sabato 23 febbraio 2013

Libro di don Spataro s.d.b. e del dott. Nigro sul latino nel diritto e nella Tradizione Liturgica della Chiesa



A seguito del convegno sul Latino nel Diritto e nella Tradizione Liturgica della Chiesa, tenutosi a Pavia lo scorso 23 gennaio 2012 (di cui avevamo dato un sintetico resoconto qui) viene ora presentato il libro. 

ANNO  DELLA  FEDE
ISTITUTO SALESIANO “ DON BOSCO”

viale Virgilio 97  TARANTO

Venerdì   1 Marzo 2013 ore 17,30 :

Presentazione del Libro  “ La danza vuota intorno al Vitello d'oro”

Incontro di Studio: Il Latino nel diritto e nella Tradizione Liturgica della Chiesa

PARTECIPANO

Prof. d.  ROBERTO SPATARO s.d.b., segretario del Pontificium Institutum Altioris Latinitatis  e segretario della Pontificia Academia Latinitatis  Roma

Dott. DANIELE NIGRO, autore de “I diritti di Dio. La liturgia dopo il Vaticano II “ Sugarco, Milano 2012



Conclusioni del Prof. d. Nicola Bux, della Facoltà Teologica Pugliese
Saluti: d. Cristiano Ciferri, direttore dell'Istituto Salesiano – Taranto
Introduce: Avv. Cosimo D'Elia, Gruppo Summorum Pontificum - Taranto



SABATO 2 MARZO 2013 ore 18,00

SANTA MESSA -  VETUS ORDO  presso la Cappella dell'Istituto Salesiano

Celebrata da don Roberto Spataro


 “ciò che è stato per le generazioni anteriori sacro, anche per noi resta sacro e grande e non può essere improvvisamente del tutto proibito o, addirittura, giudicato dannoso “ 
 (Benedetto XVI: lettera ai Vescovi di tutto il mondo per presentare il MOTU PROPRIO sull'uso della liturgia anteriore alla riforma del 1970)

 R. L. BURKE, N. BUX, R. COPPOLA, La danza Vuota intorno al vitello d'oro - Liturgie secolarizzate e diritto, ed. Lindau 2013

8 commenti:

  1. Il libro è sicuramente molto interessante. Ringrazio la Redazione di Mil per la segnalazione!

    RispondiElimina
  2. "Il Latino nel diritto e nella Tradizione Liturgica della Chiesa" è il tema dell'incontro di studio.
    Il libro che sarà presentato sarà invece: “ La danza vuota intorno al Vitello d'oro” del card. Burke con altri autori.
    Cordialità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la precisazione

      Elimina
  3. E' davvero strano che vi interessino solo ed escusivamente le iniziative in materia di fede solo che parlino di Latino, trascurando le molteplici iniziative della chiesa ancor piu' interessanti di questo argomento, se non addirittura parlandone male, vedi il pellegrinaghio in Terra Santa disprezzato perche' nella locandina era stampata l'immagine della moschea.
    Davvero strano. Un vero peccato.
    Cordialmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In moschea vai pure tu, io preferisco andare in Chiesa.

      Elimina
    2. Forse hai dei problemi di fraintendimento.
      Dovresti farti curare.
      E' una malattia che si puo' curare.
      Magari ti basterebbe partecipare ad un evento del genere per renderti conto che delle sciocchezze che la tua mente e' in grado di partorire.
      L'esperienza vale piu' di mille parole che non saresti mai in grado di comprendere, visti i precedenti.

      Elimina
    3. Anonimo 13:04, perchè dovrebbe farsi curare un cattolico che dice che preferisce andare in chiesa invece che in una moschea?

      Elimina
    4. Perche' si ferma alle apparenze.
      La sostanza e'il pellegrinaggio in Terra Santa, e in quella moschea non mettera' mai piede, se non per curiosita', ammesso che lo facciano entrare.
      Mi sbagliero', ma credo che anche tu, vista la domanda, sei uno che GIUDICA le apparenze in sfrgio alla sostanza.
      Spero comunque di sbagliarmi.

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.