domenica 21 agosto 2011

GMG 2011 - Adorazione Eucaristica di 2 milioni di giovani cattolici. In ginocchio


Duranta la Veglia di sabato 20 agosto 2011, si è svolto un intensissimo momento di preghiera e di Adorazione Eucaristica, come ci ha descritto con commovente e contagioso trasporto un nostro giovane lettore e da Caterina qui.
Abbiamo cercato il video (che vi proponiamo) che testimonia un evento a nostro avviso significativo nel suo genere. Di sicuro si tratta di un "piccolo" primo segnale che, speriamo, avrà molta eco e soprattutto, moltissimo seguito: circa 2 milioni di giovani cattolici, all'ingresso di "Gesù Cristo, il Nostro Dio, senza Cui nulla di tutto ciò [le Giornate mondiali della Gioventù, ndr] avrebbe senso" (come spiegava la "voce narrante") si son inginocchiati senza pudori o riluttanza e si son raccolti in un silenzio emozionante e assordante allo stesso tempo!
Le immagini che vedrete fanno venire i brividi per l'emozione. E sì, è vero, fanno salire le lacrime agli occhi!
Vedere una distesa di migliaia e migliaia di giovani, inginocchiati davanti a Cristo e, insieme col loro Papa, rivolti ad Deum Sacramentato, è cosa non da poco! Che emozione!
Centinaia di migliaia di giovani che in quel momento di altissima preghiera, si son sentiti affidare con amore paterno al Sacro Cuore; giovani che, guidati nella preghiera dalle parole in spagnolo e in latino del Papa, hanno alzato gli occhi verso l'Ostia santissima; giovani che hanno cantato il Tantum Ergo in gragoriano; giovani che in silenzio hanno ricevuto la Benedizione Eucaristica; giovani che hanno cantato il Christus Vincit! Giovani che (forse per la prima volta) hanno conosciuto e visto alcuni esempi di "devozione e adorazione tradizionale". Soprattutto Giovani che hanno dato testimonianza di fede, di forza, di coraggio e di coerenza.
Si vedono anche tanti preti e vescovi che pur sulla terra bagnata si son inginocchiati sporcandosi la talare, e, ci piace sperarlo, hanno riscoperto la gioia di adorare Cristo in ginocchio.

Cito Caterina perché non sfugga l'importanza e il significato, oseremmo dire "epocale" dell'avvenimento: "Milioni di giovani in ginoccho e in silenzio davanti al Re dei Re. Benedetto XVI è riuscito laddove nessuna imposizione autoritaria avrebbe potuto fare di meglio: ha smosso i cuori. Ha fatto in modo che a piegarsi fossero i cuori e poi le ginocchia".

Chi scrive ha partecipato come giovane ad alcune GMG e può testimoniare che il raccoglimento che si è vissuto quest'anno durante l'Adorazione e la Consacrazione al Sacro Cuore di Gesù è qualcosa di unico! Mai aveva visto tante ginocchia piegate! E soprattutto mai aveva visto tanta spontaneità e convinzione nel piegarle!!! (Non si tratta solo una postura del corpo, altrimenti anche le Giornate scorse si sarebbero inginocchiati). Questa volta davvero i giovani hanno sentito qualcosa e hanno piegato i cuori!

A quei pochi scettici e diffidenti nei confronti delle GMG ci sentiamo di chiedere di essere ottimisti, di dare fiducia a questi giovani come la dà loro il Papa, di non sporcare con critiche o commenti questa bella esperienza che hanno vissuto L'essersi trovati tutti insieme, cattolici, inginocchiati (senza imbarazzi nè vergogna) insieme col Papa davanti a Cristo, non è cosa da poco. E per molti sarà stata un'esperienza di fede che lascerà il segno. E porterà qualche cambiamento nella loro vita.
Crediamoci. Preghiamo!


Roberto

14 commenti:

  1. Che dire? Un grande silenzio, una grande preghiera.

    RispondiElimina
  2. f. Marie des anges21 agosto 2011 12:41

    e molti applausi..-.

    RispondiElimina
  3. Ho ancora le lacrime agli occhi...grazie Santissima Trinità,grazie Santità...

    RispondiElimina
  4. pepito sbazzeguti21 agosto 2011 14:21

    Ringrazio sentitamente la Redazione per aver proposto il video dell' Evento che mi ero perso.

    RispondiElimina
  5. Luis Moscardò21 agosto 2011 17:02

    ...ho notato da un rapidissimo passaggio d'immagini al TG1 che c'è qualcosa di più profondo in questa GMG: credo che sia una sensazione percepibile.

    RispondiElimina
  6. Luis Moscardò21 agosto 2011 17:13

    <span>min. 3.11 "tra poco verrà cantato il Tant'un ergo" ma chi è costui che commenta?</span>
    <span></span>
    <span>Comunque c'è molta, veramente molta strada ancora da fare! </span>

    RispondiElimina
  7. pepito sbazzeguti21 agosto 2011 17:36

    Il commentatore dovrebbe essere don Guido Todeschini,direttore di Telepace.

    RispondiElimina
  8. <span>Anche il più lungo dei viaggi inizia sempre con un piccolo passo</span>

    RispondiElimina
  9. "<span>...ho notato da un rapidissimo passaggio d'immagini al TG1 che c'è qualcosa di più profondo in questa GMG: credo che sia una sensazione percepibile"</span>

    Sì, questa è l'ultima GMG. Nel 2012 ci sarà al fine del mondo.

    RispondiElimina
  10. nel 2012 di evento sicuro di sarà solo l'inversione dei poli magnetici terrestri; che poi tale fenomeno possa essere concomitante con la fine del mondo, non può saperlo nessun uomo, ma solo il  Padre Celeste Onnipotente.
    Forse finirà "questo" mondo chiassoso e mascherato, pieno d'inganni e di glorie passeggere, di cartapesta, che vediamo in tutti i tg, con tutti i suoi lustrini, le sue cronache trionfalistiche e le sue "riprese dirette" e le sue grandi sceneggiate, sensazionali, SPETTACOLARI,   e con tutte le sue kermesses: passa la scena di questo mondo....panta rei.
    Noi siamo fumo, polvere che si disperde al vento del tempo che passa e tutto seppellisce nell'oblio, uomini fatti, rumori, clamori, suoni, canzoni e parole della storia; solo Dio resta in eterno e la sua Parola che non muta: solo coloro che attraverseranno la grande tribolazione e laveranno le vesti nel Sangue dell'Agnello vivranno in eterno con Lui.
    E non sarà certo un cammino trionfale quello della Sposa di Cristo, ma una Santa Via Crucis sulle orme del suo Signore, fino al Calvario: e questo è ancora tutto da vivere, con lacrime e sangue, non con grida di giubilo; non ci può essere alcuna Resurrezione prima della Passione e Crocifissione, come Nostro Signore ci insegna con la sua Vita, dicendo: "Chi vuol venire dietro a me rinneghi se stesso, prenda OGNI GIORNO la sua croce e mi segua".

    RispondiElimina
  11. evviva l'ottimismo.

    RispondiElimina
  12. hanno cantato in gregoriano NON le canzonacce delle parrocchie..........GRAZIE MONS MARINI E SOPRATTUTTO GRAZIE SANTITA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    anche alla messa mi sono commossa vedendo i giovani con le mani aperte cantare il CREDO III in gregoriano ...........questo essere CATTOLICI .UNIVERSALITA' , BONTA' DELLE FORME E SANTITA' E VERA ARTE...........................dalla Sacrosanctum concilium

    RispondiElimina
  13. Condivido con la ferma speranza che la prossima volta il Credo III sia cantato a mani giunte e con i pollici sovrapposti!

    RispondiElimina
  14. SONO SICURISSIMO CHE IL NOSTRO AMATO SANTO PADRE RIPORTERA' LA CHIESA ALLE SUE ORIGINI. IL PRIMO MIRACOLO CON I GIOVANI E' STATO COMPIUTO!!!  SARANNO LORO A SEGUIRE  LE "NUOVE" INNOVAZIONI NELLA CHIESA. SPERANDO CHE DA QUESTE GMG POSSANO SORGERE INNUMEREVOLI VOCAZIONI, FACENDO RIBALTARE IN BENE IL CAOS ESISTENTE NELLA STESSA.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.