Post in evidenza

Clamoroso: il Pellegrinaggio a Chartres in diretta TV (olte che su YouTube) #NDC2024 #pentecoste2024 #pentecoste

SEGUI LA DIRETTA Qui sul canale YouTube di Notre Dame de Chretienté tutte le varie dirette.  - sabato 18 maggio a partire dalle ore 6:00 la...

venerdì 15 aprile 2011

Il Vaticano ha pubblicato il programma di Assisi III





si veda anche qui al link di glora.tv

53 commenti:

  1. A questo nuovo incontro sono invitati anche gli atei!! Il fatto che non si preghi insieme come la volta scorsa è solo un dettaglio. Resta il fatto che la Chiesa si appresta a dare vita ad un nuovo mostro conciliare. Il messaggio principale sarà che la pace può essere cercata e voluta da tutti, a prescindere dalla loro fede, mentre solo Cristo può portare la vera pace. L'altro messaggio fuorviante è che la violenza è sempre sbagliata: niente di più falso ed ipocrita e lontano anni luce dalla Verità.
    Non ci resta che pregare e....dissentire.
    Alfredo 

    RispondiElimina
  2. Il fatto di avere atei invitati dimostra con chiarezza che Assisi tre NON fa parte del dialogo interreligioso, ma è semplicemente un avvenimento squisitamente politico dove si radunano uomini di buona volontà per mandare al mondo laicista-ateista il messaggio forrtissimo che bisogna pienamente re-integrare il fenomeno religioso nella società se si desidera conseguire la pace.
    Come desiderato e spiegato chiaramente dal Santo Padre, qui non sono tanto le "religioni" che si riuniscono ad Assisi, ma gli uomini di buonna volontà di diverse religioni.
    Se prendiamo l'esempio dell'islam, intrinsecamente malvagio, malgrado qualche semina verbis positivi, non sarà mai possiible un dialogo onesto con esso (d'altronde rappresentato da chi?), mentre invece è sempre possibile trovare musulmani che a titolo individuale desiderano la pace e la giustizia nelle nostre società: a questi uomini di buona volontà si indirizza il messaggio politico di Assisi III.
    Supportiamo il Santo Padre spiegando e rispiegando il suo pensiero alfin di non lasciare spazio alle intepretazioni abusive, progressiste e sincretiste, circa Assisi III che nella loro malafede e disobbedienza intellettuale, non mancano già di essere messe in giro. In Pace.

    RispondiElimina
  3. In latino: Semina Verbi.
    Sutor, ne ultra crepidam.

    RispondiElimina
  4. In realtà pensavo a semina veritatis...
    La ringrazio per il suo apporto positivo alla discussione. I.P.

    RispondiElimina
  5. <span>In realtà pensavo a semina veritatis...  
    La ringrazio per il suo apporto positivo alla discussione. I.P.</span>

    RispondiElimina
  6. Visto che ha tanta voglia di insegnare la verità, mi aiuti a capire:
    Chi decide chi sono gli uomini di buona volontà?

    RispondiElimina
  7. Solo Dio per la decisione finale. Sennò, e nel frattempo, gli atti esterni possono dare indicazioni sulla buona volontà o no di qualcuno anche se non è un'informazione assoluta e definitiva. Venire ad Assisi per sottolineare che il fatto religioso può essere veicolo di pace per la società può essere segno di buona volontà, appunto. I.P.

    RispondiElimina
  8. <span>Solo Dio per la decisione finale. Sennò, e nel frattempo, gli atti esterni possono dare indicazioni sulla buona volontà o no di qualcuno anche se non è un'informazione assoluta e definitiva. Venire ad Assisi per sottolineare che il fatto religioso può essere veicolo di pace per la società può essere segno di buona volontà, appunto. I.P.</span>

    RispondiElimina
  9. <span>"L'altro messaggio fuorviante è che la violenza è sempre sbagliata: niente di più falso ed ipocrita e lontano anni luce dalla Verità."</span>

    Scusa, non capisco: potresti cortesemente precisare? Grazie.

    RispondiElimina
  10. O anche di ipocrisia.
    R.I.P.

    RispondiElimina
  11. PIù chiaro di così. Siamo distnati anni luce dall'Assisi 1986. Nel 2000 con la dichiarazione Dominus Jesus, mi pare che l'allora cardinale Ratzinger abbia rimesso tutto nei gisti binari.
    Quindi niente paure.
    E non dimentichiamo una cosa...... che il discorso del Pap riserverà altre sorprese.

    Insomma ciò che fece confusione con Wojtila ( tra sorrisi e strette di mano) adesso è più chiaro.

    L'incontro è aperto per tutti i cercatori della Verità ( e non delle verità)  che con buona volontà sono chiamati a costruire la pace.

    Con buona pace dei "cattolici adulti"

    RispondiElimina
  12. Domanda puramente accademica:
     Nel caso S.S. lasci questa valle di lacrime prima di allora, e premesso che ogni Papa è signore & padrone di se stesso, e, pertanto, in astratto non è tenuto a nulla, ma, in concreto, il programma su esposto, è tale da potersi considerare moralmente vincolante anche per un presunto successore, CHIOUNQUE SIA?
    (Ovviamente reputo che le probabilità siano fatti Papi don Vitaliano della Sala o Mons. Williamson, siano prossime allo ZERO, anche se le vie del Signore sono infinite ed imprevedili, )

    RispondiElimina
  13. <span> "cattolici adulti" Ma se è la loro vittoria. Loro e dei massoni.</span>
    Ovvero si trasmette, checchè se ne dica, il messaggio che, in definitiva, la Fede professata è una formalità e, si rivendica l'episodio della Moschea, per affermare che la COMUNICATIO IN SACRIS con (almeno) i musulmani è possibile ed è lecita.

    RispondiElimina
  14. L'ironia del Sognatore è fantastica:
    "Tutto nei giusti binari. - Altre sorprese. - Chiamati a costruire la pace - Adesso è più chiaro".
    Avanti così, che spasso. Come si fa a non essere ottimisti!

    RispondiElimina
  15. Stefano78(Giustificazionista..ma non troppo)15 aprile 2011 alle ore 12:27

    Credo debba essere dato il giusto rilievo anche a questo comunicato: http://press.catholica.va/news_services/bulletin/news/27168.php?index=27168&po_date=02.04.2011&lang=it

    RispondiElimina
  16. <span><span>Scrisse la Pira anni fa: "...la pace nel mondo si risolve nel Medio Oriente attraverso la pacificazione fra le tre religioni che si riconoscono in Abramo: l'Islam, l'Ebraismo e il Cristianesimo.</span></span>
    <span><span>Fino a che queste tre religioni non si riconoscono con fraternità e con rispetto, la pace nel Medio Oriente, anzi la pace nel mondo, non ci sarà..."</span></span>
    <span><span>Giorgio La Pira</span></span>

    RispondiElimina
  17. <span><span><span>Scrisse la Pira anni fa: "...la pace nel mondo si risolve nel Medio Oriente attraverso la pacificazione fra le tre religioni che si riconoscono in Abramo: l'Islam, l'Ebraismo e il Cristianesimo.</span></span>  
    <span><span>Fino a che queste tre religioni non si riconoscono con fraternità e con rispetto, la pace nel Medio Oriente, anzi la pace nel mondo, non ci sarà..."</span></span>  
    </span>

    RispondiElimina
  18. ...bisogna camminare e rischiare per trovare gli uomini di buona volontà: la Verità non è la Chiesa ma la Chiesa è al servizio (serva come preferisce dire qualcuno) della Verità. Rimane il fatto che probabilmente (come scriveva il cardinal Martini) le religioni non dialogheranno mai realmente poichè sono chiuse nei loro meccanismi dogmatici ma gli uomini possono (e devono) farlo...nonostante  tutte le elucubrazioni telogiche

    RispondiElimina
  19. lo diceva anche Pera, approvato da Benedetto XVI che religioni non possono dialogare e possono farlo solo le culture...
    La Chiesa non è solo al servizio della Verità è la Verità (che è anche Bontà e Bellezza e ha nome Gesù Signore) all'opera nella Storia. Ma parlo della vera Chiesa non delle sue scimmiottature!

    RispondiElimina
  20. il reportage ci sta dicendo (come se fosse una cosetta da niente) che un papa e un imam possono pregare insieme !!!!!!!!!

    PELLEGRINI DELLA VERITA, PELLEGRINI DELLA PACE. Bellissimo programma ! Adesso avendo tirato in ballo che si va ad Assisi in nome della VERITA'
    non  resta che dire a tutti chi ha detto 200 anni fa'  IO SONO LA VIA LA VERITA' LA VITA. Vedremo se lo faranno...

    RispondiElimina
  21. la frittata é fatta! a me sembra che Assis3 comincia male: se avessimo detto PELEGRINI PER DISCUTERE DELLA PACE NEL MONDO avremmo potuto fare un incontro light  non molto impegnativo dal punto di vista religioso é scivolare diplomaticamente sul soggetto sincretismo (anche per tirare un po' il fiato e far dimenticare lo scandalo dei primi due Assisi)

    Invece ci buttiamo a capofitto nel problema affermando che si sarà riuniti in nome della VERITA': a questo punto due possibilità
    1) fare quello che ha detto Mgr Fellay: c'é un solo modo di fare un giusto Assisi, dire a tutti dovete convertirvi
    2) farsi inghiottire dal sincretismo di Assisi3 perché mi vedo già S.Egidio affermare che la verità siamo tutti noi...

    RispondiElimina
  22. Ma non esageriamo però, dai! Il filmato per quanto sia una succulenta anticipazione non è certo una voce magisteriale, è solo un video web!
    Stando così le cose del programma di Assisi 3 le possiblità si riducono sempre e comunque ad una, volenti o nolenti: quella di N.S. Gesù Cristo, che ci piaccia o meno parla tramite Pietro. Appurato dunque che non abbiamo altra scelta, in quanto cattolici, che sforzarci di capire Pietro, possiamo cercare di leggere i fatti alla luce della cristianissima virtù della speranza infatti:
    - non siamo tenuti a partecipare visto che non è la proclamazione di un dogma ex-cathedra: non si tratta di materia di fede, qui la finalità è politica.
    - non sarà dato alcun luogo di culto ai pagani per sgozzare i loro polli;
    - il Santa Padre non farà preghiere collettive e comuni con i membri delle sette;
    Ora forse tutto questo non ci sembrerà poi molto rispetto alla eventualità che il solito circo mediatico rimpalli l'evento come meglio crede, probabilmente secondo lo spirito di Riccardi e della S.Egidio. Ma in questo caso rivestiamoci l'animo della corazza della devozione al Santo Padre e della fiducia in lui, e seguiamo i buoni consigli di S. Caterina:

    "Allo inganno del demonio si risponda virilmente, vedendo la sua debolezza; il demonio non può vincere se non colui che vuole essere vinto. Risponda dunque con la viva fede e speranza, e con uno odio santo di sè medesimo. (...) Dalla viva fede trarrà una volontà accordata a quella di Dio, e spegnerà nel cuore e dalla mente sua ogni giudicio umano; giudicherà solo la volontà di Dio, che non cerca nè vuole altro che la nostra santificazione. A questo modo non si scandalizza col prossimo suo e non mormora. (...) Egli non giudica i servi di Dio, volendoli mandare a modo suo, come fanno molti presuntuosi superbi, i quali col mantello dell'onore di Dio e salute dell'anime si scandalizzano dei servi di Dio, pigliando una mormorazione coperta con questo mantello, dicendo: "Non piacciono a me questi modi". (...)E così si turba in sè: e anco, con la lingua sua, fa turbare altrui..."
    ("Le Lettere - di S.Caterina da Siena")

    RispondiElimina
  23. Il messaggio che se ne trae e' questo: non solo le religioni sono tutte uguali, ma , con l'invito agli atei, anche credere o non credere in checchessia e' la stessa cosa. Quanta confusione viene seminata tra i semplici ! Altro che 'santo subito' , speriamo che di qui al 1 maggio lo Spirito Santo faccia qualche cosa ! Noi intanto preghiamo. 

    RispondiElimina
  24. La cristianissima virtù della speranza mi fa dire che è solo questione di tempo: forse io non ci sarò più. Un giorno ci si vergognerà del Vaticano II, così come è successo dei concili ecumenici di Costanza e di Basilea, i cui decreti sul conciliarismo vennero rigettati dai papi e dai concili successivi, specialmente dal Tridentino e dal Vaticano I°: alla faccia del superdogma.

    RispondiElimina
  25. Scusa ma continuo a non capire. Hai scritto: "...la violenza è sempre sbagliata: niente di più falso ed ipocrita...." significa che la violenza NON è sempre sbagliata e che quindi E' auspicabile?
    Grazie per una cortese precisazione

    RispondiElimina
  26. Ma ad Assisi III sono stati invitati i Cattolici Tradizionalisti?

    RispondiElimina
  27. Certo che no!! I Cattolici Tradizionalisti non sono adatti ! Pensa che credono persino che fuori della Chiesa Cattolica non ci sia salvezza, e pretendono che sugli altari si celebri solo la Santa Messa !

    RispondiElimina
  28. <span>Scrisse la Pira </span>
    Lo hai trovato, il "Dottore della Chiesa".

    RispondiElimina
  29. Leggetele ultime notizie scioccanti dal Belgio un tempo cattolico:la tetrarchia che ha sgovernato la Chiesa cattolica negli ultimi trent'anni vale a dire Stanislao,Wanda,Navarro ,Re risponderà mai delle omertà?
    Non mi sembra :hanno odiato solo mons. Lefebvre ...non i pedofili protetti invece per trent'anni!

    RispondiElimina
  30. il nostro amico vuole farci credere che LA VIOLENZA è BUONA E GIUSTA! Il Papa si sbaglia e con Lui il Vangelo!

    RispondiElimina
  31. 200 banni fa chi lo ha detto? boh

    RispondiElimina
  32. <span>200 anni fa chi lo ha detto? boh</span>

    RispondiElimina
  33. Sì, in alcuni casi, canonicamente stabiliti, la violenza è buona e giusta, e persino doverosa. Le Crociate ne sono un luminoso esempio. La "Cruzada" spagnola, un altro.

    RispondiElimina
  34. ...senza voler giudicare o apprezzare troppo nessuno ma sula cristianità di La Pira c'è poco da dsquisire...Il Cristianesimo NON è annunciato r difeso e vissuto SOLO dai dottori della Chiesa...Martin Luther King non è stato dottore della Chiesa eppure è stato un grande cristiano...

    RispondiElimina
  35. ripeto...la Verità NON è la Chiesa...

    RispondiElimina
  36. ...200 annni fa? Non sarà mica stato quel papa...certo Pio IX...lo hanno anche fatto beato...

    RispondiElimina
  37. <span><span>Le tre religioni che si riconoscono in Abramo: l'Islam, l'Ebraismo e il Cristianesimo??? </span></span><span></span>
    <span><span>Evitiamo</span> il solito “religiosly correct”... Oggi occorrerebbe eliminare dal “lessico cristiano” contemporaneo espressioni pericolose come «le tre religioni abramitiche », «le tre religioni rivelate» e persino «le tre religioni monoteistiche» (anche perché ce ne sono ben più di tre). Niente di<span>  </span>più falso!!! </span>
    <span>Il fatto che simili espressioni siano usate con tanta facilità è un segno che il mondo cristiano non è più in grado di distinguere chiaramente tra la propria religione e l’Islam. Quando una Chiesa non sa più in cosa crede, né perché crede, scivola verso l’Islam senza nemmeno rendersene conto!!! </span>
    <span>Mi fanno ridere i sostenitori di tale progetto che continuano a pontificare le solite banalità: “gesto distensivo”, “luogo di pace e di preghiera”, “contributo al dialogo interreligioso” e via sviolinando. Il solito "belato pacifista" a senso unico, insomma, tanto più sonoro quanto più deve coprire il ringhio minaccioso del lupo sotto la pelle di agnelli….. <span>in poche parole i "<span>falsi profeti</span>" che vengono a noi in veste di pecore...</span> Questi sono i "frutti" di una chiesa che pur di "piacere" al mondo e di apparire moderni e democratici, hanno svenduto 2000 anni di Magistero riducendo il messaggio cristiano a mera attività filantropica!!!</span>
    <span>La <span>Dominus Iesus</span> ci ricorda che non v’è paragone possibile fra la verità insegnata dal Figlio di Dio incarnato e gli "spezzoni" o “semina verbi” di verità disseminati qua e là nelle varie credenze presenti nel mondo!!!</span>

    RispondiElimina
  38. <span><span>Le tre religioni che si riconoscono in Abramo: l'Islam, l'Ebraismo e il Cristianesimo??? </span></span><span></span>
    <span><span>Evitiamo</span> il “religiosly correct”... Oggi occorrerebbe eliminare dal “lessico cristiano” contemporaneo espressioni pericolose come «le tre religioni abramitiche », «le tre religioni rivelate» e persino «le tre religioni monoteistiche» (anche perché ce ne sono ben più di tre). Niente di<span>  </span>più falso!!! </span>
    <span>Il fatto che simili espressioni siano usate con tanta facilità è un segno che il mondo cristiano non è più in grado di distinguere chiaramente tra la propria religione e l’Islam. Quando una Chiesa non sa più in cosa crede, né perché crede, scivola verso l’Islam senza nemmeno rendersene conto!!! </span>
    <span>Mi fanno ridere i sostenitori di tale progetto che continuano a pontificare le solite banalità: “gesto distensivo”, “luogo di pace e di preghiera”, “contributo al dialogo interreligioso” e via sviolinando. Il solito "belato pacifista" a senso unico, insomma, tanto più sonoro quanto più deve coprire il ringhio minaccioso del lupo sotto la pelle di agnelli….. <span>in poche parole i "<span>falsi profeti</span>" che vengono a noi in veste di pecore...</span> Questi sono i "frutti" di una chiesa che pur di "piacere" al mondo e di apparire moderni e democratici, hanno svenduto 2000 anni di magistero riducendo il messaggio cristiano a mera attività filantropica!!!</span>
    <span>La <span>Dominus Iesus</span> ci ricorda che non v’è paragone possibile fra la verità insegnata dal Figlio di Dio incarnato e gli "spezzoni" o “semina verbi” di verità disseminati qua e là nelle varie credenze presenti nel mondo!!!</span>
    <span>Qui viene ribadita la piú elementare delle verità cattoliche: Gesú Cristo, nostro Signore e Salvatore nostro, è l<span>a via, la verità e la vita</span>; senza di Lui non v’è salvezza!!!</span>

    RispondiElimina
  39. ma è ovvio che la violenza è spesso giusta e auspicabile, altrimenti come mai la Chiesa ha il potere di punire con pene coercitive temporali (dogma) e di dichiarare guerra? Chi ha una spada la prenda, l'ha detto Gesù!

    RispondiElimina
  40. la violenza in nome della fede è sempre ingiusta, ma ci rendiamo conto? smentiamo tutta la storia della Chiesa e un numero indeterminato di dogmi con un'affermazione del genere. VERGOGNA!

    RispondiElimina
  41. <span> Il solito "belato pacifista" a senso unico, insomma, </span>
    ma perchè il Papa si adegua con entusiasmo a questo belato pacifinto-mediatico dei poteri del mondo, che ci insegnano un "volemose-bene" che presume di superare (!) il Vangelo, (forse non più consono e inidoneo alle "sfide" al villaggio globale...) e non sente invece il belato delle pecore che da tanto tempo aspettano una parola chiara e certa in favore dell'unica Vera Fede nell'unico Vero Dio rivelatosi in Gesù Cristo  ?
    perchè non si oppone con tutte le sue forze (come colui che disse "Exsurge Domine") a queste melliflue presentazioni di un MALE sotto forma di bene e non respinge decisamente, -invocando il Signore alla sua destra a sua difesa-  la grande epocale tentazione di quelle sirene pacifiste che vogliono gareggiare col vero Dio e con la vera pace che solo Nostro Signore può dare al mondo ?

    RispondiElimina
  42. <span> Il solito "belato pacifista" a senso unico, insomma,   
    ma perchè il Papa si adegua con entusiasmo a questo belato pacifinto-mediatico dei poteri del mondo, che ci insegnano un "volemose-bene" che presume di superare (!) il Vangelo, (forse ritenuto non più consono e inidoneo alle "sfide" al villaggio globale...) e non sente invece il belato struggente delle pecore che da tanto tempo aspettano una parola chiara e certa in favore dell'unica Vera Fede nell'unico Vero Dio rivelatosi in Gesù Cristo  ?  
    perchè non si oppone con tutte le sue forze (come colui che disse "Exsurge Domine") a queste melliflue presentazioni di un MALE sotto forma di bene e non respinge decisamente, -invocando il Signore alla sua destra a sua difesa-  la grande epocale tentazione di quelle sirene pacifiste che vogliono gareggiare col vero Dio e con la vera pace che solo Nostro Signore può dare al mondo ?</span>

    RispondiElimina
  43. <span>.Martin Luther King non è stato dottore della Chiesa eppure è stato un grande cristiano...</span>
    INCIPIT della bozza di un testo che sto scrivendo:

    LO scorso 4 aprile, è caduto il 43° anniversario della tragica morte di
    Martin Luther King.
    Ricordo la recensione di Vittorio Messori a "E le mura crollarono" (Edizioni
    Sugarco). Biografia, appunto, di Martin Luther King, scritta dal suo
    principale
    collaboratore, il pastore Abernathy. Tale biografia fu la prima opera a
    carattere non agiografico, sul martire dei diritti civili. Senza nulla
    togliere ai tanti meriti in campo sociale, di Martin Luther King, tale
    opera svelava una serie di limiti dell'uomo. Limiti che erano ben conosciuti
    dagli addetti ai lavori, ma su cui si taceva. Si taceva quando era in vita
    per non
    interferirne sull'attività politica, e dopo il delitto (di cui, chi è stato
    condannato, dal carcere in cui sta scontando i 99 anni inflittigli, non
    cessa
    di proclamarsi innocente), per non disturbare il mito che veniva utile a
    molti.
    Limiti che vanno da un gagliardo appettito sessuale (anche la notte prima
    dell'omicidio la trascorse NON con la moglie, la povera Coretta che, dopo
    l'uscita de "E le mura crollarono", ha confermato tutto), e fin qua sono
    miserie umane, su cui non ci si può far maestri, all'attitudine (e come nota
    Messori, per un giornalista o per uno studioso, si tratta di rubare) di
    appropriarsi di lavori altrui, senza citare la fonte.

    RispondiElimina
  44. ...e S.Agostino allora?

    RispondiElimina
  45. Non capisco.
    Sant'Agostino è un vero dottore della Chiesa e apdre della Fede. Si è pentito della vita sregolata che conduceva PRIMA DELLA conversione e vi hga abbondamente riaprato. MLK, in primis, e tendiamo a dimenticarlo (nonostante il nome che portava, che sta la a ricordarcelo) era  un eretico luterano, che NON HA MAI abiurato il luteranesimo. Per non parlare che la vita sregolate, la ha continuata fino al giorno dela morte. Dove sta adesso?
    Quanti, fra i suoi fans, pregano per lui?

    RispondiElimina
  46. "Ho portato la spada...." dice Gesù. Ma Gesù fa parte di un'altra religione l'unica vera che con Assisi centra solo perchè li vi è sepolto uno dei suoi più fedeli soldati: S.Francesco. Che tristezza e Cavalcoli ha il suo bel da dire (vedere post più sopra), che il Vaticano II è nella tradizione, ha proprio il suo bel da dire. Ma quando le ventose cederanno e finiranno di arrampicarsi sugli specchi?

    RispondiElimina
  47. <span>.ma sono questi gli argomenti per parlare di una persona? </span>
    Scusa, e, di grazia, quali sarebbero gli argomenti giusti? 
    Vuoi forse negare che:
    a) non era cattolico;
    b) conduceva vita sregolata;
    c) che sono pochi, tra i suoi ammoratori, coloro che pregano per lui.
    Mi sembrano tre dati di fatto, OGGETTIVI, non oponioni.
    Questi dati di fatto, OGGETTIVI, sempre oggettivamente, sono delle pessime presentazioni di fronte a Nostro Signore.

    RispondiElimina
  48. ...non essere cattolico non è un elemento necessariamente negativo
    Sicuramente avrà condotto una vita sregolata  ma ha anche scritto delle pagine meravigliose sulla vita e sulla fede e mi sembra abbia anche fatto tanto per combattere uno dei peggiori peccati che l'uomo puo' commettere : le leggi raziali

    RispondiElimina
  49. <span>">non essere cattolico non è un elemento necessariamente negativo".</span>
    <span>No! Lo è. Qui sta tutto l'equivoco del post-Concilio. Considerare  l'appartenenza religiosa un optional, poco o punto influente ai fini della salvezza eterna. Se l'unica colpa del Nuovo corso, fosse l'aver diffuso (o almeno tollerato che si difondesse, in barba alla D.J. che, C.V.D., non è stata letta) tale eresia sciocca, già condannata dal Magistero infallibile precedente, ciò basta ed avanza per concludere che non viene da DIO.</span>
    <span> "> </span><span>Sicuramente avrà condotto una vita sregolata  ma ha anche scritto delle pagine meravigliose sulla vita e sulla fede." </span>
    Traduzione: scrivere belle pagine (spesso copiarle pari pari da altri autori, senza citarli) autorizza a commettere adulterio. BUONO A SAPERSI!
    <span>">mi sembra abbia anche fatto tanto per combattere uno dei peggiori peccati che l'uomo puo' commettere : le leggi razziali".</span>
    E' la stessa tesi del film "Pianese Nunzio", sulla vicenda di un prete anti-camorra.
    Ovvero che il lottare contro la criminalità autorizza a concedersi qualche distrazione erotica, tra le braccia di quattordicenni consenzienti.
    SE la metà del tempo che hai impegato per cantare le lodi di MLK, lo avresti impiegato per pregare per lui, penso che avresti fatto qualche cosa di ben più utile, nonchè di certamente più apprezzato dallo stesso MLK, ovunque si trova oggi.

    RispondiElimina
  50. io non voglio appartenere alla SETTA dei cattolici anche perchè il messaggio e le parole del Cristo sono proprio (ma proprio) un'altra cosa. Il REgno di Dio comincia su questa terra (che non è solo un luogo di esilio per un presunto e discutibilissimo peccato originale).
    Cosa c'entrea un film su un prete anticamorra: qui si stà parlando della violenza o del rifiuto della dignità umana (cioè della parte di Dio che è in noi) che sono il fondamento delle leggi raziali (Mussolini puo' essere stato grande o no per quello che ha fatto ma non potrà mai essere perdonato dalla storia e dagli uomini per le leggi sulla razza). Essere cristiano non vuol dire solo sbucciarsi i ginocchi a pregare....la storia e il mondo ci sono stati affidati da Dio.
    A proposito di belle pagine: magari leggile prima di replicare (leggi la Forza di Amare ad esempio). Suppongo che saresti in gradi di distruggere anche un Gandhi o un Mendela o un vescovo Romero...
    Triste modo di vivere il cristianesimo il tuo: c'è chi alle cappe magne sontuose di certe cerimonie preferisce anche altri modi di vivere il cristianesimo e di lodare Dio. Il privilegio dell'appartenenza religiosa cozza un po' col paradosso dei miliardi di persone che nei secoli sono nate, han vissuto e sono morte senza sapere niente del cattolicesimo...tutti maledetti? Preferisco lo Spirito del Vaticano II a qualcosa che mi fa sentire di appartenere ad una setta. Buon cammino quaresimale e buona Pasqua nella Luce di Dio.
    Una cosa mi consola nelle tue affermazioni: il "cribbio" non lo faranno mai santo...

    RispondiElimina
  51. <span>il "cribbio" non lo faranno mai santo...</span>
    Chi è il "cribbio"?
    <span>e parole del Cristo sono proprio (ma proprio) un'altra cosa. </span>
    Beato te che lo hai capito. E di cosa si tratta? Spero che, quando comparirai al suo cospetto (mi e ti auguro tra 99 anni & 99 giorni a partire da oggi), si trovi concorde con il tuo parere. In caso contrario, sappi che non aspetto quel giorno per pregare per te, ma lo sto facendo già adesso. 

    RispondiElimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione