lunedì 2 maggio 2016

Le foto del Vescovo Lorefice in bici nel presbiterio "un coccio del Basso Impero morente..." (Cit.)

La Curia Arcivescovile di Palermo va ringraziata per aver pubblicato nella Photo Gallery del Sito Diocesano le ormai famosissime foto dell'Arcivescovo Mons.Corrado Lorefice che ancora rivestito dei paramenti pontificali dopo la Messa girava in bicicletta per il presbiterio della sua Cattedrale panormita. ( MiL se ne era occupata QUI )
Non sentiamo minimamente il bisogno di ri-postare quelle foto che hanno avuto una potenza deflagrante: in brevissimo tempo sono circolate dai social network a whatsapp per poi venir pubblicate in tanti blog cattolici di tutto il
mondo provocando in TUTTI, Consacrati e laici, tanta tristezza, facendoci però sentire TUTTI uniti nella comune deplorazione di quel "gesto" . 
Che bello sarebbe stato invece vedere il giovane Arcivescovo "inaugurare" la bicicletta ricevuta in dono, nello stupendo piazzale della Cattedrale dopo aver riposto i sacri paramenti in Sagrestia e fatte le dovute preghiere di ringraziamento dopo la Messa!
Però, non dobbiamo dimenticarlo, ci troviamo in "stato di necessità spirituale pre-Lund" : questi "gesti a-liturgici" purtroppo ci saranno sempre più spesso!
E' di grande aiuto spirituale il post che il Liturgista Professor Don Matias Augé, Preside dell'Istituto di teologia della vita religiosa «Claretianum», ha scritto su "Liturgia e dintorni" sotto riportato ( con un post scriptum che comunque conferma quanto sapevamo: la passeggiata in bici nel presbiterio è stata fatta alla fine della celebrazione eucaristica indossando ancora i sacri paramenti. N.d.R)
Ci auguriamo infine con tutto il cuore che Sua Eccellenza l'Arcivescovo  organizzi il prossimo pranzo di Capodanno per i poveri e per i bisognosi non all'interno  della sua Cattedrale, come è avvenuto quest'anno ...forse la "notizia" non "forerà" i TG, voraci delle dissacrazioni, ma se ne rallegreranno in Cielo e sulla terra  tante anime devote e buone .
"La mia casa sarà chiamata casa di preghiera"
La Santissima Vergine Maria Odigitria e i Santi Patroni, Santa Rosalia Vergine ed eremita, San Mamiliano, San'Agata V.M., Santa Ninfa V.M., Santa Oliva V.M. santa Cristina V.M, san Benedetto da San Fratello, San Francesco di Paola, Sant'Onofrio Re eremita, S.Agatone, San Sebastiano M. ed il Beato Pino Puglisi assistano il nuovo Arcivescovo nella sua difficile missione pastorale in una delle più devote e belle realtà della Santa Chiesa. 
AC
***
(Da Liturgia e dintorni)

Domenica 1 maggio 2016

Quousque tandem abutere, Catilina, patientia nostra?

«Una immagine, quella che vi proponiamo, inserita dall’Arcidiocesi nel proprio sito, che nel giro di poche ore ha fatto il giro dell’intera Sicilia ( e del mondo N.d.R.), con unanimi apprezzamenti circa lo spirito di mons. Lorefice che, nel corso della giornata in cui ha ricevuto gli sportivi, si è voluto dilettare con questa pratica”. 
E’ il commento del sito Giornale Ibleo: 

Così è entrato in Cattedrale a Palermo Mons. Corrado Lorefice il 27 aprile scorso nella celebrazione del Giubileo degli sportivi. 
Compete al vescovo regolare, nella sua diocesi, la celebrazione dei sacramenti e della liturgia in genere (cf. LG 26). 
Quindi ogni abuso, ogni stranezza compiuta dal vescovo nella celebrazione liturgica è particolarmente riprovevole. 
Inoltre il modo “abusivo” di agire del vescovo potrebbe indurre altri a fare altrettanto. 
Le lodi del sito Giornale Ibleo al gesto di Mons. Lorefice .dimostrano quanto può influire nella comprensione “sbagliata” della liturgia il comportamento del vescovo.
 
Post scriptum: Ho chiesto chiarimenti ad amici di Palermo. 
Mi hanno detto che il vescovo ha celebrato la messa per i disabili, una messa davvero esemplare con una esemplare omelia, e al termine i disabili gli hanno donato una bicicletta ed egli ha percorso con essa il presbiterio. 
Le cose sono andate quindi in modo diverso di quanto hanno detto alcuni blog, me compreso. 
In ogni modo, però, non cancello quanto ho scritto sopra affinché tutti sappiano cosa penso degli abusi nella celebrazione liturgica. M. Augé »

Fonte :  Liturgia e dintorni

Immagini :  a) Antonello Gagini (1478-1536), "Cristo Risorto e i Centurioni" (part.) Palermo, presbiterio della  Cattedrale Metropolitana della Santa Vergine Maria Assunta 
b) Il presbiterio della  Cattedrale Primaziale panormita.


*** 
AGGIORNAMENTO...

Avevamo già  scritto e messo in programmazione questo post quando abbiamo appreso dal Quotidiano La Repubblica che "The Edge, il chitarrista degli U2, ha suonato sabato sera nella Cappella Sistina, in occasione di una conferenza sulla medicina regenerativa in Vaticano. 
Si è così conquistato il primato di essere la prima rock star a suonare nella Cappella di Michelangelo (la Cappella Sistina ha  una nuova denominazione "più laica" e più consona allo spirito di una specie di "nuova" chiesa ? N.d.R.) che il musicista ha definito "la più bella del mondo. ..."
Vale la pena di commentare? 
 Cui prodest ?
"Perché hai aperto brecce nella sua cinta e ne fa vendemmia ogni passante? 
La devasta il cinghiale del bosco e vi pascolano le bestie della campagna".( dal Salmo 79)  
"La mia casa sarà chiamata casa di preghiera"