sabato 20 agosto 2016

Le scuse pontificie post Lund: "quando un papa chiederà scusa per gli uomini di Chiesa che si sono vergognati della Croce e della fede cattolica”

Quando si insinua in noi la tentazione " a non cercare particolari e fallaci speranze nelle gerarchie attuali " la Fede viene in nostro soccorso: sappiamo infatti che la Provvidenza Divina elargisce  ai disperati l'agognato miracolo per farci superare i momenti più cupi (come quelli che stiamo soffrendo nei nostri tristi giorni).
La Divina Provvidenza donerà alla Chiesa, mistica sposa di Gesù,  un Papa che, inginocchiato davanti la Croce eretta ormai sopra le rovine ecclesiali,   chiederà perdono a Dio e ai Cattolici per le gravissime colpe di quegli uomini di Chiesa che, mysterium iniquitatis, si sono macchiati di "crimini contro la Fede".
Per introdurre più efficacemente questo post ci siamo avvalsi di due "commenti"   presi a prestitito da   Chiesa e post concilio.
"Come sono cattivi questi Cattolici ... peccatori incalliti! 
Si, dobbiamo continuamente chiedere scusa e perdono a tutti: ai musulmani, agli ebrei, a quelli dell'ISIS (siamo noi i disgraziati che vendiamo le armi), ai luterani, insomma, a tutti. 
Una stirpe cosi' crudele come noi Cristiani non si e' mai vista ... ma, mi scusi, Santo Padre, dove mettiamo tutti i nostri Santi? Specialmente quelli che amavano la Messa di sempre, quelli che ci hanno fatto capire come comportarci con i musulmani, quelli che hanno biasimato i luterani, quelli che durante la Messa pregavano sempre per gli ebrei? 
Dove li mettiamo??? 
Tra i disgraziati Cattolici fondamentalisti???" 
***
"Stiamo chiedendo scusa a tutti, musulmani, atei, ebrei, buddisti, agnostici ecc ecc. 
Insomma, finiremo per chiedere scusa al mondo per il solo fatto di essere cattolici, di essere nati in un paese cattolico (qualora lo fosse ancora). 
Chiediamo scusa a tutti tranne che a Dio per il peccato. Oh, il peccato, questo illustre sconosciuto. Questa è la peculiarità del giubileo della misericordia, chiedere scusa al mondo perché la Croce scandalizza ma non chiedere scusa a Dio per i propri peccati, primo fra tutti aver rinunciato al ministero della predicazione, a motivo dello scandalo della Croce. Poveri noi".
AC 

SCUSE PONTIFICIE 

Il giorno in cui un Papa, umilmente, chiederà scusa ai veri cattolici per i peccati degli uomini di Chiesa, sarà un grande giorno! 
Offro suggerimenti in ordine sparso: 
- Per averci privati, di fatto, della S.Messa in rito romano antico. 
- Per averci imposto, da un giorno all'altro, la "nuova" celebrazione. 
- Per aver distrutto o fatto distruggere gli antichi altari maestosi e le balaustre in marmo. 
- Per officiare la new Messa su penosi tavoli da pranzo dando le spalle al Santissimo.. 

- Per averci privati del sacro a cui i nostri cuori anelano. 
- Per quelle canzonette tragiche che "animano"una liturgia da "rianimare". 
- Per aver distrutto la Musica Sacra: patrimonio dell'umanità.
- Per aver occultato i tabernacoli in luoghi reconditi delle chiese e aver sostituito le loro rosse lampade ad olio o a cera con tristissimi lumini elettrici. 
- Per aver permesso la costruzione di abominevoli edifici di una bruttezza inenarrabile: detti chiese. 
- Per aver seppellito , ancora vivi, l' Arte Sacra con relativi  artisti ed artigiani  compresi.
- Per le omelie insulse e soporifere . 
- Per non parlare più del peccato, del diavolo e dell'Inferno. 
- Per vestire come dei "senza tetto", abusando di orrendi maglioncini. 
- Per aver abbandonato la talare e l'abito religioso, propinando con incredibile e ridicola convinzione l'oltraggiosa filastrocca: l'abito non fa il monaco. 
- Per aver smesso di recitare e raccomandare il santo Rosario. 
- Per non predicare più a favore della castità. 
- Per permettere a donne e uomini di entrare in chiesa e perfino servire all'Altare, abbigliati in maniera indecente e indegna. 
- Per aver osteggiato in ogni modo Benedetto XVI e per aver esaltato, acriticamente, per ogni valigetta, gesto e starnuto Francesco I. 
- Per il culto idolatrico del Concilio Vaticano II e guardare con sospetto i precedenti 20 concili dogmatici! 
- Per aver scomunicato senza scrupoli chi andava ascoltato e sostenuto e aver promosso e premiato chi andava scomunicato. 
- Per parlare di poveri materiali a ogni pié sospinto... come se la missione della chiesa non fosse la salvezza delle anime. 
- Per aver permesso la mostruosa sacrilega pratica della S.Comunione nelle mani. 
 -Per aver abbandonato il meraviglioso catechismo di San Pio X. 
- Per non difendere la vita e combattere l'aborto con ogni mezzo. 
- Per avere disprezzo le sante devozioni tradizionali cattoliche e cordiale indulgenza per i culti pagani
- Per aver profanato le chiese accogliendo le "preghiere" dei non cattolici.
- Per aver abbandonato, in massa, le pie regole per ben confessare di S.Alfonso M. De liguori. che imponevano anche di fare domande al penitente per aiutarlo a ben confessarsi e a non comnettere sacrilegi. 
- Per aver inventato il "nuovo culto" new-age della "cura della casa comune"
- Per quella impareggiabile superbia per colpa della quale nessuno può osare ammonirvi con amore e spirito di verità, quando dite inesattezze.
- Per gli incalcolabili abusi liturgici impunemente perpetrati da tanti preti e vescovi
- Per guardare a Lutero con favore e oscena simpatia, e con disgusto al Beato Pio IX. 
- Per esaltare, pieni di zelo, ipotetici legami di fede con musulmani, ebrei e protestanti, ingenerando confusione ed errori. 
- Per aver permesso agli infedeli musulmani di invaderci con la scusa dell'accoglienza. 
- Per aver abbandonato, per compiacere il mondo, tanti nostri fratelli cristiani in mano dei carnefici islamici.
- Per aver chiesto scusa a tutto il mondo dei peccati dei cattolici e mai ai cattolici dei peccati vostri. 
 - Per tanti altri motivi.... che fanno sanguinare i nostri cuori e riempire l'Inferno. 

Un fedele 

LL