domenica 7 gennaio 2018

Sul nuovo strumento elettronico in San Pietro: "sorpresa, confusione, tristezza, delusione, impotenza, rabbia ..."

In Italia e all'estero fioriscono i commenti  sull'assurda vicenda "Palombella/strumento/campionato in San Pietro" l'utilizzo cioè di uno strumento musicale di fabbricazione industriale/ digitale/campionato suonato al posto dell'Organo a canne perfettamente funzionante ( dicitur senza che le Autorità Ecclesiastiche competenti fossero state adeguatamente informate sulla complessa operazione). 
AC 



Sul nuovo organo elettronico in Vaticano 
del M°. Prof. Don Oscar Valado

Non so molto bene come  la notizia dell'installazione di un organo elettronico nella Basilica di San Pietro mi porterà a definire i miei sentimenti: sorpresa, confusione, tristezza, delusione, impotenza, rabbia ... 
La realtà è che ho ascoltato le notizie attraverso un social network e, come il mio amico Raul del Toro di Infocatólica ( che volentieri pubblicheremo a breve N.d.R.), ho pensato che lo strumento sarebbe stato utilizzato esclusivamente nelle celebrazioni che si terranno in Piazza San Pietro per sostituire un xxxx (xxx) che stavano suonando. ( leggere le bugie al riguardo QUI N.d.R.)

Tuttavia, qual' è la mia sorpresa quando ho letto che l'elettrofono verrà usato anche nelle celebrazioni della Basilica. 
Incredibile!  ( v.QUI N.d.R.)

Alla luce delle notizie e dell'assurda giustificazione del direttore della Cappella Musicale Pontificia Sistina, Mons. Massimo Palombella, mi chiedo: cosa intenda per "nuove esigenze necessitano di nuove soluzioni"?  ( QUI N.d.R.)

Ho avuto occasione di essere in numerose occasioni nelle celebrazioni che il Papa ha presieduto (sia di Benedetto XVI che di Francesco) nella Basilica di San Pietro e non credo che queste "nuove richieste" esistano realmente; da allora fino ad oggi, e durante vari pontificati, questo problema è stato risolto con perfetta efficacia da parte dei responsabili delle celebrazioni pontificie. 

Il Magistero della Chiesa afferma che l'organo a canne è il suo strumento tradizionale, e nella Basilica di San Pietro ne esiste uno che per molti anni ha perfettamente adempiuto alla sua funzione e che è in ottime condizioni, come attesta la casa Mascioni una dichiarazione prima della notizia dell'acquisizione dell'organo elettronico da parte della Cappella Musicale. (v. QUI N.d.R.)

Uno strumento che, come tutti gli organi a canne, ha un carattere artistico, artigianale e reale (perché produce realmente il suono, non lo riproduce). 

Tuttavia, hanno preferito uno strumento digitale, niente di artistico, che ha poco a che fare con l'artigianato e, ovviamente, manca di un suono reale. 

È come se invece di mettere i fiori li mettessero davvero in plastica, o al posto delle belle candele con le candele mettessero le lampade elettriche ... 
La liturgia e tutti gli elementi che sono parte integrante della stessa liturgia devono essere reali e evocativi della verità. 

Ciò che vedo dietro a tutto questo è una vera mancanza di rispetto e un terribile (anche irreparabile) danno alla Chiesa in generale, e a centinaia di persone in particolare, che in tutto il mondo hanno passato anni e anni cercando di mantenere vivo un mondo bello e patrimonio artistico artistico. 

Ma questa decisione, dove lascia l'Organista della Sistina? 
Non mi piacerebbe vedermi nella situazione dell'Organista titolare Juan Paradell Solé. 

Tutti sono consapevoli del conflitto che esiste ancora oggi nella cattedrale di Valladolid ( non sappiamo a cosa si riferisce questa citazione N.d.R.); e che ora accade nel cuore della nostra Chiesa, ed  anche nei piani di sopra, cercano di giustificare la pratica del contrario che viene predicato ... 

lo trovo perfino scandaloso, specialmente quando tutto ciò che c'è dietro questa vicenda  non ha niente a che fare con Liturgia, con la fede o con il desiderio di toccare il cuore dei fedeli, al contrario si tratta di interessi personali, di un individuo e di un gruppo. 

Qualcuno che occupa un posto così importante e visibile come il Direttore della Sistina dovrebbe sapere come muoversi secondo le circostanze; i suoi predecessori, i Maestri Bartolucci o Liberto non hanno mai parlato di queste "nuove esigenze". 

Non saranno eccentricità queste "nuove esigenze"
Come ad esempio la nuova "cantoria" milionaria nel più puro stile inglese che fu fatta realizzare per essere installata  ai piedi di Santa Elena, accanto al baldacchino di Bernini. 
Si tratta di rendere un servizio alla Chiesa, non  la Chiesa che sta al nostro servizio ...  con decisioni del genere ... si fa un cattivo servizio alla Chiesa. 

"È inevitabile che avvengano scandali, ma guai a colui per cui avvengono. È meglio per lui che gli sia messa al collo una pietra da mulino e venga gettato nel mare, piuttosto che scandalizzare uno di questi piccoli." (Lc 17, 1-3)

Nel caso ci sia qualche dubbio ... di seguito indico alcune delle dichiarazioni del Magistero della Chiesa sull'organo dall'inizio del XX secolo: (omissis N.d.R.)
... 


Fonte: El ciento por uno QUI 


Prosegue la raccolta di firme 
per l'utilizzo dell'Organo a canne perfettamente funzionante  
della Basilica di San Pietro

firmare QUI 

( continua)

2 commenti:

  1. Bisogna trovare il lato positivo della vicenda: almeno l'organo a canne di san Pietro nn ha dovuto accompagnare " noel noel" ! Che vergogna 😨

    RispondiElimina
  2. Io oltre che eccentrico trovo abbastanza ridicolo anche che il direttore della sistina abbia il tablet sul leggio anziché i fogli. Ogni volta che lo vedo spero esploda la batteria in diretta

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.