Post in evidenza

Elenchi dei Vescovi (e non solo) pro e contro Fiducia Supplicans #fiduciasupplicans #fernández

Pubblichiamo due importanti elenchi. QUI  un elenco coi vescovi contrari, quelli favorevoli e quelli con riserve. QUI  un elenco su  WIKIPED...

mercoledì 13 marzo 2024

La Chiesa ortodossa greca chiede scomunica a deputati dopo legge su nozze gay #fiduciasupplicans


'Decisione demoniaca da legislatori immorali'.
La Chiesa ortodossa greca ha chiesto la scomunica dei deputati dopo il voto sul matrimonio tra persone dello stesso sesso.
Diciamolo dalle parti di S. Marta e della DDF.

QUI l’elenco aggiornato dei Vescovi e delle Conferenze episcopali che hanno dichiarato che non intendono applicare la dichiarazione «Fiducia supplicans», rifiutano di impartire le benedizioni e le vietano ai loro sacerdoti; QUI la rassegna aggiornata di tutti i post su MiL.
Luigi C

07 marzo 2024, Redazione ANSA

Lo riferisce il Guardian.
I religiosi parlano di decisione "demoniaca" presa da "legislatori immorali" e chiedono che i parlamentari siano ostracizzati, esortatandoli a pentirsi. Il leader spirituale greco, l'arcivescovo Ieronymos, ha proposto di sottoporre la votazione a un referendum popolare. Le autorità ecclesiastiche di Corfù intanto hanno vietato a due parlamentari qualsiasi rito religioso.

2 commenti:

  1. Vergognoso! La Grecia è uno stato laico. Queste interferenze sono mostruose! Perché un non cristiano non potrebbe vivere come vuole? Perché il clero che lui o le non riconosce non è d’accordo?
    Sono fuori dal tempo e dal mondo ormai.

    RispondiElimina
  2. I grandi vescovi santi non hanno mai avuto paura di scomunicare i politici e regnanti cristiani fautori di leggi o azioni empie. Per il bene delle anime dei politici e della gente. Sapevano che del loro silenzio ne avrebbe pagato il popolo cristiano. Forse la Chiesa ortodossa in Grecia si sveglia troppo tardi...

    RispondiElimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione