martedì 23 novembre 2010

Convegno sul Vaticano II dei Frati Francescani dell'Immacolata

Riportiamo notizie e il programma di un interessantissimo convegno, organizzato dagli infaticabili e affidabili Frati Francescani dell'Immacolata.

Si terrà a Roma a metà del prossimo Dicembre 2010.

Il Seminario Teologico “Immacolata Mediatrice”, dei Francescani dell’Immacolata, organizza un convegno di studi sul Concilio Ecumenico Vaticano II, nei giorni 16-17-18 dicembre 2010.
Mossi dal discorso del S. Padre alla Curia Romana (22 dicembre 2005), in cui il Pontefice rilevava che nel post-concilio due ermeneutiche si erano tra loro scontrate: quella vera della «continuità nella riforma» e quella che ha seminato confusione perché privilegiante lo spirito, il fattore “evento”, a scapito della lettera, quella cioè della «rottura», ci si prefigge di esaminare il Vaticano II e di mettere in luce la sua natura e il suo fine peculiari, entrambi di carattere pastorale. Certo, non per fare del Vaticano II un concilio “di serie B”, ma al fine di mettere meglio in luce quest’unicum che caratterizza per la prima volta un Concilio Ecumenico: non voler dichiarare nuovi dogmi o insegnare in modo definitivo ed infallibile, ma prefiggersi di dire la dottrina di sempre al mondo di oggi; con accenti nuovi, espressioni nuove, ma la fede di sempre. [...]
Spesso, però, magari presi dal fervore del nuovo, quando non addirittura da un accecamento storicista, si dimentica di considerare che il Vaticano II non si identifica con la Tradizione della Chiesa, non è il suo fine: questa è più grande, mentre il Concilio ne è un momento espressivo e solenne; [...].
Paolo VI, infatti, nell’Udienza Generale del 12 gennaio 1966, ricordava che «bisogna fare attenzione: gli insegnamenti del Concilio non costituiscono un sistema organico e completo della dottrina cattolica; questa è assai più ampia, come tutti sanno, e non è messa in dubbio dal Concilio o sostanzialmente modificata; ché anzi il Concilio la conferma, la illustra, la difende e la sviluppa…». [...] «…dato il carattere pastorale del Concilio, esso ha evitato di pronunciare in modo straordinario dogmi dotati della nota di infallibilità; [...]».
Dove si annida, però, quella volontà di far risultare il Vaticano II, [concilio pastorale] come «un nuovo inizio a partire dal nulla», sì da diventare un «superdogma», [...].
A nostro modo di vedere, e come si tenterà di far emergere dai lavori del convegno, una della cause è lo stesso lemma “pastorale”, che nella stagione post-conciliare ha subito notevoli trasformazioni: un ricco approfondimento accanto però ad una voluta equivocità. Si è verificata un’inversione: la pastorale è divenuta la vera dogmatica, mentre la dogmatica è stata superata in nome della pastorale. Non stiamo certo con Otto Hermann Pesch che parla di un «significato rivoluzionario» del Vaticano II, stiamo con la Chiesa e nella Chiesa: solo Ella è portatrice della Tradizione. Ma si tenterà di capire perché, di fatto, sembra che una rivoluzione ci sia stata.

p. Serafino M. Lanzetta, FI
*
CONVEGNO16-17-18 Dicembre 2010
presso l'Istituto Maria SS. Bambina,
via Paolo VI, 21 - 00193 ROMA
programma16 dicembre 2010ore 9:15
Inaugurazione dei lavori

ore 9:30
Conferenza: Rev.do Prof. Brunero Gherardini (Pont. Università Lateranense):
Sull’indole pastorale del Vaticano II: una valutazione

10:30 Pausa

ore 11:00
Comunicazione: Rev.do Prof. Rosario M. Sammarco (Sem. T. Immacolata Mediatrice):
La formazione permanente del Clero alla luce della Presbyterorum ordinis

ore 11:30
Conferenza: Rev.do Prof. Ignacio Andereggen (Pont. Università Gregoriana):
La modernità: un’analisi filosofica

ore 16:00
Conferenza: Prof. Roberto de Mattei (Università Europea di Roma):
La Chiesa nel XX secolo. Immagini di un repentino cambiamento

ore 17:00
Conferenza: Prof. Yves Chiron (Direttore del Dictionnaire de biographie française):
Dal Vaticano I al Vaticano II. I Pontefici dinanzi ad un possibile concilio

ore 18:00 Dibattito con i relatori intervenuti
*
17 dicembre 2010ore 9:30
Conferenza: Rev.do Prof. Paolo M. Siano (Sem. T. Immacolata Mediatrice):
Alcuni personaggi, fatti e influssi al Concilio Vaticano II (1962-1965)

ore 10:30 Pausa

ore 11:00
Comunicazione: Rev.do Prof. Giuseppe M. Fontanella (Sem. T. Immacolata Mediatrice):
Il Perfectae caritatis e la vita religiosa. Dove hanno condotto gli esperimenti pastorali?

ore 11:30
Sua Ecc.za Mons. Atanasio Schneider (Vescovo ausiliare di Karaganda):
La teologia pastorale: sviluppi alla luce del Vaticano II per leggere correttamente il Concilio

ore 16:00
Conferenza Rev.do Prof. Serafino M. Lanzetta (Sem. T. Immacolata Mediatrice):
Approccio teologico al Vaticano II. Status quaestionis

ore 17:00
Conferenza: Rev.do Dott. Florian Kolfhaus (Segreteria di Stato): Annuncio di un insegnamento pastorale – motivo fondamentale del Vaticano II. Ricerche su Unitatis redintegratio, Dignitatis humanae e Nostra aetate

ore 18:00 Dibattito con i relatori intervenuti
*
18 dicembre 2010ore 9:30
Conferenza: Sua Ecc.za Mons. Agostino Marchetto: Rinnovamento all’interno della Tradizione

ore 10:30 Pausa

ore 11:00
Conferenza: Rev.do Prof. Don Nicola Bux (Istituto Ecumenico di Bari):
La Sacrosanctum Concilium e la sua esecuzione postconciliare: dagli adattamenti all'inosservanza dello ius divinum nella liturgia

ore 12:00
Chiusura dei lavori: intervento di Sua Ecc.za Mons. Velasio de Paolis (Presidente della Prefettura degli Affari Economici della S. Sede): Il diritto nell’edificazione della Chiesa

*
Per informazioni: (055) 2398700
email: fifirenze@immacolata.ws
(0776) 3560272
.

9 commenti:

  1. Andrea Carradori23 novembre 2010 14:09

    In realtà, penso che il comunicato sia antecedente al concistoro di sabato scorso , si tratta di Sue Eminenza Rev.ma il <span>Cardinale Velasio De Paolis, C.S., Diaconia di Gesù Buon Pastore alla Montagnola.</span>

    RispondiElimina
  2. L'unico superdogma è il rifiuto del Concilio Vaticano 2°. Ha senso? Il Vaticano 2° ha sancito la libertà religiosa e voi vi opponete, ha sancito l'ecumenismo e voi vi opponete, ha sancito la riforma liturgica e voi vi opponete, ha sancito la traduzione in vernacalo dei testi liturgici e voi vi opponete. A tutto ciò che ha sancito voi vi opponete, a tutto ciò che ha voluto voi vi opponete, tutto ciò che ha rifiutato voi sostenete.
    Continuate così e sparirete.

    RispondiElimina
  3. fra dolcino....lei è un Francescano dell`Immacolata?

    RispondiElimina
  4. <span>fra dolcino...o fra acidino...lei è un Francescano dell`Immacolata? </span>

    RispondiElimina
  5. ..........saranno le solite chiacchere...sul mercato.....poi chi si e' visto....visto!!!!!

    RispondiElimina
  6. Noi spariremo ma non moriremo!
    Una piccola correzione comunque, voi vi opponete alla Chiesa non noi, voi resistete allo Spirito Santo e seguite quello del mondo non noi!
    CVCRCI

    RispondiElimina
  7. cara Luisa, forse  quel fra dolcino vuol attaccar i frati ... Non si capisce con chi se la sta prendendo...

    RispondiElimina
  8. Frà Dolcino sa dell'esistenza della Costituzione Conciliare "Sacrosanctum Concilium"? L'ha mai letta? E la Costituzione Apostolica di Paolo VI "Missale Romanum" del 1969?

    RispondiElimina
  9. <span><span><span>Dal 22 DICEMBRE 2010 si possono seguire le registrazioni video del Convegno sul Concilio Vaticano II, sulla web TV dell'Immacolata dei Frati Francescani dell'</span></span>Immacolata
    <span>http://curiaffi.immaculatum.net/tvimmacolata/</span></span>

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.