattino si lamentano del fatto che gli ultimi chiamati a lavorare alla vigna ricevono lo stesso loro compenso. Come cattolici siamo tenuti a pregare per la conversione dei peccatori, anche quelli piu' incalliti, e augurarci la loro conversione, fosse pure in punto di morte. E se noi siamo stati chiamati alla conversione prima di cotoro dobbuamo solo ringraziare il cielo. Ricordiamoci poi che esiste un purgatorio dove le pene (esclusa la consapevolezza della privaxione perenne di Dio), almeno per il purgatorio piu' basso sono simili in tutto a quelle dell'inferno. Ringraziamo dunque il cielo se ci siamo convertiti prima di altri e faremo poco o niente purgatorio. In quanto hai martiri, il loro premio in paradiso sara' incommensurabilmente superiore ai convertiti dell'ultima ora

      Elimina
    7. Neppure il Papa sa chi si salva e chi no. In foro interno giudica solo Dio. Non si salva chi consapevolmente rifiuta di adorare Dio, Uno e Trino e seguirne le leggi. Sulla salvezza extra (realmente e consapevolmente o senza colpa) ecclesiam s'è già discusso abbastanza.

      Elimina
  10. La tragedia è di chi si professa cattolico di nome ma è Luterano di fatto...che pena!

    RispondiElimina
  11. Sopra a tutti, laici, preti frati e suore.. ed anche al Santo Padre, c'è la Verità assoluta, Gesù Cristo nostro Dio e le Sue chiarissime parole obbligano tutti noi a stare con o con Lui, Dio nostro, o contro di Lui....per la "via larga.." :
    I castighi che ci manda ogni giorno per correggerci nella nostra superbia -ormai atropolatria manifesta ma cocciuta...- non li riconosciamo neanche più.. ed il sangue dei martiri e le atroci sofferenze dei cristiani poco lontani...pare versato inutilmente... -ma stiano tranquilli quelli che parlano a vanvera di "fratelli" nella fede dell'unico Dio... che la dovremo pagare tutti a causa della nostra cecità. Preghiamo almeno per loro, oltre naturalmente che per il Santo Padre che ha l'obbligo di confermarci nel Catechismo.
    Mi si consenta : che cosa centrava il parlare di omosessuali in un Sinodo cristiano riguardante la famiglia ?? !!!!! . Per fortuna che qualcuno ha ancora un poco di Fede -e di raziocinio..- .
    grazie per l'ospitalità.

    RispondiElimina
  12. Purtroppo si nota un ritorno al "complesso di don Chichì", il pretino pretenzioso-progresista di "Don Camillo e i giovani d'oggi".

    RispondiElimina
  13. Radici ideologiche del veleno sinodale : su Disputationes theologicae mons Gherardini , illustre teologo decano della Lateranense stronca la cristologia di mons Bruno Forte , lo sfratto della Rivelazione ad essa sottinteso , pur nella felpatezza del suo dire ( che lo rende ancor più pericoloso ) Non esita a parlare , a ragion veduta e non a cuor leggero , com'è nel suo stile (tanto diverso da quello dei superficiali cialtroni che imperversano )di eresia . Da leggere con un po' di attenzione , cari Nuovo (in realtà vecchio )e simili , se non avete paura della verità , se avete il coraggio di uscire dal vostro arroccamento nella ideologia , se accettate di tornare "bambini " e non fossili .Dopo la lettura se ne potrebbe discutere .Ricordo che la teologia di mons Forte ha un peso particolare per i suoi numerosi incarichi istituzionali , la risonanza mediatica ed editoriale , e , non ultimo , il suo ruolo importante al recente sinodo

    RispondiElimina
  14. Il papa amico di Kasper e Forte distruttori del matrimonio cattolico che fa per i cristiani bruciati vivi ? I soldi li regala solo al museo di auschiwitz. Non ho ancora udito una parola! Com'è che non scaglia le sue argentinate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le sue argentinate le scaglia soltanto contro,per esempio,i Francescani dell'Immacolata che sono considerati dei retrogradi.
      Tuttavia qui nasce la contraddizione insanabile di Bergoglio.
      Se i percorsi di Salvezza sono tutti indifferenziati, grazie alla Misericordia immensa di Gesù ,perché si deve usare violenza contro chi ancora crede nella Penitenza?
      Se quanto afferma Bergoglio è vero e viene da Dio perché usare metodi da inquisizione.
      Ci è stato insegnato di bussare e ci verrà aperto ,ma allora perché entrare con violenza quando il messaggio di Cristo dovrebbe aprire tutte le porte?
      La domanda sorge spontanea: "E' messaggero e testimone della Parola di Cristo il suo Vicario sulla terra?"

      Elimina
  15. Ultime notizie,è ufficiale:il Card.Burke è stato misericordiosamente cacciato dalla Segnatura Apostolica.Al suo posto,Mons.Mamberti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vergognoso!

      Elimina
    2. E che sarà mai...

      Elimina
    3. Burke deve prendersela con quei reazionari ultraconservatori che lo hanno eletto a loro paladino, tra un offesa e l'altra a Papa Francesco. Perchè non ha preso le distanze da questa gente?
      http://vaticaninsider.lastampa.it/vaticano/dettaglio-articolo/articolo/burke-sinodo-37381/

      Elimina
    4. Vergognoso bis.

      Elimina
  16. Burke è un cardinale che dice, con tutto il rispetto del caso, quello che pensa secondo quanto ha sempre insegnato la S. Chiesa. Non è un ambizioso carrierista, in caso contrario avrebbe assecondato il vento ed avrebb'avuto onori e cariche.
    Chi si aspetta da lui parole di rimpianto e critica al di fuori dell'ambito della fede verrà deluso.
    Grande canonista, per la Segnatura è una grave perdita.
    Tempo al tempo.

    RispondiElimina
  17. Certo , gent Nuovo , che attribuisce a Francesco I uno strano concetto di giustizia (non parliamo poi di misericordia ) : punire qualcuno per colpe altrui ( i biechi reazionari che hanno visto in lui un paladino della sana dottrina ) Mah...proprio strano... Io invece penso che Burke stia antipatico al Papa perchè è cattolico rispettoso ma con la schiena dritta

    RispondiElimina
  18. Ma la misericordia dove e' finita ????

    RispondiElimina
  19. ECCO COME TUTTO STA PER COMINCIARE!!!
    Messaggio di Nostra Signora di Anguera n°4055

    04/11/2014

    Amati figli, arriverà il tempo in cui i difensori della verità sperimenteranno pesante croce, perchè saranno trattati come nemici. Soffro per quello che viene per voi. Piegate le vostre ginocchia in orazione. Restate fermi sul cammino che vi ho indicato lungo il corso di questi anni. Amate sempre la verità e non vi allontanate dalla vera dottrina. Chi sta con il Signore vincerà. Coraggio. Io vi amo a sono al vostro fianco, anche se non Mi vedete. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso riunirvi quì ancora una volta. Io vi benedico, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Restate in pace

    RispondiElimina
  20. E chi ha dichiarato credibili se non di carattere soprannaturale queste apparizioni e questi messaggi? S'è pronunciata la Chiesa locale almeno?
    E poi questi ringraziamenti della Madonna a chi si riunisce son identici a quelli di Medjugorie. E di presunte apparizioni ce ne sono a bizzeffe.

    RispondiElimina
  21. RECENTEMENTE CI E' ANDATO IN VISITA DON LEONARDO MARIA POMPEI LEGGI UN PO.......
    http://dominameaetmatermea.blogspot.it/2014/09/le-apparizioni-mariane-di-anguera.html
    MA POI CI SONO MESSAGGI
    09-12-08:" ... arrivera' il giorno in cui sul trono di Pietro sara' seduto colui che cambiera' per sempre gli orientamenti della Chiesa"
    23-12-08:"... arrivera' il giorno in cui ci saranno due troni ma solo su di uno siedera' il vero successore di Pietro. Sara' questo il tempo per la grande confusione spirituale per la Chiesa"
    17-04-09:" cari figli un re orgoglioso dividera' la Chiesa. i suoi ordini saranno obbediti e cio' che e' prezioso verra' rigettato. Si prepara la grande confusione spirituale.
    29-06-09:"... il trono di Pietro sara' scosso. Un successore di Pietro ( Benedetto???) vedra' la distruzione della sua casa e gli uomini di fede si lamenteranno"
    18-09-09:"... pregate per la Chiesa molti consacrati saranno contaminati.Sorgera' un uomo apparentemente buono pieno di virtu' ma in verita' sara' un inviato del demonio. Ingannera' molti con la sua dottrina ma incontrera' una grande barriera nella forza e nella fedeltà' dei Miei fedeli"
    06-02-10:".. arrivera' il giorno in cui sorgera' un uomo apparentemente buonoe giusto. ingannera' molti perché realizzera' gandi prodigi. Verra' dall'emisfero sud e molti lo considereranno un salvatore. State attenti a non essere ingannati"
    07-12-10:"... verranno giorni difficili per gli uomini e le donne di fede.Un successore di Pietro(?) portera' una croce pesante e vedra' la morte di molti consacrati.Molti si rivolteranno contro il successore di Pietro e ci sara' una grande crisi di fede"
    23-03-13:"... cari figli il futuro sara' segnatoi da un grave conflitto fra la vera e la falsa chiesa.La Chiesa del Mio Gesu' portera' croce pesante. Una sofferenza mai sperimentata prima.Dopo tutta la tribolazione per gli uomini e le donne di fede verra' la vittoria di Dio"
    02-04-13:"...molti che sono ferventi nella fede diventeranno indifferenti. saranno prese decisioni e ci sara' una grande rivolta. Verranno giorni difficili per la Chiesa del Mio Gesu"
    31-03-13:"...una guerra sorgera' e i soldati avranno la tonaca"
    20-04-13:"arrivera' il giorno in cui molte verita' saranno messe da parte. Gli uomini abbracceranno false ideologie e andranno ciechi spiritualmente"
    24-06-13:"...il futuro della chiesa sara' segnato da una grande divisione e una triste dittatura religiosa"
    21-08-13:"...cari figli la chiesa del Mio Gesu' portera' croce pesante e il cammino del calvario sara' doloroso. Gli uomini e le donne di fede saranno giudicati e condannati. Si sentiranno grida di aiuto e un successore di Pietro(?) berra' il calice amaro della sofferenza"
    21-11-13:"... verranno prese delle decisioni e la fede di molti verra' scossa. Il disprezzo per il sacro si diffondera' nel mondo e molti consacrati porteranno croce pesante. La Chiesa del Mio Gesu' perdera' molto"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E con ciò? Chi è mai questo don Pompei? Da qual mai cattedra s'erge a maestro in rivelazioni private? Cerchiamo d'esser seri.
      Sino a che la Chiesa non si sarà pronunciata, tutte queste son parole al vento. E ricordiamoci che non son verità di fede persino le apparizioni e le rivelazioni private riconosciute dalla stessa Chiesa.

      Elimina
    2. Intanto lei, caro prof, ancora non ha dato risposta circa la sua asserzione di 'purgatorio temporaneo'!......

      Elimina
    3. Scusi, "Chiesa Purgante temporanea"...

      Elimina
    4. Vedo solo ora questa tua domanda e sono andato a guardar sopra ed ho visto il tuo commento delle 8 e qualcosa. Vedi, io non sto tutto il giorno senza far niente. E quindi sfoglio il blog nei tempi morti. Oggi, forse, ci sono stato un po' di più per motivi che interessano solo me, ma non avevo notato le tue meravigliate quanto stupide esclamazioni con le quali vuoi dimostrar d'avermi preso in castagna, e invece fai una domanda che non si sa qual senso abbia. E quindi è difficile rispondere. La preparazione si vede anche dalla precisione con cui si pongono le domande.
      Non ti va a genio la definizione di Chiesa purgante? o l'aggettivo temporanea?
      Dovrei scrivere un articolo intero.
      Dunque la "Chiesa purgante" sappiamo esser il complesso delle anime che nel Purgatorio ("status et locus" si diceva un tempo, ora si preferisce usare soltanto "status": ma lascio il problema ai dibattiti dei teologi) scontano la pena che meritano per i peccati veniali non perdonati o quella per i peccati già rimessi in terra. La pena è del danno e del senso. Bene, il Purgatorio è una condizione (ed un luogo secondo la teologia tradizionale) transitorio, temporaneo. E su questo non ci piove. Dunque la Chiesa purgante è transitoria, temporanea. Se poi ti dà fastidio l'aggettivo temporaneo, usa il transitorio ché il concetto è sempre il medesimo: avrà fine.
      Ovviamente quando si parla di tempo (temporaneo) si usano categorie umane. "Spero di non restar molto in Purgatorio", ad es. ed in passato quando si parlava di indulgenze parziali si specificava anche la durata (10 giorni, un anno ecc.). Questa durata era indicata non per stabilire il tempo effettivo che nell'aldilà non esiste, ma per far comprender meglio alle dure cervici la sofferenza che nel Purgatorio per intensità è uguale a quella d'un dolore terreno da scontare in un numero di giorni o di anni, ma che nel Purgatorio può esser un fiat.
      Appurato, allora, che la Chiesa purgante ha termine. Quando? Lo decide Dio. Certo nel giorno del Giudizio universale anche la Chiesa purgante sparisce e resta la Chiesa Trionfante (e l'inferno). Ma, sempre usando categorie umane, quando ci sarà il Giudizio universale? Quanto durerà? Forse tu lo sai, io no. Certamente, sparite tutte le cose di questo mondo spariscono anche gli uomini. Nel giorno o nei giorni in cui cose e uomini scompariranno,le anime in piena grazia andranno direttamente in Paradiso, quelle di cui ho detto sopra non ancora purificate, avranno la possibilità di purificarsi secondo i piani di Nostro Signore(ed ecco che resta magari anche per un attimo in misura terrena la Chiesa purgante. Ma forse tu hai il filo diretto con Lui e saprai spiegare i misteri che neppure i Serafini, neppure Maria possono sondare nell'abisso della mente divina.

      Elimina
    5. Mi spiace, ma lei è presuntuoso, eretico e anche un pochino maleducato. Intanto don Pompei è un sacerdote serio, che poi venga citato, lui non ha colpa.....ma lei si permette di beffarsi di un sacerdote! Quanti poi alla questione della Chiesa Purgante; è certezza dottrinale cattolica che dopo il giorno del Giudizio Universale questa cesserà di essere Lei invece va dietro a teorie di sua presuntosa elucubrazione. Peccato, avevo di lei un ottimo concetto, ma mi sbagliavo. Credevo fosse un vero Cattolico e invece si sta rivelando uno di quei laici maturi che si illudono di saperne persino più dello Spirito Santo. Che lei ora risponda o non risponda a me proprio non interessa....qualsiasi sia la sua reazione. Lei non è stato preso "in castagna", non pretendevo questo, non sono superbo come lei, soltanto abbiamo capito quanto sia attendibile il suo cattolicesimo. Con carità.

      Elimina
    6. A me sembra che tu non capisca neppure quel che leggi. Io ho detto che solo Dio sa quando finirà il mondo, come purificherà le eventuali anime morte l'ultimo giorno in istato di non perfetta grazia ecc. Quindi io non dico niente di mio.
      Inoltre ho anche scritto in modo inequivocabile: "Certo nel giorno del Giudizio universale anche la Chiesa purgante sparisce". E allora che vuoi? T i rendi conto che sei ridicolo?
      E' questa l'eresia? E' eresia lasciare a Dio e non a te le decisioni finali?
      Quanto al sacerdote Pompei io non mi beffo di lui, semmai ho voluto sottolineare la tua improntitudine di farne una cattedra che approva le presunte apparizioni con relativi messaggi, compito ch'è della Chiesa.

      Elimina
    7. E tu non sai scrivere. Fa leggere a qualcuno quel che hai scritto e fattelo spiegare. Insulso presuntuoso. E abbi rispetto dei sacerdoti visto che più sotto dimostri di essere anche blasfemo. Certo che eccelli per virtù d'umiltà.

      Elimina
    8. Intanto impara a scrivere in italiano. Si scrive "fa' ".
      Sei tu un fanatico esaltato ed attribuisci ad altri le tue stupidaggini.

      Elimina
  22. La realtà della Chiesa cattolica è proprio quella descritta da don Pompei, oggi Bergoglio dopo aver licenziato Burke ha nominato Pablo d'Ors prete eretico madrileno membro del pontificio Consiglio per la cultura, si del diavolo.

    RispondiElimina
  23. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  24. Risposte
    1. Il suo luciferino sarcasmo non le appare un tantino blasfemo? Lei che è tanto corretto e sempre così ben inamidato!?

      Elimina
    2. Mi sopravvaluti. E non capisci che fai un cattivo servizio a don Pompei coi tuoi vaneggiamenti isterici.

      Elimina
  25. è più facile imitare lo stolto che il saggio! vale la pena ricordare che le chiese (anglicani, luterani) che hanno aperto ai matrimoni pederasti e ad altre nefandezze simili sono tutte in via di disfacimento. l'episcopato tedesco vedendo cosa sta accadendo ai loro vicini luterani dovrebbe essere in prima linea contro sodoma e gomorra invece si fa promotore di simili abomini. quanta confusione nella barca di Pietro!

    RispondiElimina
  26. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  27. Commenti come questi non solo sono inutili, ma dannosi. prega piuttosto che Iddio assista il Papa.

    RispondiElimina
  28. Dante Pastorelli il 7 Novembre 2014, alle ore 21.00 ha scritto: " Quando tutte le "cose" AVRAN FINE, avrà fine la Chiesa militante, ma RESTERANNO LA CHIESA PURGANTE-TEMPORANEA- e, eterna la Chiesa trionfante".

    RispondiElimina
  29. Quanti poi alla questione della Chiesa Purgante; è certezza dottrinale cattolica che dopo il giorno del Giudizio Universale questa cesserà di essere
    ----------------
    Dopo il giorno del Giudizio Universale? Nel giorno del Giudizio Universale ci saranno solo gli eletti e i maledetti. Per questo ho scritto: "Certo nel giorno del Giudizio universale anche la Chiesa purgante sparisce" ".
    Va' fanciullo, all'asilo. E forse riprendendo dalla scuola materna imparerai a leggere e scrivere.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.