sabato 20 marzo 2010

Quaresima "come una volta" a Trieste

.
.
.
.
.
.
.
.

.
.

La parrocchia - cappella civica della B.V. del Rosario a Trieste sta celebrando il sacro tempo della Quaresima promuovendo un’attività liturgica in rito romano-gregoriano quanto mai intensa.

Nel pomeriggio di domenica 21 febbraio, prima di Quaresima, ha avuto luogo una solenne processione penitenziale, assai partecipata, partendo dalla vicina chiesa di S. Maria Maggiore, secondo lo schema delle antiche stazioni quaresimali romane: al canto delle litanie dei santi il pio corteo si è stretto attorno al bellissimo Crocifisso ligneo settecentesco, di squisita fattura, percorrendo le pubbliche vie - sotto lo sguardo un po’ incuriosito ma rispettoso dei numerosi passanti - alla volta della parrocchiale.

Colà il pavimento era cosparso di foglie d’alloro che, al passaggio dei fedeli, promanava la sua piacevole fragranza, a somiglianza degli insulti, delle percosse, dei tormenti inflitti al Signore (ed ai suoi martiri), ridondanti a gloria loro e grazia nostra.

Il grande Crocifisso è stato poi innalzato al centro dell’altare maggiore, per rimanervi sino alla Pasqua.

Il bravo coro diretto dal m.o E. Macrì ha poi eseguito il “Miserere” a quattro voci pari di Luigi Ricci (1809-1859) e l’inno “Vexilla Regis” secondo la melodia tutt’oggi utilizzata al S. Sepolcro, al termine del quale l’amministratore parrocchiale ha impartito la benedizione con la reliquia della Vera Croce, proveniente dalla basilica di s. Croce in Gerusalemme (Roma), offerta poi al bacio da parte della congregazione.

A sera è stato celebrato il pio esercizio della Via Crucis, nella versione composta da S. Leonardo da Porto Maurizio, ove testo e musica sono opera del grande santo francescano, fervido propagatore di questa pratica.

.

2. La comunità parrocchiale, sabato 6 marzo, si è stretta attorno al sacro fonte per l’ingresso nella s. Chiesa cattolica del piccolo Marco Maggio, battezzato con il rito tradizionale.

La domenica “Laetare” detta anche “domenica delle anime”, dopo la s. “messa in latino”, accompagnata dal suono dell’organo settecentesco e celebrata con i paramenti rosacei, sono stati cantati i vesperi solenni da morto, a suffragio delle anime di tutti i nostri defunti.

.

3. Con domenica prossima, 21 marzo, si apre il tempo di Passione con la solenne celebrazione delle Quarant’ore: interverrà il predicatore barnabita p. Damiano Esposti, dalla diocesi ambrosiana, e per tre giorni consecutivi la santa messa delle ore 17.30 sarà cantata, in terzo, dinanzi al SS.mo sacramento solennemente esposto.

Nella stessa domenica, dopo la breve processione teoforica d’apertura, al pomeriggio la s. messa coram Exposito sarà accompagnata dal nostro coro assieme al quintetto di ottoni ed organo proveniente dall’Università americana di Walla Walla (Stato di Washington, costa occidentale statunitense), diretta dal m. Brandon Beck, che proporrà musiche di J.S. Bach, ricorrendo il 21 marzo il compleanno del grande compositore sassone. Seguirà ora di adorazione con benedizione eucaristica.

.

4. La domenica delle Palme la s. messa d’orario , preceduta dalla processione solenne, sarà accompagnata dal coro “Accademia” di Gorizia, che eseguirà le turbe di T.L da Victoria ed una missa brevis attribuita a J. Obrecht, mentre le celebrazioni “more antiquo” della Settimana Santa vedranno la partecipazione di un coro proveniente da Oxford, Regno Unito, il “Sospiri Ensemble”, diretto da Chris Watson, che sosterrà il canto delle complesse cerimonie dei mattutini delle tenebre e del sacro triduo, cui parteciperà clero della FSSP ed altri sacerdoti diocesani amici.

Di tutto ciò avrò modo di relazionare nel corso dei prossimi post. Ovviamente la partecipazione a questi eventi è aperta a tutti coloro i quali volessero “sperimentare la Tradizione”. Chiedo la preghiera dei cortesi lettori, affinché tutte queste iniziative possano concludersi con esito soddisfacente, sotto ogni profilo.

.

Nella foto, alcune immagini scattate nel corso della messa solenne da morto cantata sabato scorso a suffragio dell’anima del padre del nostro amministratore parrocchiale, nel trentesimo anniversario. Sacri ministri: don Marco Cuneo e don Paolo Rakic; è stato eseguito il Requiem di L. Perosi.

6 commenti:

  1. ...............speriamo......che anche da noi in Istria.....venga lo spirito....tradizionalista.......

    RispondiElimina
  2. e anche da noi nelle marche....

    RispondiElimina
  3. Queste notizie sono musica per le mie orecchie :-D
    Che bel Crocifisso! :-[

    RispondiElimina
  4. Bella notizia e belle foto.
    Buona Domenica di Passione a tutti :)

    RispondiElimina
  5. gloriosa apertura delle Quarant'ore: tanti fedeli, oltre l'aspettativa.  A presto cronaca ed immagini. Un autentico trionfo eucaristico.  

    RispondiElimina
  6. Che belle inziative !!!!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.