venerdì 21 ottobre 2011

Criticare il Papa: c'è posto per tutti. Ora tocca ad Aldo Maria Valli

Non riuscirò di stupirmi e di amareggiarmi abbastanza per l’evidente mancanza di fiducia che viene palesemente dimostrata in diversi circoli cattolici nei confronti del Papa Benedetto XVI e dei Suoi diretti collaboratori. Aldo Maria Valli ( Giornalista, Vaticanista di RAI1), nel sito http://www.vinonuovo.it/index.php?l=it&art=598 , ha pubblicato un articolo contro la " pedana mobile " usata dal Papa domenica scorsa per la Santa Messa nella Basilica Vaticana per il Primo Incontro Internazionale dei nuovi Evangelizzatori. Ammesso e non concesso che la "pedana mobile" possa risultare orrenda, soprattutto perchè ci riporta alla memoria la dolorosa Via Crucis del Beato Giovanni Paolo II, resta palese lo sconsiderato attacco "ideologico" verso quell'umile, ma efficace, mezzo di trasporto che evita ad un Anziano di 84 anni di percorrere, non senza il rischio di essere aggredito, dei lunghi percorsi processionali.
Nella situazione attuale io preferisco la pedana mobile perchè ritengo assai più problematico l’uso della sedia gestatoria : questa mia tesi ha ricevuto conferma da alcuni professionisti addetti alla difesa di personaggi pubblici.
Inaccettabile il commento : “Ha il gusto di un ritorno al papa re, al sovrano che domina sulla folla e che si distacca dal resto dell'umanità”. Un mio amico che ha la mamma di 82 anni, grazie a Dio in buona salute, per evitarle inutili affaticamenti la trasporta in una sedia a rotelle per poi farla poi alzare perfettamente riposata.
Perché tutto quello che è “normale” per qualsiasi essere umano viene considerato negativamente per l’amatissimo Papa ? Oremus pro Pontifice nostro Benedicto .
Andrea Carradori

Due parole sulla pedana mobile
di Aldo Maria Valli 20 ottobre 2011
Perché non dire semplicemente che il Papa fa fatica a camminare? Altrimenti vuole dire che si torna a qualcosa di molto simile alla sedia gestatoria

" Due parole sull'uso della pedana mobile (il "carrelletto", come lo chiama una mia amica romana) da parte di Benedetto XVI domenica scorsa.
Perché questa scelta? Il papa, ha detto il portavoce padre Lombardi, sta bene e non ha problemi nel camminare, vogliamo soltanto evitargli alcune fatiche.
Ma, domando, se davvero sta bene, come può essere per lui un compito improbo coprire pochi metri all'inizio e alla fine di una celebrazione? Se si è deciso di usare la pedana mobile vuol dire che il papa non sta proprio bene. Ma allora perché non dire semplicemente che il papa fa fatica a camminare? Perché trincerarsi sempre dietro questa ideologia del segreto che non fa altro che alimentare voci, creare sconcerto e diffondere interpretazioni distorte? Perché non ricorrere alla trasparenza?
In secondo luogo c'è un problema di contenuto. Il papa trasportato sulla pedana mobile e spinto dai sediari pontifici sembra una statua portata in giro per essere mostrata alla folla. C'è qualcosa di idolatrico, di papolatrico, in quell'uomo issato sul "carrelletto". Se quella di papa è davvero una funzione di servizio, perché smentirla così platealmente e proprio in occasione delle celebrazioni più solenni? Il pastore è uno che cammina alla testa e accanto al suo gregge. Il pastore non si fa trasportare su una lettiga, come un principe o un faraone. L'abolizione della sedia gestatoria ha un significato.
Se davvero, come dice il Vaticano, il papa sta bene, farlo trasportare da qualcuno è un gesto che stona e che ha una valenza profondamente anti-conciliare. Ha il gusto di un ritorno al papa re, al sovrano che domina sulla folla e che si distacca dal resto dell'umanità.
Si dirà: ma già Giovanni Paolo II usò la pedana mobile e nessuno disse niente. È vero, ma papa Wojtyla stava male, non riusciva più a camminare, e quel trasportarlo apparve a tutti un aiuto necessario per un pastore che, alla fine del suo mandato, non voleva comunque rinunciare a stare tra la gente. L'immagine di Wojtyla sulla pedana non aveva niente di papolatrico perché le condizioni fisiche di Giovanni Paolo II legittimavano l'uso di quello strumento.
Infine un dettaglio. A bordo della pedana Benedetto XVI ha comunque impugnato il pastorale. Mentre Giovanni Paolo II doveva farne a meno, perché era costretto a reggersi al corrimano, papa Ratzinger si è lasciato trasportare reggendosi con una mano e impiegando l'altra per impugnare il pastorale. Il che ha qualcosa di contraddittorio. Il pastorale è un bastone che si chiama così perché serve al pastore per aiutarsi a camminare. Ma se il pastore si fa trasportare, a che gli serve il pastorale?
Benedetto XVI sulla pedana mobile, spinto dai sediari, sembrava una statua, e le statue non camminano accanto alla gente. Le statue si fanno ammirare. Una statua che sta su un piedistallo può essere bellissima, ma è inevitabilmente lontana dalla gente.
Giovanni Paolo II, alla fine della sua vita, quando si lasciava trasportare era l'icona della sofferenza e al tempo stesso del coraggio. Benedetto XVI, sorridente e apparentemente integro, con tanto di pastorale in mano, assomiglia invece a una divinità pagana, alla quale occorre rendere omaggio.
Tanto varrebbe, a questo punto, ripristinare la sedia gestatoria, magari con il contorno di flabelli e guardie palatine in alta uniforme. Che ne pensate? " http://www.vinonuovo.it/index.php?l=it&art=598

214 commenti:

  1. "Se davvero, come dice il Vaticano, il papa sta bene, farlo trasportare da qualcuno è un gesto che stona e che ha una valenza profondamente anti-conciliare."

    Leggo quella frase e mi dico che mi posso fermare, già il tono è dato, ed è quello del solito( e conosciuto) ideologo spiritodelconcilioconforme, ma continuo e leggo:"papa Ratzinger si è lasciato trasportare reggendosi con una mano e impiegando l'altra per impugnare il pastorale. Il che ha qualcosa di contraddittorio. Il pastorale è un bastone che si chiama così perché serve al pastore per aiutarsi a camminare. Ma se il pastore si fa trasportare, a che gli serve il pastorale?" e qui mi dico che l`ideologia non contribuisce a rinforzare l`intelligenza delle persone, fossero anche vaticanisti, anzi li aiuta a scrivere anche "articoli"come quello del "Vino nuovo"(!?), articoli sui quali, se fossero solo " scemp*****ni",  si potrebbe anche sorvolare ed ignorare, ma in realtà talvolta, come questo di valli, rivelano non solo i pensieri ma i sentimenti di  chi li redige, e nelle righe scritte da Valli con le dita immerse nel vitriolo leggiamo non solo la sua solita zolfa ideologica ma, ed è ancor più grave, disprezzo e cattiveria. Lamentable.

    RispondiElimina
  2. <span>"Se davvero, come dice il Vaticano, il papa sta bene, farlo trasportare da qualcuno è un gesto che stona e che ha una valenza profondamente anti-conciliare."  
     
    Leggo quella frase e mi dico che mi posso fermare, già il tono è dato, ed è quello del solito( e conosciuto) ideologo spiritodelconcilioconforme, ma continuo e leggo:</span>
    <span>"papa Ratzinger si è lasciato trasportare reggendosi con una mano e impiegando l'altra per impugnare il pastorale. Il che ha qualcosa di contraddittorio. Il pastorale è un bastone che si chiama così perché serve al pastore per aiutarsi a camminare. Ma se il pastore si fa trasportare, a che gli serve il pastorale?" </span>
    <span>e qui mi dico che l`ideologia non contribuisce a rinforzare l`intelligenza delle persone, fossero </span><span>an</span><span>che vaticanisti, anzi li aiuta a scrivere "articoli" come quello del "Vino nuovo"(!?), articoli sui quali, se fossero solo "scemp*****ni",  si potrebbe anche sorvolare ed ignorare, ma in realtà talvolta rivelano non solo i pensieri ma i sentimenti di chi li redige, e nelle righe scritte da Valli con le dita immerse nel vitriolo leggiamo non solo la sua solita zolfa ideologica ma, ed è ancor più grave, disprezzo e cattiveria. Lamentable.</span>

    RispondiElimina
  3. <span><span>"Se davvero, come dice il Vaticano, il papa sta bene, farlo trasportare da qualcuno è un gesto che stona e che ha una valenza profondamente anti-conciliare."    
       
    Leggo quella frase e mi dico che mi posso fermare, già il tono è dato, ed è quello del solito( e conosciuto) ideologo spiritodelconcilioconforme, ma continuo e leggo:</span>  
    <span>"papa Ratzinger si è lasciato trasportare reggendosi con una mano e impiegando l'altra per impugnare il pastorale. Il che ha qualcosa di contraddittorio. Il pastorale è un bastone che si chiama così perché serve al pastore per aiutarsi a camminare. Ma se il pastore si fa trasportare, a che gli serve il pastorale?" </span> </span>
    <span> 
    <span>e qui mi dico che l`ideologia non contribuisce a rinforzare l`intelligenza delle persone, fossero </span><span>an</span><span>che vaticanisti, anzi li aiuta a scrivere "articoli" come quello del "Vino nuovo"(!?), articoli sui quali, se fossero solo "scemp*****ni",  si potrebbe anche sorvolare ed ignorare, ma in realtà talvolta rivelano non solo i pensieri ma i sentimenti di chi li redige, e nelle righe scritte da Valli con le dita immerse nel vitriolo leggiamo non solo la sua solita zolfa ideologica ma, ed è ancor più grave, disprezzo e cattiveria. </span></span>
    <span><span> Lamentable.</span></span>

    RispondiElimina
  4. >:o la mia risposta che ho postato nel loro sito e che è in attesa di "moderazione":


    Sono davvero senza parole, indignata (tanto va anche di moda esserlo) per la "caduta di stile" dell'autore dell'articolo, solitamente equilibrato e meno attivo sul "chiacchiericcio" e spiego il perchè:
    se il Papa non deve farsi portare da nessuno, sarebbe logico convincerlo persino a non usare la papamobile visto che "viene portato" facendo il giro della piazza perchè possa essere salutato da tutti... e occorre togliergli quelle "povere" guardie del corpo che lo seguono facendosi tutta la piazza a piedi... ma qui non si indigna Valli?
    Allora non facciamo gli ipocriti e non dipingiamo di idolatria o di papolatrico ciò che non lo è e dopo, soprattutto che voi stessi giornalisti, avete sguazzato in passato per dipingire il Predecessore come un ATLETA...

    Se disgraziatamente il Papa ritirasse fuori la sedia gestatoria come reagireste? che differenza c'è fra questa e la moderna papamobile inventata da Giovanni Paolo II ?Perchè non è affatto vero che è stata "abolita", essa è stata solo sostituita in tal senso dalla papamobile per il giro in piazza e come abbiamo visto per le uscite pastorali nelle varie Diocesi... e non sembra forse "una statua" dentro quella papamobile, pronto a sorridere per farsi catturare dalle migliaia di scatti fotografici?
    Perchè non diciamo: basta con le foto al Papa! non è un dio!! e a voi vaticanisti, che fate a gara e a turno per parlare del Papa nelle dirette e nel raccontate a josa di fatti, e proprio voi che subito allarmate, e persino improvvisate per raccontare se il Papa ha mangiato bene, se ha starnutito, quante volte ha sorriso o se ha accarezzato un bambino...

    Il Papa sta bene, ma santo Iddio ha anche 84 anni!! ed è strano che a voi giornalisti sia sfuggita la sua andatura  molto rallentata rispetto a cinque anni fa quando venne eletto... egli ha una mole di lavoro davvero impressionante, che male c'è se in alcuni tratti gli si risparmia la fatica di camminare?
    Può anche essere che abbia problemi alle gambe, vi cambia la vita il saperlo? a me no! Si prega per il Papa sempre, sia che sta bene, sia se sta male... se poi ciò che si vuole soddisfare sono i pruriti mediatici, la curiosità morbosa della salute del Papa o persino il desiderio di vederlo presto nell'altra vita, allora non si mascheri il tutto con le solite trite e ritrite allergie agli usi e costumi della Chiesa, parlandone come se in passato i Papi venissero idolatrati perchè usavano la sedia gestatoria...

    Non me ne voglia il dott. Valli per queste mie riflessioni, ma l'articolo è davvero deprimente...la leggo sempre volentieri, ma una caduta di stile così non la pensavo davvero e non ci volevo credere a chi mi ha segnalato l'articolo...

    E se il Papa avesse piacere di usare quella padana chi siamo noi per seminare il dubbio, l'allergia alla sedia gestatoria? un Papa deve essere ridotto come Giovanni Paolo II per poterla usare? Ma che stiamo scherzando?
    Siamo seri! Preghiamo per il Papa sia in salute, sia per gli acciacchi della sua età,e rallegriamoci che OGNI COSA ed ogni strumento possa essere usato per alleviare il peso del faticoso compito che porta sulle spalle...e sulle gambe...

    RispondiElimina
  5. Aggiungo...Valli ci domanda: "che ne pensate"? Ebbene signor Valli io penso che avrebbe potuto evitare di scrivere quel capolavoro o che, dopo averlo letto, grazie ad un sussulto della sua intelligenza e della sua coscienza, avrebbe dovuto gettarlo nel cestino, il solo luogo che quel pezzo merita.

    RispondiElimina
  6. Ormai tutti, ma proprio tutti, criticano Benedetto XVI. E certi tradizionalisti che scorazzano sul web, ahimè, non sono esclusi dal coro. Per me, la mole di critiche immeritate è un segno di quanto egli sia un profeta del nostro tempo.
    Se tutti, anzichè stare lì col ditino puntato, cominciassero a seguire le sue parole e il suo esempio la Chiesa cambierebbe in meglio.

    RispondiElimina
  7. In questo momento storico questo ill.mo giornalista ha evidenziato il vero problema della Chiesa di oggi: la pedana mobile! Meno male che c'è Valli che ci riporta con i piedi per terra.

    Si potrebbe fare un bel convegno, che ne pensate?

    RispondiElimina
  8. Veramente, Caterina, a me pare di averla letta una tua risposta, magari ne hai messa un altra. Ma una tua risposta l'avevo letta!

    RispondiElimina
  9. <span>Veramente, Caterina, a me pare di averla vista una tua risposta, magari ne hai messa un altra. Ma una tua risposta c'era!</span>

    RispondiElimina
  10. <span><span>Veramente, Caterina, a me pare di averla vista una tua risposta. Magari ne hai messa un altra, tuttavia una tua risposta c'era!</span></span>

    RispondiElimina
  11. si laico.... però non mischiamo sempre capre e cavoli.... un conto sono le critiche a fatti ed eventi ecumenici, interreligiosi, pastorali, dei grandi raduni ecc.... altra cosa è la critica di questo articolo che va  acolpire direttamente sia la persona Ratzinger sia che il Papa stesso quale legittima immagine del Vicario di Cristo, che taluni vorrebbero vedere ridotta ALLO STATO LAICALE magari non al "modo di Melchisedec, ma alla maniera di Enzo Bianchi....
    ebbè!! ;)

    RispondiElimina
  12. Andrea Carradori21 ottobre 2011 09:24

    Ne è proprio sicuro signor Laico?
    Io preferirei parlare di "furto d'identità" : dei nemici della Tradizione che, per farci fare BRUTTA FIGURA, nel web si fingono tradizionalisti sparandone di tutti i colori ... roba da nascondersi per la vergogna...
    Ma saranno seramente dei tradizionalistri oppure dei marcenari al soldo del potere ( modernista ) ???

    RispondiElimina
  13. :-D grazie dell'avviso.... di solito NON torno mai sul luogo del delitto.... :-D

    RispondiElimina
  14. L'articolo di Valli è disgustoso. Tuttavia non sono sicuro che sia più grave di quello che abbiamo letto qui su Messainlatino pochi giorni fa e che sparava sul Motu Proprio per l'anno della fede... Valli critica (a sproposito) delle forme esteriori, MiL sparava sui contenuti. Liberi voi di pensare che ciò sia meno grave: ma lo dite, pure voi, solo per preconcetto ideologico. Non siete diversi dai progressisti.

    RispondiElimina
  15. "ARIdatece la Sedia Gestatoria".21 ottobre 2011 09:41

    "ARIdatece la Sedia Gestatoria".
    Con queste parole, il giornalista anti-conformista Massimo Fini intitolava, il suo articolo di commento all'intervento telefonico di Giovanni Paolo II, a "Porta a porta".
    E sono parole che faccio mie.

    RispondiElimina
  16. Come disse Galileo: "EPPUR SI MUOVE!". Ricordo un altro papa ( il primo ) a cui Gesù disse: "Un giorno sarai portato dove tu non vorrai... " Non siamo ancora a questo, fisicamente; moralmente Benedetto XVI si muove ancora, eccome! Lo si è sentito nel magnifico discorso al Bundestag. E Kung che fa? Si muove o rigira sempre lo stesso pastone?

    RispondiElimina
  17. Valli ci chiede: "Che ne pensate?"
    Innanzitutto penso che la penna con la quale il "nostro" ha scritto l'articolo sia stata intinta nel fiele. L'avversione che Valli ha verso questo grande pontefice, traspare ad ogni frase. E poi ... il vino nuovo ... , ma se il "vino nuovo" si mette nell'otre vecchia di Valli ... sappiamo tutti cosa succede...!!!

    RispondiElimina
  18. Ora ricordo: il card. Siri diceva che il vescovo deve saper usare il bastone anche per dividere le pecore dai capri. Lo si può fare perfino da seduti: l'importante è avere la vista lunga.

    Il giornalista Valli si ricorda che nelle processioni d'un tempo, a cui il popolo accorreva numeroso e commosso, si portavano in giro i simulacri dei santi e le scene delle loro vite esemplari?
    Glui è che forse preferirebbe vedere appeso sul parapetto anteriore il foglio ospedaliero con il decorso clinico che va su e giù per le Valli...

    RispondiElimina
  19. Hai ragione, è veramente incredibile.

    RispondiElimina
  20. Valli vaticanista ?????????   Professore ??????????? Per grazia di Dio ci sono molti di voi che qui commentate e che sono più capaci di me a scrivere.  Io mi limito e veramente mi limito con la speranza che il sig. Valli legga anche ciò che non posso scrivere ma intendo:  Si vergogni !

    RispondiElimina
  21. QUALSIASI COSA FATTA IN VATICANO E' CRITICATA TANTO VALE ESSERE ESPLICITI USARE LA SEDIA GESTATORIA RICEVERE LE STESSE CRITICHE MA AVERE MAGGIORI APPROVAZIONE DA TUTTI COLORO CHE ANCORA SANNO , E SONO MOLTI, CHE IL PAPA E' IL VICARIO DI CRISTO IN TERRA.

    RispondiElimina
  22. Bravo MAURIZIO. Anch'io mi sono domandato perché non si usi la gestatoria. Almeno verranno smascherati i falsi cattolici che denigrano l'amore devoto dei fedeli al Vicario di Cristo chiamandolo papolatria.

    RispondiElimina
  23. <span>Si potrebbe fare un bel convegno, che ne pensate?</span>

    Mhh... Senza nemmeno un'opera da presentare? anche solo il primo tomo?

    RispondiElimina
  24. Luis Moscardò21 ottobre 2011 10:45

    Ma sì, quanto ci si complica la vita! La pedana è brutta, purtroppo ha ragione il Valli quando la accosta alla traslazione d'una statua. E' una cosa che non ha senso. Che lo facciano sedere sulla pedana, stare in piedi è assurdo. E allora reintroduciamo la sedia gestatoria e se qualcuno è allegico alle piume aspettiamo a reintrodurre i flabelli. E' un brutto incedere, non conveniente alla figura del Pontefice Romano. Mi ricorda pure una scena del film "The blues brothers"...
    http://www.youtube.com/watch?v=YmRitHAjQxw

    RispondiElimina
  25. Pietro Il Romano21 ottobre 2011 10:48

    Scriviamo a quel cafone di Valli. Scriviamogli pubblicamente, che si deve vergognare, le sue parole mi fanno ribrezzo, poco di buono, comunista travestito da prete, spudorato che non è altro. Maleducato, PAGATO CON I SOLDI DEGLI ITALIANI per scrivere queste cose che offendono la decenza. SIA LICENZIATO!!!
    Vada a fare i suoi comizi altrove, vergognoso di un vergognoso, che continua a latrare richieste perniciose.
    Lo si denunzi alla Rai e al Vaticano e non gli si consenta oltre di fare servizi per le messe papali. E' ora di finirla, Valli hai esasperato gli animi, vattene, diamine, vattene via, sei la caricatura di te stesso.

    RispondiElimina
  26. Le critiche al Santo Padre di figuri come Valli sono scontate, ma quelle che gli vengono rivolte in nome della Tradizione, spesso da preti, sono INDEGNE PUGNALATE ALLA SCHIENA, in primis al Papa e in secundis alla Tradizione stessa. Il fatto che questi figli degeneri della Chiesa credano di agire per amore della Verità - tutti i fanatici lo credono - non toglie che i loro atti siano INDEGNE PUGNALATE ALLA SCHIENA.
    Don Camillo, hpoirot, Sì_sì_No_no e i molti altri che in questa sede si avventano contro il Papa sono mercenari al soldo del potere modernista? Suoi inconsapevoli strumenti, semmai, quelli che il bandito Togliatti chiamava utili idioti.

    RispondiElimina
  27. Propongo di inondare il blog Vinonuovo con una valanga di commenti critici ma ben argomentati. e, magari, anche il blog Seitreseiuno

    RispondiElimina
  28. Giusto! L'importante è parlare in un modo preciso, rispettoso e ben argomentato. Ricordiamoci che gli erranti non sono persuasi dagli insulti e che comunque si tratta di atti di violenza verbale, che devono essere evitati. Certo, leggere certe cose può mettere a disagio... ma occorre essere caritatevoli. Appoggio la proposta!

    RispondiElimina
  29. per una cosa condivido il Valli: RIPRISTINIAMO TUTTO!!! Se questo é l'effetto dell'evento tanto vale faro per bene... 

    RispondiElimina
  30. Personalmente la pedana mobile la trovo abbastanza ridicola, non adatta ad un Papa, in tal caso ha ragione Valli, sembra una statua impacchettata pronta per essere messa in qualche nicchia. Non richiama alla mente del fedele alcuna immagine trascendentale se non quella di un mero utilitarismo fine a se stesso. Io, invece, sono per il ripristino della sedia gestatoria, con tanto di triregno, flabelli, guardia nobile e corte pontificia al seguito. Insomma, non vedo per quale motivo noi cattolici dobbiamo vergognarci della nostra storia, dobbiamo annullare la nostra identità, riadattare i nostri riti e dimenticare i nostri simboli. La fede, la devozione e l’evangelizzazione non passano solo atraverso parole, discorsi, documenti, allocuzioni e prolusioni lunghissime che nessuno leggerà mai. Ma anche attraverso la performatività rituale e liturgica. Il rito è uno strumento altamente comunicativo poiché è una commistione di gesti e simboli apparentemente immutabili che affonda le sue radici nella storia, e per questo è implicitamente portatore di ordine e di significati trascendentali. Quindi quale modo migliore, della sedia gestatoria per riaffermare il primato del Vescovo di Roma, pastore universale della Chiesa? Quale modo migliore per riaffermare visibilmente l’autorità del Vicario di Cristo e quindi di Cristo stesso sulla Chiesa e sull’universo? Oggi, in una Chiesa dove l’autorità del Papa è messa sempre di più in discussione da qualche vescovo, da molti sacerdoti e da una moltitudine di fedeli, è indispensabile riaffermarla partendo innanzitutto dalla ritualità che deve circondare la sua sacra persona. Ridurre tutto ad una povera informalità, ad un appiattimento orizzontale privo di contenuti e confusionario, non può far altro che accrescere il chaos che la Chiesa oggi vive. La ritualità e la liturgia invece sono il kosmos, ordine per eccellenza, tanto più nella Chiesa che è corpo mistico di Cristo e riflesso del Regno celeste di Dio. Anche attraverso il rito, quindi, è necessario far trasprire la trascendentalità e la soprannaturalità di cui la Chiesa è portatrice. La Chiesa non è mossa solo dal fattore umano, ma prima di tutto da Dio, una divinità che essa deve esprimere in ogni suo atto. Ecco che allora, il Sommo Pontefice che da oriente entra sollenemente nella Basilica Vaticana portato come un Re, non è altro che la prefiguarazione e l’immagine del Cristo Trionfante che alla fine dei tempi tornerà come una folgore dall’oriente per prendere posto sul trono eterno dal quale giudicherà ogni cosa. Se la Chiesa si ostina a ridursi ad una serie di elementi concettuali ed astratti, nonché ad un democraticismo populistico che non le appartiene, è destinata a soccombere. L’uomo prima che con le parole, comunica con i gesti, con i simboli, con i riti. Il pensiero non si esprime se non con l’azione e l’azione determina il pensiero e la realtà. Quindi ritengo innaturale che la Chiesa elimini il suo passato rituale. Bene ha fatto il Sommo Pontefici a ristabilire la liturgia antica, ora aspettiamo e preghiamo anche per la “restaurazione” di tutto quelle altre ritualità ecclesiali che hanno ispirato e confermato la fede di milioni di anime nel corso dei secoli. Sicuramente, se verrà ripristinata, ci saranno quelli che si stracceranno le vesti vedendo il Papa sulla sedia gestatoria, quindi ci si dovrà preparare agli articoli taglienti del NYT e di altra stampa anglosassone che lo tacceranno come monarca assoluto, nonché a tutti quei cattobuonisti di cui oggi abbonda la Chiesa. Tuttavia quello è stato per quasi duemila anni il posto naturale del Sommo Pontefice, poiché come intimava il protodiacono all’incoronando pontefice [...]

    RispondiElimina
  31. E io dal canto mio, oltre ad approvare il commento, aggiungo che, con tutto quello che sta succedendo nella Chiesa, parlare della pedana o della sedia gestatoria che persino esse acquistano immediatamente un significato ideologico, è davvero la stessa cosa del discquisire sul sesso degli angeli mentre stava cadendo l'impero...

    RispondiElimina
  32. Lasci stare, Ospite, si può sindacare il tono di certe critiche, ma non il fatto di poter argomentare su questioni di grande importanza per la Chiesa. Vada a cercare i mercenari e gli utili idioti da qualche altra parte.

    RispondiElimina
  33. Luis Moscardò21 ottobre 2011 11:45

    Propongo anche che il Valli il vino nòvo (è stagione) se lo beva a damigiane almeno avrà la scusa dello stato d'ebbrezza....

    RispondiElimina
  34. L’articolo fa molta tristezza. e’ assolutamente privo di carità cristiana e intriso di ideologia.
    Denota l’assoluta mancanza di rispetto per il Papa e l’ignoranza di alcuni concetti elementari per un vaticanista.
    Cedimento di stile che non giova a Valli.
    ragionando per dietrologie, come fa lui, potremmo dire: che c’è Valli? qualcuno ti ha fatto uno sgarbo? volevi regolare i conti con qualcuno in Vaticano? Sii più trasparente sulle tue motivazioni.
    Invece vorrei dire due parole sul pauperismo spicciolo imperante:
    Se oggi il Signore GEsù fosse tra noi, lo faremmo camminare su un asino?
    Non dimentichiamo che l’esperienza terrena di Gesù ha mantenuto “velata” la sua gloria. La sua esperienza terrena, infatti precede la sua “glorificazione”. Quando tale gloria si è manifestata,come sul Tabor, si sono viste vesti luminose e angeli che lo servivano.
    Dunque, al vicario di Cristo spettano gli onori che spetterebbero al Cristo trionfante, glorioso.
    Citando l’Apocalisse: L’Agnello che fu immolato è degno di ricevere l’onore, la gloria e la potenza!
    Basterebbero questi semplici riferimenti, che ciascun cristiano rettamente formato conosce bene, per smontare le facili obiezioni degli ideologi di turno.

    RispondiElimina
  35. Caterina, nutro profonda stima e ammirazione per te, e se rileggi attentamente il mio commento noterai come ho volutamente inserito quel "immeritate" per evitare di fare di tutt'erba un fascio. Anche se non escludo che a volte sarebbe meglio tacere sul web, dove leggono in molti (anche curiosi e nemici della Tradizione) e riservare le critiche "meritate" in contesti più ristretti e forse anche più incisivi. Ma è una mia opinione.

    RispondiElimina
  36. sensatissimo. Tanto le cr

    RispondiElimina
  37. Non si usa la sedia gestatoria perchè la può usare soltanto il PAPA.

    RispondiElimina
  38. qualcuno potrebbe, per favore, confermare o smentire se Valli è soprannumerario dell'Opus Dei? Forse la memora mi tradisce ma mi pare di ricordare che egli sia un membro dell'Opera

    RispondiElimina
  39. Questo Valli, dalle mie parti amico di certo giornalisticume cattoprogressista, poteva andarsi a fare una passeggiata, invece di scrivere tali indicibili castronerie.
    Faceva bene alla sua salute e alla nostra.
    Vogliamo la Sedia gestatoria!!!!
    Marini jr tira fuori gli....... attributi!.........
    Ovviamente quelli del Pontificale Romano, in ordine al Pontefice: fanone, falda, sedia, flabelli etc etc
    Che avevate capito?

    RispondiElimina
  40. Forse ti confondi con Joaquín Navarro-Valls, predecessore di padre Lombardi.

    RispondiElimina
  41. Dalla fine del CVII laCarità è venuta a mancare in modo crescente. Hanno paura, anzi terrore che si possa riscoprire la Chiesa ed i suoi usi perpetratasi sino all'ultimo concilio.Tutto va bene e si applaude (come accade in teatro) se è indirizzato alla distruzione della Chiesa, anche se per far questo si colpiscono le persone.Al contrario si scatena una guerra mediatica.
    Il Papa è il Santo Padre, quando parla bene di Lutero ma è criticabile se fa qualcosa che possa apparire come ritorno anche parziale alla tradizione.
    Il metodo modernista lo vediamo in questo blog è di mettere dei mi piace volgari alla fine dei commenti che non ci piacciono.Un tempo ci insegnavano che ci si doveva confessare, dopo aver offeso. Altri tempi, altra Chiesa.
    Nessuno dovrebbe offendere il suo prossimo , San Paolo ha detto qualcosa in merito alla Carità, varrebbe la pena di rileggerlo spesso e meditare il contenuto.
    Del Papa si possono soltanto valutare i fatti  e le parole espresse che sono di pubblica conoscenza e considerarli in rapporto alla dottrina, se queste sono contrarie , anche solo parzialmente con ciò che la Chiesa ha insegnato per 2000 anni, è giusto e caritatevole renderlo noto.
    Altrimenti ciò significherebbe un allontanamento, nei fatti, dalla Chiesa fondata da N.S.G.C.
    La cosa che stupisce e rattrista è l'odio più che palese verso la Tradizione e questo odio può venire solo dal maligno che odia Dio e la Chiesa.
    Ora pii blogger inserite pure le vostre insulse offese, chiamando in causa 2 prelati che evidentemente sognate anche di notte perchè li nominate volgarmente a sproposito. Se i frutti di carità e fede danno questi risultati, non è più la Chiesa di Cristo.
    Risultate squallidamente poveri spiritualmente quando poi dite di pregare per chi insultate ed odiate.
    Perchè non ci limitiamo tutti a fare soltanto commenti saggi, e se constatiamo l'errore diciamolo in modo educato e costruttovo, a beneficio dei fratelli.
    Nessun blog cristiano può aver senso se fomenta odio e separazione.
    Che San Michele Arcangelo vegli su di noi e sulla Chiesa.

    RispondiElimina
  42. No, non lascio stare. Se poi lei vuole fare la parte dell'utile idiota, affari suoi.

    RispondiElimina
  43. Un colpo basso, un pezzo di altrettanto basso giornalismo, ideologizzato, scritto in malafede con il solo intento di danneggiare l'immagine del Pontefice. Certo che di papolatria la categoria di certi vaticanisti se ne intende: l'impatto mediatico del pontificato precedente sta a dimostrarlo. Loro fanno, loro disfano: la presunzione del quarto potere.
    Per fortuna il Papa, con o senza pedana, va avanti: è questo che forse irrita l'autore di questo concentrato di banalità? Suggerirei di non parlare più, facendo morire un'operazione che, francamente, di risalto ne ha avuto fin troppo.
    E il signor Valli farebbe meglio pensare al proprio esame di coscienza ...

    RispondiElimina
  44. <span>Un cattolico</span>
    <span>Dalla fine del CVII laCarità è venuta a mancare in modo crescente. Hanno paura, anzi terrore che si possa riscoprire la Chiesa ed i suoi usi perpetratasi sino all'ultimo concilio.Tutto va bene e si applaude (come accade in teatro) se è indirizzato alla distruzione della Chiesa, anche se per far questo si colpiscono le persone.Al contrario si scatena una guerra mediatica.  
    Il Papa è il Santo Padre, quando parla bene di Lutero ma è criticabile se fa qualcosa che possa apparire come ritorno anche parziale alla tradizione.  
    Il metodo modernista lo vediamo in questo blog è di mettere dei mi piace volgari alla fine dei commenti che non ci piacciono.Un tempo ci insegnavano che ci si doveva confessare, dopo aver offeso. Altri tempi, altra Chiesa.  
    Nessuno dovrebbe offendere il suo prossimo , San Paolo ha detto qualcosa in merito alla Carità, varrebbe la pena di rileggerlo spesso e meditare il contenuto.  
    Del Papa si possono soltanto valutare i fatti  e le parole espresse che sono di pubblica conoscenza e considerarli in rapporto alla dottrina, se queste sono contrarie , anche solo parzialmente con ciò che la Chiesa ha insegnato per 2000 anni, è giusto e caritatevole renderlo noto.  
    Altrimenti ciò significherebbe un allontanamento, nei fatti, dalla Chiesa fondata da N.S.G.C.  
    La cosa che stupisce e rattrista è l'odio più che palese verso la Tradizione e questo odio può venire solo dal maligno che odia Dio e la Chiesa.  
    Ora pii blogger inserite pure le vostre insulse offese, chiamando in causa 2 prelati che evidentemente sognate anche di notte perchè li nominate volgarmente a sproposito. Se i frutti di carità e fede danno questi risultati, non è più la Chiesa di Cristo.  
    Risultate squallidamente poveri spiritualmente quando poi dite di pregare per chi insultate ed odiate.  
    Perchè non ci limitiamo tutti a fare soltanto commenti saggi, e se constatiamo l'errore diciamolo in modo educato e costruttovo, a beneficio dei fratelli.  
    Nessun blog cristiano può aver senso se fomenta odio e separazione.  
    Che San Michele Arcangelo vegli su di noi e sulla Chiesa.</span>

    RispondiElimina
  45. Il problema di Benedetto XVI è che è troppo buono ed accondiscente... fossi stato in lui, la prossima volta mi sarei presentato direttamente con la sedia gestatoria, in barba ai modernisti e ai progressisti! Speriamo che il prossimo Papa possa avere un po' più di coraggio..

    RispondiElimina
  46. l'articolista parte dal principio che il Papa non sia né Principe, né Re, né Faraone, né idolo pagano. Tutte cose false.

    RispondiElimina
  47. <span>l'articolista parte dal principio che il Papa non sia né Principe, né Re, né Faraone, né idolo pagano da adorare. Invece è tutte queste cose
    </span>

    RispondiElimina
  48. Sto Valli non mi è mai piaciuto (sembra Badaloni). Ultimamente spara veleno ad ogni commento televisivo. Di solito capita quando uno sta per essere dirottato altrove (lo spero proprio). RAI 1 non può tramettere agli italiani un magistero "falsato" del Papa. Lo vedrei bene come commentatore dei viaggi papali nella Repubblica Popolare Cinese.

    RispondiElimina
  49. no, non mi confondo. Si sa che Navarro è dell'Opus e mi pare, ma non ne sono certo, anche Valli

    RispondiElimina
  50. dal mio punto di vista....sulla sedia gestatoria .....il papa sarebbe visto da molti...essendo in alto!!!

    RispondiElimina
  51. A proposito, Redazione, come mai nel blog "nullapossiamocontrolaverità" si accusa tale blog di aver pubblicato notizie false rigardo una lettera inviata a mons. williamson (se non erro)? se ci mettiamo a litigare anche tra blog tradizionalisti ci credo che non verremo mai presi sul serio!

    RispondiElimina
  52. La sedia gestatoria usata fino al 1978, ha avuto piena e legittima cittadinanza fino a che e' stata utilizzata, nel momento che non fu piu' utilizzata essa divenne ridicola e di infelice memoria. Questo dovrebbe farci riflettere, tutto cio' che cade dall' uso abituale, che non ha una continuita' nel tempo, muore! Infatti nessuno criticava Paolo VI per la sedia, o nessun documento del Concilio parla di essa eppure essa oggi rischia di essere condannata con una veemenza che solo 34 anni fa, ossia ieri, sarebbe stata impensabile. L' araldica del papa, con il nuovo famigerato stemma a fatto perdere la tiara, se anche il prossimo papa terra' il "mitriregno" sara' la consacrazione di un uso nuovo che porra' fine ll'uso precedente e lo connotera' negativamente. Che dire, si tratta di evoluzioni, in passato era impensabile non coprire il calice con la palla ora la palla e' inesistente, le cose cambino, a volte come nel xaso della sedia gestatoria credo sia un bene, ma nel caso della palla, ad esempio, e' un male. Valga la regola generale comunque che qualsiasi cosa non ha una continuita' e cade essa muore, allora non facciamo cadere la nostra fede, basta uno che inizia a non far battezzare il proprio figlio che questa cosa potrebbe interrompere la vera Tradizione che e' il tradere Cristum. Tramandate Gesu', amate Dio, non lasciate cadere un apice della sua Parola .

    RispondiElimina
  53. Uh, abbiamo la coda di paglia vero signora? E alla coda si accoda Areki, uno dei preti che in MIL sparano salve ad altezza d'uomo contro Benedetto XVI.

    RispondiElimina
  54. ad Hans Kung preferisco il Kung fu !!!

    RispondiElimina
  55. Luisa è grande e mic è il suo profeta!21 ottobre 2011 14:01

    N.B.

    RispondiElimina
  56. Luisa è grande e mic è il suo profeta!21 ottobre 2011 14:02

    N.B.

    RispondiElimina
  57. Ho visto che, fortunatamente, diverse persone hanno risposto a don Marco Paleari, docente al seminario di Milano:
    http://www.seitreseiuno.net/Home/tabid/155/EntryId/2979/Ce-da-pensare.aspx#Comments
    Qualche altra persona vuole unirsi?
    Mi raccomando: interventi rispettosi e argomentati!

    RispondiElimina
  58. Galileo non disse mai "Eppur si muove!"

    RispondiElimina
  59. Paolo VI ha usato la sedia gestatoria all'inizio del suo pontificato, credo fino al 1967/1968.
    Poi vi rinunzò fino al 1975 (Anno Santo). Cominciò a riutilizzarla per farsi vedere meglio dalle folle accorse a Roma per il Giubileo, ma soprattutto a causa dei suoi gravi problemi artrosici.
    Leggete il blog di Raffaella (amici di Papa Ratzinger di oggi): viene riportata una affermazione del Cardinale Bertone, secondo il quale il Papa usa la pedana mobile per farsi vedere meglio. 
    Secondo me l'uso della pedana mobile potrebbe essere  una  soluzione intermedia e non escludo che il Papa torni ad  usare la sedia gestatoria  (senza flabelli, ecc). Ne guadagnerebbero  la visibilità del Papa  (evitando pure  le reazioni scomposte di chi si accalca alle transenne per vederlo e toccarlo) e anche la solennità delle celebrazioni.
    Beh il Papa ha ripristinato troni e tronetti (con la tiara nei pomelli), pianete, camici in pizzo ecc  senza che nessuno avesse da ridire.
    Non credo che la gente griderebbe allo scandalo se usasse la sedia gestatoria. anzi, a molti piacerebbe.
    Ovviamente non è un tema sul quale spendere troppe parole.   

    RispondiElimina
  60. agnostico di destra21 ottobre 2011 14:23

    vengo da VinoNuovo.it, dove sono capitato per caso attraverso il post di Paolo Rodari... poi googlando googlando...

    il fatto che qui si inviti (strategicamente) a pubblicare solo commenti "argomentati e rispettosi" lo trovo imbarazzante e preoccupante: vuol dire che in genere da queste parti così cattoliche non fate così, se non per convenienza?

    io ne ho letti alcuni davvero gratuitamente pesanti e - io che so poco di Chiesa - leggendo il merito il testo del post, anche assolutamente fuori obiettivo.

    A me chi scrive sembra effettivamente un po' "carico"... non so valutare la questione in sé, ma non ho letto una parola una contro il papa in sé.

    RispondiElimina
  61. Di essere un utile idiota può essere capitato a tutti. Il guaio sarebbe rimanerci.
    Approfitto per un OT promozionale, incurante delle sassaiole che probabilmente scatenerà. Un pensiero di Mons Gherardini sulle "due forme" dell'unico rito col rimando a precedenti riflessioni.
    http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2011/10/catholica-mons-gherardini-sulle-due.html

    RispondiElimina
  62. caro Laico concordo con te in linea di principio, ma quando una notizia è resa palese e si diffonde, è anche corretto rispondere.... la risposta di "ospite" delle 10,48 qui sopra, che tende a fare di capre e cavoli un unico zuppone, spero le faccia comprendere l'importanza dell'ulteriore chiarimento...
    ;)

    RispondiElimina
  63. Caro agnostico di destra, non si è posto la domanda che i commenti che lei eufemisticamente definisce gratuitamente pesanti, non sono poi così cattolici, ma di provocatori che la Redazione lascia pascolare perché fanno tanto trendy?

    RispondiElimina
  64. :-D  caro "agnostico".... francamente un agnostico non vede ben altro di assai molto più importante che appare davvero incredibile che possa pensare di vedere le cose più semplici....

    l'attacco al Papa in sè c'è perchè è un attacco contro Benedetto XVI, continuamente paragonato al suo predecessore: il primo era giustificato ad usare la pedana, il secondo se la sta usando, visto che non ha la malattiva dell'altro, la sta usando IN MALA FEDE....per farsi idolatrare....
    Valli pretende che gli si dica che il Papa sta per paralizzarsi così da giustificare la pedana mobile, oppure si dica che è stata un civetteria del Papa, questo dice l'articolo...

    RispondiElimina
  65. <span>Laissez ici votre commentaire en respectant les lois. Tout commentaire jugé inapproprié (agressif, raciste, diffamatoire, publicitaire, grossier, hors sujet…) sera supprimé</span>

    RispondiElimina
  66. <span>viene riportata una affermazione del Cardinale Bertone, secondo il quale il Papa usa la pedana mobile per farsi vedere meglio.  </span>

    Dopo quanto documentato da Socci e altri riguardo alla rivelazione del segreto di Fatima, sarebbe meglio non riportare affermazioni del card.Bertone a sostegno della tesi che si sostiene.

    RispondiElimina
  67. Questa pedana mobile sarebbe una soluzione eccellente anche per un papa giovane e atletico, se non altro perchè consente alla gente di vederlo senza troppa fatica. A maggior ragione lo è per un 84enne.
    Trovare da ridire su un oggetto semplice, funzionale e sobrio come questa pedana sta a indicare una forte astiosità contro Papa Benedetto (o contro il Papato in genere), astiosità che pur di manifestarsi si aggrappa anche alle cose più semplici e ovvie...

    RispondiElimina
  68. Ma quando mai Valli è valido esponente dell'AC

    RispondiElimina
  69. Amministratore Apostolico21 ottobre 2011 15:49

    Avere da ridire su un mezzo per aiutare un anziano Papa di 84 anni è vergognoso : fa venire il volta stomaco !
    " Quello che è normale per chiunque diventa occasione di critica solo per il Papa ".
    Che vergogna !

    RispondiElimina
  70. Amministratore Apostolico21 ottobre 2011 15:50

    Concordo con chi pensa che la sedia gestatoria possa essere pericolosa nei giorni attuali !

    RispondiElimina
  71. <span>Comunque nonostante le smentite di Padre Lombardi lo sanno anche i cammelli che le condizioni del Papa non sono buone, certo non gravi, ma qualche allarmino lo lasciano, se così fosse sono sicuro che non avrebbe mai utilizzato quella sorta di sedia mobile in Vaticano. Lo ha scritto anche Antonio Socci che le condizioni del Papa sono preoccupanti altrimenti non avrebbe paventato sue possibili dimissioni ad aprile 2012. Dal punto di vista della patologia si parla secondo alcune voci, ribadisco voci, di problemi di diabete che notoriamente in persone molto anziane causa problemi di deambulazione ,</span>

    RispondiElimina
  72. Filippo ( papofilo)21 ottobre 2011 15:55

    Evidentemente per questo ignorante e maleducato di Aldo Maria Valli la Chiesa, prima del Concilio Vaticano II, era idolatrica e papolatrica. Ormai il Papa è ostaggio degli umori dell'opinione pubblica. Qualunque abito indossi, paio di scarpe, mitria, anello e quant'altro, per quanto tutto ciò sia, in fin dei conti, ordinario e anche minimale, viene interpretato negativamente. Tutto ciò che ricorda le prerogative specifiche del papa viene disprezzato. Certe persone non sarebbero contente nemmeno se il papa andasse vestito di stracci. Forse per loro il papa non dovrebbe nemmeno esistere e basta. Hanno una una concezione del Cristianesimo in cui il papato è di troppo.

    RispondiElimina
  73. Valli fa parte, apparentemente, di coloro che sei anni dopo non hanno ancora "fait le deuil" ( fatto il lutto?) di Giovanni Paolo II, sono orfani inconsolabili, ogni occasione è buona per ricadere nei loro ossessivi paragoni.

    RispondiElimina
  74. Mi sembra che questo Valli parli per il gusto di parlare, quando farebbe meglioa stare zitto. Qual'e' il problema se una persona di 84 anni fa fatica a camminare e ha bisogno di un aiuto? Se questa persona e' il Papa,inoltre e' anche giusto che non si affatichi inutilmente a percorrere lunghi percorsi, anche per poter dare il meglio di se nella cerimonia vera e propria. In quanto alla sedia gestatoria: e'giusto ed opportuno che ne faccia uso in ogni occasione per differenziarsi dagli altri vescovi a cui e' superiore (essendo Vicario di Cristo,e capo della Chiesa), ed a cui questi ultimi devono venerazione ed obbedienza, e per sottolineare maggiormente questa prerogativa, sarebbe giusto che portasse sul capo il triregno, anziche' la mitra, come tutti gli altri Cardinali e Vescovi che gli sono gerarchicamente inferiori. Aggiungo che questa non e' papalatria, ma solo  rispetto di un ordine gerarchico analogo a quello di un esercito in cui il generale e' giusto e opportuno  si distingua anche esteriormente dai soldati o quello di una nave in cui il capitano ha dei simboli che lo distinguono dal mozzo. Comunque, se il Papa ha deciso cosi'.. va bene sempre. Viva il Papa !!

    RispondiElimina
  75. Carlo I d'Austria, nella sua vita, particolarmente negli anni dell'esilio e nell'accettazione della sua morte, ha dimostrato di non essere attaccato ne alla vanagloria ne alla ricchezza, eppure da imperatore era rivestito di tutto ciò che indicava il suo ruolo.
    I reali inglesi fanno una rievocazione storica in ogni evento importante e tutti fanno la fila per vederli, soltanto il Papa scandalizza.
    Mi chiedo se il rappresentante di Cristo Re, lo si voglia vestito da straccione. Al di la della visione esteriore del suo essere Papa con tutti gli onori, possiamo dire con certezza che lui non viva  nel privato e nella sua intimità, la povertà evangelica? Non mi risulta avesse bramato di essere Papa, il suo desiderio era di ritirarsi a vita tranquilla e privata.
    Una cosa e l'uomo, una cosa è il Vicario di Cristo in terra.
    Benvengano tutti gli onori per il capo della Chiesa di Cristo.

    RispondiElimina
  76. Al termine del post sopra riportato l'articolista Valli chiede: che cosa ne pensate? Ne pensiamo che lui è un giornalista della RAI e che è una vergogna che con il canone paghiamo gente che perde tempo a scrivere simili sciocchezze.

    RispondiElimina
  77. Nè la sedia gestatoria, nè la pedana mobile, nè il percorso a piedi lungo la navata costituiscono, credo che tutti concordino, articoli di fede. Pertanto la discussione mi pare davvero oziosa. Fa solo male vedere che sia da destra (vedi il tread di qualche giorno fa sul Motu Proprio di indizione dell'anno della Fede, che ha suscitato una grande discussione su questo sito, scaduta ad un certo punto a livelli infimi, senza, incredibilmente, alcun intervento della redazione), sia da sinistra (vedi questo inutile articolo di Valli) si cerchi sempre il modo per dare addosso al Papa. Questo blog mi pareva inizialmente interessante, ora mi pare trasformato in un teatrino dove si ripete continuamente lo stesso spettacolo: ultratradizionalisti contro modernisti e "moderati" contro tutti. Spero che migliori e che torni ad essere un luogo nel quale ragionare, discutere civilmente e imparare.   

    RispondiElimina
  78. Ora è il vulgum pecus, l'uomo della strada, il primo che passa a dover approvare ciò che fa il papa. Cosa mangia. come si veste, cosa dice e come cammina! Se questo è lo spirito del Concilio, a cui fa riferimento Aldo Maria Valli, beh mi sa che questo spirito non è buono manco per fare le conservere di ciliegie.

    RispondiElimina
  79. Ma, secondo voi , il papa può liberamente scegliere il tipo di carta igienica da usare, oppure ci vuole anche per questo il placet dei rabbini e dei vaticanisti?

    RispondiElimina
  80. <span>Ora è il vulgum pecus, l'uomo della strada, il primo che passa a dover approvare ciò che fa il papa. Cosa mangia. come si veste, cosa dice e come cammina! Se questo è lo spirito del Concilio, a cui fa riferimento Aldo Maria Valli, beh mi sa che questo spirito non è buono manco per fare le conserve di ciliegie.</span>

    RispondiElimina
  81. Effettivamente, gli autori di certi commenti troppo esagerati per essere "onesti" sono più che verosimilmente l`opera di provocatori che hanno interesse a screditare e il blog e i cosidetti "tradizionalisti", e apparentemente ci riescono visto che diventa ripetitivo il leit motiv dei "cattivi tradi che fanno il gioco dei modernisti", eppure quei commenti non sono difficili da identificare, purtroppo la redazione lascia fare, e il clima si appesantisce.
    Il cosidetto "mondo tradizionalista" non è un monolita, compatto, anche su un blog ci sono diverse "sensibiltà" che si esprimono attraverso essere umani e dunque attarverso la loro unicità, questa differenza dovrebbe e potrebbe arricchire gli scambi, fermo restando il rispetto assoluto per la persona del Papa, un cattolico, anche se è tradizionalista, può, e forse anche deve, esprimersi quando non capisce o non può aderire o è disorientato da certe parole gesti o silenzi del Papa, ciò che essenziale, è di non mai dimenticare che si parla del Successore di Pietro, di un padre a cui vogliamo bene anche se talvolta non lo capiamo.

    RispondiElimina
  82. Chiedilo a Valli.

    RispondiElimina
  83. Simone da Varagine21 ottobre 2011 16:36

    In tutta franchezza mi sono preoccupato per la salute di Benedetto XVI appena ho visto la pedana in azione...ma alle masturbazioni (scusate...ma queste sono) mentali di Valli proprio non ci sono arrivato. Non mi stupirei, conoscendo la piccolezza morale di certi ambienti, che il giornalista sia stato usato come megafono da altri. Probabilmente prelati. Comunque sono anche io dell'idea che sarebbe il caso di ripensare alla gestatoria. Ecco i Motivi:

    1- Si allevierebbe, come accade già con la pedana, la fatica di una persona anziana ( nel passato non si parlava di casulette di sintetico ma di pianetoni da chili!)
    2- Il Papa sarebbe visibile da tutti i fedeli in basilica. Cosa che oggi non accade creando, per di più, scontento in chi non può vederLo e risse da stadio o da concerto rock nelle prime fila 
    3- Ci siamo scordati degli esagitati come la signorina svizzera? il papa in gestatoria sarebbe protetto da tali avvenimenti. Considerate come le guardie svizzere debbano stare in due ali ai lati dell'odierna processione ma non immediatamente vicini alla persona del Romano Pontefice...

    RispondiElimina
  84. Certamente no. E soprattutto bisogna assolutamente evitare che usi quella di cui Mons. Williamson dovesse eventualmente tessere le lodi riguardo alla morbidezza, alla consistenza, e al fatto che da tempo immemorabile è sempre stata usato quel particolare tipo da tutti i Pontefici.

    RispondiElimina
  85. Simone, lascia stare, non ne vale la pena. Gente così deve trovarsi qualche str...ta da scrivere per farsi leggere da qualcuno. Non curiamoci di loro. Cosa dici, il Papa sarà lì a tremare per la paura dopo aver letto l'articolo di Valli? che pena...

    RispondiElimina
  86. Egregio Signore Vuole sapere cosa Pensiamo: il suo articolo oltre a essere brutto è sciocco senza sapore,
    1) la sedia gestatoria non fu mai abolita come la tiara
    2) il significato del portare il Sovrano Pontefice sulla Sedia Gestatoria andava oltre alla visibilità, ha un significato maggiore a anche teologico i sediari che lo trasportavono erano 12 che rappresentavano i 12 Apostoli e le 12 tribù d'israele chiesa militante e chiesa trionfante che il Capo visibile della Chiesa oltre a essere successore di Pietro è anche il Vicario di Cristo e che la sua Chiesa poggia sul Sangue dei Martiri  si faccia egreggio signore prima una cultura teologica poi in umiltà scriva.

    RispondiElimina
  87. Personalmente ho un ricordo molto bello che desidero condividere con voi tutti....nell'occasione dell'anno santo del '75 con tutte le confraternite liguri, in processione con tanto di gonfamoni e di Cristi genovesi, per chi non lo sa quelli ricchissimi di foglie e fiori d'argento, si ciamo recati in San Pietro. Io allora ero un bambino delle medie, disorientato dalla basilica e dai canti che si levavano chissà da dove...ma quando mio padre mi ha detto: "guarda sta arrivando il Papa!" e mi ha tirato su per farmi vedere.....insomma, l'immaggine del papa in sedia gestatoria no lo dimenticherò mai, e solo a parlarne mi emoziona...

    RispondiElimina
  88. Math ma lei è veramente un retrogrado! Non lo sa? Oggi siamo cattolici adultu ;-)

    RispondiElimina
  89. <span>Math ma lei è veramente un retrogrado! Non lo sa? Oggi siamo cattolici adulti ;-) </span>

    RispondiElimina
  90. concordo con le tre ragioni sensatissime esposte da Simone da Varagine, in favore della sedia gestatoria..

    RispondiElimina
  91. resta il fatto che i problemi più gravi della Chiesa sono quelli che non si possono omettere o tralasciare, a favore della pedana et similia (nugae).
    Ovvero: il declino inesorabile della Fede mediante alterazione della Liturgia e della Dottrina bimillenaria.
    Rimangano dunque in primo piano questi, che stanno provocando il lento crollo, per implosione, dell'Edificio fondato da Nostro Signore su Pietro I, e che da mezzo secolo qualcuno sta picconando alacremente dall'interno, in modo ben programmato e con successo crescente.

    RispondiElimina
  92. Proibiamo tassativamente a Valli di adoperare i tappeti mobili e le scale mobili in metropolitana e in aeroporto.

    RispondiElimina
  93. <span><span>resta il fatto che i problemi più gravi della Chiesa sono quelli che non si possono omettere o tralasciare, a favore della pedana et similia (nugae).  
    Ovvero: il declino inesorabile della Fede mediante alterazione della Liturgia e della Dottrina Catolica bimillenaria.  
    Rimangano dunque in primo piano questi fenomeni, che manifestano il lento crollo, per implosione, dell'Edificio fondato da Nostro Signore su Pietro I, e che da mezzo secolo qualcuno sta picconando alacremente dall'interno, in modo ben programmato e con successo crescente.</span><span>
    </span></span>

    RispondiElimina
  94. <span><span>resta il fatto che i problemi più gravi della Chiesa sono quelli che non si possono omettere o tralasciare, a favore della pedana et similia (nugae).    
    Ovvero: il declino inesorabile della Fede mediante alterazione della Liturgia e della Dottrina Cattolica bimillenaria.    
    Rimangano dunque in primo piano questi fenomeni, che manifestano il lento crollo, per implosione, dell'Edificio fondato da Nostro Signore su Pietro I, e che da mezzo secolo qualcuno sta picconando alacremente dall'interno, in modo ben programmato e con successo crescente.</span><span>  </span></span>

    RispondiElimina
  95. Te lucis ante terminum21 ottobre 2011 17:59

    Semplicemente vergognoso e irrispettoso questo articolo del catto-progressista Valli, ancora più fastidioso, da professorino con la penna rossa, quello di "don" Paleari. Ma scusate, non vi piace la Chiesa Cattolica, non vi piace la sua gerarchia, la sua Tradizione ecc... Ma andatevene in qualche setta protestante o dagli eretici alla Hans Kung e dateci un taglio. Certi personaggi sono veramente insopportabili... Ma Paleari, don Gallo, don Giorgio de Capitani ecc sono stati obbligati a diventare preti cattolici??? Vorrei avvisarli che se non gradiscono le regole della casa, c'è sempre la possibilità di andarsene e, personalmente, non ne sentirò la mancanza...

    RispondiElimina
  96. :)  caro math grazie della condivisione alla quale allego anche la mia....
    noi dal collegio andavamo spesso a san Pietro, ma il ricordo più bello che ho è quando abbiamo fatto la Cresima, avevo 13 anni era il 1976 il cardinale Ciappi O.P. Amministrò il Sacramento... due settimane prima andammo in san Pietro per fare la Professione di Fede presso la Tomba di san Pietro, poi salimmo su ed avevamo il nostro posticino per un incontro con Paolo VI....
    entrò con la sedia gestatoria passandoci molto vicini tanto che allungando la mano avremmo potuto toccare il lembo della mantella rossa.... una immagine che non dimenticherò mai più...
    Nessuno si spingeva, non c'era ressa perchè tutti lo potevano vedere..... notai la differenza quando si cominciò ad andare dal Successore Giovanni Paolo II, perchè con Giovanni Paolo I andammo ad un Angelus.... qui la ressa era diventata assurda, NESSUNO VEDEVA IL PAPA.... da dietro ti spingevano fino aschiacciarti addosso alle transenne tanto che le suore cominicarono a non portarci più perchè la fatica era diventata quadrupla, andare a vedere il Papa era diventata davvero una ESAGERAZIONE ed una lotta fino all'ultimo spintone....

    RispondiElimina
  97. :-D :-D  gli si vieti di PARLARE DEL PAPA durante alcune dirette che fa dalla Rai.... li ti racconta che cosa ha mangiato il Papa a cena, a pranzo e a colazione e se ha usato lo stuzzicadenti e quante volte è andato dal dentista.....

    RispondiElimina
  98. nel sito in questione ci sono davvero alcuni ottimi commenti, fra i più interessanti ho letto questo che faccio mio di tale Davide:

    ( Provocazione: se accettiamo di non poter vedere il papa perché, evangelicamente, egli deve camminare in mezzo alla folla, allora accettiamo anche di non vederlo in faccia mentre celebra perché egli – come tutti noi e al pari di tutti noi – sta pregando Dio Padre, rivolto nella nostra medesima direzione. Ristabiliamo dunque l’altare ad Deum. )

    direi ottima provocazione....

    RispondiElimina
  99. La falda...il fanone...perché ci hanno tolto tutto questo!? Perché privare il popolo di Dio di questi sublimi tesori!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?

    RispondiElimina
  100. Non servono i provocatori. A screditare il blog bastano lei e pochi altri.

    RispondiElimina
  101. Le dirette delle messa papali della Rai sono una cosa scandalosa! Ogni momento in cui il Papa non parla il telecronista interviene a raccontare nozioni che non importano a nessuno. Sembra la telecronaca di una partita di calcio. E' una deturpazione del rito nella sua totalità ed unitarietà. Il rito non è solo il Papa che parla, ma ci sono anche canti, silenzi, ecc. Tutto concorre ad elevare a Dio il sacrificio perfetto. La telecronaca della messa non serve a nulla, per non parlare dei servizi giornalistici che mandano in onda durante la comunione! Anche SAT2000 è affetto da questo vizietto. LA cosa più assurda è la traduzione simultanea dal latino all'italiano, quale modo migliore per spezzare la sacralità del rito?! Non serve capire la messa, ma viverla, anche se si guarda in TV. Solo TELEPACE si astiene dai commenti.

    RispondiElimina
  102. Perchè privare Dio di quegli onori liturgici?
    Caro Micus o Micius.
    fra poco tolgono anche il pallio e non se ne parli più.

    RispondiElimina
  103. abbé socci ultrimamente le spara grosse...

    RispondiElimina
  104. Ecco come don Marco Paleari, docente nel seminario di Milano, risponde alle obiezioni al suo tristissimo intervento sul Papa..un intervento scritto da un utente (mah..) in cui accusa i polemici (quelli che hanno difeso il Papa) di avergli fatto perdere la fede!!! Incredibile!!!
    http://www.seitreseiuno.net/Home/tabid/155/EntryId/2981/Sperando-che-sia-ancora-lettore-e-credente.aspx
    Se non si trattasse del blog di un sacerdote mi verrebbe da ridere. C'è solo da piangere.

    RispondiElimina
  105. Antonio Peschechera da Barletta21 ottobre 2011 20:38

    Vivo nella Apulia Felix, terra fertilissima, agricoltura felice: il discorso che faccio è semplice; c'è l'Arcivescovo della diocesi di Barletta-Trani-Bisceglie-Margherita di Savoia-Trinitapoli-Nazareth (e non scherzo) che aspetta sempre a braccia aperte personaggi come Aldo Valli e questo comunque, lo fanno la maggior parte dei vescovoni di Puglia. La soluzione al problema qual'è? zappare la terra, raccogliere la cicoria selvatica abbondantissima in questo periodo, raccogliere le olive, fare l'olio, potare la vite, raccogliere cavoli e cime di rapa. Come vedete c'è tanto da fare: Aldo vieni a zappare, vieni a sentire il profumo della terra quando piove, lascia stare il giornalismo, il vaticano, il Santo Padre, la Santa Chiesa Cattolica, la Santa Fede, la Santa Speranza e infine la Santa Carità. Lascia stare Opus Dei, Sant'Egidio... fanno aria nella testa, il modernismo fà sragionare e perdere la fede, l'unica fede legittima e vera: quella nella Santissima Trinità e nella Vergine Maria Santissima che giorni fà la Chiesa ha festeggiato come la Grande Protagonista della vittoria della Battaglia di Lepanto, cioè dell'unica vera e Santa religione esistente sulla faccia della terra. Vieni, Aldo, vieni: c'è una zappa anche per te.

    RispondiElimina
  106. Apodittico e tranchant; ma quanto credibile?

    RispondiElimina
  107. Secondo me Valli ha aperto l'ombrello prima di piovere!!!!!! Ormai conosciamo tutti il metodo di Papa Benedetto consistente nel fare le cose per gradi. Ciò ha fatto fatto venire in mente a qualche modernista il terrore che l'uso della pedana mobile (con il Papa in buone condizioni di salute), potrebbe preludere ad un futuro uso della SEDIA GESTATORIA. Ecco perchè il mondo modernista è in agitazione per una ragione così futile. Solo così si può spiegare tanta acredine nei confronti del Santo Padre per l'uso della pedana, uso che non fu mai criticato al suo Beato predecessore.

    RispondiElimina
  108. <span><span>L'articolo di Valli è vergognoso. E' questo il rispetto dell'umanità che i conciliaristi progressisti hanno? Neanche alle difficoltà fisiche di un uomo di 84 anni sanno portare rispetto? </span>
    </span>

    RispondiElimina
  109. Blog pietoso. E solo un frignare di progressisti.

    RispondiElimina
  110. <span>Blog pietoso. E' solo un frignare di progressisti.</span>

    RispondiElimina
  111. Vedo che si rimpiange la falda,il fanone,la sedia gestatoria,i flabelli,e suppongo la cappa magna,l'ermellino per i cardinali ecc ecc. E poi non hanno ragione a descriverci come quelli dei pizzi e merletti? Amiamo Cristo o siamo christian fashion victims? Alle volte sembriamo delle checchine giulive.

    RispondiElimina
  112. Oggi è il dies natalis del Beato Carlo Id'Austria.

    RispondiElimina
  113. Infatti Socci ultimamente ha compreso cose che prima non conosceva. 

    RispondiElimina
  114. Andrea Carradori21 ottobre 2011 22:36

    C'è solo un modo per migliorare questo ed altri blog : pregare confidando nell'aiuto della Divina Provvidenza e seguire gli insegnamenti del Magistero.
    Su una cosa posso concordare con il Lettore che si firma FAX : si cerchi ( aimè N.D.R.) sempre il modo per dare addosso al Papa.
    Questo, comunque, mi perdoni il Lettore FAX, è uno dei risultati del modo di impostare le cose chiestastiche venuto fuori dopo il Concilio Vaticano II : prima sarebbe stato impossibile, semplicemente impossibile, avere due fazioni all'interno della Chiesa.
    Davvero, ha ragione il lettore FAX, il quadro si è fatto inquietante : un teatrino dove si ripete continuamente lo stesso spettacolo: ultratradizionalisti contro modernisti e "moderati" contro tutti.
    I blog, tuttavia, riescono a fare qualcosa di buono se il dialogo fra i lettori ( che dovrebbero leggersi fra loro) non perde mai di vista l'unico punto di riferimento : Cristo Redentore che anche nei nostri confusi giorni si rivela all'umanità sofferente attraverso il Magistero della Chiesa.
    Per riaffermare questo sacrosanto principio ecclesiale abbiamo bisogno di stare veramente in comunione fra di noi attorno all'unico Altare di Cristo Signore.
    Forse qua, come in altri blog, si potrà tornare a ragionare, discutere civilmente e imparare quando gli animi, resi umanamente animosi dalle passioni e dalla fazioni, potranno volgersi solo verso  Colui che hanno trafitto abbandonando definitivamente tutto ciò che divide.
    Grazie per i suoi suggerimenti.

    RispondiElimina
  115. Giulivo sarà Lei.

    RispondiElimina
  116. Chi indossa casule firmate Armani, noi o i Vescovi più alla moda? Altro che pizzi e merletti!

    RispondiElimina
  117. Andrea Carradori21 ottobre 2011 23:04

    Questa mi pare un'ottima considerazione che riprenderò attentamente !
    Grazie a Ospite delle 21,35.

    RispondiElimina
  118. Luis Moscardò21 ottobre 2011 23:23

    Se si mette un numero conveniente di sediarii non credo che il pericolo sia maggiore rispetto all'accessibilità alla sacra persona del Pontefice che incede a piedi o portato a zonzo sulla pedana. Diamine che si voglia fare strike con otto/dieci persone....

    RispondiElimina
  119. Ecco la mia risposta postata nel loro sito:

    <span>Al Papa precedente tutto si perdona e si giustifica. Di Benedetto XVI si critica tutto! Manca soltanto che gli si chieda il motivo per cui i genitori l’hanno messo al mondo!
    Cosa vuol dire “icona della sofferenza”? La sofferenza, per essere meritoria, dev’essere soltanto fisica? E come la mettiamo con le sofferenze morali di cui ed stato ed è ancora vittima il Santo Padre, già da quando era cardinale? Perché non riflettiamo un pochettino se tutti questi anni di continui attacchi alla persona di Joseph Ratzinger non hanno minato la sua salute?
    </span>

    RispondiElimina
  120. Luis Moscardò21 ottobre 2011 23:27

    Sééé! Te l'hanno bell'e fatta passar liscia i modernisti/pauperisti/minimalisti la sedia gestatoria. Mi sembra già di sentirli gridare come ossessi dalle colonne dei loro giornali sotto una bella fotonotizia....

    RispondiElimina
  121. :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D

    RispondiElimina
  122. Luis Moscardò21 ottobre 2011 23:37

    Si rimpiangono i simboli per il significato che manifestavano e soprattutto si piangono le caratteristiche della figura papale che tali paramenti riportavano alla mente di tutti. Come la cappamagna per i cardinali, sì: principi della Chiesa, mica peracottari in giro per il mondo (come qualcuno al giorno d'oggi s'è proditoriamente rivelato), investiti d'alta dignità ma gravati dall'obbligo di difendere la Chiesa fino al sacrificio estremo. Ebbàsta con le arroganti superficialità da famigliacristiàna!

    RispondiElimina
  123. Avverto la REDAZIONE che un intruso poco sopra si è firmato col mio nome solito. Non creiamo equivoci, per favore.

    RispondiElimina
  124. Andrea Carradori21 ottobre 2011 23:46

    Bravissimo Homer Simpson : questa Sua considerazione andrebbe scritta con grandi caratteri anche sul sito del Giornalista Prof. Valli : Neanche alle difficoltà fisiche di un uomo di 84 anni sanno portare rispetto?  

    RispondiElimina
  125. Spero sempre che il Papa decida di repristinare la sedia gestatoria.

    FdS

    RispondiElimina
  126. Ogni volta che vado a Messa, assisto al disprezzo di tutto ciò che è rito. L'unica cosa a cui dà importanza il sacerdote di turno sull'altare è l'omelia, quasi sempre una sorta di talk show stile Maria De Filippi. E poi al momento di consacrare le Specie, la superficialità e la rapidità dei gesti fanno capire che chi celebra è infastidito dal compiere questi "riti magici" dal sapore medievale.

    Se certi ministri del culto disprezzano il culto stesso, figuariamoci tutto il resto: vesti, suppellettili, canti sacri, arredi, ecc.

    Ecco, il disprezzo per tutto ciò che è rito, simbolo, tradizione è l'unica cosa in cui veramente crede certa gente, pseudo-giornalisti compresi.

    Ma Nostro Signore, Gesù Dio, non aveva forse affittato la più bella sala da pranzo di Gerusalemme per celebrare la prima Messa, anticipazione della sua morte e resurrezione? E in quell'occasione non aveva detto "fate questo" in memoria di me?

    RispondiElimina
  127. Si fa fatica ad accettare che siano preti, gente come il curatore di quel blog, e, soprattutto, che sia docente del seminario di Milano. Caro mio ex Patriarca: butta un'occhio sui poveri seminaristi della tua diocesi. Hanno bisogno di aiuto!

    RispondiElimina
  128. :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D

    RispondiElimina
  129. @ caterina
    condivido il contenuto
    Ma Ciappi diventò cardinale nel 1977

    RispondiElimina
  130. Leggo:
    "Ma, domando, se davvero sta bene, come può essere per lui un compito improbo coprire pochi metri all'inizio e alla fine di una celebrazione"
    Pochi metri ? Dalla sacrestia fino all Altare maggiore ! In San Pietro !
    Poi:
    "L'abolizione della sedia gestatoria ha un significato."
    La sedia gestatoria non e stata abolita. E per questo l'istituzione dei sediari esiste ancora.
    "Ha il gusto di un ritorno al papa re, al sovrano che domina sulla folla e che si distacca dal resto dell'umanità."
    Si,secondo questa logica dobbiamo abolire anche la benedizione dalla loggia centrale e la guardia svizera. E per non distaccarsi dal resto dell'umanita il Papa deve lasciare il Vaticano e prendere in affitto qualche apartamento vicino alla stazione Termini per esempio.
    "Il pastorale è un bastone che si chiama così perché serve al pastore per aiutarsi a camminare"
    Prego ?  Allora solo i vescovi e i papi che hanno bisogno di aiuto a camminare possono usare il pastorale, quei piu giovani e capaci non devono usarlo.
    Alla fine secondo  Valli il papa Woytila sulla pedana mobile era un icona mentre il papa Ratzinger e un idolo pagano. Tutto che ha fatto JPII era legittimo e buono mentre tutto che fa BXVI non e legittimo e cattivo. Forse Valli e diventato sedevacantista.

    RispondiElimina
  131. Su quel mediocre blog ho letto (come PERLA !) l'intervista ammirata di codesto Valli al vecchio e malato cardinal Martini. 
    10 frasi a fatica, di un vecchio cardinale ammalato.
    Una frase per paragonarsi a madre Teresa.
    Due frasi per identificare la presenza di Dio e la centralità di Martini.
    Tre frasi per criticare la Chiesa.
    Due frasi per dare ricette che prescindono da Gesù.
    Due frasi di autobiografia.
    Perché fare tanta fatica ?

    RispondiElimina
  132. Basterebbe la definizione di Pastorale per non prendere seriamente niente di quel che dice, I suoi pero sono vaneggiamenti non di un internauta di facebook, ma di un vaticanista e di che testata poi! Sono stanco anche di dover difendere un apparato cerimonialeattorno al quale si era incastonato il papato per non renderlo una realtà di potere uguali a tutte le altre. Vedere il papa scortato non piu da guardie in giubbe rosse, ma da figuri con auricolare e occhiali da sole, lo fa sembrare piu un presidente di qualche super potenza, che il Vicario, ma ripeto sono stanco di fare questa apologia, stanco.
    Santità anche Lei però! quanti tentennamenti o indietreggiamenti sulle decisioni prese. Se trema di fronte ai lupi per cose cosi secondarie come scucire la domenica successiva, la tiara dal drappo, cosa farà di fronte a scelte piu serie? Santità qualsiasi cosa faccia, tutto Le verrà contestato, tutto criticato pur di imbavagliarla, relegarla, affossarla. Una volta questi attacchi erano esterni, oggi abbiamo imparato che sono piu quelli interni ad essere violenti. Lo sappiamo e lo abbiamo visto. E allora, vada avanti secondo la propria coscienza, secondo i rifoli di Spirito che riescono ad arrivarLe all'orecchio quando la curia non li intercetta prima e non cerchi la popolarità, il consenso. Per quella ci sono altri palcoscenici  altri ruoli. Santità insomma un pò piu di spirito di quel PanzerKardinal, di un tempo.

    RispondiElimina
  133. <span>Basterebbe la definizione di Pastorale per non prendere seriamente niente di quel che dice, I suoi pero sono vaneggiamenti non di un internauta di facebook, ma di un vaticanista e di che testata poi! Sono stanco anche di dover difendere un apparato cerimonialeattorno al quale si era incastonato il papato per non renderlo una realtà di potere uguali a tutte le altre. Vedere il papa scortato non piu da guardie in giubbe rosse, ma da figuri con auricolare e occhiali da sole, lo fa sembrare piu un presidente USA, che il Vicario e questa immagine forse me lo fa piu distanziare da me, altro che la utilissima Sedia Gestatoria, ma ripeto sono stanco di fare questa apologia, stanco.  
    Santità anche Lei però! Quanti tentennamenti, quanti indietreggiamenti sulle decisioni prese. Se trema di fronte ai lupi per cose cosi secondarie come scucire la domenica successiva, la tiara dal drappo, cosa farà di fronte a scelte piu serie? Santità qualsiasi cosa faccia, tutto Le verrà contestato, tutto criticato pur di imbavagliarla, relegarla, affossarla. Una volta questi attacchi erano esterni, oggi abbiamo imparato che sono piu quelli interni ad essere violenti. Lo sappiamo e lo abbiamo visto. E allora, vada avanti secondo la propria coscienza, secondo i rifoli di Spirito che riescono ad arrivarLe all'orecchio quando la curia  non li intercetta prima (La ascoltò per beatificando GPII a soli 5 anni dalla morte seguendo l'onda emotiva popolare. o quando decise Assisi2, o quando provvede alla nomina dei Vescovi, o quando emana un motu proprio che poi deve essere rivisto valutato esplicato con successivi chiarimenti, comunicati stampa, e istruzioni esplicative?). Santità non voglia piacere a tutti i costi toccando la pancia della gente, anzi non voglia piacere per niente e vedrà che paradossalmente piacerà. Ma se proprio teme di essere lasciato solo (o piuttosto la Vaticano SPA teme di non avere meno  audience) sappia che i  i  Valli della situazione fanno piu rumore della miriade di persone che la segue, la ascolta, la segue (le Udienze affollate del mercoledì ancora non L'hanno rassicurata dopo sette anni, di ciò?).  Santità insomma un pò piu di spirito di quel PanzerKardinal, di un tempo.</span>

    RispondiElimina
  134. ue' tutti difensori del Papa da quell'eretico di Valli, vorrei sentire le stesse cose quendo s-parlano de cacheray, williamson etc....

    RispondiElimina
  135. @ MIc e Luisa (le gemelle siamesi) :-)

    Secondo me anche l'ottimo Andrea Carradori ogni tanto le spara un po' grosse.
    Il suo ultimo post  in grassetto

    Io preferirei parlare di "furto d'identità" : dei nemici della Tradizione che, per farci fare BRUTTA FIGURA, nel web si fingono tradizionalisti sparandone di tutti i colori ... roba da nascondersi per la vergogna...  
    Ma saranno seramente dei tradizionalistri oppure dei marcenari al soldo del potere ( modernista ) ???

    si riferisce - spero - ai post dei più esaltati qui dentro che, ovviamente, fanno un danno enorme alla nobile causa della Tradizione.

    Luisa e Mic hanno appuntanto il loro placet? Benissimo.
    Ma allora perchè fanno altrettanto  (soprattutto Mic) fa  con i post deliranti dei vari "Si si-No No" and company? 
    Un po' di coerenza per favore e non troppo (Miic) doppiogiochismo.
    <span><span><span>– </span></span><span>Flag</span></span><span><span><span> – </span></span><span>Mi piace</span></span><span><span><span> – </span></span><span>Reply</span></span><span><span><span> – </span></span><span>Delete</span></span><span><span><span> – </span></span><span>Edit</span></span><span><span><span> – </span></span><span>Moderate</span></span>

    RispondiElimina
  136. Andrea Carradori22 ottobre 2011 08:44

    @ "Esagerato" NOI difendendo il Papa difendiamo Cristo e la Santa Chiesa Cattolica, Apostolica e Romana fondata sulla Roccia che è Pietro, i Suoi Successori e i Suoi Collaboratori : li hai posti come sentinelle , vegliano sulla Tua Chiesa !
    Noi parliamo la stessa lingua nell'unica Chiesa di Cristo !
    Non ci importano di coloro che parlano un altr'altra lingua e didelle storie fantastiche ...

    RispondiElimina
  137. @ don camillo
    Valli ha parlato della "pedana mobile" (argomento del tutto  irrisorio) per fare una sorta di avvvertimento: che BXVI non si azzardi a tornare alla Sedia Gestatoria. Il Papa sulla sedia gestatoria sarebbe un simbolo troppo "cattolico", insopportabile per i cattocomunisti e per la causa ecumenica.
    E credo che questa "guerra preventiva" rischi di andare buon fine, perchè ai pianialti non sonoinsensibili al "chiacchiericcio"

    Scendendo a un livello molto più basso.
    Vi ricordate quando BXVI utilizzò il "camauro" (di 2 o 3 taglie di troppo)? Non l'ha usato  più (come ha ammesso nell'ultimo libro intervista) per non suiscitare malintesi.... 

    RispondiElimina
  138. @ Micus
    Non solo le messe papali.
    Anche quelle della domenica mattina alle 11'00, su RAI1.
    La regia si concentra ossessivamente sul "pubblico", sul "coro", a scapitodi ciò che avviene sull'altare.
    Telepace?
    OK, ma le Messe trasmesse dalla cappella di Telepace: fiorellino da un lato e 2 candele dall'altro. 

    RispondiElimina
  139. Caro Benedetto, siccome da tempo leggo i suoi commenti, quello di qui sopra mi ha più che stupito, un piccolo clic su dettagli e ho capito.

    RispondiElimina
  140. Caro Angel, come ho già detto più sopra, credo che in Valli, come in altri, ogni tanto spunta l`orfano inconsolabile di Giovanni Paolo II, se aggiungiamo la cieca ideologia, quella che annebbia l`intelligenza, si arriva ad  oltrepassare anche i limiti della decenza e si finisce per scrivere un articolo vergognoso e pesantemente irrispettuoso che non  fa di certo onore a chi l`ha scritto.

    RispondiElimina
  141. @ MIc
    Sento puzza di "sedevacantismo" in questo s commento di Nerone. Esso dà comunque adito a un malinteso.
    Nel dubbio sarebbe meglio non  appuntare un "placet".
    E invece...
    Tanto per restare in tema di cerchiobottismo o doppiogiochismo.
    Lei  dice di "essere dentro" ma fa sempre l'occhilino a chi sta fuori. si vergogni! 

    RispondiElimina
  142. osservando Osservatore22 ottobre 2011 10:27

    Il solo a doversi vergognare e' lei, Osservatore. Con il suo finto garbo, la sua ipocrisia, con lo zelo malevolo che appunta perfino i placet: non qualsiasi placet ma quelli di due persone ben precise che ha preso come suoi bersagli preferiti. Spero che quelle persone sapranno ignorare le sue malevoli attenzioni.

    RispondiElimina
  143. ;)  era indicativo alla persona non allo stato nel momento in cui ricevemmo il Sacramento...

    RispondiElimina
  144. conmcordo con ospite delle 21,35.... basti pensare allo stemma con tiara tirato fuori all'Angelus di ottobre un anno fa lo scandalo che suscitò e l'alzata di scudi!!  Ratzinger è MONITORATO  24 ore su 24 dal mondo progressista, e facendo chiasso e rumore sperano, come negli anni '70 di obbligare alfine il Papa a non fare "scherzi".....

    è palese che la situazione attuale tiene PRIGIONIERO IL PAPA con il ricatto di uno scisma ben più grave di quello che dovette affrontare santa Caterina da Siena con Urbano VI..... nel chiedere consiglio alla Santa ella rispondeva al Papa di PAZIENTARE E DI LIMITARE IL SUO POTERE.... in sol colpo, spiega santa Caterina, il Vicario di Cristo avrebbe potuto imporre il bastone, ma la Santa lo supplicò di non farlo e che dopo aver guadagnato anime alla giusta causa con la CLEMENZA DEL PASTORE MITE, il Signore stesso avrebbe pensato a fare pulizia dei recidivi.... ;)
    i Santi sono sempre incoraggianti!

    RispondiElimina
  145. esaggggerato è lei... che attribuisce l'accusa di eresia laddove NESSUNO l'ha fatto!
    lei confonde LA MALEDUCAZIONE e il tentativo di Valli di spodestare il Pontefice dalla legittima posizione ELEVATA, dall'eresia che qui non c'azzecca un bel nulla....

    RispondiElimina
  146. incredibile e ineffabile Valli...
    secondo me ha lasciato anche l'Opus Dei

    RispondiElimina
  147. Per non parlare dei primi piani ai fedeli che spontaneamente si mettono a ridere o a salutare pocihé la loro immagine viene trasmessa sui maxi-schermi, è una reazione normale per chiunque venga ripreso a tradimento. Al posto di inquadrare la folla, i singoli fedeli o le guardie svizzere sull'attenti impostino una camera fissa sul Papa, sul Crocifisso, sulla Vergine Maria.

    RispondiElimina
  148. Qui se c'è un doppiogiochista è un Ossercatore che va a sindacare perfino i placet. E di chi? Guarda caso di una persona trasparente, che non nasconde il suo 'sentire' cercando di essere equilibrata e serena nonostante le difficoltà più che evidenti, alle quali si aggiungono i tanti infastiditi e malevoli commenti mossi da uno zelo decisamente amaro, che andrebbe cambiato di segno e dedicato a miglior causa. 
    Ormai credo sia chiaro che non sono da inquadrare tre gli "allineati", intendendo per tali i silenziati e silenziosi custodi di uno status quo che non può non interpellare chiunque si riconosca cattolico. A questo proposito riporto un intervento di ieri sul mio blog:


    "Non basta dirsi cristiani. Il credere ha anche una forma. La forma cattolica è il modo in cui la sostanza della fede cristiana prende corpo nel cuore dei credenti e costituisce la loro identità indelebile e scaturisce dalla lex orandi soprattutto nella Liturgia. Se la lex orandi subisce modifiche, non può non cambiare anche la lex credendi e quindi l'incarnazione della fede."

    RispondiElimina
  149. ... non ho letto tutti i coomenti che mi hanno prteceduto... troppi!!!!!!!!!!!!!! non so quindi se qualcuno lo ha gia scitto; Papa Paolo VI affermò che la "sedia gestatoria" è il trasporto più democratico per un Papa pèerchè lo rende accesibile alla vista di tutti quelli che lo circondano... detto da lui..... perchè non usarla???

    RispondiElimina
  150. <span>Qui se c'è un doppiogiochista è un Ossercatore che va a sindacare perfino i placet. E di chi? Guarda caso di una persona trasparente, che non nasconde il suo 'sentire' condividendo i suoi interrogativi e le sue riflessioni col maggiore equilibrio e serenità nonostante le difficoltà più che evidenti, alle quali si aggiungono i tanti infastiditi e malevoli commenti mossi da uno zelo decisamente amaro, che andrebbe cambiato di segno e dedicato a miglior causa.   
    Ormai credo sia chiaro che non sono da inquadrare tre gli "allineati", intendendo per tali i silenziati e silenziosi custodi oppure gli acritici difensori di uno status quo che non può non interpellare chiunque si riconosca cattolico. A questo proposito riporto un intervento di ieri sul mio blog, che condividio in pieno:   
    "Non basta dirsi cristiani. Il credere ha anche una forma. La forma cattolica è il modo in cui la sostanza della fede cristiana prende corpo nel cuore dei credenti e costituisce la loro identità indelebile e scaturisce dalla lex orandi soprattutto nella Liturgia. Se la lex orandi subisce modifiche, non può non cambiare anche la lex credendi e quindi l'incarnazione della fede."</span>

    Da qui al suposto sedevacantismo, mi pare che ce ne corre! E comunque non devo giustificarmi di nulla e con nessuno, tanto meno con interlocutore maldisposto non so per quale motivo ma sono affari suoi che diventano miei (e anche degli altri) quando innesca i soliti tormentoni.
    Ogni volta mi riprometto di replicare; ma quando si supera il segno, quel senso di dignità che chiunque ha, impone di non lasciar cadere le allusioni malevole e francamente inspiegabili in termini di ragionevolezza. 
    Aggiungo che non sono intervenuta altrove, lasciandogli l'ultima parola pregna di insulti pesanti e del tutto gratuiti. Non avrei intenzione di dedicare altro tempo a queti flame che, come ho già detto altrove, non giovano a nulla e a nessuno, tranne che a chi si illude di sfiancarmi per stanchezza. Cosa che non avverrà finché ci sarà qualcosa di sensato da replicare in questa 'palestra' divenuta sgradevole che non è più un luogo di incontro e di scambio, ma di sempre più mefitiche esternazioni. E non mi riferisco, ovviamente, solo all'Osservatore decisamente di parte (non so per chi e non mi interessa saperlo).

    RispondiElimina
  151. non ho letto tutti i commenti che mi hanno poreceduto perchè sono troppi.... non so quindi se qualcuno lo ha già detto prima di me. Papa Paolo VI ha detto un giorno che la "sedia gestatori" è il trasporto più demacratico per un Papa perchè lo rende accesibile alla vista di tutti... perchè quindi non utilizzarla per il trasporto del Papa??? piuttosto che la pedana mobile... che tra l'altro mi pare anche più pericolosa e affaticante della sedia...

    RispondiElimina
  152. @ Osservatore

    Non me ne volere, ti dico francamente che della sedia gestatoria nunmenefregaunca, e di dico che mi fanno un po' compassione chi della gestatoria se ne fa paladino, restauratore... un po' come chi vorrebbe i nobili con la parrucca... Valli ha spettato il pretesto, un po' meschino e modesto, visto che accusa B16 di non essere quello che è in realtà: un vecchio! Valli non è un giornalista, e tra dei paladini del Concilio, delle Messe di Marini, un Giovannipaolista e Martiniano di ferro, un antitridentino (la scelta del nome vinonuovo ne è la prova) insomma un modernista DOC! Non mi meraviglio di questo attacco, prevedibile, infatti la bile dei conciliarista sta tracimando da giorni. Mi meraviglio invece del perchè io continui a paghi il canone della Rai, anche maggiorato.

    RispondiElimina
  153. <span><span>Qui se c'è un doppiogiochista è un Osservatore che va a sindacare perfino i placet. E di chi? Guarda caso di una persona trasparente, che non nasconde il suo 'sentire' condividendo i suoi interrogativi e le sue riflessioni col maggiore equilibrio e serenità nonostante le difficoltà più che evidenti, alle quali si aggiungono i tanti infastiditi e malevoli commenti mossi da uno zelo decisamente amaro, che andrebbe cambiato di segno e dedicato a miglior causa.     
    Ormai credo sia chiaro che non sono da inquadrare tre gli "allineati", intendendo per tali i silenziati e silenziosi custodi oppure gli acritici difensori di uno status quo che non può non interpellare chiunque si riconosca cattolico. A questo proposito riporto un intervento di ieri sul mio blog, che condividio in pieno:     
    "Non basta dirsi cristiani. Il credere ha anche una forma. La forma cattolica è il modo in cui la sostanza della fede cristiana prende corpo nel cuore dei credenti  costituisce la loro identità indelebile e scaturisce dalla lex orandi soprattutto nella Liturgia. Se la lex orandi subisce modifiche, non può non cambiare anche la lex credendi e quindi l'incarnazione della fede."</span>  
     Da qui al supposto sedevacantismo, mi pare che ce ne corre! E comunque non devo giustificarmi di nulla e con nessuno, tanto meno con interlocutore maldisposto non so per quale motivo ma sono affari suoi che diventano miei (e anche degli altri) quando innesca i soliti tormentoni.  
    Ogni volta mi riprometto di non replicare; ma quando si supera il segno, quel senso di dignità che chiunque ha, impone di non lasciar cadere le allusioni malevole e francamente inspiegabili in termini di ragionevolezza.   
    Aggiungo che non sono intervenuta altrove, lasciandogli l'ultima parola pregna di insulti pesanti e del tutto gratuiti. Non avrei intenzione di dedicare altro tempo a questi flame che, come ho già detto altrove, non giovano a nulla e a nessuno, tranne che a chi si illude di sfiancarmi per stanchezza. Cosa che non avverrà finché ci sarà qualcosa di sensato da replicare in questo blog, divenuto sgradevole 'palestra', che non è più un luogo di incontro e di scambio, ma di sempre più mefitiche esternazioni. E non mi riferisco, ovviamente, solo all'Osservatore decisamente di parte (non so per chi e non mi interessa saperlo).</span>

    RispondiElimina
  154. @ osservando osservatore
    Sono onoratissimo. E non sto scherzando.
    Lei si è creato uno"user name" ad hoc per me (nessuno gode di così tanta considerazione qui dentro) e vedo che mi sta sempre alle calcagna. Appena dico qualcosa a Mic (è solo la sua guardia del corpo o le sta facendo la corte?) ecco che lei interviene.
    La ringrazio di cuore.
    Scherzi a parte.
    Dopo le scaramucce di qualche giorno fa avevo deciso di ignorare i post di Mic, ma ho visto  che ieri (o l'altro ieri) lei ha commentato i miei post.
    Comunque sfatiamoogni dubbio. Io non ho nulla contro Mic e tantomeno contro Luisa (che mi era pure diventata simpatica).
    Ma se vedo delle contraddizioni troppo evidenti non riesco a non itervenire. In genere con garbo :-)
    Fatta eccezione per il placet al post di "Nerone" ( nick che è tutto un programma). Mi sembra ovvio che il suo è un post "sedevacantista" e il placet di Mic è vergognoso e ripugnante.  

    RispondiElimina
  155. @ don Camillo

    Caro don Camillo, neppure per me la Sedia Gestatoria è un tema che merita troppe parole.
    Non per tutti però è così.
    Io sono stato semplicemente attratto dalle modalità di comunicazione.
    Padre Lombardi ha detto che la pedana mobile è stata introdotta per non affaticare il Papa.
    Il cardinale Bertone ha detto che è stata ripristinata affinchè il Papa si apiù visibile.
    Valli ha avuto un travaso di bile perchè teme che si ritorni alla Sedia Gestatoria (che effettivamente è un simbolo molto "cattolico")
    Tutto qui.

    RispondiElimina
  156. @ Mic

    Ho letto trasversalmente e non ci ho capito nulla. Si è fatta una striscia prima di scrivere? :-)
    Vedo che Le piace assai la parola "flame".
    Giuro che io non la userò mai.
    In compenso Lei usa (involontriamente credo) termini che uso io. Si vede che ho un certo ascendente su di Lei. Capita spesso!
    Sa che ero bravissimo in italiano? Poi ho frequentato l'università in tedesco e sono andato un po' giù di mano.
    Care Mic e Luisa: sorridete. non prendetevi troppo sul serio.  

    RispondiElimina
  157. Luisa, io aggiugerei anche il possibile (se devo dirla tutta, per me anche probabile) suggerimenti di qualcuno.
    Spero di sbagliarmi, ma certe uscite mi lasciano così spiazzato che finisco per fare della dietrologia.

    RispondiElimina
  158. <span>Valli ha avuto un travaso di bile perchè teme che si ritorni alla Sedia Gestatoria</span>

    Ma no, assolutamente! Valli sa bene che B16 MAI tornerebbe a questi segni esteriori di "potestà vicaria regale"... secondo me è tutto un modo per intimidire il Papa per delle scelte oramai imminenti, o almeno speriamo...

    e poi se dovessi entrare in guerra, combatterei per la reintroduzione del TriRegno.

    RispondiElimina
  159. La smetta lei di prenderci troppo sul serio e soprattutto di girare la pizza e continuare con le sue bordate. Sono sicura che non ha capito quello che non ha VOLUTO capire. Ma forse le sto facendo un complimento.
    Questa ultima frase normalmente l'avrei lasciata nella tastiera, ma credo di non doverle alcun riguardo, nella misura in cui lei non ne riserva a me. Non che ci tenga ai suoi riguardi; mi accontenterei della sua indifferenza o anche della sua riprovazione purché se la tenga per sé e non ne inondi queste pagine con qualunque pretesto (è riuscito a servirsi persino di un placet randagio!)

    RispondiElimina
  160. <span>La smetta lei di prenderci troppo sul serio e soprattutto di girare la pizza e continuare con le sue bordate. Sono sicura che non ha capito quello che non ha VOLUTO capire. Ma forse le sto facendo un complimento.  
    Questa ultima frase normalmente l'avrei lasciata nella tastiera, ma credo di non doverle alcun riguardo, nella misura in cui lei non ne riserva a me. Non che ci tenga ai suoi riguardi; mi accontenterei della sua indifferenza o anche della sua riprovazione purché se la tenga per sé e non ne inondi queste pagine con qualunque pretesto (è riuscito a servirsi persino di un placet randagio!)</span>
    Cosa vuol lascir intendere col fatto che "uso termini che usa lei". Pretende forse il monopolio della lingua italiana? Mi ricorda un contesto in cui si usano termini che ad un ascolto superficiale appaiono molto "cattolici", ma poi ci si accorge che non c'è possibilità d'intesa perché ad essi vien dato un significato diverso... 

    RispondiElimina
  161. Posso chiedere alla Redazione la cortesia di cancellare ogni commento di questa persona nei miei confronti, di qualunque genere esso sia?
    E' un minimo di rispetto che credo in tanti ani di non aver demeritato. 

    RispondiElimina
  162. <span>Posso chiedere alla Redazione la cortesia di cancellare ogni commento di questa persona nei miei confronti, di qualunque genere esso sia?  
    E' un minimo di rispetto che credo in tanti anni di non aver demeritato. </span>

    RispondiElimina
  163. La smetta lei di prenderci troppo sul serio e soprattutto di girare la pizza e continuare con le sue bordate. Sono sicura che non ha capito quello che non ha VOLUTO capire. Ma forse le sto facendo un complimento.    
    Questa ultima frase normalmente l'avrei lasciata nella tastiera, ma credo di non doverle alcun riguardo, nella misura in cui lei non ne riserva a me. Non che ci tenga ai suoi riguardi; mi accontenterei della sua indifferenza o anche della sua riprovazione purché se la tenga per sé e non ne inondi queste pagine con qualunque pretesto (è riuscito a servirsi persino di un placet randagio!)  
    Cosa vuol lascir intendere col fatto che "uso termini che usa lei". Pretende forse il monopolio della lingua italiana? Mi ricorda un contesto in cui si usano termini che ad un ascolto superficiale appaiono molto "cattolici", ma poi ci si accorge che non c'è possibilità d'intesa perché ad essi vien dato un significato diverso... 

    RispondiElimina
  164. Posso chiedere alla Redazione la cortesia di cancellare ogni commento di questa persona nei miei confronti, di qualunque genere esso sia?  
    E' un minimo di rispetto che credo in tanti anni di non aver demeritato e, poi, credo che abbia tutto da guadagnarci un andamento più garbato e ordinato del blog.

    RispondiElimina
  165. Vede che è Lei che mi prende troppo sul serio?
    Comunque Le lascio il compitino per il we: rilegga tutti i miei post (nei vari thread) di questa settimana e rilegga pure tutti i Suoi: troverà due parole (il cui uso è inconsueto) che mi ha copiato di sana pianta.
    Se indovina Le mando i cioccolatini (svizzeri, sono buoni): GIURO!

    Passando  a cose meno serie :-).
    Appena mi rivolgo a Lei, ecco che appare sulla scena "osservando osservatore", che poi sparisce nel nulla.  Lei mi ha forse messo un detective alle calcagna? Ho letto più volte  che Lei e Luisa (mia compatriota e a me carissima) avete fama di investigatrici e quindi la cosa ci potrebbe stare.
    Anche il nck "Ester" l'ho visto una sola volta:   per commentare un mio post. Sarà un caso! 

    Passando a un'ultima osservazione: ovviamente la meno importante
    Io non mi diverto a controllare i Suoi interventi e i Suoi placet (come sostiene il mio quasi omonimo).
    Ma si dà il caso che prorio ieri Lei mi ha scritto di essere "dentro" la chiesa cattolica.
    Come mai, quindi, ha dato il Suo placet a un post di "Nerone" (nick che è tutto un programma) di chiaro contenuto sedevacantista?
    Ovviamente mi dirà che non mi deve spiegazioni.
    Sa che mi sto divertendo con Lei?
    Un grosso bacio!  

    RispondiElimina
  166. Comunque cari amici, è solo questione di tempo.

    Io non ho ancora 40anni ma spero che il Papa viva a lungo. I 68ini stanno scomparendo poco a poco, nell'ordine naturale delle cose. Gli adolescenti, ventenni, trentenni di oggi non hanno conosciuto la furia iconoclasta del post-Concilio e anzi sono molto attratti da tutto ciò che sa di "proibito", "nascosto", "vietato", compresa la Messa in latino. 

    E poi finiamola con questo stupido democraticismo-consumistico pseudo liberal-europeista-americanista del XX1 secolo che in realtà nasconde il più feroce intento massonico di distruggere la Chiesa.

    In India i cristiani cattolici del Malabar usano trasportare i loro vescovi nella sedia gestatoria il giorno della consacrazione, coperti da un velo: là nessuno si straccia le vesti per questo, o scrive ameni articoli sui giornali contro i vescovi-re. O forse da noi i vescovi (e i loro amici giornalisti) sono invidiosi che a loro non è concesso essere trasprtati su sedie gestatorie?

    RispondiElimina
  167. Ospite delle 10:48, l'espressione "utili idioti" non è di Togliatti, ma di Lenin. Che poi Togliatti fosse "un bandito", questa è la sola idea accettabile del suo post.

    RispondiElimina
  168. Esatto, mai Galileo pronunciò tale frase. Vedi l'interessante libriccino di Cammilleri (Rino) sul caso Galileo, edito da il Timone. Come lo "jus primae noctis" o lo "jus batraciis", è una delle tante invenzioni della libellistica anticattolica di epoca illuministica.

    RispondiElimina
  169. "agnostico di destra"? Interessante ossimoro. Chi si crede di essere, Prezzolini?

    RispondiElimina
  170. ...e anche checchina...

    RispondiElimina
  171. Dia un grosso bacio a su sorella!
    e vada a farsi un giro nelle sue belle valli...
    L'ho detto con molta amicizia ;)

    RispondiElimina
  172. Articoli così fanno più male a chi li scrive che a chi li legge. Non ho parole

    RispondiElimina
  173. <span><span>LDCaterina63: </span></span><span> Ratzinger è MONITORATO 24 ore su 24 dal mondo progressista.</span>

    Leggendo i commenti in questo blog, a me pare che nemmeno il mondo tradizionalista sia granché misericordioso con il Santo Padre. Anzi.

    RispondiElimina
  174. P.S.: che stia percorrendo la strada giusta?

    RispondiElimina
  175. P.S.: e lo dico con un certo dispiacere.

    RispondiElimina
  176. Mic, proprio non ci prende
    Non ho sorelle e  abito praticamente in riva al lago (ho le palme in giardino).
    Vedo che non vuole rispondere alle mie legittime perplessità sul suo "placet" al post di Nerone.
    Ieri l'altro ha scritto (proprio a me) di essere in comunione con il Papa,  ma quel placet esprime un pensiero diametralmente opposto.
    Non mi faccia temere, la prego, che la spiegazione a un comportamento così spavaldamente contraddittorio risieda nelle strisce...

    RispondiElimina
  177. Interessante  la "Novità di Dio". Evoluzione moderna della Novella?

    RispondiElimina
  178. @ Ospite delle delle 16.17

    Il cardinale Siri viveva modestamente in un appartamentino ricavato nel sottotetto di Piazza Matteotti a Genova (sede della Curia).
    Pare che facesse molto freddo d'inverno e molto caldo in estate.
    Ma quando scendeva in San Lorenzo a celebrare indossava la cappa magna e i paramenti piu belli.

    RispondiElimina
  179. Gli adolescenti trentenni (adolescenti?) sono molto attratti da ciò che è proibito, nascosto e vietato. La messa in latino come la coca o l'ecstasy o qualche altro nuovo tipo di droga? Ma che cavolo di motivazioni sarebbero queste?

    RispondiElimina
  180. Aldo Maria Valli? Ma dica quel che vuole! a chi volete che interessi? Del resto cosa non si farebbe per uno straccio di visibilità!? cosa volete? si vendono... e con i giornalisti, e spesso per mezzo di giornalisti, si vendono vescovi e arcivescovi! Signore pietà! "A chi è stato affidato molto sarà richiesto molto di più!" Ma loro, gli ex eccellentissimi non si curano molto del giudizio di Dio... Signore abbi pietà di loro e di noi!

    RispondiElimina
  181. Si può sapere dove Benedetto XVI avrebbe tentennato o indietreggiato?????????

    RispondiElimina
  182. Giulia d'Amore di Ugento23 ottobre 2011 02:02

    "Tanto varrebbe, a questo punto, ripristinare la sedia gestatoria, magari con il contorno di flabelli e guardie palatine in alta uniforme. Che ne pensate?"

    Io ne penso che si! E cosi la finiamo coi pettegolezzi: "Perché trincerarsi sempre dietro questa ideologia del segreto che non fa altro che alimentare voci, creare sconcerto e diffondere interpretazioni distorte? Perché non ricorrere alla trasparenza?"

    Quanta curiosità! Ma che te frega se il Papa fa questo o fa quello, e perchè lo fa? Soprattutto in questioni non pietrine, ma secolari! Caspita! Prendetevi i fatti vostri! Un'uomo non ha diritto alla dignità? Se si preferisce evitare a un signore di una certa età certe fatiche... ma che te frega? Se sta bene o sta male, certamente il Papa non vuole farlo sapere. Avrà i suoi motivi e non sono affari di nessuno.

    Troppi pettegolezzi, poca preghiera, nessuna carità.

    E se tornasse il Papa Re... le cose certamente migliorerebbero.

    RispondiElimina
  183. Giulia d'Amore di Ugento23 ottobre 2011 02:07

    Math, c'ero anch'io! Ero anch'io a Roma! Evviva il Papa RE!

    RispondiElimina
  184. Bah... non hai capito. Leggi meglio, ci sono le virgole.

    Qual'è l'età media di coloro che frequentano la Messa tridentina? 30 anni (almeno dalle mie parti). E questi giovani NON sono gli stessi che si impasticcano il sabato sera. Ci sono giovani e ....Giovani.

    RispondiElimina
  185. Sì, sì: checchina giuliva sarà proprio Lei.
    Ricordo il mio ultimo arcivescovo "cattolico" (i tre successivi temo siano alquanto .... eterodossi) con quanta cura vestiva la cappa e il suo splendido abito corale, e con quanta pari dedizione seguiva noi del minore, anche a suon di ... busse.
    Sì, avete capito bene, ma quante benedizioni quotidianamente gli rivolgo oggi e quanto rammarico per i suoi tre successori, tanto gentili, tanto ecumenici, tanto garbati, tanto sdolcinati, tanto ridicoli a volte, nel non sanzionare nulla e meno che mai le porcherie del clero, nel non proibire scempi a destra e a manca per non sembrare oscurantisti, mentre due generazioni - almeno - sono ormai perdute!
    Se flabelli, cappe, trine e merletti debbono significare solo vuoto revival, no: sono il primo a non volerli.
    Ma se il loro recupero (moderato) può sottolineare almeno la rinnovata coscienza di un ruolo, il recuperato valore di una missione, la catechetica esemplarità innanzi al mondo, allora ben vengano!
    E il Papa sulla sedia gestatoria sarà "solo" il Vicario di Cristo innanzi al quale potremo tutti (e non solo i fortunati delle prime file) W Gesù!!!
    Valli e i suoi sostenitori devono fare un esame di coscienza lungo un anno e poi confessarsi, ricevendo la stessa penitenza che ebbe il Marchese del Grillo: 30 pateravegloria, per 30 volte al giorno, per trenta giorni consecutivi.
    Oppure 30 giorni di fortezza.....!

    RispondiElimina
  186. Lo ribadisco A M V è un bischero.

    RispondiElimina
  187. La sola accettabile della sua replica è invece "10:48".

    RispondiElimina
  188. mic appartiene alla categoria dei sedevacantisti fiancheggiatori dell'eretica e protestantica fraternità gaudente che sappiamo. Il suo sedevacantismo, come quello di Luisa, è tutto implicito, perché essi non sanno o non vogliono esplicitarlo nemmeno a se stessi. Del pensiero espresso dai soggetti che attraversano il blog di messainlatino, quello di mic è nettamente il più insidioso.

    RispondiElimina
  189. ................. ho l'impressione che qualcuno abbia perso la bussola del buon senso..................................

    RispondiElimina
  190. Straquoto Gabriele!

    RispondiElimina
  191. Se Lei - ospite - si riferisce alla FSSPX quando scrive "eretica e protestantica fraternità gaudente..." dissento da Lei.
    Io non ho particolari simpatie per la FSSPX (qualcosa di "tradiprotestante", per finire , lo vedo anche io al suo interno), ma bisogna darle atto che se oggi all'interno della Chiesa si è aperto un salutare dibattito sul CVII (ridimensionandolo dal ruolo di superdogma e faro dell'umanità) il merito va ascritto soprattutto alla Fraternità.
    Passando a Mic e Luisa.
    Luisa non è sedevacantista: ribadisce spesso la sua filiale deferenza al Santo Padre, pur rammaricandosi che da lui non arrivi una parola chiara ecc (Luisa sa sviluppare solo questo concetto, che ripete fino allo sfinimento....).
    Mic è apparentemnte più morbida nella forma (verosimilmente è più giovane di Luisa e ha forse letto qualcosa in più) , ma è più subdola fanatica nella sostanza.  Si accompagna volentieri ai blogger culturalmente piu arretrati, anche sedevacantisti (ai quali appunta volentieri il suo placet), ma non mi sembra avere molta personalità.
    Luisa e Mic hanno bisogno di circondarsi dalla loro piccola (e mediocre) cerchia di gregari.
    Se venissero lasciate sole crollerebbero in 2 minuti.

    RispondiElimina
  192. Ospite in disaccordo24 ottobre 2011 16:15

    <p><span><span>
    <p> 
    </p><p>Non sono d`accordo. 
    </p><p>Questi due ultimi commenti mostrano solo una subola e invincibile avversione per due blogger,  per le quali nessuna delle malevole considerazioni è pertinente.
    </p><p>Del resto quando uno degli agressivi e abituali denigratori si permette di domandare a mic per due volte se non si è fatta delle  striscie,  può metterci tutte le faccine che vuole ma non cessa di trasudare malevolenza e cattivo gusto.
    </p><p>A certi livelli di caduta di stile non ci sono giustficazioni che tengono.
    </p></span></span>
    </p>

    RispondiElimina
  193. Ospite in disaccordo24 ottobre 2011 16:16

    <span>Non sono d`accordo.   </span>
    <span>

    Questi due ultimi commenti mostrano solo una subola e invincibile avversione per due blogger,  per le quali nessuna delle malevole considerazioni è pertinente.
    Del resto quando uno degli agressivi e abituali denigratori si permette di domandare a mic per due volte se non si è fatta delle  striscie,  può metterci tutte le faccine che vuole ma non cessa di trasudare malevolenza e cattivo gusto. 
    A certi livelli di caduta di stile non ci sono giustficazioni che tengono.  
    </span>

    RispondiElimina
  194. Ospite in disaccordo24 ottobre 2011 16:17

    <span><span>Non sono d`accordo. </span></span>
    <span><span></span><span>Questi due ultimi commenti mostrano solo una subola e invincibile avversione per due blogger,  per le quali nessuna delle malevole considerazioni è pertinente.  
    Del resto quando uno degli agressivi e abituali denigratori si permette di domandare a mic per due volte se non si è fatta delle  striscie,  può metterci tutte le faccine che vuole ma non cessa di trasudare malevolenza e cattivo gusto.  </span></span>
    <span><span>A certi livelli di caduta di stile non ci sono giustficazioni che tengono.    </span></span>

    RispondiElimina
  195. Ospite in disaccordo24 ottobre 2011 20:32

    <span><span><span>Non sono d`accordo. </span></span>  
    <span><span></span><span>Questi due ultimi commenti mostrano solo una subdola e invincibile avversione per due blogger per le quali nessuna delle malevole considerazioni è pertinente.    
    Del resto quando uno degli agressivi e abituali denigratori si permette di domandare a mic per due volte se non si è fatta delle striscie, può metterci tutte le faccine che vuole ma non cessa di trasudare malevolenza e cattivo gusto.  </span></span>  
    <span><span>A certi livelli di caduta di stile non ci sono giustificazioni che tengono.    </span></span></span>

    RispondiElimina
  196. Tale Marco (sarà il don Paleari?) afferma che il Papa è invecchiato nel cervello:

    http://www.seitreseiuno.net/Home/tabid/155/EntryId/2979/Ce-da-pensare.aspx

    Notate il solito stile di adombrare, senza dire fino in fondo. Questo è lo stile degli eretici. Questo è quello che alcuni insegnano nei  seminari.

    RispondiElimina
  197. la mia allusione alle strisce è ovviamente caricaturale e talmente inverosimile da renderla solo un gioco.
    Caro "ospite in disaccordo" mi dica piuttosto cosa ne pensa di un "placet"  appuntato a un post (Nerone) palesemente sedevacantista.
    E' giusto che i blogger conoscano il retroscena mentale di questa bolgger.
    E se ha appuntato il "placert" per errore è una emerita sciocca: scusi la franchezza! 

    RispondiElimina
  198. Ma lasciamo perdere! La FSPPX è una banda di scalcagnati gallicani nostalgici, con buona pace della redazione e dei piccoli fans e delle piccole fans. L'unica chance di riscatto dei lefebvriani post-Lefebvre è ricucire lo strappo con Roma, sottomettendosi all'autorità del Papa e alla Chiesa cattolica apostolica romana. Punto. Il resto sono speculazioni da quattro soldi. E che i fanaticuzzi ciarlino pure.

    RispondiElimina
  199. osservando Osservatore25 ottobre 2011 09:25

    E cosi' lei e i suoi "gregari" avere la pretesa di conoscere il retroscena mentale di mic e volete farlo conoscere si blogger?
    Ma la sua arroganza e la sua maleducazione non conoscono limiti?
    O e' ancora una sua presa in giro, un suo gioco, una sua boutade?
    Lo spero, anche se il suo gioco sta diventando veramente molto pesante.
    Invece di occuparsi del retroscena mentale altrui, le consiglio di occuparsi e preoccuparsi del suo retroscena mentale, Osservatore, perche', da quel che
    vediamo su questo blog, sembra molto ambiguo.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.