Post in evidenza

La Messa proteiforme: a modest proposal. Risposta e proposta al Prof. Grillo

Il Prof. Grillo ha voluto gentilmente confrontarsi (v. qui ) con il nostro commento critico alla sua intervista (in cui, lo ricordiamo, el...

venerdì 5 luglio 2024

La Diocesi di Linz annuncia: la controversa statua mariana rimane nella Cattedrale di Linz fino al 16 luglio

Vi proponiamo – in nostra traduzione – l’articolo pubblicato il 4 luglio sul sito Kath.net, in cui si riprende la notizia della statua oscena della Madonna esposta nella Cattedrale di Linz (QUI su MiL).
In particolare si racconta di come l’«artista» Esther Strauß, creatrice della scultura, diffonda teorie confuse in relazione alla «decapitazione» (segno di una «elevata propensione patriarcale alla violenza») e riceva persino una chiara smentita dal quotidiano di sinistra Der Standard.

L.V.


La controversa statua della Vergine Maria rimarrà nel Mariä-Empfängnis-Dom di Linz fino al 16 luglio. Lo ha confermato mercoledì al sito Kath.net un portavoce della Diocesi di Linz. «La scultura rimarrà nella sala d’arte del Mariä-Empfängnis-Dom fino alla fine prevista del periodo di esposizione (16 luglio 2024), ma non potrà essere vista. Le porte sono chiuse e le luci sono state spente». Alla domanda del sito Kath.net sul perché la statua non sia stata rimossa dalla Cattedrale nonostante le numerose obiezioni, il portavoce ha risposto: «Le obiezioni non significano che le questioni sollevate non siano importanti. Le discussioni in merito continueranno».

Nel frattempo, l’«artista» Esther Strauß, che ha creato la statua, ha collegato la «decapitazione» della statua – la testa è stata apparentemente tagliata – a una «elevata propensione patriarcale alla violenza» in un’intervista al quotidiano Der Standard con teorie confuse. Secondo Esther Strauß, anche l’alto tasso di femminicidio in Austria depone a favore di questa tesi [QUI: N.d.T.]. Anche i lettori di sinistra del quotidiano Der Standard considerano questa teoria avventurosa. «Cosa c’entra questo con il patriarcato? Da quando le donne agiscono con meno vigore nelle questioni religiose? Potrei facilmente immaginare alcune suore mascherate che danneggiano le opere d’arte in preda alla rabbia», scrive un lettore. Un altro dice: «Perché si dà generalmente per scontato che il colpevole sia un uomo?». Un altro lettore risponde: «… perché ovviamente si adatta molto meglio alla visione del mondo dell’artista…». E ancora un altro lettore del quotidiano Der Standard osserva: «Il ragionamento circolare dietro i recenti omicidi di donne è molto forzato».

Il card. Gerhard Ludwig Müller, Prefetto emerito della Congregazione per la Dottrina della fede, aveva risposto alla richiesta della stampa del sito Kath.net sulla statua della Vergine Maria partoriente con una dichiarazione dettagliata, affermando tra l’altro: «La critica al rovesciamento dell’arte cristiana come strumento di pietà in una pubblicità dell’ideologia femminista in violazione del naturale senso del pudore non può essere contrastata pseudo-illuministicamente con l’accusa di pruderie o pseudo-teologicamente come frutto di un atteggiamento ultraconservatore» [QUIQUI su MiL: N.d.T.].

10 commenti:

  1. Ottimo! Mai vedere alla violenza.
    Piena solidarietà all’artista ed alla diocesi sotto attacco.

    RispondiElimina
  2. Lo stesso fil rouge /pervicacia (in gergo "tigna") della fu mostra di Carpi?

    RispondiElimina
  3. Mons. Viganò è stato giustamente scomunicato... ma anche questi blasfemi sono meritevoli di scomunica.

    RispondiElimina
  4. La Chiesa dei due pesi e delle due misure... che vergogna...

    RispondiElimina
  5. Da prete sono scandalizzato... teologicamente non corrisponde al parto verginale della Madre di Dio. Maria è sempre vergine, prima, durante e dopo il parto.
    Questo privilegio dipende dall'aver accolto, concepito e portato in grembo il Figlio di Dio. Lei è immacolata ed è la Madre di Dio...
    La sua integrità fisica è corrispondenza alla sua integrità spirituale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora si insiste con la storia del parto virginale come se non avesse partorito (come dicono i Vangeli) ma prodotto come una luce che traspare et voilà.... Il dogma dell'Immacolata Concezione dice. " Virgo prius ac posterius" , non dice che non ha partorito. Ora da, medico dico che ci sono solo due modi di partorire: per via naturale o con il taglio cesareo. Vedete voi......

      Elimina
    2. Concordo con l’anonimo delle 11.15.
      “Parturit sine dolore”, dice un’antica antifona. Senza dolore, ma partorì. Quindi se partorì, partorì! Tutto questo scandalo pilotato (come al solito!) è totalmente incomprensibile.

      Elimina
    3. Dottore lei ha ragione ,per le donne ci sono solo due modi per partorire :via naturale e parto cesareo.Però dopo il parto solo la Madonna è Vergine.Quindi quella scultura insulsa è proprio fuori luogo.Come fuori luogo nella Chiesa è chi ha autorizzato l'esposizione di una simile porcheria.Non si scherza con la fede .....

      Elimina
  6. Vedere gli splendidi dipinti di Murillo e poi vedere sta porcheria blasfema...

    RispondiElimina