martedì 7 agosto 2018

Benedettine new wave: “IL MATRIMONIO OMOSESSUALE DEVE ESSERE RICONOSCIUTO COME UN SACRAMENTO”.


Estratto da un'intervista di Paolo Rodari ru Repubblica sulla famosa monaca benedettina TERESA FORCADES (vedere QUI), invitata anche recentemente in molte Diocesi italiane  ad incontri e conferenze (inter alia QUI) e grande ammiratrice di Papa Francesco.
La sua tesi di fondo sull'omosessualità e quella che non solo la tendenza omosessuale è "buona", ma anche gli atti omosessuali lo sono.
Speriamo che almeno mantenga la promessa di tornare in monastero.
L

Teologa femminista e monaca benedettina

Estratti da La Repubblica, Paolo Rodari,  15-7-18

«Il processo costituente in Catalogna terminerà il primo settembre. In quel giorno tornerò alla vita normale del monastero, sempre più cChat Seguireonvinta che il movimento catalano per l' indipendenza dalla Spagna sia un' opportunità per approfondire la democrazia e affrontare alcune questioni fondamentali dell' esclusione e dell' abuso sociale (…)».

Teologa femminista e monaca benedettina, Teresa Forcades due anni fa lasciò la clausura per impegnarsi in politica lottando in favore dell' indipendenza della Catalogna. Fra un mese tornerà in monastero dove continuerà le sue battaglie, ma in altro modo.
Fra le scrittrici più lette in Spagna, impegnata contro la lobby delle industrie farmaceutiche, per i diritti gender e del mondo Lgbt, racconta a Repubblica questi due anni "fuori le mura" e le sfide del futuro(…).

Sull' Italia, ad esempio, Forcades ha le idee precise: «La Lega è un movimento di estrema destra. Tutti i movimenti di estrema destra sono pericolosi per la democrazia perché sono per definizione autoritari, nemici del pluralismo e sospettosi del pensiero critico.
Credo che il diffuso successo dell' attuale autoritarismo di estrema destra in Europa sia una reazione alla frustrazione creata dalla democrazia capitalista: è impossibile avere una democrazia politica senza la democrazia economica (…)».
Per Forcades l' ideale politico sono le Nazioni Unite, «ma non quelle che abbiamo oggi, con il diritto di veto; né l' Unione europea che abbiamo oggi, progettata per favorire i poteri economici»
(…) Nella Chiesa, Forcades è un pungolo sempre attivo. Sono tanti, infatti, i temi sui quali la Chiesa fatica ad avere uno sguardo nuovo. Fra questi l' omosessualità. Il catechismo predica accoglienza, ma nello stesso tempo chiede che le persone omosessuali vivano nella castità.
Dice Forcades: «(…) Credo che il matrimonio omosessuale debba essere riconosciuto come un sacramento perché ciò che costituisce il sacramento del matrimonio è ciò che questo particolare legame umano ha in comune con la vita della Trinità e la vita della Trinità non ha nulla a che fare con la complementarietà di genere o sessuale e niente a che fare con avere figli (…)».
(…) «la Chiesa è davvero indietro (…) riguardo alla moralità sessuale (ad esempio proibendo la contraccezione) e riguardo al ruolo delle donne e credo che questo sia, molto probabilmente, conseguenza del fatto di avere solo maschi celibi che governano la Chiesa».



3 commenti:

  1. Un monastero di clausura non è un albergo dove si entra e si esce a piacimento, specialmente per una donna del genere che ride della morale di sempre e che fa dubitare del suo tipo di femminilità. Se difende l'omosessualità maschile farà lo stesso con quella femminile ...... Mentre la gerarchia perseguita ingiustamente le Francescane dell'Immacolata, giustifica simili perversioni nei " consacrati".

    RispondiElimina
  2. "Fra un mese tornerà in monastero dove continuerà le sue battaglie, ma in altro modo". Bruttissima notizia. CHI permetterà alla Forcades (nome omen) di tornare a far danni in monastero? CHI è il superiore responsabile che deve dare il nullaosta? Domande ingenue?

    RispondiElimina
  3. Lo schifo dello schifo.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.