sabato 19 marzo 2016

A San Giuseppe

di don Alfredo M. Morselli


Di tutti santi assai lunga è la lista,
di grazia sola ciascun specialista;
ma Voi Giuseppe putativo padre,
del divin Figlio e sposo della Madre,
l'Immacolata e sempre Vergine Maria,
di ogni celeste dono qualunque esso sia,
che non dispensaste giammai si riseppe;
Orsù, cristiani, andate da Giuseppe!

Da dove Vi venne sì tanta potenza,
ché tanto elargite con grande clemenza?
È perché Voi voleste restar nell'oblio,
quando di esser la Madre di Dio,
Vi disse tremando la Vergine santa;
e Voi pensaste che di star vicino a grazia tanta
nessun mortale potesse esser degno;
allora dal Cielo Vi giunse il gran segno:

"Non temere Giuseppe, di Davide erede,
tu il primo hai da esser di ognuno che crede!
Di Spirito Santo deh prendi la Sposa,
Del monte Carmelo la spendida rosa.
Chiamerai quel Bimbo Emmanuele;
che avrebbe mangiato latte e miele,
predisse in passato il Profeta Isaia;
questa parola si compie in Maria.

Deh prendi del Cielo la gioia più cara,
grande missione il buon Dio ti prepara;
non devi Giuseppe avere paura,
di Madre e del Figlio di prenderti cura;
Insieme Voi siete la Chiesa nascente,
a entrare in Essa è chiamata ogni gente.

Entrambi da molti sarete insidiati:
guerre spietate, nemici arrabbiati;
ma dal grande Iddio la forza avrai
l'inferno intero Tu debellerai.
Non solo in terra Tu avrai la vittoria,
ma dal Paradiso influirai sulla storia;
di errori e di vizi sarà grande la peste,
di empi pensator, ideologie funeste;
I tuoi figli devoti tu soccorrerai
e da tutte le insidie li libererai.

Nessun come Te riguarda il Bambino, 
davver come gli altri, ma Figlio divino;
chi vorrà nel futuro imparar l'orazione,
non potrà privarsi della tua lezione".
Lo insegna a tutti la grande Teresa,
che insieme con Voi ogni ora spesa,
trasforma il lavoro in ardente preghiera,
continua e fervente, da mattino a sera.

Tra le braccia affettuose di Gesù e Maria,
- questa è la più bella morte che ci sia -
di render l'alma Voi aveste  la sorte
deh ci aiutate nella nostra morte!

O mite e umile gran santo Giuseppe,
uomo giusto, primo devoto di Maria, 
ricevete l'omaggio dell'anima mia.
Ve lo offro con tutto il cuore,
anche se sono un gran peccatore.
Ma Voi che in Cielo potete sì tanto,
di questo peccator…, deh fate un santo!

8 commenti:

  1. Bella devozione che evoca quella di S.Alfonso de Liguori, il quale da grande e vero teologo sapeva guidare il popolo semplice alla fede e, per questo, emarginato dai tromboni del e post CVII. ( E.F.)

    RispondiElimina
  2. Io penso che anche la pazienza e giustizia di San Giuseppe oboedientissime et speculum patientiae un triste giorno verrà meno.
    Venne strumentalizzato nel 1962 all'inizio del Concilio per modificare il Canon Missae
    ed adesso per introdurre qualche altra pestilenza nella Chiesa di Cristo.
    Tra l'altro dopo soli 51 anni si è provveduto ad aggiungere il suo nome nella messa bugnigniana perchè era talmente importante aggiungere il nome per cominciare a scardinare la Santa Messa di sempre che si sono dimenticati di aggiungerlo nella nuova messa.
    Sancte Joseph Terror daemonum et Protector Sanctae Ecclesiae ora pro nobis.

    http://www.vatican.va/roman_curia/congregations/ccdds/documents/rc_con_ccdds_doc_20130501_san-giuseppe_it.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invochi San Giuseppe e gli vai contro......forse ti sei espresso male? Taci demonio infame.

      Elimina
  3. Voi siete il primo di tutti i Santi, o Beatissimo Giuseppe, uomo giusto e pio, pieno di coraggio e di Fede!
    Sia il vostro coraggio di stimolo a tutti coloro che per falsa prudenza non osano proclamare la Verità, o Beatissimo Giuseppe, democristianizzando la fede cattolica. Voi che l'avete difesa fino alla Vostra assunzione in cielo in anima e corpo (S. Bernardino da Siena), venite in soccorso di coloro che hanno offerto la propria vita in difesa e propagazione dell'unica, vera e Santa Messa Cattolica, incorrotta dal protestantesimo ... Vegliate sulla Chiesa catacombale che ancora nel buio del nascondimento celebra il Santo Sacrificio della S. Messa senza le derive bugniniane. A Voi, Beatissimo Giuseppe, la nostra sincera e totale protodulia.

    RispondiElimina
  4. Chi va contro il Concilio Vaticano II va contro la Chiesa. San Giuseppe la Chiesa la difende.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti San Giuseppe portò il Divin Figliuolo in Egitto per sfuggire ai modernist..ops volevo dire agli sgherri di erode antipa che provocarono la strage degli innocenti.
      Quid crimen Herodem iuvat?
      Quid proficit tantum nefas?
      Unus tot inter funera
      impune Christus tollitur.
      W San Giuseppe!

      Elimina
    2. Mi viene vomito..con questo concilio! E' acido oramai!

      Elimina
  5. De Sancto Joseph, numquam satis !
    Auguri a Don Morselli e chiedo al suo cuore sacerdotale si ricordi di me nell Memento dei Vivi. Ho adesso molto bisogno. San Giuseppe lo sa'.
    Jose Ricardo Simeon Vives.
    Valencia, Spagna.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.