mercoledì 10 marzo 2010

Requiescat in pace

Rosangela, l'amata sposa di Alessandro, che tutti noi conosciamo dai suoi sagaci commenti, ha finito di soffrire della malattia che l'affliggeva ed è stata richiamata a Dio. Per questo il blog è oggi listato a lutto.

Triste dover riferire che, all'Ospedale, un oncologo ha proposto giorni fa un 'sedativo' per far rallentare e quindi cessare i battiti cardiaci della morente. Un'offerta di eutanasia, insomma: tentazione insidiosa in un momento di tanto dolore, e respinta grazie alla forza della Fede.

Ci stringiamo affettuosamente ad Alessandro, che chiede, da vero cristiano, preghiere in suffragio per l'anima cara.


In paradisum deducant te Angeli;
in tuo adventu suscipiant te martyres,
et perducant te in civitatem sanctam Ierusalem.
Chorus angelorum te suscipiat,
et cum Lazaro quondam paupere æternam habeas requiem

31 commenti:

  1. <span>
    <p><span>Il Signore accolga l'anima della sua amata figlia nell'abbraccio della sua Misericordia, affinchè, purificata dalle sofferenze di questa valle di lacrime, sia pronta presto a godere della sua visione beatifica, nella Sua Gloria eterna; e l'anima di Rosangela, nella Comunione dei Santi, rechi conforto al dolore dei suoi cari con la sua preghiera d'intercessione, dopo averli preceduti col suo esempio nel segno della Fede, vissuta intensamente e compiutamente nella croce quotidiana, che a Cristo l’ha unita e conformata.</span>
    </p><p><span>Per Crucem ad Lucem !</span>
    </p></span>

    RispondiElimina
  2. <span>

    <span>Il Signore accolga l'anima della sua amata figlia nell'abbraccio della sua Misericordia, affinchè, purificata dalle sofferenze di questa valle di lacrime, sia pronta presto a godere della sua visione beatifica, nella Sua Gloria eterna; e l'anima di Rosangela, nella Comunione dei Santi, rechi conforto al dolore dei suoi cari con la sua preghiera d'intercessione, dopo averli preceduti col suo esempio nel segno della Fede, vissuta intensamente e compiutamente nella croce quotidiana, che a Cristo l’ha unita e conformata.</span>
    <span>Per Crucem ad Lucem !</span>  
    </span>

    RispondiElimina
  3. DANTE PASTORELLI10 marzo 2010 07:49

    Già questa mattina, credo proprio a quest'ora, una S. Messa viene celebrata in suffragio di Rosangela. Ho ritenuto che fosse il modo migliore per esser vicino ad Alessandro in questo triste momento, capolinea di un lungo calvario. Rosangela è passata a nuova vita in piena e serena coscienza.

    RispondiElimina
  4. Eterno riposo...
    Matteo Dellanoce

    RispondiElimina
  5. Vivissime condoglianze.

    Simone

    Recordare Jesu pie,
    quod sum causa tuae viae,
    ne me perdas illa die.
    Quaerens me sedisti lassus,
    redemisti crucem passus;
    tantus labor non sit cassus.

    RispondiElimina
  6. La Sua oramai Celeste preghiera, sostenga la nostra debole Fede! Esprimiamo tutti la nostra spirituale vicinanza ad Alessandro ed i suoi familiari: vi abbracciamo col nostro affetto e con la nostra orante consolazione. REQUIESCAT IN PACE. VIVAS IN SPIRITU SANCTO!

    RispondiElimina
  7. Musicus Philologus10 marzo 2010 09:47

    Requiem aeternam dona ei, Domine, et lux perpetua luceat ei. Requiescat in pace. Amen.
    Requiem aeternam dona ei, Domine, et lux perpetua luceat ei. Requiescat in pace. Amen.
    Requiem aeternam dona ei, Domine, et lux perpetua luceat ei. Requiescat in pace. Amen.

    RispondiElimina
  8. Pregherò per lei...

    RispondiElimina
  9. Una preghiera. Dice Agostino: "..mihi vivere Christus est, et mori lucrum.."

    RispondiElimina
  10. Sentite Condoglianze e un Requiem per la defunta.
    :(

    RispondiElimina
  11. che Dio la accolga tra le sue braccia in Paradiso.... sentite condoglianze.

    RispondiElimina
  12. Le più sentite condoglianze. Ora abbiamo lassù un intercessore per la nostra buona battaglia.

    RispondiElimina
  13. Mi dispiace, Alessandro. Credo che sia una sofferenza che senza la fede risulterebbe difficile sopportare.
    Che Rosangela possa godere della luce divina e di lassù vegliare sui tuoi passi.

    RispondiElimina
  14. Luis Moscardò10 marzo 2010 12:31

    Condoglianze sentite; e  preghiere. R.I.P.

    RispondiElimina
  15. Condoglianze anche da parte mia, Alessandro. E' nel momento del dolore che il Signore ci è più vicino. Ora sarà Rosangela a pregare per te!

    RispondiElimina
  16. Le più sentite condoglianze.

    RispondiElimina
  17. Assicuro un ricordo nella preghiera.

    RispondiElimina
  18. Simone da Varagine10 marzo 2010 14:06

    Da Oggi la signora Rosangela godrà in eterno della Santa Liturgia Celeste faccia a faccia con Colui che ha sempre venerato nei tabernacoli delle chiese di questa terra. Possa riposare nella Pace di Dio e intercedere per i suoi cari e per noi tutti

    Requiem Aeternam dona eis Domine, et Lux perpetua luceat eis,Requiescat in Pace. Amen

    RispondiElimina
  19. Per quello che possono valere, assicuro la mia solidarietà e la mia indegna preghiera, per l'anima della signora Rosangela, e per il signor Alessandro, e per tutti i familiari, amici, e per tutti quelli che li hanno assistiti...
    Requiem aeternam dona eis, Domine, et lux perpetua luceat eis. Requiescant in pace. Amen
    In Paradisum deducant te Angeli, in tuo adventu suscipiant te Martyres, et perducant te in Civitatem Sanctam Ierusalem. Chorus Angelorum te suscipiat, et cum Lazaro quondam paupere aeternam habeas requiem. Amen

    RispondiElimina
  20. Que en paz descanse +. Adios.

    RispondiElimina
  21. Rutilio Namaziano10 marzo 2010 18:24

    Solo la fede può aiutare in un momento come questo. Rivolgiamoci confidenti al Signore, che atterra e suscita, che affanna e che consola.

    RispondiElimina
  22. Ego sum
    resurrectio et vita.
    Qui credit in me,
    etiam si mortuus fuerit,
    vivet;
    et omnis qui vivit et credit in me
    non morietur in aeternum.

    RispondiElimina
  23. DE PROFUNDIS CLAMAVI AD TE, DOMINE

    RispondiElimina
  24. Grazie a tutti e grazie in particolare a Dante Pastorelli che in una mail che mi ha inviato ha definito la subdola proposta che mi è stata fatta di dare il consenso d'ammazzare, di fatto, mia moglie in nome di un falso pietismo come beffa diabolica.
    Sarebbe stato proprio così se io non avessi avuto ben presente in quel momento quanto da sempre Cristo ci ha sempre comandato: "Non uccidere" e "Amatevi come io vi ho amato" e che è stato con forza ribadito da Giovanni Paolo II nell'enciclica Evangelium vitae che costituisce, piaccia o no all'Em.mo card. Martini, MAGISTERO ORDINARIO INFALLIBILE.
    Sarebbe stata una beffa diabolica per due motivi:
    a) il demonio avrebbe vanificato la mia fede in Cristo Signore;
    b) il demomio, attraverso la mia debolezza, avrebbe sconvolto i piani che Dio ha avuto da sempre su Rosangela perche, come dice il salmista (cfr. salmo 139), "i tuoi giorni erano già contati prima che nascessi".
    Grazie per le vs. preghiere e grazie, in modo particolarissimo, a Dante per aver fatto subito celebrare una S. Messa in suffragio di mia moglie.
    Oso fortemente sperare che la sua anima veda già Dio come Egli è.
    Alessandro

    RispondiElimina
  25. Le mie più sentite condoglianze ad Alessandro. Una prece per  la signora Rosangela: intuo adventu suscipiant te martire.

    RispondiElimina
  26. DANTE PASTORELLI11 marzo 2010 20:49

    ALE, era il minimo che potessi fare in tal tragico frangente. Avessimo tutti la tua forza e la tua fede!

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  27. Coraggio, hai fatto la cosa giusta. un abbraccio anche se non ti conosco.

    RispondiElimina
  28. Nobis quoque peccatoribus14 marzo 2010 14:36

    Le mie piu' sentite condoglianze ad Alessandro e mi unisco alle preghiere in suffragio

    FdS

    RispondiElimina
  29. "In Paradisum" di Fauré la accompagni quando si presenterà al trono dell'Altissimo

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.