martedì 31 marzo 2009

Visita apostolica ai Legionari di Cristo

Dal blog di Sandro Magister:

Per i Legionari di Cristo è in arrivo una visita apostolica, cioè un’indagine sulla vita della congregazione da parte di una squadra di ispettori vaticani.
La decisione consegue a un ennesimo accertamento della cattiva condotta del loro fondatore Marcial Maciel, già messo da parte nel 2006 per abusi sessuali, e ora, un anno dopo la morte, scoperto colpevole d’aver avuto in Spagna un’amante e una figlia.
La visita apostolica è stata annunciata dal segretario di stato vaticano, cardinale Tarcisio Bertone, in una lettera del 10 marzo 2009 indirizzata al direttore generale dei Legionari di Cristo, padre Álvaro Corcuera Martinez Del Rio.
E questi ha comunicato la decisione a tutti i Legionari in una lettera in data 29 marzo resa pubblica due giorni dopo, con allegata la missiva di Bertone.
Ecco qui di seguito i due testi. Per gli antefatti, vedi in www.chiesa il servizio del 16 febbraio intitolato: “La Legione è allo sbando. Tradita dal suo fondatore

Trovate le due lettere (del card. Bertone e del Direttore generale P. Corcuera) sul blog di Magister. A noi di Messainlatino.it preme esprimere solidarietà e apprezzamento per i Legionari chierici e laici di Regnum Christi, in questo momento di difficoltà. Ma oportet ut scandala eveniant e, nel ricordare come fosse stato proprio Benedetto XVI a sanzionare pubblicamente il fondatore P. Maciel, le cui gravi mancanze non cessano di venire alla luce, salutiamo il nuovo inizio di un movimento che, depurato della greve eredità del suo fondatore, potrà dare moltissimo alla Chiesa.

3 commenti:

  1. DANTE PASTORELLI31 marzo 2009 23:32

    Anche da un fondatore personalmente corrotto può nascere un movimento sano. Ben venga questa visita apostolica e che sia seria ed approfondita, in modo da spazzar via il sudicio eventualmente ancora presente per l'inizio d'una nuova stagione. L'albero è grande, una potatura potrebbe esser necessaria per aver più copiosi frutti. Certo, macchie del genere non si cancellan facilmente: l'unica spugna è l'opera.

    RispondiElimina
  2. parole ben ponderate e del tutto condivisibili quelle di Dante. Alessandro

    RispondiElimina
  3. Come Giovanni Paolo II nel 1981 e nel 1998 fece rispettivamente con i Gesuiti e con i Paolini per motivi ben diversi da quelli che ora vedono i Legionari nell'occhio del ciclone, non si può escludere che il Papa, al termine della visita apostolica, nomini un delegato pontificio a guidare i legionari per un ragionevole lasso di tempo? Per quanto concerne i Gesuiti, bisogna riconoscere che un sant'uomo come Paolo Dezza in un lasso di tempo molto breve (due anni) non riuscì a riportare sui giusti binari (della speciale obbedienza) la Compagnia. Alessandro

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.