mercoledì 2 ottobre 2013

Novus Horror Missae all'Oktober Fest


Messa all'Oktober Fest

fonte: Nocristianofobia

16 commenti:

  1. Già che c'erano, invece del calice un bel boccalone di bionda...

    RispondiElimina
  2. Mi hai tolto le parole di bocca!! :-)

    RispondiElimina
  3. Tutto sommato ci sono le candele, mancano le soubrette, e portano anche l'abito.
    In definitiva, rispetto alle celebrazioni domenicali nella periferia romana, questa mi sembra abbastanza decorosa.

    RispondiElimina
  4. Voglio dire, passi per la foto del bevitore, ma da noi ho visto gigantografie di Totti e Sailormoon.
    Parliamone.

    RispondiElimina
  5. Chi è il signore nella foto?

    RispondiElimina
  6. Ovviamente la foto è testimone di abusi abominevoli... Tuttavia si potrebbe evitare di fare disinformazione, copiando immagini da internet senza fare una ricerca (nel mio caso durata 5 minuti e con l'ausilio della conoscenza del tedesco).

    L'Oktoberfest non ha nulla (a parte la birra) a che fare con l'immagine.

    http://www.ipa-pressagency.com/gottesdienst-fotos.html (2a immagine)

    L'immagine ha più di un anno...

    Durante la Frühlingfest (festa della primavera, ad aprile) c'è stata una messa in memoria del giostraio/baracconista/showman (il tipo nella foto davanti all'altare) Heinz Schöniger, il quale era passato a miglior vita l'anno precedente.

    http://www.merkur-online.de/lokales/weilheim/weilheim/volksfestwirt-heinz-schoeniger-1377879.html

    Nella stessa messa due bambini hanno fatto la prima comunione.

    Celebrante tale P. Paul Schäfersküpper, OP, che si dedica da un po' di tempo (ricercando su internet, al 2012 da sette anni) alla pastorale dei giostrai/baracconisti/showman. Sembrerebbe che durante la Frühlingfest sia diventata una "tradizione" celebrare sempre una messa per i goistrai/showman che (parole sue) non hanno tempo di andare in chiesa.

    Saluti dalla germania, e viva la Birra Tedesca, che è davvero buona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Redazione dovrebbe essere più attenta. Già i tradizionalisti stanno messi male, ridicolizzarli poi è mancanza di carità.

      Elimina
    2. Mancava il pistolotto stantio del solito nuovo ormai vecchissimo! Pensi a quanto sta messo male lui, ridotto a trollare sui blog poter darsi le sue arie!
      Patetico, sempre pronto a vomitare su tutti, ma mai che prenda le difese di Nostro Signore quando viene calpestato od offeso.
      Fa solo ridere i polli, e anche la redazione che continua a dargli spazio.

      Elimina
  7. Scusate, siate un po' più espliciti... In cosa consiste l' "orrore"? Altare con broccato, paramenti non certo eccelsi, ma nemmeno inaccettabili, candele vere e non finte, coro, crocefisso non al centro ma almeno presente... E' vero, la foto sta proprio male e dà fastidio, ma da qui a parlare di orrore (soprattutto quando di orrori ne abbiamo visti e ne vediamo ancora molti) mi sembra sia infondato, sia controproducente. Finché questo sarà l'atteggiamento dei tradizionalisti, meriteremo di essere schiacciati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In fondo, quasi quasi ha ragione.
      Ormai l'abominio della desolazione è una realtà talmente ordinaria che ha assuefatto la totalità delle "assemblee" all'idea che non vi sia limite al peggio (essendo per altro il peggio non più percepito come tale), ha di fatto pervertito la pietà eucaristica di chi dovrebbe sentirsi urtato dal triste teatrino inscenato all'altare del Sacrificio della Messa..
      Invece, al massimo.. "dà fastidio", si .......però... sono di nuovo i "tradizionalisti" ad esser cattivi perchè parlano di "orrore", quando invece si tratta tutt'al più di una foto-Messa-male.
      Chiaro: per dire "orrore", ormai, si deve attendere Bagnasco ai funerali del prossimo don Gallo.
      Anzi, no: anche là, c'è chi ha avuto il coraggio di richiamare tutti al rispetto e al silenzio (....!), chi la sfrontatezza di prendersela con "i tradizionalisti"..e addirittura chi ha pensato bene di sanzionare quell'unico sacerdote che "ha osato" alzare la voce contro lo scempio dell'anno (vedi don Levi di Gualdo)..

      Elimina
    2. Concordo in pieno. Che problema c'è in una cerimonia finto cattolica di matrice protestante concelebrata sotto un tendone su di un tavolino da pizzeria con un bel microfono proprio dove dovrebbe esserci la croce? Niente! E che diamine! C'è pure il broccato e il coro! Che lagna questi "tradizionalisti", tutta colpa loro!

      Elimina
  8. E' vero, si tratta di una bestialità.
    Però, come unica attenuante, va detto che la Oktoberfest o festa dei prati, rappresenta una componente identitaria bavarese persino esasperata. Ed il cattolicesimo ne è, almeno in teoria, grossa fetta.

    RispondiElimina
  9. Che tristezza.!!!!
    Vince

    RispondiElimina
  10. Purtroppo in Italia ce ne sono anche di molto peggiori,che dire....a' da passà a' nuttata,se poi P M diventerà quello che si rumoreggia,ne vedremo delle belle....

    RispondiElimina
  11. Basta con le esagerazioni, nella celebrazione non c'è nulla di irrispettoso o eccessivo, ci sono perfino i membri del coro vestiti in modo molto formale! Mi aveva stupito la foto, ma la spiegazione di chi si tratti dovrebbe far cadere ogni scandalismo!
    Antonio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello vedere che per un cattolico (?) una "messa" nuova non sia uno scandalo di per sé. Cosa si deve fare per scandalizzarsi, visto che per alcuni andava bene anche quello che tirava m**da sulla faccia di Gesù?

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.