Post in evidenza

Don Barthe. "Dei vescovi per rifiutare la Chiesa sinodale" #sinodo

La battaglia sul Sinodo continua. Da leggere tutto. QUI Franca Giansoldati su Il Messaggero : " Vaticano, dalla Germania i vescovi pre...

mercoledì 23 agosto 2023

La Messa tradizionale nell'arte #110 - il Matrimonio (I parte) - Pukirev, 1862, Mosca.

AGGIORNAMENTO (25/8/2023) 
 
Un lettore, che ringraziamo di vuore, ci fa osservare che il quadro al 99% (visto l'autore) potrebbe rappresentare un matrimonio in rito ortodosso. 
Riportiamo qui le sue giuste osservazioni ad utilità dei nostri lettori. 

Salve, 

in relazione all'ultimo post pubblicato poco fa, ipotizzo, credo non a torto, che il pittore abbia ritratto un momento del matrimonio celebrato secondo la liturgia ortodossa russa. Oltre al contesto territoriale, lo suggeriscono altri elementi che si possono ancora riscontrare nelle celebrazioni di quel rito matrimoniale (la tenuta delle due candele in cera d'api da parte dei nubendi con le rispettive destre, il momento della benedizione dell'anello della sposa che precede la ben nota imposizione delle corone e la processione attorno all'analogion, il paramento del sacerdote pare essere un "felonion" che nella foggia russa richiama molto da vicino un piviale romano; la barba del sacro ministro, pressoché obbligatoria in quel clero, ristretta ad alcuni ordini religiosi nel nostro). 
Un saluto cordiale, 
mail firmata. 

***

Chi vi scrive è stato invitato ad un matrimonio "sciaguratamente" fissato per fine agosto. Gioia e tripudio! 
L'occasione, se pur con alcune imprecazioni dovute alla data prescelta e al gran caldo che dovrà patire, gli ha dato però l'idea per la rubrica sull'arte: scene di matrimoni secondo il rito tradizionale. 

Quest'oggi  proponiamo quindi questo dipinto (olio su tela) di Vasily Vladimirovich Pukirev (1862),  che raffigura delle nozze "ineguali" cioè tra due nubendi di estrazione sociale diversa, e, spesso con marcata differenza di età.
L'opera è conservata nella Galleria Statale Tretyakov di Mosca ed Alena Esaulova ci aiuta nella descrizione di questa scena che raffigura il sacramento del matrimonio (che un tempo era celebrato fuori della S. Messa, infatti il sacerdote indossa il piviale e non la pianeta) al momento dell'imposizione dell'anello alla sposa (non è previsto, nel rito tradizionale, l'anello dello sposo).  
 
 Così Esaulova scrive per aiutarci a "leggere" questa scena che racchiude più di quanto uno colga, ad un primo sguardo: 

"L'immagine "Matrimonio irregolare" di Vasily Pukirev non è stata svelata fino alla fine. Analizzandolo, arriviamo al terreno traballante delle congetture. 
Chi è questa ragazza? 
Chi è il bell'uomo cupo con le braccia incrociate  dietro di lei, che guardato torvo la scena? il vero innamorato della ragazza?
E cosa ci fa l'impercettibile, spettrale, a prima vista, vecchia in abito da sposa alla sinistra dello sposo, e perché lo guarda con uno sguardo così strano? 

Proviamo a capirlo.

La trama del film "Unique Marriage" lascerà alcune persone indifferenti: la triste giovane sposa tende dannatamente la mano, alla quale il prete, inchinandosi in modo lusinghiero, ora indosserà un anello e la darà in moglie al ricco vecchio voluttuoso cugino che tiene una candela. Un matrimonio, sì, ma un po' triste.I personaggi sono rappresentati in una chiesa buia.

La ragazza è un vero fiore, Pukirev è riuscito sorprendentemente a trasmettere la sua tenerezza, impotenza, vulnerabilità. Sembra essere una fanciulla che ha appena iniziato a diventare una ragazza. Tutto il suo aspetto è pieno del fascino della giovinezza. La sposa è raffigurata con linee morbide e rotonde, il viso e le spalle e, in misura minore, l'abito bianco sono gli elementi più luminosi di questa scena. 
Ma lo sposo, al contrario, sembrerebbe, l'insieme è composto da angoli e linee rette, simboleggia l'appassimento, la morte, l'atmosfera in cui appassiscono gli incanti fanciulleschi della sposa. 
In effetti, abbiamo qui raffigurato un contratto di vendita. E tutti i presenti sono coinvolti in questo crimine: i genitori o la zia della ragazza, che non sono visibili, ma hanno accettato questo patto, un grasso prete vestito d'oro, il vecchio sposo stesso... 
A proposito, concedeteci un po' di cinismo nella speranza di un futuro migliore per la ragazza. Forse lo sposo vecchio presto passerà a miglior vita? La giovane così sarà presto vedeva e ricca?  E potrà sposare il suo amato (dietro di lei?) 

Alla ricerca di una risposta a questa domanda, diamo un'occhiata più da vicino agli ospiti.

Alla sinistra del suo sposo c'è una donna anziana, e sulla sua testa c'è una decorazione ridicola per la sua età... Forse vestita per il (suo) matrimonio? 
E da dietro, non c'è un'altra vecchia che fa capolino? La critica d'arte, una dipendente della Galleria Tretyakov, Lyudmila Polozova, ha suggerito che queste donne anziane spettrali, che conferiscono all'immagine un cupo sapore mistico, sono ex fidanzate (anziante) di lui? [...]

La figura di un uomo dietro alla sposa attira l'attenzione: un uomo bello, giovane, cupo con le braccia incrociate. il vero amato dalla fanciulla?Nella sua immagine si può cogliere la somiglianza con l'artista stesso. Quindi forse la storia è autobiografica? 
Vicino a lui c'è un uomo, l'unico il cui sguardo è rivolto allo spettatore. Ai suoi occhi si legge una comprensione dell'essenza di ciò che sta accadendo e una profonda compassione per le vittime di questa azione. Esiste una versione secondo cui il suo prototipo è Peter Shmelkov, compagno di Pukirev alla Scuola di pittura, scultura e architettura di Mosca.

[...] Ciò suggerisce che il giovane Vasily Pukirev si innamorò della bella ragazza Praskovya, che era sposata con il ricco mercante Varentsov. È sopravvissuta al suo vecchio marito, ma a giudicare dal fatto che l'ultimo ritratto conosciuto di lei è stato realizzato nell'ospizio dei poveri, questo matrimonio non le ha portato felicità e ricchezza. [...]


fonte: qui