venerdì 19 gennaio 2018

Sabato 20 gennaio: nelle piazze delle città recita del S.Rosario "per i cristiani perseguitati in Medio Oriente"

Dal alcuni anni il "Comitato Nazarat per i cristiani perseguitati in Medio Oriente" ( link sotto) propone ogni 20 del mese la recita del Santo Rosario anche con l'ausilio di testimonianze dirette di chi ha subito persecuzioni:  vescovi , sacerdoti e  giornalisti che concludono i loro interventi con la frase: «Pregate per no
E' stato difatti raccolto  desiderio spirituale di tanti cattolici  " di riunirsi in diverse Città a pregare il Rosario una volta al mese per condividere le sofferenze e le difficoltà di questi nostri fratelli. 
Queste persone – cacciate dalle loro case, derubate dei lori beni, minacciate e massacrate allo scopo di far loro rinnegare la propria fede – chiedono a tutti noi insistentemente di non essere abbandonate e dimenticate, ci chiedono di essere aiutate a resistere lì dove sono, senza dover scappare dalla loro terra che è culla del Cristianesimo. 
Affinché la fede in Cristo possa continuare a vivere in quei luoghi, ed essi possano continuare a testimoniarLo con la loro semplice e quotidiana presenza." ( Cfr. Appello del Comitato Nazarat ) 
Degno di nota è l'appuntamento del 20 del mese che si ripete a Rimini in piazza Tre Martiri dove ininterrottamente qualche centinaio di persone si ritrova  per pregare per i nostri fratelli cristiani perseguiati dagli islamici specie in Medio Oriente.
Preghiera che trova compimento spirituale nel gemellaggio con analoghe proposte  che si tengono in altre città e monasteri sia in Italia che all’estero. 
Il 7 novembre 2017 "Per questa iniziativa al Comitato è giunto un messaggio del segretario di Stato vaticano, card. Pietro Parolin, che si congratula per “la sensibilità e la partecipazione alle sofferenze dei cristiani perseguitati” e auspica, anche a nome del Santo Padre, che “tale iniziativa si vada sempre più diffondendo”. (Agenzia SIR QUI

Sabato 20 gennaio 2018 il Santo Rosario in Piazza sarà recitato significativamente anche  da alcune comunità cattoliche della Siria e dell'Iraq.

Elenco delle Città dove Sabato 20 gennaio 2018 sarà recitato il S.Rosario per i cristiani perseguitati in Medio Oriente :

20 Gennaio 2018 Damasco (Siria) Rosario in Piazza 
*
20 Gennaio 2018 Erbil (Iraq) Rosario in Piazza 
*
20 Gennaio 2018 Roma  Rosario in Piazza, Chiesa di Santa Maria delle Grazie alle Fornaci ore 20
*
20 Gennaio 2018 Perugia  Rosario in Piazza
*
20 Gennaio 2018 Lugano (Svizzera) Rosario in Piazza San Rocco ore 20:00  con la testimonianza di Padre Francesco Ielpo
*
20 Gennaio 2018 Forli  Rosario in Piazza 
20 Gennaio 2018 Udine  Rosario in Piazza 
*
20 Gennaio 2018 Busca  Rosario in Piazza 
*
20 Gennaio 2018 Cremona  Rosario in Piazza, Piazza San Michele ore 21
*
Portomaggiore  Rosario in Piazza 
*
20 Gennaio 2018 Milano  Rosario in Piazza
 *
20 Gennaio 2018 Loreto  Rosario in Piazza
20 Gennaio 2018 Napoli Rosario in Piazza 
*
20 Gennaio 2018 Rimini  Rosario in Piazza, Piazza Tre Martiri ore 21
20 Gennaio 2018 Andora  Rosario in Piazza, Piazza Santa Maria ore 21
*
20 Gennaio 2018 Cattolica  Rosario in Piazza 
*
20 Gennaio 2018 Cesena Rosario in Piazza 
*
20 Gennaio 2018 Prato  Rosario in Piazza 
*
20 Gennaio 2018 Siena  Rosario in Piazza
*
20 Gennaio 2018 Bologna Rosario in Piazza

Alla data odierna,  19 gennaio 2018, sul sito ufficiale è  specificato il luogo e l'orario SOLO di poche città da noi sottolineate.

Coloro che sono interessati potranno comunque consultare il sito del Comitato Nazaret QUI 
Ci auguriamo che il sito potrà essere al  aggiornato indicando il luogo e l'orario della recita del Santo Rosario in Piazza anche nelle altre Città indicate.
AC
 

6 commenti:

  1. Roma : in quale piazza ?

    RispondiElimina
  2. Bella e, veramente coraggiosa testimonianza proclamare la fede cristiana soprattutto davanti ai persecutori, come i martiri di ogni tempo.

    RispondiElimina
  3. Appoggio e incoraggio l'iniziativa. Non dobbiamo mai smettere di pregare e aiutare i cristiani perseguitati, in particolar modo quelli che fanno parte delle più antiche comunità; cerchiamo di conoscere la vera storia del cristianesimo, non quella veicolata dal Pensiero Unico.

    RispondiElimina
  4. À Roma nella chiesa di Santa Maria delle Grazie alle Fornaci, alle otto.

    RispondiElimina
  5. Papa Giovanni annunciò, in S. Paolo, la convocazione del CVII, alla fine di una liturgia penitenziale per la Chiesa perseguitata, tanto che chiese al M° Bartolucci la composizione di un canto con quella intenzione. La Sistina cantò il suo famoso 'Attende Domine', elaborazione polifonica della melodia gregoriana, suscitando l'ammirazione del papa che volle ascoltare per intero il brano, nonostante che il Maestro delle Cerimonie avesse intimato l'alt per ragioni di tempo. Se il CVII avesse raccolto quel messaggio di penitenza in relazione alle persecuzioni millenarie, invece di ubriacarsi di ottimismo e di svolta antropologica, la situazione della Chiesa sarebbe oggi diversa.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.