lunedì 15 novembre 2010

Che si saran detti?

Dalla rubrica Nostre Informazioni de l'Osservatore romano di domenica 14 novembre 2010:

Il Santo Padre ha ricevuto questa mattina in udienza il Signor Francisco Argüello, Fondatore del Cammino Neocatecumenale, e Seguito.

158 commenti:

  1. Dev'essere un incontro nell'ambito del dialogo ecumenico con le religioni non cristiane...

    RispondiElimina
  2. Dev'essere un incontro nell'ambito del dialogo ecumenico con le religioni non cristiane...

    RispondiElimina
  3. sacerdote cattolico15 novembre 2010 13:49

    PERFETTO!!!!

    RispondiElimina
  4. Niente di buono!!

    RispondiElimina
  5. <span>NO, NO, un incontro nell'ambito della STESSA religione.</span>

    RispondiElimina
  6. Portano anche le chitarre? Dialogo musicale allora.......

    RispondiElimina
  7. Portano anche le chitarre? Dialogo musicale allora.......

    RispondiElimina
  8. Portano anche le chitarre? Dialogo musicale allora.......

    RispondiElimina
  9. Speriamo che il Pontefice abbia detto a Kiko di farla finita. Purtroppo, tutto lascia pensare ad una visita di cortesia e che niente è cambiato...

    RispondiElimina
  10. Di questo incontro avremo solo la versione entusiasta di Kiko Arguello che dirà quanto e come il Papa si è detto felice e entusiasta  per le migliaia di neocat  che andranno in giro per il mondo ad evangelizzare ....
    Non ci dirà di certo nulla di quanto il Papa possa avergli fatto come osservazione e-o  richiamo ( vedi il card. Vallini che riconosce  i problemi suscitati dalla presenza invasiva delle comunità nc nella Diocesi del Papa, ma scarica la ricerca della soluzione sui parroci, gli stessi che si sono rivolti a lui sperando in un suo intervento), di quell`incontro avremo solo la versione kikiana.
    Un pò come quando, mentre stava lottando per rifiutare la Liturgia cattolica e le decisioni del Papa al riguardo della "liturgia" neocat, Kiko Arguello ebbe il coraggio di raccontare che Benedetto XVI, durante un`udienza privata,  avrebbe detto " benissimo" al fatto che i neocat si alzino (!) per ricevere la Comunione ma restando al loro posto. Come se Benedetto XVI avesse cambiato idea, così fra due porte, durante 15 minuti, su un punto essenziale.
    O come strumentalizzare il Papa, trasformandolo in una banderuola che smentisce sè stesso...
    Ma il signor Arguello  sapeva e sa che il Papa non lo avrebbe smentito e poi c`è chi lo protegge...
    Resta poi inspiegabile che si mandi ad evangelizzare persone che non portano la Chiesa di Cristo ma la chiesa di Kiko, persone che non portano le prassi catechetiche e liturgiche cattoliche ma quelle kikiane, persone che obbediscono in primis ad Arguello e obbediranno al Papa e al vescovo solo se non contrastano il cammino nc.
    Mistero, non certo luminoso.

    RispondiElimina
  11. <span>Di questo incontro avremo solo la versione entusiasta di Kiko Arguello che dirà quanto e come il Papa si è detto felice e entusiasta  per le migliaia di neocat  che andranno in giro per il mondo ad evangelizzare ....  
    Non ci dirà di certo nulla di quanto il Papa possa avergli fatto come osservazione e-o  richiamo ( vedi il card. Vallini che riconosce  i problemi suscitati dalla presenza invasiva delle comunità nc nella Diocesi del Papa, ma scarica la ricerca della soluzione sui parroci, gli stessi che si sono rivolti a lui sperando in un suo intervento), di quell`incontro avremo solo la versione kikiana.  
    Un pò come quando, mentre stava lottando per rifiutare la Liturgia cattolica e le decisioni del Papa al riguardo della "liturgia" neocat, Kiko Arguello ebbe il coraggio di raccontare che Benedetto XVI, durante un`udienza privata,  avrebbe salutato con un  " benissimo"  la proposta nc che i neocat si alzino (!) per ricevere la Comunione ma restando al loro posto. Come se Benedetto XVI avesse cambiato idea, così fra due porte, durante 15 minuti, su un punto essenziale, dopo aver chiaramente dato le sue prescrizioni-decisioni nella lettera trasmessa dal card. Arinze e oralmente alle famiglie neocat durante un`udienza.
    O come strumentalizzare il Papa, trasformandolo in una banderuola che smentisce sè stesso...  
    Ma il signor Arguello  sapeva e sa che il Papa non lo avrebbe smentito e poi c`è chi lo protegge...  
    Resta poi inspiegabile che si mandi ad evangelizzare persone che non portano la Chiesa di Cristo ma la chiesa di Kiko, persone che non portano le prassi catechetiche e liturgiche cattoliche ma quelle kikiane, persone che obbediscono in primis ad Arguello e obbediranno al Papa e al vescovo solo se non contrastano il cammino nc.  
    Mistero, non certo luminoso.  
    </span>
    <span></span><span><span>– </span>Edit</span><span><span> – </span>Moderate</span>

    RispondiElimina
  12. io spero solo che Joseph le abbia cantate a Kiko

    RispondiElimina
  13. Nobis quoque peccatoribus15 novembre 2010 14:41

    Dai loro frutti li riconoscerete!.....Ma se i frutti proprio non ci fossero, la sarebbe proprio dura.

    FdS

    RispondiElimina
  14. <p><span><span>Benedetto XVI ha ricevuto nella mattinata di sabato in udienza privata gli spagnoli Kiko Argüello e Carmen Hernández insieme al presbítero italiano Mario Pezzi, equipe responsabile a livello internazionale del Cammino neocatecumenale.</span></span>
    </p><p><span><span>Cosa si saran detti?</span></span>
    </p><p><span>Il Papa: cari Kiko e Carmen ma quando decidete di sposarvi?</span>
    </p><p><span>Loro: mai</span>
    </p><p><span>Il Papa: Continuate pure con le vostre catechesi e le vostre messe…</span>
    </p><p><span>Loro: Ci può contare! anche se le proibisce…</span>
    </p><p><span>Il Papa: Siete contenti dei nuovi cardinali?</span>
    </p><p><span>Loro: non di tutti, ma di quelli che sono del Cammino si!</span>
    </p><p><span>Il Papa: come sapete non a tutti piacciono i balli e le chitarre durante la celebrazione. Cercate di evitare.</span>
    </p><p><span>Loro: santità provvederemo subito, al posto dei tamburelli metteremo le batterie e le trombe e il ballo lo muteremo in danza!</span></p>

    RispondiElimina
  15. <p><span><span>Benedetto XVI ha ricevuto, <span> </span>nella mattinata, in udienza privata gli spagnoli Kiko Argüello e Carmen Hernández insieme al presbítero italiano Mario Pezzi, equipe responsabile a livello internazionale del Cammino neocatecumenale.</span></span>
    </p><p><span><span>Cosa si saran detti?</span></span>
    </p><p><span>Il Papa: cari Kiko e Carmen ma quando decidete di sposarvi?</span>
    </p><p><span>Loro: mai</span>
    </p><p><span>Il Papa: Continuate pure con le vostre catechesi e le vostre messe…</span>
    </p><p><span>Loro: Ci può contare! anche se le proibisce…</span>
    </p><p><span>Il Papa: Siete contenti dei nuovi cardinali?</span>
    </p><p><span>Loro: non di tutti, ma di quelli che sono del Cammino si!</span>
    </p><p><span>Il Papa: come sapete non a tutti piacciono i balli e le chitarre durante la celebrazione. Cercate di evitare.</span>
    </p><p><span>Loro: santità provvederemo subito, al posto dei tamburelli metteremo le batterie e le trombe e il ballo lo muteremo in danza!</span></p>

    RispondiElimina
  16. Andrea Carradori15 novembre 2010 14:57

    I fedeli aderenti al Cammino Neocatecumenale sono sparsi in tutto il mondo.
    Il Padre deve essere premurosamente vicino a tutti i suoi figli.
    Non dimentichiamoci, poi, che specialmente nelle questioni morali, anche in contesti assai delicati come in Spagna, i NC sono perfettamente in linea con le indicazioni del Magistero.
    Sistemanticamernte , durante le visite apostoliche del Papa in paesi stranieri, il Cammino riesce a portare migliaia di fedeli, donando un sostegno visibile e concreto al Papa.
    Diocesi, conventi e monasteri, poi, si appoggiano,spesso in toto, al Cammino che fornisce vocazioni su vocazioni.
    La triste responsabilità delle deviazioni liturgiche sono più frutto dell'incuria dei Vescovi diocesani che dei responsabili del Cammino.
    Se poi mi dite perchè questo Cammino sia stato privilegiato in tante diocesi il discorso si fa diffile ed esula da questa discussione.
    Io personalmente debbo ammettere che grazie al Cammino molti fedeli che avevano abbandonato la Chiesa, dopo il Concilio, sono ritornati a frequentare i Sacramenti .
    Compete alla Santa Sede sanare i troppi interrogativi sulla vita interna del Cammino e soprattutto sulla liturgia.
    Sapremo noi, fedeli legati alla santa tradizione immutabile della Chiesa, dimostrare lo stesso spirito missionario e la stessa adbegazione dei nostri fratelli Neocatecumenali?

    RispondiElimina
  17. Condivido quanto dice Andrea.
    Il cammino è una realtà alquanto complessa...io sono molto legato alla Santa Tradizione e ho più volte provato dei veri
    traumi nel vedere la prassi liturgica del cammino neocat. Molti aspetti della liturgia sono sicuramente illeciti.
    Trovo che occorra anche essere onesti e riconoscere che le deviazioni presenti nel cammino sono presenti in tutte le realtà..in particolare nel cammino investono l'aspetto liturgico purtroppo...però a volte sono più il frutto di una auto-chiusura delle singole comunità che tendono ad isolarsi e farsi chiesa nella Chiesa...
    Sicuramente occorre avere fiducia nella Santa Chiesa che se permette tutto questo è perchè sa meglio di noi cosa sia giusto e sbagliato..penso anche che ragionando nei tempi della Chiesa il cammino si inserisca in un lento processo di purifazione che pian piano i papi e la Chiesa faranno fare al cammino stesso...Kiko non vivrà in eterno...dopo di lui si potrà affidare il cammino ad una guida divera e nel tempo ricondurlo in piena armonia con la prassi liturgica cattolica.

    E poi va detto per amore della Verità che effettivamente sul piano di ortodossia morale, di frequenza sacramentale e obbedienza al magistero i neocat sono in media persone molto solide..per non parlare della loro conoscenza della Scrittura...

    Nel mio piccolo posso dirvi che li vedevo con occhi molto negativi e per curiosità ho provato a "andare e vedere" e pur dovendomi "tappare il naso" su molti molti aspetti...nel complesso penso che sia un movimento che porta buoni frutti...da purificare e molto..però ci sono realtà e movimenti molto molto più preoccupanti per svarioni dottrinali ecc ecc...

    RispondiElimina
  18. Sapremo noi, fedeli legati alla santa tradizione immutabile della Chiesa, dimostrare lo stesso spirito missionario e la stessa adbegazione dei nostri fratelli Neocatecumenali?

    Crede sia irrilevante sapere da dove provenga tanta 'abnegazione' e come sia ottenuta? Crede che l'ortoprassi fedele al magistero sia sostanziale  rispetto alle vistose deviazioni dottrinali che vengono divulgate nel nome della Chiesa e che emergono evidenti nelle liturgie neocatecumenali?
    Mah! Allora, mi chiedo, che senso ha amare 'la santa tradizione immutabile della Chiesa', se poi certi apparenti successi vengono accolti senza ombra di  indignazione...

    RispondiElimina
  19. per quanto mi riguarda più che indignazione davanti a certe "violenze" liturgiche io provo solo una profonda sofferenza...
    più volte mi è capitato di piangere e soffrire molto partecipando alla loro liturgia....questo è gravissimo.
    ma ripeto...
    nel tempo ho fiducia che la chiesa sappia trarre il buono che c'è dentro il cammino e purificarlo da quel che è sbagliato..noi vorremmo tutto e subito..noi si vorrebbe che venisse tutto sistemato in pochi mesi....

    ma i tempi sono lunghi!

    RispondiElimina
  20. Il commento del Signor Carradori, esprime la "critica" nel modo più degno, costruttivo e auspicabile del termine.
    Averne 1000 di commenti così.

    RispondiElimina
  21. *DONT_KNOW*  mio caro Andrea....di questo passo allora benediciamo ed incoraggiamo anche i Pentecostali.....sapessi che storie commoventi hanno alle loro spalle!! e poi di convertiti al Cristo pentecostale....
    qui siamo al Cristo di Kiko....
    Caro Andrea, siamo arrivati che il primo che si alza propone il SUO CRISTO e se ha soldi, un pò di fortuna e ci sa anche fare... eccolo di fronte alla sfida del secolo: LA CONVERSIONE... ma a chi a cosa è difficile dirlo, anche i protestanti si convertono... anche i buddisti...
    Evito di fare di tutt'erba un fascio e probabilmente il Papa è su questo che fa i conti cercando di salvare le persone coinvolte... ma non è possibile tacere l'enorme differenza che fa Kiko e della distorsione dottrinale che semina....

    Se il Papa chiede e dice ai Vescovi nel suo Messaggio che il vero Riformatore è colui che OBBEDISCE ALLA FEDE, c'è da chiedersi di quale fede stiamo parlando.... quella della Chiesa o a quella di Kiko?
    il fedele deve obbedire a Kiko o alla Chiesa?

    breve testimonianza con tanto di prove:

    una famiglia neocatecumenale....SEI FIGLI....
    la mamma al settimo per ora ci rinuncia, il marito ne parla ai catechisti... dopo l'ennesima rinuncia della moglie che non è per ripicca ma per motivi di salute, i catechisti spingono il marito VERSO LE BRACCIA DI UN'ALTRA GIOVANE DEL CAMMINO....
    e così il marito lascia la moglie, si separa ed ora vive con ques'altra che potrebbe sfornarle altri 6 figli....

    non aggiungo altro!
    senza dubbio è un caso, ma posso assicurarti che non è isolato....

    RispondiElimina
  22. Mi auguro che B16 abbia solo detto: Vade retro,satana !

    RispondiElimina
  23. Attenzione a non confondere il conservatorismo con il tradizionalismo(ricordo un bell'articolo su questo blog di qualche mese fa). Ci sono molti errori/eresie nei punti cardine del cammino,per non parlardella struttutarazione settaria e segreta.

    RispondiElimina
  24. in questo caso il problema non è il cammino...ma (prendendo con le pinze la veridicità del fatto...) la salute mentale di una persona
    che "ama" così tanto una moglie che la abbandona per mettersi con un'altra per avere più figli..qui la questione è la salute mentale di quell'individuo...
    se il mio padre spirituale che è un sacerdote sano e santo (spero!!) mi dicesse di separarmi per andare con una mica ci vado! quelle persone devono farsi vedere da uno psichiatra!

    RispondiElimina
  25. non lo nego...
    ognuno ha le sue esperienze del cammino..io l'ho conosciuto abbastanza e ho molti amici all'interno che spesso contesto e critico.

    nel tempo ho imparato soltanto ad avere pazienza...perchè effettivamente ho visto che persone assolutamente lontane ma proprio lontanissime si sono riavvicinate alla Chiesa attraverso questo mezzo. Dico semplicemente che si può lavorare e purificare e in mezzo a tutte quelle migliaia di persone ci sono tante, tantissime anime e tante, tantissime persone stupende che trovano nel cammino un aiuto...togliere questo aiuto e distruggerlo non è certo la soluzione migliore...penso che il Santo Padre abbia questa visione nel cuore

    RispondiElimina
  26. La religione di don Camillo, neocat travestito da tradizionalista.

    RispondiElimina
  27. Ah sì? Hanno parlato di te?

    RispondiElimina
  28. Speriamo anche che gliele abbia suonate.

    RispondiElimina
  29. O, se non finita, perlomeno di farla finta...

    RispondiElimina
  30. <span>Non dimentichiamoci, poi, che specialmente nelle questioni morali, anche in contesti assai delicati come in Spagna, i NC sono perfettamente in linea con le indicazioni del Magistero.  </span>

    Accidenti, non lo sapevo! allora come comprendere alla luce del Magistero l'osservazione che Kiko fa nelle catechesi secondo la quale il marito che si unisce con la sua leggittima moglie senza l'intenzione prossima, remota e determinata di generare un figlio considera sua moglie una prostituta (sic!)?

    Se non conoscete il camminio queste boiate risparmiatevele!

    RispondiElimina
  31. E secondo lei, ospite, come mai una persona normale arriva a poter fare scelte dissennate come queste se non sotto la spinta di un vero e proprio lavaggio del cervello con tanto di immissione del senso di colpa in modo patologico e di timore del giudizio in foro interno da parte dei catechisti di turno??? Non è il "marito" a essere poco accorto, è l'organizzazzione settarica ad averlo convinto di fare il bene mentre fa il male...

    RispondiElimina
  32. credo che sia più una combinazione delle due cose assieme.
    sicuramente persone con una fragilità caratteriale ricercano ambienti iper chiusi e protetti proprio per trovare nel "gruppo" un'identità che da soli faticano a costruire e si aggrappano ad una identità collettiva alla quale aderiscono in modo spesso esasperato...e una realtà come il cammino che tende a auto-segregarsi in più occasioni fa il resto del lavoro...
    questo però spesso vale anche per altre realtà e altri movimenti...anche all'interno del nostro mondo "tradizionalista" ci sono sacche che si chiudono e si auto settarizzano....
    è un grande problema quello di queste sorte di "riserve di indiani" molto chiuse che da dentro sembrano il "paradiso" mentre noi che ne siamo fuori vediamo le magagne....

    Non voglio difendere il cammino...non è il mio compito e sinceramente mi sembra assurda come cosa visto che ho passato anni a criticarlo! però penso che la chiave del problema non sia il cammino in toto...e certi tipi di critiche siano sterili. Sarebbe più stimolante cercare di capire come si possa fare "camminare" il cammino e altre realtà simili verso una piena sintonia col Magistero.
    La Chiesa è piena di problemi...è una barca che ha buchi in ogni dove...eppure continua ad andare avanti verso la salvezza a me questa cosa stupisce ogni giorno di più e nonostante tutte queste falle anche nel cammino ci sono e ci saranno anime sante!
    Cerchiamo di aiutarli a scoprire i tesori della Tradizione e non limitiamoci a distruggerli....

    Nel mio piccolo ho portato più volte alla Santa Messa di sempre diversi camminanti e più volte ho visto una loro apertura a capire il perchè della diversità del loro rito da quello celebrato in tutto il mondo...

    RispondiElimina
  33. <span>
    <p><span><span><span>Cronica dell’Incontro durato 15 minuti esatti, tra il Benedetto XVI ed il Patriarca KIKO, accompagnato dal disumano S.E. Mons. Filoni –il N. 3 del Vaticano- e protettore del “santo cammino”. Il Santo Padre, ha benedetto ogni parola uscita dalla profetica bocca del nuovo evangelizzatore e tutte le catechesi e convivenze promosse per “rivalutare” la teologia dell’Ordine Sacro con particolare riferimento al magistero ordinario dei Vescovi. </span></span></span>
    </p></span>

    RispondiElimina
  34. Andrea Carradori15 novembre 2010 17:14

    Carissima Caterina, sappiamo che la fede è unica, intoccabile ed immutabile e si fonda sulla Roccia che è Pietro !
    I movimenti, che si sono fortemente affermati nella Chiesa durante il Pontificato di Giovanni Paolo II, sono come il velluto : da una parte morbido e dall'altra ruvido.
    Le responsabilità dell'incardinamento dei gruppi/movimenti nella pastorale diocesana e/o parrocchiale è unicamente del Vescovo e dei suoi collaboratori parroci.
    Da un gruppo del Rinnovamento dello Spirito di una diocesi confinante con la mia è nata l'idea di chiedere al parroco una Messa tridentina, il risultato poi , che esula dalla loro legittima richiesta, va addossato al parroco e alla curia impicciona, che rovina sempre tutto...
    Questo non è ancora avvenuto con i gruppi del Cammino Neocatecumenale ma ti posso assicurare, e la mia testimonianza è veritiera, che SOLO dal Rettore del Seminario Redemptoris Mater sono arrivati messaggi di vicinanza spirituale, in unitate orationis, ogni qual volta abbiamo proposto un'evento ecclesiale nell'antico rito.
    Mossa politica? Furberia ? Non sta a me giudicare : quando questi ( i nostri pastori ) taceranno ( ed hanno taciuto) grideranno le pietre ...
    Sta alle Autorità ecclesiali convogliare i fedeli del Cammino nel rispetto e nell'amore verso la Liturgia Romana facendo loro capire che una liturgia inventata a tavolino  non giova all'unità della Chiesa e alla crescita spirituale dei fedeli ne' al bene delle loro anime.
    Io ritorno sempre al mio monotono ritornello : la responsabilità di quelle raccapriccianti liturgie è dei Vescovi !

    RispondiElimina
  35. Roberto Martelli15 novembre 2010 17:23

    Illusi incalliti!

    RispondiElimina
  36. Kiko entra schitarrando...alleluia..ta ta ta ta.......alleluia ..ta  ta   ta  ta.....ehhhhhhh alleluia  ta ta ta ta   ....ta ta ta ta !!!!!!!! Spero glilancino un crocifisso in testa per fermarlo!!!!!

    RispondiElimina
  37. Kiko entra schitarrando...alleluia..ta ta ta ta.......alleluia ..ta  ta   ta  ta.....ehhhhhhh alleluia  ta ta ta ta   ....ta ta ta ta !!!!!!!! Spero glilancino un crocifisso in testa per fermarlo!!!!!

    RispondiElimina
  38. Tradizionalista15 novembre 2010 17:24

    Chi dovrebbe, di grazia, concedere la patente di tradizionalista ?
    Quali dovrebbero essere i requisiti per essere tradizionalista ? Parlare, ad esempio, solo ed unicamente male di un gruppo ecclesiale che sta dando alla Chiesa preti, missionari e suore ?
    Sapete quanti sono i missionari del cammino NC che hanno dato la vita in oblazione per Cristo e la Chiesa ?
    Io non aspetto che qualcuno mi dica se sono tradizionalista o no.
    Certamente non sono conservatore, e me ne vanto. Conservatori sono la maggior parte dei prelati della chiesa, gli stessi che rifiutano di concedere la Messa antica.
    Io sono tradizionalista ma debbo e voglio fare comunione anche con i fratelli Neocatecumenali !

    RispondiElimina
  39. Kiko entra schitarrando...alleluia..ta ta ta ta.......alleluia ..ta  ta   ta  ta.....ehhhhhhh alleluia  ta ta ta ta   ....ta ta ta ta !!!!!!!! Spero glilancino un crocifisso in testa per fermarlo!!!!!

    RispondiElimina
  40. non esageriamo con gli elogi. I NC sono persone come tante, in quanto alla conoscenza della Scrittura, beh ho i miei seri dubbi. Se mi dici che non tracurano la Liturgia delle ore beh allora te ne rendo atto. Certo è che le interpretazioni della Scrittura a volte sono fatte arbtrariamente, specie dove l'Assistente non si mpegna più di tanto nella formazione e nella correzione.
    Una cosa che non accetto è la troppa circolazione di denaro..., ecco perchè i Vescovi li tollerano ...

    RispondiElimina
  41. infatti non tutti i "cammini " sono uguali. molto dipende dal prete che li guida o se li porta in parrocchia. Io posso dire che la dove sono ben guidati, sono presenti a tutte le celebrazioni, feste ed eventi. Cosa che noi molte volte disertiamo...

    RispondiElimina
  42. concordo con Andrea. Io ho visto preti del Cammino celebrare con in VO in maniera impeccabile.  Ebbi modo di scriverlo tempo fa su queste pagine. Detto prete è ora in Vaticano, in alte pozizioni. Fosse restato a guida del Cammino credo avbesse fatto buone cose, evidentemente a Roma è più utile.

    RispondiElimina
  43. Andrea-Tradizionalista se anche lei si mette ad usare multinick...che lei sia molto indulgente  e tollerante verso le aberrazioni  liturgiche e dottrinali dei neocatecumenali non è una novità, ammetto che  questa sua "generosità" non cesserà di sorprendermi.
    Lei scrive: "Sistemanticamernte , durante le visite apostoliche del Papa in paesi stranieri, il Cammino riesce a portare migliaia di fedeli, donando un sostegno visibile e concreto al Papa."

    "Visiblle" senza dubbio, grazie ai  mega-maxi striscioni dell`esercito neocat che Argeullo mobilizza ad ogni spostamento del Papa, "concreto", mi permetta di dubitarne, i neocat obbediscono al Papa solo e unicamente se non contrasta il cammino, hanno forse obbedito al Papa per la Liturgia? Come può dire che danno un sostegno concreto al Papa se diffondono le loro prassi  e cioè quelle create da Kiko Arguello, e non quelle della Chiesa cattolica?
    Quando poi lei scrive:"La triste responsabilità delle deviazioni liturgiche sono più frutto dell'incuria dei Vescovi diocesani che dei responsabili del Cammino." potrei anche abbondare nel suo senso perchè, effettivamente,  se i vescovi, i custodi della Liturgia,  avessero detto e dicessero STOP alle gravi aberrazioni liturgiche del cnc,  FORSE, dico FORSE alla fine ci si potrebbe avviare verso una correzione e un rientro di quelle prassi nelle norme che sono in uso nella nostra Chiesa, MA, e lei lo sa benissimo, per che questo possa avvenire ci vorrebbe l`accordo dei neocatecumenali,  NIENTE deve e può cambiare in quelle prassi create da Kiko Arguello per il suo cammino, non c`è riuscito il Papa, come può riuscirci un vescovo?
    Al massimo il cammino nc chiude e si sposta su lidi più accoglienti.
    E poi lei scrive: "Io personalmente debbo ammettere che grazie al Cammino molti fedeli che avevano abbandonato la Chiesa, dopo il Concilio, sono ritornati a frequentare i Sacramenti ". 
    Quali sacramenti? Devo ricordarle: LEX ORANDI, LEX CREDENDI?

    RispondiElimina
  44. "E poi va detto per amore della Verità che effettivamente sul piano di ortodossia morale, di frequenza sacramentale e obbedienza al magistero i neocat sono in media persone molto solide..per non parlare della loro conoscenza della Scrittura..."

    Verità? O la sua verità? Obbedienza al Magistero? Ma scherziamo?
    Dove le trova, in quale testo del Magistero trova le aberrazioni liturgiche e dottrinali diffuse dal cammino neocatecumenale?
    Obbedienza tout court? Ah senza dubbio i neocat son dei modelli di obbedienza ai loro catechisti che a loro volta obbediscono a Kiko Arguello, all`interno del cammino l`obbedienza è senza dubbio un must, ma verso il Papa?
    Hanno forse pubblicato i testi catechetici come lo vuole il Papa? O continuano ad imporre l`arcano, e diffondere degli insegnamenti contrari all`insegnamento cattolico?
    Suvvia, i neocat obbediscono fuori del cammino unicamente se la loro eventuale obbedienza non li mette in conflitto con il verbo kikiano, con i diktat kikiani, i soli da rispettare sempre e ovunque.
    Per la loro conoscenza della Scrittura ci sarebbe tanto da dire, muiltinick, ha solo tolto l`angolo del velo, se posso esprimermi così.

    RispondiElimina
  45. <span>"persone assolutamente lontane ma proprio lontanissime si sono riavvicinate alla Chiesa attraverso questo mezzo." </span>
    Si sono avvicinate alla Chiesa? Alla Chiesa cattolica, alla sua Liturgia, alla sua Dottrina, o si sono avvicinate al cammino neocatecumenale, alla chiesa di kiko con le sue prassi diverse, "altre" che cozzano con quelle cattoliche?
    Perchè così tante persone che lasciano il cnc se ne vanno anche dalla Chiesa?

    RispondiElimina
  46. scusate questo O.T. ma è veramente interessante spero Enrico di fare un post adeguato.

    (QUI)

    http://avvenire.ita.newsmemory.com/

    RispondiElimina
  47. La cosa divertente è cha a qualcuno brucia molto il c...
    MD

    RispondiElimina
  48. Ecco che cosa succede nella nostra Chiesa cattolica, ecco che cosa permettono le nostre autorità che pur sono informate, al dilà delle gravi aberrazioni liturgiche e dottrinali, ci sono i METODI, ci sono gli SCRUTINI che sono ad altissimo rischio di violazione del foro interno dell`individuo.
    E come potrebbe essere  altrimenti con un statuto che prevede "lo svuotamento dei falsi concetti di sè" ?

    http://neocatecumenali.blogspot.com/2010/11/teoria-e-prassi-cosa-sono-gli-scrutini.html

    http://neocatecumenali.blogspot.com/2010/11/statuti-del-cammino-neocatecumenale.html

    RispondiElimina
  49. ma nel senso di spararsi un colpo in testa? :-D

    RispondiElimina
  50. mi auguro che abbia ragione Andrea Carradori, anche se leggendo il libro di don luigi villa ""eresie nella dottrina neo catecumenale"(libro che per quanto mi risulta non racconta falsità e mai è stato smentito)più che cattolico il cammino sembra una chiesa protestante, piena di personalismi e con quel pizzico di geovismo nel sentirsi unici eletti

    RispondiElimina
  51. ragioni della forza15 novembre 2010 19:12

    poveri noi !

    RispondiElimina
  52. Redazione di Messainlatino.it15 novembre 2010 19:13

    Che ne sai?

    Francesco

    RispondiElimina
  53. ragioni della forza15 novembre 2010 19:14

    poveri noi !
    una replica del memorabile 10 gennaio 2009, dunque....tutto come prima, più di prima: i "meravigliosi frutti" ecc.
    :(

    RispondiElimina
  54. ragioni della forza15 novembre 2010 19:27

    scusi, CARRADORI, come fa lei a sentirsi in comunione con una setta eretica ?
    ma sta per caso cadendo dal pero, e non ancora ha letto i 10 e più punti di gravissime eresie registrati da p. Zoffoli e circolanti ormai da anni sul WEB ?
    Carradori , davvero lei si sente di giurare sull'ortodossia di questi sedicenti cattolici che stanno scardinando la Chiesa DALLE FONDAMENTA da 48 anni con l'avallo o l'indifferenza delle gerarchie ?
    ma vogliamo scherzare col fuoco, e anche sulla pelle di quegli sventurati adescati in quella rete ?
    perchè LEI ora non si fa un dovere di vera Carità cristiana <span>di andare a leggere</span> quelle testimonianze che grondano sangue DELLE ANIME di quei poveretti adescati, torturati nella psiche, sottoposti a ignobili ricatti morali, dove i catechisti-schiavisti si permettono di strumentalizzare allo scopo il  Vangelo e la minaccia continua di satana agitata a mo' di spauracchio per impedir loro la fuga ?
    VADA A LEGGERE, Carradori, si informi bene su quelle INAUDITE SOFFERENZE, tollerate dalle gerarchie (in parte consapevoli), oltre allo scempio di Dottrina e Liturgia : erifletta su ciò che legge, si metta nei panni del Corpo Mistico piagato e sofferente, caro Carradori:
     POI, SOLTANTO DOPO una seria riflessione SUI FATTI TESTIMONIATI su quel blog, lei potrà (forse) SERIAMENTE riparlarne qui ,
    con cognizione di CAUSA !

    RispondiElimina
  55. ragioni della forza15 novembre 2010 19:29

    <span>scusi, CARRADORI, come fa lei a sentirsi in comunione con una setta eretica ?  
    ma sta per caso cadendo dal pero, e non ancora ha letto i 10 e più punti di gravissime eresie registrati da p. Zoffoli e circolanti ormai da anni sul WEB ?  
    Carradori , davvero lei si sente di giurare sull'ortodossia di questi sedicenti cattolici che stanno scardinando la Chiesa DALLE FONDAMENTA da 48 anni con l'avallo o l'indifferenza delle gerarchie ?  
    ma vogliamo scherzare col fuoco, e anche sulla pelle di quegli sventurati adescati in quella rete ?  
    perchè LEI ora non si fa un dovere di vera Carità cristiana <span>di andare a leggere</span> quelle testimonianze che grondano sangue DELLE ANIME di quei poveretti adescati, torturati nella psiche, sottoposti a ignobili ricatti morali, dove i catechisti-schiavisti si permettono di strumentalizzare allo scopo il  Vangelo e la minaccia continua di satana agitata a mo' di spauracchio per impedir loro la fuga ?  
    VADA A LEGGERE, Carradori, si informi bene su quelle INAUDITE SOFFERENZE, tollerate dalle gerarchie (in parte consapevoli), oltre allo scempio di Dottrina e Liturgia : erifletta su ciò che legge, si metta nei panni del Corpo Mistico piagato e sofferente, caro Carradori:  
     POI, SOLTANTO DOPO una seria riflessione SUI FATTI TESTIMONIATI su quel blog, lei potrà (forse) SERIAMENTE riparlarne qui ,  
    con cognizione di CAUSA !</span>

    RispondiElimina
  56. ragioni della forza15 novembre 2010 19:32

    <span>scusi, CARRADORI, come fa lei a sentirsi in comunione con una setta eretica ?    
    ma sta per caso cadendo dal pero, e non ancora ha letto i 10 e più punti di gravissime eresie registrati da p. Zoffoli e circolanti ormai da anni sul WEB ?    
    Carradori , davvero lei si sente di giurare sull'ortodossia di questi sedicenti cattolici che stanno scardinando la Chiesa DALLE FONDAMENTA da 48 anni con l'avallo o l'indifferenza delle gerarchie ?    
    ma vogliamo scherzare col fuoco, e anche sulla pelle di quegli sventurati adescati in quella rete ?    
    perchè LEI ora non si fa un dovere di vera Carità cristiana <span>di andare a leggere</span> quelle testimonianze riportate nei post di ex-nc, nei link citati da Luisa, racconti che lasciano senza fiato, che grondano sangue DELLE ANIME di quei poveretti adescati, torturati nella psiche, sottoposti a ignobili ricatti morali, dove i catechisti-schiavisti si permettono di strumentalizzare allo scopo il  Vangelo e la minaccia continua di satana agitata a mo' di spauracchio per impedir loro la fuga ?    
    VADA A LEGGERE, Carradori, si informi bene su quelle INAUDITE SOFFERENZE, tollerate dalle gerarchie (in parte consapevoli), oltre allo scempio di Dottrina e Liturgia : erifletta su ciò che legge, si metta nei panni del Corpo Mistico piagato e sofferente, caro Carradori:    
     POI, SOLTANTO DOPO una seria riflessione SUI FATTI TESTIMONIATI su quel blog, lei potrà (forse) SERIAMENTE riparlarne qui ,    
    ma con cognizione di CAUSA !</span>

    RispondiElimina
  57. ragioni della forza15 novembre 2010 19:39

    è il classico    RIMEDIO PEGGIORE DEL MALE  !

    RispondiElimina
  58. Riflettendo a mente fredda mi sembra davvero particolare che bastano due aride righe dell'ufficio stampa vaticano per scatenare polemiche e discussioni. Segno che la pressione è a livelli troppo alti. Speriamo che qualcuno trovi una valvola di sfogo prima che qualcosa esploda.

    RispondiElimina
  59. Andrea scrive anche:<span>
    "Compete alla Santa Sede sanare i troppi interrogativi sulla vita interna del Cammino e soprattutto sulla liturgia" </span>

    <span>Questo è vero...ma  è permesso a noi piccoli di essere sconcertati, se non sgomenti, di fronte al NON INTERVENTO della massima autorità, alla NON CORREZIONE di prassi palesamente a-cattoliche, che portano gli adepti di quel movimento su vie altre?</span>
    <span>E se il Papa stesso, parlo di Benedetto XVI non c`è riuscito, malgrado abbia espressamente trasmesso le sue decisioni, se ancora oggi gli si disobbedisce con la NON pubblicazione dei testi (forse perchè non ancora totalmente approvati ed è di una gravità inaudita che un movimento riconosciuto come un itinerario di formazione cattolica possa formare=deformare con dei test segreti), di fronte a così tante anomalie,  che cosa dobbiamo dedurne noi semplici fedeli?</span>

    <span>Scrive ancora Andrea, sempre più entusiasto....
    </span>
    <span>"Sapremo noi, fedeli legati alla santa tradizione immutabile della Chiesa, dimostrare lo stesso spirito missionario e la stessa adbegazione dei nostri fratelli Neocatecumenali?"</span>

    Spirito missionario? Per diffondere quali prassi? Quale liturgia? Quale insegnamento? Quale dottrina?
    Quelli cattolici o quelli kikiani?

    RispondiElimina
  60. ...a questo punto....non c'e' da fidarsi dal papa.....!!!??? ANCHE LUI...DICE UNA COSA POI NE FA' UN 'ALTRA?????!!!!!!

    RispondiElimina
  61. il problema di tutto questo, è che se organizzi un mega raduno di NC con balli, canti e comunione self service, vai pure tranquillo che saran tutti contenti. Prova ( esperienza personale...) a organizzare una messa antica in una piccola chiesa di campagna, in  forma quasi privata ( nel senso che era stata evitata pubblicità) e verrai trattato dal vescovo come un eretico che organizzi sdute spiritiche. Provare per credere.

    RispondiElimina
  62. "Dalla rubrica Nostre Informazioni de l'Osservatore romano di domenica 14 novembre 2010: Il Santo Padre ha ricevuto questa mattina in udienza il Signor Francisco Argüello, Fondatore del Cammino Neocatecumenale, e Seguito."  Che si saran detti?
    Beh, avran discusso su come aumentare il numero dei seminari neocatecumenali Redemptoris Mater, visto che i 60 (sessanta) che hanno attualmente sono ancora pochi. Ce ne vogliono sempre di più, affinché possano sfornare torme di preti eretici da inviare a devastare la terra e a massacrare le anime, come le locuste dell'Apocalisse fuoriuscenti dal pozzo dell'abisso.  Il tutto, naturalmente, sotto lo sguardo indifferente dei  vescovi, preti e laici  'perfettamente obbedienti al Papa'. Dei veri cattolici, quelli, mica come i malvagi 'disobbedienti'  Lefebvriani.   

    RispondiElimina
  63. Mi correggo, i seminari neocat sono attualmente 72 (dicansi settantadue): ero rimasto a qualche anno fa...  Ma naturalmente la situazione di grave  necessità nella Chiesa non esiste, è solo la fisima di qualche lefebvriano un po' fissato. L'importante è essere 'obbedienti', avere 'fiducia nel Papa e nella Gerarchia' (certo, come no: non bastano ancora tutti i disastri che hanno fatto e lasciato fare in questi ultimi decenni?). Soprattutto questo vogliono i distruttori della Chiesa, che si stia 'obbedientemente' a guardare mentre loro distruggono tutto.  L'importante è essere 'obbedienti' e 'in piena comunione' (con Kiko e compari conciliari). Non dobbiamo più gridare "al lupo", ma sussurrare di nascosto qualche raccomandazione. Spero e prego, per il bene di tutta la Chiesa, che la FSSPX non cada in una trappola simile a quelle che hanno già fagocitato e neutralizzato le altre Comunità Ecclesia Dei.  

    RispondiElimina
  64. Questo non è sedevacantismo, evidentemente!
    MD

    RispondiElimina
  65. Quello che più stupisce è che ( giustamente) qualcuno si lamenta di ex FSSPP per denunciarli come invidiosi ecc ecc poi lo stesso metro non si usa per giudicare ex NC .
    Mah! Coerenza?
    MD

    RispondiElimina
  66. Ah! Il moderato ed equilibrato don Luigi Villa! Quello che dà ai manganini tutte le motivazioni per dare degli idolatri agli amanti della tradizioni.
    Nulla da dire!
    Una ottima citazione!
    MD

    RispondiElimina
  67. Dai !Lo sanno tutti che don Camillo fa di cognome Do Nascimento!
    MD

    RispondiElimina
  68. P.S.: Leggo su Wikipedia, alla voce 'cammino neocatecumenale:  "Alcuni anni più tardi, quando il Cammino era già diffuso in molte diocesi italiane, i responsabili furono convocati dalla Congregazione del Culto Divino per presentare il loro itinerario di riscoperta del Battesimo.  L'allora Segretario della Congregazione, Mons. Annibale Bugnini, e gli esperti che lo coadiuvavano <span>rimasero stupiti del valore di questa nuova realtà ecclesiale</span>. Dopo due anni di studio della prassi del Cammino, la Congregazione pubblicò sulla sua rivista ufficiale la breve nota Praeclarum exemplar di apprezzamento dell'opera delle comunità neocatecumenali."  Istruttivo, no?

    RispondiElimina
  69. Un giorno mons Fellay, il giorno dopo Kiko; un giorno Bartolucci, il giorno dopo Palombella; un giorno la Sagrada Familia, il giorno dopo il cubo di Foligno; un giorno il rito antico, il giorno dopo il rito nuovo; un giorno il canto gregoriano, il giorno dopo il repertorio nazionale di Parisi...
    Venghino, signori, venghino, nella grande chiesa ratzingeriana c'è posto per tutti!
    E la Verità, una e immutabile? Suvvia, queste sono sciocchezze, l'importante è che se volemo bbene!!

    RispondiElimina
  70. Francamente, Andrea, dopo essermi confrontata direttamente con te sul cammino, non mi aspettavo questa tua versione... ma che ti è successo?

    RispondiElimina
  71. Don Camillo l'onniscente!
    MD

    RispondiElimina
  72. Andrea, sono sempre più stupita !!!

    RispondiElimina
  73. E' evidente che questo non e' sedevacantismo. Molto evidente!
    Un perfetto papista!
    MD

    RispondiElimina
  74. Andrea, sono sempre più stupita!

    quanto alle celebrazioni VO da parte di neocat, mi viene in mette il detto "Parigi val bene una messa"!

    chiunqeu conosce anche una sola virgola di quelle abominevoli predicazioni e prassi, non può che pensarla così.
    Chi volesse documentarsi, basta entri nel blog e consulti alcuni dei titoli dei link di sinistra http://neocatecumenali,blogspot.com

    oppure si legga questo recento documento 

    RispondiElimina
  75. <span>Andrea, sono sempre più stupita!  
     
    quanto alle celebrazioni VO da parte di neocat, mi viene in mette il detto "Parigi val bene una messa"!  
     
    chiunqeu conosce anche una sola virgola di quelle abominevoli predicazioni e prassi, non può che pensarla così.  
    Chi volesse documentarsi, basta entri nel blog e consulti alcuni dei titoli dei link di sinistra http://neocatecumenali.blogspot.com  
     
    oppure si legga questo recento documento </span>

    RispondiElimina
  76. Non ha mai smesso di usare la testa e di fidarsi del Santo padre e di lavorare per l'unità!
    Ha conservato appiena la sua umiltà! Che si traduce con fiducia e sequela!
    MD
    PS A prescindere da quanto di giusto o sbagliato ci sia nel NC!

    RispondiElimina
  77. Andrea Carradori15 novembre 2010 21:58

    Acquistai dalla libreria diocesana di Macerata, Mater Misericordiae, il libro " Le eresie del cammino neocatecumenale" ( prima edizione ) non ricordo in quale anno. Ero in compagnia di alcuni sacerdoti e, vedendo che loro ne avevano comperato una copia, l'ho acquisito anche io pur non conoscendo direttamente quel movimento che era agli albori nella mia regione.
    Ho appellato sopra "aberrante liturgia" quella in uso nel Cammino e lo ribadisco ora.
    Penso di conoscere gli inquietanti interrogativi che molti hanno scritto.
    Ho ascoltato, più forte di ogni intervento o di ogni scritto, il doloroso lamento che è sgorgato dal cuore di tanti Sacerdoti che hanno constatato che il cuore del loro Vescovo batteva più forte nei confronti di quel movimento.
    Ripeto : la colpa è dell'Episcopato se questi movimenti fanno "una chiesa a parte".
    Ho invitato Luisa a venire, mia graditissima ospite, per constatare di persona come nella mia diocesi i Sacerdoti e i fedeli che aderiscono al Cammino quando celebrano in Parrocchia sono rispettosi della eterogeneità della comunità dove operano.
    Non ci sono mai stati scandali di alcun genere e i fedeli contribuiscono per il decoro della chiesa.
    Non posso in alcun modo essere smentito nell'affermare che i Sacerdoti, che provengono dal cammino, recitano pubblicamente il Santo Rosario, fanno regolamermente l'adorazione eucaristica, nel centro di adorazione permanente di Macerata e nelle loro parrocchie, e sono rispettosi delle tradizioni locali.
    Ci sono pure delle "teste matte" soprattutto per quanto riguarda la musica... con quei canti allucinanti accompagnati dalle chitarre...
    ma sono in "buona" compagnia : i gruppi di qualsiasi parrocchia fanno lo stesso anche se non sono NC ...
    Basta, però, varcare i confini della mia diocesi e ... il discorso cambia ...
    Per questo dovrei accompagnare Luisa in due realtà differenti.
    Questo, comunque, sta a rafforzare quanto premesso sulle responsabilità oggettive dei Vescovi.
    Nello sfascio quasi generalizzato, dottrinale e liturgico, c'è solo da pregare : non sarà facile ne' immediata la ricostruzione.

    RispondiElimina
  78. Deluso inca..ato!

    RispondiElimina
  79. Mi sembra evidente che quanto scritto finora è stato tempo perso.
    E non mi si dica che dare dell'eretico a chi non ci gusta, dire che non bisogna fidarsi del papa, ecc. è critica costruttiva.
    Questa è solo aberrazione mentale e frustrazione psicologica.
    Col cristianesimo nulla a che fare.
    Non riuscite a essere manco cattolici di facciata. Da troppi commenti emana una puzza di zolfo.

    RispondiElimina
  80. Ma la Sagrada Familia e il cubo di Foligno vanno letti secondo l'ermeneutica della continuità. Pfffhahahaha!

    RispondiElimina
  81. Mi spiace per il Sig. Carradori, lapidato pubblicamente, per avere espresso una considerazione seppur critica ma, espressa in termini di una correttezza assoluta.
    Ma si sa, i super-tradizionalisti (super= al di sopra) non gradiscono trasgressioni al mantra.

    RispondiElimina
  82. Che peccato, quanto di buono potrebbe fare questo blog come servizio ed edificazione del prossimo.
    Sembra ormai invece posseduto, ostaggio di fanatici della peggior risma che non trovano altro di meglio che dare dell'eretico a destra e a manca a chiunque non si allinei ai propri mantra e alle proprie manie (èur se è il papa).
    Regà ve potranno leggè pure 10000 al giorno, ma non vale a nulla.
    Fate solo una cattiva impressione. Potrete negare l'evidenza, ma chi arriva e legge, di certo non si fa una buona impressione.
    Anzi potrà solo rafforzarsi nell'idea che  "non bisogna dargli spazio".

    RispondiElimina
  83. ragioni della forza15 novembre 2010 22:32

    in realtà....
    lei ha visto solo lo scorcio minimo, alla superficie, da una fessura, solo uno "spicchio" di uno scenario abissale, sconfinato, di perversione spirituale, psicologica, dottrinale ed ecclesiale, un mistero d'iniquità che, nella persone di questi falsi pastori e teologi da strapazzo, ha dato l'assalto all'antico Edificio -nei sotterranei-  erodendo senza posa, anno dopo anno, le fondamenta, come una alacre  pattuglia di castori, che si ripropducono, instancabili, voraci, decisi a scalzare quell'Edificio: è pur vero che non vi riusciranno del tutto, secondo le promesse del Divino Fondatore, ma faranno comunque danni gravissimi alle anime e alla compagine ecclesiale, prima che la Provvidenza in modo insperato decida di intervenire con il suo "Basta!".
    Deve compiersi per intero il castigo annunciato a Fatima un secolo fa, ora in pieno svolgimento, la tribolazione meritata e necessaria per la purificazione della Santa Chiesa che volle aprirsi "allo spirito del mondo", senza cauto discernimento, (in nome del dialogo a 360°), contro ogni avvertimento ispirato da Divina Sapienza e Prudenza, manifestando così da quasi mezzo secolo quell'insoddisfazione foriera di gravi traviamenti, di cui ci avvisò San Paolo:
    <span>«Verranno giorni in cui non si sopporterà più  la sana dottrina, ma, per il prurito di udire qualcosa di nuovo, gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie, rifiutando di dare ascolto alla verità per volgersi alle favole» (2 Tim 4,3-4).</span>

    RispondiElimina
  84. ma per favore....la finisca con la sua ipocrisia buonista e farisaica ! non incanta più nessuno, lo capisce ?....

    RispondiElimina
  85. DANTE PASTORELLI15 novembre 2010 22:46

    In gregoriano?

    RispondiElimina
  86. si vada a leggere cos'è pubblicato qui tripparolo, non c'è fanatismo né ideologia; ma magistero cattolico paragonato ad insegnamenti 'segreti' (!?) e prassi anomale spacciate per 'iniziazione cristiana', vere e proprie tappe iniziatiche tipiche di una setta che, purtroppo viene fatta passare come frutto del concilio

    RispondiElimina
  87. DANTE PASTORELLI15 novembre 2010 22:54

    Loro hanno le chiese, noi abbiamo la Fede, quella non inquinata da eresie.

    RispondiElimina
  88. <span>Andrea, sono sempre più stupita!    
       
    quanto alle celebrazioni VO da parte di neocat, mi viene in mette il detto "Parigi val bene una messa"!    
       
    chiunqeu conosce anche una sola virgola di quelle abominevoli predicazioni e prassi, non può che pensarla così.    
    Chi volesse documentarsi, basta consulti alcuni dei titoli dei link di sinistra su questo blog  o ne scorra un po' gli articoli
       
    oppure si legga questo recente documento </span>

    RispondiElimina
  89. E può restare insensibile, Andrea, ai metodi neocatecumenali? Può ignorare, banalizzare e forse anche relativizzare la violazione dell `intimità di una persona che ha luogo durante gli scrutini del cnc?
    Legga, se lo vuole, i link messi più  sopra.
    Le pare normale che siano dei catechisti neocat, pedissequamente obbedienti a Kiko Arguello, che "formano" i seminaristi prima e dopo la loro consacrazione? Anche se in seminario seguono anche evidentemente il cursus  normale che li porterà agli esami, seguire le norme e le prassi del cammino nc, e sappiamo quanto siano diverse, "altre",  è la base per ogni seminarista e sacerdote.

    RispondiElimina
  90. Guardi tripparolo che la sua lezioncina non riuscirà  a cancellare la realtà che è descritta nei link messi più sopra.
    Anche quella è un`evidenza, anche se è ignorata (non nel senso che la ignorino ma nel senso che se ne infischiano), dai nostri pastori, sì  in questo lei è in "ottima" compagnia .
    Grande è l`ignoranza sul cammino neocat, tutto è fatto per mostrare una facciata liscia, luminosa, di certo non trasparente, non può esserlo visto il segreto che regna  all`interno e verso quelli di fuori, noi "i cristiani della domenica".
    Per altre informazioni, potete andare qui:

    http://neocatecumenali.blogspot.com/

    http://neocatecumenali.blogspot.com/2010/11/neocatecumenato-quale-iniziazione.html

    RispondiElimina
  91. Io sto andando a farmi il bidè con la candeggina!!!

    RispondiElimina
  92. A denunciare il Cammino neocatecumenale non sono solo ex NC, che tuttavia hanno esperienza e conoscenza tanto del cammino quanto della Chiesa, ma teologi, psicologi che hanno in cura persone distrutte, sacerdoti che ne hanno sperimentato i metodi nelle loro parrocchie... e le denuncie, non sono geremiadi o accuse, ma denuncie serie e documentate, approfondimenti teologigici e dottrinali.
    Prima di buttar lì le vostre battute, sarebbe bene vi informaste

    RispondiElimina
  93. Ecco allora perchè puzzi!!!!!

    RispondiElimina
  94. A Lù Lù non ti fotto più!!!

    RispondiElimina
  95. Andrea, il cammino è LO STESSO in tutto il mondo... chi sgarra, viene estromesso! stai facendo un discorso che sembra quasi una captatio benevolentiae, tanto non corrisponde alla realtà, nota a chi ben lo conosce per averlo vissuto dall'interno e non si lascia incantare dalla pubblicità ingannevole o da alcune apparenze accattivanti (a prima vista, naturalmente!)...

    RispondiElimina
  96. Sacerdoti che abdicano al loro munus regendi per obbedire agli onnipotenti catechiesti, ai quali sono assoggettati come il resto dei camminanti! e che, a differenza di tutti gli altri sacerdoti, seguiranno l'iter formativo del cammino, con la 'nuova rivelazione kikiana di riferimento, la liturgia che è un seder pasquale... 

    RispondiElimina
  97. se fossero solo due aride righe dell'Ufficio Stampa, la Redazione non si sarebbe presa la briga di pubblicarle!

    RispondiElimina
  98. non sono io il Mic che parla di puzze! Guardate sempre i dettagli, per favore!

    RispondiElimina
  99. Redazione di Messainlatino.it15 novembre 2010 23:26

    Wow, grazie Reverendo.
    In prima pagina dell'Avvenire... sono finito in un universo parallelo?
    Enrico

    RispondiElimina
  100. vergogna, Bartimeo, mezzucci da strapazzo

    RispondiElimina
  101. misoginia o squlibri endocrini??

    RispondiElimina
  102. Misoginia o squilibri endocrini, Bartimeo?

    RispondiElimina
  103. DANTE PASTORELLI15 novembre 2010 23:30

    Andrea, ma ti rendi conto di cosa significa liturgia aberrante? Non si tratta di  musica che non t'aggrada e balletti, è liturgia eucaristica! Se questa è aberrante è la negazione della nostra Fede, è sacrilegio.

    RispondiElimina
  104. Non credo sia MD. Credo che sia niente piu' che un troll che sfrutta la possibilità di modificare il proprio nick. Ha firmato a nome di Andrea Carradori, Dante Pastorelli, Mic, Luisa, Bartimeo...insomma i piu' attivi tra i commentatori.
    Probabilmente la sua età, almeno mentale, non va oltre i 4 anni.

    RispondiElimina
  105. DANTE PASTORELLI15 novembre 2010 23:38

    Corsi e ricorsi. Una volta il mondo s'addormentò cattolico e si risvegliò ariano.
    Domani la Chiesa s'addormenterà sempre meno cattolica e si risveglierà kikiana.
    Chi deve provvedere provveda. Le grandi folle non m'incantano.

    RispondiElimina
  106. URGENTE!

    REDAZIONE, per favore intervenite subito per bloccare il troll, "sorella di lucrezia" che ha già infestato il thread sul sacerdote che non imbocca nessuno.

    PS Tocca a me difendere Bartimeo, ma lo faccio ben volentieri.

    RispondiElimina
  107. Esatto, Laico, hai perfettamente ragione.
    REDAZIONE !!!

    RispondiElimina
  108. Sempre lo stesso troll, senza dubbio un giovane, forse di Lucrezia, Redazione , guardate i dettagli e buon lavoro !

    RispondiElimina
  109. Ma non è mica obbligatorio restare cattolici sa? Una religione si sceglie per convinzione non per convenzione.

    RispondiElimina
  110. Alla redazione la darò gratis!!!!

    RispondiElimina
  111. Anche io che generalmente quanto viene Avvenire (ce lo fanno acquistare per forza, tipo pizzo perchè se non paghi l'abbonamento per 30 capie domenicali mi chiamano dalla curia) lo cestino quasi subito, ma la mia fedele sacrestana mi ha detto: "fermo don Camillo, si parla della messa bella" (io in parrocchia la chiamo così). Ho letto come al solito prevenuto e già pronto a bestemmiare contro Avvenire riga dopo riga se avessi visto ingiurie contro la Messa bella.... ma sì, un articolo commovente, una vera poesia tridentina. Ha cancellato in un battibaleno tutto quel livore contro Avvenire accumulato in tanti anni... i miracoli della "Messa in Latino".

    RispondiElimina
  112. Ma mettiamo anche quest'altro O.T.... due mezze buone notizie in due giorni, va a finire che divento più buono?!? Bha!

    http://www.zenit.org/article-24552?l=italian

    RispondiElimina
  113. <span>Ma mettiamo anche quest'altro O.T.... due mezze buone notizie in due giorni, va a finire che divento più buono?!? Bha! 
    </span>

    http://www-maranatha-it.blogspot.com/2010/11/benedetto-xvi-la-conferenza-episcopale.html

    RispondiElimina
  114. gianluca.cruccas16 novembre 2010 08:40

    <span>ECCO CHE COSA SI SONO DETTI... </span>



    <span><span>MADRID, Benedetto XVI ha ricevuto in udienza privata ieri gli iniziatori del Cammino Neocatecumenale Kiko Argüello, Carmen Hernández e di un sacerdote italiano Mario Pezzi.</span></span>
    <span><span> Una settimana dopo la visita del Papa in Spagna, il Papa e ha un occhio di riguardo Giornata Mondiale della Gioventù nel mese di agosto 2011, così i responsabili di questo viaggio di riscoperta del Battesimo, Benedetto XVI ha spiegato che 200.000 giovani provenienti da tutto il mondo per dieci giorni evangelizzare l'Europa.</span></span> <span><span>Questo annuncio del Vangelo si concluderà con la veglia, la Messa di chiusura della Giornata Mondiale della Gioventù, con un raduno di giovani per le vocazioni.</span> <span>Quindi il Papa è stato molto eccitato dagli iniziatori del Cammino.</span></span>
    <span><span></span></span>

    RispondiElimina
  115. gianluca.cruccas16 novembre 2010 08:41

    <span><span>CONTINUA...</span></span>

    <span><span>Arguello ha inoltre informato il Papa dell'apertura di tre nuovi seminari diocesani missionari "Redemptoris Mater" nelle città di São Paulo, a Bruxelles ea Trieste.</span> <span>Con loro e portare a 78 seminari di questo tipo sparsi in tutto il mondo.</span></span>
    <span><span>Durante la conversazione con il Santo Padre ha parlato della necessità di una nuova evangelizzazione, che interesserebbe più specifica per l'Europa.</span> <span>A tal fine, il Cammino Neocatecumenale è in corso in alcuni luoghi della "missione ad gentes, e attuare la Chiesa cattolica che ha una presenza poco, come in tutto scristianizzate Olanda, Germania o Francia.</span></span>
    <span><span>14 Novembre 1910 - - Álvaro de Juana</span></span>

    Fonte: http://idyanunciad.com/?p=2403
     

    RispondiElimina
  116. Si potrebbe dire lo stesso di quella selva di (a)teologi che sparlano contro la FSSPPX!
    In cosa vi differenziate?
    MD

    RispondiElimina
  117. Tripparolo! Sulla scia del mio grande maestro Michele federico Sciacca propongo la costituzione dell'associazione Don Quichote de la Manca per la salvezza del sito messainlatino ( lui la voleva per la salvezza dell'Europa)! Come simbolo il Pellicano. Simbolo che indica il Cristo! Il pellicano si becca il petto per nutrire i propri figli ( questo lo insegna la Tradizione!)
    In fin dei conti quegli Idalgo dei Papi da noi sempre difesi meritano qualche sassata!
    MD

    RispondiElimina
  118. Mic! Curati la ossessione! anzi le ossessioni!
    Ah! Va da sè! Accetto le tue scuse!
    Anche se non me le hai ancora fatte!
    MD
    PS Io firmo sempre, ed in questo sono con il Prof. Pastorelli, i miei Post anche quando cambio nick!

    RispondiElimina
  119. COME VOLEVASI DIMOSTRARE!

    E non era difficile immaginarlo.
    Ecco il resoconto della visita di Arguello e seguito da Benedetto XVI.
    Esaltazione del cammino neocatecumenale, missio ad gentes, GMG, nuovi seminari, MA evidentemente non una parola su ciò che il Papa ha detto loro, salvo che è stato contentoooo.
    E così avremo una bella foto che circolerà, di cui si servirà l`iniziatore per continuare ad andare per il mondo dicendo che parla ed agisce a nome della Chiesa.
    Che Kiko Arguello,in realtà, parli e agisca per il suo cammino e non per la Chiesa, che sia iperattivo ovunque nel mondo e-o convochi in Galilea cardinali, vescovi e sacerdoti del mondo intero per istruirli sulla  sua "nuova evangelizzazione", che ovunque il cnc arrivi si radicano non le prassi e l`insegnamento della Chiesa cattolica ma quelle inventate dal suo iniziatore, che là dove arriva nelle parrocchie il cnc porti la confusione e la divisione con la sua struttura e le sue prassi "altre", che arrivi perfino,  come in Terra Santa, ad inquinare  le Liturgie tradizionali, perchè non sarà mai il cnc ad adattarsi ( nulla può e deve essere modificato), ebbene 
    non sembra interessare le notre autorità religiose.
    Ammetto che resta per me un vero mistero ma forse, se devo esser sincera, dovrei scrivere, un vero scandalo, che chi dovrebbe avere a cuore di proteggere la Dottrina, la Liturgia, e la salute delle anime, NON intervenga per CORREGGERE, per puriificare e raddrizzare .
    Non posso non vedere l`incoerenza fra le parole, l`insegnamento retto e costante del Papa, il suo esempio, e la realtà di un movimento che continua liberamente a  diffondere le sue prassi a-cattoliche.
    Non è possibile che i numeri e altri argomenti "di peso" riescano a soppiantare, sconvolgere, Dottrina e Liturgia, nell`indifferenza di chi ci guida.

    http://www.zenit.org/article-37285?l=spanish

    RispondiElimina
  120. <span>
    <p>
    Lc 19,1-10
    </p><p>In quel tempo, Gesù entrò nella città di Gèrico e la stava attraversando, quand’ecco un uomo, di nome Zacchèo, capo dei pubblicani e ricco, cercava di vedere chi era Gesù, ma non gli riusciva a causa della folla, perché era piccolo di statura. Allora corse avanti e, per riuscire a vederlo, salì su un sicomòro, perché doveva passare di là. Quando giunse sul luogo, Gesù alzò lo sguardo e gli disse: «Zacchèo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua». Scese in fretta e lo accolse pieno di gioia. Vedendo ciò, tutti mormoravano: «È entrato in casa di un peccatore!». Ma Zacchèo, alzatosi, disse al Signore: «Ecco, Signore, io do la metà di ciò che possiedo ai poveri e, se ho rubato a qualcuno, restituisco quattro volte tanto». Gesù gli rispose: «Oggi per questa casa è venuta la salvezza, perché anch’egli è figlio di Abramo. Il Figlio dell’uomo infatti è venuto a cercare e a salvare ciò che era perduto». L
    </p></span>
    <p> </p>

    RispondiElimina
  121. E tutto questo in 15 minuti (benedizioni e saluti compresi)? =-O

    RispondiElimina
  122. Caro Cesare, anche solo 5 minuti , anche solo una stretta di mano, basterebbero per far dire agli iniziatori del cammino nc che il Papa è e..n..t..u..s..i..a..s..t..o...del cammino nc!
    Peccato che quando il Papa parla veramente non lo si ascolti, peccato che le sue decisioni siano vanificate, disattese, peccato che vengano ignorati i suoi richiami.
    Adelante amigos, animo! Vamos!

    RispondiElimina
  123. Blog posseduto... fantastico. C'è chi è posseduto dal clericalismo :).

    RispondiElimina
  124. Hai ragione cara mic, e sarebbe bene anche non accostare la FSSPX e la  FSSP al cnc.
    Le prime sono totalmente fedeli alla Dottrina della Chiesa e alla sua  sacra Liturgia, il secondo ha sconvolto e Dottrina e Liturgia. 

    RispondiElimina
  125. <span>
    <span>Hai ragione cara mic, e sarebbe bene anche non accostare la FSSPX e la  FSSP al cnc.  
    Le prime sono totalmente fedeli alla Dottrina immutabile della Chiesa e alla sua sacra Liturgia, il secondo ha sconvolto e Dottrina e Liturgia, introducendo prassi e metodi altri creati dal suo iniziatore,  un laico spagnolo, 40 anni fa.</span></span>

    RispondiElimina
  126. <span><span>
    <span>Hai ragione, cara mic, e sarebbe bene anche non accostare la FSSPX e la  FSSP al cnc.    
    La FSSPX e la FSSP sono totalmente fedeli alla Dottrina immutabile della Chiesa e alla sua sacra Liturgia, il cnc ha sconvolto e Dottrina e Liturgia, introducendo prassi e metodi altri creati dal suo iniziatore, un laico spagnolo, 40 anni fa.</span></span>  </span>

    RispondiElimina
  127. intnto bisogna valutare se l'amica è meglio della moglie...

    RispondiElimina
  128. <p><span>Ospite dice:</span>
    </p><p><span><span>se il mio padre spirituale che è un sacerdote sano e santo (spero!!) mi dicesse di separarmi per andare con <span>una mica</span> ci vado!</span></span>
    </p><p><span><span>Spiegaci bene, si tratta di una o di un’amica? In tal caso bisogna vedere e valutare bene se l’amica è meglio di chi lasci ehehehe... allora ci si può anche pensare o no?</span></span></p>

    RispondiElimina
  129. <p><span>Ospite dice:</span>
    </p><p><span><span>se il mio padre spirituale che è un sacerdote sano e santo (spero!!) mi dicesse di separarmi per andare con <span>una mica</span> ci vado!</span></span>
    </p><p><span><span>Spiegaci bene, si tratta di una o di un’amica? In tal caso bisogna vedere se l’amica è meglio di chi lasci allora fai bene ad andarci ma se è peggio meglio tenersi quella che si ha se no sarebbe come cadere dalla pentola nella brace ehehehe o no?</span></span></p>

    RispondiElimina
  130. Da questo articolo si evince che il n. 73 della Verbum Domini praticamente favorisce il cnc... anzi, pare quasi che sa stato ispirato dallo stesso Kiko... incredibile... Ario redivivo!!!
    Prof. Pastorelli, anche io la penso come lei, ma non ricordo.... come si riuscì a fare in modo che dopo il risveglio ariano ci fu il risveglio cattolico?

    RispondiElimina
  131. Andrea Carradori16 novembre 2010 14:48

    Caro Mic che hai scritto : " stai facendo un discorso che sembra quasi una captatio benevolentiae, tanto non corrisponde alla realtà".
    Captatio benevolentiae ???
    Infatti io, insegnante di educazione musicale, di ruolo in scuole statali, ho bsogno alla mia veneranda età di cercarmi appoggi fra i NC per il mio lavoro...
    Oppure no. Forse per dirigere il coro, che ha più di 100 anni di vita, debbo cercare l'appoggio dei NC...
    Oppure no. Cerco di capire verso chi dovrei supplicare la mia captatio benevolentiae...
    Verso i due parroci dei paesi dove insegno a cui viene l'orticaria quando sentono parlare di NC...
    C'è sempre bisogno di capatatio benevolentiae per ottenere qualcosa quando una persona cerca di osservare e di analizzare una realtà ecclesiale?
    Io mi vanto di essere un amante della Tradizione non marziano : provengo infatti dalle esperienze nelle parrocchie e nell'ambito diocesano.
    Un Sacerdote , assolutamente NON neocatecumeno, mi ha detto : " In otto anni che sto in questa parrocchia, gli unici che mi hanno aiutato e che mi hanno circondato di affetto sono i NC".
    Questa discussione mi stimola a chiedere consiglio, sull'argomento, ad altri Sacerdoti della mia terra.

    RispondiElimina
  132. la gioia cattolica16 novembre 2010 14:58

    Ho letto i vari commenti e mi sono resa conto che i neocat non sono uguali ovunque.
    Ci sono comunità fedeli al magistero ed altre no. La questione sta nel capire quale delle due diverse comunità neocat sia fedele agli insegnamenti di Kiko e quale invece se ne è allontanata.
    Può anche darsi, che alcuni comunità neocat abbiano deciso di essere più uniti alla propria parrocchia e al magistero cattolico piuttosto che agli specifici insegnamenti di Kiko.
    Può anche darsi invece, che sia tutto il contrario.
    Certamente kiko non puo controllare tutte le comunità.

    RispondiElimina
  133. e già...il Papa "contentooo"...VAMOS, amigos  !!
    (perchè  A NOI che ce n'importa delle correzioni ?
    LE CORREZIONI NON SONO PER NOI !....)
    .....semo forti noi, semo TAANTI, CON TAANTI figli e taanti sacerdoti ben-plag...forgiati , ben kikianizzati.......chi ci può giudicare ? NESSUNO .....chi ci può raddrizzare ? NESSUNO!|!...)
    e poi qui certi farisei vengono a straparlare con l'accusa di <span>propaganda</span> lanciata contro chi difende la Tradizione bimillenaria e la Santa dottrina e Liturgia di sempre....: faccia di bronzo o che altro ?
    :(

    RispondiElimina
  134. <span>e già...il Papa "contentooo"...VAMOS, amigos  !!  
    (perchè  A NOI che ce n'importa delle correzioni ?  
    LE CORREZIONI NON SONO PER NOI !....  
    .....semo forti noi KIKIANI, semo TAANTI, CON TAANTI figli e taanti sacerdoti ben-plag...forgiati , ben kikianizzati.......chi ci può giudicare ? NESSUNO .....chi ci può raddrizzare ? NESSUNOO !!!...</span>
    <span>chi mai CI VORRà controllare, ispezionare, SANZIONARE ?  NESSUNO!....)  
    .....e poi qui certi farisei vengono a straparlare con l'accusa di <span>propaganda</span> lanciata contro chi difende la Tradizione bimillenaria e la Santa dottrina e Liturgia di sempre....: faccia di bronzo o che altro ?  </span>
    :(

    RispondiElimina
  135. ma lei , GIOIA, che sta dicendo ???   DI CHE COSA sta parlando ?
     .....alcuni neocat uniti alla parrocchia  ??....e in che modo ? e DOVE ?
    senta, per favore,  si documenti anche lei e rifleta, prima di sproloquiare di cose che  EVIDENTEMENTE non conosce, nè da fuori, da dentro !
    <span>Il 'Tripode' dal Papa... numeri e ancora numeri... e pubblicità ingannevole</span>

    RispondiElimina
  136. <span>ma lei , GIOIA, che sta dicendo ???   DI CHE COSA sta parlando ?  
     .....alcuni neocat uniti alla parrocchia  ??....e in che modo ? e DOVE ?  
    senta, per favore,  si documenti anche lei e rifleta, prima di sproloquiare di cose che  EVIDENTEMENTE non conosce, nè da fuori, da dentro !  
    Il 'Tripode' dal Papa... numeri e ancora numeri... e pubblicità ingannevole</span>
    (legga quella e le prec. pagine,....e rifletta, se può, su ciò che afferma circa realtà che la stragrande maggiroanza dei cattolici NON conosce, per svariati motivi, che SOLO ORA, dopo 45 anni, cominciano a venire a galla, nella bieca DISINFORMATJIA DEL REGIME   che ha narcotizzato tutti!....)

    RispondiElimina
  137. <span><span>ma lei , GIOIA, che sta dicendo ???   DI CHE COSA sta parlando ?    
     .....alcuni neocat uniti alla parrocchia  ??....e in che modo ? e DOVE ?    
    senta, per favore,  si documenti anche lei e rifleta, prima di sproloquiare di cose che  EVIDENTEMENTE non conosce, nè da fuori, da dentro !    
    Il 'Tripode' dal Papa... numeri e ancora numeri... e pubblicità ingannevole</span>  
    (legga quella e le prec. pagine,....e rifletta, se può, su ciò che afferma circa le tremende realtà NC sommerse da decenni, che la stragrande maggioranza dei cattolici NON conosce, per svariati motivi, e che SOLO ORA, dopo 45 anni, cominciano a venire a galla, nella bieca DISINFORMATJIA DEL REGIME   che ha narcotizzato tutti  !....)</span>

    RispondiElimina
  138. @ er tripparolo:
    Vedi, Tripparolo, non fidarsi di ciò che hanno fatto e fanno tuttora i Papi 'conciliari' non vuol dire rifiutare il Papato o essere sedevacantisti.
    Se io fossi vissuto al tempo di Papa Liberio, non mi sarei fidato di quello che stava combinando a danno della Chiesa, con i suoi inciuci filoariani. E sarei stato in buona compagnia, insieme a Sant'Atanasio. Se fossi vissuto al tempo di Papa Onorio I, non mi sarei fidato dei suoi inciuci con gli eretici monoteliti, e avrei fatto bene visto che quel Papa fu poi scomunicato (post mortem) sia dal suo Successore papa Leone II che dal VI Concilio Ecumenico di Costantinopoli.    Chiaro?

    RispondiElimina
  139. Chiarissimo.
    Solo che questi furono scomunicati dopo ... tu li scomunichi prima?
    Differenza? neassuna evidentemente!
    MD

    RispondiElimina
  140. come si riuscì...? e come si riuscirà a far questo, per mezzo di umane volontà?
    ma questa salvezza della Chiesa non sta nelle nostre mani, (se non nella preghiera e nella Croce unita a quella di Cristo) bensì nella Sapienza e Potenza del Divino Fondatore Gesù, che saprà solo Lui quando portar con mano provvidenziale la Chiesa  a salvamento, fuori da questo tenebroso ciclone di caos dottrinale morale e di apostasia dilagante da mezzo secolo...
    a "riveder le stelle" ci porterà con "mano potente" Colui che  ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli uomini....
    Sappiamo da tante profezie che ciò avverrà solo quando le sofferenze della Chiesa e le macchie, i traviamenti, lo stravolgimento della Sposa di Cristo deturpata, il degrado della Fede e le persecuzioni contro i veri cattolici saranno arrivate al culmine dell'iniquità, apparentemente trionfante.
    Infatti alla Beata Emmerick, tra le numerose visioni riguardanti la "falsa chiesa" che veniva costruita in opposizione a quella Vera di sempre, fu rivelato da Gesù stesso che ".... essa, (la Sua Chiesa), sarebbe sembrata in completo declino. Ma sarebbe risorta. Anche se rimanesse un solo cattolico, la Chiesa vincerebbe di nuovo perché non si fonda sui consigli e sull’intelligenza umani. Mi fece anche vedere che<span> non era rimasto quasi nessun cristiano, nell’antico significato della parola". (</span>4 ottobre 1820)

    RispondiElimina
  141. DANTE PASTORELLI16 novembre 2010 20:46

    Rimasero pochi ma forti vescovi cattolici, il resto lo fece Nostro Signore. Il Concilio di Nicea è del 325 e condannò l'arianesimo anche se restò sempre diffuso il semiarianesimo. per gli eventi è bene consultare qualche testo di storia della Chiesa o qualche enciclopedia. Ausilio insostituibie l'Enciclopedia cattolica.

    RispondiElimina
  142. DANTE PASTORELLI16 novembre 2010 20:50

    E noi continuiamo ciò che stava per esser totalmente perduto: la tradizione liturgica bimillenaria e, attraverso di essa, la Tradizione tout court.

    RispondiElimina
  143. DANTE PASTORELLI16 novembre 2010 20:51

    <span>E noi continuiamo a salvare e custodire ciò che stava per esser totalmente perduto: la tradizione liturgica bimillenaria e, attraverso di essa, la Tradizione tout court.</span>

    RispondiElimina
  144. e. corrige:
    <span> ha innalzato gli umili.....</span>

    RispondiElimina
  145. DANTE PASTORELLI16 novembre 2010 21:01

    A rigore, la scomunica post-mortem, diciamo la condanna di comportamento e insegnamento è più grave: sentenzia e sanziona un errore gravissimo di un Papa come Papa che non si può più pentire. In questo caso si dovrebbe applicar la dottrina che, almeno dal 1500 in poi, un Papa può sbagliare non solo come dottore privato, ma anche come papa se la sua persona resiste al dovere di papa, se resiste allo Spirito a cui non si piega.
    Comunque i casi di Liberio e Onorio sono molto discussi e le posizioni degli storici e teologi sono contrastanti, ed io li metto sempre da parte. L'esempio più sicuro e indiscutibile è quello di Giovanni XXII che sicuramente da papa professò l'eretica dottrina secondo cui le anime non avevan la visione beatifica se non dopo il giudizio universale. I cardinali gliela fecero ringoiare sul letto di morte.

    RispondiElimina
  146. la gioia cattolica17 novembre 2010 08:59

    Cara perfa, io personalmente non conosco i neocat, ma dalle testimonianze date nei commenti mi pare di aver capito che ci sono anche delle comunità neocat legate alla parrocchia o comunque non lontane dagli insegnamenti della dottrina cattolica.
    Devo ammettere. pero, che nei loro blog spesso cadono in enormi eresie.

    RispondiElimina
  147. DANTE PASTORELLI17 novembre 2010 09:27

    E spesso nei blog si manifesta la vera dottrina, quella eretica che poi spargon per il mondo per distrugger l'unica Chiesa di Cristo.

    RispondiElimina
  148. Ed ecco la versione italiana del comunicato dove leggo ad esempio:
    "La missio ad gentes è una forma di evangelizzazione che consiste nella implantatio ecclesiae, cioè nell'invio di missionari volontari (in genere due o tre famiglie con i loro figli e accompagnate da un sacerdote) in luoghi decristianizzati, dove la Chiesa è già scomparsa o è sul punto di scomparire."
    Ecco il "pacchetto chiavi in mano", la chiave "magica" di impiantazione del progetto e della struttura kikiani, delle sue prassi catechetiche e liturgiche che poco o nulla hanno da che vedere con quelle cattoliche.
    Le coscienze di quelle persone "evangelizzate" dai neocat non solo subiranno i metodi dei catechisti neocat durante gli scrutini (potete andare più sopra e troverete i link che ne parlano) ma saranno "formate"-deformate con quelle prassi kikiane.

    E poi per i seminari RM:
    "Queste realtà, dipendenti da ogni Vescovo locale e aperte su sua richiesta, hanno la vocazione specifica di formare sacerdoti per la missione in qualsiasi parte del mondo, in base alla spiritualità propria del Cammino Neocatecumenale."
    Avete letto bene "in base alla spiritualità propria del Cammino Neocatecumenale" e quale sia la spiritualità propria del cammino lo sappiamo...o forse no, molti non lo sanno, ma di certo i nostri responsabili religiosi lo sanno, eccome lo sanno, e tacciono o lodano  e ringraziano.
    Si è giunti oggi, nella Chiesa cattolica, al colmo di lodare e ringraziare chi CALPESTA, SCONVOLGE e DEVASTA la Dottrina e la LITURGIA. Senza dimenticare le coscienze degli adepti.

    Va a capirci qualcosa!

    RispondiElimina
  149. Il piccolo gregge17 novembre 2010 11:38

    Forse sto solo sognando, ma sarebbe bello se ci fosse un cammino catecumenale tradizionalista.
    Oggi l'Europa è scristianizzata e anche i cattolici hanno ceduto agli errorri del modernismo.
    Ci vorrebbe un movimento nel quale i giovani e le famiglie si riconvertino a Gesù attraverso i veri insegnamenti della sua Chiesa.

    RispondiElimina
  150. il piccolo Gregge che tornerà a seguire fedelmente Gesù sarà quello che seguirà fedelmente la Tradizione, come la FSSPX sa facendo da decenni, attraverso e nonostante gli sconvolgimenti epocali causati dal Concilio.

    RispondiElimina
  151. <span>il piccolo Gregge che tornerà a seguire fedelmente Gesù sarà quello che seguirà fedelmente la Tradizione, come già la FSSPX sta facendo da decenni, attraverso e nonostante gli sconvolgimenti epocali causati dal Concilio.</span>

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.