martedì 26 maggio 2009

La pastorale vocazionale? E' tridentina!



Grazie a Americatho scopriamo che il sito dell'Arcidiocesi di Washington, sorprendentemente, dedica una sua pagina di 'pastorale vocazionale' (per usare l'orrenda locuzione tanto in uso nelle nostre diocesi) alla scelta monastica e per farne promozione che ti mette? La foto di un monaco di Le Barroux con tanto di chierica e un brano gregoriano di Fontgombault: due abbazie benedettine fedeli all'antico rito.



Ve l'immaginate il sito di una diocesi italiana (non parliamo delle arcidiocesi!) che si azzardasse a metter qualcosa del genere? Oh no, da noi troverete qualcosa di questo altro genere - e un'iummagine val più di mille parole, per capire il perché del crollo delle vocazioni (cliccate sulla foto, se mai vi pungesse vaghezza di saper donde proviene):



Ma torniamo al sito dell'Arcidiocesi di Washington: non paghi di rivolgersi ai giovani con immagini 'vocazionali' che sono un distillato di tridentinismo, vi troviamo pure il consiglio a visitare il sito http://religious-vocation.com/ che offre un primo discernimento e presenta i carismi ai principali ordini. E leggete a questa pagina: c'è un elenco degli ordini più importanti (con una curiosa omissione, i gesuiti, che non vengon nemmeno considerati tra le opzioni consigliate ai 'vocati'). Di quasi tutti gli ordini, si osserva come abbiano sofferto forti cali di vocazioni, ma come vi siano branche rinnovate più ortodosse e tradizionali, che stanno invertendo quella tendenza e in buona parte hanno adottato, o stanno facendolo gradualmente, la liturgia classica. Ad essi viene quindi rinviato il lettore.

19 commenti:

  1. Daniele G. di Rinascimento sacro [cioe' pagano] ha detto: "Alcuni consigli. Non abbiate smania di leggere, di cantare, di fare cose che non vi competono. Tacete e pregate".

    Mai io vi dico:
    Quessta frase identifica perfettamente lo "spirito del preconcilio", che per fortuna il Concilio ha falciato via.
    Al battezzato no compete niente?
    la Cena del signore e' solo roba da preti?
    Vi siete bevuti il cervelo?

    RispondiElimina
  2. inopportuno: il tuo nome dice tuttto...cambia sito, aria!

    RispondiElimina
  3. inopportuno, con tutta evidenza, è uno di coloro che - grazie a certi abili iniziatori che abusano di alcune ambiguità conciliari e usano il loro estro artistico-immaginifico con punte sincretistiche -, non sa cos'è il Sacro Silenzio né autentica Adorazione

    egli vorrebbe che chi celebra anche il Santo Sacrificio del Signore - oltre al banchetto escatologico predicato dai falsi profeti di oggi - non considerasse la Santa e Divina Liturgia strettamente legata al Sacerdozio come quello di Melchisedech che appartiene al Signore Gesu e ai Suoi sacerdoti che, quando celebrano e dispensano i sacramenti, agiscono in persona Christi...

    Attenzione a non portare il proprio cervello all ammasso della false dottrine che purtroppo si sono infiltrate largamente nella Chiesa!

    RispondiElimina
  4. carissimo inopportuno, fai quasi tenerezza. Non ci siamo bevuti il cervelo. Sei tu che occhi e non vedi, hai orecchi e non odi.

    Tu puoi continuare su questa strada e sarai sempre più fuori della realtà. Sei legato tu a una mentalità vecchia di 40 anni che cioè la partecipazione alla S. Messa sia da vedere solo nel fare qualcosa.
    Si partecipa anche contemplando, ascoltando il canto e sentendo i profumi, senza escludere una parte diretta nel servizio all'altare, nel canto e altro.

    RispondiElimina
  5. inopportuto, se non sei il clone di don Abbondio, fìrmati indicando anche la città da cui scrivi. Alessandro

    RispondiElimina
  6. Inopportuno, non ho parole....
    Ma forse ce l'ho ,ma e'meglio non te le dica.
    Comunque un consiglio:questo sito
    non fa per te. Cercatene uno catto-demo-progressista, dove non si bevono il cervello (come facciamo noi,secondo te),ma si drogano col 'nulla' degli abusi pseudoconciliari che sono gia' stati falciati via, dal ritorno a una fede retta e coerente alla santa tradizione cattolica.

    RispondiElimina
  7. "Troll - nel gergo di Internet, e in particolare delle comunità virtuali come newsgroup, forum, mailing list, chatroom o nei commenti dei blog - è detto un individuo che interagisce con la comunità tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente stupidi, allo scopo di disturbare gli scambi normali e appropriati. Spesso l'obiettivo specifico di un troll è causare una catena di insulti (flame war); una tecnica comune consiste nel prendere posizione in modo plateale, superficiale e arrogante su una questione già lungamente (e molto più approfonditamente) dibattuta"...

    RispondiElimina
  8. Inopportuno ha ragione: vi siete bevuti il cervello se rispondete ad un "TROLL" (cercate su wikipedia!!!!!)

    RispondiElimina
  9. Caro Inopportuno,
    non esiste né è mai esistito uno "spirito del preconcilio": esiste una tradizione millenaria fondata su documenti apostolici, patristici, magisteriali, teologici ecc., e per noi deve continuare attraverso il concilio vaticano ii, pena la sua (del concilio) invalidità, o almeno incomprensibilità. E' esistito invece uno "spirito del concilio", che però non è fondato sui documenti del concilio vaticano ii, ma sulla loro sistematica forzatura. Questo tipo di violenza è stato arginato e talvolta condannato durante gli ultimi quattro pontificati sia dai papi che dalle congregazioni romane. Tu scopri soltanto ora che è in atto un'inversione di tendenza? O forse ti allarma soltanto che essa stia prendendo forza? Ma insomma: per te che era la Chiesa prima del vaticano ii? Le sue istituzioni erano ispirate dallo Spirito Santo, devono continuare in qualche modo, senza archeologismi; su questo spero che sarai d'accordo. Altrimenti, mi spieghi che ha fatto lo Spirito Santo nella Chiesa per 1500 anni (o quanti ne vuoi), prima di farsi dare istruzioni dallo "spirito del concilio"?
    Comunque, al contrario di altri, ti ringrazio di scrivere le tue opinioni qui: sono un buon esercizio di memoria, e tutto sommato non difficili da obiettare.

    RispondiElimina
  10. L'ultimo anonimo non ha tutti i torti: i troll possono anche ottenere risultati opposti a quelli che si proponevano.

    RispondiElimina
  11. Non sapevo cosa fosse un troll, ma ora penso che sia proprio questo il caso.
    Dieci interventi (undici con il mio) inutili e che nulla centrano con l'argomento proposto dalla redazione.
    La situazione comincia ad essere pesante. Non si può eliminare tutto ciò che proviene da certi figuri? Qua si rischia di perdere ogni possibilità di discussione seria.
    M

    RispondiElimina
  12. Carissimi,
    l'inopportuno mi fa ritrovare il vernacolo della mia citta' natale:
    "ammazza sto' preconcilio ch'ha durato dumil'anni, e si semo a l'inzio de la festa, stamo a vede' che c'aspetta."
    A parte questo, mi sembra che ad alcuni il Rito Tridentino faccia davvero paura, perche' puo' contribuire alle conseguenze evidenziate dal Prof. Carradori nel post: vocazioni, anime consacrate, riapertura di seminari, devozione cattolica...
    F.d.S.

    RispondiElimina
  13. Vi state accanebdo contro "inopportuno" . che bisogno c'è tacete e in silenzio.

    E' inopportuna la sua presenza.

    RispondiElimina
  14. Per l'anonimo delle 14,10:

    meno male che almeno uno ha aperto gli occhi.
    Più che la redazione dovremmo, ognuno di ni, ignorare totalmente gli interventi di un troll.
    Se facessimo così, stai pur certo che si stancherebbe e la smetterebbe.
    E invece gli diamo da "MANGIARE" rispondendogli

    RispondiElimina
  15. I risultati parlano da soli: la crisi delle vocazioni e' conseguente allo sconvolgimento causato dal postconcilio, la rinascita delle vocazioni e' conseguente ad una riscoperta della Dottrina, dei Sacramenti e della Messa di Sempre, che grazie al Motu Proprio esce dalle catacombe a dispetto degli oppositori, quasi sempre appartenenti alla Chiesa!

    RispondiElimina
  16. Guardia Svizzera26 maggio 2009 19:03

    Mirando le suore nella foto mi sovvengono le parole Di S. Gregorio Nazianzieno:" Il bello tende a Dio"....

    RispondiElimina
  17. DANTE PASTORELLI26 maggio 2009 19:09

    Mau, e il brutto?

    RispondiElimina
  18. Pregate Pregate Pregate!!!!!

    RispondiElimina
  19. Il vigore della gioventù richiede scelte radicali. Quelle monastiche sono immagini cariche di dignità. Le altre immagini riportate fanno solo pena.
    A.H.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.