giovedì 15 gennaio 2015

Petizione al Papa per le affermazioni del vescovo Bonny, favorevole al riconoscimento ecclesiale delle unioni gay

Mons. Bonny, in appropriata casula gay rainbow



Padre Santo,

voglia la Santità Vostra permetterci di aprire il cuore con fiducia su una questione che turba profondamente la Chiesa e provoca grande confusione tra i fedeli.
Il vescovo di Anversa, mons. Johan Bonny, ha affermato:
"Abbiamo bisogno di cercare all'interno della Chiesa un riconoscimento formale della relazionalità che è presente egualmente in molte coppie bi e omosessuali. Così come ci sono nella società una serie di istituti giuridici per i rapporti tra partner, dovrebbe anche essere una varietà di forme di riconoscimento all'interno della Chiesa" ("We moeten binnen de kerk zoeken naar een formele erkenning van de relationaliteit die ook bij veel holebikoppels aanwezig is. Zoals er ook in de samenleving een diversiteit aan legale kaders bestaat voor partners, moet er in de kerk een diversiteit aan erkenningsvormen komen", DeMorgen, 27 dicembre 2014).
Queste parole ci sembrano essere in grave conflitto con la dottrina della Chiesa: 
"Sulla base della S. Scrittura [Rm 1,24 +; 1 Corinzi 6,9-10; 2 Corinzi 12.21; Ga 5,19-21; Ef 5,5; 1 Timoteo 1,10; 22.15 Ap ...], che li presenta come gravi depravazioni, la Tradizione ha sempre dichiarato che "gli atti omosessuali sono intrinsecamente disordinati". Sono contrari alla legge naturale. Chiudono l'atto sessuale al dono della vita. Non sono il frutto di una vera complementarità affettiva e sessuale. Essi non potrebbero ricevere approvazione in alcuna circostanza"(Catechismo della Chiesa Cattolica, n 2357.)

"... la sana reazione contro le ingiustizie commesse contro gli omosessuali non può in alcun modo condurre a sostenere che la condizione omosessuale non sia disordinata" (Congregazione per la Dottrina della Fede, Lettera ai Vescovi della Chiesa cattolica sulla cura pastorale delle persone omosessuali, 1 ottobre 1986).

Stiamo scrivendo rispettosamente alla Santità Vostra come custode del messaggio affidato da Cristo a Pietro, Pastore di tutte le pecore del suo gregge, incaricato di confermarle nella fede, per chiedere di dirci: la dichiarazione del Vescovo Johan Bonny è o non è cattolica?

Nel sollecitare la Sua benedizione apostolica, preghiamo la Santità Vostra di accettare l'omaggio del nostro filiale rispetto.



Per sottoscrivere la petizione, cliccate qui

60 commenti:

  1. in alcunin casi l'abito fa il monaco.....

    RispondiElimina
  2. Ho firmato, ma non credo che questa petizione arriverà sul tavolo del Papa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di quale papa scusa? Uno s'è dimesso e oramai è buono solo come soprammobile, l'altro non è nessuno per giudicare.

      Se arriva la minuta sul tavolo del sudamericano, al messimo la userà come elenco di proscrizione, visto che il capobanda e mandante di questi pederasti travestiti da preti è proprio lui: Francesco l'apostata.

      Elimina
  3. Ma cavoli, con le affermazioni inaudite fatte oggi dall'argentino, che demoliscono in pratica il Discorso della montagna, state qui a parlare di gay? Svegliatevi, questo sta distruggendo il cristianesimo tout court

    RispondiElimina
  4. La chiesa (intesa come struttura ovviamente e non come Chiesa di Cristo) sta diventando sempre più un baraccone a partire dal vertice per arrivare alla base. Cosa volete che freghi a questi qua di una petizione??? Magari se arrivava contro i Francescani dell'Immacolata partiva la lapidazione ma per queste cose tutto finirà in una bolla di sapone.

    RispondiElimina
  5. La petizione sarebbe da mandare a Franceschiello che ci spiega di non usare la violenza ma se uno dice una parolaccia alla sua mametta gli da un pugno?

    RispondiElimina
  6. "...Nel sollecitare la Sua benedizione apostolica, preghiamo la Santità Vostra di accettare l'omaggio del nostro filiale rispetto. ..."

    Se si sostituisce questa frase con un più opportuno e certamente non ipocrita "distinti saluti", firmo la petizione.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. condivido in pieno !!

      Elimina
    2. Condivido anch'io!

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    4. Io firmerei piuttosto una petizione da inviare in Procura contro Borgoglio per Vilipendio della Religione Cattolica.

      15 gennaio 2015 23:17

      Elimina
  7. Firmo una petizione per farlo restare dove si trova adesso, fra tanti con-fratelli inter-religiosi alla volemose bbenne

    RispondiElimina
  8. Papa Bergoglio nega ai Cattolici ogni identità e diritto di cittadinanza in favore di tutte le altre Religioni.
    Che siano protestanti, islamici, buddisti, induisti o di qualche setta new-age, hanno loro ragione, e noi torto.
    Evidentemente, vista anche la sciattezza con cui si veste, le gravità antidottrinali che proferisce, detesta profondamente l'essenza stessa della Chiesa Cattolica, di ciò che questa istituzione e la figura del Papa hanno sempre rappresentato.
    Ecco perché vuole demolire e cambiare tutto.
    Parla di "Guerre della Chiesa in nome di Dio", dimostrando di non conoscere la Storia.
    Dà ragione continuamente agli islamici che sgozzano e trucidano i Cristiani nel mondo.
    Non accettando che costoro hanno dichiarato guerra alla nostra civiltà, dimostra di essere ideologicamente ottuso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido tutto! Questo ci odia ama solo macometto e budda e gli dei falsi e bugiardi, del resto la sua compagnia fu soppressa per i riti cinesi, versavano incenso a conf zu

      Elimina
  9. Sarebbe più utile una petizione contro l'ipotesi di riforma della vita claustrale. Sinceramente i gay non mi fanno nè caldo nè freddo, anche se ammetto che questo vescovo poteva starsene zitto. Comunque nessuno interverrà, come non interverranno contro i vescovi filippini che tramano contro la riforma benedettiana e come non sono intervenuti nei confronti del convento austriaco dove concelebrano donne e laici.

    RispondiElimina
  10. Il concetto del buon vescovo di Anversa era stato espresso anche dal santo csrd. Martini. WW PAPA FRANCESO. Fuori i sepolcri imbiancati tradizionalisti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Martini chi ? l'eresiarca?

      Elimina
  11. Oggi, sul blog La Stampa, interessante articolo di Marco Tosatti sulla progressiva scomparsa delle chiese protestanti europee storiche, favorevoli a coppie gay e sacerdozio femminile.

    RispondiElimina
  12. Io non capisco dove sia tutto questo scandalo, se non legato ad una visione chiusa e preconcetta. A riguardo è interessante un articolo del teologo Christian Albini che scrive: "La Bibbia presenta una visione antropologica e teologica del rapporto tra uomo e donna che si esprime nel matrimonio. L'omosessualità non rientra in questo ambito. Questo la rende in toto una realtà malvagia e peccaminosa? Chi conosce delle coppie omosessuali può dire che non è così. Lo ha affermato di recente anche il cardinale Schönborn, un allievo di Ratzinger che è tra gli estensori del Catechismo. I passi biblici che fanno riferimento agli atti omosessuali non sono riportabili oggi senza una considerazione critica, perché ne parlano come se questi rapporti fossero solo una scelta deliberata di lussuria. Agli autori biblici era sconosciuta la nozione di identità, orientamento o condizione omosessuale e quindi non la si può valutare in base a quei testi. Una condizione innata è cosa ben diversa da una decisione esplicita, cosciente e colpevole di rifiuto di determinati valori. Il peccato si verifica in questo secondo caso".
    Da qui io partirei...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' "innata" anche l'eterosessalità. Perché non si possono avere rapporti prematrimoniali? Ah, l'antropologia dei cattolici che tutto aprono.

      Elimina
    2. Sono qui per ragionare seriamente, non per rispondere alle tue povere e sterili provocazioni. Se da solo non sei capace di capire perchè i rapporti prematrimoniali non sono bene... povero te. Ma non credo tu sia così povero, o sbaglio?

      Elimina
    3. "Da qui io partirei..." Bravo, parti presto, e per favore torna il più tardi possibile, anche mai.

      Elimina
    4. Non mi sembrano i tuoi ragionamenti seri. E quanto a provocare sei tu che rinneghi, sulla base d' una antropologia d'accatto, le verità di fede e l'ininterrotto magistero della Chiesa.
      E infine, poverino anonimino, perché rispondi? Va' a parlar soltanto con gli pseudo antropologo-teologi del tuo alto livello.

      Elimina
    5. Caro Anonimo delle 22:15, forse la questione non ti è ben chiara la questione.........qui nessuno che voglia professarsi vero Cattolico odia, disprezza o deride gli omosessuali n quanto tali, giacché un vero cattolico è fedele a quanto detto negli articoli 2358 e 2359 del CAtechismo della Chiesa Cattolico, secondo cui un omosessuale, in quanto essere umano come gli altri, possiede una inalienabile (uso un termine tecnico del Marx.......non il cardinale, per quanto siamo lì, se non fosse che almeno il Karl originale aveva il buon gusto e l'onestà intellettuale di non farsi mantenere dalle istituzioni che criticava e voleva distruggere) dignità Umana ed una serie di diritti fondamentali davanti agli altri esseri umani che non vengono mai meno, quale che sia l'orientamento sessuale.
      Detto questo, il Vero Cattolico, basandosi sulla seconda parte dell'Art.2359 e sull'art.2357 del Medesimo catechismo, ritiene e crede con forza che GLI ATTI OMOSESSUALI siano gravi disordini morali che NON POSSONO ESSERE IN ALCUN CASO APPROVATI. Quindi, per un Cattolico Coerente con la propria fede, gli omosessuali che vogliono dirsi cristiani hanno il diritto di essere cristiani accolti dalla e nella Chiesa come tutti gli altri, ma, al pari di tutti gli altri cattolici, hanno anche il dovere, se vogliono appunto dirsi ed essere cristiani, di osservare la Regola di Vita data dal Cristo e dalla Chiesa, che, nel loro caso specifico, oltre che nel rispettare gli altri comandamenti, si declina anche in una ferrea ed inderogabile castità, cosa a cui sono obbligati anche gli eterosessuali che sono fuori dal sacro vincolo del Matrimonio (credo fosse questo il senso del commento del signor Pastorelli, da lei accusato di scrivere a vanvera).

      Elimina
    6. Quindi, spiacente per il signor Albini, ma non c'è bisogno di partire da nessuna parte, perché non c'è bisogno di discutere sulla questione: è già tutto chiarissimo; gli omosessuali che lo desiderano possono ovviamente seguire Cristo nella Chiesa Cattolica, osservando però la castità, e, caso ci fossero occasioni in cui non la osservassero, dovrebbero fare come tutti gli altri cristiani, ossia andare a confessarsi e ripromettersi di far di tutto per evitare di commettere di nuovo Peccato ( precisando che non lo decidiamo noi cosa o non è peccato, avendolo già fatto il Buon Dio, che si è pure premurato d comunicarcelo attraverso la Chiesa)
      P.S: La Bibbia è certamente un insieme di libri scritti da uomini con un certa mentalità, in un determinato stile di scrittura, in una determinata epoca ed in un determinato ambiente storico e culturale, e come tale va interpretata, ma io starei attento a porre come criterio d'interpretazione il "l'uomo di oggi pensa così", perché apre le porte alla possibilità che si possa far dire alla Bibbia ciò che si vuole a seconda della mentalità odierna. Inoltre, la Bibbia è per i Cattolici, come ricordato nella Dei Verbum, libro ispirato..........se iniziamo a togliere validità ai Concetti Fondamentali dei comandamenti prescritti, che non sono il " sia messo a morte ed il suo sangue ricada su di lui" che terminava le prescrizioni levitiche, ma ciò che precedeva questa frasetta, si rischia di far saltare in generale qualsiasi comandamento dicendo che non è vero che è ispirato: Nei capitoli del levitico dove sono condannati gli atti omosessuali sono condannati anche la bestalità, l'adulterio, il furto..........secondo il ragionamento del signor Albini, se io faccio adulterio o furto non per lussuria o avidità, ma per amore alla Paolo e Francesca o per generosità alla Robin Hood, in teoria andrebbe tutto bene, perché gli autori della Bibbia non avevano studiato Teologia Morale e Casuistica alla Gregoriana e quindi non si rendevano conto che ci sono miriadi di casi in cui il fare Male è Bene e viceversa......capisce che così l'idea dell'ispirazione, ancora più che ridicola, è inutile, perché non serve a niente, se comunque il senso del testo lo decidiamo noi
      P.P.S.: a proposito di ispirazione, nella Bibbia ci sono un mucchio di comandamenti, come il divieto di indossare abiti intrecciati con fili di materiali diversi, o la proibizione di coltivare verdure diverse le une affianco alle altre, che sono incomprensibili alla mentalità odierna.........ma, se diciamo che sono puro frutto della cultura dell'epoca e non sono ispirati, come può il Signor Albini, per esempio, giustificarne la presenza nella Bibbia? Con L'ispirazione ad intermittenza? O Con la teoria della Spirito Santo in A.C. (alternative current) ?

      Davide

      Elimina
    7. Mi sembrava d'esse stato chiaro. Omosex ed eterosex sono tenuti ad osservare la castità. Trovo eroici gli uni e gli altri che l'osservano senza mai cedere all'istinto. Del resto Gesù ha detto "beati coloro che si fanno eunuchi per il regno di Dio". E questo vale per sempre, indipendentemente dalle conoscenze e dagli sviluppi antropologici... E ricordo che esiste anche la castità coniugale.
      Ma per tornare al tema principale non c'è antropologia che tenga: la legge morale divino-naturale è insita in ogni uomo. Non solo in quello di oggi, ma anche in quello delle caverne.
      Certi anonimi e certi teologi non si rendon conto del male che fanno tutto relativizzando in base al tempo e alla cultura, e tutto ritenendo e presentando come lecito: è un inganno terribile in cui fan cadere i semplici e i men preparati. Una responsabilità enorme.

      Elimina
    8. Anonimo15 gennaio 2015 22:15
      “Agli autori biblici era sconosciuta la nozione di identità, orientamento o condizione omosessuale e quindi non la si può valutare in base a quei testi. Una condizione innata è cosa ben diversa da una decisione esplicita, cosciente e colpevole di rifiuto di determinati valori.”
      E’ vero che nell’antichità era sconosciuto il concetto di “identità ed orientamento sessuale” ed è anche vero che era sconosciuto il termine “omosessuale o di omosessualità”, ma è anche vero che si conoscevano gli Atti omosessuali, i quali sia nella scrittura veterotestamentaria che nella neotestamentaria venivano condannati e bollati come “atti contro natura”, la “natura” non concepisce tali atti, a meno che non si vogli gettare alle ortiche la Sacra Scrittura.
      In merito all’omosessualità essa non è una malattia, ma un disordine psicologico, il quale può trovare le cause in un contesto socioculturale, procurando nell’individuo inclinazioni che per loro natura sono errate.
      Giusto per comprendere meglio, se in una famiglia il padre del piccolo bambino riempie di botte la moglie ci sono molte possibilità che tale bambino divenuto adulto farà lo stesso con la propria moglie, in quanto cresciuto plasmato dall’esempio del padre, il fatto che i suoi atti siano stati influenzati dal padre non possono essere additati come una libera scelta ne egli può essere scusato per tale comportamento in quanto essi sono sbagliati per loro natura.

      Tommaso

      Elimina
    9. Spett. REDAZIONE: non s se leggete i miei messaggi, in quanto ogni volta che provo a postarli non vengono né pubblicati, né compare la scritta "sarà pubblicato dopo l'approvazione". Se i miei commenti vengono letti e cestinati, vi chiedo se avete positivamente approvato il commento dell'anonimo delle 22.15 che praticamente definisce la morale cattolica un chiuso preconcetto.
      Grazie e buona giornata

      Elimina
  13. Faccio inoltre presente che lo stesso card. Scola (che di certo non è un progressista) ha aperto al riconoscimento delle unioni gay.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E con ciò? Bischeri e traditori non hann'etichetta.

      Elimina
    2. E chi dice che il bischero non sei tu? Chi sei e che studi hai per giudicare un cardinale?

      Elimina
    3. Giudico in base alla dottrina di sempre che tu evidentemente non conosci. E se uno è cardinale o un analfabeta come te non fa differenza quando dice bischerate.

      Elimina
  14. Non avete capito le profzie de La Salette? Dobbiamo accettare tutto ciò . Papa e vescovi eretici. Stop.

    RispondiElimina
  15. @ goorka
    Mi può esplicitare quali profezie di La Salette? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono arcinote, tranne ai modernisti.È lei fra quelli?

      Elimina
    2. No, sono solo ignorante

      Elimina
  16. Approfitto di questo spazio per chiedere gentilmente alla redazione di Messainlatino perchè non si può commentare le notizie provenienti dalla diocesi di Albenga???!!! Grazie per l'eventuale risposta e pubblicazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contra factum non valet argomentum.
      In tempi non sospetti il bravo Vescovo Mons. Oliveri ha chiesto alla Santa Sede in aiuto per gli ultimi momenti del suo episcopato.
      Una cosa normale per un vescovo che ha superato i 70 anni.
      Non c'è nulla da commentare.
      Pax tecum.

      Elimina
    2. Si certo come no, per andare in tempi non sospetti dovremmo come minimo risalire ad almeno 20 anni fa, all'inizio del suo episcopato, perchè poi lasciamo perdere !!!!!!!!!!! Sono anni che da Roma provano a sostituirlo, cosa che ora è stata fatta. Grande Papa Bergoglio!!

      Elimina
    3. Da Roma provano a sostituirlo? E chi può impedire ad un papa di sostituire un vescovo?
      In realtà questo vescovo è un uomo di vita santa e di certa dottrina. Può aver sbagliato ad accogliere qualche seminarista o prete che l'ha ingannato. Ma se si dovessero sostituire tutti i vescovi che lasciano al loro posto preti immorali, eretici, incapaci, vagabondi e cialtroni, non so quale vescovo si salverebbe.

      Elimina
  17. Ragazzi potete fare tutte le petizioni di questo mondo, ma tutto cio che e' scritto DEVE compiersi: Vi posto tre ultimissimi messaggi che oramai da decenni il cielo ci manda E CHE TESTIMONIANO LA GRAVITA' DEI TEMPI CHE STIAMO VIVENDO( in previsione del sinodo di ottobre), sono luoghi dai quali con largo anticipo ci sono state annunciate anche le dimissioni di papa Benedetto XVI:
    ANGUERA 4.084 - 08.01.2015
    Cari figli, l’umanità si è allontanata dal Creatore e ogni giorno si avvicina a un grande abisso. Tornate. Ecco il tempo della grazie per le vostre vite. Non state con le mani in mano. Non vivete nel peccato. Dite il vostro sì alla chiamata del Signore. Egli vi ama e vi attende a braccia aperte. Io voglio aiutarvi, ma vi chiedo di essere docili ai miei appelli. Non permettete che la vostra libertà di veri figli di Dio vi allontani dal cammino della salvezza. Pregate. Quando siete lontani vi rendete bersaglio del nemico di Dio. Camminate verso un tempo di grandi sofferenze. Vedrete ancora orrori sulla terra. Restate con Gesù. Solo lui è la vostra Via, Verità e Vita. Rallegratevi nel Signore. Riponete la vostra fiducia in lui e tutto finirà bene per voi.
    http://www.colledelbuonpastore.it/Gennaio-2015/il-servo-dellanticristo-procede-nel-suo-diabolico-piano-ma-io-lo-colpiro-lo-scalzero-dal-suo-potere-gesu-torna-a-riprendere-in-se-ogni-potere.html
    ANGUERA 4.083 - 06.01.2015
    Cari figli, l’umanità sarà sorpresa dalla rivelazione fatta da un re. Vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della vostra fede. Sono venuta dal cielo per chiamarvi alla conversione. Non rimanete fermi nel peccato. Non dimenticate: in tutto, Dio al primo posto. Voi state nel mondo, ma non siete del mondo. Non allontanatevi dalla preghiera. La preghiera vi fortificherà e vi avvicinerà al mio Gesù. Avvicinatevi al confessionale e cercate la misericordia del mio Gesù. La vostra fortezza è nell’Eucarestia. Coraggio. Io sarò al vostro fianco anche se non mi vedete.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono profezie ma messaggi di "avvertimento", che ci avvertono dei tempi che stiamo vivendo! Certe volte il nostro crederci dotti e sapienti ci rende ciechi alla verita'!!!
      In moltissime apparizioni mariane di oggi, il cielo ci sta avvisando: http://www.imitazionedicristo.it/LUZ_14GEN15.html

      Elimina
    2. "Considerai che eravamo, come sempre, alla fine dei tempi [...]" (da "La scrittura del dio", di Jorge Luis Borges).

      Elimina
    3. E' dall'inizio della Cristianità che si lanciano i medesimi avvertimenti. E siamo sempre qui. Io non li sottovaluto, sei tu che li sopravvaluti acriticamente e antistoricamente tediando il prossimo per quanto paziente.

      Elimina
    4. Lei caro sig. Pastorelli sta facendo di tutta l'erba un fascio: La profezia della Emmerich parla chiaramente della presenza di due papi contemporaneamente e mi riesce difficile pensare che non sia questo il tempo a cui quella profezia si riferisce ( uno vive in un "altro palazzo" l'altro prendera' gli "applausi" del mondo dando vita ad una NUOVA RELIGIONE fatta di compromessi nella quale tutto e' lecitamente lecito. Sinceramente non mi e' difficile notare quanto questo papa non si esponga mai cercando di non inemicarsi nessuno neanche in casi estremi e palesi. Ho appena terminato di ascoltare cio' che ha detto nella solita conferenza aereo-stampa e mi e' venuta subito agli occhi quando ha parlato del dialogo interreligioso (dopo essere andato a pregare nella mecca in Turchia il nostro vescovo di Roma non ha lesinato una puntatina nel tempio buddista confermando quindi che non esiste un dio cattolico ma un Dio che ama tutti accetta tutti e perdona tutti ( tutti andremo lassu'!!!!) Sia chiaro rispetto le sue idee soprattutto perché vengono da una persona colta e teologicamente preparata, le mie intenzioni non erano sicuramente quelle di spazientirla ma quando risento la profezia di san Malachia e mi rendo conto che l'ultimo papa il 111esimo e' papa Benedetto XVI a me vengono i brividi ... e non perché ho freddo!!!
      Le dico un ultima cosa e poi le prometto che non la infastidiro' in alcun altro modo: Ad oggi nel mondo ci sono moltissime apparizioni mariane ( non entro nel merito della loro veridicita', servirebbe troppo tempo), nella stragrande maggioranza dei casi ci stanno allertando sull'imminente ingresso sulla scena dell'anticristo!!! A Brindisi stesso, luogo di apparizioni oramai molto frequentato dai sacerdoti del luogo e dove accadono ogni sorta di miracolo ( il miracolo del sole, il miracolo eucaristico, emanazioni di sangue dalle statue, emanazioni di olio profumato dalle statue, emanazione di olio dal rosario del veggente...) in un messaggio il Signore Gesu' ci allerta sui prossimi accadimenti E SULLA PROSSIMA VENUTA DELL'ANTICRISTO http://blog.libero.it/elshaddaiadonai/11279227.html
      Il tempo passa e passa per tutti e non si culli del fatto che ha 76 anni perché probabilmete i suoi occhi vedranno cose Cche mai si sarebbe aspettato di vedere! Le scritture ci dicono che la venuta dell'anticristo e' preannunciata dall'altra bestia quella che viene dalla terra: Dal falso profeta, da colui che fara' di tutte le religioni UN UNICA RELIGIONE!!!!

      Elimina
    5. La fine dei tempi sembra sempre imminente. Gesù diceva che sarebbe avvenuta entro quella generazione. Anche San Paolo e San Giovanni la davano per imminente:

      http://www.vatican.va/archive/ITA0001/__PYU.HTM

      http://www.vatican.va/archive/ITA0001/__PXK.HTM

      http://www.vatican.va/archive/ITA0001/__P104.HTM

      A La Salette, fu annunciato: "Nell'anno 1864, Lucifero ed un gran numero di demoni saranno sciolti dall'inferno".

      http://medjugorje.altervista.org/doc/apparizioni/lasalette/segreto_di_la_salette.html

      Nel 1884, papa Leone XIII ebbe una visione in cui a Satana venivano dati 100 anni di tempo per cercare di distruggere la Chiesa (se Satana era stato sciolto vent'anni prima, deve essere stato rinchiuso di nuovo nel 1964, nel qual caso possiamo stare tranquilli).

      Don Gobbi annunciava il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria per l'anno 2000.

      Conchita (veggente di Garabandal) dà per imminente un "Grande Miracolo" (è da circa 50 anni che lo dà per imminente).

      La rivelazione dei 10 segreti di Medjugorje, invece, è imminente da 34 anni (e credo che lo rimarrà ancora a lungo).

      Elimina
    6. Apparizioni ce ne sono sempre state a bizzeffe. Quante la Chiesa ne ha riconosciute? A Brindisi poi sarebbe bene che Chi appare ardesse la Sacra Corona Unita. Ti ho già detto che sin dai primi Padri si parlava dell'imminente venuta dell'anticristo. Sul tema puoi leggere il libro dell'amicoi p. Fausto Sbaffoni, domenicano, con testi magnifici ed ottimo commento. Forse sarebbe bene prima studiare e poi invalvolarsi con le apparizioni e le profezie.

      Elimina
    7. La cosiddetta profezia di San Malachia è comparsa secoli dopo la morte di San Malachia ed è molto probabilmente un falso.

      http://it.wikipedia.org/wiki/Profezia_di_Malachia#I_motivi_di_dubbio_sull.27autenticit.C3.A0

      Comunque, se per voi Ratzinger è l'ULTIMO Papa, beh, ricordatevene quando sarà eletto il prossimo Papa, peerchè dovrete rifiutare anche lui, e tutti quelli che verranno dopo, che vi piacciano o no, perché dopo l'ULTIMO non ce ne può essere un altro! Mi voglio proprio divertire!

      Elimina
    8. La fine dei tempi sembra sempre imminente.

      A La Salette, la veggente Melania predisse per il 1864 l’uscita di Lucifero dall’inferno insieme a un gran numero di demoni.

      Il 13 ottobre 1884, Papa Leone XIII ebbe una visione in cui a Satana venivano dati 100 anni di tempo per cercare di distruggere la Chiesa. Se Satana era stato liberato nel 1864, allora deve essere stato rinchiuso nuovamente nel 1964. Tuttavia nel 1982 a Medjugorje la Vergine Maria avrebbe detto a Mirjana: "[...] devi sapere che Satana esiste; un giorno si è presentato davanti al trono di Dio e ha chiesto il permesso di tentare la Chiesa per un certo periodo. Dio gli ha permesso di metterla alla prova per un secolo. Questo secolo è sotto il potere del demonio, ma quando saranno compiuti i segreti che vi sono stati affidati, il suo potere verrà distrutto. Già ora egli comincia a perdere il suo potere ed è diventato aggressivo: distrugge i matrimoni, solleva discordie tra preti, crea ossessioni, assassini."

      "questo secolo", cioè il Ventesimo Secolo. Ma ecco che nel 2001, sempre a Medjugorje, la Madonna invita a consacrarsi al suo Cuore e al Cuore di suo Figlio, precisando: “In modo speciale adesso che Satana è sciolto dalle catene”.

      Verso la fine del Ventesimo Secolo, circolava una versione non ufficiale del Terzo Segreto di Fatima, che prevedeva eventi apocalittici per "la seconda metà del Ventesimo Secolo". Don Gobbi predisse per il 2000 il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria.

      Conchita (veggente di Garabandal) da circa 50 anni dà per imminente il "Grande Miracolo". La rivelazione dei 10 segreti di Medjugorje, invece, è data per imminente da 34 anni.

      http://www.marcocorvaglia.com/medjugorje/dieci-segreti-e-una-lunga-attesa.html

      Elimina
  18. Rispetto a questi problemi è bene tenere presente che il cattolico che dice:
    "Sono contrario" e basta, già sbaglia.
    Il cattolico deve solo dire: "IRRICEVIBILE!"

    Chi dice sono contrario accetta di esaminare le proposte
    e così facendo si espone se non oggi domani a qualche cedimento.

    Bisogna essere consapevoli che rispetto a questi problemi bisogna
    essere più che retrogradi, reazionari, retrivi, oscurantisti, spietati, crudeli, insensibili, disumani, feroci, granitici, rozzi, chiusi, incolti, ignoranti... senza vergognarsene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto! E bruciamo tutti i libri di astronomia in cui si dice che la Terra gira intorno al Sole!!! :-) :-) :-) :-)

      Elimina
    2. Rispetto a questi problemi si deve dire no a quanto è contro la Verità rivelata e contro il magistero ininterrotto. Il resto son paroloni a vuoto.

      Elimina
  19. Esatto! Bisogna iniziare a dire IRRICEVIBILE!!! Bravo Catholicum!

    RispondiElimina
  20. Dite no alla colonizzazione ideologica della famiglia

    Stralcio:«Qui nelle Filippine - ha ripreso con il testo preparato - innumerevoli famiglie soffrono ancora le conseguenze dei disastri naturali. La situazione economica ha provocato la frammentazione delle famiglie con l'emigrazione e la ricerca di un impiego, inoltre problemi finanziari assillano molti focolari domestici. Mentre fin troppe persone vivono in estrema povertà, altri vengono catturati dal materialismo e da stili di vita che annullano la vita familiare e le più fondamentali esigenze della morale cristiana. Queste sono le colonizzazioni ideologiche. La famiglia è anche minacciata dai crescenti tentativi da parte di alcuni per ridefinire la stessa istituzione del matrimonio mediante il relativismo, la cultura dell'effimero, una mancanza di apertura alla vita».

    Francesco ha quindi aggiunto a braccio altre parole: «Penso al beato Paolo VI, nel momento in cui gli si propose il problema della crescita della popolazione, volle difendere l'apertura alla vita della famiglia. Lui sapeva le difficoltà che c'erano nelle famiglie, per questo era così misericordioso con i casi particolari e nelle sua enciclica (l'Humanae vitae, ndr) chiese al confessori di essere molto comprensivi e misericordiosi. Ma guardò avanti, ai popoli della terra, e vide questa minaccia della distruzione della famiglia attraverso la privazione dei figli. Paolo VI era coraggioso, era un buon pastore, e ha avvertito le sue pecore del lupo che stava arrivando. Oggi ci benedica dal Paradiso».

    «Il mondo - ha detto ancora il Papa ha bisogno di famiglie buone e forti per superare queste minacce... Custodite le vostre famiglie... Siate santuari di rispetto per la vita, proclamando la sacralità di ogni vita umana dal concepimento fino alla morte naturale». Bergoglio ha concluso con l'invito alle famiglie ad essere missionarie: «Questo significa essere pronti ad andare oltre i confini delle vostre case e prendervi cura dei fratelli e delle sorelle più bisognosi. Vi chiedo di interessarvi specialmente a coloro che non hanno una famiglia propria, in particolare degli anziani e dei bambini orfani... Potreste essere voi stessi poveri in senso materiale, ma avete un'abbondanza di doni da offrire quando offrite Cristo e la comunità della sua Chiesa».
    http://vaticaninsider.lastampa.it/nel-mondo/dettaglio-articolo/articolo/francesco-filippine-38588/

    RispondiElimina
  21. molto stranamente non si può più commentare la telenovela della Diocesi di Albenga......se poi vogliamo credere che Nostro Signore è morto dal freddo ???!!!! Si....ha chiesto lui l'aiuto, ma non facciamo ridere, basta chiedere a qualsiasi fedele di tale Diocesi per sentirsi raccontare cose dell'altro mondo!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  22. Tedio per tedio: cercate in qualsiasi altro blog e troverete sicuramente il tuttologo che impera in questo blog. Ma la curiosità, come la vanagloria è femmina. Un ecclesiasticone mancato, dunque represso. "O Romeo, Romeo! Perché sei tu Romeo? Dans vera cordis gaudia.

    RispondiElimina
  23. E dovremo supplicare lo pseudo papa filo mahoma, filo budda, che fa le corna? No No. La chiesa vaticansecondista è nell'apostasia

    RispondiElimina
  24. Non si possono più fare commenti ai recenti post? E' in atto una svolta modernista? Bisogna propagandare Papa Orgoglio senza ammettere obiezioni? Ho trovato il suo discorso intriso di solo umanesimo, nessun senso del sacro. Il riferimento al sogno poi è ambiguo, in quanto in campo cattolico il sogno ha senso solo come visione profetica o direttive di Dio attraverso gli angeli. Il sogno citato dal papa è la solita scatola vuota del modernismo in cui ognuno puo' immaginare come vuole mentre oggettivamente in campo culturale il sogno è Freud, la rivoluzione sessuale e il surrealismo.

    Che ha ancora di cattolico questo Papa?

    RispondiElimina
  25. ma Bonny, chi l'ha ordinato vescovo? Kasper?

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.