venerdì 18 giugno 2010

Il Gran Maestro massone predilige i montiniani


Pochi giorni fa (il 13 giugno) sulla RAI è stata trasmessa un'intervista di Lucia Annunziata al Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, Gustavo Raffi. Un cortese lettore ce l'ha segnalata. Potete gustare l'intera intervista di mezz'ora a questo link, ma la parte più interessante (sui rapporti con la Chiesa) è negli ultimi due minuti. Ecco che cosa ha affermato il Gran Maestro, riportando, in parafrasi ma fedelmente, il senso delle sue parole:

- Domanda: Ratzinger ha messo in chiaro lo stato di conflitto con la Massoneria. Ma diventato Papa ha anche messo in chiaro il rapporto tra fede e ragione.
Raffi:
Tutti i mondi non sono monolitici, non è monolitico l'islam, non è monolitico il cattolicesimo, non è monolitica la massoneria: in tutti i mondi ci sono anime dialoganti e aperte. Se io devo guardare nell'ambito della Chiesa - questa è una mia esperienza e anche una mia illuminazione, perché da romagnolo avevo altre idee - ho visto che la componente montiniana è la componente più aperta. Ratzinger è auspicabile, però è quello che di fronte al nuovo ordinamento canonico che non prevedeva più la scomunica dei massoni (vabbé che prima erano scomunicati tutti, erano scomunicati anche i liberali...) ha detto che i massoni sono pur sempre soggetti che tramano contro l'autorità della Chiesa. C'è stata tutta una disquisizione se questo riguardava i vertici, la base...
[..]
In Gran Loggia sono venuti a dibattere, e anche nelle manifestazioni a corredo, dei sacerdoti. Addirittura ho un bellissimo rapporto - peccato che non stia bene - con l'ex arcivescovo di Livorno, Ablondi, che fu vicepresidente della conferenza episcopale.

- Domanda: Lei sa che c'è un nuovo dipartimento per il dialogo coi laici presieduto da mons. Fisichella. Lei lo conosce?
Raffi:
Non lo conosco e gradirei conoscerlo.

226 commenti:

  1. Beh...che i montiniani fossero più aperti verso la massoneria non era cosa da scoprirsi...era massone pure lui!

    Ablondi..Ablondi...ma guarda caso non è di Sanremo???

    RispondiElimina
  2. Vista in diretta domenica pomeriggio alle tre >:o

    RispondiElimina
  3. montini persona molto gradita ai massoni. ulteriore indizio circa il suo essere, nei fatti, massone egli stesso. a sua insaputa? ne dubito a meno che non fosse completamente incapace di intendere e volere cosa alla quale non credo

    RispondiElimina
  4. Quindi anche Ablondi, vescovo di Livorno... quello di cui anni fa venne fuori la sua presunta relazione con una donna separata! quello che alla guida della sua macchina investì un pedone, solo che era fuori dalle strisce pedonali, e quindi...

    RispondiElimina
  5. La mamma di Montini era ebrea e i membri della famiglia associati alla MASSONERIA

    RispondiElimina
  6. può dare qualche prova bibligorafica di quanto afferma (libro, link....)

    RispondiElimina
  7. DANTE PASTORELLI18 giugno 2010 12:00

    Penso che Trinacria abbia attinto ai libri sulla massoneria e su Paolo VI di mons. Luigi Villa (editrisce Civiltà di Brescia) che contro la massoneriae la sua influenza sull Chiesa combatte da molti anni vigorosamente con libri ed articoli divulgativi ma informati.

    RispondiElimina
  8. Luis Moscardò18 giugno 2010 12:01

    ... appunto quello; colui che ha contribuito con le sue peripezie a lasciare le casse diocesane "al pagliolo". Nato a Imperia , se non ricordo male, ha avuto palesi contatti con le logge cittadine; celebrò il matrimonio del figlio del Gran Maestro e il giorno dopo l'investimento mortale nel centro città si recò a ceebrare il matrimonio di un assessore comunale... per lunghissimi anni alla guida della diocesi ha vissuto un idillio con l'amministrazione ed il suo apparato di regime che si perpetua dal dopoguerra in un triste monocolore rosso contribuendo a rendere -soprattutto la città- uno zoo di muscolose teste vuote. Persecutore dei sacerdoti di diverso orientamento è stato un campione di "passi in avanti" nell'ecumenismo e nel dialogo col concittadino Toaff.... =-X =-X =-X =-X =-X =-X =-X

    RispondiElimina
  9. Vi ricordate quel passo di "Via col vento in Vaticano", in cui si fa memoria di quella riunione vicino a Roma in cui, in tempo di Concilio, si incontrarono alcuni delegati del GOI e alcuni prelati vaticani? Se non mi sbaglio, si dice nel libro che c'era pure Ablondi...

    RispondiElimina
  10. <span><span><span>Je l'ai souvent dit, je m'excuse de me répéter, il n'est pas nécessaire d'être maçon pour faire la politique de la maçonnerie, il suffit d'être "moderne", de se vouloir "moderne", de penser "moderne", le monde n'étant "moderne" que dans la mesure où il veut se détacher du "passé", se passer du "passé", le combattre même, comme si le passé était synonyme de mort, ce qu'il n'est qu'en apparence, aux yeux des esprits superficiels.</span>  

    <span>L'esprit moderne est essentiellement superficiel; l'essentiel lui échappe; c'est pourquoi il court après l'avenir, dont il attend tout, comme un enfant qui cherche à attraper un moineau avec une salière…</span>  
    <span>Montini, après avoir jeté sa tiare aux orties, courait après le monde moderne avec une salière dans la main: voilà ce que je voulais dire…</span>  
    <span>Savoir s’il était maçon, initié dans une loge, n’a aucune espèce d’importance.</span>

    </span></span>

    RispondiElimina
  11. DANTE PASTORELLI18 giugno 2010 12:21

    La Chiesa nel 1983, davanti all'incredibile "dimenticanza" del CIC, attraverso la Congregazione per la Fede ha ribadito la condanna della Massoneria e il divieto per i cattolici di aderirvi, per l'inconciliabilità tra pensiero massonico e dottrrina della Chiesa.
    Raffi arzigogola su vertici e base: i massoni seguono un percorso di iniziazione e formazione, di ingenui fra loro non ce ne sono. Che poi i vertici conoscano molte più cose della base non c'è dubbio alcuno.

    RispondiElimina
  12. la domanda è rivolta ad un'altro utente, comunque le consiglio vivamente l'istruttiva lettura di un bellissimo ed utile volume:

    Sac. Luigi Villa
    Paolo VI beato?
    Ed. Civiltà, Brescia 1998
    pp. 285
    Il volume si può richiedere a: Operaie di Maria Immacolata, Editrice Civiltà, via Galileo Galilei, 121 - 25123 Brescia - tel. e fax 030-3700003

    Dimenticavo: Don Villa non è mai stato smentito....

    RispondiElimina
  13. Filippo Burighel18 giugno 2010 12:38

    Anche gli storici revisionisti negazionisti documentano i loro testi. Sono quindi informati?

    RispondiElimina
  14. Filippo Burighel18 giugno 2010 12:40

    Don Villa non è mai stato smentito... Forse perché l'interessato alla diffamazione è morto? Grazie, graziella e grazie al [omissis]...

    RispondiElimina
  15. Filippo Burighel18 giugno 2010 12:41

    Che dire... La mamma di quelli che straparlano di massoneria è sempre incinta!

    RispondiElimina
  16. Sono sostanzialmente d'accordo. La massoneria ha influenzato la cultura e la mentalità moderne, e chi respira l'aria della modernità ne è a sua volta influenzato, senza dover indossare grembiuli e senza dover subire o concorrere a complotti (che, pure, ben potrebbero esserci): sicché è addirittura possibile opporsi alla massoneria e, nello stesso tempo, condividerne più o meno consapevolmente taluni punti di vista. o favorirne la diffusione.
    Cordialità,
    ms

    RispondiElimina
  17. Perchè non prova ad informarsi prima di insultare?

    RispondiElimina
  18. Gianni Ferreri18 giugno 2010 13:39

    I libri di don Villa sono simpatici ma completamente inattendibili e inutilizzabili in un dibattito serio, poichè completamente privi di apparato bibliografico e di documentazione a supporto delle tesi enunciate.

    Ad esempio Montini è definito ebreo, perchè la madre sarebbe stata ebrea. Non esiste però alcuna documentazione fornita su tale presunta ebraicità, sull'origine della famiglia (Alghisi) su quando avvenne la conversione, registri di battesimo, cose di questo genere. E' semplicemente affermato che lo è, come io potrei in questo post, affermare di essere il presidente della repubblica.

    Si afferma che la famiglia materna di Paolo VI era massonica, fornendo come prova una foto fatta ad un cippo funerario del cimitero di famiglia. Esso riporta una composizione finto-neoclassica, abbastanza in voga in tutti i monumenti funebri dell'epoca (ma anche nelle lapidi commemorative), rappresentante alcuni strumenti dell'arte, una squadra, altri oggetti.

    http://www.barruel.com/tomba_e.jpg

    Ora, se uno volesse dire che questi sono simboli massonici (premesso che la massoneria li dispone in altro modo, e non casualmente: la squadra deve stare sotto il compasso, a formare un segno simile alla stella di Davide, simboleggiando il principio maschile unito al principio femminile per formare l'androgino, e vari altri significati che non vi sto a dire), dovrebbe anche dire che il Pantheon è sede di una loggia massonica, giacchè i "virtuosi" hanno come insegna proprio squadra e compasso incrociati.

    Altre volte don Villa è più preciso, come quando riporta dichiarazioni di personaggi eminenti (ma tutte le citazioni sono sempre impossibili da verificare, perchè o provenienti da conversazioni fatte a voce, oppure cita libri in modo scorretto e senza riferimenti) o riporta, come nel caso villot, le copie di documenti che provano una estrema vicinanza del sunnominato ai vertici della massoneria francese (cosa in sè che non prova l'affiliazione, ma è comunque assai disdicevole per il segretario di stato vaticano).

    Rimane però l'assoluta impossibilità di usare il materiale dei libri di don Villa al di fuori della chiacchera in pizzeria di fronte ad una birra e gazzosa, giacchè le accuse, pur essendo tutte gravissime e assolutamente verosimili (e secondo me anche fondate), rimangono solo delle grida sguaiate indimostrabili e inutilizzabili in un dibattito serio.

    Per rendere l'idea, se uno volesse sostenere autorevolmente, accademicamente, dibattendo con dei teologi, il fatto che la chiesa era in  mano alla massoneria in quegli anni, usando i libri di Villa, basati sul suo stesso ipse dixit, otterrebbe non solo una pernacchia, ma anche il risultato di rendere una ricerca storiografica su certi gravissimi e serissimi argomenti, inficiata di complottismo becero e ridicolo. Ossia la vittoria completa del nemico.

    Don Villa piace moltissimo ai tradizionalisti fideisti, alla salpan, che rifiutano la dimostrazione razionale della fede, e in nome del duce/papa ha sempre ragione perchè sì, ritengono che fornire delle prove sia una sorta di atto di sfiducia, una diminuzione del gagliardo ardimento tradizionazista con cui affrontare di petto (8 milioni di baionette seco) le sfide del diabolico modernismo.

    Sicchè, i modernisti rimangono ai loro posti indisturbati vista la qualità pagliaccesca dei loro avversari, e questi si inorgogliscono dell'essere pagliacci, in quanto "molti nemici molto onore".

    Tradizionalisti veri, le cose di don Villa le prendono con grande beneficio di inventario.

    RispondiElimina
  19. Luis Moscardò18 giugno 2010 14:12

    <span>Condivido l'argomentazione, anche se apparirebbe nel merito non scevra da qualche punta polemica da cui mi ritraggo per il semplice fatto di ignorare la questione. Noto, tuttavia, che la natura stessa di certi ambienti è tale da non lasciarsi dietro prove, dire e non scrivere perché verba volant, e così via. 
    Magari si è veramente vicini alla verità ma non la si può dimostrare e si "sbraita" agitandosi. Concordo pienamente sul fatto che -in questo caso purtroppo- l'agitazione non prova alcunché. Anche se certe liste rese pubbliche sono molto "verisimili"...</span>

    RispondiElimina
  20. Non ci dimentichiamo le lacrime versate dalla squadra-compasso per la morte di Giovannone il Bergamasco, detto il Buono!

    RispondiElimina
  21. <span>Le «monde moderne» est maçon comme le moyen âge était catholique.  
    Les «Lumières», l'«Illuminisme», l'«Aufklarung», dont on nous rebat tant les oreilles, n'est que le nom «séculier» de l'idéal maçonnique: l'individu-roi, autonome, ni Dieu, ni maître, tous libres, tous égaux, tous frères (mais des «frères» qui n'ont pas de père)… La raison toute puissante (les pauvres…) , La Religion dans les limites de la simple raison (Kant), etc…  
    Difficile d'échapper à ce battage, à cette atmosphère… Y consentir, alors? Mais qui nous y oblige? La Vérité chrétienne nous rend totalement libres, pour peu que nous la prenions au sérieux…</span>

    RispondiElimina
  22. Dopo questa penosa intervista, che fa vedere una alzata di testa della Massoneria in Italia, senza
    precedenti, mi vien voglia di essere leghista (perchè non c'è ovviamente una liga per lo Stato Pontificio) "[B]Carta Costituzionale fiore all'occhiello della Massonerie[/B]" con Napolitano ("esempio per tutti i massoni") e Berlusconi, capofila manovratore, e Bagnasco che benedice il giorno dell'avvento del potere massonico (la repubblica) in Italia e onora come un santo, quel bandito di Garibaldi!

    E Ratzinger che da Papa si è aperto di più verso la Massoneria...

    Che tempi meravigliosi! :)

    RispondiElimina
  23. DANTE PASTORELLI18 giugno 2010 14:31

    Se hanno documenti sono informati. Se i documenti son falsi è un'altra questione. Si smentiscano i documenti.

    RispondiElimina
  24. Faccio notare che furono Giovanni Paolo II e il Cardinal Ratzinger a ribadire la (giusta) condanna della massoneria nella riforma del CJC del 1983...
    Tra l'altro, e lo dice lo stesso Raffi, uno come Ratzinger è tutt'altro che conciliabile e conciliante con la massoneria (a meno che la massoneria sia diventata nemica della "dittatura del relativismo"...)...

    RispondiElimina
  25. DANTE PASTORELLI18 giugno 2010 14:39

    Veramente ha pubblicato libri ed articoli, ripeto, a carattere divulgativo e polemico, quando certi personaggi erano in vita, e credo che qualcuno lo sia ancora. Poi starà a chi di dovere smentire e dimostrare la non veridicità di certe affermazioni e dei documentio su cui quelle son basate. In questo campo, lo ripeto sempre, si deve andar coi piedi di piombo.

    RispondiElimina
  26. Atalaia, se puoi, scrivi in italiano...

    RispondiElimina
  27. E che dire di questo? Non è l'unica foto da cui risulta l'ephod (l'insegna del sommo sacerdote ebraico indossata da Montini)

    RispondiElimina
  28. <span>"Don Camillo" disonora il nik con quello che dice</span>

    RispondiElimina
  29. Interessante quel simbolo vicino al compasso pendente (<span>6</span> punte, <span>6</span> triangoli, <span>6</span> lati)... mi sembra che uno stato l'ha assunto come simbolo nazionale?!?!? e un Papa ne ha messe ben 4 su una mitria che ha indossato!

    SONO FELICE!

    RispondiElimina
  30. Quoto il Garibaldi bandito!
    W lo stato Pontificio!

    RispondiElimina
  31. <span><span>a meno che la massoneria sia diventata nemica della "dittatura del relativismo"...)...</span> 
    *DONT_KNOW*  
     
    eh caro rob, lei è giovanissimo! (beata ingenuità....) 
    provi a pensare, invece:  a meno che essa non usi una<span> doppia faccia,</span> sempre utilissima a tutte le sette: 
    dire cose rassicuranti alla luce pubblica, per incantare i gonzi, (e/o adescare e fare adepti) e tramare per i veri fini ultimi, nel buio e nel segreto! legga più sopra Moscardò: "verba volant"= niente  di scritto che documenti tutto ciò che si dice, si fa e si persegue!....</span>

    RispondiElimina
  32. DANTE PASTORELLI18 giugno 2010 14:56

    Gianni Ferreri non ha tutti i torti: il limite più vistoso di mons. Villa è spesso la mancata citazione delle fonti e le indicazioni precise per la verifica. Spesso, tuttavia non sempre. Certe notizie sono documentate anche con foto ed articoli esattamente indicati. Il fatto è che questo sacerdote non ha fini d'indagine storica ma di battaglia sul campo. Ed in questo senso i limiti dei suoi testi son comprensibili.

    RispondiElimina
  33. <span><span>non a caso si parla tanto di umanesimo, ma si dimentica sempre di aggiungere "cristiano" perché i famosi 'valori' della 'legge naturale', ammesso che si riesca a condividerli, senza il Signore Gesù sono gusci vuoti e qualunque realtà umana costruita su valori, che non hanno come unico Fondamento il Signore, è destinata a degenerare: "se il Signore non costruisce la casa, invano vi faticano i costruttori...(Sl 126).  
    </span>E' Cristo che feconda le realtà umane, non l'uomo che si fa dio di se stesso  
       
    E' un 'umanesimo' anche il 'Nuovo Ordine Mondiale'!    
    Il parlare di 'legge naturale' dei nostri pastori, rispetto al dialogo con gli atei che fa tanto 'cortile dei gentili', fa esattamente il paio con gli ebrei quando parlano delle leggi noachidi per i goym. Ma gli ebrei non conoscono e non ri-conoscono il Signore e hanno dimenticato l'universalità della Salvezza, presente anche nel Vecchio Testamento e portata a compimento da Cristo e dai Suoi nella Nuova ed Eterna Alleanza, mentre i cristiani che dovrebbero conoscere il Signore e vivere di Lui hanno rinunciato ad AnnunciarLo!</span>

    RispondiElimina
  34. DANTE PASTORELLI18 giugno 2010 14:57

    Io non sottovaluterei la piovra massonica.

    RispondiElimina
  35. Per favore...Mons. Ablondi è di Sanremo..provincia di Imperia...ma diocesi di Ventimiglia-Sanremo oggi "felicemente" retta da Mons. Carreggio.

    Imperia invece è Diocesi di Albenga-Imperia..dove regna sovrano Mons. Oliveri..

    RispondiElimina
  36. Il piano massonico per la‭ ‬distruzione della‭ ‬Chiesa cattolica
    Direttive del gran Maestro della‭ ‬Massoneria ai Vescovi cattolici massoni,‭ ‬effettive dal‭ 1962.

    ‬Nella lettura del Vangelo:
    per esempio,‭ ‬invece di‭ “‬Vangelo secondo San Giovanni‭”‬,‭ ‬dite semplicemente:‭ “‬Vangelo secondo Giovanni‭”‬.‭ ‬Ciò farà pensare la gente di non doverli più venerare.‭
    ‬Scrivete continuamente nuove bibbie finché esse saranno identiche a quelle protestanti.‭
    * ‬Omettete l‭’‬aggettivo‭ “‬Santo‭”‬ nell‭’‬espressione‭ “‬Spirito Santo‭”‬.‭ ‬Ciò aprirà la strada.‭ ‬Evidenziate la natura femminile di Dio come di una madre piena di tenerezza.‭ ‬Eliminate l‭’‬uso del termine‭ “‬Padre‭”‬.
    .............
    15‭
    ‬Fate sparire anche tutte le statue e le immagini degli Angeli.‭ ‬Perché mai dovrebbero stare fra i piedi le statue dei nostri nemici‭? ‬Definiteli miti o storielle per la buona notte.‭ ‬Non permettere il discorso sugli Angeli giacché urterebbe i nostri amici protestanti.‭ ‬
    20‭
    Soffocate le scuole cattoliche,‭ ‬impedendo le vocazioni di suore.‭ ‬Rivelate alle suore che sono lavoratrici sociali sottopagate e che la Chiesa è in procinto di eliminarle.‭ ‬Insistete che l‭’‬insegnante laico cattolico riceva l‭’‬identico stipendio di quello delle scuole governative.‭ ‬Impiegate insegnanti non cattolici.‭ ‬I Sacerdoti debbono ricevere l‭’‬identico stipendio come i corrispondenti impiegati secolari.

    *‭<span> ‬Tutti i Sacerdoti debbono deporre la loro Veste Clericale e le loro Croci così da poter essere accettati da tutti.‭ ‬Rendete ridicoli coloro che non si adeguano.</span>
    ........

    RispondiElimina
  37. Don Camillo, quando Ratzinger si sarebbe aperto alla massoneria?

    RispondiElimina
  38. Occhio che a volte i simboli, come il triangolo con l'occhio, sono originari cristiani ma sfruttati dalla massoneria.

    RispondiElimina
  39. Appunto... la legge penale contro il negazionismo è il controsenso... si punisca non l'opinione, ma chi lo sfrutta per portare avanti ideologie sbagliate.

    RispondiElimina
  40. che bello ragazzi .......
    i MONTINIANI sono piu' aperti al dialogo ........

    ritengo il dialogo e mi riferisco al dialogo sulla DOTTRINA , LA NOSTRA , COSA DIABOLICA .... semplicemente perche' il DIALOGO ci mette alla pari con gli altri il che NON è POSSIBILE !!!!!! .........

    dialogare , dialoghiamo ... dialoghiamo  del tempo , di viaggi , di maracchelle , di giardinaggio , bestiame ........................   e ....... hai voglia ...... a dialogare !!!!! ...... 

    RispondiElimina
  41. Lo dice in un passaggio Raffi! e scusate se mi ripeto, a Fatima, il Papa è fiero di dire che il VatII ha accolto le migliori istanze dell'Illuminismo (massonico, ovviamente!).

    RispondiElimina
  42. che IDDIO mi perdoni .. mi ribolle il sangue ..........

    RispondiElimina
  43. Ne abbiamo ampiamente parlato in altri post, la stella di DAVIDE non è mai stata simbolo cristiano, Mic, potrebbe magari ricordarsi dove ne abbiamo già parlato (era il post sulla mistria del Papa) e lui ha postato con dovizia di particolari.

    RispondiElimina
  44. <span>19- <span>Bruciate tutti i Catechismi. Dite agli insegnanti di religione di insegnare ad amare le creature di Dio invece di Dio stesso. L’amare apertamente è testimonianza di maturità. Fate che il termine “sesso” diventi parola di uso quotidiano nelle vostre classi di religione. </span>  
    <span>*Fate del sesso una nuova religione. Introducete immagini di sesso nelle lezioni religiose per insegnare ai bambini la realtà. Assicuratevi che le immagini siano chiare....</span>  
    16 - Abrogate l’esorcismo minore per espellere i demóni; impegnatevi in questo, annunciate che i diavoli non esistono. Spiegate che è il metodo adottato dalla Bibbia per designare il male e che senza un malvagio non possono esistere storie interessanti.  
    Di conse­guenza la gente non crederà all’esistenza dell’inferno né temerà di poterci mai cadere. Ripetete che l’in­ferno altro non è che la lontananza da Dio e che c’è mai di terribile in ciò se si tratta in fondo della medesima vita come qui sulla terra....  
    <span>8 - Togliete il carattere sacro ai canti alla Madre di Dio e a San Giuseppe. Indicate la loro venerazione come idolatria. Rendete ridicoli coloro che persistono. Introducete canti protestanti. Ciò darà l’impressione che la Chiesa Cattolica finalmente ammette che il Protestantesimo è la vera religione o almeno che esso è uguale alla Chiesa Cattolica.  
      9 - Eliminate tutti gli inni anche quelli a Gesù giacché essi fanno pensare la gente alla felicità e serenità che deriva dalla vita di mortificazione e di penitenza per Dio già dall’infanzia. </span>  
    <span>*Introducete canti nuovi soltanto per convincere la gente che i riti precedenti in qualche modo erano falsi.  
    Assicuratevi che in ogni Messa ci sia almeno un canto in cui Gesù non venga menzionato e che invece parli soltanto di amore per gli uomini. La gioventù sarà entusiasta a sentire parlare di amore per il prossimo. </span>  
    <span>*Predicate l’amore, la tolleranza e l’unità</span><span>. Non menzionate Gesù, vietate ogni annuncio dell’Eucarestia.</span>  </span>
    [queste ed altre sono <span><span>-così intitolate e circolanti su internet- le "Direttive del gran Maestro della  Massoneria ai Vescovi cattolici massoni", effettive dal 1962 (Aggiornamento del Vaticano II). Tutti i confratelli massoni dovranno riferire sui progressi di queste decisive disposizioni. Rielaborate nell’ottobre 1993 come piano progressivo per lo stadio finale. Tutti i massoni occupati nella  Chiesa debbono accoglierle e realizzarle.]</span>  </span>
    ------------
    a che punto siamo ?
    :(

    RispondiElimina
  45. Preferisco soprassedere, carissimo.
    Qualcuno ci ha detto che quella mitria gli era stata data in dono e riproduceva quella di S. Agostino, ma tra le immagini che ho trovato io c'erano dei triangoli e non le stelle di David.
    Chi ha postato con rapidità la notizia del dono non ha mai risposto alla domanda su chi gliela avesse donata.
    Non ti nascondo che mi piacerebbe saperlo; ma in ogni caso alzo le mani e sospendo ogni giudizio

    RispondiElimina
  46. Don Camillo, quel passaggio ha molto meravigliato e colpito anche me e mi pare di averlo anche commentato. Ma mi sono detta, a fronte di tanti scritti sublimi del Papa, che lui di certo non può scrivere tutti i suoi discorsi e in contesti di impegno molto coinvolgente e tenuto conto del ritmo delle sue giornate, ci sono particolari dei discorsi che potrebbero sfuggirgli... e allora potrebbe essere interessante sapere chi glieli prepara

    RispondiElimina
  47. Gesù non dialogava, insegnava con autorità e donava Sé stesso e lo fa ancora a chi Lo accoglie...

    RispondiElimina
  48. 4‭- ‬Vietate la Liturgia Latina della Messa,‭ ‬Adorazione e Canti,‭ ‬giacché essi comunicano un sentimento di mistero e‭ ‬di deferenza.‭ ‬Presentateli come incantesimi di indovini.‭ ‬Gli uomini smetteranno di ritenere i Sacerdoti come uomini di intelligenza superiore,‭ ‬da rispettare come portatori dei Misteri Divini.‭
    ‬5‭ - ‬Incoraggiate le donne a non coprire la testa con il velo in‭ ‬chiesa.‭ ‬I capelli sono sexy.‭ ‬Pretendete donne come lettrici e sacerdotesse.‭ ‬Presentate la cosa come idea democratica.‭ ‬Fondate un movimento di liberazione della donna.‭ ‬Chi entra in chiesa deve indossare vesti trascurate per sentirsi là come a casa.‭ ‬Ciò indebolirà l‭’‬importanza della Santa Messa.‭
    6‭ - ‬Distogliete i fedeli dall‭’‬assumere in ginocchio la Comunione.‭ ‬Dite alle suore che debbono distogliere i bambini prima e dopo la Comunione dal tenere le mani giunte.‭ ‬Dite loro che Dio li ama così come sono e desidera che si sentano del tutto a loro agio.‭
    Eliminate in chiesa lo stare in ginocchio e ogni genuflessione.‭ ‬Rimuovete gli inginocchiatoi.‭ ‬Dite alle persone che durante la Messa debbono attestare la loro fede in posizione eretta.‭
    7‭ - ‬Eliminate la musica sacra‭ ‬dell‭’‬organo.‭ ‬Introducete chitarre,‭ ‬arpe giudaiche,‭ ‬tamburi,‭ ‬calpestìo e sacre risate nelle chiese.‭<span> ‬Ciò distoglierà la gente dalla preghiera personale e dalle conversazioni con Gesù.‭ ‬N</span>egate a Gesù il tempo di chiamare bambini alla vita religiosa.‭ ‬Eseguite‭ ‬attorno all‭’‬Altare danze liturgiche in vesti eccitanti,‭ ‬teatri e concerti.‭
    ecc. ecc..........
    :(

    RispondiElimina
  49. È forse sempre incinta, Filippo, ma non per questo partorisce sempre asini male informati. 

    RispondiElimina
  50. non per niente anche Ablondi è sulla lista Pecorelli.

    RispondiElimina
  51. <span><span>ORA:   
    mi si potrà dire che quel programma è solo una storiella, montata ad arte da certi complottisti che vogliono così spiegare il crollo della Fede e della Liturgia Cattolica, che è troppo esagerato e minuziosamente calcolato per essere veramente attribuito alla setta, che del resto non lo renderebbe pubblico, ecc. ecc....   
    Può darsi !   
    Ma io vorrei fermarmi  un attimo su uno solo dei 33 punti di questo fantomatico e tremendo programma che sembrerebbe in buona parte realizzato (...e quanto manca a completarlo?.....): mi interessa capire solo com'è andata per   </span><span>il PUNTO  1, così enunciato, (e che di fatto si è ampiamente realizzato) :<span></span></span></span>
    <span><span><span>Rimuovete una volta per tutte San Michele, protettore della Chiesa <span></span>Cattolica da tutte le preghiere all’interno e all’esterno della Santa Messa. Rimuovete le sue statue, affermando che esse distolgono dalla Adorazione di Cristo.</span>   
       
    Ho già chiesto sui blog di sapere da chi e perchè e stata eliminata la preghiera di DIFESA della Santa Chiesa, rivolta a questo Santo Potente Protettore, che faceva parte della S. Messa, ma non ho avuto alcuna risposta.   
    Potrei sapere, da qualche sacerdote qui presente, (o da persone ben informate su tutte le distruzioni delle preghiere lituirgiche), il PERCHE' di quell'eliminazione, e chi ne fu il responsabile ?   
    Grazie.  
    <span></span><span><span> – </span>Edit</span><span><span> – </span>Moderate</span></span></span>
    <span></span><span><span> – </span>Edit</span><span><span> – </span>Moderate</span>

    RispondiElimina
  52. Redazione di Messainlatino.it18 giugno 2010 16:32

    <span>Ossignùr! Che bello uno statucolo dove i vescovi avevano i poteri dei prefetti. Pensate che paradiso dover implorare un Nogaro, un Forte, un Tettamanzi, un Sepe non solo per avere una messa (come ora avviene) ma anche per avere una licenza commerciale, un permesso di costruire, un appalto... 
    Quindi: 
    VIVA L'ITALIA!</span>

    RispondiElimina
  53. mmà cchè state a ddì aò
    mmà che vvè state a n'ventà aò

    RispondiElimina
  54. Burighel filomassone o massone puro? se invece sottovaluta la massoneria e il suo odio per il Cattolicesimo, è un ingenuo. Speriamo la terza ipotesi.

    RispondiElimina
  55. Credo che la preghiera a S. Michele sia stata eliminata dalla riforma liturgica, quindi da Bugnini, quindi con l'avallo di Paolo VI.

    RispondiElimina
  56. "eeehhh....via, via!....venite qui a disturbare il dottore !.....via ! "
                      così propruppe il dott. Azzeccagarbugli, quando si accorse che Renzo era la vittima,
    e non il malfattore....
                            ..... e buttò le carte in aria, e lo cacciò via dallo studio in malo modo,
    e non volle sentire più nulla
    da quella vittima che reclamava   solo      GIUSTIZIA,
                                                     vero, sig. tripparolo  ? ? ?

    RispondiElimina
  57. (Mi correggo)
    RICORDO A TUTTI, PER CHI NON LO SAPESSE CHE LA MASSONERIA E' PER ANTONOMASIA GIUDAICA, infatti le massonerie cristiane o miste sono considerate inferiori o addirittura non riconosciute. (infatti il Grande Oriente, se non sbaglio, non è riconosciuto propriamente)

    RispondiElimina
  58. AAAAAA NO! non è una bambola parlate! e certi discorsi fatti in certi posti sono stati preparati con gran cura e credo proprio da lui! E poi se fosse così, potrebbe a braccio, correggere... il portoghese lo conose bene!

    RispondiElimina
  59. Nobis quoque peccatoribus18 giugno 2010 17:28

    "rappresentante alcuni strumenti dell'arte, una squadra, altri oggetti", eh si proprio un oggetto a caso. Certo se avessero messo la squadra e compasso con il G in mezzo avremmo capito meglio, ma insomma...

    E chi di voi ha visto il monumento a Paolo Vi fatto erigere sul Sacro Monte di Varese da P. Macchi, quello con la pecora a cinque zampe e altri strani simboli?

    E Ortolani che entrava e usciva dai sacri palazzi?

    E la religione dell'uomo che si fa dio, di cui all'allocuzione finale del Concilio (7 dicembre 1965)?

    E la tiara deposta alle Nazioni Unite (che poi la rivendettero)? E la visita all'inquietante camera di meditazione?

    E la bara senza segni cristiani?

    Ovviamente, tutte coincidenze.

    E la frase del diario del beato Giovanni XXIII, alla data del 28 ottobre 1958 (un testo dove ogni parola e' scelta per l'eternita') "Eccomi nominato Papa".

    I poliziotti francesi che l'avevano in custodia lo videro un giorno uscire in abiti borghesi per recarsi alla Gran Loggia. Ma questi come direbbe la povera Floria Tosca sono "sospetti di spia".

    Un articolo coevo all'intervista del Gran Maestro faceva notare l'alta concentrazione di membri della nota setta a Livorno (anche tra i c.d. di sinistra). Un'altra pura casualita'.

    Mi dispiace cara Redazione, in uno Stato veramente cattolico ci sarebbero altri vescovi. Un grande Pontefice deve essere anche gran principe. Un altro Papa avrebbe inseguito Vittorio Emanuele sino a Torino.
    FdS

    RispondiElimina
  60. Giovan Maria Catalan Belmonte18 giugno 2010 17:57

    In realtà l'efod non è stato indossato "al posto della croce pettorale", ma è l'ornamento del cordoncino della stola. Non quindi un paramento massonico o giudaico, ma un semplice paramento cattolico brutto, confezionato da qualcuno con l'intento di significare qualche bizzarro simbolismo (come che il papa è l'erede del sommo sacerdote, il che è anche vero). Bisogna poi anche considerare che il rito tridentino della consacrazione episcopale fa espliciti richiami nella formula consacratoria proprio agli indumenti e agli ornamenti sacerdotali del sacerdozio di aronne. Per cui se si ha tanto sacro fuoco per sparare a zero su Paolo VI, si dovrebbe anche sparare a zero su san Pio V (e su Gelasio) che l'efod non lo mettevano addosso, ma nella formula consacratoria. Credo che alle volte l'ignoranza faccia prendere la mano, ed è per questo che i nemici ridono. Ridono di scalmanati ignoranti che perdono tempo con foto e stupidate, anzichè dimostrare con perizia scientifica che il giudaismo di montini, non sta nel fermaglio della stola, ma nella dottrina. Così come il filo-massonismo, non sta in un manieristico fregetto su una tomba di qualche bisnonno materno, ma nella sua azione politica e pastorale.

    Non è montini, ma non si può dire chiaramente (e in questo caso ci sono tutti i riferimenti e le bibliografie) che Giovanni XXIII, il "beato" che dai tradizionalisti è tanto amato e considerato come il custode dell'ortodossia, della tradizione e del rito contro i modernisti, aveva dei rapporti PERVERSI con il barone de Marsaudon, un 33° grado RSAA ai vertici della massoneria francese, che lo impose come luogotenente dello SMOM proprio in virtù di questa sua appartenenza (il Marsaudon nelle sue memorie pubblicate afferma che lui riottoso, fu convinto dal Roncalli a accettare la nomina, in quanto era necessario riconciliare la massoneria "di tradizione" con la chiesa per una comune attività umanista). Non si può citare quello che disse mons. Heim (venerato come un santo a causa delle sue molte patacche), riguardo all'apertura verso la massoneria di Roncalli all'epoca della nunziatura?

    Si deve fare i cretini con le foto dei grembiuli e dei ciondoli? Poi ci credo che i tradizionalisti vengono presi per fessi, come dare torto?

    RispondiElimina
  61. Giovan Maria Catalan Belmonte18 giugno 2010 18:00

    Libera chiesa in libero stato! Viva Cavour e Plinio! Viva l'america!

    AMO BATTUTO L'INGILTERAAAA!

    RispondiElimina
  62. Giovan Maria Catalan Belmonte18 giugno 2010 18:48

    Ho seri dubbi sulla autenticità di questo programma. Non che non sia condivisibile, intendiamoci, anzi. E' perfetto: è la descrizione precisa e puntuale, totale, drammaticamente attuale di tutto ciò che è accaduto dal concilio in poi, alla Chiesa. Solo che è troppo perfetto. Non è assolutamente credibile, proprio a causa della sua perfezione. L'idea è che si tratti di un vaticinum post eventum, come la Redaktiongeschichte bultmanniana insegna (nelle università moderniste) per la Sacra Scrittura. Immaginare dei massoni (oltretutto massoni giacobini atei e anticlericali, non regolari) che chiamano la Messa "Santa Messa", al maiuscolo, che usano tutti quei toni di rispetto nei confronti dell'Eucaristia, di Gesù, della Madonna, della Trinità (pur affermando cose contrarie), sa tanto di fasullo. Si direbbe che se non è stato lo stesso don Villa a creare il "programma", sia stato un sacerdote pio e devoto, che usava il giusto tono e la giusta deferenza nel rivolgersi alle categorie della fede cristiana, magari anche senza inventare. Potrebbe avere ripreso anche stralci di argomenti autentici, ma incollati redazionalmente e reinterpretati con l'occhio di chi ha visto applicate alla chiesa, tali "premonizioni". Oppure, per farla più semplice, un semplice prete che per stimolare una santa indignazione nei confronti dei nemici della Chiesa, fa che attribuire tutti i difetti del corso moderno della storia ecclesiale ad un unico soggetto responsabile (la massoneria), addossando tutte le colpe con un fantomatico protocollo dei savi anziani. Ottenendo quindi un doppio vantaggio, ossia l'odio della massoneria, e l'esecrazione massima verso le riforme e le degenerazioni conciliari. Tuttavia non mi parrebbe etico combattere una menzogna con un'altra menzogna.

    Questo testo ha dell'incredibile, soprattutto perchè piovuto dal cielo. Parla di fantomatiche logge o disposizioni, ma non si sa quando e da chi diramati (è facile dare le colpe alla massoneria: essendo segreta si è scusati dal fornire le prove, che mancherebbero appunto per la segretezza. Nota bene: il codice da vinci ha la stessa base teoretica del programma massonico di distruzione del postconcilio, la stessa rintracciabilità, la stessa dimostrabilità e la stessa presunzione di veridicità. Perchè ad uno si deve credere e all'altro no?). Posto anche che sia vero, occorre avere la copia originale. Almeno occorre avere una dimostrazione certa della sua origine. Almeno, dimostrare la sua preesistenza rispetto alle cose di cui parla (altrimenti sono capaci tutti a dare ordini per un futuro che è già avvenuto). Occorre poi dimostrare che i vescovi della lista, che sarebbero gli esecutori materiali del protocollo, erano effettivamente massoni.
    Vero, molti sono zozzi oltre ogni limite. Però da qui a dire che sono certamente massoni, dunque certamente esecutori di tale programma, è un altro paio di maniche.

    RispondiElimina
  63. Giovan Maria Catalan Belmonte18 giugno 2010 18:48

    Bisognerebbe poi dimostrare l'esistenza di questa strana massoneria, che scrive decreti ed encicliche, dirama motu propri, fa commissioni, organi collegiali di controllo e supervisione... Le logge funzionano un po' diversamente. Anche e soprattutto a livelli alti, non esistono ordini diramati pubblicamente. Le interferenze con l'ordinamento civile, avvengono di norma non nelle logge, ma a latere (al bar bevendo il cappuccino, un massone fa ad un altro "fammi sta cortesia va..."). La struttura di potere che sembra emergere da tale protocollo, è simile ad una curia, sembra una sorta di potere speculare a quello del papa. Ma la massoneria non è un antivaticano (sebbene sia così nell'immaginario favolistico di molti cattolici abituati ad immaginarla come la consorteria ottocentesca con il coltello piantato sotto al tavolo).

    Ogni elemento di questo testo, se lo si deve intendere non come una descrizione dello sfacelo nella chiesa, ma come un vero e verace programma di attuazione di un contropotere massonico, dimostra che è totalmente ridicolo. Ma penso che molto dipenda anche dalla serietà di chi legge. Fondamentalmente se una persona è poco seria, le cose serie lo annoiano, e gli piacciono le stupidate. Se una persona è poco logica, sarà anche più incline ad avere familiarità con le cose senza logica (le troverebbe normali), piuttosto che quelle logiche. Se una persona poi parte considerando che conosce già la risposta che vuole trovare nelle cose che legge, e le legge appunto perchè confermano la sua tesi, allora il gioco è fatto.

    Vorrei solo sottolineare quanto sia ridicolo e pericoloso, attribuire tutte le cause dello sfacelo ad un nemico immaginario, un nemico unico, una sorta di babau che ha tutte le colpe. E' una evidente scappatoia per evitare di affrontare seriamente la questione, e andare a trovare le cause laddove esse veramente sono. Il problema del post-concilio è grave soprattutto perchè è complesso, molto complesso. Renderlo semplice dando le colpe tutte ad un unica entità, se prima dicevo che può fare sorridere, ripensandoci oseri dire che è un atto criminale ed  una grave menzogna.

    Se poi la serietà si basa su affermazioni del tipo: "una cosa è seria in quanto non è stata ufficialmente smentita", allora potrei fare notare che ogni giorno sono pubblicate milioni di notizie del tutto ridicole su tutti i giornali, scandalistici e non, e solo una infima parte viene smentita. Certe notizie sui giornali "rosa" non sono smentite semplicemente perchè non vale la pena abbassarsi al livello. Questo protocollo è di livello se vogliamo ancora più infantile ed infimo, così come infantili (non divulgativi) sono i testi senza citazioni, e con i soli punti esclamativi a suffragio di sparate colossali. Serve confutare una cosa che nemmeno è stata pronunciata, appunto perchè non ha la serietà di una affermazione degna di questo nome (fatta coi criteri della scientificità accademica)? Può esistere una forma "divulgativa" che prescinda dalla serietà? Io capirei un riassunto per il volgo di una affermazione ponderata e dimostrata. Il riassunto potrebbe essere semplificato, ma ci sarebbe sempre la possibilità di risalire alla fonte. In questo caso la fonte è il riassunto infantile stesso, che a detta di chi evidentemente pensandola alla stessa maniera giudica ciò che è serio in pase al proprio gusto, va creduto perchè sì.

    Se dunque è serio ciò che non è smentito, vorrei anche fare notare che pure l'unicorno non è mai stato smentito. Suppongo che si trovi attualmente parcheggiato a Firenze.

    RispondiElimina
  64. La "perla" di quella intervista è un'altra cosa: all'inizio la giornalista si premura di informarci che il gran maestro sta indossando un collare che usa solo in specialissime occasioni riservate, ma che per questa occasione ha esibito. Detto in parole povere: il poveraccio ammette che i suoi riti segreti sono solo pagliacciate, e ci fa vedere gli strumenti del mestiere. Poveraccio, non si è nemmeno reso conto dell'autogol.
    Quanto a Roncalli, una volta un professore universitario massone disse a mezza voce che forse quando Roncalli era nunzio in Turchia ha frequentato ambienti massonici (è noto che Kemal e soci erano più o meno massoni)... Ma occorrono sempre le prove. Quello che purtroppo possiamo dire, è quello che disse anni fa Marcello Veneziani: tutti parlano male della massoneria, però poi il sentire comune è improntato al modo di pensare massonico coi suoi "ideali", "diritti umani", ecc., quindi è come se la massoneria avesse vinto.

    RispondiElimina
  65. <span>Ὁ βίος βραχύς, ἡ δὲ τέχνη μακρή, ὁ δὲ καιρὸς ὀξύς, ἡ δὲ πεῖρα σφαλερή, ἡ δὲ κρίσις χαλεπή</span>

    RispondiElimina
  66. DANTE PASTORELLI18 giugno 2010 20:39

    <span>Fonte consultabile e degna di fiducia?</span>

    RispondiElimina
  67. e per te chi verserà lacrime?

    RispondiElimina
  68. Giovan Maria Catalan Belmonte18 giugno 2010 21:10

    Pier Carpi fornì dettagli sull'affiliazione massonica (presunta) del Roncalli in Turchia. Non le prove. Ma non sto dicendo che si debba giudicare Roncalli massone, ma che si debba parlare dei sui rapporti molto favorevoli alla massoneria, come riportati da Heim e da Marsaudon, i quali erano loro stessi a riferire dele cose che faceva.

    RispondiElimina
  69. ed infatti la cosa si ripete .... è puro caso ???? 

    RispondiElimina
  70. ..... consolati cosi !!!!!!!

    RispondiElimina
  71. DANTE PASTORELLI18 giugno 2010 21:15

    E' patetico Raffi - che ho conosciuto molti anni fa quando esercitava l'avvocatura in Romagna - quando ironizza sulla scomunica di tutti, anche dei liberali. E perché no?  Il liberalismo, che pure è difficile catalogare in un cassettino date le sue varie sfumature, sino a che rivendica le giuste libertà dall'oppressione non è riprovevole. Ma è condannato il liberalismo in cui l'individuo, la società, lo stato vogliono essere svincolati dalla religione, dalla legge divino-naturale e pretendono il diritto di ergersi contro la Chiesa e Dio. Inoltre la filosofia che lo sottednde e lo inficia, di derivazione illuministica e sfociante nell'idealismo razionalistico, è materialistica, e quindi incompatibile con la religione cristiana e quella cattolica in particolare. Diverso è il caso di singoli individui che magari han fatto parte del partito liberale rivendicando la libertà dell'impresa e le libertà sociali nel rispetto della legge divina. Penso ad es. all'onorevole cattolico Confalonieri che si dimise dal partito quando il PLI s'infilò nel budello del divorzio e dell'aborto.

    RispondiElimina
  72. sono convinto di tutto cio' al 200 % anche senza leggere notizie circolanti su internet ...... 

    RispondiElimina
  73. <p><span>L'ephod???!! nooooooooooooo</span>
    </p><p><span>ma è uno scandalo! Un insulto. Un peccato mortale. Anzi una bestemmia.. aiutoooo</span>
    </p><p><span>«Ha bestemmiato! Perché abbiamo ancora bisogno di testimoni? Ecco, ora avete udito la bestemmia; che ve ne pare?». E quelli risposero: «È reo di morte!». Allora gli sputarono in faccia e lo schiaffeggiarono; altri lo bastonavano,</span><span> </span><span>dicendo: «Indovina, Cristo! Chi è che ti ha percosso?»</span><span>. (Mt 26,65-68)</span>
    </p><p><span>Il lupo abiterà con l'agnello e il leopardo giacerà col capretto; il vitello, il leoncello e ilbestiame ingrassato, staranno insieme e un bambino li guiderà. La vacca pascolerà con l'orsa, i loro piccoli giaceranno insieme e il leone si nutrirà di paglia come il bue. Il lattante giocherà sulla buca dell'aspide, e il bambino divezzato metterà la sua mano nel covo della vipera. Non si farà né male né distruzione su tutto il mio monte santo, poiché il paese sarà pieno della conoscenza dell'Eterno, come le acque ricoprono il mare." (Isaia 11, 6-9).</span></p>

    RispondiElimina
  74. Ottimo! ma circa il "ciondolino",  quell'ephod è un messaggio di appartenenza alla loggia ebraica evidente di un montini che, come tutti i massoni del tempo, credeva (per la segretezza assoluta di usi e simboli) che si potesse mandare un messaggio "rassicurante" a tutti i "fratelli" del mondo senza proferire parola esplicita.

    Ma massoneria italiana (perchè quella franco-inglese e più arrogante e spavalda) e sempre stata nelle tenebre per tramare nelle tenebre (l'ipotesi di Raffi è ridicola e antistorica).. solo in questi ultimi anni ha alzato la testa in un modo superbo, mostrando la sua propria natura perversamente satanica: corrotta e corruttrice.

    RispondiElimina
  75. <span><span>cara Mic  
    è evidente che non hai molto da fare se te ne vai ad istruirti in certi siti (<span>http://duquedegandia.blogspot.com/2008/05/gran-rabbi-nato-7.html</span>) per poi divulgare fantasie pericolose... </span> 
    <span>per conto di chi lavori? 
    buon pro ti faccia</span></span>

    RispondiElimina
  76. fate fate fate
    ma non è che sei una fata?

    RispondiElimina
  77. è esattamente cosi ...... fu introdotta da LEONE XIII il PONTEFICE ANTIMASSONICO per eccellenza ............

    RispondiElimina
  78. e credo scritta da LUI stesso ........

    RispondiElimina
  79. religione dell'umanità18 giugno 2010 22:15

    <span><span><span>"</span></span></span><span>Per conoscere a fondo la "strategia comunista" non vi è metodo migliore che cedere la parola agli stessi ideatori e burattinai del comunismo: gli alti iniziati e i Capi Incogniti della Massoneria.</span>
    <span><span><span>Dall’alto della sua posizione di Capo d’Azione Politica della Massoneria, il Nubius, in una sua direttiva segreta del 1819, così scriveva: «Il nostro scopo finale è quello di Voltaire e della Rivoluzione francese, cioè l’annichilimento completo del cattolicesimo e della stessa idea cristiana» <sup></sup>1. </span></span></span>
    <span><span><span>Per ben 150 volte</span></span></span><span><span><span>, Voltaire, nella sua corrispondenza privata <sup></sup>2, aveva lanciato la sua parola d’ordine: «Schiacciate, schiacciamo l’infame!». E l’"infame" altro non era che Gesù Cristo e la sua <span>Chiesa.</span></span></span></span>
    <span><span><span>Nel </span></span></span><span><span><span>1901, in</span></span></span><span><span><span>un discorso a Tolosa, il massone socialista francese Viviani esponeva a chiare lettere i termini di questo conflitto strategico con le parole: «Noi non ci troviamo solamente di fronte alle Congregazioni (religiose), ma in faccia alla <span>ChiesaCattolica</span></span></span></span> (...). (Il conflitto è quello) in cui il potere spirituale e il potere temporale si contendono prerogative sovrane, e cercano, disputandosi le coscienze, di conservare sino alla fine la direzione dell’umanità! (...).
    <span>(La battaglia è tra) la società fondata sulla volontà dell’uomo e la società fondata sulla volontà di Dio. (...). Le Congregazioni e la <span>Chiesa</span></span> non vi minacciano col loro modo di procedere, ma bensì con la propagazione della fede» <sup></sup>3.
    <span><span><span>Dunque, quale la strategia da adottare? quale il fine? Risponde lo stesso Viviani: «Sostituire la religione cattolica con la "religione dell’umanità"» <sup></sup>4! </span></span></span>
    .........

    RispondiElimina
  80. religione dell'umanità18 giugno 2010 22:16

    <span><span><span><span>Da secoli, la <span>Massoneria</span></span></span></span> tende ad instaurare con ogni suo mezzo la Religione dell’Umanità! Ma cosa intende essa col termine "umanità"? In un’opera, edita a Friburgo, il Padre Patchtler ha dimostrato molto bene il significato che la <span>Massoneria</span> dà alla parola "umanità" e l’uso che essa ne fa: «Questa parola, nella bocca (della <span>Massoneria</span>) (...) esprime l’indipendenza assoluta dell’uomo nel dominio intellettuale, religioso e politico; essa nega per lui ogni fine soprannaturale, e domanda che la perfezione puramente naturale della stirpe umana sia incamminata verso le vie del progresso.  
    A questi tre errori corrispondono tre tappe nella via del male: l’Umanità senza Dio, l’Umanità contro Dio, l’Umanità che si fa Dio» 5.  
    <span><span>Ecco la strategia comunista posta in breve formula! Ecco le "tre tappe" che il comunismo deve percorrere! Ed ecco l’inconfutabile conferma che tale strategia è stata formulata nel segreto delle retro-logge massoniche: in un estratto dell’istruzione segreta, data dai Capi Incogniti della Massoneria al generale Giuseppe Garibaldi 6, un documento a cui dobbiamo uno dei più bei lumi usciti dalle tenebre della Massoneria, si legge:  
    «L’uomo è, ad un tempo, Dio, Pontefice e Re di se stesso (...).</span></span>  
    ----------------  
    Tratto da  
    La strategia comunista  
    del sac. dott. Luigi Villa con la collaborazione del dott. Franco Adessa  
    CENTRO STUDI CATTOLICI "MATER ECCLESIAE"
    http://holywar.org/italia/ds_mondialismo/testi/pds1.htm</span>

    RispondiElimina
  81. io lavoro e vivo per Cristo Signore. Credo non abbia consultato bene quel sito che, se non ricordo male, difende l'uso dell'ephod da parte di Paolo VI.
    Io sospendo il giudizio; ma intanto l'uso di ragione mi fa dire quel che ho espresso sopra...

    RispondiElimina
  82. <span><span>Giovanni Maria Catalan Belmonte, lei ha fatto una egregia disquisizione, ma mi permetta di obiettare un semplice cosa: il Sommo Sacerdote che usava l'ephod è anche Caifa, colui che ha condannato Gesù! </span> 
    <span>(non so perché ma mi vien in mente proprio adesso che tutto sommato il NO introdotto da Montini, se non annichilisce immediatamente, di fatto diluisce il Sacrificio di Cristo, annichilendolo nel tempo ... non solo, se Paolo VI introdotto il Messale senza la modifica del famoso par.7 suggeritagli da Ottaviani e Bacci, lo avrebbe fatto anche per definizione...    
    e poi mi dovrebbe spiagare che cavolo (mi perdoni l'intemperanza!) c'entra il simbolo delle dodici tribù d'Israele (e c'è molto di più, ma sono disquisizioni che qui non interessano), col Popolo della Nuova ed Eterna Alleanza, che è soprattutto il Corpo Mistico di Cristo e col vicario di Cristo in terra?</span></span>

    RispondiElimina
  83. Luis Moscardò18 giugno 2010 23:15

    Eh eh eh la Redazione ogni tanto ci delizia con queste dosi di "realismo repubblicano"!
    Viva l'Italia nata con i Mondiali dell'82! Viva Bearzot e Pertini con la pipa in bocca, altro che Cavour e Mazzini! Viva Paolo Rossi al posto di Garibaldi! Altro che leggenda del Piave, grande Italia Brasile con Zoff e Zico... Altro che resistenza! Finale Italia Germania trè a unoooo!
    Quello sì che è il vero atto costitutivo di una Nazione, ed è per questo che la Lega ce l'ha tanto con la nazionale di calcio!

    RispondiElimina
  84. Luis Moscardò18 giugno 2010 23:19

    <span>Chiedo venia, io indicavo il luogo di nascita e non la diocesi e comunque non sono un biografo dell'emerito incapp... ehm, mitriato....</span>

    RispondiElimina
  85. Luis Moscardò18 giugno 2010 23:23

    <span>I massoni odiano il Principe delle Celesti Milizie. In un ingiurioso corteo ottocentesco portarono un'immagine di satana vicitore sull'Arcangelo...</span>

    RispondiElimina
  86. Luis Moscardò18 giugno 2010 23:23

    <span>I massoni odiano il Principe delle Celesti Milizie. In un ingiurioso corteo ottocentesco portarono un'immagine di satana vicitore sull'Arcangelo...</span>

    RispondiElimina
  87. Luis Moscardò18 giugno 2010 23:24

    ...ah il liceo! bei tempi!

    RispondiElimina
  88. Non accipimus brevem vitam, sed fecimus, nec inopes eius sed prodigi sumus.

    RispondiElimina
  89. E' una Redazione aperta al dialogo, per una rinnovata cività dell'amore! Mi da GIOIA!

    RispondiElimina
  90. (Aggiornamento)
    <span>La verità rende liberi, di comprendere che siamo in un momento di grande crisi! Marsiglia sarà allagata Roma perderà la fede... Ma non abbiate paura: il Cuore dell'Immacolata vincerà!  
     
    http://www.phoenixmasonry.org/masonicmuseum/yr_modern_past_high_priest_apron.htm</span>

    <span>e poi per i monsignori e preti montiniani che frequentano Raffi, suggerirei questo sito così da emulare cotanto "sommo" sacerdote.</span>

    RispondiElimina
  91. Filippo Burighel19 giugno 2010 02:28

    Io non sottovaluterei neanche la mania di persecuzione. Ci sono bravi medici esperti nel curarla.

    RispondiElimina
  92. Filippo Burighel19 giugno 2010 02:44

    Perché non lo fate voi prima di insultare un Papa?

    RispondiElimina
  93. Filippo Burighel19 giugno 2010 02:46

    Non li partorisce male informati. I suoi figli sono bravissimi a non informarsi per demerito proprio.

    RispondiElimina
  94. Filippo Burighel19 giugno 2010 03:00

    La massoneria regolare inglese (United Grand Lodge Of England, in Italia rappresentata dalla Gran Loggia Regolare d'Italia) considera relativismo, razionalismo e positivismo figli dell'illuminismo come inconciliabili col percorso massonico "esoterico" e "simbolico", ovvero come ricerca interiore di quel che unisce.

    La franco-massoneria invece abbraccia pienamente l'illuminismo e tutti i suoi frutti ed è per questo considerata irregolare e quindi non riconosciuta dalla massoneria inglese (UGLE). Il Grande Oriente d'Italia è riconosciuto dalla franco-massoneria ed è quindi irregolare.

    Per sapere queste cose basta andarsi a leggere le fonti. Sul sito della Gran Loggia Regolare d'Italia ci sono molti articoli, locuzioni, discorsi del loro attuale Gran Maestro. Sun-Tzu ne "L'Arte Della Guerra" raccomandava: "Conosci il tuo nemico." E' difficile conoscere il mio nemico da altri che non da lui.

    RispondiElimina
  95. Filippo Burighel19 giugno 2010 03:04

    Don Camillo, se la matematica non è un'opinione e non vogliamo sputare in testa a Pitagora ed Euclide, la stella di David ha due lati per ogni punta, ergo 6x2=12, non 6 come scrive lei. La sua numerologia spiccia da smorfia napoletana la vada a fare altrove, se le riesce.

    RispondiElimina
  96. Filippo Burighel19 giugno 2010 03:08

    Se posso aggiungere la mia.

    W LA SERENISSIMA REPUBBLICA DI VENEZIA!!!
    W IL DOGE E IL PATRIARCA!!!

    RispondiElimina
  97. Filippo Burighel19 giugno 2010 03:16

    Nessuno è colpevole finché non viene dimostrata la sua colpevolezza. Caro Dante, l'onere della prova non spetta all'accusato, ma all'accusatore. Se l'accusatore non può dimostrare quel che afferma è solo un diffamatore.

    RispondiElimina
  98. Filippo Burighel19 giugno 2010 03:22

    Caro don Camillo, la Stella di David non sarebbe "mai" stata un simbolo cristiano? Ok...

    Bella però la facciata di questa sinagoga fiorentina...

    RispondiElimina
  99. Filippo Burighel19 giugno 2010 03:26

    Bello anche il campanile di quest'altra sinagoga monzese...

    RispondiElimina
  100. Filippo Burighel19 giugno 2010 03:42

    Incredibile, c'è una sinagoga persino nel Santo Monastero greco-ortodosso di San Nicola Anpausas di Meteora...

    RispondiElimina
  101. Filippo Burighel19 giugno 2010 04:46

    L'onere della prova spetta all'accusa. Se l'accusatore non dimostra è solo un volgare diffamatore.

    RispondiElimina
  102. Filippo Burighel19 giugno 2010 04:51

    Fata... De crack, de coca... De tutto!

    RispondiElimina
  103. Filippo Burighel19 giugno 2010 06:09

    E sareste voi quelli che lo accolgono? A posto siamo...

    RispondiElimina
  104. Filippo Burighel19 giugno 2010 06:13

    E loro fornirono le prove o parlarono e basta? Guardi, le garantisco che sono l'amante di Claudia Schiffer. Non le posso fornire le prove, ma lei neppure mi può smentire. Quindi dico la verità?

    RispondiElimina
  105. DANTE PASTORELLI19 giugno 2010 06:42

    Se uno presenta un documento come prova, è la difesa che deve dimostrare ch'è un documento falso.

    RispondiElimina
  106. DANTE PASTORELLI19 giugno 2010 06:44

    L'hai già detto e t'ho risposto.

    RispondiElimina
  107. DANTE PASTORELLI19 giugno 2010 06:54

    Io non sottovaluterei i pericoli della sottovalutazione. La vigilanza dev'esser continua e attenta. Ricordiamoci che la maggior astuzia del diavolo è quella di far creder che non esista. Non mi sembra che Leone XIII, ad es., fosse affetto da mania di persecuzione. Leggi Inimica vis di don Ennio Innocenti coi nomi dei prelati tra 700 e 800 iscritti alla massoneria: un elenco fornitogli dal Gamberini.
    Io non vedo complotti dappertutto, ma condivido quanto affermato da Belmonte sull'infiltrazione del pensiero massonico, e degl'interessi della setta, nmella Chiesa.

    RispondiElimina
  108. <span>egr. multinick, per favore, non mistifichi:  
    quel passo di Isaia è un'immagine che riguarda il Regno di Dio in Cristo quale sarà realizzato pienamente e definitivamente solo alla sua venuta finale e in Paradiso, nella Vita eterna, dove ogni lacrima sarà cancellata,  
    NON in questa storia, (e fino alla fine del mondo), dove sarà sempre in atto la lotta tra il Bene e il male, tra lo spirito del mondo, che giace sotto il potere del maligno, e lo Spirito di Cristo, tra la Luce e le tenebre, tra Cristo e satana con tutti i suoi accoliti, spiriti e uomini!  
    Infatti conviene ricordare S. Paolo, quando rileva che questa lotta tra il Bene e il male, sia nella Chiesa, che nell'anima di ogni cristiano, durerà fino alla fine della storia:  
    "ho combattuto la<span> buona battaglia</span>, ho conservato la Fede..." ecc.  
    ".... poi sarà <span>la fine,</span> quando egli consegnerà il Regno a Dio Padre, dopo aver ridotto al nulla ogni principato e ogni potestà e potenza.  
    Bisogna infatti che egli regni finché non <span>abbia posto tutti i nemici sotto i suoi piedi.</span>  L’ultimo nemico ad essere annientato sarà la morte." (1 Corinti 15,20-27a)  
    Solo alla venuta di Cristo, che sconfiggerà tutti i suoi nemici, solo allora si stabilirà definitivamente quel Regno di Dio che Isaia sta profetizzando, nella sua immagine di pace: la vera Pace ce la dà Cristo, MA NON come la dà il mondo! Lui ce la dà attraverso una continua lotta contro il male ed il peccato, con l'aiuto indispensabile della Sua Grazia e mediante la sua Croce Redentiva. E' una lotta sanguinosa, non una passeggiata idillica (nella bella "valleverde" senza pensieri, traversie e senza lotte....) !</span>

    RispondiElimina
  109. <span>egr. multinick, per favore, non mistifichi:  
    quel passo di Isaia è un'immagine che riguarda il Regno di Dio in Cristo quale sarà realizzato pienamente e definitivamente solo alla sua venuta finale e in Paradiso, nella Vita eterna, dove ogni lacrima sarà cancellata,  
    NON in questa storia, (e fino alla fine del mondo), dove sarà sempre in atto la lotta tra il Bene e il male, tra lo spirito del mondo, che giace sotto il potere del maligno, e lo Spirito di Cristo, tra la Luce e le tenebre, tra Cristo e satana con tutti i suoi accoliti, spiriti e uomini!  
    Infatti conviene ricordare S. Paolo, quando rileva che questa lotta tra il Bene e il male, sia nella Chiesa, che nell'anima di ogni cristiano, durerà fino alla fine della storia:  
    "ho combattuto la<span> buona battaglia</span>, ho conservato la Fede..." ecc.  
    ".... poi sarà <span>la fine,</span> quando egli consegnerà il Regno a Dio Padre, dopo aver ridotto al nulla ogni principato e ogni potestà e potenza.  
    Bisogna infatti che egli regni finché non <span>abbia posto tutti i nemici sotto i suoi piedi.</span>  L’ultimo nemico ad essere annientato sarà la morte." (1 Corinti 15,20-27a)  
    Solo alla venuta di Cristo, che sconfiggerà tutti i suoi nemici, solo allora si stabilirà definitivamente quel Regno di Dio che Isaia sta profetizzando, nella sua immagine di pace: la vera Pace ce la dà Cristo, MA NON come la dà il mondo! Lui ce la dà attraverso una continua lotta contro il male ed il peccato, con l'aiuto indispensabile della Sua Grazia e mediante la sua Croce Redentiva. E' una lotta sanguinosa, non una passeggiata idillica (nella bella "valleverde" senza pensieri, traversie e senza lotte....) !</span>

    RispondiElimina
  110. <span>scusi, Burighel,  
    lei che è il più informato di tutti sui fini e i procedimenti della Massoneria (sia quelli veri che quelli presunti da noi ignoranti), ci informi e ci spieghi tutto quello che ci risulta oscuro:  
    mi vuole spiegare   
                                                    PERCHE'  
    Paolo VI ha deciso di abolire la Preghiera a San Michele Arcangelo, che Leone XIII aveva istituito come invocazione a difesa della Santa Chiesa contro satana  ?  
    alcuni hanno già risposto dicendo CHI l'ha abolita:  
    ora lei ci dica   
                                                  PERCHE' ?</span>

    RispondiElimina
  111. e che vuol dire accogliere il Signore ?
    forse come si usa oggi, da 45 anni, cioè accogliere il <span>peccato come diversa via alla santità,</span>
    o satana come "diversa via al Paradiso", come quel dom che ha scritto: "Il diavolo mio fratello" ?
    questo significa accoglienza a 360°, sig. Burighel  ? ?
    ma sì che siamo<span> a posto,</span> allora   ! sistemati per lel feste....

    RispondiElimina
  112. <span><span>e che vuol dire "accogliere il Signore" ?   
    forse come si usa oggi, da 45 anni, cioè accogliere il <span>peccato come diversa via alla santità,</span>   
    o satana come "diversa via al Paradiso", come quel dom che ha scritto: "Il diavolo mio fratello" ?   
    questo significa accoglienza a 360°, sig. Burighel  ? ? </span>  
    <span>come quei bravi credenti -a 360°- e grandi misericordiosi, ONNI-COMPRENSIVI,</span>  INCLUSIVI,
    <span>che sui blog pseudo-cattolici sfornano sentenze di nuovo conio teologico dicendo</span>  </span><span><span>che.... "siccome Dio è infinito deve per forza comprendere in sè il male insime col bene e ANZI, Lui stesso ha creato il male, quindi anche noi lo dobbiamo accettare, se vogliamo essere accoglienti e grandi come Lui!"  (OVVERO inclusivi...perchè se no ci accusano di INTEGRALISMO!....)
    capito ?!?  </span> <span></span></span>
    <span><span></span></span><span><span></span></span> =-O ..... >:o <span><span> </span></span>
    <span><span>ma sì che siamo<span> a posto,</span> allora   !  sistemati per le feste, eh !.... </span></span>

    RispondiElimina
  113. Occorre equilibrio. Modernità non va confusa con modernismo. Né la modernità è invenzione Sette o Ottocentesca. O forse vogliamo mettere al bando il Rinascimento? Nella sua accezione positiva (e purtroppo non solo in quella) la modernità è una categoria mentale (dello Spirito, avrebbe detto il mio avo di Heidelberg) da cui non esula nessuno di noi. Sull'impatto del pensiero massonico e della massoneria tout court, invece, ha ragione chi invita a non sottovalutarlo. Il tentativo di instaurare direttorii e di pianificare gli sviluppi della cultura e della società c'è stato e c'è. Che non funzioni appieno è frutto della solita eterogenesi dei fini.

    RispondiElimina
  114. http://www.youtube.com/watch?v=I4DchibRGjA&feature=related

    RispondiElimina
  115. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 10:45

    E allora anche Ratzinger è giudeo dato che va in giro con le mitrie con la stella di Davide: solo che Montini lo dobbiamo odiare perchè è brutto e cattivo perchè ha fatto la messa brutta, mentre Ratzinger è il genio tradizionalista che ha salvato la chiesa, conservatorissimo, genialissimo, ha capito tutto del concilio, dei sacramenti, dei vescovi, di tutto e di più, per cui nel suo caso si dice "i suoi collaboratori lo hanno costretto ad indossarla". Due pesi e due misure, perchè la verità è considerata solo come una pezza d'appoggio alle proprie opinioni, nulla di più.

    Io personalmente non ritengo che uno sia giudeo o massone in base al fatto che indossi un ornamento giudaico, ma solo da cose veramente serie. Leggo gli scritti di Razzinger sul giudaismo e mi spavento, leggo il discorso alla sinagoga e piango. Delle stelle di davide sulla mitria me ne frego, perchè onestamente non significa nulla. Qui invece vedo che si da la massima importanza al gossip, ma quando accade qualcosa di veramente serio, la linea ufficiale è quella di coprire tutto e dire che tutto va bene.

    RispondiElimina
  116. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 10:57

    Nel caso di Marsaudon le prove esistono. Lui era effettivamente massone, pubblicamente notorio, era effettivamente cavaliere di malta in quanto nobile (e ci sarebbe da aprire un capitolo su un ordine che prende i massoni e gli atei, basta che siano nobili) e venne effettivamente nominato ai vertici dell'ordine da giovanni 23, dopo che la sua affiliazione massonica era resa pubblica. L'unico giudizio "personale" di Marsaudon, è quello che che riporta la parole di Giovanni 23. Il resto sono fatti. Nel caso di Pier Carpi, degli efod e di tutto il resto, sono illazioni.

    RispondiElimina
  117. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 10:59

    La filosofia liberale è di derivazione illuministica? Mi risulta fuoriuscito dal '600 inglese, non dal '700 francese. Pastorelli, pasca le sue pecorelle, senza andare in ovili che non la riguardano.

    RispondiElimina
  118. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 12:54

    Quello che tu chiami gran loggia giudaica, che suppongo nemmeno esista non è altro che il simbolo di Maestro dell' Arco Reale del rito di York, il più alto dei gradi "capitolari" di questa massoneria di "perfezione" che prosegue con i gradi criptici, e culmina nei gradi cavallereschi (cavaliere della croce rossa costantiniana, cavaliere di malta e cavaliere templare). Queste affermazioni sulla loggia giudaica sono sciocche e inconsistenti, e del tutto prive di agganci sulla realtà. I nostri nemici avrebbero gioco facile a dire che chi facesse simili affermazioni (che oltre ad essere false sono anche indimostrabili) agisce per irrazionale odio verso gli ebrei, che è dunque un "antisemita" e che dunque gli si dovrebbe applicare la tristemente nota legge Mancino. Il tutto solo per avere voluto fare qualche affermazione sguaiata e ridicola. Ribadisco: chi non è capace di dire cose serie, deve stare ZITTO.

    RispondiElimina
  119. DANTE PASTORELLI19 giugno 2010 13:23

    Ho scritto, ma forse non hai letto bene, che si tratta di un fenomeno complesso e non facilmente incasellabile. E remote e più vicine sono le sue origini. Perché non pensare all'Umanesim, al Rinascimento, alla Rifoma? Siamo sicuri che l'Illuminismo non sente l'influenza del 600 inglese? L'individualismo  politico di Rousseau non ha proprio niente a che fare coll'individualismo social-economico di Hobbes? E Descartes non invoca l'emancipazione contro ogni autorità di stampo aristotelico-tomistico? Il suo razionalismo non getta le basi dell'Illuminismo, del criticismo kantiano ecc.? E l'Enciclopedismo non ha niente a che far col liberalismo? Insomma, il 600 inglese restò chiuso dove nacque? E si potrebbe andar per le lunghe e potrei rispolverare tutte le mie conoscenze derivate dagli studi propedeutici alla tesi di laurea (più di 600 pagine con anche 24 righe per pagina) su Francesco Algarotti che fu un cosmopolita poligrafo del 700, corrispondente e amico di Voltaire e di tanti altri illlustri nomi che mi son dovuto ciucciare in lingua originale. Relatore Binni, contro-relatore Garin, che di filosofia un po', ma proprio un po' se ne intendeva, e fu proprio lui che - contro Cordiè il quale puntava l'attenzione sugli accenti gravi anziché acuti, le miserabili briciole le chiamò il Garin - portò la Commissione a darmi la lode per questa monografia altamente lodata.

    Ma non ho voglia di impelagarmi in discussioni del genere: ti lascio volentieri tutta la tua scienza e mi limito a pascolare il gregge nei miei poveri prati, nei quali molto educatamente - come da moderna filosofia e pedagogia? - m'inviti a restare. E, guarda caso m'imbatto in chi è del mio stesso parere: Piolanti. Parente, Palazzini, Bozzetti, Zoffoli, grandi maestri e professori  di teologia, ma anche di filosofia, come lo Zoffoli, nelle università pontificie. A me basta. Mi accontento di poco, io.

    RispondiElimina
  120. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 13:47

    Pastorelli pastorelli, l'onere della prova spetta alla difesa, ahahahah il tridentino dell'unione sovietica, complimenti

    RispondiElimina
  121. Perchè ? Forse perchè solo lei dice cose serie?

    RispondiElimina
  122. Si informano, ma non arrivano alle sue stesse conclusioni, Filippo,non per questo sono asini da schernire.

    RispondiElimina
  123. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 14:40

    Da quello che ho letto in questo 3d, sì.

    RispondiElimina
  124. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 14:40

    Da quello che ho letto in questo 3d, sì.

    RispondiElimina
  125. <p>Giovan Maria  Catalan Belmonte dice agli altri di stare zitti, sembra conoscere bene la massoneria, è molto serio, anche un pò arrogante, si sarà ispirato all` omonimo forse suo eroe cinematografico ?
    </p><p> 
    </p><p>http://www.youtube.com/watch?v=GSNfTBsu3_M&feature=related
    </p>

    RispondiElimina
  126. Redazione di Messainlatino.it19 giugno 2010 14:49

    Dare di massone a Filippo, per una sua opinione personale, è francamente ingiusto, e tra l'altro non si può dedurre affatto una cosa del genere dai suoi interventi. Per stavolta un richiamo, ma sappia Nike che queste insinuazioni non sono tollerate.

    RispondiElimina
  127. ... anche frutto dell'eterogenesi dei fini.
    Può darsi; ma c'è un fatto: il Signore c'é ed è Lui il Signore della Vita e della Storia.
    Per quanto ci riguarda, c'è una sola cosa da fare: essere consavevoli di ciò che accade e continuare a camminare in Lui con Lui e per Lui

    RispondiElimina
  128. Redazione di Messainlatino.it19 giugno 2010 14:54

    Burighel, ho richiamato per l'insinuazione di massoneria che le è stata rivolta. Ora però non si metta lei a far il provocatore: per esempio, qui è ovvio che ha contato ogni lato due volte. Abbassiamo i toni e cerchiamo di discutere pacatamente su questi argomenti, oltretutto seri.

    RispondiElimina
  129. mettersi in testa una mitria con le stelle di davide non ha nulla a che vedere con quanto ho detto sopra di Montini, mi pare. Non siamo sullo stesso livello

    Concordo con lei tuttavia quando dice che legge gli scritti sul giudaismo e si spaventa ed il discorso alla Sinagoga e piange.
    Non ci piace il gossip, sig. kilometrico nick, ci piace cocmprendere ciò che accade tenendo conto anche di indizi significativi che, se sono tanti e convergenti, diventano più che indizi, prove dell mutazione genetica impressa alla Chiesa a partire dal post concilio. Certo covava anche in precedenza; ma ogni epoca deve fare i conti con le sue eresie (si ripropongono sempre quelle, ma rivisitate) e il genere di apostasia che minaccia la Chiesa

    RispondiElimina
  130. e allora evviva il GLORIOSO REGNO DELLE DUE SICILIE  ........ vediamo chi la finisce prima  .........

    RispondiElimina
  131. appunto .. che significa accogliere il SIGNORE ...... CHE SIGNIFICA ???

    RispondiElimina
  132. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 15:58

    Tu invece sembri conoscere male qualsiasi cosa, però parli.

    RispondiElimina
  133. <span>INVOCAZIONI RIPARATRICI</span>
    <p><span>Per tutti i sacrilegi Eucaristici
    Per le SS. Comunioni fatte col peccato mortale
    Per le profanazioni Eucaristiche
    Per le irriverenze della Chiesa 
    Per gli oltraggi e disprezzi dei Tabernacoli
    Per il disprezzo delle cose sacre
    Per l'abbandono della Chiesa
    Per i peccati di immoralità 
    Per le anime senza Dio 
    Per le bestemmie contro il tuo SS. Nome
    Per l'indifferenza verso il tuo amore
    Per gli oltraggi verso la persona del Papa
    Per il disprezzo verso i Vescovi e i Sacerdoti
    Per le bestemmie contro il nome  di Maria
    Per i disprezzi contro le immagini di Maria
    Per l'abbandono del Santo Rosario
    Per l'indifferenza dell' amore materno di Maria</span>
    </p><p><span>perdonaci, o Signore
    perdonaci, o Signore
    perdonaci, o Signore
    perdonaci, o Signore
    perdonaci, o Signore
    perdonaci, o Signore
    perdonaci, o Signore
    perdonaci, o Signore
    perdonaci, o Signore
    perdonaci, o Signore
    perdonaci, o Signore
    perdonaci, o Signore
    perdonaci, o Signore
    perdonaci, o Signore
    perdonaci, o Signore
    perdonaci, o Signore
    perdonaci, o Signore</span></p>

    RispondiElimina
  134. Beh però! Che umiltà! 

    RispondiElimina
  135. Troppo gentile!  :-D

    RispondiElimina
  136. Redazione di Messainlatino.it19 giugno 2010 16:53

    Signor Belmonte,
    possiamo riconoscerle una certa cultura; ma in contempo, riconosciamo che qui non è l'unico ad averla. Quindi le suggeriamo un tono più rispettoso e magari un po' più umile verso gli altri utenti. Grazie.

    RispondiElimina
  137. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 17:06

    A me sinceramente non interessa molto cosa riconosciate voi, giacchè non vi considero una autorità cui io sono sottomesso. Siete solo un blog di privati, nel quale molti privati fanno affermazioni, che il più delle volte non corrispondono a verità, perchè il più delle volte si preferisce semplicemente cantarsela e suonarsela da soli. Siete dei neocon che avete scoperto la messa tridentina e ora tentate di fare combaciare la tradizione cattolica con una visione filosofica e geopolitica e con l'attuale corso ecclesiale.

    Purtroppo molti vi leggono, e chi non sa può venire fuorviato. Questa però è una problematica comune un po' a tutti i blog e i forum. In questi giorni si è dato per scontato che un papa fosse massone solo per un brutto ciondolo che indossava, e questo è parso UMILE alla redazione, che invece intima l'umiltà (dopo aver inneggiato al risorgimento massonico) chi ne difende la memoria, non perchè gli stia simpatico (perchè Montini non mi sta simpatico), ma perchè non sopporti l'idea che si infierisca sul cadavere con illazioni e idiozie da invasati. Solo per giustizia, che qui dentro è un concetto assolutamente sconosciuto (a meno che non converga con interessi politici o preferenze di simpatia, allora si può anche essere giusti).

    RispondiElimina
  138. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 17:06

    A me sinceramente non interessa molto cosa riconosciate voi, giacchè non vi considero una autorità cui io sono sottomesso. Siete solo un blog di privati, nel quale molti privati fanno affermazioni, che il più delle volte non corrispondono a verità, perchè il più delle volte si preferisce semplicemente cantarsela e suonarsela da soli. Siete dei neocon che avete scoperto la messa tridentina e ora tentate di fare combaciare la tradizione cattolica con una visione filosofica e geopolitica e con l'attuale corso ecclesiale.

    Purtroppo molti vi leggono, e chi non sa può venire fuorviato. Questa però è una problematica comune un po' a tutti i blog e i forum. In questi giorni si è dato per scontato che un papa fosse massone solo per un brutto ciondolo che indossava, e questo è parso UMILE alla redazione, che invece intima l'umiltà (dopo aver inneggiato al risorgimento massonico) chi ne difende la memoria, non perchè gli stia simpatico (perchè Montini non mi sta simpatico), ma perchè non sopporti l'idea che si infierisca sul cadavere con illazioni e idiozie da invasati. Solo per giustizia, che qui dentro è un concetto assolutamente sconosciuto (a meno che non converga con interessi politici o preferenze di simpatia, allora si può anche essere giusti).

    RispondiElimina
  139. Filippo Burighel19 giugno 2010 17:15

    Affatto. Quando si presente un documento come prova esso deve essere conforme alle norme. L'onere della prova è solo e unicamente dell'accusa e deve dimostrare anche la validità delle prove.

    RispondiElimina
  140. Filippo Burighel19 giugno 2010 17:17

    Repetita juvant. Soprattutto coi duri di cervice.

    RispondiElimina
  141. Filippo Burighel19 giugno 2010 17:21

    MA QUANDO MAI!!! Ma lei ha mai letto un qualche documento massonico? Si è mai documentato prima di parlare a vanvera di quello che non sa? La massoneria non è "giudaica", come non è cristiana, islamica o pagana.

    Il Grande Oriente appartiene alla franco-massonerie ed è quindi fondamentalmente anti-religioso. Quella che lei chiama "massoneria giudaica" è invece stata fondata dal pastore presbiteriano Anderson, che ne scrisse le prime Costituzioni.
    Ma voi che straparlate di massoneria vi siete mai informati o parlate per sentito dire?

    RispondiElimina
  142. Filippo Burighel19 giugno 2010 17:25

    Chi pecca di umiltà? Chi conosce le cose o chi non ammette che gli altri le sappiano più di loro? Prima di straparlare di massoneria, come di qualsiasi altro argomento, bisogna informarsi seriamente.

    "Conosci il tuo nemico" è il primo principio da seguire quando si va in guerra. E il cattolico è per sé stesso in guerra con la massoneria, ma non si va da nessuna parte a ripetere favolette per sentito dire.

    RispondiElimina
  143. Filippo Burighel19 giugno 2010 17:27

    E quello che ha fatto Paolo VI cosa c'entra con la massoneria?

    RispondiElimina
  144. Filippo Burighel19 giugno 2010 17:33

    No, non vi informate, perché non andate alle fonti. Vi limitate a ripetere per sentito dire quello che hanno detto altri prima di voi. Per sapere cos'è la massoneria bisognerebbe sapere cosa la massoneria stessa insegna. Avete mai letto un articolo delle Costituzioni di Anderson? O quando parlate di Rito Scozzese Antico e Approvato avete mai letto un qualche estratto dalle Morali di Pyke?

    Spesso considerate la massoneria come un fenomeno monolitico, unitario e coeso contro la Chiesa e non vi rendete conto che non c'è una massoneria, ma tante massonerie che spesso e volentieri si detestano tra di loro e si combattono le une con le altre molto di più quanto eventualmente ciascuna di loro combatta la Chiesa.

    RispondiElimina
  145. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 17:38

    Sig.ra brevenickperingannareineocatecumenalichetantolosannolostesso, non mi pare che questo discorso tirasse in ballo il Novus Ordo, anche perchè se proprio volessimo parlarne, in concomitanza con l'efod, cosa dovremmo dire? Che Paolo VI ha approvato il messale nuovo perchè indossava l'efod? Ma Paolo VI ha indossato anche i paramenti di san Pio X, dunque si dovrebbe dire che in quel frangente era anti-modernista?

    Il sommo sacerdote che usava l'efod è caifa. Ma anche Aronne usava l'efod. Come una può obiettare al papa che si stia rifacendo al primo, così si può obiettare che si stia rifacendo al secondo. Io sono contrario all'uso di elementi ebraici nel culto cattolico. Però vorrei che fosse ben chiaro, a chi piace invece spararla grossa, che non è una invenzione recente. I neocatecumenali usano la menorah sulla mensa. Ma ad esempio al Brompton Oratory di Londra, sul presbiterio sono colocate due enormi menorah (da quando è stato fatto). Il significato tradizionale è quello della "ermeneutica della continuità", espressione amata dai frequentatori di questo sito, che si illudono che possa esservi una continuità tra pre e post-concilio. Ermeneutica della continuità tra antica e nuova alleanza, in quanto l'antica è confluita nella nuova. Alla luce di questo, si spiega perchè nel tempio cattolico c'è il candelabro del tempio ebraico: nella chiesa prosegue l'unica religione iniziata con Adamo nell'Eden, e proseguita in varie tappe, tra cui il paganesimo di Abele, di Noè e dei patriarchi, l'ebraismo di Abramo, il culto ebraico sacerdotale di Mosè ed Aronne, il templarismo di Salomone, ecc. fino ad arrivare alla alleanza nuova, ma eterna, ossia quella di Cristo.

    Un discorso del genere ha senso, e così gli antichi hanno sempre voluto adornare di simboli del passato le chiese, per significare continuità. I neocatecumenali significano la stessa cosa? In realtà il problema non è l'uso del candelabro (a 9 braccia, come quello dei Maccabei: segno che è stata rifatta la religione), ma il significato da dare a quella ermeneutica della continuità: siamo uguali ai giudei che hanno ammazzato Cristo, e non ci riconosciamo nella chiesa-pagana-di-trento.

    Per cui, si vede bene che non è l'oggetto in sè ad essere problematico, ma l'interpretazione che se ne da. Qui si è detto che l'efod era il messaggio in codice che Montini dava della sua appartenenza alla loggia ebraica:

    Posso sapere quando è stata fondata e dove, la loggia ebraica e vedere il diploma di montini?

    Lei vuole sapere cosa c'entra l'efod? Non c'entra molto, anzi, assai poco, io non lo avrei messo. ma se vuole fare delle critiche stilistiche, non ci sono problemi. Se si vuole fare affermazioni gravi come dare al papa del satanista, allora i problemi ci sono. Certe affermazioni sono pagliacciate, pure e semplici, offendono chi le dice, chi le legge e colui del quale si parla.

    Ma di simboli del genere sono piene le chiese ed è piena la liturgia. Io ho detto che il rito di consacrazione episcopale nomina le vesti e i paramenti di aronne per significare la continuità del sommo sacerdozio nell'episcopato. Lei mi dica, ha fatto una seduta spiritica per rimproverare papa GELASIO di aver fatto un sacramentario con dentro una formula che ci fa pensare a CAIFA?

    Io cerco di mantenere l'analisi nell'alveo della serietà, questa è la differenza tra me e voi.

    RispondiElimina
  146. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 17:40

    http://www.londonbyclick.com/imgallery/london_oratory/DSCN9527.jpg
    http://img205.imageshack.us/img205/331/brompton2uy2.jpg

    RispondiElimina
  147. Filippo Burighel19 giugno 2010 17:45

    E cosa sto dicendo io, Dante? Vi sto dicendo di fare quello che qualsiasi persona di sani principi farebbe: studiate cos'è davvero la massoneria, imparatene le differenze interne, scopi, motivazioni e ideali reali. Non limitatevi a ripetere quello che dicono gli altri.
    I Papi hanno censurato la massoneria, ma la massoneria non è immobile. Cambia, muta, evolve, fermenta. E' come un serpente che cambia la sua pelle nel corso del tempo. L'unico modo per combattere la massoneria è capirla e lasciare da parte l'idea di una persecuzione alla Chiesa: la massoneria è pericolosa per la Chiesa anche e soprattutto per quello che fa fregandosene altamente della Chiesa.
    La massoneria non può sperare di far male alla Chiesa, perché la Chiesa è fondata da e in Cristo, ma può eccome ferire i singoli cristiani, perché sono uomini e in quanto tali deboli. Solo conoscendo la massoneria possiamo imparare a combatterla.
    Quindi basta con cialtroneria cospirative e iniziamo a rispondere a quello che fa la massoneria.

    RispondiElimina
  148. viva la guerra allora

    RispondiElimina
  149. Filippo Burighel19 giugno 2010 17:56

    Belmonte, precisiamo una cosa: L'Arco Reale non fa parte solo del Rito di York o Rito Americano. Esso risale a prima della fondazione della United Grand Lodge of England ed era già praticato dalla Antient Grand Lodge of England, molto prima della formulazione del Rito di York negli USA, ed è considerato parte integrante e perfezionamento del grado di Maestro Massone.
    Nelle massonerie in "regular amity" con la UGLE (come la Gran Loggia Regolare d'Italia) il Sacro Arco Reale è l'unico rito di perfezionamento massonico approvato ufficialmente. Altri riti, come il Rito Scozzese Antico ed Approvato e il Rito di York (che sono entrambi americani, a dispetto di loro nomi), sono praticati ma non ufficialmente approvati.

    RispondiElimina
  150. Filippo Burighel19 giugno 2010 17:57

    <span><span>Caro Vittorio, si tenga pure il suo Regno, basta che mi lasci la Serenissima!  :) </span><span>
    </span></span>

    RispondiElimina
  151. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 18:02

    Di questo passo diremo che nel sottosuolo vivono i lucertoloni che controllano i nostri cervelli e ammazzano la gente con le onde magnetiche emesse dalla cupola di san Pietro.

    RispondiElimina
  152. Filippo Burighel19 giugno 2010 18:06

    Non mi riferivo a <span>Marsaudon, ma appunto alle illazioni sui Papi.</span>

    RispondiElimina
  153. Filippo Burighel19 giugno 2010 18:16

    Luca, l'unica pagliaccia nell'intervista era l'Annunziata a cadere nella balla sul collare che Raffi le ha raccontato. O forse si è fatta prendere dalla "sindrome di Giacobbo" e voleva fare dello stupido pettegolezzo esoterico.

    E' perfettamente normale per i massoni farsi raffigurare e fotografare coi paramenti dei loro riti. Se può essere indicativo, sul sito della United Grand Lodge of England tutti gli ufficiali della loggia sono fotografati con collare, grembiule e guanti rituali. Niente di riservato.

    RispondiElimina
  154. Filippo Burighel19 giugno 2010 18:25

    Belmonte, se non le piacciono le illazioni sui morti non dovrebbe farle neppure a sua volta su vivi che non conosce o conosce appena. Chi le ha detto che la Redazione è neocon? E anche se fosse, questo la autorizzerebbe a parlare genericamente dei lettori del blog come fossero sodali in tutto e per tutto con la Redazione? E indipendentemente da tutto ciò, che senso ha parlare di "geopolitica" in questo caso? Spero non la consideri un'illazione, ma ritengo onestamente che questo suo post la squalifichi.

    RispondiElimina
  155. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 18:27

    Certo, ma io mi riferivo semplicemente al fatto che il grembiule pubblicato in foto, è un grembiule yorkista, americano. Con ogni probabilità, si sarà cercato su Google "efod massoneria" e sarà uscito il grembiule da Past High Priest (sapranno cosa vuol dire don camillo mic e Luisa?). Non volevo fare un trattato di storia della massoneria di perfezione.

    Però, dato che cordialmente lei mi ha fatto "le pulci", simpaticamente gliele faccio anche io: è poco felice parlare di pratica inglese dell'arco reale, perchè questa è una realtà molto tarda. Per quasi tutto il '700 la UGLA trattò con riluttanza l'arco reale, per motivi prettamente politici: era infatti di genesi irlandese (collocabile attorno ai primi del 1700, sebbene le prime notizie fossero del 1720). I massoni inglesi non hanno gradito per molto tempo che fosse praticato un rito irlandese, a casa loro (alla faccia della fratellanza!).

    RispondiElimina
  156. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 18:34

    Le illazioni rimangono illazioni. L'atto di promuovere un massone notorio a luogotenente dello SMOM, è un atto. Se oggi Ratzinger nominasse Raffi Gran Maestro dello SMOM, come la si prenderebbe? Ecco, lo fece Roncalli 50 anni prima, tutto qui. Però, si badi bene, non voglio dire che Roncalli sia stato massone. Questo è oggettivamente impossibile. Però che si deve dire che Roncalli ha fatto degli atti di connubio tra chiesa e massoneria, che sono molto distanti dal comportamento raccomandato tradizionalmente dai papi. Tutto qui. Però lo hanno fatto Beato, cavolacci.

    RispondiElimina
  157. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 18:40

    Ricordo di avere letto in passato un intervento di Venzi che era filosoficamente perfetto: contro all'immanentismo, contro al materialismo, contro al relativismo. Condannò anche veementemente il fatto che oggi si creda la realtà come non anche composta dallo spirito, e in nome di questo razionalismo kantiano si distruggano le aspirazioni dell'uomo alla sua realizzazione spirituale e religiosa.

    RispondiElimina
  158. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 18:49

    Raffi si fa raffigurare con quello striminzito collarino tutte le volte che lo intervistano. Era anche su Panorama con il collare. Tra un po' lo fotografono anche al mare e pubblicano su Novella2000, sempre con il collare (ci sono migliaia di foto di Gaito, di Corona, di Gamberini, tutti con il collare riservatissimo e segretissimo).

    RispondiElimina
  159. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 18:51

    Plinio, Introvigne e Alleanza Cattolica. Dicono...

    RispondiElimina
  160. <span>Avete riempito la chiesa....</span>

    AVETE  = ma chi sarebbero insomma questi  "VOI" ?... invisibili individui, tutti ammassati in un MUCCHIO indistinto, e <span>contrapposti ad uno solo</span> che ha tutti i titoli di merito, di fronte a quella massa di indegni e ignobili, e dall'alto-alto di una vetta virtuale, li giudica tutti, con sentenza inappellabile  ?
    siamo in attesa del "tremendo giudizio" !....

    RispondiElimina
  161. Filippo Burighel19 giugno 2010 19:08

    Tutto giusto. :-)
    C'è anche da dire che l'apprezzamento per l'Arco Reale in Inghilterra varia molto da loggia a loggia: le logge degli "Antients" lo praticano con più convinzione, mentre quelle dei "Moderns" restano più diffidenti.

    RispondiElimina
  162. Filippo Burighel19 giugno 2010 19:16

    Esatto, l'ho letto anch'io. Però notai anche un suo clamoroso scivolone, credo nello stesso intervento, in cui da un lato condannava il relativismo come contrario all'etica religiosa che la massoneria regolare richiede al candidato e due righe dopo esaltava l'indifferentismo confessionale della massoneria regolare! :-D
    Che ci vuoi fare, alla fin son massoni e c'hanno le loro idiosincrasie, però è giusto comprendere la realtà ed evitare di fare tutta l'erba un fascio.

    RispondiElimina
  163. Filippo Burighel19 giugno 2010 19:19

    E di grazie, in qualche punto avrei negato che queste affermazioni sono errate? Per sentirsi tranquillo ha bisogno che dica sono eresie? Glielo dico: SONO ERESIE! E senza possibilità di discussione. E' contento? Bene!

    Adesso, mi spiega questo suo ragionamento cosa c'entra coi rapporti tra massoneria e Chiesa?

    RispondiElimina
  164. <p><span>Chissà forse hanno voluto mettere in risalto la Centralità di Cristo... e chi lo sa?</span>
    </p><p><sup></sup><span>“</span><span>Nessuno v'impedisca di conseguire il premio, <span>compiacendosi</span> in pratiche di poco conto e <span>nella venerazione degli angeli</span>, seguendo le proprie pretese visioni, gonfio di vano orgoglio nella sua mente carnale</span><span>”</span><span> (Col 2, 18)</span>
    </p><p><span>Il culto degli angeli è legato ad un influsso del giudaismo. Al tempo del Nuovo Testamento, probabilmente a partire con contatti con la Persia, dove c'era tutta una angelologia e numerologia, il culto degli angeli è andato crescendo, e <span>si pensava fossero dei mediatori per la salvezza tra Dio e l'uomo</span>. </span>
    </p><p><span>Allora, Paolo sottolinea che l'unica mediazione è quella di Cristo, è suo il primato. Non si può pensare che siano necessari questi culti degli angeli per ottenere la salvezza e scongiurare il pericolo del futuro. Non c'è nessuna realtà, celeste o terrestre, che possa determinare in maniera assoluta il destino dell'uomo. Il nostro destino è un destino aperto, un destino di Salvezza che Gesù Cristo ci ha ottenuto con il suo Mistero pasquale, la sua Passione, Morte e Resurrezione; destino che mantiene aperto con la sua posizione di Primato su tutto.</span>
    </p><p><span>La vittoria sul Male, sul diavolo, è già conseguita da Cristo. Ma noi dobbiamo pregare “liberaci dal male” <span> </span>affinché la famiglia umana sia liberata da Satana e dalle sue opere. Dobbiamo domandare anche il dono prezioso della pace e la grazia dell'attesa perseverante della venuta di Cristo, che ci libererà definitivamente dal Maligno</span><span> (cfr Compendio CCC n. 597)</span>
    </p><p><span>Ma chissà forse Paolo si è sbagliato, sappiamo che è un po’ luterano…ehehe.</span>
    </p><p><span>(Per approfondire: CCC nn. 328-333 350-351 334-336 352)</span></p>

    RispondiElimina
  165. Filippo Burighel19 giugno 2010 19:28

    Beh, la nomina di un massone notorio a Luogotenente dei Maltesi (anche se per certe storie recenti sullo SMOM verrebbe quasi da ironizzare che fu una nomina coerente...) non è certo un atto infallibile. Quindi può aver sbagliato e ha sbagliato. Il problema è che altri soggetti più papisti dei Papi poi ci ricamano sopra...  *DONT_KNOW*

    Per fortuna, i Papi non vengono fatti Santi per l'infallibilità dei loro atti. Sennò ci toccherebbe aver santo pure il Borgia...  O:-)

    RispondiElimina
  166. Redazione di Messainlatino.it19 giugno 2010 19:28

    Fa benissimo a dire la sua e a tirarci anche sonore bacchettate. Però non possiamo tollerare questo suo atteggiamento offensivo e di disprezzo verso gli altri utenti. Quindi badi ad autoregolarsi, grazie.

    RispondiElimina
  167. Filippo Burighel19 giugno 2010 19:31

    Plinio, Introvigne e Alleanza Cattolica dicono che la Redazione di Messainlatino.it è neocon? Wow... :-P

    RispondiElimina
  168. Non sembra proprio che Filippo Burighel sia un massone o anche solo un simpatizzante della massoneria. Sta solo invitando a informarsi con cura. Né vi sono particolari estremi per ritenere che Filippo sottovaluti l'azione della massoneria. Cerca soltanto di non lasciarsi trascinare dalla corrente dei luoghi comuni senza verificare la loro fondatezza (in molti casi i luoghi comuni sono fondati).

    RispondiElimina
  169. Sarebbe interessante che qualcuno spiegasse che cosa c'entri Kant con l'immanentismo.

    RispondiElimina
  170. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 19:44

    Ovviamente: sono massoni. Per cui non si può pretendere che abbiano una adamantina visione del mondo in senso tomista, ancorchè essi siano regolari.

    Ma non è che io voglia basare i miei studi ontologici sui testi di Venzi (che rimane comunque molto più metafisico di parecchi vescovi e cardinali e professori di pontificie università). Era solo per dimostrare che di fronte ad un Venzi, occorre lavorare molto di fantasia per farlo diventare un torturatore di preti che dirama ciclostilati in cui si suggerisce di abolire le genuflessioni al Ss.mo per ordine dei giudei.

    Ovvio che però, essendo massone, ritiene che le confessioni religiose siano una categoria exoterica e come tale di rango inferiore, rispetto alla religoone pura esoterica cui si può arrivare solo per via iniziatica. Non negherà alle confessioni e alle chiese di avere un qualche valore, ma semmai come proposte tradizionali per spiegare al volgo profano quelli che sono i misteri dell'unica fede, conosciuta in quanto tale solo dagli iniziati. In tale ottica, probabilmente considererebbe anche le religioni tradizionali, anche la chiesa cattolica, come una simpatica introduzione alla trascendenza, al mistero, alla verità, ma da completare poi in loggia. Per questo, anche la massoneria regolare, sebbene diametralmente opposta a quella giacobina-francese, non è compatibile con il cristianesimo. Per quanto i massoni possano essere tolleranti e metafisici, riterranno sempre la rivelazione di Cristo come non definitiva. E questo non è tollerabile, ed è la vera motivazione della spaccatura tra religione cristiana e massoneria, che configura quest'ultima come una "eresia" (appunto negando la perfezione della rivelazione cristiana).

    Sono convinto che la visione complottistica-cospirazionista, che era presente anche nel cjc del 1917, riflettesse una visione molto storicizzata, ossia fosse debitrice el concetto di società segreta ottocentesca, tipo carboneria, in cui l'aspetto cospiratorio contro l'autorità politica ed ecclesiastica era di gran lunga più appariscente e visibile di quello teoretico.

    A mio giudizio è corretto togliere la massoneria, sic et simpliciter, dal novero delle realtà che "cospirano" contro l'autorità pubblica e la chiesa. Sia perchè come si è visto ci sono vari tipi di massonerie, a solo alcune effettivamente sono anticlericali. Sia perchè a ragion veduta, la massoneria ha fondato la società civile attuale, e dunque a poco senso pensare che essa cospiri contro se stessa.

    E' vero che tuttavia parallelamente all'attività delle logge, in cui è vietato parlare di religione e di politica, vi è anche il principio del mutuo soccorso tra i fratelli, e il fatto che essi tendono effettivamente a scavalcare le regole dell'ordinamento democratico, costituendo una sorta di società parallela. Però, a questo punto, si dovrebbe ritenere che anche la Compagnia delle Opere in Lombardia, per gli stessi ragionamenti che si potrebbero fare per il cospirazionismo, sia una società che cospira contro l'autorità....

    Forse però, a questo punto, è meglio ricondurre le cose al piano della dottrina, non tanto della prassi più o meno corporativa (anche perchè tutti tendono ad aiutare prima quelli dei propri circoletti, pure il parroco magari da una raccomandazione ad un suo collaboratore prima che ad uno sconosciuto, senza che sia massone). Mi pare che il cjc del 1983, con la precisazione di Ratzinger, ricollochi la questione ad un piano dottrinale, ossia di una incompatibilità dogmatica tra dogma cattolico e dogma massonico (vedasi al proposito tutti gli studi di mons. Stimpfle sull'argomento).

    Ci si può forse lamentare che però, la chiesa non prenda posizione in modo forte e deciso, comminando la scomunica per eresia ai [...]

    RispondiElimina
  171. <span>Filippo, qualcuno le replicherà che la facciata di Santa Croce è opera tarda e di committenza inglese.</span>

    RispondiElimina
  172. Certo che se diam letame alla massoneria e poi prendiamo per buono tutto quel che dice Raffi, del principio di non contraddizione facciamo polpette...

    RispondiElimina
  173. Certamente. Per noi cristiani, in fin dei conti, l'eterogenesi dei fini si chiama - quando oppugna intenti erronei o malvagi - Provvidenza.

    RispondiElimina
  174. DANTE PASTORELLI19 giugno 2010 20:24

    <span><span>Ma io son colpevole, l'ho confessato. Però  la prova non dovrebbe esser portata dall'accusa? sarà per questo che troppo spesso si condannan gl'innocenti. I sovietici hanno sterminato milioni di persone senza prove. Come l'illuministica rivoluzione francese, addirittura sulla base della legge dei sospetti. Comunque son contento, perché vedo che hai ben assimilato la lezione del Della Casa e continui a farne grato esercizio.  </span></span>

    RispondiElimina
  175. DANTE PASTORELLI19 giugno 2010 20:24

    <span><span>Ma io son colpevole, l'ho confessato. Però  la prova non dovrebbe esser portata dall'accusa? sarà per questo che troppo spesso si condannan gl'innocenti. I sovietici hanno sterminato milioni di persone senza prove. Come l'illuministica rivoluzione francese, addirittura sulla base della legge dei sospetti. Comunque son contento, perché vedo che hai ben assimilato la lezione del Della Casa e continui a farne grato esercizio.  </span></span>

    RispondiElimina
  176. <span>Fra me e voi......che umiltà!     :-D   
    Capisco sempre meglio perchè il nostro blogger gentleman si è scelto quel nick! 
    Ma avrebbe potuto anche scegliere Narciso . 
    http://www.youtube.com/watch?v=or41IBEUCn4&feature=related </span>

    RispondiElimina
  177. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 20:35

    Ho parlato di razionalismo. Ma non si preoccupi.

    RispondiElimina
  178. perche' mai dovrebbe  perdere del  tempo prezioso a studiare la massoneria cosa di cui ho , personalmente ,  un' istintiva repulsa ..............

    perche 'mai  dovrei capirne il vogabolario ( per capirne il lingaggio ) e la simbologia ( la sostanza ) ...... 

    RispondiElimina
  179. a me sembra che si stia parlando fra sordi .............

    RispondiElimina
  180. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 20:40

    Vi ringrazio, è consolante. Viva Plinio.

    RispondiElimina
  181. l' ITALIA  è stata grande nella sua diversita' e questo NON lo abbiamo capito , NE lo abbiamo meritato ........ coi risultati di oggi ............ 


     ......... spero rifarete presto il BUCINTORO .......... 

    RispondiElimina
  182. DANTE PASTORELLI19 giugno 2010 20:47

    C'è chi la cervice non ce l'ha proprio, dunque meglio dura.

    RispondiElimina
  183. Giovan Maria Catalan Belmonte19 giugno 2010 20:50

    Se Roncalli (nunzio) promuove un massone alla luogotenenza, non è un atto infallibile, ma è un fatto. Il fatto fa luce semplicemente su una visione morale del Roncalli, che ritiene la massoneria di tradizione una bella cosa, compatibile con la chiesa cattolica. Mi permetto di essere perplesso i fronte ad una simile scelta, così come mi permetto di ritenere che il Roncalli sapesse perfettamente. Perchè qualora per salvare capra e cavoli si volesse dire che Roncalli può avere ignorato il segreto di pulcinella della massonicità di Marsaudon, occorrerebbe dire che alle nunziature mettono dei rimbecilliti totali, sprovveduti e completamente fuori dal mondo. Ma mi pare che i nunzi possano forse essere antipatici, forse eterodossi, forse poiliticamente contrari alle nostre opinioni (Romeo, Bugnini, ecc.), ma non si può proprio dire che siano dei fessi.

    RispondiElimina
  184. ritengo le persone colte terribilmente noiose specie quando la nostra cultura è disgiunta alla sensibiiita' ........ 
    ..... noiosa e pericolosa  ........
    ..... pericolosa per noi stessi in primo luogo e poi per gli altri ..........

    RispondiElimina
  185. <span>
    <span>Per restare nell`alveo della serietà...   


    Nella foto da lei linkata vediamo una menorah uno dei simboli più antichi della religione ebraica, posso seguirla fino ad un certo punto nel suo discorso di continuità, ma è chiaro che sull`altare deve trovarsi la Croce di Cristo e non un candelabro ebreo, del resto così è nella foto .  
    <span>I neocatecumenali mettono sulla loro mensa la Hanukkah,</span> il Candelabro ebraico a nove bracci che ricorda la riconsacrazione da parte di Giuda Maccabeo del Tempio di Gerusalemme profanato da Antioco IV Epifane (104 a.C.), conosciamo l`interpretazione che ne è data all' interno del cammino.
    Potrebbe spiegarmi meglio queste sue due frasi, la prima riferita se ho ben capito al cammino neocat,:
    "siamo uguali ai giudei che hanno ammazzato Cristo, e non ci riconosciamo nella chiesa-pagana-di-trento. " 
     E la seconda :  
    "espressione amata dai frequentatori di questo sito, che si illudono che possa esservi una continuità tra pre e post-concilio.".
    Grazie.
    </span></span>

    RispondiElimina
  186. DANTE PASTORELLI19 giugno 2010 21:04

    Per un motivo semplicissimo: un po' di buona educazione si dovrebbe mostrare per la moderazione. Che si può contestare, ma senza la sgangherata e menefreghista spocchia che  qualcuno rivela. Purtroppo la redazione pensa che tutti siano in grado di autoregolarsi. E invece c'è chi, presume tanto di sé che non riesce ad autoregolarsi, neppure volendolo.
    Mi accorgo che ce n'è un altro di interventi censori: ora clicco per apprezzarlo, come apprezzavo Sordi.

    RispondiElimina
  187. Ma che carino!
    Un vero gentleman che sa parlare alle signore... :-D

    RispondiElimina
  188. ma no !!!!!! niente affatto !!!!!!!! la realta' ,  quella che a me interessa è viva e per niente noiosa ........ anche se risale che so ........ a 300 anni fa ..............

    RispondiElimina
  189. Infatti non ci preoccupiamo. Tanto più che molti palati adorano i minestroni - di immanentismo, relativismo, razionalismo assortiti (persino con le preposizioni eccentriche, contro <span>al</span> logorio della vita moderna) - e tanti stomaci li digeriscono placidamente.

    RispondiElimina
  190. un volta si diceva: "sopportare pazientemente le persone moleste e pregare Iddio che muoiano presto..."

    RispondiElimina
  191. Filippo Burighel19 giugno 2010 22:25

    Meglio essere liberi senza la cervice, che essere schiavi e tronfi della propria.

    RispondiElimina
  192. Filippo Burighel19 giugno 2010 22:34

    <span>Pensi che Leone XIII quando l'ha condannata l'abbia fatto a occhi chiusi? Pensi che non si sia informato, non abbia raccolto documenti e testimonianze per prendere la sua decisione? 
     
    Studiare la massoneria è necessario per capirla e quindi combatterla. Se non sai come il tuo nemico ti attaccherà non sarai mai in grado di difenderti e contrattaccare o attaccarlo preventivamente. La massoneria vive dei suoi riti e dell'interpretazione che a essi viene data. Conoscere la simbologia massonica e l'interpretazione che essa ha e ha avuto nel tempo è l'unico modo per capire come si evolverà nel futuro e come di conseguenza la massoneria attaccherà i cristiani e/o la Chiesa.</span>

    RispondiElimina
  193. Filippo Burighel19 giugno 2010 22:39

    Tutto esatto. Sottoscrivo ogni parola in questo caso.
    Soprattutto la nota su quanto Venzi sia più metafisico di certi vescovi! :-D

    RispondiElimina
  194. Filippo Burighel19 giugno 2010 22:44

    E che l'architetto era ebreo, se è per questo. Ho solo messo tre esempi, i più interessanti. Ce ne sono decine di altri.

    RispondiElimina
  195. DANTE PASTORELLI19 giugno 2010 22:45

    Insomma come "andava combattendo ed era morto".

    RispondiElimina
  196. Filippo Burighel19 giugno 2010 22:46

    Anche l'Impero Austro-Ungarico era grande nella sua diversità. Cerchiamo di non attaccarci ai luochi comuni.

    RispondiElimina
  197. Filippo Burighel19 giugno 2010 22:47

    "Sant'Aristotele" aiutaci tu! :-D

    RispondiElimina
  198. Filippo Burighel19 giugno 2010 22:49

    Perplessità più che legittima. :-)

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.