Post in evidenza

La Messa proteiforme: a modest proposal. Risposta e proposta al Prof. Grillo

Il Prof. Grillo ha voluto gentilmente confrontarsi (v. qui ) con il nostro commento critico alla sua intervista (in cui, lo ricordiamo, el...

domenica 29 agosto 2010

Gheddafi e l'Europa islamica del 2050. Il TG1: "E' una provocazione". Invece è una tragica profezia.

La buona Oriana Fallaci è stata una Cassandra. E ora il momento è arrivato.
Appreso dal TG1 di oggi, alle 20.00
Gheddafi è a Roma in visita ufficiale, quindi politica. Ma cerca di far proseliti tra le tante hostes presenti alla sua lezione sul Corano (ma qual è poi il motivo di queste lezioni?)
Accoglie la conversione di 3 ragazze.
(ah, per inciso, se noi provassimo a fare una cosa del genere in Libia?)
Questo conferma quanto per l'islam la politica (come altro ambito della vita musulmana) è strattamente connessa con la relgione.
E poi rilancia quella che il TG1 considera, ingenuamente, solo una provocazione.
Invece no, non è una provocazione. Il Colonello afferma nuovamente: l'islam sarà la religione dell'Europa tra qualche decennio. E ahinoi, ha ragione.
Non siamo noi a dirlo in un eccesso di pessimismo esistenziale.
Lo dicono e lo confermano studiosi di demografia e di leggi socio-storico-economiche.
Il video che riproponiamo presenta un'analisi scientifica condotta coi dati alla mano elaborati secondo i criteri scientifici della demografia.
Nel reportage si prende atto non tanto della sconfitta della Cristianità (a cui l'Europa sembra inesorabilmente destinata ad andare in contro) ma l'ineluttabile scomparsa della cultura europea (o meglio occidentale, visto che viene presa in considerazione anche la situazione oltreoceano) nel suo più ampio concetto.
Cristiani! Preti e laici! O anche solo Europei: svegliamoci e facciamo qualcosa (con fermezza, mossi da spirito di autoconservazione e sentimento di orgoglio, ma senza violenza, ben inteso)!
Non vogliamo che i nostri figli siano "sottomessi" (islam vuol proprio dire sottomissione) a casa propria! Da una religione così "invadente e intollerante".
Leggete: 7 minuti del vostro tempo, per sapere quello che non è mai stato detto. Fin ora.
E sul sito del quotidiano on line laRepubblica.it (link) il video con la testimonianza di una delle ragazze che, ignare, son state assunte per assistere compiacenti alle lezioni sul corano di Gheddafi, che le ha ripetutamente esortate alla conversione.

114 commenti:

  1. ..gli europei sono abituati al politically correct post-olocausto per cui "gli altri" non devono esser nemmeno criticati: sarebbe xenofobia, islamofobia.
    Le differenze culturali sono una ricchezza, rispettare cercar di comprendere culture e fedi altrui é un dogma assoluto.

    oggi le femministe che negli anni '70 prendevano a calci chi si permetteva la galanteria "maschilista" di aprir loro la portiera della macchina.. oggi "difendono" il burkini, il costume da bagno per la donna "che non deve chiedere mai". Nella foto, in burkini, delle esponenti "liberali" del Partito Democratico sfoggiano il burkini a Vercelli, in protesta contro un'ordinanza di una giunta leghista che ne proibiva l'uso..
    La stessa razza malefica che poi vomita sulla Binetti fandonie laiciste, o la schernisce pubblicamente per aver confessato d'aver portato il cilicio..

    RispondiElimina
  2. In ogni caso, poco mi importa cosa ne sará della Fede dell'Europa.. e sará da ridere vedere i liberali perire per colpa di quelle mani che essi stessihanno armato.
    Noi, abbiamo altri problemi.
    Tettamanzi, ad esempio.

    RispondiElimina
  3. <span>In ogni caso, poco mi importa cosa ne sará della Fede dell'Europa..ognuno risponde secondo la propria fede e le proprie azioni (e anche il proprio stato: la mia responsabilitá non é certo lontanamente paragonabile a quella di un vescovo..)
    ..certo assisteró con un certo qual piacere allo spettacolo dei laicisti in un'europa islamizzata.. perseguitati, cadranno per colpa di quelle mani che essi stessi hanno armato. </span>
    <span>
    Noi, abbiamo altri problemi. 
    Tettamanzi, ad esempio.</span>

    RispondiElimina
  4. E meno male che nella Costituzione europea abbiamo rinnegato le origini cristiane...

    RispondiElimina
  5. <span>..gli europei sono abituati al politically correct post-olocausto per cui "gli altri" non devono esser nemmeno criticati: sarebbe xenofobia, islamofobia. Giusto contro i cattolici e la Chiesa ci si puó sfogare..
    Le differenze culturali? sono una ricchezza! rispettare e cercar di comprendere culture e fedi altrui? Un dovere civico. 
     
    oggi le femministe che negli anni '70 prendevano a calci chi si permetteva la galanteria "maschilista" di aprir loro la portiera della macchina, "difendono" il burkini, il costume da bagno per la donna "che non deve chiedere mai". Nella foto, in burkini, delle esponenti "liberali" del Partito Democratico a Vercelli in protesta contro un'ordinanza di una giunta leghista che ne proibiva l'uso..  
    La stessa razza malefica che poi vomita sulla Binetti fandonie laiciste, o la schernisce pubblicamente per aver confessato d'aver portato il cilicio..</span>

    <span><span>In ogni caso, poco mi importa cosa ne sará della Fede dell'Europa..ognuno risponde secondo la propria fede e le proprie azioni (e anche il proprio stato: la mia responsabilitá non é certo lontanamente paragonabile a quella di un vescovo..) 
    ..certo assisteró con un certo qual piacere allo spettacolo dei laicisti in un'europa islamizzata.. perseguitati, cadranno per colpa di quelle mani che essi stessi hanno armato. </span> 
    <span> 
    Noi, abbiamo altri problemi.  
    Tettamanzi, ad esempio. O la Nostra Aetate.
    </span></span>

    RispondiElimina
  6. tutto si avvererà
    con la benedizione di Tettamanzi  & affini !
    *DONT_KNOW*

    RispondiElimina
  7. Il  problema dell'immigrazione islamica e del loro dinamismo demografico è reale, così come l'intenzione di conquistare l'occidente in questo modo. Sono anche convinto che dietro questo ci sia un preciso disegno massonico e, forse, ma non ne sono certo, ebraico-massonico. Tuttavia le cifre non sono ancora così drammatica. In europa, esclusa russia, i musulmani non arrivano ai 30 milioni ed anche alcuni dati mi sembrano errati. In Belgio gli islamici non s0n0 il 25% ma al max il 5%; irreali i dati sulla percentuali di natalità. Ad es. nel mio comune, provincia di mantova, la natalità straniera è del 35% e, compresi quelli con cittadinanza, l'incidenza è del 16/17%. Sono ripartizioni sicuramente più alte della media europea e la natalità islamica, comunità che sarà intorno al 7/8% della popolAZIONE. iL TASSO DI NATALITà ISLAMICO NEL MIO COMUNE è MOLTO ALTO, SI NOTI, MA DI POCO SUPERIORE AL 20 PER MILLE. bLOCCANDO L'IMMIGRAZIONE NEL 2050 IN uE GLI ISLAMICI NON POSSONO SUPERARE IL 10%: CERTO IL PROBLEMA è CHE NESSUNO VUOLE BLOCCARLA O CHIAMARE IMMIGRATI NON ISLAMICI (E QUI STA IL DISEGNO MASSONICO)

    RispondiElimina
  8. <span>Non vogliamo che i nostri figli siano "sottomessi"</span>
    <span>I figli. E' proprio qui il problema. Mentre noi non facciamo figli (o abortiamo), loro prolificano in abbondanza. È  chiaro che se le popolazioni crescono hanno necessità di nuovi spazi... </span>
    <span>s</span><span>aremo invasi e non potremo farci nulla… mi pare che una cosa simile avvenne con il declino dell’impero romano…….</span>

    RispondiElimina
  9. <span>
    <p><span><span>declino dell’impero romano....già: </span></span>
    </p><p><span><span>ma con la differenza che questa volta l'impero che sta per cadere è invece la Chiesa Cattolica romana. Perchè ? per il semplice motivo che </span></span>
    </p><p><span><span>"un regno, diviso in se stesso, crolla"!</span></span>
    </p></span>

    RispondiElimina
  10. <span>Accoglie la conversione di 3 ragazze. </span><span>(ah, per inciso, se noi provassimo a fare una cosa del genere in Libia?)</span><span></span><span>*******************</span><span></span><span>bè, san Paolo lo faceva, san Pietro, gli aporstoli lo facevano... e l'elenco è zeppo fino ai giorni nostri, certo, sappiamo la fine che fecero e che fanno i cristiani anche di oggi in India, in Pakistan, in Iraq, in Terra Santa, in Africa..., siamo capaci di fare oggi lo stesso?</span><span>Io credo di si, Cattolici coraggiosi non mancano il paradosso sta nel fatto che alla fine sono proprio alcuni Pastori ad IMPEDIRLO....e si perchè se un cattolico andasse in  giro  PER EVANGELIZZARE alla maniera di san Paolo, verrebbe immediatamente lasciato a se stesso,  se un Ghedaffi si alzasse per protestare, un portavoce cattolico si alzerebbe per dire: "bè, ma NON rappresenta mica la voce della Chiesa...." </span><span></span><span>Insomma, se  proprio dopo il Concilio vi è una spinta pastorale paradossalmente votata al martirio (perchè il programma che prevede  che tutte le religioni siano sullo stesso piano, seppur NON SONO UGUALI  - come questo sia possibile è ancora da spiegare -  CONDUCE AL MARTIRIO dal momento che LA VERITA' non può tacere...), dall'altra parte l'evangelizzazione (nuova ) NON dovrebbe  - secondo una certa pastorale -  INTERFERIRE CON L'ESPANSIONISMO ISLAMICO....</span><span>Qualche teologo modernista, o qualche vescovo che la pensa così, potrebbe spiegare al piccolo gregge come ciò potrà avvenire senza una mattanza dei cattolici i quali sono a chiamati a dire la VERITA' mentre l'Islam semina LA MENZOGNA?</span><span></span><span></span>

    RispondiElimina
  11. Accoglie la conversione di 3 ragazze. (ah, per inciso, se noi provassimo a fare una cosa del genere in Libia?)

    *******************

    bè, san Paolo lo faceva, san Pietro, gli aporstoli lo facevano... e l'elenco è zeppo fino ai giorni nostri, certo, sappiamo la fine che fecero e che fanno i cristiani anche di oggi in India, in Pakistan, in Iraq, in Terra Santa, in Africa..., siamo capaci di fare oggi lo stesso?

    Io credo di si, Cattolici coraggiosi non mancano il paradosso sta nel fatto che alla fine sono proprio alcuni Pastori ad IMPEDIRLO....e si perchè se un cattolico andasse in  giro  PER EVANGELIZZARE alla maniera di san Paolo, verrebbe immediatamente lasciato a se stesso,  se un Ghedaffi si alzasse per protestare, un portavoce cattolico si alzerebbe per dire: "bè, ma NON rappresenta mica la voce della Chiesa...."

     Insomma, se  proprio dopo il Concilio vi è una spinta pastorale paradossalmente votata al martirio (perchè il programma che prevede  che tutte le religioni siano sullo stesso piano, seppur NON SONO UGUALI  - come questo sia possibile è ancora da spiegare -  CONDUCE AL MARTIRIO dal momento che LA VERITA' non può tacere...), dall'altra parte l'evangelizzazione (nuova ) NON dovrebbe  - secondo una certa pastorale -  INTERFERIRE CON L'ESPANSIONISMO ISLAMICO....

    Qualche teologo modernista, o qualche vescovo che la pensa così - viste certe pastorali - potrebbe spiegare al piccolo gregge come ciò potrà avvenire senza una mattanza dei cattolici i quali sono a chiamati a dire la VERITA' mentre l'Islam semina LA MENZOGNA?

    RispondiElimina
  12. Devo esser sincero: non mi sto strappando i capelli. Mi interessano ben poco i destini catastrofici dell'Eurabia. Mi preoccupa di piú che la Chiesa continui a seguire le suadenti voci delle sirene "moderniste", e continui a rimettere in discussione tutto.. dottrina, liturgia, Veritá... Quella é la cosa che mi rende furente. Non l'Eurabia tra cinquant'anni, ma la diocesi in cui vivo "oggi".

    Io avró sempre e comunque la "mia" Messa, cosí come i cristeros messicani ai tempi della persecuzione, o i cristiani durante  la dittatura atea in URSS, o i "krishitan" nel giappone imperiale shintoista..

    RispondiElimina
  13. P.S.
    non dimenticate la profezia del Sultano ( di cui non rammento mai il nome) il quale dopo l'ultimo scontro con i Cristiani a Vienna, disse che non sarebbe stato necessario tentare un'altra invasione armata, ma che l'Europa sarebbe stata conquistata dall'Islam a causa DEL MALCOSTUME DELL'OCCIDENTE E DELL'ABBANDONO DELLA NOSTRA FEDE......

    Chi è addentro agli studi storici di quel periodo, saprà certamente trovare questo riferimento...

    RispondiElimina
  14. E non c'é manco bisogno che costruiscano le moschee: gliele stanno offrendo i modernisti (Chiese a scarso utilizzo).

    RispondiElimina
  15. Il Papa: «Accogliere le genti
    di tutte le nazioni e culture»
    Il messaggio di Benedetto XVI: «I genitori educhino
    i loro figli alla fraternità universale»

    RispondiElimina
  16. Mah, io rimango convinto che il laicismo sia un nemico ben peggiore dell'islam

    RispondiElimina
  17. ..beh, certo. Mica devono educarli a prenderli a sprangate.
    Queste, mi si conceda, sono le classiche belle parole da "parroco del mondo", cosí come Guareschi chiamava Giovanni XXIII.
    Non c'é nulla di sbagliato, nulla di forte, nulla di riprovevole.
    Ad una lezione di ermeneutica filosofica, il nostro docente ci illuminó su una cosa:
    "per capire se chi vi parla sta veralemnte dicendo "qualcosa", prendete la frase, e volgetela al negativo. Se la frase manterrá un siognificato valido per una mente assennata, allora vi avrá detto effettivamente qualcosa; se invece la frase al negativo risulta essere un'idiozia impensabile, allora NON vi sta dicendo NULLA.
    Esempio:
    "vogliamo piú matematica e meno latino".. versione negativa: "Vogliamo meno matematica e piú latino"; condivisibile o meno, la frase mantiene un senso.
    "Vogliamo un ordinato progresso verso piú giustiza e piú libertá".. versione negativa: "vogliamo un disordinato regresso verso piú ingiustizia e meno libertá".. é un'assurditá per folli, dunque, il Vs interlocutore, oltre ai fumi di belle parole, NON vi sta dicendo NULLA.

    RispondiElimina
  18. <span>..beh, certo. Mica devono educarli a prenderli a sprangate.  
    Queste, mi si conceda, sono le classiche belle parole da "parroco del mondo", cosí come Guareschi chiamava Giovanni XXIII.  
    Non c'é nulla di sbagliato, nulla di forte, nulla di riprovevole... ma nemmeno nulla di strettamente "pontificio", o "magisteriale"..
    Ad una lezione di ermeneutica filosofica, il nostro docente ci illuminó su una cosa:  
    "per capire se chi vi parla sta veralemnte dicendo "qualcosa", prendete la frase, e volgetela al negativo. Se la frase manterrá un siognificato valido per una mente assennata, allora vi avrá detto effettivamente qualcosa; se invece la frase al negativo risulta essere un'idiozia impensabile, allora NON vi sta dicendo NULLA.  
    Esempio:  
    "vogliamo piú matematica e meno latino".. versione negativa: "Vogliamo meno matematica e piú latino"; condivisibile o meno, la frase mantiene un senso.  
    "Vogliamo un ordinato progresso verso piú giustiza e piú libertá".. versione negativa: "vogliamo un disordinato regresso verso piú ingiustizia e meno libertá".. é un'assurditá per folli, dunque, il Vs interlocutore, oltre ai fumi di belle parole, NON vi sta dicendo NULLA.</span>

    RispondiElimina
  19. L'ho detto più volte che se non ci opponiamo faremo la fine di Costantinopoli e il papa sarà ridotto alla stato di servo come il patriarca di quella città.
    Tutto ciò grazie al Vaticano II, a Giovanni XXIII,a Paolo VI e a Giovanni Paolo II...

    RispondiElimina
  20. La natura non ammtte vuoti!
    il vuoto spirituale lasciato da una europa scristianizzata (o meglio de-cattolicizzata) non potrà che essere terreno di csontro tra la religiosità islamica e la contro-spiritualità (infera, gnosticheggiante, luciferino/nichilista) degli euro tecnocrati massonicheggianti.
    Intanto c'è un 'terzo' tra noi che ride.

    Indovinate chi....

    RispondiElimina
  21. concordo: anche a me interessa la mia diocesi e la mia vita ; e se in essa io non potrò probabilmente avere la "mia" Messa, finchè camperò, ma solo la <span>loro </span>Messa, (cioè di quelli che hanno il potere delle <span>mense e chitarre)</span>, che cosa devo fare, non potendo emigrare  ?

    RispondiElimina
  22. ..Mons. Filoni? *DONT_KNOW*

    RispondiElimina
  23. ..infatti.. e come disse Maria Stuarda guardando gli arazzi, o cambia veramente qualcosa, o son..... dolori.

    RispondiElimina
  24. ..effettivamente, Filoni non é "tra noi".

    RispondiElimina
  25. ma era una provocazione?29 agosto 2010 alle ore 22:46

    se era una provocazione, ok, ci sta.
    se no, il suo, caro cajetan ag è forse troppo egoistico! e se tutti avessero ragionato come lei, il cristianesimo non avrebbe superato i primi anni di persecuzione.
    Bel modo di ragionare!

    RispondiElimina
  26. Paolo VI ha permesso si costruisse una moschea nell'alma città santa di Roma, GP II ha baciato l'Alcorano...Tettamanzi fa propaganda per loro...oh! poveri noi in mano a questi apostati!
    Obama è criptomaomettano,Il Berlusca è un servo satiriaco di questi nemici di Cristo.

    RispondiElimina
  27. Mons.Principe Vescovo29 agosto 2010 alle ore 22:55

    <span>Guardate e ascoltate cos aafferma il Vescovo ausiliare di Bologna.... cosa ne dite???</span>

    http://www.youtube.com/v/wPhT3_fMx7o" type="application/x-shockwave-flash" width="200" height="165

    RispondiElimina
  28. no, non l'era e non l'é.
    Ognuno si assuma le sue responsabilitá. Io cerco di rimaner saldo nella fede, dare la mia testimonianza quotidiana là dove quotidianamente sono. Niente di piú.. niente di meno..e quando é di meno, Kyrie eleison.
    Spero mi si chiederà conto di quando ho visto Cristo nudo e l'ho vestito, di quando l'ho visto affamato e gli ho dato da mangiare.. spero mi si chieda conto delle mie mancanze nella fede, nella caritá e nella speranza, spero mi si giudicherá usando misericordia per le mie cadute in tentazione.. E non invece sulle scelte del parlamento olandese o sulle copule a conigliera dei turchi.

    RispondiElimina
  29. Io sono molto felice che venga l'islam, almeno ci sarà ancora qualcuno continuerà a pregare un Dio che nei cieli anzichè il dio che sta nelle banche... e poi così il femminismo, vera piaga della società post moderna, origine di ogni male sociale sarà annientato! Ho ascoltato infatti le delle femmine mezze nude uscire dall'incontro con Gheddafi dicendo che sperano che l'islam sia presto l'unica religione.... che bello pensarle con un burca date in sposa dai loro genitori a 14 anni e sottomesse ai loro uomini per tutta la vita!

    RispondiElimina
  30. Mi pare di ricordare che nelle profezie ci sia pure quella che dei vescovi accompagneranno i loro cavalli e berranno alle acque santiere a San Pietro...

    RispondiElimina
  31. Nella prosperità l'uomo (donna) non comprende ,
    è simile alle bestie che muoiono.                         (sal 49,21)

    RispondiElimina
  32. <span>Ecco una possibilità reale: chiamare immigranti della c.d. "latinoamerica" (io preferisco parlare di Iberoiamerica o Ispanoamerica). Loro salvarano gli USA: fanno tanti figli come i musulmani ma tutti sono cattolici devotissimi della Madonna.   </span>

    RispondiElimina
  33. Purtroppo è ormai evidente che l'Islam e i musulmani fanno quello che hanno sempre fatto da 1400 anni a questa parte, e cioè conquistare e cercare di islamizzare tutto il mondo in particolare l'Europa culla della cristianità e magari fare della basilica di S.pietro una bella moschea. Sicuramente  in quel video qualche dato statistico e' esagerato tuttavia è sostanzialmente credibile e realistico ed è davvero roba da non dormirci la notte se si pensa oltretutto che questo processo potrà avere un ulteriore notevole accelerazione  con l'ingresso della Turchia in UE (il cavallo di troia per islamizzare l'Europa come affermato dallo stesso Gheddaffi). Cio' che comunque piu' amareggia è l'ingenuità , l'acquiescenza, l'ignavia, l'ignoranza di tanto clero della Chiesa Cattolica (ma anche di tanti cattolici...le pecore alla lunga diventano come il pastore ossia i parrocchiani come il parroco o vescovo  pacivendolo e ultradialogante) che da sempre ha protetto e salvato in piu' occasioni la civiltà cristiana e occidentale con merito incommensurabile e che ora non sembra rendersi conto (o non vuole) del pericolo gravissimo che corre l'Europa e la Chiesa stessa. Il ruolo di difensore e protettore della civiltà cristiana e occidentale contro l'invasione islamica deve essere recuperato da parte della Chiesa e in fretta...molto in fretta...e deve dare battaglia all'Islam come ha sempre fatto, con i mezzi e le modalità di oggi perche' si tratta soprattutto di una battaglia culturale oltre che demografica. Prima che sia troppo tardi e che la civiltà cristiana venga spazzata via e quindi, tanto per fare qualche nome, Dante, Shakespeare, Michelangelo, Beethoven, Galileo e tantissimi altri (cioè quanto di meglio l'uomo abbia mai prodotto in ogni tempo e paese) diventino solo un pallido ricordo e siano sostituiti dalla detestabile sharia e dal corano che caleranno come una cappa grigia e opprimente su tutto e tutti. Se la Chiesa non si riprende dalla crisi di identità e di fede che l'attanaglia sarà la fine per l'Europa e l'Occidente. A viste umane i dati e le previsioni sono inesorabili ma Cristo Nostro Signore non abbandonerà la Sua Chiesa secondo la Sua promessa (non praevalebunt ).   

    Andrea

    RispondiElimina
  34. Reverendo, ascolti pure quella che se n'é andata inorridita dalle scempiaggini profferte da quel baraccone trash che é Gheddafi. Una su mille ce la fa: la percentuale é salva.
    http://video.sky.it/services/player/bcpid47829901001?bclid=597358174001&bctid=598353970001

    le altre, sono sciacquette.. vadano, vadano pure in libia a fare le musulmane, chi le ferma :-D :-D :-D :-D

    RispondiElimina
  35. <span><span>Ecco una possibilità reale: chiamare immigranti della c.d. "latinoamerica" (io preferisco parlare di Iberoiamerica o Ispanoamerica). Loro salveranno gli USA: fanno tanti figli come i musulmani ma tutti sono cattolici devotissimi della Madonna.   </span></span>

    RispondiElimina
  36. Ottimo, peccato che si ricordano di parlare a qualche mese dalla pensione.

    RispondiElimina
  37. Mons.Principe Vescovo30 agosto 2010 alle ore 00:05

    <span>aggiungo un  altro sconcertante video sull'islam... poveri noi!!!!</span>

    http://www.youtube.com/v/tejxVvwCQS4" type="application/x-shockwave-flash" width="200" height="165

    RispondiElimina
  38. Mons.Principe Vescovo30 agosto 2010 alle ore 00:07

    <span>E' interessante specialmente l'ultima parte del video... guardate come manifestano i mussulmani democratici e dialoganti, mica parliamo dei cattivoni fonadamentalisti dei talebani... parliamo dei democratici dialoganti ed europeizzati...</span>

    RispondiElimina
  39. Nobis quoque peccatoribus30 agosto 2010 alle ore 02:46

    Pochi giorni or sono ho proposto qui questa citazione dall'ultimo libro del Presidente Cossiga:

    "E' possibile che il popolo italiano torni a crdere in un dio; e' certo che se questo accadra' il dio in questione si chiamera' Allah".

    E' cosi' che si intendono le "legittime diversita' umane"?

    Quanto a me resto aggrappato al S. Rosario e alla S. Messa di S. Pio V. Per il resto Nostro Signore non abbandonera' i suoi fedeli. Alcuni Vecovi sono precursori dell'Anticristo anziche' apostoli di Cristo Signore.

    FdS

    RispondiElimina
  40. <span>Alcuni Vecovi sono precursori dell'Anticristo </span>
                  "alcuni"   ? ?

    RispondiElimina
  41. saranno contenti ORA mons. Tettamanzi&co, prelati e parroci vari in tutta Italia che, dichiarando e accogliendo costoro nostri fratelli (minori?) li faranno entrare nelle chiese e cattedrali dicendo loro: "FATE COME SE VOSTE A CASA VOSTRA: NELLA CHIESA C'E' POSTO PER TUTTI!"
                  perchè Gesù ha versato il suo Sangue per tutti, ANCHE PER VOI, anche se NON VORRETE mai saperlo, e la Chiesa Cattolica NON vi vorrà mai convertire, perchè essa, dal 1962, ha deciso di rispettare tutte le religioni come "vie alternative alla Verità" e dunque di pari valore, poichè TUTTE -in fondo- adorano lo stesso Dio,  e vengono salvati senza neanche saperlo !
    nessuno vi convertirà a Gesù Cristo, in nome della tolleranza cristiana del 20.mo e 21.mo secolo, ovvero in nome della libertà, uguaglianza, fraternità umana, che è la SUPER-RELIGIONE della<span> "civiltà universale dell'amore"</span> verso cui tutti dobbiamo andare e che è SUPERIORE A TUTTE le religioni e tutte le abbraccia : non c'è più diffferenza tra cristiani ebrei musulmani, vario-credenti-e-non....
    questo saarà il luminoso punto d'arrivo  "omega"  del grande abbraccio umano perseguito dalla Chiesa conciliare onni-inclusiva buonista che ha proclamato:
               "cerchiamo sempre ciò che ci unisce", mischiando TUTTO A TUTTI, cristianesimo a falsi-amici e nemici di Cristo, credenti comuni e non comuni col massimo esponente di tolleranza e (dis)integrazione,
               in una    MEGA-UNIONE-PLANETARIA:
                                                 quot   populi    tot   religiones  .....
          .....E    VINCA IL MIGLIORE  !
         ovvero:    quello che fa più figli  invadendo il mondo
                                e impone        CON LA FORZA DEI NUMERI  la    HIJAD UNIVERSALE  !

    RispondiElimina
  42. <span>saranno contenti ORA mons. Tettamanzi&co, prelati e parroci vari in tutta Italia che, dichiarando e accogliendo costoro nostri fratelli (minori?) li faranno entrare nelle chiese e cattedrali dicendo loro: "FATE COME SE VOSTE A CASA VOSTRA: NELLA CHIESA C'E' POSTO PER TUTTI!"  
                  perchè Gesù ha versato il suo Sangue per tutti, ANCHE PER VOI, anche se NON VORRETE mai saperlo, e la Chiesa Cattolica NON vi vorrà mai convertire, perchè essa, dal 1962, ha deciso di rispettare tutte le religioni come "vie alternative alla Verità" e dunque di pari valore, poichè TUTTE -in fondo- adorano lo stesso Dio,  e vengono salvati senza neanche saperlo !  
    nessuno vi convertirà a Gesù Cristo, in nome della tolleranza cristiana del 20.mo e 21.mo secolo, ovvero in nome della libertà, uguaglianza, fraternità umana, che è la SUPER-RELIGIONE della<span> "civiltà universale dell'amore"</span> verso cui tutti dobbiamo andare e che è SUPERIORE A TUTTE le religioni e tutte le abbraccia : non c'è più diffferenza tra cristiani ebrei musulmani, vario-credenti-e-non....  
    questo saarà il luminoso punto d'arrivo  "omega"  del grande abbraccio umano perseguito dalla Chiesa conciliare onni-inclusiva buonista che ha proclamato:  
               "cerchiamo sempre ciò che ci unisce", mischiando TUTTO A TUTTI, cristianesimo a falsi-amici e nemici di Cristo, credenti comuni e non comuni col massimo esponente di tolleranza e (dis)integrazione,  
               in una    MEGA-UNIONE-PLANETARIA:  
                                                 quot   populi    tot   religiones  .....  
          .....E    VINCA IL MIGLIORE  !  
         ovvero:    quello che fa più figli  invadendo il mondo  
                                e impone        CON LA FORZA DEI NUMERI  la    HIJAD UNIVERSALE  !</span>

    RispondiElimina
  43. e non solo ......... e i dittatori in croce pettorale d' oltralpe dove li mettiamo ????? .......... e la Lobby di <span> </span> '' QUELLI DELLA CEI ,, coi loro sorrisetti micidiali ,


    teniamoli sempre a mente !!!!!!!! ......... ben venga l' ISLAM come dice don CAMILLO ....... finche si ha la pancia piena !!!!!!!!!!!!! .........

    RispondiElimina
  44. e fu così che la civiltà occidentale, una volta cristiana e cattolica APPRODO' , dopo lunghe derive e DIALOGHI pluralisti, inclusivi e tolleranti alla  soggezione molto-rispettosa ai promotori della  grande  Jihad.....(cominciando dall'Inghilterra)

    ecco qui sotto l'immagine di grande potenza didattica (con linguaggio non-verbale) della Chiesa conciliar-dialogante che ha fatto scuola mostrando in immagini la pari dignità di tutte le religioni :
                               LO    "SPIRITO DI ASSISI"    DOCET   !
    (senza parole....)
    :(

    RispondiElimina
  45. <span><span>saranno contenti ora il card. Tettamanzi&co, prelati e parroci vari in tutta Italia che, dichiarando e accogliendo costoro nostri fratelli (minori?) li faranno entrare nelle chiese e cattedrali dicendo loro: "FATE COME SE VOSTE A CASA VOSTRA: NELLA CHIESA C'E' POSTO PER TUTTI!"    
                  perchè Gesù ha versato il suo Sangue per tutti, ANCHE PER VOI, anche se NON VORRETE mai saperlo, e la Chiesa Cattolica NON vi vorrà mai convertire, perchè essa, dal 1962, ha deciso di rispettare tutte le religioni come "vie alternative alla Verità" e dunque di pari valore, poichè TUTTE -in fondo- adorano lo stesso Dio,  e vengono salvati senza neanche saperlo !    
    nessuno vi convertirà a Gesù Cristo, in nome della tolleranza cristiana del 20.mo e 21.mo secolo, ovvero in nome della libertà, uguaglianza, fraternità umana, che è la SUPER-RELIGIONE della<span> "civiltà universale dell'amore"</span> verso cui tutti dobbiamo andare e che è SUPERIORE A TUTTE le religioni e tutte le abbraccia : non c'è più diffferenza tra cristiani ebrei musulmani, vario-credenti-e-non....    
    questo saarà il luminoso punto d'arrivo  "omega"  del grande abbraccio umano perseguito dalla Chiesa conciliare onni-inclusiva buonista che ha proclamato:    
               "cerchiamo sempre ciò che ci unisce", mischiando TUTTO A TUTTI, cristianesimo a falsi-amici e nemici di Cristo, credenti comuni e non comuni col massimo esponente di tolleranza e (dis)integrazione,    
               in una    MEGA-UNIONE-PLANETARIA, che dimentica ogni differenza di culto e fede: quot   populi    tot   religiones  .....    
          .....E    VINCA IL MIGLIORE  !    
         ovvero:   quello che fa più figli  invadendo il mondo    
          e impone   CON LA FORZA DEI NUMERI  la    JIHAD UNIVERSALE  !</span></span>

    RispondiElimina
  46. <span><span><span>saranno contenti ora il card. Tettamanzi&co, prelati e parroci vari in tutta Italia che, dichiarando e accogliendo costoro come nostri fratelli (minori?) li faranno entrare nelle chiese e cattedrali dicendo loro: "FATE COME SE VOSTE A CASA VOSTRA: NELLA CHIESA C'E' POSTO PER TUTTI!"  ....  
             ....... perchè Gesù ha versato il suo Sangue per tutti, ANCHE PER VOI, <span>diversamente-credenti</span>, anche se NON VORRETE mai saperlo, nè conoscere CHI SIA GESU' CRISTO e la Chiesa Cattolica NON vi vorrà mai convertire, perchè essa, dal 1962, ha deciso di rispettare tutte le religioni come "vie alternative alla Verità" e dunque di pari valore, poichè TUTTE -in fondo- adorano lo stesso Dio,  e vengono salvati senza neanche saperlo !      
    nessuno vi convertirà a Gesù Cristo, in nome della tolleranza cristiana del 20.mo e 21.mo secolo, ovvero in nome della libertà, uguaglianza, fraternità umana, che è la SUPER-RELIGIONE della<span> "civiltà universale dell'amore"</span> verso cui tutti dobbiamo andare e che è SUPERIORE A TUTTE le religioni e tutte le abbraccia : non c'è più diffferenza tra cristiani ebrei musulmani, vario-credenti-e-non....      
    questo saarà il luminoso punto d'arrivo  "omega"  del grande abbraccio umano perseguito dalla Chiesa conciliare onni-inclusiva buonista che ha proclamato:      
               "cerchiamo sempre ciò che ci unisce", mischiando TUTTO A TUTTI, cristianesimo a falsi-amici e nemici di Cristo, credenti comuni e non comuni col massimo esponente di tolleranza e (dis)integrazione,      
               in una    MEGA-UNIONE-PLANETARIA, che dimentica ogni differenza di culto e fede: quot   populi    tot   religiones  .....      
          .....E    VINCA IL MIGLIORE  !      
         ovvero:   quello che fa più figli  invadendo il mondo      
          e impone   CON LA FORZA DEI NUMERI  la    JIHAD UNIVERSALE  !</span></span></span>

    RispondiElimina
  47. <span><span>e fu così che la civiltà occidentale, una volta cristiana e cattolica, APPRODO' , dopo lunghe derive e DIALOGHI pluralisti, inclusivi e tolleranti alla  soggezione molto-rispettosa ai promotori della  grande  Jihad.....(cominciando dall'Inghilterra)  </span></span><span>...
    <span> </span>
    <span>ecco qui sotto l'immagine di grande potenza didattica (con linguaggio non-verbale) della Chiesa conciliar-dialogante che ha fatto scuola mostrando in immagini la pari dignità di tutte le religioni :  </span>
    <span>                           LO    "SPIRITO DI ASSISI"    DOCET   !  </span>
    <span>(senza parole....)  </span>
    :(
    </span>

    RispondiElimina
  48. <span><span><span>e fu così che la civiltà occidentale, una volta cristiana e cattolica, APPRODO' , dopo lunghe derive e DIALOGHI pluralisti, inclusivi e tolleranti alla  soggezione molto-rispettosa ai promotori della  grande  Jihad.....cominciando dall'Inghilterra !  </span></span><span>...  
    <span> </span>  
    <span>ed ecco qui sotto l'immagine di grande potenza didattica (con linguaggio non-verbale) della Chiesa conciliar-dialogante che ha fatto scuola mostrando in immagini la pari dignità di tutte le religioni :  </span>  
    <span>                           LO    "SPIRITO DI ASSISI"    DOCET   !  </span>  
    <span>(senza parole....)  </span>  </span></span>
    :(

    RispondiElimina
  49. non occorre conoscere la STORIA ben rendersi conto dela strategia colonizzatrice dell' ISLAM , oggi .
    D'altronde si è consentito alla caduta di COSTANTINOPOLI in una indifferenza generalizzata ......
    COSTANTINOPOLI non interessava piu' all' EUROPA ...... spogliata con la prima crociata 1204 ? dei suoi tesori delle piu' insigni reliquie , ridotta ad una larva vuota ........ 

    in ogni casi i CROCIATI si sono comportati in modo ben piu' barbaro e irriverente facendo ballare una prostituta sull' altare di SANTA SOFIA ....... 

    RispondiElimina
  50. Cattolico, e fiero di esserlo30 agosto 2010 alle ore 09:24

    Muah, non so.. Non pensate che gran parte dei musulmani, quando verrà qui, comunque rilasserà le sue abitudini? Se non la prima generazione, almeno le seguenti.. No?

    RispondiElimina
  51. Cattolico, e fiero di esserlo30 agosto 2010 alle ore 09:24

    Questa magari è più una speranza; ma secondo voi ha fondamento?

    RispondiElimina
  52. Non sarei preoccupato...30 agosto 2010 alle ore 09:40

    ......delle visioni gheddafiane. Infatti, è noto che Gheddafi stà all'Islam come Borghezio stà al Cristianesimo. Nel merito, quindi, il suo messaggio religioso è risibile, mentre molto seria è la scelta dell'uditorio. Decidendo di predicare alle Hostess (belle, magari scosciate ed abbronzate) e facendosi circondare da patetiche, turbantate ed occhialate Erinni guardiane, lui, retrogrado ed oscurantista musulmano, ha dimostrato che la nostra supposta superiorità in tema di diritti delle donne (ah, le donne!) può essere bellamente superata o, almeno, ridicolizzata. Fosse solo per questo, ci sarebbe da essergliene grati.
    In ogni caso, nessun problema. Per i bottegai al potere, infatti, "pecunia non olet" e qualche umiliazione per la nostra Nazione e per la nostra Capitale (Capitale anche del Cristianesimo di cui si vantano difensori) è accettabile. Tra qualche giorno ce ne scorderemo.
    Quanto alle vere minacce al Cristianesimo ed al mitico Occidente Cristiano, non sono le orde beduine ma i greggi laicisti e benpensanti a rappresentare il vero problema.
    Ma non hanno fatto i conti col bastone del Pastore.

    RispondiElimina
  53. quale bastone, scusi  ?
        quello che i potenti di fatto, bastonatori dei fedeli tradizionali, agitano sempre contro il Vicario di Cristo, e con molta efficacia, bloccando sul nascere le sue iniziative di raddrizzamento della Chiesa  ?

    RispondiElimina
  54. è una speranza già ampiamente disillusa: si ricordi il barbaro assassinio della ragazza Hina, che voleva vivere all'occidentale !
    Non basterà affatto il semplice contatto con gli (ex)cristiani europei, in gran parte pagani di fatto, anche se battezzati.
    Per gli islamici comanda il corano, la loro legge è MUSLIM=sottomissione: schiavitù i ogni uomo ad allah, e schiavitù del mondo all'islam !
    Quelli odiano la libertà, e non capiranno mai che significhi essere figli di Dio, realtà che solo IN GESU' CRISTO si compie:
    perchè OGGI NESSUNO PIU' nella Chiesa vuole annunciare Gesù Cristo Salvatore, per falso rispetto verso tutti,
    e così rischia di vincere in tutto il mondo una religione SCHIAVIZZANTE, che non integra affatto loro (intolleranti) ai civilizzati "tolleranti" (ovvero supini-correct) !

    RispondiElimina
  55. Bisogna conoscere la lingua araba per poter scoprire che molti imam durante la preghiera settimanale del venerdì, strillano e invocano la conversione dell'Europa all'Islam. E molti di questi "pacifici" imam si fanno poi vedere con prelati e vescovi pro ecumenismo con un volto tranquillo e innoquo. Ieri sera su Tg1 Dossier è andato in onda un lungo reportage sulla Terra Santa, l'intervistatore, forse un non credente con pruriti di sincretismo religioso per costruire la pace in quella Terra martoriata da conflitti interni..., va a chiedere ad un famoso frate francescano archeologo se non fosse opportuno, per la pacifica convivenza dei popoli in Terra Santa, dichiarare "PROFETA" anche Maometto!!! Il Frate archeologo approva! Pazzesco, un religioso figlio di San Francesco e per di più prete! E poi al Santo Sepolcro ecco l'intervista ad un prete diocesano (veneto) con l'abito francescano, per poter confondersi con la comunità francescana locale, ebbene, alla domanda: quale è la vera religione, lui risponde di NON SAPERLO e che lo scoprirà, forse post mortem.
    Una Chiesa, tra sacerdoti e laici, che non sa più nè vuole annunciare al mondo la propria fede in Gesù Cristo, una Chiesa che ha paura di dire chiaramente che l'unica Chiesa è quella cattolica....apre le porte a sventurati che con il sorriso sulle labbra esortano alla conversione all'Islam.
    E poi, certi ecumenisti post conciliari e pure massoni, hanno l'ardire di accusare i bigotti tradizionalisti di incapacità di dialogo fraterno e di volere a tutti i costi nuove crociate. Finchè circoleranno questi uomini dall'ottimismo facile e dall'indole autodistruttiva per condurre la Chiesa di Cristo nella melma del sincretismo religioso e panecumenico, le porte al proselitismo islamico e alle sette protestanti (di cui così poco si parla ma che arruolano tra le loro comunità tanti cattolici) rimarranno aperte e i nostri Vescovi...STANNO A GUARDARE...LE STELLE!!
    renate

    RispondiElimina
  56. e mentre gli infedeli portano avanti scrupolosamente il loro piano di conquista, gli indegni rappresentati dell'unica vera religione, si stracciano le vesti per le politiche immigratorie (peraltro deboli e timidissime) di Francia ed Italia. Complimenti, anzi vergogna, vergogna, vergogna. p.s. ma possibile che di fronte a questo ennesimo attacco dell'islam ai danni della cristianità, il buon Benedetto XVI non abbia altro da dire se non: ripettiamo l'ambiente, accogliamo chiunque e preghiamo per le vittime di Duisburg? Ahi ahi ahi, attenzione al pilatismo, esso non è fonte di santità

    RispondiElimina
  57. Alexander Von Trotta30 agosto 2010 alle ore 10:57

    Di Gheddafi non mi preoccuperei, è un uomo di spettacolo con una concezione dello spettacolo tutta personale. Non riesco a capire bene che significato abbia la performance delle hostess indottrinate a pagamento, ma è probabile che un significato non ce l'abbia e sia solo un modo per far parlare di sé. Come pantomima è anche leggermente blasfema, perché si regalano copie del Corano (che per un mussulmano è quanto di più sacro possa esistere) a gente che verosimilmente andrà a buttarle nel primo bidone della spazzatura che capiterà a tiro.
    Quanto ai convertiti, ce ne sono non pochi anche dall'Islam al cristianesimo. Magdi Cristiano Allam non è certamente un caso isolato. Non se ne parla perché l'occidentale che si fa islamico non rischia nulla, l'islamico che diventa cristiano nel suo paese rischia la galera o la pena di morte, e anche da noi può incappare in grosse grane con i suoi ex correligionari. Inoltre ai fautori dell'ecumenismo a tutti i costi non piace toccare questo tasto.

    RispondiElimina
  58. <span><span><span><span><span><span><span>“il dominio di Cristo non si estende soltanto sui popoli cattolici o a coloro che, rigenerati nel fonte battesimale, appartengono, a rigore di diritto, alla Chiesa, sebbene le errate opinioni li allontanino da essa o il dissenso li divida dalla carità, ma abbraccia anche quanti sono privi di fede cristiana, di modo che tutto il genere umano è sotto la potestà di Gesù Cristo (Egli dominerà dal fiume fino all'esremità della Terra e lo adoreranno tutti i popoli della Terra, tutti i popoli Gli saranno sottomessi. La Sua potestà è eterna, e il Suo Regno non sarà mai distrutto - Salm. 71,8; Dan. 7,14) ”. 
        L’uomo, negando la regalità di Cristo nella storia non potrà trovare alcuna salvezza né pace, rimanendo vittima delle sue passioni, inimicizie ed inquietudini. È Cristo soltanto la “fonte della salute privata e pubblica”, diceva Pio XI “Né in alcun altro vi è salvezza, né sotto il cielo altro nome è stato dato agli uomini, mediante il quale dobbiamo essere salvati” <span>(At 4, 12).</span>
    </span></span></span></span></span></span></span>

    RispondiElimina
  59. E' giusto così, la modernità sterilizza. Noi bianchi cattolici europei siamo le prime vittime della piovra modernista, inolculataci con la forza da servi di ambienti semitici.
    I musulmani la modernità l'hanno rifiutata e continuano a rifiutarla. E' ormai da un secolo che inglesi, americani e israeliani tentano di imporla inutilmente. Infatti da quelle parti è scattato il piano "B" che prevede lo sterminio dei musulmani: in Iraq, Palestina ed Afganistan ci stanno dando dentro in tal senso. Ma è tutto inutile, sono troppo fertili. Persino la potentissima Israele è destinata a sparire per lo stesso motivo.
    Per distruggere la cristianità sono riusciti ad imporci la sterilità e l'immigrazione di massa. Il divaolo, però, fa le pentole e non i coperchi. Mi dispaice dirlo a sionisti e massoni ma quando l'Europa smetterà definitivamente di essere cristiana sarà musulmana e loro verranno presi a meritati calci nel sedere.
    Meglio un'Europa islamica che un'Europa morta. Certo, gli abitanti originari saranno una minoranza ma saranno cristiani veri. Oggi i vescovi tradiscono la Chiesa e spingoni verso l'apostasia. Gli apostati si estingueranno prima perchè pensano che non fare figli sia un bene.

    RispondiElimina
  60. ...........stupidi anche i nostri politici.....che ricevono....gente del genere!!!!!!!!!!!! Non hanno rispetto...per la nostra cultura e religione!!!!

    RispondiElimina
  61. Cara Caterina...Gheddafi può venire a Roma a invitarci a convertirci tutti all'Islam...e Bagnasco parla di Pomigliano...vabbè, allora mettiamo la testa sotto la sabbia...

    RispondiElimina
  62. ma che male abbiamo commesso per avere un classe dirigente compartecipe di questa indegna pantomima? questo è il governo più vicino alle istanze dei cattolici? di quali cattolici? di quelli tettamanzi style??? sono indignato e mi vergogno di essere italiano.. e per cortesia non mi si venga a dire che tutto  si giustifica soltanto perchè pecunia non olet...

    RispondiElimina
  63. dum Romae consulitur...

    RispondiElimina
  64. Chi è Oriana Fallaci?

    RispondiElimina
  65. Catone ci vede meglio, per fortuna....

    RispondiElimina
  66. Cito Dante: "Uomini siate,e non pecore matte,sì che il Giudeo,di voi tra voi non rida"

    RispondiElimina
  67. oh bravo Catone! hai indovinato la risposta al quiz....

    RispondiElimina
  68. Forse questa problematica sia uno dei motivi che fa tenere i CN in casa, un 'fatemi spazio e io darò i numeri' (in entrambi i sensi) , ormai sono tanti a dare i numeri uno più uno in meno ... almeno questo fa 'volume'  :(

    RispondiElimina
  69. Forse. Ma forse anche no. Vivendo in un quartiere colonizzato in massa da "iberoamericani", quello che vedo è volgarità becera, arroganza, zero fede e anche droga. Non c'è fede, c'è consumistizzazione anche peggiore della nostra. Nessun retaggio "ibero cristiano", se va bene superstizioni antiche. La crisi non è solo quella del mondo "occidentale", del'Europa ex cristiana, ma anche del resto del mondo. E' una crisi gloobale quella del cattolicesimo. Secondo me ci si culla troppo sul presunto stato vergine dei cattolci nei paesi "giovani" come Asia e Africa, come nuovi Rousseau. Tra i "latinos" oggi dilagano le sette, protestanti o meno. Milioni di convertiti lasciano il cattolicesimo latino americano, devastato dalla teologia marxisteggiante, dalle opzioni preferenziali per i poveri male intese, dal neotribalismo e quant'altro. Biffi aveva ragione in teoria, ma la realtà pratica è più triste. Forse gli unici ad aver mantenuto qualcosa sono gli islamici, ma anche con loro ci sarà da vedere, come osserva Messori in un articolo di oggi, forse in modo un po'troppo ottimista.

    RispondiElimina
  70. <p><span>Forse. Ma forse anche no. Vivendo in un quartiere colonizzato in massa da "iberoamericani", quello che vedo è volgarità becera, arroganza, zero fede e anche droga. Non c'è fede mariana, c'è consumistizzazione anche peggiore della nostra. Nessun retaggio "ibero cristiano", se va bene superstizioni antiche. La crisi non è solo quella del mondo "occidentale", dell'Europa ex cristiana, ma anche del resto del mondo. E' una crisi globale quella del cattolicesimo. Secondo me, come nuovi Rousseau, ci si culla troppo sul presunto stato vergine dei cattolici nei paesi "giovani" come Asia, America Latina e Africa. Tra i "latinos"oggi dilagano le sette, protestanti o meno. Milioni di convertiti lasciano il cattolicesimo latino americano, devastato dalla teologia marxisteggiante, dalle opzioni preferenziali per i poveri male intese, dal neotribalismo e quant'altro. Biffi aveva ragione in linea generale, ma la realtà pratica è molto più triste. Forse gli unici ad aver mantenuto qualcosa sono gli islamici, ma anche con loro ci sarà da vedere, come osserva Messori in un articolo di oggi, forse modo un po'troppo ottimista. </span><span></span></p>

    RispondiElimina
  71. ...peccato tu non sia un antropofago del borneo.

    RispondiElimina
  72. Nobis quoque peccatoribus30 agosto 2010 alle ore 14:43

    Gheddafi ha svelato tempestivamente i pensieri di molti.

    Basta vedere il ritratto della nostra societa' che traccia la mano di un regista come il turco Ferzan Ozpetek. Mi ricordo uno dei suoi primi film basato sulla storia di una ragazza italiana finita nell'harem del sultano Habdul Hamid II e che si dispera quando i giovani turchi decidono di chiuderlo. Gia' allora si vedeva qual'era il posto ideale - secondo il gran turco - per le nosttre fanciulle, sedicenti femministe e aspiranti veline in attesa del Sultano.

    Per il resto solo film che celebrano la disgregazione della famiglia italiana, insistono ossessivamente nel proporre coppie omosessuali e le loro storie d'amore, mariti che tradiscono le mogli con uomini, ridicolizzano chi e' ancora attaccato ai "valori' tradizionali e se compare un sentimento vagamente religioso, rimane in un indistinto sincretismo non religioso. Una delle scene piu' rivelatrici dei suoi film e' quando per le esequie di un giovane italiano (ovviamente omosessuale) utilizza la camera funebre laica e tetrissima del Policlinico di Roma. Ovviamente per operazioni di questo genere, di cui le vittime non si avvedono e collaborano con l'esecutore, ci vuole un indubbio talento artistico. Il tutto per dimostrare che gli italiani non sono piu' cattolici e hanno voltato le spalle ai vecchi valori, senza sapere a chi poi saranno inevitabilmente sottomessi.

    L'aspetto infine piu' drammatico e' che l'unica via di uscita passa per l'applicazione senza compromessi delle virtu' cattoliche. Non solo la preghiera ma anche la rinunzia. In una parola la santita'.

    FdS

    RispondiElimina
  73. Intanto Simon Peres, che giovedì incontrerà il Papa ha detto:
    "Le relazioni tra Vaticano e stato ebraico sono le migliori dai tempi di Gesù Cristo"

    ...fatemi capire, hanno accettato la divinità di Cristo loro o la abbiamo rigettata noi??

    RispondiElimina
  74. <p><span>Forse. Ma forse anche no. Vivendo in un quartiere colonizzato in massa da "iberoamericani", quello che vedo è volgarità becera, arroganza, prostituzione, zero fede e anche droga. Non c’è devozione mariana, c'è consumistizzazione anche peggiore della nostra. Nessun retaggio "ibero cristiano", se va bene superstizioni antiche. La crisi non è solo quella del mondo "occidentale", dell'Europa ex cristiana, ma anche del resto del mondo. E' una crisi globale quella del cattolicesimo. Secondo me, come nuovi Rousseau, ci si culla troppo sul presunto stato vergine dei cattolici nei paesi "giovani" come Asia, America Latina e Africa. Tra i "latinos"oggi dilagano le sette, protestanti o meno. Milioni di convertiti lasciano il cattolicesimo latino americano devastato dalla teologia marxisteggiante, dalle opzioni preferenziali per i poveri male intese, dal neotribalismo, da “inculturazioni” varie e quant'altro. Biffi aveva ragione in linea generale, ma la realtà pratica è molto più triste. Forse gli unici ad aver mantenuto qualcosa dell’antica forza sono gli islamici – purtroppo- ma anche con loro ci sarà da vedere, come osserva Messori in un articolo di oggi, forse in modo un po'troppo ottimista. </span><span></span></p>

    RispondiElimina
  75. non fa proprio ridere

    RispondiElimina
  76. infatti, non fa ridere per niente!!

    RispondiElimina
  77. HAHAHAHA....ho sbagliato...ottimo messori volevo dire...

    RispondiElimina
  78. Te lucis ante terminum30 agosto 2010 alle ore 16:22

    Da un lato il nulla spirituale dell'europa, dall'altro l'aggressività islamica (chi vuole provi a parlare di cristianesimo in un paese islamico e il gioco è fatto)...
    Catone, io non stravedo per gli americani, tutt'altro, ma andrebbe detto che l'80% dei morti in Afghanistan o in Iraq sono vittime dei talebani, compresi i poveri cristiani che vivono lì da prima di loro, come è vero che l'islam si è espanso e si espande con la spada (a tal proposito basta leggere le interviste a monsignor Mazzolari su quel che da 30 anni succede nel sud del Sudan oppure leggere Asia news su come sono trattati i cristiani nei paesi islamici). D'accordissimo che l'America non doveva andare in Iraq dove, tra l'altro, non ha risolto nulla, anzi, altro è vedere l'islam come vittima innocente dei cattivoni occidentali... Io personalmente non so se avere più paura di quei massoni di Bruxelles che ci governano e del nichilismo che alligna pure tra gli uomini di Chiesa o dell'invasione isalmica: si può non scegliere nessuna delle due cose??? :(

    RispondiElimina
  79. Anche quella dei "cattivoni occidentali" e del "prepotente uomo bianco" sono leggende. L'uomo bianco euopeo e cristiano è stato la prima vittima dell'aggressività (censura).Chi vuol, capire capisca. Chi, invece, vuole credere alle menzogne sioniste faccia pure. Io c'ho creduto 20 anni prima di capire come stavano le cose. Non posso di certo togliere ad altri il gusto di "ridestarsi" da soli.

    RispondiElimina
  80. "<span>80% dei morti in Afghanistan o in Iraq sono vittime dei talebani, compresi i poveri cristiani"</span>
    Dunque: 1°) non sarebbero morti senza la guerra preventiva di Bushiana memoria
    2°) i talebani furono foraggiati dagli americani in funzione antisovietica
    3°) quando dici "<span>non so se avere più paura di quei massoni di Bruxelles che ci governano e del nichilismo che alligna pure tra gli uomini di Chiesa o dell'invasione isalmica" te ne propongo una terza: e quanto dobbiamo aver paura dei finti amici? di quello che nei termini scritturali è definito il  "falso agnello"???????
    </span>

    RispondiElimina
  81. 4°) i 'poveri cristiani' di cui parli sono cattolici???? no, perchè altrimenti non capisco la tua frequentazione di un sito tradizionalista CATTOLICO!!!

    Ferma restante l'inviolabilità della vita umana, di solito le vittime dell'islam sono cristiani "riformati"....

    RispondiElimina
  82. Ospite stupito (e forse anche stupido)30 agosto 2010 alle ore 17:41

    Ma come, anche in questo caso si prende pretesto per dare addosso a Tettamanzi, Paolo Vi etc. come fossero stati loro che hanno invitato Gheddafi in Italia con tutti gli onori, che gli stanno facendo ponti d'oro, che gli forniscono le veline? O non c'entra forse un certo Berlusconi, che si proclama cattolico, bacia gli anelli ai vescovi e che, da un punto di vista tradizionalista dovrebbe essere considerato un concubino, un pubblico peccatore che in più fa sfoggio dei suoi vizi? O forse questo è uno di quei casi in cui ci dobbiamo inchinare alla sublime e beata saggezza del cardinale Scola quando ci invita a non essere troppo moralisti?

    RispondiElimina
  83. già....<span>.la santità: una parola !</span>
           e chi mai ci porterà alla santità, se i pastori non sono più santi e non cercano e non desiderano la santità  ? chi ce ne mostrerà la Via ?  chi ci condurrà su di essa, vigilando sul nostro cammino e sostenendoci con la sua luce donata dall'alto  ?
    dobbiamo diventare autodidatti ?
    ....ma quante penose illusioni può coltivare un fedele che può autoingannarsi se si auto-guida, immerso nell'ignoranza generale e  frastornato dalle parole fuorvianti che vengono pronunciate dai pulpiti  ?

    RispondiElimina
  84. Non mi risulta facciano differenze gli islamici, così come poche differenze facevano i cristiani quando erano loro ad uccidere.

    La stessa differenza che non fa Gesù quando si parla di vittime innocenti.

    RispondiElimina
  85. Berlusconi non ha responsabilitá di governo nella Chiesa. Del suo agire, Silvio renderà conto a Chi di dovere, mica al punto di vista dei tradizionalisti.
    Tettamanzi e Paolo VI invece hanno ricoperto e/o ricoprono posti chiave per le sorti della Chiesa Universale.
    Tettamanzi "c'entra" sempre quando si parla di queste cose: lui ci tiene, in fondo, a esser sempre in prima linea nell'amplesso interconfessionale, interreligioso, interculturale, inter-milan.. per lui, é sempre un derby; l'importante é lo scambio delle magliette dopo la partita.
    E allora, se lui ama tanto la prima linea, non è così sprovveduto da creder di ricever solo abbracci. A lui, le critiche, "rimbalzano"; l'ha sempre dimostrato.. e quindi eviterei di esser più "cardinalista" del Cardinale.

    Quanto a Paolo VI.. é una figura caleidoscopica, impenetrabile, incompresa perchè incomprensibile. La sua figura, piena di ombre. Il Suo Magistero, un rebus istrionico di aperture laceranti (e rotture difficilmente conciliabili col Magistero precedente) in dottrina, liturgia, ecclesiologia.. rinverdito di tanto in tanto da qualche provvidenziale "stop".

    Se il Deposito della Fede Cattolica, dalla Rivelazione divina "diretta" fino a PioXII non è più l'unico vero e salvifico, ma (come ha lasciato insegnare Paolo VI e come gongola Tettamanzi) ogni cosa buona va bene.. allora tutta "la baracca" (tanto per citare Mons. Mani) non serve più a nulla. Non servono i Sacramenti, non serve la castità.. alla "carità" si può sostituire la solidarietà terzomondista e le beatitudini diventano al massimo un programma sindacale.
    L'ottimismo nell'apertura agli altri a tutti i costi, nel comprendere le ragioni degli altri, di vedere quanto di genuinamenmte buono c'é negli altri da cui dovremmo imparare per correggere le nostre storture.. ci ha portato dove non sappiamo nemmeno più perchè eravamo partiti..e  soprattutto da dove eravamo partiti.
    E non è colpa nè di Gheddafi, nè di Silvio..

    RispondiElimina
  86. http://dai.ly/bInFPt

    RispondiElimina
  87. a confronto di questo parroco, che sostiene di aver fatto un passo avanti consiedrevole dando le stanze parrocchiali ai mussulmani, Gheddafi è una innocente mammoletta.

    http://dai.ly/bInFPt

    RispondiElimina
  88. se avessimo il coraggio di provare a convertire,a confutare l irrazionalità dell islam e sopratutto chiedessimo ai nostri politici, specialmente quelli che fanno finta di leccarci i piedi prima delle elezioni leggi per la difesa di quelle persone che vorrebbero uscire dai ghetti di una religione barbara che dice tutto e l incontrario di tutto,molto probabilmente l Europa resterebbe  cristiana.Ma nel momento in cui nascondiamo la verità scomoda che solo nella chiesa cattolica cè salvezza, è impossibile trovare il coraggio per fare opere per la conversione.Se solo ci fosse un accenno nella costituzione europea alle radici cristiane , da un punto di vista giuridico, verrebbe messo platealmente in luce l inconciliabilità del pensiero islamico con il pensiero occidentale.Per questa situazione dobbiamo ringraziare  quei politici difensori dei valori cattolici che in questi giorni si lodano e si sbrodolano nel palco del meeting di comunione e liberazione e che poi finita la festa se ne vanno a  lodare il maiale di tripoli che lascia morire nel deserto i tanti africani che non dimentichiamolo spesse volte son cristiani.Grazie a tutti i cattolici tradizionalisti e modernisti che per avverse ragioni invece di lodare il Santo Padre, per ragioni di miserabile bottega lo dileggiano e lo criticano,( ricordate i tempi del discorso di Ratisbona?) se giungerà a termine l invasione islamica, avranno solo una strada:tacere

    RispondiElimina
  89. <span><span>come pecore senza pastore......quante strade sbagliate possono prendere, seguendo miraggi luccicanti di santità pret-a porter  ?</span><span>
    </span></span>

    RispondiElimina
  90. I "fratelli maggiori"...

    RispondiElimina
  91. Sinceramente non riesco a capire tutto questo polverone. Lasciamo perdere per un attimo la storia del folklore e ipotizziamo che la cosa sia da prendere sul serio. Bene, abbiamo paura delle parole? Il leader di un Paese islamico viene in Italia a dire che l'Islam è la vera religione e che l'Europa farebbe bene a convertirsi. Embeh? Ci scandalizziamo per questo? Piuttosto decliniamo cortesemente l'offerta del Colonnello Gheddafi e diamogli ragione della nostra fede cristiana, o piuttosto del nostro ateismo materialista. Tra Trecento e Quattrocento Manuele II Paleologo discuteva serenamente con un dotto persiano su quale fosse la migliore religione, come ci ricorda Ratzinger nel memorabile discorso di Ratisbona (stiamo reagendo proprio come certo sottoproletariato musulmano all'indomani di questo discorso). Otto secoli fa San Francesco, in piena Quinta Crociata, predicava il Cristo al Sultano del Cairo, che rifiutava cortesemente la conversione. Mi pare che nel 2010 si sia tornati molto indietro. Piuttosto chiediamoci la ragione di certe indignazioni interessate.

    Se il timore è invece quello dell'eventuale e progressiva islamizzazione dell'Europa, chiediamoci: ma la colpa è dei musulmani che si trasferiscono da noi e fanno tanti figli o degli europei che non credono più in nulla? Non riesco a capire perché ce la si prenda con gente che non ha altra colpa se non quella di esistere. Quali sarebbero le proposte? Sterminarli in massa? Rispedirli a casa? Non tollerare il culto islamico nel nostro Paese? Siamo seri, per favore...

    RispondiElimina
  92. doppiopesismo farisaico30 agosto 2010 alle ore 20:35

    bravo Cajetan  ! 
       ma quante volte bisogna tornare a mettere i puntini sulle "i" di fronte a queste colossali mistificazioni e  confusioni di ruoli e giudizi morali, dove, equiparando i peccati dei politici a quelli dei prelati, certi ipocriti moralisti doppiopesisti sono pronti alla condanna senza appello del politico solo forse in quanto loro avversario, e all'assoluzione aprioristica degli ecclesiastici di alta e grave responsabilità<span> qualunque sia il loro operato,</span> solo perchè favorisce una certa ideologia dominante da 50 anni, nella Chiesa e nella società   !
    E ogni volta che si smaschera l'ipocrisia del doppiopesismo, ecco che dopo un po' esso rispunta, più truce e sclerotico di prima, a giudicare fatti e persone con la sua solita bilancia taroccata  !....
    Ma, voglio precisare, non è in questione il commento dell'ospite preso in sè singolarmente, ed espresso in buonafede, forse, ma una vulgata ideologica che viene diffusa giornalmente nell'aria, viene poi inalata da molti in buonafede, respirata e riemessa come anidride carbonica ad intossicare tutti i circostanti: è  il clima che respiriamo da 50 anni che ci fa spesso (s)ragionare, ottundendo il retto discernimento del bene dal male, e il vero senso morale  !

    RispondiElimina
  93. ospite, ottime parole!!

    RispondiElimina
  94. semplicemente NON SI DOVREBBE TOLLERARE che dei parroci concedano luoghi di culto a loro a spese dei cattolici; non si dovrebbe tollerare di impedire l'allestimento del presepe per non offenderli; non si dovrebbe ridurre l'insegnamento di religione a storia delle religioni e magari inserire lo studio del corano nelle scuole per la solita par condicio.....e tanti altri inginocchiamenti non si dovrebbero tollerare  !
    In nome della tolleranza le moschee aumentano e i cattolici tradizionalisti sono cacciati via dalle chiese: questo si deve tollerare ? questa è invasione, permessa e tollerata dagli ecclesiastici e politici, invasione dei nemici di Cristo, senza colpo ferire: accomodatevi, fate come se foste a casa vostra !
    Non si dovrebbero continuare a costruire moschee (che sono anche scuole di terrorismo) mentre si adibiscono chiese a ristoranti (v. post giorni scorsi): ecco CHE COSA NON SI PUO' più tollerare
    Erano da tollerare le ballerine dello Sri-Lanka nel Duomo di Milano, caro ospite ? ?
    Si può tollerare che la festa sacra dell'Epifania di Nostro Signore sia trasformata in "festa dei popoli" ? ?
    ....e può continuare lei stesso con l'elenco delle TOLLERANZE, passato, presente e futuro....

    RispondiElimina
  95. il Signore è il mio pastore, non manco di nulla!

    RispondiElimina
  96.  il burkini è moralmente preferibile al bikini. Non scherzo. La banalizzazione del corpo femminile, con le donne(non ultime delle suore, e non più giovanissime) che si scoprono sempre più, ormai la abbiamo così assorbita che ci sembra normale. Ben venga il  il burkini e si diffonda anche tra le cristiane!Quando citate Oriana Fallaci (pace all'anima sua, speriamo che si sia pentita degli aborti che ha commesso), ditemi un po': sareste disposti a morire per le minigonne e le discoteche? Io no!

    RispondiElimina
  97. non diomenticate che, nel 1986, anche Gheddafi e Komeini mandarono rappresentanti a parteciare alle preghiere di Assisi

    RispondiElimina
  98. ospite ancora stupito31 agosto 2010 alle ore 07:43

    Per Cajetan: ma qui non si parla in generale del multiculturalismo, dell'abdicazione del pensiero cattolico ed altro. Si parla di un caso specifico, dove di tutto quello che è successo (predicazione pubblica dell'Islam ad una platea di povere ragazze reclutate da qualche maitresse etc. etc.) c'è un responsabile preciso che della religione ha fatto una merce come di tutto il resto. E dove mai Berlusconi (o Putin, o Sarkozy) sarebbero esenti da ogni giudizio cristiano? Solo gli uomini di Chiesa dovrebbero sottostare a un biasimo pubblico?Chi dalle sue televisioni diffonde messaggi di corruzione morale, fornendo modelli in cui rtrionfano il sesso e il denaro dovrebbe rendere conto solo a Dio? Con questo principio anche di Stalin e di Hitler non si sarebbe dovuto dire niente (magari nel frattempo discurendo animatamente delle malefatte di qualche vescovo tedesco o di qualche metropolita russo)

    RispondiElimina
  99. al secolo Enea Piccolomini, indisse una nuova crociata. Vide che tutti i re europei, a parole, si esibivano in magniloquenti assensi alla partenza, ma poi, in concreto, non solo rimandavano alle calende greche, ma atresì, continuavano a fare lucrosi affari con il Turco, passò alla battaglia culturale. Scrisse, in latino ed in arabo, la confutazione del Corano e la mandò a Maometto II. Il sultano, da parte sua ringraziò (il dIALOGO, quello vero, NON è nato con il Vat II, anzi è stato Affossato DALL'Ecumenismo) (contiuna. SE interessa)

    RispondiElimina
  100. Saranno contenti gli ingenui che portano l'islam in palmo di mano.

    RispondiElimina
  101. Te lucis ante terminum31 agosto 2010 alle ore 12:40

    X Bellarmino
    Punto 1) Non sarebbero morti? Perché con il regime talebano non si moriva come mosche? Inoltre i talebani potevano fare a meno di addestrare i terroristi per ammazzare in giro per il mondo...I campi terroristi di Al Quaida pullulavano...che pretendevi? Che gli americani stessero a guardare? Noi l'avremmo fatto al posto loro? Suvvia...
    2) Gli americani hanno foraggiato "anche" i talebani in funzione antisovietica? Purtroppo è vero, sono gli errori della real politik...ma quale paese nella storia non ha utilizzato questa politica (sia chiaro, sbagliatissima)? Purtroppo nessuno...
    3) Sui finti amici sono d'accordo con te, ma stai tranquillo che i finti amici prima o poi andranno a sostenere una delle due categorie a cui facevo riferimento
    4) Sì la maggior parte dei cristiani iracheni sono di rito caldeo ma in comunione con la chiesa cattolica, ma anche riguardo agli altri: forse non hanno diritto di esprimere liberamente la loro fede? Devono essere ammazzati dai fanatici islamici? A tal proposito conviene riguardarsi il discorso di Ratisbona del Santo Padre.
    PS Io sono un cattolico fedele al Papa e alla Chiesa Cattolica (la vera Chiesa) e amo la Tradizione e la messa di sempre, per questo ritengo questo sito ben fatto e assai utile; non penso che questo però implichi l'antigiudaismo e l'antiamericanismo preventivo o il disinteresse per la sorte dei cristiani che sono attualmente fuori dalla Vera Chiesa (d'altra parte né il Papa né l'amministratore del sito hanno mai espresso ciò), o forse sbaglio??

    RispondiElimina
  102. Te lucis ante terminum31 agosto 2010 alle ore 14:19

    x quale tollerenza:
     Sono perfettamente d'accordo

    RispondiElimina
  103. guarda che molto spesso i cristiani che vengono uccisi sono occidentali che appartengono a gruppi 'riformati' legati ad ONG e che fanno proselitismo e che, per le posizioni politiche delle loro 'chiese' sono (non senza motivo) accomunati agli americani visti come occupanti che combattono gli stessi potentati che hanno creato. (avevo scritto "<span>Ferma restante l'inviolabilità della vita umana" aggiungerei, anche se non 'cristiana')</span>
    Comunque ogni tanto bisognerebbe mettersi nei panni di chi ci sembra così tanto diverso e lontano.

    Quello che invece tu chiami "<span>l'antigiudaismo e antiamericanismo preventivo" non ha niente di 'preventivo' (sono gli americani ad amare questo aggettivo) ma solo valutazioni di quella che tu chiami "</span><span>real politik", una politica che non ha NIENTE di "cristiano"....
    </span>

    RispondiElimina
  104. Te lucis ante terminum31 agosto 2010 alle ore 17:17

    In realtà Bellarmino la chiesa irachena di rito caldeo contava circa un milione di fedeli in Iraq (per la cronaca. lì il cristianesimo, come in tutto il medio oriente, è arrivato ben prima dell'islam) ora sono circa 400000 (meno della metà) rinchiusi in pochi villaggi e costretti a rispettare la sharia per non essere ammazzati ( anche ieri hanno ammazzato un povero vetraio): ti assicuro che non sono occidentali che fanno proselitismo: sono poveri cittadini che per la loro fede non possono avere gli stessi diritti dei cittadini di fede islamica, sono dhimmi, e queste violazioni, seppur a gradi diversi, avvengono in quasi tutti i paesi islamici. Poi per quanto riguarda gli occidentali, spesso e volentieri Al Quaida li ammazza senza che facciano proselitismo (che pure dovrebbe essere lecito, visto che loro lo fanno giustamente qui da noi in assoluta tranquillità), salvo poi accusarli di essere spie americane per giustificare le uccisioni efferate che compiono. Pensa a quei 10 che hanno ammazzato, la loro associazione lavorava e salvava vite in quel paese dagli anni settanta... Come dice il Papa, non possiamo essere silenti e complici della violazioni della libertà religiosa.
    La realpolitik non ha niente di cristiano sono perfettamente d'accordo (dicevo solo che non è una caratteristica unicamente americana, purtroppo l'hanno sempre applicata tutte le nazioni) ma non ha niente di cristiano nemmeno il fatto di soprassedere e tacere sulle orrende violazioni dei diritti umani e della libertà religiosa che avviene nel mondo islamico...

    RispondiElimina
  105. Noto che metti in un unico calderone Iraq a Afganistan, pazienza, è un vizio degli "Occidentali"...comunque...

    Potrai facilmente verificare (di dichiarazioni ce ne sono a bizeffe) come i Cristiani Caldei in Iraq vivessero molto meglio e con più libertà sotto il regime (piuttosto laico, te lo ricordo, "laico") di Saddam Hussein, anzichè oggi (poi mi spiegherai il nesso fra 11/9 e saddam...ma credo che troverai l'impresa assai ardua..) e siccome "dai frutti li riconoscerete" possiamo facilmente riconoscere la 'bontà' dell'albero da cui discendono le "guerre per l'esportazione della democrazia"...

    Quanto ai "Diritti Umani", la questione è assai complessa e ci porterebbe molto (troppo) lontano.

    RispondiElimina
  106. Te lucis ante terminum1 settembre 2010 alle ore 16:34

    Non ti preoccupare, distinguo bene Iraq da Afghanistan, ti ho anche premesso che distinguo le due guerre, trovo giustificabile quella in Afghanistan (riguardo a quella parlavo di legami con gli attentatori di Al Quaida), non quella in Iraq, tu li hai accumunati parlando di guerra bushana assolvendo estremisti islamici e talebani vari, questa sola cosa ti ho contestato. Per quanto riguarda i diritti umani (in questo caso parliamo del mondo islamico, ma è ovvio che non si tratti solo di quello) il discorso è semplice: nel mondo islamico si violano i diritti umani dei cristiani? In Iraq chi li ammazza i cristiani? E in Sudan? E in Pakistan? La libertà di religione e di coscienza, c'è o no? Cristiani e musulmani hanno gli stessi diritti, sì o no? Basta ascoltare, ad esempio, Maurice Borrmans che certo anti-islamico non è. Questa sono le domande che ho fatto...negare questo accusando solo e sempre gli americani (pratica amata da estremisti di destra e di sinistra) in modo manicheo questo sì è poco cristiano e intellettualmente poco onesto. Hanno delle responsabilità gli americani? Sì. Hanno delle responsabilità gli estremisti islamici negli attentati terroristici e nella violazione dei diritti umani dei cristiani dei loro paesi? Sì, anche di più. L'antiamericanismo ( e anche antigiudaismo) di professione e a senso unico personalmente non mi piace e credo che non sia un dogma di fede 

    RispondiElimina