sabato 8 gennaio 2011

Alé oh oh, Alé oh oh

Cari fratelli, quante volte abbiamo visto scempi neo-modernistici in antiche chiese, dove i barbari non hanno lasciato neppure l'erba e hanno compiuto abominevoli trasformazioni architettoniche; quante volte abbiamo confrontato le foto! Prima: un bellissimo altare; dopo: una porcheria!
Ma finalmente ecco un caso in cui è successo il contrario! Si tratta dell'Abbazia cistercense di Our Lady of Spring Bank

PRIMA ((( -:


DOPO :-))))!!!



Coraggio fratelli, piano pianissimo, ma le cose stanno cambiando!
don A.M.

28 commenti:

  1. ...la strada è ancora lunga, preghiamo il Signore che non ci manchino mai le gambe per camminarvi...
    e allora molte cose cambieranno!

    RispondiElimina
  2. Loro Eminenze ed Eccellenze hanno parlato,parlano e (speriamo di no!) parleranno della Chiesa che deve essere un modello di povertà e semplicità evangelica,dimenticandosi poi che sono stati spesi non so quanti soldi per distruggere(da quarant'anni a questa parte)ciò che già c'era ed era perfettamente utilizzabile,anche col Novus "Disordo" Missae!!!
    Altari distrutti,paramenti buttati in cantina(ho visto personalmente topi e ratti "pascolare"sopra di essi!!!-indecente- :'( )e,ancora più scandaloso,al limite del sopportabile,reliquie gettate via come se non si trattasse di resti umani(DI SANTI E SANTE!!!),ma di spazzatura!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    VERGOGNATEVI;MASSONI;APOSTATI;SERVI DI MAMMONA;DEL DENARO;DELLA "CARRIERA ECCLESIASTICA TAROCCATA";AVETE LE VESTI CHE PUZZANO DI ZOLFO:
    ALLA FACCIA DELLA POVERTA' EVANGELICA!!!

    RispondiElimina
  3. aria di tradizione: puro ossigeno spirituale!

    RispondiElimina
  4. Alessandro68CAgliari8 gennaio 2011 14:10

    sono felicissimo e commosso di tutto ciò... se penso che molti anni fa in un paese di una Diocesi del Nord Italia( che non cito solo per evitare polemiche), l'anziano parrroco fece abbattere la balaustra ( del 1600!) che separava il presbiterio dalla navata della chiesa, e dove ancora all'epoca alcune persone anziane si inginocchiavano per accostarsi alla S.Comunione e lo fece fare dal "matto" del paese, dato che nessuno voleva farlo e gli disse anche di buttare nella discarica quelle anticaglie che non servono a niente e nessuno. parole a me riportate da uno degli assessori del Comune, che mi diesse anche che non ci fu modo di impedirglielo. risultato: un mese dopo il Monsignore fu elevato a Canonico della Cattedrale.... vedete voi... Buon Anno Nuovo a tutti.

    RispondiElimina
  5. quando si troveranno al Giudizio di Dio, sia quello particolare (individuale) che universale, riceveranno il giusto compenso per le loro malefatte (se non si pentono).

    RispondiElimina
  6. Don Alfredo,
    proprio di questo ho paura. Come ben sanno coloro che si danno la pena di cercare notizie su di me in rete, sono un appassionato di Fanta-STORIA (o "Ucronia" a dir si voglia). Ebbene, la peggior distopia(= utopia NEGATIVA) che ho pensato, che non ho avuto il fegato di mettere per iscritto è proprio un Vat II ed un post, uguali, precisi, identici a ciò che sono stati, salvo per un particolare: il rispetto delle forme liturgiche. Vi immaginate? Io non oso pensarlo. PUr con tutti i suoi abomini (anzi, proprio grazie ad essi) il N.O. , ha avuto un ruolo "positivo". Ha permesso lo scatenarsi di qualche "anticorpo". La Messa di sempre è stata la bandiera che dietro la quale si è aggregato un po' di dissenso, contro i neoterici. Se non ci fossse stato il N.O. anche la "Resistenza cattolica", sarebbe stata ancora più minoritaria. 

    RispondiElimina
  7. :-D  questo genere di tifoseria me gusta mucho......
    vedendo la foto "prima" con il "dopo" mi piace pensare che....dovevano ancora FINIRE i lavori..... :-D
    speriamo che accada così anche altrove....

    RispondiElimina
  8. bè queste immagini sono prese dal New Liturgica Movement...... e se è per questo ce ne sono di simili ogni settimana:TUTTE IN AMERICAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA. E il turno dell'italia quando arriva????

    RispondiElimina
  9. è risaputo che tutto quello che di "nuovo" si fa in America precede noi europei di almeno vent'anni....
    :(

    RispondiElimina
  10. concordo in pieno: lo scatenarsi della malattia nei frutti marci abbondanti e vistosi, i cui germi patogeni erano contenuti proprio nell'albero-concilio, ha costretto per lo meno a prendere coscienza della natura dell'albero, che non può più essere mitizzata.

    RispondiElimina
  11. Evvia, non disperiamo ,ho letto nel gioro di soli tre giorni dei commenti salaci su Chiesa .scritti da laici, ma tali da chiedersi se non sono dei cristiani cattolici e con tali puntualizzazioni precise da fare pelo e contropelo al modernismo imperante ad ogni livello. Sta a vedere che la restaurazione partira' proprio dal basso e salira' fino a scuoter il coppino di chi so io...Potenza del Signore! ;)

    RispondiElimina
  12. Ma è proprio necessario rendere tridentina ogni chiesa. Capisco che per voi lo stile tridentino è oro , ma non vorrei che con questa vostra strana (ma legittima) idea finiste per agire come il Re Mida! Vorreste dire che non si può celbrare secondo Pio 5 in una cappella firmata Hans van der Laan, dovendo per forza apporvi stucchi e cartapeste?

    RispondiElimina
  13. <span>Ma è proprio necessario rendere tridentina ogni chiesa???????????? Capisco che per voi lo stile tridentino è oro , ma non vorrei che con questa vostra strana (ancorchè legittima) idea finiste per agire come il Re Mida! Vorreste dire che non si può celbrare secondo Pio 5 in una cappella firmata Hans van der Laan, dovendo per forza apporvi stucchi e cartapeste?</span>

    RispondiElimina
  14. Carissimo Pastor ille,su una cosa concordo con lei:non bisogna esagerare con le solite osservazioni,ma mi conceda di dire che con quasi mezzo secolo di barbarie e scempi,lei capisce che c'è sempre,nel DNA di ogni tradizionalista,la tendenza a gioire quando giustizia vien fatta!
    L'uomo può,proprio perchè creatura plasmata ad immagine e somiglianza di Dio,essere capace,per sua intrinseca natura,di elevare l'arte sacra a maggior gloria e miglior culto verso il suo Creatore.
    Quindi dovrebbe riuscirgli più facile e senza sforzo creare il bello,piuttosto che faticare a distruggere e ricostruire in modo osceno!non trova anche lei?
    E qui mi fermo...altrimenti potrei scrivere un'intervento lungo un Kilometro.
    Cordiali saluti e buona Domenica.

    RispondiElimina
  15. Mah, veramente le chiese sono tutte "tridentine", salvo quelle costruite dopo il 1965 (ma neanche tutte). E salvo le manomissioni e distruzioni compiute dopo quella data. Ci hai mai fatto caso?

    RispondiElimina
  16. Eh sì!caro ospite,speriamo sopratutto che le manomissioni-da-massoni siano rimosse e venga riportato tutto come era originariamente(salvo dove nulla è stato toccato,ovviamente).Possibilmente col Tabernacolo riposizionato dove Gli spetta,cioè all'altare...

    RispondiElimina
  17. Non confondiamo la tradizione liturgica con il vescovo Giberti.

    RispondiElimina
  18. Simone da Varagine8 gennaio 2011 18:18

    Allora...sono genovese e amo fare due conti della serva:
    271 dollari ( 208 euro al cambio odierno) per tutto quello che abbiamo visto...bene! LAvoro dei monaci e dei volontari...ottimo!
    Ora domando un po' ai cari amici di Foligno quanto è costato l'orrido cubo della CEI tra progetto di Fuksas e impresa edile. Direi che possiamo parlare di milioni ma attendo cifre più precise. Qui sta il punto signori cari: qui qualcuno sfrutta anche (ma direi soprattutto) il cosidetto spirito del Concilio per mangiarci sopra...Altro motivo per cui i tradizionalisti stanno tanto sulle scatole. Certi giochetti di gusto monetario non sarebbero più necessari se iniziassero a spuntare fuori volontari, donatori,mecenati e artisti locali: tutte figure che erano, nella societas cattolica, più che normali e direi scontate.
    MA ci sono altri aspetti da considerare...e si potrebbe parlare di altri effetti a cascata delle novelle barbarie dei novatores. Per ora mi fermo qui.

    RispondiElimina
  19. Ben,  le cattedrali medievali sono cresciute così, da un povero oratorio, a pezzo a pezzo con il lavoro dei fedeli. certo, qui, più di tanto, nello spazio obbligato dela muratura, non si può ottenere. Speriamo che pensino almeno a impallinare e a far fuori quell'uccellaccio malaugurante che sia prima sia dopo domina il centro della scena.

    RispondiElimina
  20. Che significa  barbarie dei novatores? Lo stile liturgico promosso dal Concilio ha necessità di un suo spazio, non di adattare spazi aliunde mutuati, operazione necessaria, ma che lascia adito a nostalgia e a rimprroveri di iconoclastia. Ma la necessità è ineludibile: ha fatto così anche Trento. E, tra parentesi, non era mica Bugnini che ha distrutto affreschi del Beato Angelico, per far posto a un artista più alla moda, quale Raffaello. 

    RispondiElimina
  21. Quanto allo stile della nuova cappella, NON HA NULLA DI CISTERCIENSE, sembra Cluny. San Bernardo si rigira nella tomba.

    RispondiElimina
  22. Ma sta scherzando? Quello è l'ambone!

    RispondiElimina
  23. Si. Ma mons Giberti volle il tabernacolo al centro per evitare di cadere nella teologia protestante, e rimarcare il valore dell'Eucaristia.
    Una simile scelta sembra oggi attualissima.

    RispondiElimina
  24. Peter Moscatelli8 gennaio 2011 19:54

    Dal quale si proclama la Parola!

    RispondiElimina
  25. Il fatto stesso che "lo stile liturgico promosso dal Concilio ha necessità di un suo spazio" dimostra che si tratta di una rottura con la tradizione di sempre, che la riforma tridentina ha solo codificato e disciplinato, ma non variato. Poi, per cortesia, con confondiamo Raffaello con certi "artisti" le cui "opere" infestano le chiese moderne, già brutte di per loro....

    RispondiElimina
  26. Simone da Varagine8 gennaio 2011 21:30

    Strano...eppure non mi sembra di parlare turco PAstor ille...
    Beh mi scuso e cercherò di esserè più chiaro
    1- Il Sacrosanto Concilio Ecumenico Vaticano II non ha promosso alcun stile liturgico. Piantiamola li con queste falsità
    2- Lo stile liturgico del quale Lei parla si è prodotto e affermato a CONCILIO ABBONDANTEMENTE CHIUSO.
    3- Fior di studiosi (ECCLESIASTICI COMPRESI) più in alto di me e Lei hanno messo nero su bianco in più di un occasione CHE, PER QUELLO CHE RIGUARDA LA SACRA LITURGIA, IL CONCILIO è STATO TRADITO ( PREFERIREI STUPRATO...Rende di più l'idea)
    4- Evidentemente parlavo, nel mio precedente post, di alcune innegabili barbarie e dei loro effetti,non specificandole volutamente. Ci vorrebbe non un post ma un articolo sul blog. BArbarie,comunque, commesse ai danni di Dio,in primo luogo, ma anche nei confronti dei fedeli e delle arti a pro di chi si preferisce non sapere o meglio non dire.
    5- Cerchiamo di di non usare un frase o delle parole marginali di un discorso per imbastire delle repliche con poco senso. Questi mezzucci da talk-show lasciamoli ai nostri politici o a porta a porta. Mi spiace essere così ruvido su questo ultimo punto ma è una cosa che non ho mai potuto sopportare tipica di curiali ipocriti o insensati burocrati.

    RispondiElimina
  27. Infatti non ho mai visto un ambone in mezzo...
    Pochi giorni fa ero su un antico ambone a far servizio colla navicella...mica sta in mezzo!
    Chissà poi come mai è proprio il rito tridentino che nella sua codificazione conserva le esatte distinzioni di posizione nella proclamazione della Parola! (e non è certo una invenzione dei moderni liturgisti saccentoni!)
    E quand'anche la chiesa non avesse un ambone (o pulpito...lo si chiami come dir si voglia...tanto è lo stesso) adeguato, che si fa alla messa solenne??
    Si esce dal presbiterio...ebbene sì! Dove sono gli antichi amboni? Forse che non è lo stesso? Dove il rito conserva per bene e da bravo tutte le adeguate distinzioni...
    Ma non è certo il rituccio bugniniano a conservarle! No! Nonostante il propagandato archeologismo il nuovo rito ha introdotto solo fetecchie ( e ciò nella migliore delle ipotesi e con tutto il rispetto per le fetecchie)....
    Ho detto cose troppo complesse?

    RispondiElimina
  28. Mah...a dirla tutta non mi piace nemmeno adesso. Sì, bello il paliotto, bello che il tabernacolo sia finalmente al centro, ma, se vedo bene, è ancora possibile "celebrare" voltando le spalle a Nostro Signore e sull'altare non compaiono né candele né crocifisso (relegato in un angolo come se fosse una statua devozionale qualsiasi invece che un complemento irrinunciabile dell'altare). L'unica nota positiva è che adesso c'è un coro...mi chiedo dove cantassero l'ufficio i monaci in precedenza...

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.