lunedì 13 giugno 2011

Prof. De Mattei a Venezia.

venerdì 17 giugno 2011

ore 12.00

Sala Nassivera

Palazzo di Ca' Corner (civico S.Marco 2662)

Venezia centro storico.


il Prof De Mattei presenterà il libro "Concilio Vaticano II - una storia mai scritta" a Venezia, assieme al Dott. Gnocchi

19 commenti:

  1. Per chi non è pratico di Venezia:

    L'edificio è la sede della Provincia di Venezia.
    E' sito ad una cinquantina di metri dal ponte di Rialto.
    Per raggiungerlo da P.le Roma e/o Stazione FS sono circa 20 minuti a piedi. Basta seguire gli onnipresenti cartelli indicatori gialli indicanti appunto Rialto e arrivati al Ponte chiedere del Palazzo della Provincia - Ca' Corner

    In alternativa Vaporetto dall'imbarcadero prospiciente la Stazione o a latere Piazzale Roma, Linea 1 o Linea 2 (costo Eur 6.50) e scendere a Rialto. Tempo di navigazione 10 minuti

    RispondiElimina
  2. Grazie dell'info Roneflu!

    RispondiElimina
  3. Dovere.

    In ogni caso all'incontro sarà presente tra il pubblico anche P.Konrad Zu Lowenstein , il mitico Cappellano della Fraternità S.Pietro a S. Simeon Piccolo.

    RispondiElimina
  4. Qualcuno è riuscito ad informare i seminaristi veneziani di questo convegno? Sarebbe estremamente utile che vi partecipassero, tanto più che il seminario della Salute dista a poche centinaia di metri...

    RispondiElimina
  5. ..libellula...13 giugno 2011 12:31

    ci sarà anche una rappresentanza del giappone..........il popolo castigato!!!!

    RispondiElimina
  6. Esegesi trad.di Luca XIII,1-913 giugno 2011 13:18

    I Sedevacantisi giapponesi di SEIBO NO MIKUNI, che hanno la casa madre, proprio a FUKUSHIMA, penso proprio che, non solo concordino con le analisi del Profossero de Mattei, ma, conoscendo le loro tesi, posso ritenere che leggano in ciò che è avvenuto in Giappone, se non proprio l'inizio, quanto meno lqa "prova generale" di certi eventi prodigioso-apolittici che, da un lato temono, ma che, dall'altro aspettano.

    RispondiElimina
  7. Dunque il prossimo incidente nucleare avverrà a VERRUA SAVOIA. Buono a sapersi.

    Però il botto sarà più moderato, giacchè i verrucasavoiardi sono numericamente ancor più irrilevanti di セイボノミクニ...!

    RispondiElimina
  8. Ma ci avete fatto un patto d'acciaio con questo de mattei? Se fa un ruttino ci confezionate sopra un post. Eccheccavolo!

    RispondiElimina
  9. Eh, Eh... brucia sapere che va in giro indisturbato a presentare il suo ottimo lavoro.. Eh..Eh... altro che brucia!!! Lo vorreste ridotto al silenzio e invece niente, questo birbaccione continua ad andare in giro per l'Italia a raccontare come sono davvero andate le cose durante il Concilio.
    Bravo De Mattei.

    RispondiElimina
  10. Il libro di Demattei sta convertendo un mio amico massone sfegatato... tutti zitti quindi!

    RispondiElimina
  11. Il "Davide" de Mattei sta facendo tremare l'orco modernista che "spuma" di rabbia......
    De Mattei è la persona giusta al momento giusto......
    diciamo che è....... l'Uomo della Provvidenza.......
    Non essendo chierico è più libero e non può essere intimidito e ricattato da quanti, non avendo più argomenti, usano solo il loro livore e i loro mezzucci......
    Gustatevi sul sito TV IMMACOLATA il bellissimo intervento del nostro prof. in difesa del latino........
    don Bernardo 

    RispondiElimina
  12. Esegesi trad.di Luca XIII,1-914 giugno 2011 08:48

    Amico,
    senti, senza entrare nel merito, e non per farmi difensore d'ufficio di persone che non conosco e/o di argomenti che potrei anche non condividere, ma per puro amore di verità, di precisione e di informazione completa ma sappi che:
    a) è quanto meno pressapochista ("circiterista"avrebbe detto Amerio) paragonare il sedevacantismo apocalittico e influenzato da temi tipici della cultura orientale (e della propoganda giapponese in tempo di guerra-SONO DATI DI FATTO, riferiti senza legarli ad alcun giudizio, nè pro, nè contro-) di <span> セイボノミクニ.., coN la Tesi di Cassiciacum dell'IMBC;</span>
    b) se ci sono al mondo dei campi dove il numero ben di rado conta più di tanto, questi sono la Chiesa ed i temi spirituali. E, comunque, CERTAMENTE la massa non fa la verità, in alcun campo: se il 100% dell'umanità si convincesse che 2+2 è= a 5, non per questo il risultato diventa diverso da 4.

    RispondiElimina
  13. Hahaha, che pena Areki, che pena! "Il Davide de Mattei sta facendo tremare l'orco modernista". Sì, sì. certo, il modernismo sta per crollare sotto i colpi di frombola e di terremoti dell'intrepido professorino. "L'Uomo della Provvidenza".
    Se certe uscite non fossero disperatamente patetiche sarebbero infinitamente ridicole.

    RispondiElimina
  14. Puoi anche scendere alla fermata Accademia e far il ponte, o, a ancora meglio, scendere a S. Maria del Giglio.

    RispondiElimina
  15. Caro ospite è chiaro che nel mio intervento ci sia un po' di linguaggio colorito.... comunque a parte le espressioni volutamente un po' eccentriche resta indubbio che de Mattei sta certamente dando un bel po di filo da torcere agli eretici modernisti. Il modernismo è come un grande pallone gonfiato e per scoppiare ci basta un colpo di spillo ben assestato e de Mattei di colpi di spillo ne sta dando parecchi e insieme a moltissimi altri ha dimostrato che il modernismo è finito, vi seppelliremo con una risata.
    don Bernardo 
    P. S. cari modernisti siete vecchi e non saggi, siete marci (vedi pedofilia), siete la spazzatura della Chiesa o vi convertite o brucerete per sempre col vostro Padrone, il Caprone Satana.

    RispondiElimina
  16. Giusto, siamo sicuri che Roneflu non confonda il ponte dell'Accademia con quello di Rialto? A 50 metri da Rialto, per quanto ricordo, c'e' il mercato con tanta bella verdura fresca, ma Ca' Corner e' fra il ponte dell'Accademia e S. Maria del Giglio - come dice il Guest qui sopra. Comunque, trovate tutto su internet.

    RispondiElimina
  17. Mi scusi, Roneflu, perche' "mitico"? (pura curiosita').

    RispondiElimina
  18. Evidentemente, Areki, ignori che il problema della pedofilia non è, purtroppo, una novità postconciliare nella chiesa. Il marcio nel cosiddetto mondo modernista c'è eccome. Ma il candore e la freschezza nel mondo d'antan è una chimera della tua testolina. Basta studiare un po' le cronache dei secoli passati, anche solo a livello locale, per trovare tanti e tali saggi di porcherie e porcheriole da far cadere le braccia anche al più esaltato lodatore dei bei tempi andati.
    Procura di verificare di non essere tu a doverti converire, sacerdote internettiano (più modernista di così!) e di verificare se l'astio un po' puerile che trasuda dai tuoi commenti non sia, quello sì, di estrazione sulfurea.
    De Mattei dia pure i suoi colpi di spillo. Ma la battaglia per la difesa della Tradizione passa da tutt'altri canali. E per fortuna, nonostante i De Mattei o gli Areki, sta procedendo con qualche primo buon risultato.

    RispondiElimina
  19. Redazione di Messainlatino.it16 giugno 2011 12:33

    Vedo che purtroppo continuano i litigi a base di accuse incrociate di "modernismo". Credo che si possa essere in disaccordo con De Mattei, o addirittura usare internet, senza per questo essere considerati "modernisti"; e, soprattutto, discutere di De Mattei con meno astio, da una parte e dall'altra. Grazie.

    FZ

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.