Post in evidenza

La Messa proteiforme: a modest proposal. Risposta e proposta al Prof. Grillo

Il Prof. Grillo ha voluto gentilmente confrontarsi (v. qui ) con il nostro commento critico alla sua intervista (in cui, lo ricordiamo, el...

giovedì 26 ottobre 2023

NOSTRE INFORMAZIONI di mons. Eleuterio Favella: il Decreto «Sinite parvulos»

Per tramite del suo segretario diacono Ambrogio Fidato, abbiamo ricevuto la seguente informazione ex Aedibus da S.E.R. Mons. Eleuterio Favella.
La comunicazione segue al video ripreso nella Chiesa parrocchiale di San Vito e compagni a Ossanesga (Diocesi di Bergamo), domenica 22 ottobre 2023, nel corso della Santa Messa delle ore 10:30, in cui si vedono due chierichette, addirittura di età apparentemente precedente alla Prima Comunione, che – durante la Santa Messa – distribuiscono la comunione ai fedeli accanto a don Eros Accorigi (classe 1970), Parroco di Ossanesga dal 2022 (QUI e QUI su MiL).
Grati a Sua Eccellenza Reverendissima per il rinnovato privilegio della sua considerazione nel volerci segnalare alcuni documenti che altrimenti passerebbero inosservati o non verrebbero evidenziati come dovrebbero ed inginocchiati al bacio dell’anello, ci professiamo imperituramente suoi servitori umilissimi et figli devoti in Cristo, e imploriamo la sua augusta benedizione.

L.V.

NOSTRE INFORMAZIONI

La S. Congregazione dei Riti, con nota diramata oggi a mezzogiorno dalla Sala Stampa della S. Sede, a seguito delle inconsulte polemiche sorte in ragione dell’abusiva distribuzione delle SS. Specie presso la chiesa parrocchiale di San Vito e compagni Martiri a Ossanesga (Diocesi di Bergamo), domenica 22 corrente, ha precisato che detta abusiva distribuzione è stata conceduta, per modo di indulto, ma in forma stabile e continuativa, a mente del Decr. «Sinite parvulos» approvato dal S. Padre in forma specifica ed «ex audientia Ss.mi» durante una pausa de i lavori del Sinodo di Sinodi sulla sinodalità sinodale del 17 ultimo.


1 commento:

  1. A ogni abuso c'è il suo indulto. E un abuso fa nascere altri abusi. Abusiamo fin che si può dunque, tanto la chiesa sinodale della sinodalità è più misericordiosa di Dio stesso!

    RispondiElimina