sabato 27 febbraio 2016

Ancora su Boy scout e unioni civili omosessuali


 Pubblichiamo la vignetta segnalataci da un nostro lettore scout sempre a proposito della presa di posizione ritenuta favorevole da parte degli scout cattolici (AGESCI) nei confronti delle unioni civili omossesuali.

VI giro una vignetta di Clericetti (risulta sia stata pubblicata su "Tempi"), su come sono visti gli  "scouts cattolici" rispetto al progetto di legge Cirinnà per le unioni civili / omosessuali.
Questo solo per riflettere su come alcuni organi di stampa (generalizzando), e non solo,  interpretano il pronunciamento pubblico di alcuni capi scout (200?) AGESCI..., che segue la famosa "carta del coraggio" di San Rossore...
Per quanto riguarda l'FSE italiana, mi pare di capire che  il "totale silenzio"  non sia altro che una manifestazione della convinzione che non ci sia proprio bisogno di ribadire una scontata fedeltà al Magistero della Chiesa cattolica. 
In realtà, da quello che ho avuto modo di verificare, alcunii capi / rover FSE italiani (quanti?) si trovano esattamente sulle stesse posizioni di quei 200 capi AGESCI favorevoli alla Cirinnà, alle nozze omosessuali, all'adozione per le coppie omosessuali, ecc... convinti che anche l'associazione stessa non abbia  nulla da dire in contrario.
 Per questo, a mio parere, due parole ("diplomatiche", se si vuole, come quelle ufficiali dell'Agesci? oppure più schiette come quelle diffuse dalla FSE francese?) da parte della dirigenza associativa sarebbero state utili per fare un po' di chiarezza in alcuni,forse con il rischio di far venire alla luce crepe e dissensi (che taluni preferiscono non far emergere alla luce..., oppure si cerca di evitare per quieto vivere e desiderio di pace associativa?), ma utili anche ad evitare che il "sale" della nostra associazione perda un po' di sapore...
Boh:... chi vivrà vedrà...
Un fraterno saluto scout

5 commenti:

  1. Conosco più patriarchi ortodossi cattolici che scout cattolici

    RispondiElimina
  2. Beh, siete davero ridicoli - vi meravigliate che i giovani cattolici siano favorevoli al riconoscimento civile di coppie gay perche non siete capaci di dialogare con la modernita'. Siete rimasti 200 anni indietro. Trasmettere la fede ai giovani non si puo' restando barricati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto: la fede va TRASMESSA, non adattata.
      E se ci fossero dei pastori SERI che insegnano la vera dottrina il gregge non sarebbe così allo sbando.
      NAT

      Elimina
  3. Quale fede intende l'anonimo delle 19.51?

    RispondiElimina
  4. ... siete fissati con 'ste cose... pensate al sesso più voi che i boy-scout
    Non capisco la vostra posizione... cosa dovrebbero fare i boy-scout... impedire l'accesso ai gay?

    E allora i boy-scout etero? Non possono commettere abusi anche loro?

    Non vedete come siete ossessionati dai gay, dal sesso, dall'omosessualità? Non sarà che abbiate qualche problema psicologico? Ci avete mai pensato?

    So di decine di gay che non si sognerebbero mai di far del male a un bambino, nè tantomeno di insidiarlo... e so pure di preti che hanno insidiato bambini o adolescenti..

    Ma voi purtroppo siete accecati dal vostro stesso oscurantismo.

    ... la storia vi ha sconfitti e continuerà a farlo, altro che "non praevalebunt!"



    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.