Post in evidenza

Intervista di MiL al prof. Andrea Grillo sulla liturgia tradizionale: "La Chiesa non è un club di notai o di avvocati"

Durante la Tre Giorni su don Primo Mazzolari (vedere foto sotto) che si tiene ogni anno in Diocesi di Cremona, a Bozzolo, il Vostro ha inco...

venerdì 19 maggio 2023

NOSTRE INFORMAZIONI di mons. Eleuterio Favella: la nomina di S.E. Mons. Georg Gänswein

Per tramite del suo segretario diacono Ambrogio Fidato abbiamo ricevuto la seguente informazione ex Aedibus da S.E.R. Mons. Eleuterio Favella.
La comunicazione segue alla odierna udienza del Santo Padre Francesco, nella quale ha ricevuto - tra gli altri - S.E. Mons. Georg Gänswein, Arcivescovo titolare di Urbisaglia, Prefetto della Casa Pontificia, ed i Vescovi di Tanzania, in Visita «ad Limina Apostolorum» (QUI, ripresa da MiL QUI).
Grati a Sua Eccellenza Reverendissima per il rinnovato privilegio della sua considerazione nel volerci segnalare alcuni documenti che altrimenti passerebbero inosservati o non verrebbero evidenziati come dovrebbero ed inginocchiati al bacio dell’anello, ci professiamo imperituramente suoi servitori umilissimi et figli devoti in Cristo, e imploriamo la sua augusta benedizione.

L.V.

NOSTRE INFORMAZIONI

La Prefettura della Casa Pontificia, con nota diramata alle ore 15:30 dalla Sala Stampa della S. Sede, ha comunicato che, approfittando dell’odierna udienza di cui al bollettino quotidiano di oggi a mezzodì, il S. Padre ha nominato S.E.R. mons. Georg Ganswein, arciv. tit. di Urbisaglia e prefetto emerito della Casa Pontificia, nuovo primate di Tanzania, invitandolo a unirsi ai presuli venuti in visita «ad limina Petri» da quel Paese per prendere possesso dell’ufficio quanto prima.


2 commenti:

  1. Credo che i pellegrinaggi alle chiese tanzaniane aumenteranno moltissimo … 😀

    RispondiElimina
  2. Ah,beh, a quattro passi da Roma ! Puo' fare il pendolare.

    RispondiElimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione