giovedì 20 ottobre 2011

Pellegrinaggio al Santuario della B.V. di San Luca - Bologna

III Pellegrinaggio regionale dell'Emilia Romagna






Sabato 22 ottobre 2011
Pellegrinaggio dei fedeli dell'Emilia Romagna che si avvalgono del motu proprio «Summorum Pontificum» al santuario della Beata Vergine di San Luca - Bologna

ore 9:00 ritrovo in località Meloncello e processione a piedi fino al santuario
recitando il Santo Rosario (per chi può camminare)

Ore 10.30 S. Messa Solenne
al termine della S. Messa: Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria delle comunità di fedeli dell'Emilia Romagna che partecipano ordinariamente alla S. Messa Gregoriana.
Per l'occasione sarà presentato al Santo Padre un bouquet spirituale di numerosi Rosari secondo le intenzioni del Papa stesso e numerose ore di Adorazione Eucaristica per le vocazioni sacerdotali e religiose nelle rispettive diocesi (ci proviamo....!).

Tutte le indicazioni pratiche nel sito http://www.hancigitur.net/

20 commenti:

  1. Chi celebra la Messa solenne nel giorno del pellegrinaggio? Grazie!

    RispondiElimina
  2. Don Alfredo M. Morselli28 settembre 2011 21:53

    Che importa saperlo, visto che in ogni S.Messa Medesimo è il sacerdote, Medesima la Vittima, Medesimo il Sacrificio?

    RispondiElimina
  3. Ricordo ancora la splendida omelia che tenne lo scorso il giovane, bravo e simpaticissimo Don Andrea Bosio della diocesi di San Marino Montefeltro.
    Spero ci sia lui anche quest'anno.

    RispondiElimina
  4. ... anche il giovane sacerdote della Diocesi di Ferrara, Don Luca Martini, è molto valido e un ottimo predicatore.
    Anche lui potrebbe essere invitato !

    RispondiElimina
  5. peccatore di campagna20 ottobre 2011 16:46

    Se piove state tranquilli !
    Il percorso è riparato dai portici !

    RispondiElimina
  6. Un piccolo appunto: come indicato sul sito http://www.hancigitur.net/ la Messa sarà cantata, non solenne.

    RispondiElimina
  7. Don Alfredo M. Morselli20 ottobre 2011 23:00

    no, sarà solenne

    RispondiElimina
  8. mi auguro sinceramente che non ci siano papocchi con la FSSPX come a Oropa. Mi spiacerebbe che la FSSPX si compromettesse con don Morselli, che non crede le stesse cose.

    RispondiElimina
  9. Alpium Pastor Quidam21 ottobre 2011 12:03

    Ma la fraternità San Pio X non è il diavolo. Sono più dannose altre farternità formalmente cattoliche come Bose, che a Modena hanno preso piede e dividono il clero. Molti infatti, anche giovani, non pensano con la testa di Enzo Bianchi e a differenza di lui amano il Papa.

    RispondiElimina
  10. Bravo, ben detto! Basta demonizzare la FSSPX, sono piu' Cattolici di certe combriccole moderniste che si dichiarano vicine al Papa, ma lontani dalla Dottrina....

    RispondiElimina
  11. Ospite mica demonizzava la FSSPX, ma criticava don Morselli. L'avete letto male.
    Perchè poi caro ospite i cattolici non possono fare assieme un pellegrinaggio?

    RispondiElimina
  12. .............andranno ad onorare la stessa Madre, poi sarà Dio che giuduicherà chi crede bene e chi crede male.

    RispondiElimina
  13. allora vai anche con gli ortodossi a onorare la Madre di Dio, sai che devozione che hanno. Peccato che non credono nelle stesse cose che crediamo noi

    RispondiElimina
  14. state compilando una lista di proscrizione ad usum curiarum episcopalium?

    RispondiElimina
  15. E quindi con diacono e suddiacono? Ottimo!

    RispondiElimina
  16. Sto parlando di cattolici non di scismatici o protestanti. Non penso che don Morselli sia scismatico. Non lo conosco personalmente.

    RispondiElimina
  17. Don Alfredo M. Morselli21 ottobre 2011 17:22

    In attesa che altri più cattolici di me facciano di meglio, intanto proviamo a fare qualcosa; molti duri e puri a parole, a fatti non fanno un bel niente.
    W Benedetto XVI! Ave Maria!

    RispondiElimina
  18. semplice fedele21 ottobre 2011 17:51

    Bravo Reverendo! Concordo pienamente. A domani...

    RispondiElimina
  19. Don Alfredo M. Morselli21 ottobre 2011 22:36

    Grazie ospite, così, leggendo Lei, adesso i progressisti di Bologna non diranno più che sono lefebvriano e mi si prospetta un roseo avvenire...

    RispondiElimina
  20. E' vero don Morselli, a parole è facile dirsi cattolici d.o.c, ma nei fatti pochi si muovono. Ognuno fa quel che può. C'è una  cosa triste, però, è che uno è costretto a fare il meglio che può, mentre sarebbe bene fare ciò che è bene senza essere obbligati (obbligati per modo di dire) a fare il meno peggio. Se siamo messi così, qualcuno avrà pur responsabilità. Dunque anche quel W Benedetto XVI sa un po' di retorica, nel senso, che si, sta facendo molte cose buone, ma sta permettendo ancora che chi vuole agire bene lo faccia solo a metà. Spero di essermi spiegata, non è che mettendo W Benedetto XVI si sia più cattolici, più obbedienti, non sempre si può esultare con un W alle parole del nostro Pontefice. Con sincero rispetto per lei, che sicuramente (non la conosco e posso solo immaginare) sta cercando di dare il meglio per servire il Buon Dio, come tanti buonissimi sacerdoti, che fanno ciò che possono, a volte frenati dall'obbedienza a superiori non molto propensi verso la tradizione, ma a volte più simpatizzanti verso il  modernismo. Buon pellegrinaggio e che la nostra Madre celeste ci assista nei nostri passi, perchè nulla si faccia per nostro orgoglio, ma tutto si faccia per la gloria del Buon Dio.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.