venerdì 20 settembre 2019

FOTO: Avvenire e le banalità "à la mode" per snobbare la bella Liturgia di Ordinazione Episcopale di Mons.Tomasi nel Duomo di Bressanone: rimediamo noi!


Non pubblichiamo le foto che Avvenire ha riservato alla recente ordinazione del nuovo Vescovo di Treviso Mons. Michele Tomasi nell'articolo di Diego Andreatta (1) del 16 settembre scorso: "Il video. Ordinato Tomasi, il vescovo con la chitarra" (QUI) perchè sono espressione di una deprimente e sconvolgente banalità. 
Non appena quell'articolo di Avvenire è uscito  c'è stato un rincorrersi di messaggi whatsapp di Sacerdoti e di fedeli che con poche parole, riprese poi su un social,
hanno sottolineato la ben nota faziosità del Quotidiano dei Vescovi a favore delle forzose manifestazioni gggvanilistiche che, secondo loro, andrebbero di  moda. 
Ecco uno dei tanti messaggi: "Come in un pazzo copione dopo la splendida liturgia di consacrazione episcopale nel bellissimo Duomo di Bressanone ( coro,organo, ottoni, solisti, melodie gregoriane) naturalmente ignorata da Avvenire, il nuovo vescovo di Treviso ha dovuto dimostrare  "coram populo" di essere "al passo con i tempi". Poveretto: sarà stato anche stanco!

Cerchiamo di rimediare noi alle omissioni di Avvenire ringraziando e  congratulandoci "in primis" con il Vescovo di Bolzano-Bressanone S.E.R. Mons. Ivo Muser e con il Rev.mo Capitolo dei Canonici della Basilica Cattedrale di Bressanone per la bella Liturgia di Ordinazione Episcopale di Mons. Tomasi  offerta alla gloria di Dio e per l'edificazione dei fedeli il 14 settembre scorso Solennità dell'Esaltazione della Santa Croce. Ci piace inoltre sottolineare:



- il significativo e devoto dono che il Vescovo consacrante Muser ha fatto al suo nuovo Confratello nell'episcopato: la Reliquia del Beato Josef Mayr-Nusser, Martire,  padre di famiglia ucciso dai nazisti "in odium" a Cristo ed alla Santa Chiesa Cattolica. "Mons. Muser ha auspicato che le reliquie del beato Mayr-Nusser trovino ora posto nel duomo di Treviso, dove sono custodite anche quelle del beato Enrico da Bolzano. “Il nuovo vescovo di Treviso – ha detto – sarà così accompagnato dall’intercessione di questi due beati, che come lui, sono originari di Bolzano”; 


- la splendida esecuzione musicale (*) del Coro, del complesso di ottoni, dei solisti e dell'Organista della Domchor Brixen che hanno donato uno scelto programma dal gregoriano alla polifonia sacra. Complimenti al Kapellmeister del Duomo Prof. Heinrich Walder,  al  Domorganist Prof. Franz Comploi (che ha suonato il  grande Organo opus della Ditta organaria tirolese Pirchner Orgelbau), al Decano della Basilica Cattedrale, Canonico don Ulrich Fistille  ed al Presidente del Coro Magdalena Beikircherdel; - il programma sotto -


- l'encomiabile servizio liturgico diretto dal cerimoniere vescovile (di cui ignoriamo il nome)   affidato ai seminaristi e ai ministranti del Duomo ( la prossima volta speriamo di vedere anche le favolose pianete "vanto" della sagrestia del Duomo di Bressanone); 



- il vescovo Mons. Muser che ha cantato magistralmente tutte le parti a lui spettanti in perfetto stile gregoriano, seppur in lingua tedesca ( le Litanie e la Benedizione Pontificale sono state però cantate in latino); 




- il bellissimo, sereno e commovente intervento del nuovo Vescovo Mons.Tomasi a cui rivolgiamo gli auguri per il suo ministero episcopale a Treviso;


- le significative parole del Patriarca di Venezia Mons.Francesco Moraglia; 







- la professionalità dei tecnici audiovisivi di RAI Alto Adige (canale 103) e delle emittenti diocesane Radio Sacra Famiglia-inBlu e Radio Grüne Welle

- la tempistica dei campanari del mitico concerto di otto campane " a slancio tirolese " della torre nord e della torre sud del Duomo  suonate anche durante il canto del Vangelo e durante l'imposizione delle mani al nuovo ordinato. (v. video: Brixen Dom Einzelläuten und Vollgeläute QUI

Tutto a lode di Dio!

AC 

(*)  Il programma musicale:  

Introitus: Vinzenz Goller: Tu es Petrus  
Ordinarium: Heinrich Walder: Missa brevis in Es (Gloria, Sanctus, Agnus Dei)  
Alleluja: Alleluja con versetto per coro di H. Walder
Veni Creator Spiritus ( canto gregoriano )  
Offertorium: Theodore Dubois: Cantate Domino  
Communio: Karl Jenkins: Ave verum
W. A. Mozart: Laudamus te (Soprano solo)  
Post Benedictionem : Großer Gott con diversi accompagnamenti (organo e ottoni) 
++ 

(1) Diego Andreatta è il Direttore di Vita Trentina il settimanale diocesano di Trento.


Il video della Liturgia della Consacrazione Episcopale di Mons. Michele Tomasi 






11 commenti:

  1. Avvenire: pattumiera del politicamente e teologicamente corretto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Avvenire": già nel nome è giudaico e progressista, tutto è posticipato nel futuro, come se Gesù non fosse ancora venuto, è un approccio intrinsecamente ebraico alla realtà. Ognuno può avere le idee che vuole, ma deve essere chiaro che una visione di *attesa* non è cattolica, è legittima ma non è cattolica. Molto più coerenti gli ebrei.

      Elimina
    2. "E' legittima ma non è cattolica": piccolo grande aiuto all'ecumenismo post-conciliare. E poi, se gli ebrei sono "molto più coerenti" non converrà convertirsi all'ebraismo?

      Elimina
    3. Ho scritto "è legittima" perché è comunque una elaborazione filosoficamente strutturata (che purtroppo nei secoli ha preso piede, almeno in Occidente). È chiaro il mio riferimento a una legittimità culturale. Ho poi affermato, e lo ribadisco, che gli ebrei sono più coerenti dei cattolici progressisti: gli ebrei hanno sempre "atteso", non hanno mutato la loro concezione della storia. Lungi da me il prefigurare una conversione all'ebraismo o il dare il minimo spazio all'ecumenismo: la Verità è una, ed è quella cattolica.

      Elimina
  2. Incredibile come il giornali dei vescovi italiani abbiano potuto ignorare una così bella liturgia frutto della fede del popolo santo di Dio!
    Brava la redazione di MiL che ha rimediato alle colpevoli omissioni del giornale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non tanto "incredibile", anzi ... credibilissimo!

      Elimina
  3. Avete fatto bene a ringraziare i cantori e i maestri : le "Cenerentole" dimenticate da tutti eppure indispensabili per una dignitosa azione liturgica!

    RispondiElimina
  4. Avvenire....il giornale di propaganda di regime assieme a "La civiltá a-cattolica" e "Famiglia S-cristiana"....

    RispondiElimina
  5. Ma che borsa questi applausi durante una messa...

    RispondiElimina
  6. Incredibile come un giornale un tempo cattolico possa aver dimenticato le caratteristiche peculiari del cattolicesimo nel nome di un nuovo "umanesimo". Rinnegamento dei valori!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.