Post in evidenza

La Messa proteiforme: a modest proposal. Risposta e proposta al Prof. Grillo

Il Prof. Grillo ha voluto gentilmente confrontarsi (v. qui ) con il nostro commento critico alla sua intervista (in cui, lo ricordiamo, el...

giovedì 5 agosto 2010

Ecce, iam noctis

Ecce, iam noctis

Dominica ad laudes
dalla III dom. dopo Pentecoste al 28 settembre

Autore: San Gregorio Magno




Ecce jam noctis tenuátur umbra,
Lux et auróræ rútilans corúscat:
Súpplices rerum Dóminum canóra
Voce precémur:
Ecco, ormai della notte si attenua l'ombra,
e la luce rosseggiante dell'aurora risplende:
Supplici il Signore del creato (lett.:
delle cose) con canora
voce supplichiamo.
Ut reos culpæ miserátus omnem
Pellat angórem, tríbuat salútem,
Donet et nobis bona sempitérnæ
Múnera pacis.
Affinché i rei di colpa commiserando, ogni
angustia allontani, tributi salvezza,
e doni a noi i buoni doni (
munera) della sempiterna
pace.
Præstet hoc nobis Déitas beáta
Patris, ac Nati, paritérque Sancti
Spíritus, cujus résonat per omnem
Glória mundum. Amen.
Conceda questo a noi la Divinità beata
del Padre, e del Figlio, e dell'ugualmente Santo
Spirito, di cui risuona per tuttto
il mondo la gloria. Amen


Testo più antico

Ecce iam noctis tenuatur umbra
lucis aurora rutilans coruscat;
nisibus totis rogitemus omnes
cunctipotentem,

Ut Deus, nostri miseratus, omnem
pellat angorem, tribuat salutem,
donet et nobis pietate patris
regna polorum.

Praestet hoc nobis Deitas beata
Patris ac Nati, pariterque Sancti
Spiritus, cuius resonat per omnem
gloria mundum.
Amen.

Nessun commento:

Posta un commento