Post in evidenza

La Messa proteiforme: a modest proposal. Risposta e proposta al Prof. Grillo

Il Prof. Grillo ha voluto gentilmente confrontarsi (v. qui ) con il nostro commento critico alla sua intervista (in cui, lo ricordiamo, el...

mercoledì 9 agosto 2023

La Messa nell'arte #107 - Missioni dei PP. Cappuccini nel Congo belga - padre B. Ignacio OFC (1740) #mtl #mtlnellarte


Tra qualche giorno la Chiesa congolese fa memoria del santo patrono del laicato cattolico nazionale: beato Isidore Bakanja, martire (1885 - 1909). Egli fu un un giovane operaio agricolo (nato in quella che ora è la Repubblica Democratica del Congo) il quale, dopo aver conosciuto i misisonari trappisti, si convertì al cattolicesimo.  
Venne poi imprigionato, incatenato e frustato a sangue da Van Cauter (ateo convinto e avverso al cristianesimo perchè osteggiato dai missionari, che difendevano gli indigeni - ritenuti proprietà personale del Re belga Leopoldo II - contro gli abusi dei coloni belgi) perchè non voleva togliersi lo scapolare carmelitano che portava. 
Morì martire della fede, assistito dai sacramenti grazie ai missionari trappisti, a soli 24 anni perdonando il suo carnefice.
E' stato beatificato da Giovanni Paolo II nel 1994 durante il primo Sinodo Africano.
Qui per alcuni cenni all'agiografia. 

In occasione di questa ricorrenza, proponiamo ai nostri lettori un'immagine dedicata alle missioni dei PP. Cappuccini nel Congo. 
Ecco allora questo dipinto realizzato nel 1740 da P. Bernardinio Ignacio, O.F.M., sacerdote cappuccino a Sogno (Congo). Si tratta di un acquerello intitolato "Missionario cappuccino che celebra la messa". 
È stato pubblicato nel libro curato da Paola Collo e Silvia Benso "Sogno: Bamba, Pemba, Ovando e altri distretti dei regni del Congo, Angola e adiacenti", e riprodotto da Franco Maria Ricci nel 1986.


Per altre immagini cliccare sull'etichetta "MTL nell'arte"
..
(Sono senz'altro ben accette segnalazioni e suggerimenti, da parte dei lettori, di altre opere d'arte raffigurati scene della Messa Tradizinale in Latino o di altri sacramenti o sacramentali in rito tradizionale. Grazie sin da ora).
Roberto


1 commento:

  1. La scena non è ambientata nel Congo belga oggi Rep. Dem. del Congo, bensì nel Regno del Congo che poi entrò a far parte dell'Angola portoghese.

    RispondiElimina