mercoledì 15 settembre 2010

La Bibbia rap: Famiglia Cristiana derapa

Francesco S. ci segnala questa iniziativa della quale, penso, avremmo potuto fare a meno. Famiglia Cristiana distribuirà Bibbie: fin qui, bene. Ma ci aggiunge pure il disco con alcuni testi biblici in rap. Ne trovate un esempio a questo link. Ed è un accostamento davvero risibile.

La ragione di una tale produzione è ovviamente sempre la solita: dobbiamo inventarci qualcosa per attirare i 'gggiovani, e se un tempo si fece la messa beat, oggi arriva la bibbia rap. L'una e l'altra, inevitabilmente, un enorme flop.

Sì, perché questi accostamenti manderanno pure in sollucchero la suora di mezza età e il fraticello stordito, che penseranno di sentirsi trendy; ma i veri rappers, e i giovani tanto corteggiati, ne ritrarranno solo disgusto: rappare la Bibbia è un po' come vedere la propria madre con i pantaloni a vita bassa.

Interessante anche il titolo di questo progetto: "Paroladidio". Chi è questo "dio" minuscolo? Noi non lo conosciamo.

Enrico

61 commenti:

  1. Questo a conferma che la degenerazione woodstoccara è ancora dominante.

    RispondiElimina
  2. e vabbè, ora ci rapiamo tutti

    RispondiElimina
  3. pepito sbazzeguti15 settembre 2010 12:45

    Famiglia Cristiana parla,la massoneria ringrazia !

    RispondiElimina
  4. Hahahah! Verissima e bellissima ironia nostrana! 
    Poveri paolini, anzi povero Alberione!

    RispondiElimina
  5. Tristezza e compassione, oramai sono usciti di senno...

    RispondiElimina
  6. oggi infatti è Beata Vergine Maria Addolorata - "Attendite et videte si est dolor sicut dolor meus"

    RispondiElimina
  7. <span>oggi infatti è la memoria della Beata Vergine Maria Addolorata - "Attendite et videte si est dolor sicut dolor meus"</span>

    RispondiElimina
  8. I giovani sono le prime vittime della scristianizzazione che passa attraverso questi strumenti patetici per gente che crede ancora a questa pastorale squallida fatta di rap, chitarre elettriche e batterie.

    RispondiElimina
  9. Rutilio Namaziano15 settembre 2010 13:44

    La madre degli imbecilli è sempre incinta: speriamo non dico nella contraccezione, ma almeno nell'astensione.
    Questi imbecilli non hanno capito - e mai capiranno - che sono sempre meglio gli originali piuttosto che le copie, tanto per la religione che per il rap.

    RispondiElimina
  10. <span>"Paroladidio". Chi è questo "dio" minuscolo? </span>

    Sì, ma "Parola" è maiuscolo.

    RispondiElimina
  11. disgustoso  !    >:o >:o >:o
    ....però non parliamo di abominio,  perchè si sa .....repetita stufant !
    e  infatti ormai quella è una parola inflazionata....
    allora diciamo che quella "rivisitazione"rap biblica  è solo un sintomo di normale degenerazione, inarrestabile: come quella di un cervello in preda all' <span>alzheimer !</span>
    :(

    RispondiElimina
  12. Ma almeno si parla di Parola di Dio e si cerca di ascoltarla e di consocerla.Dovreste apprezzare questo
    sforzo invece non sapete fare altro che criticare e distruggere.Ricordo uno dei vostri colleghi il Prof.Dante 
    Pastorelli di fronte alla affermazione di S.Girolamo :"L'ignoranza delle Scritture è ignoranza di Cristo"
    rispose che le Scritture le dava la Chiesa mentre la Messa Dio.Questo significa relativizzare la Parola di Dio per cui no  i stupisce che critichiate questa iniziativa.La Parola di Dio per voi e' relativa esiste o meno è la stessa cosa.

    RispondiElimina
  13. Luisa mette bene in evidenza che "parola" è maiuscolo, mentre "dio" è minuscolo. La Parola oggi è il nuovo dio dei cattolici. E Famiglia Cristiana, da 40 anni inseguitrice  instancabile delle mode del momento, volevate che non se ne accorgesse?

    L'adorazione della Bibbia che ha colpito il cattolicesimo postconciliare ha senza dubbio risvolti idolatrici.

    E l'idolatria è aborrita da Dio.

    RispondiElimina
  14. l'idolatria è aborrita da Dio, ma non aborrita la sua Parola.
    1,1 In principio era il Verbo,
    il Verbo era presso Dio
    e il Verbo era Dio.
    ....
    4 In lui era la vita
    e la vita era la luce degli uomini;
    5 la luce splende nelle tenebre,
    ma le tenebre non l'hanno accolta.

    RispondiElimina
  15. l'unica pillola possibile: "altro che pillola del giorno dopo: te piji na pillola er giorno prima e vai a' ddormì!!!!"..

    RispondiElimina
  16. Ridateci il wakka wakka..

    RispondiElimina
  17. Come può accostare la "conoscenza della Scrittura" con una ridicola riproduzione stile rap della Parola di Dio? Davvero tra i modernisti è giunto a compimento anche il senso del ridicolo?

    Per le parole del "collega" (ahah) Pastorelli risponderà lui, se vorrà. Certamente la decisione su quali libri comprendere nella Scrittura e quali non accogliere non è avvenuta per messaggio divino o mandato di Cristo ma è stato deciso durante uno dei Concili della Chiesa Cattolica (piaccia o meno ai protestantizzati della "sola scriptura"). Quindi è stata la Chiesa a "dare" la Bibbia come la conosciamo oggi. Al contrario l'incarnazione, la passione, morte e resurrezione di Cristo che si rivivono durante ogni singola Messa avvengono solo ed esclusivamente per intervento Divino.
    Che dal suo pulpito venga qui a parlare di "relatività", però, mi sembra un tantino eccessivo.

    RispondiElimina
  18. Caro Ospite....mi trova nel Vangelo quando Gesù avrebbe detto, rappando o meno, che la terra è ferma? ;)
    E' davvero questo il modo di conoscere la PAROLA DI DIO?
    mi perdoni, ma NON SI E' FATTA LA MESSA NUOVA proprio per dare alla Scrittura UNO SPAZIO LITURGICO E SACRO?
    e non è allora contraddittorio ora che questa Parola sia banalizzata con un rep?
    Quindi se da domani su tutti i gabinetti pubblici verrà inserita ALL'INTERNO.... una scheda con la pagina del Vangelo, lei applaudirebbe ugualmente perchè almeno si darebbe modo di MEDITARE la Parola di Dio?
    e se non lo farebbe, perchè no?
    chi attribuisce il grado di DIGNITA' della Parola di Dio e dove e come debba essere LETTA?

    Dunque vediamo: mi faccio il Segno della Croce, invoco lo Spirito Santo, poi mi metto a reppare... che figo!!???
    ma non si parlava, NEL CONCILIO VATICANO II DI MEDITAZIONE E CONTEMPLAZIONE della Parola di Dio tanto da incentivare la Liturgia delle Ore?
    Però...mica male l'idea: Famiglia (S )cristiana potrebbe fondare un nuovo monastero dove la Parola di Dio potrà essere reppata dalla mattina alla sera nella Liturgia delle Ore sostituendosi al canto gregoriano...
    litanie reppate, l'Angelus reppato... e perchè no, alla fine anche una BELLA MESSA REPPATA....sarebbe un successone...
    qualcuno gli passi l'idea!

    RispondiElimina
  19. e che c'azzecca il Prologo giovanneo con la blasfemia della reppata della Parola di Dio?

    RispondiElimina
  20. P.S.
    come non detto, un amico in email mi ha appena scritto:
    Caterina guarda che l'idea del rep è vecchia, prima si chiamava BEAT, è cambiato lo stile ma non il suggeritore diabolico!!

    (ringrazio l'amico dell'email ;)  )

    RispondiElimina
  21. Famiglia "cristiana" de   rapa.....

    RispondiElimina
  22. "<span>Purtroppo la Chiesa non solo lo permette, ma lo incoraggia perché, parliamoci chiaro, se Kiko Arguello può fare tutto quello che fa, e ne abbiamo avuto l'ultimo esempio a Fatima, è perché c'è chi glielo permette!"</span>
    http://www.facebook.com/topic.php?uid=94468708798&topic=14082
    --------------------------
    Tutto ciò che è permesso dall'alto, è sicuramente normale: infatti, tutto ciò che abbiamo appena riferito chi lo ha mai dichiarato errato e da rigettare o condannare  ? nessuno.
                TUTTO è permesso, dunque tutto è normale.

    RispondiElimina
  23. pepito sbazzeguti15 settembre 2010 17:01

    La Parola si è fatta carne,non carta !

    RispondiElimina
  24. DANTE PASTORELLI15 settembre 2010 19:26

    Non so chi sia quest'OSPITE, certo dev'esser bugiardo e cretino: perché non ho mai scritto frasi del genere. Chissà cos'ha capito nella sua penuria mentale.

    RispondiElimina
  25. DANTE PASTORELLI15 settembre 2010 19:30

    Paroladidio. Non conosciamo questo dio, afferma la redazione.
    Strana tal ignoranza, perché ce ne son aalmeno due: Kiko e Sciortino.

    RispondiElimina
  26. DANTE PASTORELLI15 settembre 2010 19:31

    <span>Paroladidio. Non conosciamo questo dio, afferma la redazione. 
    Strana tal ignoranza, perché ce ne son almeno due: Kiko e Sciortino.</span>

    RispondiElimina
  27. Non mi permisi di rettificare a quelle affermazioni di tal "ospite", caro Dante, perchè troppo lontane dal suo modo chiaro e dottrinale di esporre perfino varie citazioni patristiche.....ma lei ha fatto bene a farlo...
    :-D

    RispondiElimina
  28. DANTE PASTORELLI15 settembre 2010 20:02

    Caterina che mi dà del lei, ancora una sorpresa.
    Scrive l'Ospite cretino che io avrei affermato, chissà dove:
    <span>le Scritture le dava la Chiesa mentre la Messa Dio.</span>
    Cosa significa una simile affermazione? Così come riportata niente.
    Che la Scrittura, Parola di Dio, Rivelazione, sia stata affidata da Dio alla Chiesa perché ce la trasmettesse nella sua integralità e nel suo reale significato, senz'altro è verità di fede. Non sarà Kiko e neppure Pasquale Troisi a potercela offrire nella retta interpretazione.
    Cosa significa che la Messa ce la dà Dio? Come la riporta il deficitario ospite, niente. Se poi ho scritto che la Messa è il rinnovamento sacramentale  del Sacrificio della Croce che il Signore - Cristo-Dio - ha istituito nell'Ultima Cena  è verità di fede. E che la Messa sia il culto pubblico più sublime della Chiesa anche. Ed anche è vero che attraverso la Messa la Chiesa ci trasmette la Parola di Dio.

    RispondiElimina
  29. DANTE PASTORELLI15 settembre 2010 20:33

    <span>Caterina che mi dà del lei, ancora una sorpresa. 
    Scrive l'Ospite cretino che io avrei affermato, chissà dove: 
    <span>le Scritture le dava la Chiesa mentre la Messa Dio.</span> 
    Cosa significa una simile affermazione? Così come riportata niente. 
    Che la Scrittura, Parola di Dio, Rivelazione, sia stata affidata da Dio alla Chiesa perché ce la trasmettesse nella sua integralità e nel suo reale significato, senz'altro è verità di fede. Non sarà Kiko e neppure Pasquale Troisi a potercela offrire nella retta interpretazione. 
    Cosa significa che la Messa ce la dà Dio? Nella prosa sgangherata del deficitario ospite, niente. Se poi ho scritto che la Messa è il rinnovamento sacramentale  del Sacrificio della Croce che il Signore - Cristo-Dio - ha istituito nell'Ultima Cena  è verità di fede. E che la Messa sia il culto pubblico più sublime della Chiesa anche. Ed anche è vero che attraverso la Messa la Chiesa ci trasmette la Parola di Dio.</span>

    RispondiElimina
  30. l'abitudine di intromettersi... replicavo semplicemente ad Antonello

    RispondiElimina
  31. DANTE PASTORELLI15 settembre 2010 20:36

    Non capisco questo perdersi, da parte di cattolici, in queste assurde diatribe su Parola e Cristo, Parola e Chiesa.

    RispondiElimina
  32. pare che la Chiesa li abbia riconosciuti... mah

    RispondiElimina
  33. purtroppo se Kiko è dio, lo è grazie per merito della Chiesa che gli ha dato credito

    RispondiElimina
  34. <span>purtroppo se Kiko è dio, lo è grazie e per merito della Chiesa che gli ha dato credito</span>

    RispondiElimina
  35. se non erro "L'ignoranza delle Scritture è ignoranza di Cristo" lo disse, qualche anno prima, S. Girolamo.

    RispondiElimina
  36. pepito sbazzeguti15 settembre 2010 21:11

    Chiesa o uomini di Chiesa?

    RispondiElimina
  37. <p><span>F C propone alcuni brani della Bibbia in Rap. L’iniziativa intende promuovere il lancio della Bibbia Pocket, che da giovedì prossimo potrà essere acquistata a 7,90 euro in edicola, nelle librerie, nei supermercati o negli autogrill. </span>
    </p><p><span>La composizione rap è stata eseguita da artisti anonimi. Il brano in apertura è l’incipit del Libro dell'Esodo </span>
    </p><p><span>"Io sono colui che sono/ Questo è il mio nome per sempre/ e questo è il mio ricordo...". </span>
    </p><p><span>Seguono il Salmo 64: "Hanno bocca e non parlano/hanno occhi e non vedono...", </span>
    </p><p><span>e altre citazioni come "Chi mi offende distrugge se stesso/tutti coloro che mi amano, amano la morte!" </span>
    </p><p><span>o "O vanità immensa, o vanità immensa/ tutto è vanità./ Una generazione va e una generazione viene”.</span>
    </p><p><span>Stiamo a vedere se da frutti o se rimpingua solo le casse di FC.</span></p>

    RispondiElimina
  38. quali frutti  ?

    RispondiElimina
  39. allora preciso meglio: del Papa.

    RispondiElimina
  40. <span>i din din... in primis</span>
    <span>Come, non sai che frutti da un albero di Rap? </span>
    <span> le rape ovviamente! </span>

    RispondiElimina
  41. pepito sbazzeguti15 settembre 2010 21:55

    In questo caso si obbedisce ! Però si ha tutto il diritto(e il dovere)di evidenziare e portare alla pubblica conoscenza,le vere e proprie eresie che il suindicato signore,sforna impudentemente .

    RispondiElimina
  42. Più  precisamente è il PCL e Mons. Rylko, il grandissimo amico e protettore (cum mons. Filoni) del cnc ad averli approvati.
    Io faccio parte della Chiesa e come cattolica non riconosco nelle prassi catechetiche e liturgiche neocatecumenali un itinerario di formazione cattolica.

    RispondiElimina
  43. ...che ha sfornato impudentemente e indisturbato durante più di 40 anni, che continua a sfornare parlando e agendo ora,  grazie ad uno statuto consegnatogli dal PCL, a nome e per il conto della Chiesa!

    RispondiElimina
  44. <p><span><span>Purtroppo…</span></span>
    </p><p><span><span>L’approvazione degli Statuti del 'Cammino' da parte del Pontificio Consiglio per i Laici e' venuta a suggellare la stima e la benevolenza con cui la Santa Sede segue l'opera che il Signore ha suscitato attraverso i vostri Iniziatori".
    Lo ha detto Benedetto XVI nel discorso rivolto a 25 mila neocatecumenali della diocesi di Roma, riuniti in San Pietro per festeggiare con il Pontefice i 40 anni dalla loro nascita presso la parrocchia romana dei Santi Martiri Canadesi.
    "Il Papa, Vescovo di Roma - ha detto Ratzinger - vi ringrazia per il generoso servizio che rendete all'evangelizzazione di questa Citta' e per la dedizione con cui vi prodigate per recare l'annuncio cristiano in ogni suo ambiente".
    "L'inserimento organico del 'Cammino' nella pastorale diocesana e la sua unita' con le altre realta' ecclesiali - ha auspicato - torneranno a beneficio dell'intero popolo cristiano, e renderanno piu' proficuo lo sforzo della Diocesi teso a un rinnovato annuncio del Vangelo".</span></span>
    </p><p><span><span>E voi - ha spronato i necatecumenali - ponendovi con piena disponibilita' al servizio del vescovo, come ricordano i vostri Statuti, potrete essere di esempio per tante Chiese locali, che guardano giustamente a quella di Roma come al modello a cui fare riferimento".</span></span></p>

    RispondiElimina
  45. Povero Bertone, non gli basterà pavoneggiarsi sul palco come fece alla woodstock delle chierichette. E neppure animare un Waka Waka con frati e suore.  Presto dovrà esibirsi roteandosi a terra in Piazza S.Pietro. Auguri....

    RispondiElimina
  46. DANTE PASTORELLI15 settembre 2010 23:40

    Prima di chi?

    RispondiElimina
  47. DANTE PASTORELLI15 settembre 2010 23:46

    Quando apriran gli occhi dovran pianger sulle macerie che han causato con la loro benevolenza. Come ben presto si cominciò a frignar sulle macerie provocate dal concilio.

    RispondiElimina
  48. Il purtroppo poteva evitarselo multinick...devo metterlo in conto delle maschere che riveste su questo blog?
    Maschere che possono "ingannare" solo chi non la segue da tempo, e non ha la memoria corta?
    Andando a cercare quel passaggio di un discorso del Papa,  credendo di poter zittire le critiche,e evitando con cura di citare i forti richiami dell stesso pontefice, lei agisce come tuttii nc  messi in causa dalle critiche.
    Chi conosce il cnc sa come l`obbedienza a Kiko Arguello viene prima dell`obbedienza non solo al vescovo ma al Papa stesso, sa che, se il vescovo non accetta supinamente tutte le esigenze dei nc, il cammino nc chiude e se ne va altrove...obbedienza?
    Chi conosce il cnc sa che NON si inserisce, NON collabora, ma si impone, assorbe, vive nella sua struttura rigida e immutabile,  con i suoi segni, simboli e ritmi DIVERSI da quelli degli altri parrocchiani, NON partecipa  nemmeno più alla Santa Messa con gli altri parrocchiani una volta al mese come era previsto dallo statuto ad experimentum, un`altra grande "vittoria" di Kiko Arguello che se n`era vantato definendola una BOMBA.
    Resta poi per me, ma so di non essere la sola, un immenso mistero se non uno scandalo, che possa essere posto a modello di evangelizzazione un gruppo che ovunque vada porta con sè le prassi distorte di chi le ha create, un laico spagnolo, penso ai metodi, all`"insegnamento" e, sopratutto, penso al rituale sincretista .
    Si è forse dimenticato che LEX ORANDI, LEX CREDENDI ?

    RispondiElimina
  49. <span>"L'inserimento organico del 'Cammino' nella pastorale diocesana e la sua unita' con le altre realta' ecclesiali"</span>

    Piccolo esempio di come i nc recepiscono e applicano le parole del Papa:


    <p>http://neocatecumenali.blogspot.com/2010/09/infiltrazioni-neocatecumenali-nelle.html


    <span>
    "L'inserimento organico del 'Cammino' nella pastorale diocesana e la sua unita' con le altre realta' ecclesial</span></p>

    RispondiElimina
  50. <span>
    <span><span>"L'inserimento organico del 'Cammino' nella pastorale diocesana e la sua unita' con le altre realta' ecclesiali"</span>  
    Piccolo esempio di come i nc recepiscono e applicano le parole del Papa:  
     http://neocatecumenali.blogspot.com/2010/09/infiltrazioni-neocatecumenali-nelle.html  </span></span>

    RispondiElimina
  51. Filippo Burighel16 settembre 2010 10:24

    No dai, adesso non mischiamo Woodstock a Fabri Fibra...

    RispondiElimina
  52. Filippo Burighel16 settembre 2010 10:27

    MA LOL!!!! :-D (tanto per restare in tema di giovanilismi)

    RispondiElimina
  53. già ma resta il "purtroppo"
    e quindi sono riconosciuti e accolti da e  nella Chiesa e questo mi crea confusione...

    RispondiElimina
  54. e Fabri Fibra ai rap di Nilla Pizzi.

    RispondiElimina
  55. Vorrei proprio sapere quale sarà il successo editoriale di 'sta "wakkata".
    Ma crediamo veramente che i ventenni si fionderanno in edicola a comprare questa roba, a 7,90?!?!
    Muhahahahahah..

    Saranno i soliti curati d'oratorio, suore di mezza età e il fraticelli storditi a comprarne una copia da masterizzare per il musical di fine anno dell'oratorio.

    RispondiElimina
  56. Questa iniziativa conferma il mio disgusto per Famiglia (S)cristiana... Carta buona per arostire carne...

    RispondiElimina
  57. <span>Questa iniziativa conferma il mio disgusto per Famiglia (S)cristiana... Carta buona per arrostire carne...</span>

    RispondiElimina
  58. Filippo Burighel16 settembre 2010 14:12

    MA LOL!!!! :-D (tanto per restare in tema di giovanilismi)

    RispondiElimina
  59. Quel video è una parodia di Repubblica, vero? :(

    RispondiElimina
  60. ...Le va bene che la carta è dura.. e intaserebbe le tubature del WC. Altrimenti, avrebbe anche un altro utilizzo.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.