martedì 5 gennaio 2010

Colpo di scena a Radio Maria. Che fine ha fatto l'abate Scicolone?

Il sempre attento Marco Bongi ci segnala questo intrigante puzzle. Per chi non ricordasse bene i precedenti dello Scicolone, legga qui. E qui, invece, la risposta di P. Livio, direttore e fondatore di Radio Maria

La rubrica di attualità liturgica condotta da p. Ildebrando Scicolone prevista da tempo per ieri sera 4 gennaio, pur risultando sui programmi del sito INTERNET ed essendo stata ancora annunciata ieri mattina alle ore 8,45, quando vengono letti tutti i programmi della giornata, non è andata in onda.

Ciò che stupisce è che la rubrica di Scicolone non è stata sostituita, come spesso accade quando c'è un impedimento all'ultimo momento, con una replica, bensì con una diretta di p. Bernardo Cervellera del PIME, che pur già ha una sua trasmissione mensile.

26 commenti:

  1. Sì, Padre Livio è un gran sacerdote e defensor fidei, ama molto i Neocatecumenali e le apparizioni di Medjugorie, come tutto ciò che di buono e santo c'è nel grande arcobaleno cattolico.

    RispondiElimina
  2. eh già, caro ospite 13.26, noi ci ridiamo su (per non piangere) e inventiamo qualche barzelletta, ma è già capitato tempo fa di leggere un titolo (opera di un teologo moderno?): "Mio fratello il diavolo"!!
    (appena trovo il link, lo posterò...)
    Anche Lucifero vuole essere "riabilitato" e promosso....che altro dovremo sentire? :(  

    RispondiElimina
  3. Ma no, perché tanta chiusura? Non si possono trinciare giudizi così a cuor leggero. Odifreddi ha la sua verità, che è appunto quella di negare ogni verità. Sì, è vero, ogni tanto è un po' troppo sarcastico, lo riconosco, ma non dobbiamo precluderci la possibilità di confrontarci con posizioni lievemente diverse dalle nostre.

    RispondiElimina
  4. e dimentichi il meglio:
    la menzogna è "diversa verità"...
    il buio è "diversa luce"
    (mi fa venire in mente certi gruppi "diversamente cattolici" =-X   )  
    ...volemose bene che tutto va ben.....

    RispondiElimina
  5. Giovanni Franzoni "Il diavolo, mio fratello"

    RispondiElimina
  6. AHHHHHH! DOM FRANZONI!!!! AHHHH adesso capisco! Manco il fumo di satana...satana in persona!Teologicamente parlando si intende!
    Matteo Dellanoce

    RispondiElimina
  7. Quos Deus vult perdere demendat !!! Nurtas, forse è parente di Aucellare?

    RispondiElimina
  8. punta di lapis6 gennaio 2010 09:23

    prego, Guest, corregga:


    dementat

    Quos Deus perdere vult, dementat prius!

    RispondiElimina
  9. No, Gigi, sbagli. Odifreddi nega la verità cattolica e non possiamo attribuirgli rubriche in una radio cattolica. Rifletti, è così.

    RispondiElimina
  10. Ah, era ironico, mi scusi. Comunque l'et - et è una sintesi efficace del cattolicesimo, ma sempre alla luce dell'ortodossia. Mai per equiparare l'eresia alla verità cattolica.
    Non sono parente di Aucellare, chi è?

    RispondiElimina
  11. Nessuna prevalenza, non farmi dire cose che non ho detto.

    RispondiElimina
  12. eh caro Murtas...per sapere chi è dovrebbe fare un *attento* ripasso o lettura ex-novo degli ultimi...30 threads del blog, ma soprattutto badando alle battute e risposte dei personaggi in scena, leggendole tra le righe : non so se lei ha questa "pazienza" da enigmista.....
    *DONT_KNOW*

    RispondiElimina
  13. Suvvia, Luigi, perché non vuoi vedere le cose dal lato giusto? Odifreddi è il portatore di una diversa sensibilità riguardo il pensiero teologico. Io personalmente preferisco san Tommaso d'Aquino, ma ben venga anche la possibilità feconda di confronto con chi la pensa in maniera leggermente diversa. Bene ha fatto quindi padre Livio ad affidargli questa terza rubrica. Più voci sono in campo meglio è, non credi? Perché fermarsi solo a due? Attenzione però, perché mi dicono che il 3 febbraio Odifreddi non potrà tenere la rubrica a causa di pressanti impegni. Lo sostituirà comunque egregiamente Margherita Hack.

    RispondiElimina
  14. No Gigi, non è opportuno affidare rubriche a due negatori della verità cattolica come la Hack e Odifreddi, credimi.

    RispondiElimina
  15. No, credo proprio che non lo farò, grazie.

    RispondiElimina
  16. Uh, Luigi, ti prego, mostra una maggiore apertura di carità! Odifreddi e la Hack non sono negatori della verità cattolica, ma "diversamente credenti" nell'ambito delle molteplici sensibilità, tutte peraltro lecite. Per esempio, Bux dice che la comunione si fa in ginocchio, Scicolone che si fa in piedi, Odifreddi che si va invece al bar. Posizione lecita, forse che la Chiesa ha mai vietato di andare al bar? Bux dice che le briciole delle ostie si raccolgono con il piattino, Scicolone che non bisogna farsi le paranoie se cadono per terra, Odifreddi dice che non bisogna farsi le paranoie se qualcuno ci balla sopra il tip-tap. Posizione lecita, perché farsi delle paranoie per il tip-tap, povero Fred Astaire!

    RispondiElimina
  17. No, insisto, Odifreddi a Radio Maria mai, perchè tu lo vorresti, Gigi?

    RispondiElimina
  18. Guardia Svizzera7 gennaio 2010 14:28

    <span>Occhiaperti ha scritto:"eh caro Murtas...per sapere chi è dovrebbe fare un *attento* ripasso ..."</span>
    <span>Inviterei invece il Murtas ad un ripasso del catechismo. Ignora difatti i "fondamentali",  per usare un gergo mutuato dal pugilato.</span>
    <span>O forse che , dopo l'esauriente e intelligibile post dell'ottimo "et , et",  egli sia semplicemente un provocatore New Cat?</span>

    RispondiElimina
  19. Io penso invece che sia Guardia Svizzera a doversi ripassare il Catechismo. Lo nomina spesso ma si vede che lo conosce poco.
    Lo incoraggio, se vuole gliene regalo una copia.
    E se cessasse le sue provocazioni farebbe anche un gran favore a tutti.

    RispondiElimina
  20. Redazione di Messainlatino.it7 gennaio 2010 14:58

    Sveglia, Murtas, non vedi che il burlone ti prende in giro?

    RispondiElimina
  21. Ma va? Mi prende in giro? Davvero non mi ero reso conto...

    RispondiElimina
  22. Sì, Luigi, basta, che Odifreddi è rimasto molto male per il tuo ostracismo e da stamattina continua a telefonarmi chiedendosi che mai ti avrà fatto per essere trattato così. Non sembra, ma è un ragazzo così sensibile!

    RispondiElimina
  23. Soperò che è rimasto molto confortato dalla tua solidarietà e dal tuo desiderio di farlo parlare a Radio Maria.
    Meno male che questo non avverrà.

    RispondiElimina
  24. E' vero, lui e Margherita Hack purtroppo devono dare forfait perché hanno un importante impegno a Strasburgo alla corte europea. Però mi ha detto che li sostituirà degnamente Scicolone, è un po' un moderato ma nell'UAAR lo giudicano un confratello promettente.

    RispondiElimina
  25. No, non è possibile, Scicolone e Bux sono cattolici, Odifreddi e Hack sono atei e ateisti. Non è giusto nè elegante assimilare Odifreddi a Bux.

    RispondiElimina
  26. Padre Livio non è il fondatore di Radio Maria. L'abate Scicolone è un grande esperto e non ha detto di non adorare l'eucaristia e tanto meno, come sostiene la mail che è stata inviata a P. Livio e che voi pubblicate, che la presenza di Cristo nel sacramento sia solo spirituale. Prima di criticare chi ne sa più di voi e di ritenervi i detentori della verità assoluta siate più attenti al prossimo e disponibili all'ascolto, quanto meno per evitare cantonate come quella che ho appena citato. Potreste celebrare tutte le messe in latino che volete, ma se poi vi manca la carità... Ciao a tutti da Simone.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.