mercoledì 31 agosto 2011

Vocazioni religiose per gli Ordini "tradizionalisti"

In Spagna, nell'Arcidiocesi di Barcellaona si trova un Monastero che segue esclusivamente la Forma Straordinaria del Rito Romano. Si chiama "Oasi di Gesù Sacerdote", fondato nel 1965 da padre Muñoz (e approvato dall'allora arcivescovo di Barcellona, Mons. Modrego Casaus per la storia, in spagnolo, si veda qui), in attesa del decreto per il Riconoscimento pontificio, è un Istituto, c.d. "Ecclesia Dei" (dal 2007).
Qualche settimana fa una nuova giovane ragazza ha emesso la solenne professione dei voti perpetui: Suor Laurianna de Brounville.
I nostri migliori auguri per la nuova vita (religiosa) alla monaca, che si aggiunge alle sue altre 30 consorelle.
Di seguito alcune foto (altre qui) e il link al sito del monastero.








fonte: Oasis Jesus Sacerdote.es via Acción Liturgica


8 commenti:

  1. Ad Alassio in liguria abbiamo la fortuna di avere una comunità di suore francescane dell'immacolata che seguono il V.O. consiglio a tutti di partecipare ad una messa domenicale ore 7.45 e ascoltare le loro splendide voci. La chiesa è appena dietro la stazione facendo un sottopasso ferroviario si gira subito a destra. Si segue la salita e la curva della strada. Il monastero è sulla destra e lo si raggiunge salendo una breve scalinata.
    Queste monache vivono di niente e pregano per tutti noi. Credo meritino la nostra riconoscenza e le nostre elemosine per poter meglio compiere la loro missione.

    RispondiElimina
  2. lo scrivo perchè avendo chiesto un po in giro ho scoperto che nella stessa Alassio nessuno sa della loro esistenza e questo mi dispiace molto... hanno bisogno di un po di pubblicità ma immagino che la clausura non aiuti :P

    RispondiElimina
  3. Bonum est diffusivum.... certo ha ritmi diversi dai nostri...ma con calma e fiducia nella Divina Provvidenza....

    RispondiElimina
  4. E' senz'altro una bella notizia, mi pare di ieri il vostro post su un convento di carmelitani scalzi del nord dove si celebra anche more antiquo, sarebbe davvero auspicabile che i tanti monasteri di carmelitane scalze presenti in varie diocesi d'Italia optassero anche per la Messa nella Forma straordinaria, sono monasteri quasi tutti sui juris per cui non dovrebbero esserci problemi....Se ciò si averasse sarebbe una grande grazia per i tanti fedeli legati al Rito antico.

    RispondiElimina
  5. E' senz'altro una bella notizia, mi pare di ieri il vostro post su un convento di carmelitani scalzi del nord dove si celebra anche more antiquo, sarebbe davvero auspicabile che i tanti monasteri di carmelitane scalze presenti in varie diocesi d'Italia optassero anche per la Messa nella Forma straordinaria, sono monasteri quasi tutti sui juris per cui non dovrebbero esserci problemi....Se ciò si averasse sarebbe una grande grazia per i tanti fedeli legati al Rito antico.

    RispondiElimina
  6. Una bella notizia che fa bene al cuore, tanti auguri a suor Laurianna!
    Spero di tutto cuore, e vorrei fosse una certezza, anzi ne sono certa, che quel monastero mai sarà inquinato dalle prassi che progressivamente, ma sicuramente, introducono nei monasteri le vocazioni suscitate in un certo modo in un certo movimento.

    RispondiElimina
  7. Credo che gli ordini religiosi, le società di vita consacrata si salveranno solamente immergendosi nella loro storia di spiritualità e santità e rinnovandosi nella Tradizione; credo che potranno germogliare anche in forme nuove bypassando i rami secchi e traendo la linfa giovane, vitale e di sempre.
    Così facendo saranno lo strumento privilegiato per la rinascita della Chiesa ammaccata da questi quaranta/cinquant'anni di "ordinaria follìa".
    Non possiamo contare molto sul clero diocesano (salvo rare e eroiche eccezioni).

    RispondiElimina
  8. andrea s. sei di alassio? io sono di pietra ligure....

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.