sabato 10 aprile 2010

La nuova chiesa all'Aquila: un osceno gasteropode.


Tubero deforme? rizoma di mandragora? turgida cloaca intestinale? aborto teratologico? verme di Dune? titanico lombrico ctonio? vibice, esantema, antrace, parotide, bubbone, furoncolo albicante? carapace elicoidale? budello strozzato?

Tutto, tutto si può dire di quell'informe struttura, meno che sia una chiesa. E allora, quale perversione malacologica ha spinto la Curia aquilana ad accettare il conchiglione che vedete qui rappresentato, quale progetto per la chiesa che dovrebbe rappresentare la rinascita della martoriata città? A quali perverse cerimonie sarebbe acconcio un così inquietante delubro?

Leggete in proposito quel che ne scrive Francesco Colafemmina in Fides et forma. Da cui traiamo il montaggio analogico con l'avvenente Jabba the Hutt, di Star Wars.

66 commenti:

  1. mostre di mostri10 aprile 2010 09:09

    mi si stanno drizzando tutti i capelli !
    (come accade, finchè non diventeremo indifferenti a tutto,....) ;
    ma....chi ha progettato e soprattutto approvato (e già promosso?) quel MONSTRUM ?
    =-O

    RispondiElimina
  2. E vorrebbero che si continuasse ad aiutare gli aquilani per poi vedere come vengono spese le offerte? Ma che gente c'è alla guida di quella diocesi? fra il vecchio arcivescovo ed il nuovo ausiliare fanno proprio un bel duo....di ignoranti. Si bestemmia anche dando l'approvazione a certi progetti cjhe vengono spacciati per arte.

    RispondiElimina
  3. Giambattista Marino10 aprile 2010 09:35

    <span><span>Bravi, bravi, posteri del 3° millennio, bravi !      
    Ve lo dissi, 4 secoli orsono:      
    <span>"..</span>.è del poeta il fin la meraviglia <span>/ chi non sa far stupir vada alla striglia..."</span>  
         
    Vedo che state applicando il mio motto, ben oltre le mie intenzioni !  </span>    </span>
    <span><span> *DONT_KNOW* ..... :(
    Ma... che cosa dico mai !!      
    L'arte barocca, quella sì, fu una meraviglia  !      
    Per queste vostre MIRABILIA, e per le future,</span>    
    <span>che tutto l'orbe umano e cattolico nei secoli a venire</span>    
    <span>dovrà MIRARE E RIMIRARE,</span>    
    <span>quante volte ancora dovrò pur io,</span>    
    <span>che dissi quel motto celebre,</span>    
    <span>rivoltarmi nella mia tomba  ??      
    E che diranno di voi, i vostri posteri, </span>   
    <span>o llustrissimi, MERAVIGLIOSI ARTISTI di arte sacra      
    del 3° MILLENNIO INEUNTE  ?!?</span></span>
    :( <span> </span>
    <span><span>(ohimè !... lasso omai, di tanti MONSTRA, </span>   
    <span>richiuderò gli occhi e venga alfine il sonno di pietra</span>    
    <span>su di me, immoto e immemore....      </span></span>
    <span><span>DEH, PIETA' di me! ...non mostratemi più NULLA OMAI, </span> </span>
    di cotesto mostruoso secol vostro !!...)

    RispondiElimina
  4. Chi lo ha scritto?10 aprile 2010 10:19

    "Triste ed amara constatazione. Ridotta l'educazione ad artificio e non più animata dal soffio animatore di un'idea e di un affetto potente, essa non poteva suscitare che il riso.Ma non sempre il ridicolo, che si cela nella realtà, riesce a soffocare l'aspetto tragico di essa, e molto spesso perciò il riso cede alle lacrime. Quando ciò non avviene, ed è il lato comico ad imporsi nella tragicommedia recitata da preti che hanno dimenticato il senso del Cristianesimo, e da laici che, pur di combattere i preti si adoperano a negare in tutti i modi la gloriosa tradizione cristiana, il riso prevale. Perciò:" ...quando non piango, rido"

    RispondiElimina
  5. Mi domando cosa faccia Mons D'Ercole, inviato da Benedetto XVi, per sorvegliare sulle corbellerie italiane e sugli sperperi.

    Chi ha autorizzato questa cozzaglia  asciugata al caldo sole abruzzese che assomiglia agli escrememti delle mucche nella transumanza scritta da Silone?

    RispondiElimina
  6. Le chiese come questa hanno in genere un grandissimo pregio: sono costruite in cemento armato e hanno pochi materiali nobili; quando saranno passate di moda non sembrerà un grave danno abbatterle ( con tutto il rispetto per il loro Inquilino ).

    RispondiElimina
  7. <span></span>
    ora, non mi fate parlare....
    è pur vero che la Marsica, insieme con tutta la provincia aquilana, è quasi una "regione nella regione", molto diversa per tanti aspetti (paesaggistici e storico-culturali) dalle altre provincie abruzzesi (adriatiche), ma purtroppo, per quanto riguarda il governo delle diocesi, e il potere effettivo, nelle decisioni che contano, c'è assoluta uniformità in tutta la regione Abruzzo.... 
    =-X

    RispondiElimina
  8. mi dissocio totalmente dall'indignazione per codesto progetto.

    La chiesa informe è in perfetta sintonia con la riforma liturgica.

    Fulgidissimo esempio di edificio costruito per contenere un rito ameboide.

    RispondiElimina
  9. i Musulmani nel costruir moschee sanno esser più moderni di noi e capaci di fare ugualmente edifici belli.



    E siccome spesso i progettisti dei mostri cattolici sono gli stessi che progettan belle moschee il responsabile di tanta informe bellezza va ricercato altrove.......ovvero.................nella committenza.

    Qualcuno sa per caso se il mio 8 per mille posso darlo alla Fraternità san Pio X?

    Se non lo posso fare lo do ai Musulmani, almeno loro lo sanno impiegare meglio dei nostri vescovi.

    RispondiElimina
  10. Meglio decrepiti che cazzolici!
    Nel primo caso basta un restauro nel secondo ci vuole Padre Amorth!
    Matteo

    RispondiElimina
  11. Mio caro Linus,

    anche le chiese in Africa e nell'Estremo Oriente, hanno qualcosa della bellezza divina..... quello che non riescono a dare gli edifici dei progettisti italiani, considerato che i committenti sono stravaganti in tutte le loro scelte......... (in sintonia con le porcate che combinano e di cui ancora non trapela tanta notizia per omertà e per quieto vivere).
    Le chiese quindi non sono tanto  quali luoghi di culto a Dio ( come le moschee )   ma diventano alla Bruno Forte semplice aule liturgiche. Anonime e bruttissime , immagine di una Chiesa che non è orante  ma tutta tuffata al socilae. Per questo non mi meraviglio che il Signore non trova più posto nella sua Casa.

      

    RispondiElimina
  12. ............che.........schifo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  13. Card. Lotharius10 aprile 2010 13:47

    Non si può dare l'otto x mille alla FSSPX...perchè altrimenti dovrebbero identificarsi come altra Chiesa o confessione.

    RispondiElimina
  14. Queste nuove chiese sono eretiche perchè asprimono la sudditanza culturale di certa parte della chiesa vaticanosecondista rispetto al mondo: certi cattolici si vergognano di essere tali, si vergognano della classica forma a croce latina o greca, si vergognano di qualsiesi segno identitario e magari senza esserne intimamente convinti per essere alla moda, alla "page" si sorbiscono autentiche scempiagini da voltastomaco, spero che qualcuno alla CEI, all'Aquila, legga tutto questo.....
    Tempo addietro ho consegnato personalmente una buona offerta per la costruzione delle chiese dell'Aquila..... comincio a pentirmi di quello che ho fatto...... mi dispiace per la pessima figura che hanno fatto i due vescovi dell'Aquila..... 

    RispondiElimina
  15. parroco di campagna10 aprile 2010 13:56

    che vergogna davvero,vergogna davvero.Uno schiaffo alla gente dell'Aquilache ha già tanti dolori e tante tristezze.
    Ma questi vescovi dove hanno la testa?e quanto costerà?E noi parroci a indire collette e raccomandare generosità.
    Che figuraccia ci facciamo anche noi.

    RispondiElimina
  16. prete aquilano10 aprile 2010 16:39

    L'indignazione per il progetto, lo schifo, l'orrore, non sono assenti nel clero aquilano. Ma se il nostro Vescovo e la commissione liturgica  han ritenuto bellissimo il progetto, qualche prete che ancora ha un pò di senso artistico e di gusto del bello che può fare?

    Mala tempora currunt!

    RispondiElimina
  17. come volevasi dimostrare !
    =-X

    RispondiElimina
  18. ovvero: il potere, "se uno non ce l'ha, non se lo può dare" !
    =-X

    RispondiElimina
  19. che fatre copiate i post da Cantuale e da Collafemmina? e basta con ste cose. Che senso ha se no entrare in un blog piuttosto che in un altro?

    RispondiElimina
  20. <span>ma lei, perchè piuttosto non esprime la sua opinione sul tema ? 
    cioè : se l'oggetto è "bello" o "brutto" ? </span>
    <span>o provi a dire se non le fa nè caldo nè freddo  !</span>
    <span>ma non sarà forse che l'osceno oltre ogni limite del pensabile comincia a disturbare anche gli ottimisti-progressivi, che, in un soprassalto di coscienza, dicano</span>
    <span>"coprite quell'orrore, non lo vogliamo vedere, non ce lo ricordate!..." ?</span>
    <span>sarà per questo che lei dice "basta con ste cose" ?...
    (mah....sarebbe troppo bello un tale risveglio di sensibilità !....)</span>

    RispondiElimina
  21. Lux ... De Capitani cerca fan e lettori vai a farti un giro dalle sue parti!
    Matteo

    RispondiElimina
  22. Politicamente Scorrettto10 aprile 2010 18:07

    Come disse un tal ragioniere: "E' un cagata pazzesca".

    RispondiElimina
  23. ma è evidente il perchè!....
    perchè i fans delle magnifiche progressive derive etiche-liturgiche-estetiche, di fronte a simili scempi sono pronti a dire:
    "Basta! pensiamo ad altro! s ono ben altri i problemi della Chiesa, più seri di questioni riguardanti le forme e immagini!";
    semplicemente perchè essi, per poter sostenere il loro ottimismo a oltranza, davanti ad un'immagine che si impone in tutta la sua potenza d'urto (il vero "pugno nell'occhio"), dovrebbero semplicemente continuare a dire (imperterriti):

    "Che beelloo ! Originaale!...."
    "Oohh...ma che bel vestito ha l'imperatore ! "
    :(
    ma...ehm.... ci ripensano un attimo (poichè non vorrebbero certo apparir così scemi)
    e allora preferiscono distogliere lo sguardo e i discorsi, non potendo più, di fronte a tale evidenza di scioccante obbrorio, usare le solite armi (pseudo)-dialettiche, con cui chiamano bianco il nero e viceversa....o tacciono,
    dimostrando così col loro evidente imbarazzo che
    contra factum non valet argumentum !

    RispondiElimina
  24. Non posso crederci che non possiate fare nulla....se siete IN TANTI, in tanti agite, avrete tutto il popolo con voi e sarà il vescovo a dover desistere... la miglior protesta? INDITE UNA NOVENA o continui Rosari di piazza per ottenere giustizia... non dovrete far altro, ma santo cielo NON arrendetevi!
    Noi da qui e dalle altre città NON possiamo fare nulla se non vi muovete voi!

    RispondiElimina
  25. il guaio è, però, che tali evidenze non valgono per quei committenti;
    e vorrei tanto sentire <span> quali sono</span> gli  <span>argumenta</span>  espressi  da quegli artisti per convincere gli ecclesiastici  circa il BELLO   che promana da  simile UFO  !

    RispondiElimina
  26. Bellissimo esempio di architettura poliamorfa.

    Qualcuno pensa già di trasferirci le relique di san Pier Celestino.

    RispondiElimina
  27. Abominio quotidiano

                  in crescendo rossiniano !

    RispondiElimina
  28. Caterina secondo te
    L'archistar avrà avuto una locuzione interiore ed esteriore pima di fare sto progetto?
    Chissà con chi? :-D :-D :-D
    Matteo
    PS Che perfido che sono!

    RispondiElimina
  29. scusi, Caterina, lei che forse per esperienza sa come muoversi nei confronti delle curie diocesane, e visto che è tanto convinta dell'efficacia dei moti di protesta dei piccoli contro i potenti, perchè non scrive lei una lettera a Mons. D'Ercole, per verificare se, oltre ad avere buon senso, (come pare) ha anche voce in capitolo per far desistere il vescovo superiore da questo "orientamento" artistico?

    RispondiElimina
  30. Che schifo!!!!! >:o >:o >:o >:o >:o >:o >:o >:o Con quali soldi si costruirà quella cosa? Con i soldi che abbiamo donato noi?

    RispondiElimina
  31. mah, sembra la testa di un pesce. una cernia? un pesce gatto? forse un pesce Ergo-Timeo del Mar morto! ahahah
    certo è che da noi non potrà mai soergere una chiesa così. l'ultima costruita tre anni fa, è a tre navate e a croce latina e con presbiterio rialzato di tre gradini, sebbene sia moderna è bella.

    RispondiElimina
  32. Guardia Svizzera10 aprile 2010 21:58

    Come passare dall' escatologia nella liturgia alla scatologia.

    RispondiElimina
  33. il vescovo di l'aquila, tale molinari, non mi poace per niente. per carità è una questione mia di pelle, io i miei figli da lui non li manderei nemmeno morto, ma ripeto è solo una mia sensazione a pelle. quanto a d'ercole, già l'ha combinata grossa nel momento in cui si è fatto roprendere dalle telecamere mentre riempiva cariole insimeme ai fancazzisti del popolo delle cariole, adesso se non si ribella a questa eresia simbolica vuol dire che si è subito allineato alle diocesi eretiche guidate dall'eretico ghidelli

    RispondiElimina
  34. Ma sapete, cari amici, come funziona? Che il raglio dell'asino non va in cielo ... ma come mai o Lux tu sei ancora in terra? Forse perchè fai sempre io io io io io !?
    Vai da De Capitani, vai!
    Matteo

    RispondiElimina
  35. Francesco Colafemmina11 aprile 2010 00:35

    Cari amici,

    mi dispiace informarvi che ad una più approfondita visione dell'opera trattasi non proprio di gasteropode bensì di abatjour! 

    Guardate qua.. http://fidesetforma.blogspot.com/2010/04/altro-che-jabba-la-chiesa-dellaquila-e.

    Grazie e buona domenica!

    RispondiElimina
  36. da pesce Ergo lesso ad abatjour... ma che strano trasformismo... vista dall'alto sembrerebbe una pagnotta... ora attendiamo di vederla dal retro. a cosa assomiglierà?

    RispondiElimina
  37. <span><span>La Messa di oggi...</span></span>
    <span><span>Rendete grazie al Signore perché è buono: il suo amore è per sempre</span> </span>
    <span>Dice Tommaso: “Mio Signore e mio Dio!”; Cristo risorto non diventerà mai “Signore” della Chiesa, se non diventa prima ancora “Signore” del cuore e della vita di ciascuno di noi.</span>

    RispondiElimina
  38. Filippo Burighel11 aprile 2010 05:10

    Però, se si accreditassero come ONLUS o ne creassero una all'uopo potrebbero ricevere il 5x1000.

    RispondiElimina
  39. Filippo Burighel11 aprile 2010 05:15

    Al popolo piacciono le cariole?
    Io preferisco il missionario: sono tradizionalista! :-D


    P.S. Ovviamente, il commento ha una duplice chiave di lettura! :-P

    RispondiElimina
  40. Filippo Burighel11 aprile 2010 05:18

    Lux, a differenza tua, la Messa quotidiana noi la conosciamo.
    Non serve che fai copia-incolla, quindi non consumare le risorse del sito.

    Ti do un consiglio: hai mai sentito parlare di quella cosa che si chiama "vita"? Ecco... FATTENE UNA!!!

    RispondiElimina
  41. strabico Gran Sasso11 aprile 2010 08:43

    Tempo fa Mons. D'Ercole aveva detto:
    "Se il Papa mi dice: - Venite da questa parte    <<< -
    e invece un Vescovo mi dice: -Venite da quest'altra parte  >>> - ;
    allora succede che io rischio di diventare strabico e perciò <span>preferisco seguire il Papa! "</span>
    ---------
    Beh, a me pare che, una volta recatosi a L'Aquila, abbia incontrato qualcuno che gli ha detto:
    "Caro confratello, se non vuoi diventare strabico, devi guardare in una sola direzione, questa che ti indico io  >>>..."
    Finora, non ci sono segnali chiari che abbia scelto la direzione  <<<  indicata dal Papa: staremo a vedere se vorrà/potrà effettivamente aiutare i fedeli che vogliono ottenere la Messa di S. Pio V  !
    (Nutro seri dubbi in proposito, ma, come spesso diciamo: mai dire mai....)
    :(

    RispondiElimina
  42. Sunt lacrimae rerum11 aprile 2010 09:11

    Poi ci vengono a dire che il Concilio Vaticano II ha democratizzato la chiesa...
    Domando :
    a) il progetto, scelto dai burocrati-dittatori della commissione CEI è stato sottoposto al placet dei fedeli e delle autorità competenti aquilane ?
    b) il progetto da chi è finanziato? Se dallo Stato, attraverso l'8/1000 dovrebbe almeno ricevere il placet delle competenti autorità : che se ne facciano carico delle loro responsabilità a livello politico.

    RispondiElimina
  43. Fede e forme trasgressive11 aprile 2010 09:25

    Già da molto tempo alti rappresentanti del clero si stanno rendendo corresponsabili di gravissimi scempi architettonici del tipo qui proposto, apprezzando e promuovendo attivamente edifici di culto che sono adatti solo a DISTRUGGERE COMPLETAMENTE nelle coscienze il senso del SACRO E DEL VERO CULTO da rendere a Dio e a Nostro Signore, come era invece possible nelle chiese classiche "normali" fino agli anni '60.Solo un cieco volontario ormai potrebbe sostenere la CONTINUITA' DELLA SACRALITA' CATTOLICA in tante forme e arredi sacri stravolti o scomparsi o sostituiti da nuovi strani oggetti e forme inusitate, mostruose, o allusive a culti "alieni" e alienanti per la nostra Fede cattolica già martoriata da mille devastazioni, dottrinali e liturgiche.
    Uno dei tanti esempi di tale alienazione dalle forme sacre del cattolicesimo l'abbiamo ricevuto, come ennesimo pugno nell'occhio, con la chiesa, definita da alcuni critici "Tempio massonico-satanico
    di Padergnone (Rodengo Saiano - Brescia)", zelantemente difeso e apprezzato, (con una certa dose di candore) da Mons. Ivo Panteghini, esperto d’arte e liturgia della Curia di Brescia, e principale responsabile del progetto di questa nuova chiesa.

    Ciò dimostra che spesso i prelati aderiscono a certi progetti mostruosi  credendo di rendere omaggio all'"arte", non riuscendo a vedere il male oscuro nascosto nella stranezza inedita di forme a-cattoliche, male che va ben oltre la bizzarria tesa a scioccare lo spettatore: essi pensano di fare cosa buona seguendo certe novità....e che il "rinnovamento" delle forme antiche sia innocuo per la Fede, qualunque sia la barriera da abbattere !
    Eppure non mancano persone d'ingegno, intelletto, cultura e sensibilità cristiana che possano aiutarli ad aprire gli occhi sul serpente antico che opera attraverso quelle forme mostruose.
    ------------
    Questa problematica diventa sempre più pressante per il dilemma che pone ad ogni cattolico del 3. millennio iniziato, e che si chiede, ogni giorno, davanti ad ogni nuova forma ORRIDA ED ENIGMATICA, per la quale non trova più confronti nè alcuna CONTINUITA' con le FORME DI SEMPRE:
    "Che vorrà significare questo simbolo NUOVO E STRANO ?
    Mi vuole AVVICINARE O ALLONTANARE dalla Persona di Nostro Signore?"
    Come può continuare la Fede di sempre, senza spegnersi, e senza deviare verso una fede ALTRA,
    di fronte a forme che<span> di proposito ROMPONO LA CONTINUITA' </span>con le precedenti e familiari da sempre ?

    RispondiElimina
  44. Fede e forme trasgressive11 aprile 2010 09:39

    <span>Il dilemma circa la non-continuità delle forme degli edifici sacri emerge dal contrasto di opinioni riguardante la chiesa già citata, che si può leggere nel seguente scambio epistolare: 
    http://www.chiesaviva.org/download/doc_download/20-risposta-a-mons-ivo-panteghini.html 
    il quale suscita inquietanti interrogativi sulla simbologia presente in certe chiese neo-cattoliche, 
    come anche il nuovo tempio dedicato a S. Padre Pio: 
    http://www.chiesaviva.org/download/doc_download/7-templo-satanico-a-padre-pio.html 
    (c'è molto da riflettere...)</span>

    RispondiElimina
  45. di fronte a "burocrati dittatori" quale/quanta autorità possono far valere i politici amministratori (es.il sindaco neo-eletto, per quanto sia "vittorioso" sulla sinistra uscente, de L'Aquila) ?

    RispondiElimina
  46. Sono d'accordo. Il progetto è orribile e si spera che non venga attuato. Detto questo mi spiegate il perché di tutto questo profluvio di lamenti, invocazioni, imprecazioni, stracciamento di vesti,commenti apocalittici come se ci si trovasse difronte all'anticristo? Mantenere le proporzioni non farebbe male. E qui la tradizione non c'entra molto. Probabilmente qualche tradizionalista del XVI secolo sarebbe rimasto inorridito dalle trsformazioni barocche operate sulla sua chiesa romanica, gotica, o anche rinascimentale, e in alcuni casi anche a ragione.

    RispondiElimina
  47. Francesco Colafemmina11 aprile 2010 13:41

    Il romanico è una invenzione! Grazie a questa invenzione molte nostre chiese sono state completamente depurate e rese asettiche come degli ospedali.

    Il gotico, il barocco, i vari stili che si sono succeduti nei secoli erano comunque conformi ai principi teologici e logici della rappresentazione del sacro e della glorificazione di Cristo. Oggi invece quest'arte profondamente anticristiana non può essere paragonata con lo stile del passato, stile che si inseriva su una sostanza artistica comune. Oggi non si può parlare di stile contemporaneo, ma di arte contemporanea come fosse un nuovo inizio.

    Ecco perché ci si strappa le vesti. E lo si fa a ragione, perché quest'arte ribelle è nella sua sostanza anticristiana, profondamente anticristiana!

    RispondiElimina
  48. Fede e forme trasgressive11 aprile 2010 15:15

    proprio così, caro Francesco:
    ed è terribile che la gran massa dei sedicenti cattolici di oggi non se ne renda conto, e che, una volta che viene esortata ad aprire gli occhi, e fornita degli strumenti storici, logici, analogici, razionali e critici (< krino = giudico, discernendo e misurando valori....), per CAPIRE I FENOMENI alla base delle scelte estetiche, il PERCHE' si arrivi a cercare e PREFERIRE IL BRUTTO E IL DEFORME, respingendo il BELLO E L'ARMONICO (che sono fonte di pace e segno visibile di richiamo nostalgico alla Luce increata) anche allora (come il sig. "ultimo", non ultimo tra migliaia e migliaia di "indifferenti" che tranquillamente accetterebbero qualsiasi obbrorio venga chiamato "bello" dal pensiero egemone....) si rifiuta volontariamente e ostinatamente di  GUARDARE E CAPIRE:
    ed è cecità volontaria, inescusabile e irrimediabile, da cui siamo assediati, ovvero ignoranza<span> invincibile !</span>

    RispondiElimina
  49. Fede e forme trasgressive11 aprile 2010 15:41

    <span><span>...infatti, ancora per anni forse, saranno tanti coloro che faticheranno a capire quanto sia affine -connaturale- quel principio di pseudo-libertà assoluta che fa dire (e credere):    
    <span>"In nome dell'arte tutto è permesso"</span>  ,  
    con quell'altro che illustrò <span><span><span>Dostoevskij   </span></span></span>ne "I fratelli Karamazov", quando fece esporre da Ivan quella teoria <span><span> per cui</span></span>    
    <span><span>"Se Dio non esiste, tutto è permesso" !  </span></span></span>  
    (e dove Ivan sottolinea lo stretto rapporto fra la negazione di Dio e la divinizzazione dell’uomo).</span>

    RispondiElimina
  50. forme galattiche11 aprile 2010 17:39

    <span>svelato l'oggetto misterioso che ha suggerito all'artista la forma della chiesa-lumaca:  
    una lampada-cuscino di forma asimmetrica, visibile sui seguenti link:  
     
    http://fidesetforma.blogspot.com/2010/04/altro-che-jabba-la-chiesa-dellaquila-e.html  
    (dal commento puntuale e pungente di F. Colafemmina: "una chiesa galattica! Orientata astronomicamente")  
    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2010/04/06/visualizza_new.html_1759808249.html?id  
    e infine, il sito  
    http://www.ilmascalzone.it/wp-content/uploads/2010/04/Comunicato-ChiesaResurrezione_completo1.pdf  
    dove viene illustrato il progetto nei suoi aspetti estetici, tecnici e funzionali, secondo la proposta di Enzo Eusebi, per la realizzazione della Chiesa della Resurrezione, in suffragio alle 307 vittime del terremoto, dove leggiamo:  
    "Un progetto speciale, innovativo per le modalità e per le caratteristiche intrinseche della costruzione, già propensa ad entrare nell’elite di quelle opere di architettura internazionale che segnano il passaggio di un’epoca. È una Chiesa in armonia con l’ambiente realizzata con una membrana tralucente in fiberglass, assolutamente nuova nel suo genere.....  
    Come già accaduto in questi anni recenti per la costruzione di alcune architetture sacre , diventate celebri in tutto il mondo, anche questa de L’Aquila vuole erigersi a icona di rinascita spirituale, sociale ed economica per le popolazioni che vivono intorno ad essa."(molto istruttiva, ancorchè ipo-comprensibile per chi sia digiuno di verticalismo orizzontale, l'esegesi auto-celebrativa che prosegue con tono affabile verso il piccolo profano lettore estasiato....)</span>
    <span>(PS Enzo Eusebi, NOTHING STUDIO: quale significato attribuire, oltre quello letterale, ad  un marchio così modesto ?) </span>
    :(

    RispondiElimina
  51. ...e ve l'ho detto che era un UFO !
    :)

    RispondiElimina
  52. Ma per favore ... ! Adesso anche chi non se la sente di urlare contro la chiesa dell'Aquila (poveretto! gli basta dire che è brutta) diventa un 'sedicente cattolico'. Continuate pure così... tra poco i veri cattolici saranno ridotti ai venticinque abitués del blog. Meno male che non siete voi la misura esclusiva del cattolicesimo.

    RispondiElimina
  53. Sunt lacrimae rerum11 aprile 2010 21:43

    Sicuramente noi , caro Ospite ultimo, non siamo la misura esclusiva del cattolicesimo.
    Forse siamo, nonostante la nostra pochezza, il sale del cattolicesimo !
    Forse fra qualche anno o fra qualche decennio si parlerà di noi come di coloro che, andando contro corrente - cioè contro le mode transeunte del mondo - appellandoci all'ermeneutica della continuità abbiamo cercato di sollevare delle problematiche , che ora il mondo finge di non capire.
    Prima o poi i novelli Maccabei ri-entreranno della città santa per riconsacrare il Tempio, profanato, di Dio !

    RispondiElimina
  54. Ma non vi viene mai qualche sano dubbio cristiano su questa autoinvestitura di sale della terra, nuovi Maccabei (Benedetto XVI è forse il collaborazionista Giasone?) e quant'altro? Chi vi dà autorità per parlare in questo modo? Vi viene direttamente da Dio, scavalcando la mediazione della Chiesa, come agli ispirati delle sette protestanti, e prima ancora ai Catari e a Valdo? Anche loro sostenevano di esser gli unici cristiani rimasti fedeli contro il tradimento di tutti gli altri. Ricordatevi che questi atteggiamenti di purezza e di separazione sono stati sempre sospetti per la Grande Chiesa, a partire perlomeno da Agostino. Credo che si dovrebbe molto pregare per voi e per la vostra presunzione.

    RispondiElimina
  55. <span><span></span></span>
    <span><span>Beato filippo da bruighiera</span></span>
    <span>"Lux, a differenza tua, la Messa quotidiana noi la conosciamo"... </span>
    <span>ssssssssssssssssssssssssss! silenzio!</span>
    <span>quando vuoi, ma che si quanto prima..., avvertimi che te la faccio io quella da requiem...</span>

    RispondiElimina
  56. è una offesa a 2000 anni di storia dell' arte cristiana, ed alle meraviglie di questa città. questo progetto è un mostro, e il progettista e colui che ha approvato questo mostro sono degli emeriti incapaci.

    RispondiElimina
  57. BELLISSIMA !!! Qui la Pro-Loco dell'Aquila ha superato sè stessa nel progetto.
    Già, ma voi Cattolici tradizionalisti che ne volete sapere del bello. Tsè ! basta assistere alle celebrazioni tridentine per capire che non avete buon gusto.
    Invece noi cattolici super moderni abbiamo partorito questa po pò ( non nel senso di cacca ) di struttura, che volontariamente non chiamo chiesa in quanto sarebbe riduttivo.
    Infatti perchè spendere soldi per fare una chiesa dove celebrare messa un'oretta al giorno, quando invece si può fare una struttura polivalente adatta alla messa, tornei di bocce per preti spretati o altro, concorsi dello Zecchino d'oro, sagra delle ciofeche, feste danzanti, pista di pattinaggio, serra floro-vivaio o altro?
    Avanti cari tradizionalisti, datemi un buon motivo ! 

    RispondiElimina
  58. ma ormai....
    gli "incapaci" potenti innovatori del "vietato vietare : la fantasia al potere!<span> -... il</span><span> nuovo che avanza è sempre migliore..</span>." hanno okkupato tutti i posti che contano, da ben 42 anni: e le cattedre, scolastiche, ecclesiastiche e mediatiche, ne son piene, con tanto di ripetitori e megafoni (e tenendo pronti i silenziatori e i bavagli per chi ha vera cultura, buon senso, buon gusto,<span> senso del limite tra sacro e profano</span>: tutta gente che non conta un'acca e non ha voce "in capitolo....diocesano", evidentemente!....)

    RispondiElimina
  59. Luis Moscardò12 aprile 2010 11:58

    Domandiamoci: per quale forma di rito è stata pensata una struttura del genere? Risposta: sui criteri della funzionalità alla liturgia, all'efficacia della nuova vincente pastorale di cui la nuova chiesa s'è dotata a partire dal 1969. Dunque è normale che la struttura appaia un gigantesco inumano (direi asinìno) fecalòma [absit iniuria verbis]. Con buona pace di tutti la chiesa sarà realizzata con tanti soldini, consacrata con molto clero e concorso di popolo e telecamere, tutti diranno: "visto che bellezza?".

    Ma noi sappiamo che il cemento armato dura poco: basterà un secolo e mezzo e tutto imploderà su sé stesso: il ferro s'ossiderà e sgretolerà il cemento. Dei nostri tristi tempi rimarrà molto poco, non certo queste "chiesacce".
    Le pietre, i mattoni, la calce, la pietà popolare e la S. Messa di sempre saranno ancora là a mirare con guardo pietoso gli umani fallimenti.

    RispondiElimina
  60. Mastro Preciso12 aprile 2010 15:28

    Davvero orripilante! Mi ricorda parecchio l'altrettanto inquietante "igloo" di una chiesa parrocchiale di Varese che ho frequentato alcune volte (mi pare San Massimiliano Kolbe, se non sbaglio), dove - a parte le forme incomprensibili - era davvero un'impresa scovare il tabernacolo, che poi ho finalmente individuato in una nascosta colonna laterale (simile a un montacarichi) pressochè invisibile stando di fronte.
    Parce Domine, parce populo tuo...

    RispondiElimina
  61. Il y a eu, jadis, des architectes comme Brunelleschi, Palladio, Sansovino, Longhena, etc., qui s'efforçaient de nous tirer vers le haut — et maintenant il y a ça…
    Une église en forme de crotte? C'est original, c'est sûr! Tout le monde n'y aurait pas pensé… Souhaitons seulement que cette crotte soit bien ventilée: c'est indispensable à une époque comme la nôtre où l'usage de l'encens tend de plus en plus à disparaître…
    Dans le même ordre d'idées (si j'ose dire), et à propos des affinités entre certaines formes d'art contemporain et ce qu'on peut appeler l'«excrémentiel», on lira avec intérêt le livre de l'ancien directeur du Musée Picasso de Paris, Jean Clair, De immundo: apophatisme et apocatastase dans l'art d'aujourd'hui (Paris, Galilée, 2004); livre très instructif, comme tout ce qu'écrit Jean Clair.
    Quant à l'évêque qui a commandé ça, qu'en dire? Me vient à l'esprit un mot — cruel, mais juste — de Charles Péguy: «Les curés d'aujourd'hui sont devenus comme les femmes, ils ne peuvent plus se passer de la mode…»

    RispondiElimina
  62. Perfettamente in linea con il nom che vi verrà celebrato.

    Per fortuna che qui a Milano c' è almeno la fsspx, altrimenti ora ero un ateo militante.

    RispondiElimina
  63. Do you know the evil monument in the cathedral of Brescia?
    http://gokyo.tuzikaze.com/SinisterArt/p-07.html

    RispondiElimina
  64. Tutte le persone tacere.
    È questo un piccolo problema?
    Penso che dovremmo gridare questo dal tetto.

    Avvertimento: Il monumento a Paolo VI nella cattedrale di Brescia
    http://to-chihiro.blogspot.com/2011/06/diocesis-de-brescia.html
    http://www.youtube.com/watch?v=Aff9F8QoJsQ

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.