martedì 23 agosto 2011

GMG 2011 - Luci ed ombre

Fin ora avevamo messo in risalto gli aspetti positivi e alcuni extraordinari (impensabili anche solo 5 anni fa) della GMG di Madrid.
Ma non è tutto rose e fiori. E lo sapevamo bene. Ma quello era il tempo per raccontare quanto i mass media (anche -o forse soprattutto - quelli religiosi) avevano stavano colpevolmente tacendo.
Ora però è il momento anche per qualche riflessione, pur amara.
Vi proponiamo una semplice considerazione che ci ha voluto gentilmente inviare un nostro lettore, sacerdote. Come dargli torto?
Noi non siamo ingenui né abbiamo gli occhi velati dal (miope) ottimismo provocato dagli indiscutibili (e inaspettati) successi di questa GMG 2011.
Sappiamo bene che quanto andrete a leggere descrive il pensiero (parzialmente errato o comunque incompleto) diffusissimo tra i giovani. E che c'è anche di peggio!
La situazione dei giovani, quindi è ben lungi dall'essere "tornata normale" solo perchè si è celebrata qualche Messa Tradizionale a Madrid.
Ci conforta il fatto che ora qualcosa è iniziato, qualcosa si è smosso, qualcosa sta cambiando. Ancora in minima parte, certo. Ma si è iniziato!
E' positivo il proposito del sacerdote: evidenziare la carenza e le falle della GMG non per condannare, ma per rimboccarsi le maniche (della talare, speriamo) e per lavorare coi giovani affinchè alla prossima GMG 2013 su quel biglietto (che trovate trascritto sotto) ci siano appuntati ben altre riflessioni.
Speriamo che molti altri sacerdoti facciano proprio questo intento.
E per incentivare ciò continueremo a riportare gli aspetti positivi della GMG 2011. Perchè pur noti gli aspetti critici, l'umana coscienza è meglio invogliata dalla Speranza e dalla positività, che non dalla recriminazione.

Roberto



Contenti del bene della GMG di Madrid, guardiamo realisticamente anche le ombre. Non per condannare ma per tirarci su le maniche e “correggere il tiro”
Impressioni raccolte a caldo in una Parrocchia al ritorno dei partecipanti alla GMG di Madrid



Giustamente in questo blog sono stati messi in luce gli aspetti positivi e i balzi in avanti che la GMG ha fatto, grazie al Papa.
Prima però che questi semi di novità, portino frutto occorrerà lavorare tanto da parte dei Pastori perché i giovani comprendano a pieno il desiderio che il Papa ha di ricentrare tutto su Cristo.
Al rientro di un gruppo di 34 partecipanti trovo un biglietto pieno di entusiasmo ma dal quale ci si accorge che nonostante gli annunci trionfalistici, ben poco della vera GMG è passato.

Recita il biglietto:

“Al ritorno dalla GMG, dopo una settimana passata tra papaboys e papagirls, ammucchiate di gente, musiche, balli e movimenti di ogni tipo, portiamo a casa alcuni spunti di riflessione particolarmente interessanti.
-La fede è innamorarsi di Gesù, seguire il Suo progetto. Non è sapere il catechismo.- (Quasi che le due cose siano in contraddizione e che l’amore sia solo entusiasmo superficiale senza alcun fondamento razionale.)
-Per noi cristiani il nemico non esiste, noi siamo strani, siamo quelli che di fronte ad un immigrato, uno zingaro un carcerato, ci scatta qualcosa di attrattivo, di amore -
(il tutto in prefetto buonismo universalistico che non tiene conto di diritti e doveri da ambo le parti).

Benchè qualche cosa di buono ci sia, è di certo un po’ poco come messaggio di una GMG in cui il Papa ha cercato di dire ai giovani di radicarsi in Cristo e di essere edificati su di Lui . Saldi nella fede da portare soprattutto all’Occidente che tende ad escludere Dio e a considerare la fede come un fatto privato. (cfr messagio di indizione della GMG). Ancor meno per l’omelia della Messa in cui Benedetto XVI ha invitato ad amare la Chiesa , a fidarsi di essa e ad andare a Messa ogni domenica, a confessarsi e a meditare il Vangelo.

162 commenti:

  1. Ecco, questo è proprio quello che intendevo in qualche post precedente..anche se mi sarò tirato dietro del "disfattista",  come la Redazione aveva "bollato" qualche ospite di passaggio nei commenti...

    Scusatemi, so che mi tirerò di nuovo un sacco di critiche, ma continuo a non capire in che modo la GMG e le altre forme "woityliane" di apostolato possano effettivamente incidere nei cuori dei giovani e delle persone in genere. E pertanto, pur condividendo ed apprezzando l'adorazione al Cristo Sacramentato fatta finalmente in silenzio senza le trombonate musicali che ci vengono inflitte da certi giovanilisti, resto convinto che poco servano e che la strada da fare di questo passo sia troppo lenta e troppo lunga. 

    Si deve proporre ai giovani una via netta e diritta verso il Cielo, non cercare di seguirli da vicino lungo i loro sentieri scivolosi e tortuosi, evitando loro al massimo di cadere nel precipizio.

    RispondiElimina
  2. mah...

    1) questo "biglietto" rappresenta quello che TUTTI o anche solo la maggior parte dei partecipanti hanno conservato della GMG? Ovviamente no.

    2) è la GMG il luogo dove uno impara la corretta visione di queste cose? Ovviamente no. Se dalle parrocchie e dalle famiglie non hanno ricevuto la fede e due nozioni che siano due, che si pretende? Piuttosto rallegriamoci di questa impollinazione grazie alla fatica del Papa. E tanto superficiale non deve essere, se la stampa laicista schiuma così di rabbia

    3) attesi i punti 1 e 2, non è che magari siamo nel 2011 e non nel 1011 e che forse forse è normale che la gente sia ignorante di tutto, a cominciare dalla fede? E non è che magari il punto del messaggio del papa è proprio questo, e cioè "damose da fa' " come disse il Beato GPII? 

    Il Papa può convocare, dare le linee guida, alzare un vessillo. Ma dargli sostanza e continuità tocca alle parrocchie, ai parroci, alle famiglie, ai laici, a tutti noi insomma, con la grazia divina e senza zelo amaro. Ne abbiamo di strada da fare!

    Viva il Papa! Viva la GMG (speriamo sempre più "tridentina"!)

    RispondiElimina
  3. <span>Enrico, dovresti pensare alla GMG come la parabola del seminatore. E anche tener conto che molti devono essere i chiamati, poi pochi saranno gli eletti.</span>

    RispondiElimina
  4. tra le ombre della GMG c'è da annoverare certamente quella proiettata dalla impensabile talare di mons. Fontlup...... ;)

    RispondiElimina
  5. Caro Blas, l'unica cosa su posso convenire è che il Seminatore sa sempre perfettamente dove, come, quando e quanto seminare.

    Ma, poichè non posso dare per scontato che tutto quello che è opera dell'uomo sia da intendere come opera del Seminatore, mi permetto di...giudicare? no, troppo, non potrei mai, ma esitare sull'albero guardando i frutti, questo si. Quante GMG sono state fatte? 13 mi pare. Quante vocazioni sono nate scaturite da queste GMG? quanti e quali valori cattolici della vita sembrano essere cresciuti nel  mondo?

    Ricordo che anch'io da ragazzino partecipavo a cose di questo genere, ritiri spirituali al suono del Gen rosso, raduni piu o meno carismatici, frequentazione di gruppi cattolici di vario tipo. Ma la mia chiamata alla Fede (e posso dire di provenire da una famiglia tepidamente per non dire per niente cattolica) è venuta solo dopo avere assistito per la prima volta al Rito di San Pio V nella Chiesa di San Simeon Piccolo a Venezia. Era il lontano 1978 ed avevo 16 anni. se non fosse accaduto ciò, probabilmente adesso sarei uno dei tanti che in chiesa ci va per matrimoni e battesimi, piu interessato al pranzo post cerimonia che al resto.

    Ripeto, so di attirarmi le malevolenze dei benpensanti, ma a me le GMG sembrano solo una trovata per attirare a se i giovani come gli imbonitori, sperando che qualcuno si faccia convincere. I giovani li convinci solo se proponi qualcosa di Trascendente in cui mostri di credere veramente. Ed in questo il Papa attuale sta effettivamente facendo uno sforzo immane, peccato solo che sia ostacolato da una gran parte della vecchia nomenklatura conciliarista, che si farebbe bruciare piuttosto che dire "ok  ci abbiamo provato ma forse ci siamo sbagliati". In dottrina questo dovrebbe essere il peccato di Superbia, e forse è quello per cui veramente la Chiesa  moderna dovrebbe chiedere scusa al mondo.

    RispondiElimina
  6. sempre che non sia un miraggio... :-D

    RispondiElimina
  7. Che carità e catechismo siano in contraddizione è semplicemente blasfemo.
    Eppure è un'idea che serpeggia in molti ambienti "cattolici".

    Quanto alla GMG... che dire?
    Nei grandi numeri, statistica vuole che si trovi un po' di tutto, nel bene e nel male: come nelle "grandi moltitudini" che seguivano Gesù.

    RispondiElimina
  8. Certamente, e questo sarebbe sufficiente a trattare questi eventi con "moderazione": non una panacea di tutti i mali del Cattolicesimo, forse nemmeno una iattura senza più fine.

    Ho l'impressione che sempre piu spesso in ambienti "cattolici" ci sia il malvezzo di fare come nelle aziende: chiudersi dentro uno stanzino per cercare di partorire un'idea brillante, una trovata per dare lustro al proprio marchio. Come se la Fede fosse un "brand" che occorre pubblicizzare (nel senso peggiore del termine)

    RispondiElimina
  9. <span>Caro Enrico allora anche tu guardi il numero per valutare? Se le 13 GMG avessero servito per salvare una sola anima sarebbero un successo.</span>
    Poi se vuoi proporre ai giovani qualcosa di Trascendente ai bisogno prima di incontrarli e poi far che ti ascoltino.

    RispondiElimina
  10. micapizza&fichi23 agosto 2011 17:21

    Un sommesso consiglio: posto che il bigliettino contiene due palesi e marchiani errori (che il catechismo non c'entri con l'amore e che il "nemico" non esiste), senza la GMG quel bigliettino sarebbe stato scritto lo stesso? Secondo me sì. La GMG non c'entra con il bigliettino. Può non essere riuscita ad evitare che sia stato scritto al ritorno, ma non lo avrebbe impedito anche senza l'andata. Perciò chi anela ad una Chiesa assai più consapevole di se stessa non dovrebbe vedere nel bigliettino del "reduce" da Madrid la contaminazione della "spagnola", bensì nel "reduce" da Madrid un'occasione per darsi da fare, amando la Chiesa ed il Papa, per appassionare alla ricerca della Verità chi non è guarito malgrado la cura. Attenti però a non essere degli schiffiltosi con i guanti bianchi: chi è sudato e infangato merita rispetto.      

    RispondiElimina
  11. Beh, diciamo che oppongo il numero al numero. Poi sono d'accordo che anche una sola conversione sarebbe un successo, ma quello che contesto è il fatto che si affermi che è un successo per la partecipazione numerica!!  ;)

    Sulla seconda parte siamo al problema dei problemi: sembra un cosiddetto "sofisma" ossia un ragionamento che parte da premesse corrette per giungere a conclusioni sbagliate (ma per carità non vedere in questo un mio giudizio, sto solo cercando di argomentare!!).

    allora tu dici : "<span>Poi se vuoi proporre ai giovani qualcosa di Trascendente hai bisogno prima di incontrarli e poi far che ti ascoltino"</span>

    vero. e per incontrare qualcuno debbo andare dove egli è o fare in modo che ci si possa incontrare. questo sembra escludere la cosiddetta "evangelizzazione" da parrocchia o da pulpito, il classico "andate fuori e predicate". corretto anche questo. 

    Andiamo pure incontro ai giovani. inoltre debbo fare in modo che mi ascoltino. Qui diventa pericoloso, perchè come dice il saggio " non v'è peggior sordo di chi non vuol sentire" e pertanto per farsi sentire occorre che l'ascoltatore sia "invogliato" a prestarti ascolto. e certo non lo farà se quello che sente non è particolarmente gradevole, figurati a parlargli di peccato ed inferno...

    allora dovrò adattare........CHE COSA? LA FORMA? OPPURE I CONCETTI? ecco dove scaturisce l'errore a mio avviso: si è più o meno volutamente scambiato la forma col contenuto. Ed ecco che se non puoi parlare di peccato, di santità, di paradiso, di rinunce, di cosa puoi parlare con un giovane (e non solo con un giovane)? gli parlerai il linguaggio che istintivamente è portato a comprendere, quello della giustizia, della solidarietà, della comunione, di una serie di cose che per carità di Dio sono bellissime ed importanti, ma SECONDARIE ED ACCESSORIE ALLA FEDE. Che ripeto, a costo di essere banale e noioso, è primariamente credere che Cristo è venuto sulla terra in corpo e spirito, è morto per i nostri peccati ed è VERAMENTE RISORTO DA MORTE. Punto. 

    tutto il resto è un corollario, bello, importante, giusto, ma SOLO UN COROLLARIO.

    per non parlare del sacrificio che la Croce comporta e significa, abbiamo spostato tutto sull'aspetto sociologico del Cristianesimo, fino alle paranoiche evoluzioni della teologia della liberazione.

    Scusami carissimo, io sono certo che tu porti avanti un concetto giusto: il problema è che certi uomini di Chiesa, per ragioni che nemmeno voglio toccare, hanno preferito smettere di proporre con le parole e l'esempio le verità primarie del Vangelo per seguire tutto il resto e quello in maggior buona fede di loro sono certo che lo ha fatto proprio per "far si che ci ascoltino".

    Con sincera gratitiudine

    RispondiElimina
  12. Resto sempre dell'idea che le GMG non siano una bella cosa,anch'io ho letto i magnifici discordi del PAPA e mi sono commosso,le dirette non le ho seguite perchè non mi piacciono queste cose,la via crucis l'ho trovata per le 14 stravaganti stazioni inadatta,perchè non le 14 stazioni tradizionali che con quelle statue sarebbero state meravigliose?Le Confessioni importantissime e grande il Papa che ha datol'esempio.La Messa senza la Comunione incredibile,perchènon fare la Comunione almeno spirituale?Certo mi confidava un giovane amico nel ritorno dalla Messa c'erano le chiese della capitale aperte per le Comunioni non stop,mah?Il Papa ha già fatto tanto adesso cerchiamo di aiutarlo anche noi pretio che stiamo a casa,ogni giorno,ogni domenica.

    RispondiElimina
  13. perfettamente d'accordo, la GMG col bigliettino non c'entra. Serve invece a chi l'altro giorno cantava la GMG come (forse l'ho già detto e me ne scuso) la panacea di tutti i mali e l'alba della nuova era Cattolica.

    Già l'altro giorno ho cercato di esprimere tutta la mia perplessità su questo entusiasmo per un evento (ah quanto detesto questa parola così in voga) che a mio avviso scalfisce (in un'epoca in cui si rifugge dalla profondità), solo superficialmente le anime.

    E per non far pensare che io sia un vecchio barbogio (49 anni) posso affermare di essere certo che nei raduni organizzati dalla Fratenità San Pio X per i giovani ci sono anche  momenti di distrazione e divertimento, ma accompagnati anche da momenti di meditazione seria e profonda sul Mistero di Cristo. In perfetta letizia veramente cattolica

    RispondiElimina
  14. Non condivido affatto i giudizi negativi nè i sospetti sulla GMG, questa di Madrid come anche quelle del passato. Oggi servono anche queste cose, questi eventi grandiosi, che fanno bene e lasciano un segno sia dentro sia fuori la Chiesa. E' chiaro che non sostituiscono la vita cristiana ordinaria, nessuno lo pensa! Le GMG come in genere ogni raduno, è un'occasione bella per stare assieme e confortarsi in un mondo dove spesso come cristiani ci troviamo in pochi e ci sentiamo soli. Ho seguito alla televisione quasi tutti gli eventi e sono rimasto colpito e commosso.

    RispondiElimina
  15. <span>Son d`accordo con te che oggi molti preti e catechisti predicano un vangelo "a la carte" ma non credo che si possa dir quello delle GMG ne di quelle di GPII e men che meno di quelle di Benedetto XVI.</span>

    RispondiElimina
  16. Reverendo, mi permetta una chiosa: eventi grandiosi? Sembra una misura tipica della nostra epoca televisiva, che misura la grandezza con il numero. Un evento è grandioso se vi partecipano milioni di persone, un flop se ci sono solo alcune centinaia di poveri presenti. È esattamente questo quello che in tutta modestia credo essere un errore di prospettiva. E poi i Cristiani soli? Non amo le citazioni evangeliche, fa molto protestante essendo io un laico, ma fu Nostro Signore a dire che sarebbero bastati due o tre riuniti nel Suo Nome e Lui sarebbe stato in mezzo a loro...se vi sono cristiani che si sentono soli e la loro fede non è fisicamente in pericolo, mi chiedo che tipo di fede sia.

    Devotamente in Christo

    RispondiElimina
  17. micapizza&fichi23 agosto 2011 18:38

    La GMG di Madrid è un'alba nuova rispetto alle stesse GMG precedenti.
    C'è chi ha fatto notare che questa è la prima radicalmente ratzingeriana e non lo scrivo in spregio al Beato Giovanni Paolo II, ma a beneficio della capacità di accorgersi dei segni che il Signore (non noi, o i papi) fa far capolino nella storia. 
    Quest'epoca è la più secolarizzata e la più bisognosa di una fede radicata in Cristo. Non può più, come nel recente passato, far leva sulla fede delle generazioni passate, perchè quelle generazioni sono meno radicate nella fede che in passato, avendola contaminata con derive filantropico-umanitariste e sociologico-economiciste.
    A Madrid il silenzio di una moltitudine inginocchiata, credo -numericamente- inedita alle cronache di ogni epoca, ha fatto risuonare i cori angelici. Bigliettino o non bigliettino. Problemi o non problemi. Quest'epoca brilla per apparenza e superficialità: a Madrid si è vista maggior "sostanza" e profondità. Barlumi, ma non è questo il punto: troppa luce ci accecherebbe. A noi è richiesto di intravvedere nelle luci crepuscolari. A noi è richiesto il lavorio di cogliere il positivo nel negativo. Come fa Dio con noi, badiamo bene: perchè se dovesse amarci solo di fronte alla perfezione, ci avrebbe già rigettati. Invece è venuto a morire per salvarci.
    Il Papa è venuto a dire questo a dei giovani disabituati a sentirselo dire persino dalla pastorale giovanile mondana, scarsa in catechismo e più ferrata in antropologia e psicologia. E di fronte ai pregi dei "prodotti di nicchia" non bisogna disdegnare la buona qualità più popolare. Il Barolo a 25 Euro al litro non è per tutti. Ma una buona bottiglia la possono gustare tutti, una volta smascherata l'improponibilità del tetrapak di Tavernello se si parla di vino...       

    RispondiElimina
  18. Memory, come al solito riesci ad esprimere 1000 volte meglio di me le mie stesse riflessioni!!!

    Bravo! :-D

    RispondiElimina
  19. oh, Enrico,magari.... magari io sapessi e potessi dire tutto quello che penso ! e con la chiarezza di molti altri migliori di me, es. HPoirot e Miilanese...,ma dico come posso ,  quel che sento e vedo, e confronto passato e presente, facendo appello alla mia memoria, ricordando quello che erano la Chiesa e la vita cristiana vissuta interiormente, quand'ero piccolissima, agli inizi del mega CV2 che ha cambiato (snaturandolo ) il volto della Sposa di Cristo....

    RispondiElimina
  20. Perdonami una domanda: perché tutta questa bella discussione deve finire in un "giudizio" su GPII o su Benedetto XIV?? perché dobbiamo sempre scivolare in un antipatico schierarsi pro o contro una persona? Inoltre mi sembra di avere letto (ed in parte condivido) che oramai il potere del Papa inteso come potere ed autorità sembra oramai anche per effetto del CVII scemato a favore di un collegialismo ( su cui avrei da esprimere alcune riserve, ma passiamo oltre) e pertanto anche le scelte della Chiesa non credo che possano essere ascrivibili in toto al Sommo Pontefice. Tanto è vero che sulla questione della riconciliazione con i lefebvriani si sentono fin da qui i ringhi delle conferenze episcopali francesi e tedesche, che faranno di tutto e di più per opporsi a tale riconciliazione. Il Papa non è più (ahimè) un monarca assoluto. Ed allora perché identificare moti e movimenti interni alla Chiesa che tuttalpiù il Papa può incoraggiare, approvare, oppure osteggiare (in questo caso tuttavia fino ad un certo punto) con la persona fisica del Papa stesso? Io credo che occorra fare un ragionamento più ampio, in termini di direzione (ripeto, specialmente dopo il CVII che ha distrutto una forma di autorità monarchica detenuta dal Papa in favore di una forma - a mio avviso deleteria - di collegialismo) più che di persone. Poi stai dicendo una cosa così a me che salutai l'elezione di Ratzinger nel2005 come l'unica salvezza per la Barca di Pietro. Il problema è che forse perfino lui ha dovuto fare i conti con il resto della barca, ed accontentarsi di non farla naufragare contro gli scogli...un saluto

    RispondiElimina
  21. Quoto, quoto, quoto e straquoto :-D

    E pensa che io nemmeno la memoria posso avere, essendo nato nel 1962...

    RispondiElimina
  22. Memory ed Enrico, che succede? sul mio schermo non vedo il commento di Memory. Il mio PC fa cilecca o Memory e' stata censurata?

    RispondiElimina
  23. micapizza&fichi23 agosto 2011 20:35

    Qui concordo nel merito, pur dissentendo dallo spirito iper-critico verso la GMG (e questa in particolare).
    Mi spiego: l'incontro con Gesù non è solo un'emozione. Indubbiamente può esserlo e la consolazione serve per i momenti desolati.
    Tuttavia è innegabile che se nella desolazione si deve "stare", la consolazione ti conferma nell'andare: S. Ignazio è del 1600.
    La capacità di fare la Volontà di Dio è innanzitutto una grazia e correttamente è stata intesa anche da Mr Arguello.
    Per ricevere le grazie il terreno deve essere dissodato ed irrigato e certamente una GMG "dissoda" e fertilizza.
    Poi però rimangono i rischi dell'emozione: bisogna superarli andando al conformata-confirmare ed infine al confirmata-trasformare.
    L'emozione è una forma di appagamento estetico che spesso è tutto interiore, psicologico, dentro di noi. Per donarsi bisogna uscire.
    L'estasi è l'incontro con il Dio che rincorriamo e che ci ha già preso, mentre noi cerchiamo di seguirlo.
    Dio rimane fuori di noi ed a noi prossimo, proprio perchè è Lui a cercarci.
    Allora l'emozione lascia il posto alla scelta, l'innamoramento all'amore, forte come la morte, capace di abbracciare la croce.
    Migliaia di persone che si dichiarano disposte ad una vocazione religiosa e sacerdotale sono un grandissimo miracolo o una pericolosa illusione propagandistica e mni tengo il sospetto che certe "esibizioni" abbiano maggiormente a che fare con la seconda ipotesi.
    Purtroppo. Ma non escludiamo che di quei 5000 50 possano davvero diventare preti: è lì che Dio ci supera. Noi ci limitiamo all'indignazione.     

    RispondiElimina
  24. Vorrei ancora una volta evidenziare la presenza di Messe Tridentine in occasione della GMG come un bel passo avanti, visto e considerata la filosofia (!) che sta alla base delle GMG.
    Solo ipotizzare pochi anni fa una Messa col Rito di San Pio V alla GMG sarebbe stato considerata una BLASFEMIA (!!!) e molti preti (e porporati) modernisti si sarebbero stracciati pubblicamente le vesti.
    Chissa' a quanti giovani Dio ha toccato il cuore con questa Messa Santa; non dimentichiamo che tanti di noi hanno aderito alla Tradizione dopo aver assistito ad una Messa Antica.
    Attendiamo quindi che i semi che Dio ha posto nel cuore di questi giovani partecipanti alle Messe Tridentini crescano!

    RispondiElimina
  25. Alessandro (sandalo)23 agosto 2011 20:41

    <span><span>Se le 13 GMG avessero servito per salvare una sola anima sarebbero un successo.</span>  Vale anche il discorso opposto.</span>
    Se hanno seminato confusione ed idee distorte sulla fede, anche in una sola anima, sono un fallimento.

    RispondiElimina
  26. Luciana, non c'è nessuna censura... Sono io che ho usato (questa volta io si da giovanilista... 8-) ) il termine "quoto" riferendolo al commento di memory delle 19.38, dove scriveva ".. Dico come posso, quel che sento e vedo e confronto passato e presente..." mi accomunavo a questo approccio :-[

    Niente censura! :)

    RispondiElimina
  27. f. Marie des anges23 agosto 2011 22:14

    Non so dei preservativi. A me ha colpito la quantità di ragazze in reggiseno e canottiera bagnata e di ragazzi a torso nudo...
    Pare proprio nche a questi ragazzi sia del tutto estranea l'idea che a una funzione religiosa si va in tenuta decente (mica voglio dire velate, ma in reggiseno mi pare un po' tanto... non c'è nessun direttore spirituale che spieghi che forse per un milione di adolescenti sovreccitati la visione di ragazze in reggiseno può avere certi effetti.... come minimo ...'distrattivi'?
    Belli - si fa per dire - due punti del biglietto:
    1) La fede ... Non è sapere il catechismo. (bella questa, vogiono innamorarsi di Gesù alla cieca, senza sapere chi è, cosa insegna, cosa chiede, a chi comanda di affidarsi)
    2) Per noi cristiani il nemico non esiste (non esitste il Nemico???, già certo sono abituati a dire "liberaci dal male"... ovvio che non abbiano idea che esiste l'Avversario...

    Ma a questi ragazzi nessuno ha detto che se la pensano così NON SONO CRISTIANI??

    RispondiElimina
  28. Non voglio essere il rompiscatole di turno, ma il pricipio tomista del bonum ex integra causa malum ex quocumque defectu qui calza perfettamente.

    RispondiElimina
  29. Carissima, potrebbe sentirsi apostrofare da qualche "tifoso" delle GMG di non capire la necessita di avvicinare i giovani secondo il loro linguaggio ed il loro modo di vivere... ;)

    RispondiElimina
  30. f. Marie des anges23 agosto 2011 22:41

    ma qui il prob lema non è il linguaggio... è la sostanza!!!

    RispondiElimina
  31. Ma beninteso sono perfettamente d'accordo con lei. Non vorrei arrivare a dirlo, ma alle volte ho il terribile sospetto che questi "eventi" siano da un lato un pretesto per certe fasce di episcopato cattolico (che evidentemente soffre di solitudine) per sentirsi giovanilmente ancora al centro dell'entusiasmo giovanile e dall'altro un pretesto per combriccole di ragazzi per viaggiare, divertirsi, fare esperienze ( e qui mi taccio per pudore) a rimorchio della parrocchia...già tanti anni fa i gruppi parrocchiali rappresentavano un'occasione per ragazzi e ragazze per incontrarsi...figuriamoci se oggi ti viene offerta l'opportunità di andare a Rio de Janeiro...

    RispondiElimina
  32. Brava, è esattamente la mia idea, esposta a Blas nel post delle 17.35 ossia che i cosiddetti novatori del CVII e relativi epigoni hanno più o meno volontariamente confuso linguaggio e sostanza, forma e contenuto, mezzo e fine. È il loro trucchetto di bassa lega, scambiare linguaggio con la sostanza!

    RispondiElimina
  33. :-[  al Papa sono state fatte due domande molto interessanti ... una sulla VERITA' E SULLA TOLLERANZA, ossia il rapporto con le altre fedi, l'altra proprio sul SENSO DELLE GMG e fino a qual punto queste possono essere BUONE.... ;)

    ecco la prima:
    Padre Lombardi: Un’ultima domanda, Santità. Le Giornate Mondiali della Gioventù sono un tempo bellissimo e suscitano molti entusiasmi, ma i giovani poi tornano a casa e ritrovano un mondo in cui la pratica religiosa è in diminuzione fortissima. Molti di loro probabilmente non si vedranno più in chiesa. Come si può dare continuità ai frutti delle Giornate Mondiali della Gioventù? Pensa che diano effettivamente frutti di lunga durata al di là dei momenti di grande entusiasmo?

    Santo Padre: La seminagione di Dio è sempre silenziosa, non appare subito nelle statistiche. E con il seme che il Signore mette nella terra con le GMG, è come con il seme del quale Egli parla nel Vangelo: qualcosa cade sulla strada e si perde; qualcosa cade sulla pietra, e si perde; qualcosa cade tra i rovi, e si perde; ma qualcosa cade sulla terra buona e porta grande frutto. Proprio così è anche con la seminagione della GMG: molto si perde – e questo è umano. Con altre parole del Signore: il granello di senape è piccolo, ma cresce e diventa un grande albero.
    Con altre parole ancora: certamente, molto si perde, non possiamo subito dire: da domani ricomincia una grande crescita della Chiesa. Dio non agisce così. Ma cresce in silenzio e tanto.
     So dalle alte GMG che sono nate tante amicizie, amicizie per la vita; tante nuove esperienze che Dio c’è. E su questa crescita silenziosa noi riponiamo fiducia e siamo sicuri, anche se le statistiche non parleranno molto, che il seme del Signore realmente cresce e sarà per moltissime persone l’inizio di un’amicizia con Dio e con altri, di un’universalità del pensiero, di una responsabilità comune che realmente ci mostra che questi giorni portano frutto. Grazie!

    RispondiElimina
  34. l'altra domanda e risposta molto interessanti:

    P Lombardi: Santità, i giovani del mondo di oggi vivono generalmente in ambienti multiculturali e multiconfessionali. La tolleranza reciproca è più necessaria che mai. Lei insiste sempre molto sul tema della verità. Non pensa che questa insistenza sulla verità e sull’unica Verità che è Cristo sia un problema per i giovani di oggi? Non pensa che questa insistenza li indirizzi alla contrapposizione e alla difficoltà di dialogare e cercare insieme agli altri?

    Santo Padre: Il collegamento tra verità e intolleranza, monoteismo e incapacità di dialogo con gli altri, è un argomento che spesso ritorna nel dibattito sul cristianesimo di oggi. E, naturalmente, è vero che nella storia ci sono stati anche abusi, sia del concetto della verità, sia del concetto del monoteismo; ma sono stati abusi. La realtà è totalmente diversa. L’argomento è sbagliato, perché la verità è accessibile solo nella libertà. Si possono imporre con violenza, comportamenti, osservanze, attività, ma non la verità! La verità si apre solo alla libertà, al consenso libero, e perciò libertà e verità sono intimamente unite, l’una è condizione per l’altra.

     E, del resto, cercare la verità, i veri valori che danno vita e futuro, é senza alternativa: non vogliamo la menzogna, non vogliamo il positivismo di norme imposte con una certa forza; solo i valori veri portano al futuro e diciamo che è necessario, quindi, cercare i valori veri e non permettere l’arbitrio di alcuni, non lasciare che si fissi una ragione positivista che ci dice, circa i problemi etici, i grandi problemi dell’uomo: non c’è una verità razionale.
    Questo sarebbe veramente esporre l’uomo all’arbitrio di quanti hanno il potere. Dobbiamo essere sempre alla ricerca della verità, dei veri valori; abbiamo un nucleo nei valori, nei diritti umani fondamentali; altri simili elementi fondamentali sono riconosciuti e, proprio questi, ci mettono in dialogo l’uno con l’altro. La verità come tale è dialogica perché cerca di conoscere meglio, di capire meglio e lo fa in dialogo con gli altri. Così, ricercare la verità e la dignità dell’uomo è la maggiore difesa della libertà.

    RispondiElimina
  35. Sei un testimone oculare di quanto stai affermando?

    RispondiElimina
  36. Simon de Cyrène24 agosto 2011 08:51

    Il messaggio centrale delle GMG per i catechisti e i sacerdoti dediti all'apostolato con i giovani è appunto che codesti non ne vogliono sapere niente di messaggi annacquati e melliflui, ma, al contrario, che desiderano un Magistero chiaro, limpido e coraggioso circa la dottrina e la vita.
    In effetti, quando sono impartiti nelle parrocchie i soliti catechismi timidi e svirilizzati i giovani fuggono appena lo possono, mentre il messaggio radicale e preciso della Chiesa quale insegnato dai Sommi Pontefici durante le GMG attira sempre più giovani esattamente in quelle età dove di solito spariscono...
    Già tra i giovani delle parte mie che stanno tornando da quelle giornate si evidenzia un desiderio di vivere la Buona Novella in modo piû apostolico e per certuni la nascita di un percorso vocazionale: ad ogni modo, visibilmente, quelle giornate resteranno pietre miliari per tutta loro vita di cristiani. I.P.

    RispondiElimina
  37. Caterina sei irrecuperabile... sei talmente accecata da questo papa che non vedi più la realtà! 
     
    Riesci ad essere contenta di un discorso in cui in sole 10 righe il papa fa l'elogio 
    1) dei diritti umani, 
    2) del dialogo come fulcro della verità  
    3) della dignità dell'uomo 
     
    Ma ti rendi conto che il papa qui ti dice di essere sempre alla ricerca della verità (che il cristiano o possede già o  trova per grazia divina con la preghiera) tramite il dialogo l’uno con l’altro che deve essere centrato nei diritti umani fondamentali e nella dignità umana. 
     
    Ma allora se la Verità é dialogica come dice BXVI ... Gesu' Cristo cos'é ? Un totalitario ?

    RispondiElimina
  38. Andrea Carradori24 agosto 2011 09:14

    C'è sempre qualche infiltrato che spacciandosi per cattolico e per tradizionalista fa gli interessi, con spirito da schiavo, dei nemici della chiesa !
    Non è bastata la risposta equilibrata e realistica di chi, qualche giorno fa, avendo partecipato a diverse GMG ha scritto che è impossibile, anche volendolo fare, far sesso con migliaia di persone attorno ...
    Un operatore statale italiano , da me consultato per commentare il GMG del 2000, si è spimto ad affermare se magari "qualcuno" abbia potuto mettere qualcosa... per screditare i partecipanti all'evento religioso.
    Comunque la qualità dei partecipanti al GMG è aumentata di molto !
    Gli errori, perchè di errori gestionali e organizzativi, sono stati fatti nel passato ... sono stati quasi completamente corretti.
    Le elucubrazioni mentali degli infiltrati potrebbero essere espressi in altri siti : quello dei radicali italiani, ad esempio,
    Penso che con Google si possa trovare senza difficoltà, buona giornata a tutti , fatta eccezione per gli infiltrati !

    RispondiElimina
  39. <span><span>L'adesione alla Verità (cioé a Gesù) viene da l'adesione dell'intelligenza alla Rivelazione tramite la FEDE.    
    Ora la fede essendo un dono di Dio soprannaturale si ottiene più con un'Ave Maria che con 10000 dialoghi.    
       
    "Con la fede entriamo in un nuovo mondo un mondo reale ma un mondo che é <span>sconosciuto</span> alla semplice ragione e all'intelligenza.  Ed é praticamente impossibile fare delle analogie per cercare di far capire la distanza che c'é tra la conoscenza di Dio che ci viene dalla virtu' di fede e  la conoscenza di Dio che ci viene dalla ragione.  Si potrebbe dire che c'é la stessa differenza tra Dio e la creatura. In un certo senso tra la conoscenza di Dio che proviene dalla fede  e la conoscenza di Dio che ci viene dalla pura ragione. </span></span><span><span>C'é la stessa distanza che c'é tra Dio e la creatura.</span></span><span><span>" 
    (Mgr Lefebvre - Il Tesoro della FEDE)    
       
    Caterina mi spieghi come si fa a ottenere un bene (la FEDE) distante tanto quanto Dio tramite un dialogo centrato sui diritti umani ?</span></span>

    RispondiElimina
  40. Carissimo hpoirot, innanzitutto buongiorno.

    Hai ragione, questi discorsi sembrano esempi di quadratura del cerchio, oppure di sintesi hegeliana. E' un modo per cambiare tutto senza cambiare nulla, per dire qualcosa ed il suo contrario, per dare un colpo al cerchio ed uno ad una botte che di essere colpita non ne ha nessuna voglia.

    Credo di rammentare che al Santo Padre, proprio sul tema della riconciliazione con la Fratenità, sono arrivati altissimi bai (e molti ringhi) da parte (almeno) delle Conferenze Episcopali francese e tedesca, costringendolo ad un periglioso equilibrismo (le Istruzioni alla Summorum Pontificum ne sono un altro esempio).

    Che dire? certo non mi sogno di ergermi a giudice delle azioni del Santo Padre, forse sarei piu propenso ad un moto di umanissima comprensione per le difficoltà in cui si trova a muovere. Come dicevo in un post precedente, siamo in errore noi che continuiamo a credere al Papa come Monarca Assoluto (nel senso più tecnico del termine) e che pensiamo che possa battere i pugni sul tavolo e dire "adesso si fa come dico io" (se mi passi la garbata ironia.. :-[ ).

    Il suo ruolo sembra essere (ho già scritto anche questo) quello di un timoniere che evita che la barca vada a sbattere sugli scogli e che cerca di scongiurare l'ammutinamento di una parte dell'equipaggio, che non ne vuole sapere di cambiare rotta. Ruolo obiettivamente difficile e che temo destini ad una grande solitudine.

    RispondiElimina
  41. <span>
    <p>continuo qui amaramente a constatare che la gran massa dei cattolici rifiuta di ragionare sul vero significato delle parole, che vengono usate senza la precisa consapevolezza della corrispondenza coi loro contenuti.
    </p><p>Prendo ad es. questa frase:
    </p><p><span>un’universalità del pensiero, di una responsabilità comune.....</span>
    </p><p>mi spieghi per favore Caterina CHE COSA esattamente significano questi termini così generici:
    </p><p> 
    </p><p>1- che cos'è<span> </span><span>l'universalità del pensiero:</span><span> </span>contiene tutto il possibile scibile o teoria dell'umano agire morale, con mille risvolti contrastanti tra loro ?
    </p><p> e come lo spieghiamo questo concetto astratto e GENERICO, INDEFINITO, contenitore di TUTTO E DI PIU', alla parrucchierra, al panettiere, alla colf, al posteggiatore, al vigile, allo studente di scuola media, al magazziniere ecc. ecc.....ovvero al comune uomo della strada che non possiede linguaggio astratto, ma vuole andare nel  PRATICO E CHIARO E INEQUIVOCABILE ?
    </p><p>2- che cos'è esattamente la<span> </span><span>responsabilità comune</span><span> </span>? su quali<span> </span><span>valori comuni</span><span> </span>si basa ?  sui diritti umani universai lsanciti dall'ONU ? ma per questo scopo Gesù Cristo mi pare superfluo, anzi può essere Colui che<span>disturba il tranquillo andamento di condivisione dell'universalità dell'amore</span>, ovvero dell'amarsi al di là di ogni barriera, di razza , lingua e religione, cara Caterina !  e il Vangelo e il Santo Sacrificio di Nostro Signore non sono assolutamente necessari alla realizzazione di tale amore universale che cerca "ciò che unisce i diversamente credenti", anzi costituiscono pietra d'inciampo e incomprensibile elemento di DIVISIONE !
    </p><p> 
    </p><p>Devo dire:
    </p><p>grazie infinite a hpoirot per la sua chiarezza adamantina, per le sue consuete lucidissime messe a punto delle prospettive così sfocate e deformate (annebbiate direi) in tanti cattolici odierni, circa il grave sbandamento dottrinale e morale della Chiesa, che è innanzitutto<span> deviazione intellettuale,</span> da quando la sua bussola bimillenaria dal 1962, con l'ago impazzito dietro allo spirito ( conciliar-innovativo ) del mondo che SI EVOLVE SECONDO LE MODE) ha smesso di segnare STABILMENTE il NORD (NSGC) in modo fermo e inequivocabile, stabile in eterno, così come è la VERITA' ETERNA, VERBO DI DIO:
    </p><p>STAT VERITAS ! 
    </p><p>...STAT CRUX DUM VOLVITUR ORBIS !
    </p></span>

    RispondiElimina
  42. e ancora una tra cento domande che vorrei rivolgere a Caterina:
       <span> solo i valori veri </span>

    mi spieghi per favore, QUALI SONO questi inconoscibili indefiniti  VALORI VERI ?

    li vogliamo nominare e distinguere/separare dai VALORI FALSI ?
     e vogliamo dire IN CHE MODO la Chiesa dovrebbe dare questi valori ? e sono umani - SOLO UMANI ? e l'umanità non ha bisogno di ricevere nessuna salvezza di tali presunti valori, da parte di un Salvatore che è Gesù, nostro Dio, vero Dio e vero Uomo ?

    A TUTTI COLORO che parlano continuamente  di valori umani : negoziabili, multi-condivisibili, fattori comuni e non-comuni ecc. ecc. <span>tutto ciò che unisce </span> i diversi umani popoli diversamenete pensanti/credenti  -secondo DETTAME del CV2 !- PRESCINDENDO DALLA VERA FEDE NELL'UNICO VERO DIO RIVELATO IN GESU' CRISTO,  io ricordo ancora una volta ciò che diciamo nell'invocazione allo Spirito Santo:

      SENZA LA <span>TUA FORZA, </span> NULLA è NELL'UOMO,
          NULLA SENZA COLPA !
    ...e lo Spirito Santo è lo Spirito di Cristo Salvatore, non lo spirito del mondo e dei valori universali dell'ONU !

    RispondiElimina
  43. <span><span>comze dice bene memory i fedeli    "non vogliono </span></span><span><span>concetti astratti GENERICI, INDEFINITI... vogliono </span></span><span><span>andare nel  PRATICO E CHIARO E INEQUIVOCABILE " </span></span>

    un esempio di messaggio diretto sarebbe stato dire :
    "pregate il rosario! durante queste GMG promettete a Gesu' che tornando a casa reciterete ogni giorno una, dieci avemaria, una corona o tutto il rosario secondo el possibilità ma non demordete MAI, Maria vuole darvi le grazie perché perché abbiate la fede."

    Non c'é niente da capire con la ragione, non c'é nessun libro da leggere, nessuna nozione da integrare e il dialogo non puo' niente!
    C'é solo da essere illuminati passivamente dalla luce della FEDE e niente é più efficace che il rosario quotidiano o pregare Maria ogni giorno (omni die dic mariae).

    Perché Bernadette Soubirous che non sapeva leggeree scrivere aveva più FEDE di Emile Zola ? Perché la fede non dipende in niente dalle nozioni, dall'intelligenza dalla natura: la FEDE é a un livello SOPRANNATURALE !!!! altro che dialogo !
    <span><span>
    </span></span>

    RispondiElimina
  44. La malizia che vi ostinate a vedere ovunque, il tono insinuante e viscido che usate quando parlate di 2 milioni di giovani che sono andati dal Papa a Madrid è disgustoso. Sicuramente non saranno stati tutti dei santi. E allora?

    RispondiElimina
  45. ed è per questo che gli effetti di queste GMG (o Grandi giubilei, o altre adunanze oceaniche di questo tipo) a mio avviso non vanno molto al di là dello strascico emozionale di qualche giorno, qualche settimana ad essere ottimisti. 

    A volere continuare di vederne un valore positivo appena più che distinguibile, si continua a perpetrare lo stesso errore.

    RispondiElimina
  46. Allora é come se i giovani d'oggi sono a Abbiategrasso e per trovre la Verità devono andare a Milano
    Invece di indicare loro la via più diretta (pregate il rosario) li si fa passare da Tokio per andare a Milano
    (si focalizza sul il dialogo gli uni con gli altri centrato sui diritti e la dignità umana con la scusa che questi sono contenuti in nucleo nel Vangelo)

    Eppure di vie dirette per la salvezza ce ne sono tante! Rosario quotidiano, medaglia miracolosa, scapolare, primi vernerdi e sabati del mese... altro che dialogo! 
    e ce ne vuole per andare all'inferno con tutta sta roba!


    Caterina Labouré racconta cosi' le apparizioni della rue du Bac:
    “Fa coniare una medaglia su questo modello: tutte le persone che la porteranno riceveranno grandi grazie; specialmente portandola al collo.
    Le grazie saranno abbondanti per le persone che la porteranno con fiducia. Nei manoscritti della Veggente si trova anche questa particolarità, che è di molta importanza. Tra le gemme ve ne erano alcune che non mandavano raggi. Mentre ella se ne stupiva, sentì, la voce di Maria che diceva: ”Le gemme dalle quali non partono raggi sono simbolo delle grazie che gli uomini DIMENTICANO di chiedermi”. Tra esse la più importante è il dolore dei peccati. "

    La medaglia dell’Immacolata, fu coniata due anni dopo, nel 1832, e fu denominata dal popolo stesso, “Medaglia Miracolosa” a causa del gran numero di grazie spirituali e materiali ottenute per intercessione di Maria.

    RispondiElimina
  47. <span><span>hai ragione, Enrico, in un punto: la solitudine del timoniere, per il quale non dobbiamo mai smettere di pregare, è dovuta al fatto che la Nave è stata spinta  a viva forza, con atto di prepotenza di una <span>parte dell'equipaggio ammutinato</span>, sulla rotta voluta dal CV2, e che segue ancora - per quella forza maggiore impressale nel 1962- lo<span> spirito del mondo, prevaricante sullo Spirito di Cristo Signore ! </span> e ai giovani, e ai piccoli fedeli sprovveduti e ignari delle decisioni prese in alto loco decenni orsono, viene fatto credere che lo spirito del mondo sia conciliabile con lo Spirito Santo  !... invece esso gli è NEMICO , INCONCILIABILE : perchè tutto il mondo giace sotto il potere del maligno, così ci ha detto Gesù Cristo e per la sua Parola ce lo ricordano gli Apostoli  !    
    la Chiesa non può dialogare col mondo, abbracciandone i "valori", mondani e carnali e mortali, ma invece deve convertire il mondo, portandolo continuamente a Cristo che ci dà la salvezza e la Vita eterna  ! e questo può farlo solo se convince il mondo quanto al suo PECCATO, CHE solo Cristo può espiare e cancellare, dopo averlo portato alla luce: e il peccato d el mondo non può mai essere minimizzato o sorvolato, ma deve essere accusato, e il mondo deve pentirsene e desiderare conversione e salvezza, che dalla Grazia di Dio solo può venirgli elargita, NON DA SE STESSO, O DAI SUOI propri valori di qualsiasi brav'uomo del pianeta possa nascere oggi o domani all'orizzonte TERRENO, PECCAMINOSO E MORTALE  !    
       
    cfr: La carne non giova a nulla, è solo lo Spirito che dà al VITA   (quella vera, quella di Dio che non finirà  mai!....)    
    l'uomo ha bisogno di VITA SOPRANNATURALE, non di vita naturale secondo i valori naturali di questa terra votata alla morte:    
    quei valori mortali, FINITI, CHIUSI NELL'ALDIQUA, ce li predicano ogni giorno i POLITICI, cara Caterina !...e infatti quelle frasi che tu riporti sono adattissime ad un qualsiasi discorso politico, uguale, stesso stile, stessi contenuti : non  ci richiamano alla  mente il parlarre di Gesù, semplòice e concreto:    
    "Venite a ME voi tutti che siete affaticati e stanchi, e IO darò ristoro alle vostre anime "    
    ANIME,  Caterina ! gli uomini hanno bisogno che si parli loro non della civile convivenza secondo i valori umani, MA della vita dell'anima, laddove S. Agostino dice: "in interiore homine habitat Veritas"; Morte, Giudizio Inferno Paradiso: questo è l'essenziale di cui si dorvrebbe parlare ogni santo giorno, e come conformare la propria vita a questo percorso che Gesù stesso è venuto ad indicarci, donandoci Se stesso, LUI che è Via Verità e Vita  !    
     </span><span>Altro che valori comuni e dialogo o conversazioni infinite  (ed INUTILI ai fini della salvezza eterna) coi diversamente diversi e universalmente accomunabili  (in <span>un dio comune senza nome,</span> quale evento di scempio sommo della Fede che si ripeterà ad Assisi3 .... se Dio Onnipontente non ce ne concederà scampo, per le preghiere e i sacrifici delle anime umili e supplici in tutto il mondo :  evento che ripetuto dopo il gravissimo precedente,  ad ottobre ormai vicino sarà il vero culmine del grande castigo di apostasia in cui la Chiesa si è andata ad instradare coi suoi piedi ansiosi di NOVITA' ed auto-intrappolare [...]

    RispondiElimina
  48. allora diciamo le cose come stanno :

    grazie infinite e di cuore Santo Padre per aver messo 1.5 milioni di giovani in ginocchio davanti al Santissimo ! ma non capiamo perché lei noin dice MAI e poi MAI e poi MAI che un'anima morta e andata al'inferno perché nessuno le aveva dato la buona dottrina nel postCV2 si dispera in eterno dal rimorso al pensiero che se avesse portato una semplice medaglietta e avesse detto UNA SOLA Ava Maria al giorno per ottenere il dolore dei peccati avrebbe avuto moltissime probabilità si salvarsi eternamente.

    ma ci credono ancora all'inferno in Vaticano ?

    RispondiElimina
  49. ... e ce ne vuole per andare all'inferno con tutta sta roba!

    Sottoscrivo in toto, in particolare quest'ultima frase.
    Ai miei figli che - ahimé - nutrivano delle perplessità in merito a queste forme di devozione, ho risposto con una frase simile, facendo loro immaginare il giorno in cui ci presenteremo davanti al Signore con tutte le nostre colpe da espiare, e con il Signore che a quel punto ci potrebbe chiedere: "cosa potevo fare di più?".

    Aggiungerei le incredibili promesse fatte dal Signore a Santa Brigida per chiunque recite le 15 preghiere per un anno.

    RispondiElimina
  50. Scusate l'OT (e anche l'ignoranza): in cose consiste la Tradizione <span>Orale</span> della Chiesa?

    RispondiElimina
  51. Caro hercule, prima che tu sia censurato ed io per conseguenza, vorrei solo dirti che quello che abbiamo visto sulla Piazza Cibeles dove risuonavano ancora le parole di Benedetto XVI, una piazza  ancora piena della sua presenza dolce e mite, è uno spettacolo indegno della Chiesa cattolica, sconcerta vedere cardinali e vescovi mettersi in riga interpretando lo scenario scritto da un pittore laico spagnolo, lascia allibiti  vederli imporre le mani su quei giovani, su quei bambini, che, come ipnotizzati, come in un movimento liberatorio della tensione interiore creata ad arte per sfociare in quelle "alzate", si alzano come dei burattini e salgono sul palco.
    Quei giovani, dopo essersi alzati vittime della tempesta emozionale volutamente creata in loro, si siederanno, e per loro comincerà un cammino di accettazione, che difficilmente si farà senza colpevolizzazione, e senza danni, la loro non era una chiamata dello Spirito Santo ma l`effetto perverso di uan suggestione collettiva, ma questo non verrà detto loro....
    La nostra gerarchia, purtroppo,  legittima e incoraggia quelle messinscena che danno un`immagine come minimo distorta della Chiesa cattolica, voglio sperare che le immagini delle "alzate"di Cibeles vengano mostrate a chi di dovere, e che chi di dovere interverrà.

    RispondiElimina
  52. Caro hercule, prima che tu sia censurato ed io per conseguenza, vorrei solo dirti che quello che abbiamo visto sulla Piazza Cibeles dove risuonavano ancora le parole di Benedetto XVI, una piazza  ancora piena della sua presenza dolce e mite, è uno spettacolo indegno della Chiesa cattolica, sconcerta vedere cardinali e vescovi mettersi in riga interpretando lo scenario scritto da un pittore laico spagnolo, lascia allibiti  vederli imporre le mani su quei giovani, su quei bambini, che, come ipnotizzati, come in un movimento liberatorio della tensione interiore creata ad arte per sfociare in quelle "alzate", si alzano come dei burattini e salgono sul palco.
    Quei giovani, dopo essersi alzati vittime della tempesta emozionale volutamente creata in loro, si siederanno, e per loro comincerà un cammino di accettazione, che difficilmente si farà senza colpevolizzazione, e senza danni, la loro non era una chiamata dello Spirito Santo ma l`effetto perverso di uan suggestione collettiva, ma questo non verrà detto loro....
    La nostra gerarchia, purtroppo,  legittima e incoraggia quelle messinscena che danno un`immagine come minimo distorta della Chiesa cattolica, voglio sperare che le immagini delle "alzate"di Cibeles vengano mostrate a chi di dovere, e che chi di dovere interverrà.

    RispondiElimina
  53. "E' una cosa nota che mentre abbiamo bisogno di un santo come San Domenico per convertire i pagani al Cristianesimo,
    abbiamo ancora più bisogno di un San Francesco per convertire i cristiani al Cristianesimo"

    [ Gilbert Chesterton 'St. Thomas Aquinas,' I. "On Two Friars." ]

    RispondiElimina
  54. Che dire? ancora una volta "quoto, quoto e straquoto" tutto questo post, nella sua più piena integralità.

    Grazie ancora per la chiarezza che esprimi nelle tue parole. Quanto avremmo bisogno di ricordarci di dire sempre "Si si, no no" perchè "ciò che è di più viene dal maligno"...

    RispondiElimina
  55. No, la grande notizia della GMG non sono quelle "alzate" ottenute in quel modo, non insultiamo le centinaia di migliaia di giovani che hanno fatto il viaggio a Madrid, che hanno vissuto anche momenti difficili, la notizia e il ricordo che devono restare sono loro, sono quei giovani che sono restati sotto il temporale, che si sono inginocchiati nel fango, uniti al Papa, in adorazione, rivolti a N.S.G.C.
    Quella è l`immagine della "gioventù del Papa", capace di cantare, di essere gioiosa E di mettersi in ginocchio pregando e adorando.
    Spero di tutto cuore che, di ritorno a casa, troveranno pastori che sapranno aiutarli a far crescere il frutto di quell`esperienza di Fede, pastori che, fedeli al Papa, rispetteranno ciò che forse quei giovani hanno scoperto per la prima volta e li aiuteranno a crescere nel loro cammino di Fede.

    RispondiElimina
  56. Anche altri, in altri tempi, hanno sollevato la questione dei preservativi e non erano  "infiltrati" come me. Mi rendo conto che ora tu ed altri siate in preda al delirio trionfalistico per il successone della GMG 2011. Inginocchiarsi non costa molto, queste sono forme esteriori di pietà. Anche la GMG del 2000 fu raccontata come un enorme successo. Peccato che poi gli spazzini raccontarono di aver dovuto raccogliere una notevole quantità di preservativi. Se qualcosa è veramente cambiato da allora, non sono il numero di ginocchia piegate a dimostrarlo, ma l'aderenza ad uno stile di vita più cristiano.

    RispondiElimina
  57. Appunto, parli per sentito dire. Complimenti.

    RispondiElimina
  58. <span>Non riesco a capire se ho chiesto una cosa troppo banale a cui è addirittura imbarazzante rispondere o troppo complessa. E' un nodo che devo sciogliere, o non posso procedere al II capitolo del libro...</span>

    RispondiElimina
  59. countdown to heresy24 agosto 2011 14:14

    Il conto alla rovescia è iniziato.
    O accettano " il Concilio secondo quell’ermeneutica della continuità nella riforma suggerita fin dal dicembre 2005"

    oppure rimangono nello scisma, evidente e conclamato.
    E stavolta non ci sono scuse!

    RispondiElimina
  60. Perlomeno un link decente...

    RispondiElimina
  61. Sei contento? Sollevato?

    RispondiElimina
  62. Andrea Carradori24 agosto 2011 14:31

    Non sta a noi giudicare il successo di una manifestazione con i nostri miopi occhi.
    Quanto ai racconti ... Dio ce ne liberi !
    Qualcuno ebbe la sventura di raccontare che , nottetempo, i Suoi discepoli rapirono il Suo Corpo... così questa diceria si è diffusa fino ai nostri giorni.
    Son 2000 anni che qualcuno parla per "sentito dire" come sta avvenendo in questi giorni con la storiella che la Chiesa non paga le tasse ...
    io non voglio aprioristicamente negare che non ci siano stati dei peccati "contra VI" durante il GMG ma, a non mi pare realistuicamente possibile che siano avvenuti proprio nelle spianate e durante lo svolgimento del GMG... siamo realisti !
    Cosa si vuole dire con "delirio trionfalistico" ?
    Ovvio che un anziano insegnante come me, ovvio che un genitore, come tanti miei amici, ovvio che un catechista, come tanti miei conoscenti, ovvio che un semplice cattolico qualunque vedendo le foto e i filmati dei GMG e soprattuttutto del GMG di Madrid esclami : Grazie mio Dio ! Grazie per questo meraviglioso Papa !

    RispondiElimina
  63. a ognuno il suo countdown...

    anche quello di kiko <span>è iniziato e non per l'ostracismo ma per entrare in orbita nelle alte sfere della Chiesa</span>
    <span> e riportare in auge gli eccessi liturgici del post-CVII in tutto il loro splendore da cui ci credavamo ormai quasi immuni
    </span>

    RispondiElimina
  64. Simon de Cyrène24 agosto 2011 15:22

    Caro Stefano, penso che nessuno le ha risposto perchè pensano che lei sia un trollino, in quanto la nozione di Ttadizione Orale fa parte per bagaglio catechetico di base del cattolico romano."Scritturariamente" la Tradizione Orale della Chiesa è già citata all'ultimo paragrafo dell'ultimo capito del Vangelo di San Giovanni; Tradizione orale E Scritture, insieme, compongono il Depositum Fidei. Le potrà anche interessare leggere la Dei Verbum capitolo 10. Mi sembra un buon inizio: mi faccia sapere se ha bisogno di più! I.P.

    RispondiElimina
  65. E se anche così fosse? Se la FSSPX sarà messa alle strette e dovesse sgretolarsi in mille pezzi o perdersi in uno scisma senza fine.....cosa  importa?

     Molti continueranno a dire: "Grazie mio Dio ! Grazie per questo meraviglioso Papa ! "

     Ma che ve ne fate ormai della FSSPX? Avete la messa tridentina, avete <span>questo meraviglioso papa</span>, avete tutti i giovani della GMG. La FSSPX è solo una briciola caduta dalla tavola. Peggio per loro.

    RispondiElimina
  66. countdown to heresy24 agosto 2011 15:40

    Si! Contentissimo! Sollevatissimo!
    Quel che c'è di buono si riunirà sotto l'ala materna di Santa Madre Chiesa.
    E i perditempo pseudo-tradizionalisti, così come i sedevacantisti mascherati da custodi dell'ortodossia, non infiltreranno più il sano tradizionalismo.
    E in tanti blog di tale genia cadrà finalmente il silenzio!

    RispondiElimina
  67. Grazie, Simon.

    E' vero che il mio bagaglio catechetico è insufficiente, ed è anche per colmare questa lacuna che oltre alla lettura, frequento questo blog (la ricerca nel web - breve, in effetti - non aveva dato molti frutti...). Comunque sia, in futuro eviterò altre uscite così. Grazie di nuovo.

    RispondiElimina
  68. pepito sbazzeguti24 agosto 2011 16:04

    Attenzione alla censura unidirezionale! =-X

    RispondiElimina
  69. Piccolo esercizio di logica : se il blog X è un blog pseudo-tradizionalista, resterà tale in ogni caso. Se un blog è invece sanamente tradizionalista, anche in questo caso non muterà natura. Indipendentemente dalle scelte della Fraternità.

    A questo mondo c'è libertà di scelta ed internet offre una vastissima possibilità di soluzioni, perchè incaponirsi con tizio e caio?  O:-)

    RispondiElimina
  70. Omniamundamundis24 agosto 2011 16:16

    Guardate che la storia dei preservativi è vera (ne sono testimone), come le magliette fine bagnate e i torsi nudi. Alla Gmg, come a qualsiasi raduno giovanile di massa (concerto rock, happening, camposcuola, colonia..) ragazzi e ragazze di provenienze diverse si incontrano, si conoscono, stanno bene insieme, magari si piacciono, si accarezzano, si baciano e se vogliono fanno anche all'amore.

    RispondiElimina
  71. <span><span><span>In orbita nelle alte sfere della Chiesa</span> c`è già e da un pezzo, ahinoi!</span> *DONT_KNOW*  
    Volendo sorridere, un sorriso molto amaro, vedendo certe esibizioni, si potrebbe pensare che il "sole" sia  lui e alcune (molte...troppe?) calotte viola o rosse dei satelliti che gli girano attorno :(  
    Attenzione alla censura unidirezionale! =-X </span>

    RispondiElimina
  72. fresche fresche, trovate (con rapida una ricerca di 5 minuti) sul sito di sky.it e Reggioonline.com

    http://tg24.sky.it/tg24/mondo/photogallery/2011/08/21/giornata_mondiale_gioventu_papa_ratzinger_madrid_racconto_per_immagini_foto.html?p=21

    http://www.reggionline.com/it/2011/08/21/gmg-oltre-un-milione-di-persone-alla-veglia-in-attesa-del-papa-6417

    RispondiElimina
  73. ....a me più che foto della GMG sembrano una versione moderna dell'inferno dantesco... :-[

    RispondiElimina
  74. <span><span><span>Chissà cosa ne pensa dal cielo San Giovanni Bosco che diceva 150 anni fa' "i giovani d'oggi ridendo e scherzando vanno all'inferno" o il Santo Curato d'Ars che diceva che i balli della sua epoca erano già diabolici e fonte di grandi peccati</span>... di questa singolare preparazione all'Adorazione Eucaristica con litri d'acqua versati su ventenni in poco più che un bikini.</span>
     
    ... a meno che non fosse acquasanta e che questo sia il nuovo modo di purificarsi ... </span>

    RispondiElimina
  75. hpoirot....

    1) è Gesù Cristo il primo a difendere i diritti UMANI....
    2) il dialogo non è il fulcro della Verità, nè il Papa ha detto questo, ma ha detto ciò che ha fatto Cristo: LA VERITA' NON S'IMPONE... Cristo dice sempre: VUOI TU?
    3) Cristo è l'unico ad aver difeso LA DIGNITA' DELL'UOMO, INCARNANDOSI.... Egli ha ELEVATO L'UOMO ed ora per mezzo della Chiesa gli domanda: VUOI TU SEGUIRMI?

    senza dialogo è impossibile fare questa domanda a chi non crede... ;)

    dopo di chè, leggiti i discorsi che ha fatto.... il Papa ha ribadito ai giovani che si è vero, sono necessari alla Chiesa, ma ha sottolineato che anch'essi SENZA LA CHIESA NON TROVERANNO MAI QUELLO CHE CERCANO, NE' DIO.... ;)
    il Papa ha ribadito ai giovani che senza la Chiesa essi rischiano di seguire una immagine falsa di Cristo, la propria...
    riguardati le immagini dei giovani che dicono il Rosario davanti a chi li sta sfidando e poi scrivi....
    tu sei accecato dall'idea di una tua Chiesa personale a tal punto che per te il Papa sbaglia a prescindere da ciò che dice....
    cammini con il paraocchi....

    RispondiElimina
  76. Gentile Stefano, mi sono collegata solo ora, ma vedo che Simon le ha dato un ottimo chiarimento....
    le aggiungo solo che in questo Deposito della fede che si esprime anche oralmente c'è tutta l'opera dei Santi e dei Dottori della Chiesa....
    Nella Scrittura Gesù fa capire appunto, e Giovanni lo rimarca, che NON tutto è stato riportato nei Vangeli, neppure di ciò che ha detto Gesù, ma che naturalmente ciò sarebbe stato ricordato AGLI APOSTOLI, e nel tempo, dallo Spirito Santo il quale agisce anche per mezzo dei SANTI... suscitando appunto i Padri della Chiesa, i Dottori, ecc...
    La Tradizione si arricchisce continuamente.... mentre le Dottrine sono inamovibili e sostanzialmente definite, attraverso la Tradizione noi possiamo approfondire di più e meglio, arricchendo maggiormente la comprensione dottrinale...
    Buona ricerca!

    RispondiElimina
  77. la preghiera di kiko per le vocazioni é una perla da non perdere ...


    http://www.youtube.com/v/Y5wi7AeUjPw" type="application/x-shockwave-flash" width="170" height="140


    INCONTRO VOCAZIONALE DEL CAMMINO (parte 6) La chiamata dei giovani
    Avrete anche la Messa in Latino ma siete sullo stesso piano dell'eresia... contenti voi!

    RispondiElimina
  78. hpoirot.... non dimenticare le parole di Cristo: GLI SCANDALI SONO NECESSARI....ma guai agli scandalizzatori.... non sei stato battezzato per fare il moralista ;)  rammento che si padre di famiglia, ed essendo io madre di famiglia posso anche comprendere il tuo "scandalizzarti".... quelle foto erano sulle pagine dei giornali web fin dal primo momento....

    perchè non passi il tempo a cercare immagini edificanti di giovani in ginocchio in mezzo al fango durante l'adorazione Eucaristica? ce ne sono a centinaia....

    vedi, è come quando fai una ricerca sul web.... se digito Gesù Cristo su google mi escono fuori anche immagini oscene... oppure una statua della Vergine Maria con il profilattico in testa.... solitamente dico un'Ave Maria e vado oltre.... penso a quel poveretto che ha speso il proprio tempo per farsi un posto all'INFERNO.... e prego Iddio che abbia l'opportunità di convertirsi....

    Cerca il BENE hpoirot.... ce n'è molto.... questo non significa far finta che la GMG sia tutto e rose e fiori.... il Papa stesso parla di un bene IN MINIMA PARTE.... e su quella MINIMA PARTE, andiamo avanti..... ;)

    RispondiElimina
  79. Hp hai mai letto:
    "La lucerna del tuo corpo è l'occhio. Se il tuo occhio è sano, anche il tuo corpo è tutto nella luce; ma se è malato, anche il tuo corpo è nelle tenebre"

    Sei nelle tenebre!
    (e molti qui ti fanno compagnia)

    RispondiElimina
  80. Non girare il coltello nella piaga! :(

    RispondiElimina
  81. Cara Caterina GESU ha detto che gli scandali necessari ma non che la Chiesa li deve favorire !!!
    ti invito a vedere il video della chiamatra vocazionale di kiko di ieri sera. Vero e proprio momento culmine dell'eresia delle GMG 2011.

    Tu che segui tutto puoi dirmi per piacere se almeno qualcuno ha ricordato prima della messa che no si puo' comunicare in stato di peccato mortale ?

    RispondiElimina
  82. Tradizione orale sono le verita' non attestate esplicitamente nella Bibbia, ma tramandate da sempre ed ovunque nella Chiesa; poiche' sono antiche ed universali, derivano dall'insegnamento degli Apostoli, ma quest'insegnamento non e' nella Bibbia.Esempio l'Assunzione di Maria. Non c'e' nella Bibbia, ma esaminando gli scritti dei Padri della Chiesa (i teologi da Cristo fino circa al 636 dopo Cristo, piu' o meno) si vede che la fede nell'Assunzione c'era e che si riteneva generalmente che la Madonna fosse andata in cielo con il corpo. Il dogma di fede (cioe', l'obbligo di credere,per un cattolico) fu proclamato da Pio XII nel 1950. 

    RispondiElimina
  83. Ospite: Non citi il Vangelo a sproposito! La discussione non è sulla moralità o meno di Hpoirot!
    il suo è "giudizio" sulla persona e come tale è sempre sbagliato a meno che lei non sia Dio stesso!

    Pur essendo d'accordo con la visione di Caterina, la quale è consapevole che viviamo  nel campo dove grano e zizzania conviveranno fino alla fine dei tempi quando il Padrone, e Lui solo, farà con perfetta giustizia la separazione, non è sopportabile uno che viene a dire "Hpoirot" sei dannato!".

    Qualche giorno fa una giovane conoscente ,  molto bella, si lamentava con mia moglie per l'impossibilità di continuare una relazione nel momento in cui lei fa capire che non è disponibile ad "esperienze" prematrimoniali: sarà sfortunata ma frequenta esclusivamente ambienti "parrocchiali" dove praticamente nessuno si fa' problemi a sperimentare il Kamasutra!

    Hpoirot pur nel suo "giacobinismo" non fa altro che evidenziare una realtà esistente di immoralità! citare Don Bosco e il Curato d'Ars ( si legga "La figlia cristiana Provveduta" del sac. Giovanni Bosco, libro  che conservo gelosamente a ricordo di mia madre ) è correttissimo! 

    Altro che tenebre! Luce purissima!

    RispondiElimina
  84. Volevo chiudere la parentesi ma è uscito uno "smile"

    RispondiElimina
  85. Luisa non é che puoi tarparmi le ali a metà :-D

    Questi erano solo i 5000 chicos (ragazzi) popi é stata la volta della chiamata vocazionale delle 3200 chichas


    http://www.youtube.com/v/H_lOgQmwb2A&feature" type="application/x-shockwave-flash" width="170" height="140


    Mi sto scompisciando a vederlo, grande KIKO sei il mio idolo !

    RispondiElimina
  86. Il dramma è che il kikino potrebbe essere il meno peggio!

    RispondiElimina
  87. <span>la citazione evangelica dell'Ospite, che se ne serve per condannare un cristiano che richiama al dovere di osservare i Comandamenti del Signore, non è altro che la solita diabolica mistificazione, con inversione della Verità, allo scopo di confondere le idee ai lettori sprovveduti, gettando fango sui cristiani veramente fedeli al Vangelo.  
    Gesù ha espressamente detto:  
    CHI MI AMA OSSERVA I MIEI COMANDAMENTI  
     
    (...e non:  "amami e fa' poi quello che ti pare, tanto Io perdono tutto anche senza pentimento, a chiunque dica di amarmi a parole...."  !... il senso del peccato è sparito dalle omelie e dalle catechesi dove non si riceve più l'ìinsegnamento della gravità dell'offesa a Dio, che va espiata in questa vita o nell'altra, con adeguata penitenza  e proponimento di NON OFFENDERE più il Signore, ovvero di convertirsi seriamente, collaborando con la Grazia Santificante: ci hanno fatto credere da mezzo secolo che "Gesù ci ha salvati, ha fatto tutto e ci ama così come siamo, noi non dobbiamo fare alcuno sforzo per piacergli !"; è questa la negazione di tutta l'ascesi cristiana coltivata dai Santi di 20 secoli, oblio della Militia cristiana contro il peccato, indispensabile quotidiana battaglia contro le tentazioni e i vizi capitali: ciò accade da quando il Cv2 ha lanciato la nuova Chiesa dialogante, anzichè Militante....dialogante e conciliante anche con le forze delle tenebre e della menzogna, come vedremo ad Assisi 3... :( ...e come vediamo nell'esaltazione e promozione continua, in qualità di nuova evangelizzatrice, della setta eretica NC, sedicente fondatrice della nueva iglesia.....)</span>

    RispondiElimina
  88.  !!! breaking news !!!   Per il Cardinal Schönborn la questione dell'ordinazione delle donne "non è un problema"  http://it.gloria.tv/?media=188004

    RispondiElimina
  89. Caterina (o piuttosto LD) se  c'é una cosa che non ho é proprio una chiesa personale perché mi rifaccio alla Chiesa di sempre.
    Chi condanna gli atti degli alti prelati attuali non é hpoirot ma il Vangelo e moltissimi scritti del Magistero ante concilio.

    Quasti atti sono per esempio favorire l'eresia kikiana nella Chiesa,
    non parlare più del rischio dell'inferno,
    non far capire più ai giovani certe frasi chiave della vita cristiana come "meglio morire che peccare",   "chi prega si salva chi non prega si danna" 
    non parlare più della lotta spirituale dell'anima  per vincere il peccato,
    non spiegare più cos'é la FEDE e le realtà della vita divina soprannaturale in noi...

    o credi che i giovani di oggi sappiano la differenza tra fede e sentimento, tra contrizione e rimorso...

    RispondiElimina
  90. Purtroppo non è un film comico, è la realtà, una certa realtà della Chiesa, vedere quei filmati fa male.

    RispondiElimina
  91. Stefano (trollino)24 agosto 2011 20:24

    Grazie di cuore, Caterina.

    RispondiElimina
  92. Stefano (Adso)24 agosto 2011 20:25

    Grazie pure a te, gentile ospite.

    RispondiElimina
  93. Beato tu che riesci a riderne, caro Hercule! Io, vedendo quelle immagini in diretta, ho sofferto, come cattolica e come mamma, perchè non è giusto che la nostra gerarchia tolleri(quando non incoraggia) che quei giovani siano manipolati in quel modo, è mai possibile che la coscienza dei chierici che erano su quel palco non abbia avuto un sussulto, che la vergogna non sia affiorata, è mai possibile che quei chierici, che sono pastori di anime di cui dovrebbero prendere cura, di cui dovrebbero avere a cuore la salute e la salvezza,non abbiano pensato a quei giovani che salivano come dei burattini, che ad un certo punto uno STOP non si sia salito alla loro coscienza e alle loro labbra?

    RispondiElimina
  94. beh Luisa rido per non piangere ... soprattutto quando ricordo cosa pensa la Carmen Hernandez della Confessione

    <span>"Con il Concilio di Trento tutto rimane bloccato. Appaiono i confessionali, queste casette sono molto recenti. La necessità del confessionale nasce quando si comincia a generalizzare la confessione privata. Chi mette i confessionali dappertutto è San Borromeo, con dettagli che riguardano anche la grata… Adesso comprendete che molte delle cose che diceva Lutero avevano fondamento ...

    A Trento si punta tutto sulle essenze, sulla efficacia, e si perde di vista il valore sacramentale del segno. Per questo è lo stesso fare la comunione col pane o con l’ostia che non sembra più pane ma carta, che il vino lo beva uno solo o che lo bevano tutti perché essenzialmente il sacramento si realizza lo stesso. Si vedrà dunque molto l’efficacia del sacramento della penitenza per perdonare i peccati e l’assoluzione diventa un assoluto. Così la confessione acquista un senso magico in cui l’assoluzione di per se sola è sufficiente a perdonare i peccati. L’assoluzione ti perdona i peccati e tu resti tranquillo. Così abbiamo vissuto la confessione: per l’efficacia assoluta del sacramento si perde di vista il valore sacramentale che è quello che ti fa capace di ricevere questo perdono. Questo passa in secondo piano rimanendo in primo piano e come essenziale il semplice confessare i peccati e ricevere l’assoluzione. La confessione si trasforma in qualche cosa di magico o privato e questo dura fino ai nostri giorni. E’ giunta fino a noi una concezione legalista del peccato ...  Ora potete capire perché questa pratica, oggi, è totalmente in crisi. Per questo la chiamiamo confessione. Non appare da nessuna parte il processo penitenziale né il processo sacramentale. Per questo, e anche perché l’umanità oggi cammina verso visioni sociali e comunitarie del peccato e non legaliste e individualiste, capite come la pratica della confessione sia in crisi. E per questo la gente si comunica tranquillamente senza confessarsi”.</span> <span>
    “Molti pensano… visto che la confessione personale è odiosa,… ci fossero assoluzioni generali… E per questo non crediate che sia una cosa nuova, perché già Pio XII concesse di dare assoluzioni generali, durante la guerra, a tutti i soldati. I grandi liturgisti dicono che è stato una fortuna che questo non si sia imposto perché avrebbero distrutto completamente la penitenza, rendendola ancora più magica. <span>Perché il valore del rito non sta nell’assoluzione, visto che in Gesù Cristo siamo già perdonati,</span> ma nel rendere l’uomo capace di ricevere il perdono che è ciò che vuole il processo catecumenale ed il processo penitenziale della Chiesa primitiva”.</span>

    RispondiElimina
  95. Inginocchiarsi costa. Oggi costa. Non siamo più abituati. E' molto importnate.

    RispondiElimina
  96. trovo penoso questo uso strumentale di alcune immagini nella maggioranza prese mentre veniva lanciati getti d'acqua sui ragazzi che stavano lì per ore sotto un'afa insopportabile. Solo persone maliziose e viscidamente insinuanti possono andare cercare apposta immagini come queste insinuando interpretazioni malevole. Quello che dite nn c'entra niente con la Tradizione, è un guardare dal buco della serratura telematico veramnete ributtante. Scusatemi il linguaggio forte, ma è quello che penso.

    RispondiElimina
  97. <span>Redemptoris Mater è il nome dato a tutti i seminari missionari creati dal Cammino Neocatecumenale in seno alla Chiesa cattolica per dare spazio alle vocazioni del Cammino stesso  
    Esistono dal 1988 e sono oggi 78 nel mondo   http://it.wikipedia.org/wiki/Seminario_Redemptoris_Mater  </span>

    "Cercate ciò che è gradito al Signore, e non partecipate alle opere infruttuose delle tenebre,
    ma piuttosto condannatele apertamente, poiché di quanto viene fatto da costoro in segreto è vergognoso persino parlare"
    (Ef 5,10-12)

    RispondiElimina
  98. Chissà se quel passaggio è stato corretto dalla CdF...siccome le catechesi restano ancora secretate, non c`è nessuna certezza che i testi originali, nei loro passaggi eretici e al limite dell`eresia, abbiano ceduto il posto alle catechesi corrette, solo la pubblicazione, cosa normale, urgente e necessaria, e normalmente e logicamente voluta dal Papa,  potrà mettere fine allo scandalo.

    RispondiElimina
  99. Caro Hercule, su questo non ti seguo.
    Non sono una fanatica delle GMG, tutt`altro, ma se si guarda quei giovani con il filtro del pregiudizio negativo su quelle giornate, si cerca e si trova quel genere di foto e forse anche delle più discutibil, ne ho visto su El Pais alcune volutamente "suggestive" e quel che suggerivano o che volevano suggerire era chiarissimo.
    Quei giovani sono arrivati sul luogo della veglia e hanno aspettato ore e ore sotto un sole cocente, non c`era abbastanza acqua, ok forse si poteva evitare di trovarsi in reggiseno e calzoncini cortissimi, forse certe ammucchiate potevano essere evitate, ma perchè considerare quelle foto e solo quelle? Non è corretto e non rende giustizia a tutti i giovani che abbiamo visto sì, cantare, danzare, sventolare le loro bandiere, ma anche essere capaci di resistere alle agressioni, all`afa e poi alla tempesta, capaci di manifestare la loro gioia di essere insieme e di accogliere il Papa e poi capaci di mettersi in ginocchio in un silenzio impressionante e con il Papa Adorare il Signore realmente Presente.
    Credimi, lo so da giovani che sono di ritorno a casa, che l`organizzazione ha avuto diverse falle, ma hanno saputo adattarsi, non è giusto, mostrando solo certe immagini, "svilire" quella che per molti è stata un`esperienza di fede importante, una grande gioia che darà loro anche la forza e il coraggio di testimoniarla di ritorno nelle loro città,  e poi potremmo anche guardare quelle foto con occhi benevoli, non credi?

    RispondiElimina
  100. - 21 giorni all'implosione della Setta !  

    queste profezie assomigliano a quelle fatte la viglilia del 30 giugno 1988  da Radio Vaticana, quando diceva:

    "a partire da domani, dopo la  la consacrazione dei 4 vescovi, l'80% dei preti e dei fedeli abbandoneranno Mgr Lefebvre"  23 anni dopo siamo più in forma che mai...

    RispondiElimina
  101. Sig. Angelo, il suo più che un linguaggio forte mi sembra un linguaggio  superficiale.

    Un  genitore/educatore/pastore deve chiedere il meglio ai ragazzi e non accontentarsi di quel che viene diimostrando di non credere in loro o di non amarli!

    Lei è consapevole di quanti e quali sono i riferimenti culturali ( musica, cinema, letteratura, moda ecc...)  dei giovani, compresi i partecipanti alle GMG, ?

    CHi ha una "vera" responsabilità sui giovani e li ama è "costretto" a guardare dal buco della serratura, pena non capire assolutamente nulla della loro realtà, rimanere estraneo e, in ultima analisi, non sapere assolutamente come accompagnarli nel loro cammino!

    Se le interessa le farò qualche esempio: si prepari però, nel caso, ad un linguaggio davvero "forte"

    RispondiElimina
  102. Scusa la fraterna correzione, ma Msgr Lefebvre (e tutti i suoi dopo) ha sempre detto - cito a braccio, scusate le virgolette improprie- " noi (la Fraternita) siamo nella Chiesa, non NON siamo LA Chiesa"...

    Vogliamo una volta tanto degnarci di leggere le parole autentiche e non quello che la nostra "malafede" (oops, absit iniuria verbis!) ci fa leggere?

    Fraternamente,

    RispondiElimina
  103. E ciò che ha detto Mgr Lefebvre credo possa valere anche per tutti noi: siamo nella Chiesa, ognuno di noi preso singolarmente NON è la Chiesa.

    RispondiElimina
  104. <span><span>  
    "Avete sentito le parole di ratzinger che ne incoraggiava la cancrenosa diffusione in prussia e baviera?" </span>  
     
    A dire il vero abbiamo sentito il "predicatore" su quel palco dire che Ratzinger ha introdotto il cnc in Germania .....è una bella differenza, tanto l`allora card. Ratzinger diventato Papa non lo smentirà e le strumentalizzazioni del Papa ad usum cammini sono abituali( salvo poi a tacere le disobbedienze allo stesso), ma lo  abbiamo anche sentito dire, in fretta, che all`epoca il suo cammino non riusciva in Francia, che aveva dei problemi in Francia perchè i vescovi "volevano cambiare il cammino"...eh sì, il cammino non si cambia! Non c`è riuscito, fino ad ora, nemmeno il Papa!  
    Poi sappiamo che oggi in Francia la situazione è cambiata, ci son vescovi che non solo accettano il cnc tale e quale, e amen per le gravi anomalie e distorsioni, ma pure entrano nel cammino e ci passano qualche anno!</span>

    RispondiElimina
  105. Vorrei leggere le parole del cardinale e da lui firmate, perchè se quel che trasmette il suo portavoce è veramente quel che ha detto il card. Schönborn, siamo messi molto male, ma forse in quel caso già lo sapevamo, dico questo anche perchè credo che quel portavoce è lo stesso che aveva promosso e organizzato un`esposizione nel Museo attenente al Duomo di Vienna e difeso la famosa tela dell`Ultima Cena trasformata in orgia omosessuale,forse, vorrei sperarlo, ha distorto il pensiero e le parole di Schönborn, e così, forse, ancora una volta vedremo ben presto il cardinale di Vienna intervenire per dirci che le sue parole sono state mal interpretate...anche dal suo portavoce!
    A quando una convocazione a Roma, come per il card. Policarpo?

    RispondiElimina
  106. <span></span><span>Caro hercule, forse sarebbe bene ignorare quei perditempo, per di più molto codardi, che si limitano a mettere dei placet imbecilli, sappiamo che purtroppo la REDAZIONE non può sopprimerli, allora ignoriamoli, lasciamoli alla loro autosoddisfazione infantile.</span>

    RispondiElimina
  107. Si Luisa capisco bene il tuo punto di vista ma fare altrimenti é possibile : ho fatto una decina di pellegrinaggi Chartres-Parigi col caldo di Maggio/Giugno e no ho mai visto UNA SOLA VOLTA qualcosa che dia scandalo per 1/10 di una sola di quella foto. (lo stesso vale per i pellegrinaggi Parig-Chartres della san pietro)

    Non si tratta di 100 foto o diecimila, si tratta del fatto che in circa 12 GMG nessuno ha mai insistito sul fatto che il cristiano deve evitare a tutti i costi il peccato mortale perché gravissima offesa a Dio. Allora abbiamo la spiacevolissima sensazione che fare un peccato mortale o no sia per la Chiesa assolutametne opzionale al punto che mi chiedo se ci credono ancora o se non si é già adottata la visione Luteriano-Kikiana<span><span><span>-</span><span>gp2iana</span><span>  in Gesù Cristo siamo già </span></span></span><span><span><span>tutti </span></span></span><span><span><span>perdonati.</span></span></span>

    ri-itero allora la mia domanda: <span><span>chi puo' dirmi per piacere se si é detto alle GMG prima della messa che non si puo' comunicare in stato di peccato mortale </span>?
    Per quanto ne so non é MAI stato ricordato in nessuna messa papale con folle di fedeli da GPII in poi.
    </span>

    <span>Chi non é d'accordo prego fornire contro-prove.
    </span>

    RispondiElimina
  108. leggete come "El Pais" presenta KIKO, come un conservatore che difende i postulati più intransigenti del cattolicesimo !!!

    http://www.elpais.com/articulo/portada/Kiko/colera/Dios/elpepusoceps/20080629elpepspor_3/Tes

    "Es el líder del movimiento neoconservador más poderoso de la Iglesia, con un millón y medio de seguidores en 106 países y 70 seminarios.
    Un iluminado carismático que defiende los postulados más intransigentes del catolicismo.
    Su grupo, los 'kikos', se mueve en un completo secretismo. Así es Kiko y así es su movimiento."

    RispondiElimina
  109. <span>questo è tutt'altro discorso. Bella scoperta che i giovani oggi siano bombardati da riferimenti culturali (quando va bene) o meglio subculturali di ogni genere. Sicuramente non si darà loro un'alternativa in questo modo e con questi toni che per la  loro malizia malata sono certamente più peccaminosi di eventuali "scivoloni" di qualche partecipante alla GMG.</span>

    RispondiElimina
  110. Quell`articolo è lungo e merita di essere letto per intero, per postulati si intende quelli morali, per la Dottrina e la Liturgia sappiamo che si tratta di rivoluzione e di rigetto della Tradizione, altro che conservatore!

    RispondiElimina
  111. ma non c'era qualcuno che diceva "siate perfetti come perfetto é il Padre vostro che é nei cieli" e a chi dobbiamo chiedere questo modello di perfezione se non a Santa Madre Chiesa ? 
     
    Il problema (anche quello della Redazione) é che in fondo si pensa che il male é tale solo quando é assoluto. Avete mai visto un virus andare a fare danni nello spazio siderale? 
    Un virus per fare male deve incorporarsi e fare tutt'uno con un corpo sano. Poi anche se ho ho la febbre a 40, la vista e l'udito funzionano ancora, posso respirare e camminare ma il virus é li' e anche se certe funzionailità non sembreno risentirne sono malato! 
     
    La chiesa ha 5 metastasi dall'addome in su e voi dite focalizzaimo sui piedi guardiamo come sono in forma, riscono anche a correre ogni tanto ...

    RispondiElimina
  112. la logica della chiesa é sempre stata "la parte infetta va isolata e esplulsa al più presto, l'errore e lo scandalo (piccolo o grande) va condannato senza esitazione"
    se i papi avessero applicato la tecnica paziente e conciliante che si usa oggi con kiko, con Ario e Lutero, dove saremmo oggi ?
    saremmo dove saremo tra 20 anni  se si sontinua cosi'!

    @Angelo: domanda - anche il S.Curato d'Ars <span>era una persona maliziosa e viscidamente insinuante quando andava a cercare apposta i peccatori rei di ballare insieme la sera ?
    </span>

    RispondiElimina
  113. GMG 2011 Ombre e Ombre ...


    http://www.youtube.com/v/JctmVtuGn-I" type="application/x-shockwave-flash" width="170" height="140


    che ce ne facciamo di un'Adorazione Eucaristica decente quando il papa GARANTISCE che sta schifezza é certamente suscitata dallo Spirito Santo !
    notate il ragazzo in maglietta a strisce verdi che stropiccia il pane già consacrato all'Agnus Dei! (se é veramente consacrato non si sa ma in teoria lo é a questro punto della messa...)

    Il vero se é vero é vero in tutto! non a metà!

    RispondiElimina
  114. Allora, caro signore sedicente tradizionalista:
    1. è semplicemente ributtante dover discutere di cose serie con uno che si firma Hercue Poirot;
    2. potevate andarci voi lefevriani, a Madrid, a far vedere quanto siete bravi e seri. Andate, mostratevi all'aperto e non nella penombra delle sacrestie dove passate il tempo a mormorare e malignare. Poi ne riparliamo. 

    RispondiElimina
  115. A me in televisione è capitato qualche settimana fa di assistere ad un concerto di una cantante pop (di cui peraltro mi sfugge il nome) eseguito proprio in mezzo al Duomo di Santo Stefano a VIenna. Con tanto di applausi, fari colorati e tutte le amenità del caso. E non credo si trattasse di canti religiosi ma di pure canzonette moderne.

    una tristezza sconfinata, mi verrebbe da dire la morte nel cuore, che non si giustificherebbe nemmeno se a Vienna per decreto fossero stati rasi al suolo teatri, stadi ed altri luoghi più acconci ad un concerto!! =-X !

    RispondiElimina
  116. pepito sbazzeguti25 agosto 2011 12:49

     "Conservatore"!!..."Tradizione"!!...Non è nient'altro che quell' eccessivo ed insano archeologismo  già condannato apertis verbis da Pio XII.

    RispondiElimina
  117. Ma il Santo Curato d'Ars era del un uomo  del passato, mica si era potuto aggiornare come tantissimi nostri prodi e baldi sacerdoti e Vescovi! Mica aveva avuto la grazia di vivere la primavera del Concilio!!

    RispondiElimina
  118. pepito sbazzeguti25 agosto 2011 12:59

    Questa sarebbe l'osservanza kikiana delle chiare indicazioni del Papa? Questa si chiama disobbedienza!!

    RispondiElimina
  119. Ma noi usciamo spessa dalle sacrestie !   qui (giugno 2011) entriamo in 10mila a Parigi adorando e pregando il Santissimo "scortato" da 600 chierichetti


    http://www.youtube.com/v/zksyeqeFSQ8" type="application/x-shockwave-flash" width="170" height="140


    si figuri Igino, che il tema del pellegrinaggio era "Vero Re Tu lo sei in quest'Ostia" capisco che non vogliano più della fsspx a Roma,
    questo mette tanto di quello scompiglio in tante "buone interpretazioni" del CVII...

    RispondiElimina
  120. <span>pepito io quello che noto é che andare alla Messa e all'Adorazione del papa o a questa messa kikiana a Pamplona é per il Vaticano ESATTAMENTE LA STESSA COSA!  
    Entrambe sono riconosciute valide per santificarsi!  La scelta é lasciata alla sensibilità del fedele anche se le dottrine sottese sono (si spera) opposte!  
    Le indicazioni che il papa da' sono più dei suggerimenti che degli atti coercitivi. E' la Chiesa dell' ET-ET</span>

    RispondiElimina
  121. pepito sbazzeguti25 agosto 2011 13:43

    Il Papa aveva severamente richiamato i kikiani per il loro modo di celebrare e di ricevere la Santa Comunione. La risposta diplomatica è sfociata nell'ipocrisia(desideriamo ringraziarLa con tutto il cuore);quella dottrinale nell'archeologismo e quella pratica nella disobbedienza !

    RispondiElimina
  122. <span><span>Allora che li scomunichi entro la mezzanotte.   Invece la situazione é ben diversa  </span>  
    <span>  
    1) la ffpsx é convocata a un appuntamento da filo del rasoio il 14/09 a Roma per una "disubbidienza" di 23 anni fa'    
    2) kiko ha ribadito (se bisogno c'era) con le GMG 2011 tutto il suo potere in questa Chiesa, fa quello che vuole quando vuole in piena disubbidienza a chiunque lo intralci mentre il papa ripete (in media ogni 2 anni) che il Cammino é un <span>grande dono dello Spirito Santo!</span>    
       
    fate un po' voi...</span></span>

    RispondiElimina
  123. Stefano (Adso-trollino)25 agosto 2011 14:05

    Scusa, ma per quanto possa essere d'accordo con te sul fatto che non ci siano mai abbastanza precauzioni onde evitare sacrilegi, non capisco perché questa domanda andrebbe fatta solo nel contesto della GMG. In pratica, chiunque ha fatto il catechismo per la prima comunione lo sa. E' vero che rinfrescare la memoria male non fa, ma questa domanda, allora, andrebbe ripetuta ad ogni celebrazione eucaristica. Non trovi?
    Posso pensare che secondo te, per il tipo di occasione, ci sono maggiori possibilità di incorrere in questo genere di problemi; oppure che nelle Sante Messe parrochiali il parroco conosce le sue pecorelle... Oppure...?

    RispondiElimina
  124. pepito sbazzeguti25 agosto 2011 14:06

    Dalle mie parti si dice :"figli e figliastri !"
    Siamo in un mondo dove alla serietà teologica si preferisce la caciara burlesca !

    RispondiElimina
  125. Per Sig. Angelo intervento delle 9.58

    Premetto la mia stima per lei e sempre apprezzo la sua profonda competenza su Liturgia e Tradizione ma in questo caso corre un rischio di sottovalutazione e/o sprovvedutezza legato alla sua possibilità elitaria di accedere ad una cultura di serie "A" o alla sua fortuna di vivere in un isola felice.

    Lei definisce subcultura quello che di fatto è l'humus in cui noi ex giovani e ancor di più i ns. attuali cresciamo da decenni.

    <span>Subcultura musicale</span>:

    Mai guardato MTV? o qualsiasi canale musicale?

    Indizi a caso:

    La cantante Veronica Ciccone in arte "Madonna" ottenne il successo planetario con "Like a virgin" . Qual'è il contenuto di questa canzone ?  Non lo posso scrivere ma se le interessa nel "cult movie" Le Iene di Quentin Tarantino glielo spiegano.

    Shakira, Beyoncè, Rihanna, Lady Gaga, J-Lo, Fergie ecc.... sono conosciutissime da tutti i ragazzi

    In uno spettacolo nell'unità pastorale" il pezzo forte era il tormentone "I gotta feeling" dei Black Eyed Peas ballato ripetutamente dai ns. ragazzini con genitori e sacerdoti ad applaudire
    La Invito a guardare attentamente il video di questo celeberrimo ( tra i ragazzi ma non per lei ) brano dance!

    Anni fa a Bologna, davanti al Papa, Gianni Morandi potè cantare applauditissimo "Imagine"   Ha presente?

    -YMCA. Daddy cool, Disco Inferno, Love to love you baby, Fly robin fly.....She wolf, Poker face....Le conosce?

    Per l'Italia in questi giorni una nota impresa telefonica usa nello spot televisivo "a far l'amore comincia tu" di Raffaella Carrà e usato come inno del Gay pride.

    La stessa Carrà raggiunse vette sublimi con " Tuca tuca" e Tanti auguri"

    Tanti auguri è un vero manifesto per la liberazione sessuale degli italiani  dove una signora il cui "corpo è una moquette" constata "com'è bello far l'amore da Trieste in giù" e fa tanti auguri a chi "tanti amanti ha"  

    Subcultura varia:

    Moccia, Harry potter, Twilight, cartoni Fox, Wynx, il mondo di Patty, Camp Rock, High school musical, Hanna Montana....  si può andare avanti per ore

    Faccia un giro su Facebook a vedere le immagini postate o legga su cosa vertono il 99% dei colloqui anche di bravi educatori di ACR

    Concludo: conosco la realtà "vera", so di cosa parlo e so anche che non faccio  abbastanza per proteggere i miei ragazzi

    Ci aiuti anche lei anzichè minimizzare.


    Grazie per l'attenzione.

      

    RispondiElimina
  126. Stefano nella mia testa sottointendevo che vada fatto <span>sempre</span>, focalizzavo sulle GMG perché mi sembrano un ottimo luogo per dare l'esempio, come si é fatto con l'Adorazione Eucaristica che infatti sarà ora di esempio per molte parrocchie.

    Saro' malato di logica ma mi sembra che
    1) se la lex suprema é la salvezza della anime e
    2) il solo ostacolo alla salvezza il peccato mortale
    non si sarà mai predicato e insistito abbastanza su questa realtà. 

    Invece si fa come si fa con tante cose dal CVII in poi: un piccolo testo sul sito vaticano che ricorda le verità di fede (quando c'é, perché a volte non c'é neanche questo) e poi via nessuno ne parla più ma in teoria e ufficialmente ... noi l'abbiamo detto.

    Comunque per dirla tutta la mia paura é che non si predica più il peccato mortale senno' ...ci si inimica i luterani e tanti giovani d'oggi

    RispondiElimina
  127. Filippo (pope-boy)25 agosto 2011 15:01

    Sono dei fotomontaggi. I giovani GMG sono puri e stanno sempre col rosario in mano. Non sono certo andati a Madrid per fare le orge! Vergogna a chi diffonde queste immagini false! Siete degli infiltrati, dei massoni, dei radicali, degli omosessualisti!
    W la GMG! W questo meraviglioso Papa!

    RispondiElimina
  128. Stefano, chiunque ha fatto il catechismo e la prima comunione lo sa.  Non credo proprio, non é per niente detto!
    Magari ancora in Italia (per gente che ha più di 20 anni) ma altrove ?

    Ecco il testo di preparazione alla comunione del catechismo dei bambini usato in tante diocesi
    come al solito tutto non é da buttare, ma il complesso é gravemetne insufficiente !
    http://www.donboscoland.it/articoli/articolo.php?id=970

    RispondiElimina
  129. Filippo, Filippo...lei è veramente un burlone!
    Ama fare del teatro? Con quanti ruoli verrà ancora su questo blog?  Ieri con gli indignados, oggi popeboy e quanti altri ne dimentico.... :-D

    RispondiElimina
  130. Gentile Anselmo, grazie per la stima, ma io non sono nessuno, solo una persona che ama la litrugia e nel suo piccolo tenta di fare qualcosa per riportarvi, quando può, un po' di Bellezza. Dal momento che per fortuna sono ancora piuttosto giovane conosco bene - chi più chi meno - i cantanti autori ecc. che ha citato... un po' meno i cartoons (giovane sì, ma non più infante eheheh). Grazie cmq per il tono urbanissimo della Sua risposta e della sincerità della Sua preoccupazione, che Le fa onore. Non è che io minimizzi, è che vorrei riportare le cose alla loro reale dimensione. Posto che il mondo d'oggi è quello che è, noi cosa possiamo fare? Due cose: la prima è instaurare uno stato teocratico tipo Iran o Arabia Saudita, come mi sembra che qualcuno qui talora auspichi, tenendo presente che in queste teocrazie più che di Dio il potere è quello degli imam, dei politici che a loro si appoggiano e della polizia. La seconda è invece testimoniare Cristo. Nulla potrà fare per avere la certezza assoluta che i suoi figli siano protetti dalla "cultura" che hanno intorno; questo è pacifico, e su questo deve mettersi il cuore in pace. Anche nella famiglia migliore del mondo potrà accadere che un figlio prenda una strada diversa, anche pessima. La sola cosa che può fare, secondo me, è dare un buon esempio, testimoniare Cristo nella sua condotta e cercare di indicare una strada. Per conto mio e per esperienza perosnale, Le assicuro che quando la base è buona si possono fare esperienze negative, deviare, sbagliare... ma il fondo buono agisce, prima o poi. Prendiamo il caso della GMG. Lei si rende conto che per "fare festa" (e festa condita di ben altro che di qualche reggiseno al vento o di qualche bevuta di troppo) bastava andare a ibiza, ma che dico ibiza, a rimini; ma che dico rimini, magari dientro l'angolo? Senza sbattersi a metter via soldi, andare fino a madrid, passare ore sotto il sole, sorbirsi prediche, messe, adorazioni, papi, vescovi e parroci? Il fatto che centinaia di migliaia di giovani abbiano fatto questo vorrà dire qualcosa? Se qualche volta sono stati sopra le righe, se qualcuno ha esagerato in qualcosa, se qualcuno ha fatto anche qualche ca...ta grossa... può starci. Ma se stiamo solo a pensare che andando da qualche parte uno può correre pericoli oppure fare qualche cavolata, beh, le assicuro che può preoccuparsi ogni volta che i suoi figli mettono il naso fuori dalla porta. Anzi, con internet, anche quando stanno in casa. Un po' di ottimismo e di fiducia in voi e nei vostri figli, su!!!!!

    RispondiElimina
  131. @ ANSELMO: Le ho risposto sopra. Grazie.

    RispondiElimina
  132. Alpium Pastor Quidam25 agosto 2011 16:23

    Caro Iginio, dal tuo nome a quello di  hpoirot, la differenza è nulla perchè tutti due, come gli altri e me nascondete la vostra identità.
    Invece è penoso e demenziale quello che dici. Intanto la fraternità esce allo scoperto perchè almeno va vestita da prete e non va "nuda in attesa del Papa , come gli indecenti giovani tra cui di certo anche quelli della mia parrocchia, poi prima di considerare lontani gli apparteneti alla s.Pio X considera lontani anche tanti preti giuridicamente cattolici, ma lontanissimi dalla fede cattolica. Essi con l'assenso muto del loro Vescovo, insegnano l'eresia. Se vuoi te ne faccio privatamete un elenco di quelli della mia diocesi poi ti invito ad andarli ad ascoltare. Assenso muto del Vescovo come quello di un bue muto. Non dimenticare che il bue è anche castrato.
    Ti saluto e vergognati di quello che dici.
    Non appartengo alla fraternità di S. Pio X. Non lo dico perchè questo sia un marchio di infamia. Per Benedetto XVI, anche se il Papa deve fare il Papa, pare che non sia poi un peccato che porti all'inferno.
    Non appartengo alla fraternità perchè preferisco restare dentro e "restando dentro"  combattre i modernisti con tutta la forza di cui sono capace. Spero di intensificare anche la preghiera per questo motivo.

    RispondiElimina
  133. hpoirot.... per me Kiko NON è cattolico.... :-D  ergo non lo seguo, nè lo vado cercando.... e mi basta già quel che ho appreso dei kikiani in questi anni e dal vivo non certo per sentito dire....

    la GMG è una cosa, ciò che fa Kiko è un'altra cosa ancora.... io ho risposto ssolo ulla provocazione delle foto, se posso evitarlo, cerco di non buttare il bambino con l'acqua sporca..... se posso, cerco di rammentare il monito del Cristo: come avrete giudicato gli altri, così sarete giudicati anche voi.... ergo, cercando più clemenza da parte del Signore, pur non tacendo l'errore e l'orrore, provo anche a vedere se c'è del buono e nella ricerca delle foto, è di questro che si parlava, io le ho trovate tante e bellissime.... ;)

    prima o durante la Messa, sono almeno 40 anni che non ho mai udito che non ci si può comunicare in stato di grave peccato, l'ho udito per la prima volta alla Messa antica.... ma questo non è un problema della GMG ma di tutte le Chiese cattoliche sparse nel mondo.... e di TUTTE le comunità che nel loro interno coccolano divorziati risposati, conviventi e coppie omo.....
    ma ripeto, il vento sta cambiando..... noi non contiamo sui numeri, lascia che kiko conti le sue pecore, noi preoccupiamoci di testimoniare LA VERITA', il resto verrà da se....

    RispondiElimina
  134. non finirò mai di stupirmi di quanto certi signori che dalla loro dovrebbero avere la maggioranza dei cattolici si accendano d'ira di fronte ai dubbi di un tradizionalista...invece di adottare uno stile pacato e sicuro di sè, prendono fuoco come carta sotto una lente di ingrandimento.... :-D

    RispondiElimina
  135. ...una volta si chiamava "cattiva coscienza"

    ;)

    RispondiElimina
  136. non mi stupirebbe per niente in vista del 2017 - anniversario di Lutero !

    Kiko é un ottimo amortizzatore tra il rito NO (a quanto pare non ancora abbastanza protestantizzato) e il mondo Luterano!

    Spero solo che il giorno in cui la Provvidenza manderà tutte queste eresie che squattano oggi al chiesa in corto circuito
    Kiko si riveli essere più un fusibile che un amortizzatore... e che quindi <span>salti per primo!</span>

    RispondiElimina
  137. La Redazione non può sopprimerli ma le loro mamme potrebbero prenderli per le orecchie e allontanarli dal PC

    RispondiElimina
  138. La Redazione non può sopprimerli ma le loro mamme potrebbero prenderli per le orecchie e allontanarli dal PC

    RispondiElimina
  139. <span>Nel 1972 i Vescovi francesi bollarono Ecône (a quei tempi un seminario 100% ufficialmente legale) come "seminario selvaggio" e cercarono di ottenerne la chiusura per via della mentalità ostile al Concilio Vaticano II. La pressione fu tale che dopo le inchieste abituali mons. Pierre Mamie, vescovo di Losanna, Ginevra e Friburgo, in stretto accordo con la conferenza episcopale svizzera e il Vaticano ritirò il riconoscimento canonico e <span>ordinò la chiusura del seminario di Ecône</span><span><span> </span></span>(1975).  
    Notare che siamo prima delle consacrazioni dei 4 Vescovi.  
     
    Morale 1: la Chiesa chiude e punisce i seminari dove NON si insegna il giusto modo di dire la messa (a quei tempi si diceva che la messa VO era stata vietata)  
     
     
    Nel 1986 (11 anni dopo) nasce il primo seminario kikiano "Redemptoris Mater"  
    Morale 2: la Chiesa apre e incoraggia i seminari dove NON si insegna il giusto modo di dire la messa (già a quei tempi kiko inventava il suo rito personale)  
     
    Nel 2011 vi sono 78 seminari kikiani "Redemptoris Mater" nel mondo con 2000 seminaristi e 1600 preti dormati nell'eresia  
    Morale: la Chiesa moltiplica nel proprio seno i seminari dove </span><span>NON </span><span>si insegna il giusto modo di dire la messa
     
     
    Morale Globale : <span>SE NON TI CHIAMI LEFEBVRE TUTTO E' CONCESSO, </span><span>SE TI CHIAMI LEFEBVRE AL MINIMO SGARRO SEI MESSO IN CROCE!</span>  
     
    Poi ci prendono per il c... dicendoci "e ma va che il papa ha scritto loro una lettera e li ha <span>severamente richiamati per il loro modo di celebrare e di ricevere la Santa Comunione</span>"  
     
    Ammazza  oh!!! 78 seminari contro un lettera (che resta morta) e ci parlano di restauro nella tradizione !  Bisogna essere dei polli belli grossi per crederci!</span>

    RispondiElimina
  140. Kiko batte Lefebvre 78 seminari a 0.
    Tout est dit...

    RispondiElimina
  141. Stefano (Adso-trollino)25 agosto 2011 19:42

    <span>@Anselmo: condivido pienamente la sua preoccupazione. Ho 3 figli e come lei sono quotidianamente all'erta su ciò che guardano e ciò che ascoltano e mi sto rendendo conto che ... è una partita persa (gli interessanti POST relativi alla 'Bellezza' - anche su questo blog -sono quanto di più chiaro e illuminante possa trovare sul <span>perché</span> di questa invasione barbarica). Non per questo mi arrendo, ma continuo a lottare ogni giorno. Si figuri poi che nel mio caso, il grosso della colpa è mio, considerata la mia ex passione per il Rock come causa primaria della presenza di CD nel mio appartamento. Però non disperi, e non demorda: il suo esempio (come giustamente ha fatto notare Angelo) è la cosa più importante. Quando un genitore fa entrare il Signore nella propria vita le cose cambiano in famiglia, e i figli se ne accorgono: insista in questo senso.  
    A suo tempo gettai nell'immondizia un bel pò di roba e il rimanente lo misi in vendita. Ero cresciuto con il Rock ed ero convinto avesse salvato la mia vita, si immagini un pò... (ecco spiegata la mia ignoranza in merito al catechismo).  
    Questo per dirle che se insegna ai suoi figli a fare un pò di spazio (ogni giorno) al Signore, non c'è artista sulla faccia della Terra che tenga. Il Signore vince, sempre.
     
    P.S.: già da piccolo mi sembrava strano trasmettessero alla TV il pezzo della Carrà (far l'amore mi sembrava una cosa così intima), ma ... sembravano tutti molto contenti ed io non capivo. Acoltato ora, quel 'tanti auguri' (a chi tanti amanti ha) suona molto ironico.</span>

    RispondiElimina
  142. Ho smesso di avere fiducia in me: sono incline a quasi tutti i peccati capitali e alla vanagloria!

    Ero giovane negli anni settanta e ascoltavo e suonavo  Led Zeppelin, Pink Floyd, Genesis King Crimson , Deep Purple!
    Mi piacevano molto ma quando ho capito il veleno che contenevano ho "tagliato"


    Fiducia nei miei figli? Visto come si lasciano sedurre facilmente da Potter o dalle Winx, da Zac Efron o dal vampiro di Twilight, ma anche da pessimi maestri come Ligabue, Zucchero, Vasco Rossi....devo dedurre che sono anch'essi in difficoltà

    Mi sa che abbiamo bisogno di un Redentore e del suo Eterno Sacrificio!


    PS: Un cardinale diceva: l'Europa o tornerà cristiana o diventerà islamica! Non si illuda che il ns. attuale "stato agnostico" duri a lungo.

    Cordialmente

    RispondiElimina
  143. Sig. Stefano leggo solo ora questo suo intervento e lo apprezzo molto!

    Comunque non sono pessimista: credo In NSGC !

    RispondiElimina
  144. Padre Lombardi: “sono illegittime le recenti ordinazioni sacerdotali compiute dalla Fraternità San Pio X”

    “Finché la Fraternità (San Pio X) non ha una posizione canonica nella Chiesa – sottolinea Benedetto XVI
    anche i suoi ministri non esercitano ministeri legittimi nella Chiesa (…) finché le questioni concernenti la dottrina
    non sono chiarite, la Fraternità non ha alcuno stato canonico nella Chiesa, e i suoi ministri (…)
    non esercitano in modo legittimo alcun ministero nella Chiesa”.  http://www.agerecontra.it/public/press/?p=11944

    Invece i 78 seminari di KIKO sono legittimissimi ...e fonte di santificazione per i fedeli.
    Andateci tutti domani ... ve lo chiede il papa!

    RispondiElimina
  145.  Trés chére Madame Luise, mi angustia alquanto che lei ( ed anche altri), ahimé sovente, non riesca a discriminare i miei interventi ironici da quelli seri. Forse è causa di ciò la pochezza delle mie abilità linguistiche.
    Di tutto questo e di tanto altro ancora chiedo venia.

    Umilmente prostrato al bacio della punta della Vostra Santa Pantofola.

    RispondiElimina
  146. La Fraternità è perfettamente, indefettibilmente nella Chiesa. Talvolta è la Chiesa (o parti di Essa) ad essere "fuori di sé".

    RispondiElimina
  147. Non cadiamo nella odiosa trappola di alcuni cattoprotestanti che sostengono che la convocazione di Mgr. Fellay sia una sorta di ultimatum e di questo ne godono con malvagia malizia, com'è nella loro perversa natura. Nulla fa pensare che si tratti di ultimatum. Alla luce dei fatti, si tratta semplicemente di un ulteriore passo nei contatti in corso (e che, tra l'altro, dimostrano per l'ennesima volta che che la FSSPX non è affatto considerata scismatica: non si "convocano" gli scismatici, né questi, se sono tali, si presentano). Aspettiamo fiduciosi. Per quanto mi riguarda, e qualunque sia l'esito, non potrò mai considerare la Tradizione "scismatica". E' la Tradizione che è la pietra di paragone del Magistero, non viceversa.

    RispondiElimina
  148. Sono d`accordo, hercule, ma non posso non pensare a tutte quelle anime che nel frattempo continueranno ad essere ingannate, a tutte quelle coscienze che continueranno ad essere deformate nel silenzio, che a questo punto posso solo definire  complice, di chi ha il DOVERE e la RESPONSABILITÀ di proteggerle, di difenderle da quei predatori.
    Il silenzio dei nostri responsabili in Vaticano è semplicemente sconvolgente.

    RispondiElimina
  149. E continui a girare il coltello nella piaga...

    RispondiElimina
  150. Il "grande dono dello Spirito Santo" è la frase ad hoc che non può non mancare, che deve essere presente, in ogni discorso rivolto a tutti i movimenti, associazioni, gruppi nati dopo il Concilio Vaticano II, ho cercato e trovato i discorsi e messaggi di Giovanni Paolo II, vi figurano le stesse frasi che usa oggi Benedetto XVI, le lodi, ieri come oggi, erano accompagnate dalle stesse osservazioni, dagli stessi richiami, purtroppo redatti sotto forma di esortazione e totalmente IGNORATI dai destinatari, lodi strumentalizzate e amplificate, richiami ignorati.
    E così ognuno continua a fare quel che vuole nel suo orticello, anche quando l`orticello si chiama seminario RM che non è che uno strumento al servizio dell`orgoglio di un uomo e del suo progetto sulla Chiesa.

    RispondiElimina
  151. <span>non si "convocano" gli scismatici?? di solito no, oggi si! oggi gli apriamo anche i seminari...
    </span>

    RispondiElimina
  152. AMICI, non so quale aggettivo scegliere per descrivere quel che provo in questo momento: delusa? No non è abbastanza forte, scioccata, sconvolta, scoraggiata, arrabbiata, incredula, basita, allibita, nessuna parola saprà descrivere quel che sento dopo aver letto queste parole del card. Canizarès sulle "alzate vocazionali" neocatecumenali:
    <span>"El encuentro vocacional de Kiko Argüello del lunes demuestra que cuando se llama y se apuesta por los jóvenes y se les dice: «Vosotros podéis dar una respuesta al Señor», ellos responden."</span>
    Ma l`ha visto quello spettacolo indegno della Chiesa cattolica? Ma li ha visti quei giovani salire come dei burattini dopo essere stati manipolati e "caricati" ad arte?
    Come posso sperare che quel genere di messinscena degradante, che fra le altre cose mette anche a rischio l`equilibrio psichico di quei giovani, prenda fine se il prefetto del Culto Divino e della Disciplina dei Sacramenti lo legittima e lo loda?
    Come posso sperare che gli abusi liturgici del cnc, come quello evidenziato dal filmato messo in un prossimo thread, e tutti gli altri, prendano fine?


    http://www.larazon.es/noticia/9294-antonio-canizares-el-papa-se-ha-mojado-con-los-jovenes

    RispondiElimina
  153. <span>cara Luisa arriviamo qui (mi sembra) al centro del problema : il peccato di omissione
    San Tommaso d'Aquinio diceva  
     
    "Inoltre appartiene a colui che persegue un fine di allontanare gli ostacoli che lo frenano:  
    la medicina che cerca la guarigione fa tutto per scacciare la malattia. Cosi' l'uomo saggio  
    che cerca Dio ha due somme missioni : cercare la verità <span>e</span> lottare contro l'errore.  
    </span><span>La Scrittura </span><span>ci ricorda questo doppio obbligo nel libro dei Proverbi  
    - Ci si nutra dapprima della verità divina e si nutrano poi i fratelli,  
    <span>si difenda </span>
    </span><span><span>poi </span></span><span><span>il vero contro l'errorre </span><span>minacciante</span> e le empietà - "  
     
    Un cattolico commette un peccato di omissione ogniqualvolta reste passivo davanti al male (come le due persone nella parabola del buon samaritano)  
     
    Che gli ultimi papa siano tutt'altro che tomisti é una cosa stra-nota infatti la politica della casa é oggi  
    "mettiamo tutto (bene e male, verità e errore) nel calderone e mescoliamo a lungo a fuoco lento"  
     </span>
    Alle GMG si sono dette 2 messe VO contro centinaia di festini kikiani e siamo qui a cantare vittoria perché c'é un pizzico di verità nel calderone<span>.</span>
    <span>poveri noi illusi... e povero San Tommaso !</span>

    RispondiElimina
  154. Ecco appunto, quando si vedono delle performance arttistiche non si dimentichi mai che tali sono e che spesso sono condirte di una sana dose di ironia; così anche si dovrebbe guardarle/ascoltarle. Sicuramente un'intelligente ironia sarò più efficace che una sdegnata censura.

    RispondiElimina
  155. pepito sbazzeguti26 agosto 2011 11:54

    Giustamente,caro hpoirot,lei parla di calderone.Il calderone è quello del "subsistit in" che ,nonostante il documento della CDF,viene interpretato secondo lo "spirito del concilio":"tutto fa brodo nella Chiesa" .D'altronde,non si può dare loro torto se si segue la filosofia aristotelico-tomista.Stesso pericolo per l'isidioso  termine :"ermeneutica" ! 

    RispondiElimina
  156. Guardi che Stefano con due osservazioni innocenti intuisce che c'è qualcosa che gli sfugge: "mi sembrava strano che trasmettessero in TV......Mi sembravano tutti molto contenti ed io non capivo !"

    Approfondisca caro Angelo: ai troiani  il cavallo sembrava un cavallo di legno e ai ragazzi di Collodi il paese dei balocchi sembrava un paese con dei balocchi!

    Cordialmente

    RispondiElimina
  157. pepito sbazzeguti26 agosto 2011 12:15

    ....basta un pò d'ipocrita obbedienza di facciata e ...tanti soldini intorno...

    RispondiElimina
  158. E non solo tacciono i responsabili in Vaticano ma, come ho scritto più sopra, lodano e ringraziano.
    Quando il prefetto della Congregazione del Culto Divino e della Disciplina dei Sacramenti, il card. Canizarès, cita come esempio positivo lo spettacolo a lode gloria del cnc che si è svolto a Cibeles, c`è ben poco da sperare, a livello umano.
    Apparentemente poco importa al card.la salute psichica e spirituale di quei giovani, mobilizzati in quel modo, apparentemente gli è indifferente che quelli che finiranno per andare veramente in un seminario, evidentemente un RM, saranno "formati" anche con quel "rituale" che a loro volta un giorno celebreranno, apparentemente non importa al prefetto di quella Congregazione che quel rituale sia un compendio di abusi liturgici.

    http://www.youtube.com/watch?v=JctmVtuGn-I&feature=player_embedded

    Sconvolgente.

    RispondiElimina
  159. Dunque che facciamo? Perché a questo punto vorrei sapere quali sono le VOSTRE proposte in merito!

    RispondiElimina
  160. <span>Eh cara Caterina <span> per te (e per me) Kiko NON è cattolico (e con tutto il rispetto cio' non conta niente)</span>  <span>per il papa Kiko E' CATTOLICISSIMO! </span>  
     
    1) Nell 1986 GPII mentre faceva lo scoempio Assis1, firmava anche l'autorizzazione per aprire i seminari kikiani  
    2) Nell 1988 GPII mentre scomunicava un santo (MgrLefebvre, apriva il primo seminaro neocat - eretico - in seno alla chiesa di sempre  
    3) Dal 1988 oggi zitto zitto quatto quatto il Vaticano ha aperto in media 3.4 seminari kikiani all'anno !!!!!!  e oggi sono 78.
     
    <span>"la GMG è una cosa, ciò che fa Kiko è un'altra cosa ancora" BALLE !!! Kiko fa parte integrante della chiesa come di tutte le GMG e in teoria tu non potresti schivarlo</span>  
    dovresti andarci la domenica COME vai a una messa VO, il sacramento c'é in entrambi, lo garantisce Roma (anzi siccome hai famiglia puoi preferire kiko al VO)  
     
    Quanto al giudicare gli altri ti ricordo che condannare il male é un dovere del cristiano e pecca per omissione chi non lo fa 
    "Cercate ciò che è gradito al Signore, e non partecipate alle opere infruttuose delle tenebre,  ma piuttosto condannatele apertamente"   
    (Ef 5,10-12)</span>

    Se avessimo applicato la tua teoria di focalizzare su cio' che si faceva di buono ai tempi Ario e non sul (poco) male che predicava oggi saremmo tuti nell'eresia...

    RispondiElimina
  161. <span><span>
    <p><span><span> La FSSPX è solo una briciola caduta dalla tavola.  </span></span><span><span> Ma anche i "cagnolini" si cibano delle briciole che cadono dalla tavola dei loro padroni. </span></span><span></span>

    </p></span></span>

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.