lunedì 24 giugno 2013

Scisma latente della Chiesa tedesca?



Ci scrive un amico dalla Germania che è addentro alle "segrete cose" della Chiesa di area tedesca. 
Con crudo verismo ci informa che essa sta vivendo un latente scisma. Se esso non avviene ufficialmente è soltanto per la pigrizia dei ribelli e per il concordato (di Hitler del 1935) ancora in vigore sia in Germania sia anche in Austria che garantisce ricchi introiti di denaro. Che verrebbero a mancare ai ribelli scismatici. 
Così la Chiesa (cattolica?) si porta avanti sul minimo consenso possibile, quel minimo che evita l'esodo di massa di preti, dipendenti e "credenti". I vescovi seguono perciò questa linea evitando ogni gesto e ogni parola che potrebbe fare esplodere tutto. Una situazione in ogni caso deplorevole e poco propensa a portare frutti e far ravvivare una Chiesa forte e vitale com'era ancora negli anni 50.
Il nostro "corrispondente" (ci piace chiamarlo così e che ringraziamo) ci invia una foto che mostra un parroco di Monaco di Baviera benedicente i ragazzi che hanno appena avuto la prima comunione: con la spada di Star Wars (Guerre stellari). Forse per far credere a i ragazzi di essere cavalieri Jedi (e non seguaci di Nostro Signore Gesù Cristo).
 Il prete della foto fa parte della "parrocchiale" 
che raggruppa le parrocchie di St. Stephan a Putzbrunn, St. Ulrich a Gasbrunn, St. Magdalena a Ottobrunn e St. Stephanus a Hohenbrunn (in Germania non si parla più di "parrocchie" ma di "parrocchiali.") e l'idea della spada lasera è stata del assistente pastorale Nicolas Gkotses (laico). Ovviamente i i giornali hanno scritto che i parrocchiani sono stati entusiasti visto che i loro figli erano fan di Star Wars...
 In realtà, purtroppo, in occasione dei sacramenti più "festaioli", le chiese sono affollate non di parrocchiani ma di "credenti" che di solito in chiesa non vanno mai ci vanno per i figli, ma dopo né loro né i figli si fanno rivedere.
In ogni caso, anche il parroco don Christoph Nobs era entusiasta, come si vede nella foto.
In poche parole la chiesa/circo fa spettacolo e ridere. 
In tutti sensi.

13 commenti:

  1. al rogo anche questo

    RispondiElimina
  2. Questi preti hanno capito che usando i sacramenti allo scopo di far divertire la gente riescono comodamente a sbarcare il lunario senza lavorare. Non si preoccupano di commettere sacrilegio, perche' evidentemente non credono piu' alla presenza reale. Felice

    RispondiElimina
  3. Che tristezza...che ricordo avranno questi fanciulli della loro prima comunione? Un gioco? Uno scherzo? ... Ma dove stiamo andando? Fino a dove si spingerà la stupidità umana?

    RispondiElimina
  4. Certe cose non solo discutibili, di cattivo gusto ma sono anche contro la liturgia, ma..... ma.... certe ostentazioni di code episcopali e cardinalizie, cappe di ermellino maculato, cappelli tondi (Saturni) arricchiti di cordicelle e , guanti gemmati, scarpette di raso e 'similiora' che sono???? E non parlatemi di 'Santa Tradizione' che è tutt'altra cosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cento volte meglio un sacerdote vero in talare e saturno che un ciarlatano di cinecittà
      travestito da supereroe dei fumetti con lo spadone luminoso di plastica.

      Ogni singolo elemento del vestiario liturgico e sacerdotale ha sempre avuto un suo significato simbolico preciso e tradizionale che ovviamente sfugge nella in misura direttamente proporzionale
      all'ignoranza dell'osservatore modernista.

      La sontuosità e lo splendore degli antichi paramenti liturgici e sacerdotali è ed è sempre stata
      elemento simbolico assai adeguato perchè orientato a rendere culto a Dio e a preservare la dignità dello stesso e di colui che officia.

      La moda pauperista e sciatta inaugurata dal vaticansecondismo militante che ha spogliato
      i sacerdoti di pianete e talari e li ha vestiti di stracci da cantiere o di pezze sintetiche da scenografia
      non è finalizzata ad altro se non che alla protestantizzazione del rito cattolico e della figura sacerdotale che lo amministra.

      Queste cialtronate da crucchi lo dimostrano chiaramente e l'ignoranza (spero) o la cattiva fede (temo) di chi paragona una cappa di ermellino ad una spada luminosa di plastica è ulteriormente emblematica.

      Bertoldo

      Elimina
    2. Ben detto Bertoldo, meglio di cosi' non si poteva spiegare!

      Gli abiti ed i paramenti in uso alla Chiesa davano dignita' al Rito ed alle persone consacrate. Ora le Messe si dicono in maniche di camicia (da notte) ed i preti vestono peggio dei campanari.

      Ricordo per l'ennesima volta che San Francesco voleva la Santa Messa con i Vasi Sacri in oro, non le squallidissime ciotoline per cani che oggigiorno fanno tanto pauperismo.

      Elimina
    3. Le parole scipite e muffe dell'anonimo delle 19.57 fanno cadere le braccia!
      Accostare scempiaggini circensi blasfeme con gli abiti ecclesiastici MAI PROIBITI da S. Madre Chiesa è ridicolo e borioso. Piuttosto che chiamare col proprio nome (bestemmia e profanazione) queste trovate ciarlatane, meglio scagliarsi contro ciò che la Chiesa ha sempre fatto ed insegnato. Chissà se costui è uno che tra una tarantella ed una sghitarrata plaude alla comunione data ai pubblici peccatori?

      Elimina
  5. Luciano Rambaldi25 giugno 2013 00:19

    Non e' una questione economica perche' in Germania paghi delle trattenute, cospicue, sulla busta paga per il culto che dichiari di seguire...la chiesa cattolica tedesca e' molto rigida su questo aspetto (sarebbe interessante sapere, se qualcuno mi puo' informare, quanto sia lecito cio') paventando, almeno tempo fa, la scomunica per i "furbi" che, allo scopo di evitare le trattenute non si dichiarassero cattolici pur continuando a frequentare i sacramenti.

    RispondiElimina
  6. Sempre peggio.
    Non mi meraviglio che dopo svariati decenni sia nuovamente la Germania il luogo della nascita di una dittatura (stavolta del relativismo, e quindi anche del sincretismo) che tornerà a distruggere l'Europa.
    Prepariamoci a parare i colpi e alla ricostruzione post.

    RispondiElimina
  7. La chiesa/circo fa piangere, non ridere!!!
    Tommaso Pellegrino - Torino

    RispondiElimina
  8. Infinita tristezza e stupore nel vedere questa foto!
    A proposito di scisma latente in terra di Germania, so di una coppia di divorziati e risposati che ha ricevuto una "benedizione" di questa seconda unione da parte di un prete cattolico (una cerimonia in tutto simile al matrimonio, tranne che nel nome). Vorrei sapere se si tratta di casi frequenti o casi isolati, grazie.

    RispondiElimina
  9. ...Come mai nessun commento a proposito del dichiarato scisma/eresia dei lefebrviani? (cf. http://blog.messainlatino.it/2013/06/econe-festa-della-madonna-del-perpetuo.html)
    Dobbiamo mettere "al rogo" anche loro ora?

    RispondiElimina
  10. Forse perchè mentrre la condanna deio lefebvriani è chaira o cumunque oggetto di discussione, questi signori non hanno ricevuto alcun richiamo e continuano a fare danni.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.